venerdì 13 novembre 2009

Clark morta: di cancro

La guaritrice americana Hulda Clark è morta nella sua abitazione il 3 settembre scorso. Ne avevo dato notizia in un precedente post.
La cosa più triste, oltre alla notizia della sua morte che personalmente mi colpisce solo per pietà umana, è che la guaritrice che ha illuso tanta gente nel mondo dichiarando di aver trovato la cura per tutte le malattie (ha scritto anche un libro con questo titolo) ed affermando di curare le persone da tutti i tipi di cancro, non solo non è stata capace di curare se stessa ma non ha avuto la capacità di fare diagnosi della sua malattia perdendo tempo prezioso e rendendo la sua fine dolorosa ed insopportabile. E' morta per mieloma multiplo, una neoplasia maligna del plasma sanguigno.

A volte la vita riserva sorprese angoscianti: la Clark dopo aver lusingato e truffato migliaia di malati di cancro è morta di cancro, una sorta di contrappasso, di condanna e di maledizione.

Di Hulda Clark ho scritto qualche mese addietro inutile quindi dilungarmi sulle sue teorie ma è bene sapere che oltre alla cura per tutte le malattie che a suo dire si basava sulla disintossicazione del corpo da parassiti che erano per lei causa del cancro e da altre tossine mediante uno strumento elettrico dal nome Zapper, si riteneva capace di diagnosticare tantissime malattie: oltre al cancro, naturalmente sempre presente, anche l'AIDS, il diabete ed altre gravi patologie.


La "geniale" biologa americana millantando come tutti i guaritori di essere stata bistrattata dalla comunità scientifica e ritenuta dalla stessa una banale ciarlatana, al momento di diagnosticare la malattia che la affligeva  non ha capito nulla e si è rivolta alla medicina ufficiale non solo per la diagnosi ma anche per la cura. Nessuna disintossicazione, nessuno Zapper e nessuna cura alternativa l'ha salvata: intervento chirurgico e trasfusione di sangue, oltre alle terapie mediche previste.
Troppo tardi
però, il mieloma multiplo che l'aveva colpita, non le ha dato scampo.

Quando lei guadagnava milioni sulle spalle dei poveri malati illudendoli e sottoponendoli a procedure insignificanti e spesso dure da accettare la Clark criticava pesantemente quella medicina alla quale lei si è rivolta (vigliaccamente?) in un ultimo tentativo di salvarsi.
Se umanamente si può essere rispettosi della sua morte non le si possono perdonare le centinaia di persone che rivolgendosi a lei sono state semplicemente imbrogliate. In questo caso il rispetto non c'è, proprio per nulla.
Ma fortunatamente di Hulda Clark non resterà che il ricordo di quello che ha fatto nella sua vita. Che rimanga come monito a chi osanna ed incoraggia i guaritori facendoli apparire come martiri.
Questo è il certificato di morte della guaritrice americana.

Da notare l'ultima delle bugie del gruppo Clark: al momento della morte fu diffusa (ed annunciata nel suo sito web) come causa un "danno alla colonna vertebrale" (cordal spine injury) come causa del decesso, probabilmente perchè era evidente come la realtà smentisse tragicamente anni di truffe. Di fronte alla pubblicazione del certificato di morte della donna, anche il suo gruppo ha dovuto ammettere la cruda (per loro) realtà modificando il sito e correggendo la causa di morte che per chi ha sempre promesso diagnosi e guarigione dal cancro, per i guaritori del tutto e del sempre era praticamente un affronto.

Tenete sempre le difese alte con chi vi promette cure miracolose o rimedi segreti, queste persone non pensano alla nostra salute ma alla salute dei loro portafogli, fino alla morte.

Alla prossima.

25 commenti:

  1. Rispetto per la sua morte? Neanche per sogno, se penso a quanta gente può essere morta per cause direttamente o indirettamente riconducibili alle stronzate che professava. Il mondo non sentirà la sua mancanza. Chi ne sentirà la mancanza sono i suoi collaboratori, che per colpa della causa della sua morte avranno il loro bel da fare per attirare nuovi disperati.

