Vai in fondo alla pagina Vai in cima alla pagina
venerdì 7 ottobre 2011

La vera storia dell'Oscillococcinum

Ok. Faccio lo scoop.
Esistono diversi prodotti in vendita nelle farmacie italiane che dicono di contenere delle sostanze che in realtà non esistono. È uno scoop eccezionale, visto che le regole del commercio vogliono che la confezione indichi esattamente il contenuto di un prodotto in vendita con tanto di dosaggi e quantità, non si può vendere un prodotto se non è esattamente ciò che dice di essere. Non solo: questi prodotti sono venduti come curativi, dicono di poter migliorare o guarire delle malattie. Sono tanti, una lista lunghissima, i consumatori saranno felici di scoprire questo enorme giro commerciale.

Andiamo nel particolare: questi prodotti che nella confezione dichiarano di contenere sostanze e principi attivi  che in realtà non contengono, sono solo delle caramelle di zucchero e non contengono niente oltre a questo: non vi è alcuna traccia di altre sostanze elencate nella confezione.
Questa è una sorta di pubblicità progresso, informazione al consumatore, protezione del cittadino e visto il numero spropositato di questi prodotti oggi parlerò di uno di loro svelandone la storia che forse non tutti conoscono, in questo modo i consumatori saranno consapevoli di ciò che trovano sugli scaffali delle farmacie ed eviteranno di comprare caramelle al costo di pepite d'oro anzi, potrebbero decidere di intervenire presso le autorità competenti per mettere fine a questo commercio, quello che hanno fatto negli Stati Uniti.

Il prodotto in questione è l'Oscillococcinum, vendutissimo ed utilizzatissimo da tanti ignari consumatori che pensano di acquistare un medicinale mentre in realtà acquistano piccole palline di zucchero puro. Lo stesso prodotto è quello che ha scatenato la giusta "rivolta" internazionale contro l'azienda che lo produce che in questi giorni ha tenuto banco sul web. L'Oscillococcinum è un prodotto omeopatico venduto dalla multinazionale francese Boiron che non ha alcuna indicazione medica, nessuna efficacia provata, nessuna spiegazione medica di funzionamento, nessun motivo per cui possa funzionare ma per un curioso quanto misterioso processo è diventato uno dei rimedi più consigliati dai farmacisti e più acquistati dai consumatori quando questi sono in cerca di qualcosa per prevenire o curare l'influenza. La cosa più eclatante è che il suddetto prodotto non contiene alcun principio attivo: è zucchero. Si tratta di palline di zucchero da un grammo. Ribadiamolo: una caramella di zucchero viene venduta come rimedio per l'influenza.
E' c'è pure chi giura possa funzionare.
In Italia il prodotto fa furore in altri paesi qualcuno si è accorto della realtà.

Negli Stati Uniti ad esempio è in corso una class action (ovvero un'azione legale di gruppo) nei confronti dell'industria omeopatica Boiron produttrice delle palline zuccherate e la stessa FDA ha intimato ad un sito web che vendeva vari prodotti per "combattere l'influenza" tra i quali proprio l'oscillococcinum di sospendere la vendita ed evitare proclami di efficacia di questi prodotti. Lo stesso prodotto è incluso nella lista FDA dei prodotti fraudolenti rispetto alla cura dell'influenza H1N1.


Avvertimento della FDA sulla vendita di prodotti inefficaci ed inapprovati sull'influenza, tra i quali l'oscillococcinum Boiron considerati come "una potenziale significativa minaccia per la salute pubblica" ("is a potentially significant threat to the public health").
In qualità di medico (e di omeopata certificato proprio da Boiron) che fa informazione volevo mettervi quindi al corrente di questa notizia: zucchero e niente altro in uno dei prodotti più venduti in farmacia per l'influenza. Naturalmente in questo caso, uno dei dogmi dell'omeopatia (ogni terapia è altamente personalizzata e prescritta dopo attenta anamnesi) viene evitato con cura: il rimedio è venduto liberamente, è un prodotto da banco (non necessita di ricetta medica) e viene consigliato per mitigare i disturbi dell'influenza (e per prevenirli) senza alcuna indagine su chi lo compra.
Ok, l'affermazione che in quelle palline non c'è che zucchero potrà stupire chi non sa cos'è l'omeopatia, chi già ne conosce i principi si annoierebbe a risentire per l'ennesima volta che un prodotto omeopatico oltre la 12ma diluizione contiene solo eccipiente (quindi acqua o zucchero o amido, le sostanze insomma che compongono il granulo senza alcuna traccia di altri prodotti).

Il fatto che ancora qualcuno si stupisca di questa "rivelazione" la dice lunga su quanto siano informati i consumatori su quello che acquistano, è capitato anche a me infatti di spiegare proprio questo principio (che è alla base dell'omeopatia, non c'è niente dentro) e vedere sguardi increduli, come se stessi delirando. Qualcuno va a cercare notizie e poi conferma con un po' di imbarazzo: "avevi ragione, non ci posso credere...". Un mio amico si è detto "scioccato" dopo aver capito (incoraggiato da me poi ha approfondito personalmente) le basi dell'omeopatia perchè ne aveva un'idea del tutto distorta e la utilizzava per curare i suoi figli che, seguiti da "un bravo omeopata" non avevano più avuto le abituali malattie stagionali, la maggioranza di coloro che usano omeopatia insomma non ha idea di ciò che acquista e per questo mette in dubbio chi gli spiega su cosa si basa la teoria omeopatica tanto da sentire spesso rispondere "ma non è possibile, ne sei sicuro?" quando confermo il mistero dell'omeopatia

Sì, ne sono sicuro e non perchè abbia fatto chissà quale scoperta ma perchè chimicamente, fisicamente e merceologicamente, in un granulo (o in una goccia) di prodotto omeopatico (oltre la 12ma diluizione, indicata come 12CH) non c'è nessun principio attivo. Vi vendono acqua, niente altro. Per questo ritengo che sia corretto e doveroso informare i consumatori e chi crede che l'omeopatia possa curare una malattia.