    RispondiElimina
  2. Tanto per restare in tema di geniali guaritori "incompresi e bistrattati dalla comunità scientifica e ritenuti dalla stessa banali ciarlatani", vi volevo far notare che è adesso in circolazione un nuovo video-testimonianza di una paziente miracolata da Tullio Simoncini, altro guaritore di tutte (attenzione, dico tutte) le forme di cancro. L'ultimo video è veramente realizzato in maniera amatoriale, senza uno stralcio di referto medico, solo con l'immagine di una enorme tumefazione al seno sinistro di una donna di cui non si vede il viso, ma che (dovremmo fidarci) è la stessa ragazza messicana del video, che ovviamente è stata completamente guarita dal bicarbonato di sodio.

    RispondiElimina
  3. L'ultimo video è veramente realizzato in maniera amatoriale, senza uno stralcio di referto medico

    Visto. Sconcertante.
    Emergono due novità però: la prima è che stavolta mi sembra di vedere un'attrice professionista, la seconda è che Simoncini è stato contattato da Jaime Maussan, un ufologo famosissimo in sudamerica che vede alieni dovunque e che ha ripreso persino un cavallo volante ed un pinguino sul tetto di una casa messicana.
    Siamo a livelli inimmaginabili di cialtroneria qui eh?

    Unico quesito che mi sorge in questo caso: a prima vista un video del genere è ridicolo per chiunque abbia un minimo di buon senso e di logica: perchè c'è sempre quello che grida al miracolo?
    Semplice spirito di "ribellione" al sistema o banale ignoranza?

    RispondiElimina
  4. So che violo almeno una decina di regole tra netiquette, buongusto ed umanita' ma...

    Una stronza di meno.

    E spero non sia stata una morte piacevole.

    Saluti
    Michele

    RispondiElimina
  5. Vedo dalla foto che non era neanche in grado di diagnosticare le malattie dei denti :-)

    Saluti e soliti complimenti

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. @wewee:
    a prima vista un video del genere è ridicolo per chiunque abbia un minimo di buon senso e di logica

    Io aggiungerei: ma anche alla seconda, terza e quarta vista!

    perchè c'è sempre quello che grida al miracolo? Semplice spirito di "ribellione" al sistema o banale ignoranza?

    Io leggo in questi comportamenti segni di deliri paranoidei e di persecuzione di gruppo. Onestamente. Il giudizio di queste persone non è in alcun modo corregibile con delle critiche ragionevoli. è un fenomeno sociologico molto interessante. Mi ci sto davvero appassionando. Ne sto sentendo di tutti i colori: dai geobiologi che sentono le energie degli uomini e della terra e con questi poteri guariscono, ai lettori di aura che diagnosticano e guariscono patologie di tutti i tipi, alle crisi epilettoidi e ai focolai di Hamer, e così via. Tutte menti eccelse ripudiate dalla comunità scientifica orba e avida solo di guadagni disonesti. Tutti personaggi alla Wanna Marchi, che non vendono altro che sale, ma che vengono osannati come tanti Galileo Galilei! TUTTI osannati, indiscriminatamente, anche se supportano teorie svariate e che spesso cozzano con quelle di un altro genio incompreso. è qualcosa di inverosimile. C'è evidentemente un substrato fertile, ma che non riesco a decifrare, in cui queste figure nascono e crescono... La cosa che di più mi sorprende è che quando qualche "medico" idiota condivide questi delliri, allora di colpo il parere di "un medico" diventa autorevole, supportante e validante per una qualsiasi teoria "scientifica".

    RispondiElimina
  8. C'è evidentemente un substrato fertile, ma che non riesco a decifrare, in cui queste figure nascono e crescono...

    Non è il mio "lavoro" ma queste figure mi hanno sempre incuriosito. Ricordo che qualche anno fa perdevo pomeriggi a guardare maghi in TV e cartomanti all'opera con il solo scopo di capire i loro "trucchi" e percepirne le abitudini, i tic, i giochi di parole; mi affascinavano.
    Affrontavo discussioni su soggetti che erano in tutta evidenza dei ciarlatani, che non avevano nulla di "magico" o di "miracoloso" eppure chi gli dava credito ci credeva davvero.
    E' una delle poche cose che non sono ancora riuscito ad interpretare bene...

    Quando vedo all'opera un qualsiasi guaritore filippino, mi viene spontaneo pensare che NESSUNO potrebbe crederci, mi sembra così palese che mi imbarazza solo immaginare un essere pensante che possa dargli credito ma vengo puntualmente e ripetutamente smentito, tanto da chiedermi: "ma ci credono davvero o lo fanno solo per contraddire a qualsiasi costo?". Non so ancora quale sia la risposta, non so spiegarmelo ed io, che mi spiego quasi tutto...continuo a studiare quelle persone che sono esseri senzienti come me ma che vivono in un altro mondo rispetto al mio.

    Forse poi da quello è uscita fuori la mia anima "debunker"...capire me stesso per capire i comportamenti degli altri.
    :)

    RispondiElimina
  9. Una curiosità. Sapevo che con il mieloma puoi fare veramente poco. Lenire le sofferenze (brutte, da quel che ho capito ti vanno in pappa le ossa), ma curare mi sa che, anche se la prendi subito, non sia granché possibile. Nel caso sicuramente ha dimostrato al mondo di essere una cialtrona (ma non credo questo purtroppo diminuirà le vendite di Zapper), ha avuto un contrappasso che io no, non le avrei augurato, ma anche perdendo tempo non ha perso grandi possibilità di guarire.

    RispondiElimina
  10. Vorrei tanto che avesse ragione Grezzo ma credo abbia ragione Gianni.

    Comunque questa gente mi fa schifo e non riesco a provare pietà...sono tutti uguali: vorrei prorpio vederlo Simoncini che si cura col bicarbonato...

    RispondiElimina
  11. Il mieloma non ha molta possibilità di guarire (dipende da un bel po' di cose, qualcuno ce la fa, soprattutto i giovani) ma ha una caratteristica precisa: fa soffrire tanto. Se un tumore è una sofferenza dovunque esso sia, un mieloma è peggio.
    La Clark infatti si è rivolta alle strutture ufficiali.
    Non si sarebbe salvata lo stesso probabilmente nemmeno se si fosse convinta un anno prima ma qualche annetto lo avrebbe guadagnato.

    RispondiElimina
  12. Una storia triste. Sotto tutti i punti di vista.

    RispondiElimina
  13. @WeWee:
    la seconda è che Simoncini è stato contattato da Jaime Maussan, un ufologo famosissimo ..che vede alieni dovunque ..ha ripreso persino un cavallo volante ed un pinguino sul tetto di una casa messicana

    ormai siamo alla parodia dei peggiori B-movie americani , tra il tragicomico ed il fantaridicolo. Aggiungo, nel caso caso fosse sfuggito, che uno dei portaborse per eccellenza che infesta con vari nick (da AranciaMeccanica a Il Consulente passando per Dennis-VE) i newsgroup italiani propagando il Verbo del Bicarbonato ha postato pochi giorni fa l'annuncio di una nuova "conferenza" a tema nell'ambito di quelle che vanno sotto il nome di David Icke meetup
    Per chi non lo conoscesse David Icke e' divenuto famoso per aver sostenuto l'esistenza di un complotto ordito da una razza nata dall'ibridazione del DNA umano con quello dei rettili: i Rettiliani.
    Ovviamente David Icke portava esempi di personaggi famosi che tutti hanno creduto umani ma che in realta' erano per l'appunto rettiliani, i.e. George Bush e Tony Blair.

    Serve aggiungere altro ?

    RispondiElimina
  14. Come mai nessuno dei guerriglieri contro il vaccino e la medicina ufficiale posta commenti a questo post?
    Scusa WeWee, non voglio far partire una fiammata di polemiche, ma credo il fatto sia significativo.
    Facile raccontare di scienza marcia, medicina venduta, e cure alternative tenute nascoste dalle case farmaceutiche brutte e cattive. Diverso confrontarsi con la cruda verità dei fatti.

    Mi sono permesso di segnalare questo articolo sul mio blog.

    RispondiElimina
  15. A proposito di Icke: sul suo sito è pubblicizzata la Shen Clinic, una struttura sull'isola di Wight specializzata in ogni geenre di bufala meadica. E sapete chi c'è in homepage sul sito della Shen? Tullio Simoncini Spero che Scoltand Yard faccia presto una visitina a questi signori.

    RispondiElimina
  16. @ Orso

    Prima o poi lo faranno, vista la capacità che hanno di distorcere la realtà.

    RispondiElimina
  17. Contrappasso, forse, è la parola giusta.
    Io, con Gianni, non riesco ad augurare il male neppure a persone come queste.
    Ma, certo, dormirò sereno, stanotte.

    RispondiElimina
  18. Da quanto ho capito il mieloma e' veramente terribile dato che se non ho capito male, le ossa si frantumano letteralmente

    RispondiElimina
  19. Da quanto ho capito il mieloma e' veramente terribile dato che se non ho capito male, le ossa si frantumano letteralmente

    Più che frantumarsi si sciolgono. Il nome mieloma deriva da "aspetto del miele" che è quello che hanno le ossa corrose dalla malattia.
    Un tormento.

    RispondiElimina

  20. Più che frantumarsi si sciolgono. Il nome mieloma deriva da "aspetto del miele" che è quello che hanno le ossa corrose dalla malattia.
    Un tormento.

    Se stanotte non riesco ad addormentarmi, è colpa tua o_O

    RispondiElimina
  21. Veramente sono rimasta senza parole a leggere il tuo post...ma come si fa ad acclamare così la morte di una persona...in più ti chiedo se per caso hai nozioni di medicina o sei medico oppure uno scienziato o un ricercatore per poter prendere così posizione. Vorrei inoltre far notare che la dott.ssa Clark è nata nel 1928...curare ogni malattia si ma ad una certa età è probabile che anche con tutti i protocolli di prevenzione una persona si possa anche ammalare e morire...inoltre nessuno ci dice che su di sè avesse applicato alla regola le norme minuziose di igiene di vita che detta nei suoi trattati.

    mi dispiace davvero molto leggere notizie date in questo modo...non ci guadagna nessuno ad avere disinformazione nè pro-medicina tradizionale nè pro-rimedi alternativi.

    RispondiElimina
  22. Ecco ho letto il tuo profilo non mi caricava la pagina. Sei un medico chirurgo. Allora ti domando: hai studiato le sperimentazioni del protocollo Clark allo stesso modo in cui hai studiato la medicina che professano nelle università e negli ospedali in cui ti curi. A leggerti pare che tutti i morti per cancro siano provocati dai rimedi alternativi. forniscimi invece dei dati statiscici VERI di guarigione con le cure c.d tradizionali. Cordialmente. Lucia

    RispondiElimina
  23. come si fa ad acclamare così la morte di una persona..

    Io non acclamo nulla, sono solo contento che una ciarlatana abbia smesso di fare danni.

    ad una certa età è probabile che anche con tutti i protocolli di prevenzione una persona si possa anche ammalare e morire...

    Certo, anche se chi dice di saper diagnosticare e guarire qualsiasi malattia e poi non diagnostica nè guarisce nemmeno la sua è molto sospetto come finale di una storia. Se poi ti rivolgi anche all'ospedale che sconsigliavi ai tuoi pazienti...

    nessuno ci dice che su di sè avesse applicato alla regola le norme minuziose di igiene di vita che detta nei suoi trattati.

    Beh, capisco che ci si arrampica sugli specchi, ma questa magari non usiamola come scusa...
    :)

    hai studiato le sperimentazioni del protocollo Clark allo stesso modo in cui hai studiato la medicina che professano nelle università e negli ospedali in cui ti curi.

    Ho studiato quello che lei mette a disposizione nel suo sito e nelle sue pubblicazioni, ho letto i suoi 135 casi "risolti" nei quali in alcuni mancava anche la diagnosi di cancro. Ho scritto un articolo un po' di tempo fa.
    In più, visto che non mi fermo mai alle teorie ma mi piace anche verificare la pratica, ho studiato le sue "guarigioni" e devo dire che in quel caso si sfiora il ridicolo: soliti casi senza documentazione, persone che non avevano il cancro ma che guarivano dal cancro, persone in cura per cancro che guarivano dall'allergia e poi morivano di cancro, eccetera.

    Tirando le somme non esiste una sola persona guarita dal cancro da Hulda Clark.

    Diciamo che lei era una ciarlatana di quelle tipiche, senza particolari spunti nè picchi di genio, di quelle di altri tempi, ora i ciarlatani sono molto più "sofisticati".

    forniscimi invece dei dati statiscici VERI di guarigione con le cure c.d tradizionali.

    Mah, le statistiche si cercano e si trovano ma posso linkarti un mio articolo di qualche mese fa che ha i dati più aggiornati su 13.500.000 pazienti (e non 135 come la Clark): puoi leggerlo qui.

    mi dispiace davvero molto leggere notizie date in questo modo...non ci guadagna nessuno ad avere disinformazione nè pro-medicina tradizionale nè pro-rimedi alternativi.

    Io faccio solo informazione scientifica, questo blog serve a mettere in guardia chi ha un problema di salute dai ciarlatani, dagli imbroglioni e dagli avvoltoi. Se poi una persona vuole curarsi con l'acqua di rose lo faccia pure, l'importante è che abbia la possibilità di sapere se è vero che l'acqua di rose guarisce da qualcosa.

    Se vuoi prova ad informarmi tu su un caso (uno dai, almeno uno) di guarigione dal cancro ottenuta dalla Clark. Ma che sia ben chiaro chè mi sono annoiato a leggere le solite pubblicità dei guaritori.
    Grazie e ciao.

    RispondiElimina
  24. @Lucy:
    quando leggo frasi come questa (e non e' la prima volta che succede)
    forniscimi invece dei dati statiscici VERI
    sento un irrefrenabile impulso che mi pone davanti all'interlocutore in questo modo:
    "si definisca anzitutto il concetto di statistica VERA (*) e si portino due esempi concreti di statistiche VERE e FALSE".

    Con meno ironia invece mi piacerebbe che tu ci portassi degli esempi concreti di quelle statistiche di guarigione che credi siano spacciate per VERE ma che in realta' tu sai per certo essere FALSE.

    (*) non sono ammesse definzioni per negazione ad es.: una statistica e' vera quando non e' falsa.

    RispondiElimina
  25. Con meno ironia invece mi piacerebbe che tu ci portassi degli esempi concreti di quelle statistiche di guarigione che credi siano spacciate per VERE ma che in realta' tu sai per certo essere FALSE.

    Aggiungo una cosa: "tu sai per certo" non vuol dire che basti "E' così perché lo so", pregasi mostrare i dati

    RispondiElimina

I tuoi commenti sono benvenuti, ricorda però che discutere significa evitare le polemiche, usare toni civili ed educati, rispettare gli altri commentatori ed il proprietario del blog. Ti invito, prima di commentare, a leggere le regole del blog (qui) in modo da partecipare in maniera costruttiva ed utile. Ricorda inoltre che è proibito inserire link o indicare siti che non hanno base scientifica o consigliare cure mediche. Chi non rispetta queste semplici regole non potrà commentare.
I commenti che non rispettano le regole potranno essere cancellati, anche senza preavviso. Gli utenti che violassero ripetutamente le regole potranno essere esclusi definitivamente dal blog.

Grazie per la comprensione e...buona lettura!