Naturalmente c'è sempre l'amico che è "guarito dall'influenza" con questi granuli di zucchero o quello la cui cugina è uscita sana e salva da un forte e temibile raffreddore, nessuna intenzione di non crederci, piuttosto sono loro che dovrebbero chiedersi come siano "guariti" con delle palline di zucchero.
Questa osservazione infatti non è relativa solo all'oscillococcinum ma a tutti i rimedi omeopatici venduti per curare le più svariate malattie.

Andiamo a fondo allora, vi racconto la vera storia dell'Oscillococcinum, uno dei prodotti più venduti per "prevenire" o "guarire" l'influenza.

Nel 1925 il francese Joseph Roy si esercitava al microscopio. Durante una delle sue osservazioni (Roy stava studiando il sangue di pazienti con l'influenza) si accorse che tra i batteri e gli oggetti che osservava sotto la lente, c'erano dei piccoli corpuscoli sferici che si muovevano. Erano bolle d'aria (conseguenza tipica di un'errata preparazione dei vetrini da osservazione microscopica) ma il medico preso dall'entusiamo scambiò quelle sfere in movimento per batteri sconosciuti. Coniò così il termine "Oscillococcinum" che più o meno significa "sfere che oscillano".

Passò così all'osservazione di altri preparati, sangue di altri malati, materiale infetto, residui di interventi chirurgici ed in tutti (guardacaso) notò la presenza di quelle strane sfere trasparenti che "galleggiavano" ed apparivano nel sangue di malati di ogni tipo: qualsiasi fosse la malattia, quelle palline erano lì. La conclusione fu immediata: la causa di tutte le malattie era proprio quella, il batterio Oscillococcinum. Roy continuò a guardare le bolle d'aria e scambiarle per batteri in un'infinità di osservazioni, persino nei tumori e negli organi sani, fino a quando le osservò nel fegato di una specie di anatra.

Immagine dell'inesistente Oscillococcinum (si tratta di una bolla d'aria al microscopio ottico)


Il medico francese fece alcuni esperimenti nel tentativo di somministrare dei vaccini a base di quel batterio per curare molte malattie ma tutti i suoi tentativi furono infruttuosi.

Roy era in parte giustificabile: gli albori della biologia, la scarsa conoscenza della strumentazione, la mancanza di esperienza gli fecero trarre una conclusione piuttosto affrettata.
In realtà quel batterio non esisteva e con il tempo si affinarono le tecniche microscopiche e così le bolle d'aria scomparvero per sempre (in realtà anche oggi se si prepara "male" un vetrino è possibile osservarle).



Al medico francesce non restava che scegliere da dove "estrarre" i suoi batteri immaginari per preparare un "siero curativo". Scelse in maniera arbitraria di concentrarsi su un tipo di anatra e pensò di sfruttare il fegato ed il cuore dell'animale. Perchè questa scelta? Perchè in quegli anni il cuore ed il fegato erano "il centro" della vita e di tutti i problemi di salute, il cuore era il centro dell'essere umano, il fegato "modificava" le energie vitali, un'idea primitiva che fu sorpassata dopo alcuni anni.
Naturalmente questo estratto non servì mai a curare nulla ma l'idea fu afferrata al volo da qualcuno. Fu proprio l'industria omeopatica francese Boiron che pensò di usare l'idea (sbagliata) di Roy creando un prodotto ufficialmente derivato dal fegato e dal cuore di anatra.
Prese una goccia di filtrato di fegato e cuore d'anatra alla 200K (si chiama diluizione Korsakoviana ed è ancora più magica, qualche volta vi racconterò come si ottiene, di quella classica e più utilizzata dagli omeopati, l'Hahnemaniana indicata con la sigla H), 200K significa che la prima goccia è stata diluita ulteriormente 200 volte, alla fine quindi il principio attivo di questo prodotto (gli estratti degli organi del volatile) non esiste più.
Dopo tutte le diluizioni ed il rito della succussione (ad ogni diluizione deve corrispondere lo scuotimento del recipiente), l'acqua ottenuta si spruzza in un granulo di zucchero.
Tutto qui.

Il prodotto viene venduto in confezioni che contengono un numero variabile di granuli. Qualsiasi analisi chimica e fisica di queste pastiglie confermerà naturalmente che nelle caramelline non c'è altro che zucchero.
Il prodotto è tra i più venduti e richiesti per "prevenire" o "guarire" dall'influenza ed è chiaro che una cura a base di palline di zucchero non ha alcuna possibilità di guarire l'influenza (e nessun'altra malattia) e sarebbe curioso sapere quante persone tra quelle che utilizzano queste pastiglie sappiano esattamente ciò che hanno acquistato.

Poco importerebbero a questo punto gli studi scientifici ma quelli che esistono naturalmente parlano chiaro, l'Oscillococcinum non serve a prevenire o guarire dall'influenza. I pochi studi che sembrano mostrare qualche effetto sono scarsi in metodo, con campioni poco rappresentativi e non hanno grossa significatività. La revisione di sette studi sull'Oscillococinum effettuata dalla Cochrane (un ente indipendente che rivede i lavori scientifici che riguardano un certo argomento per trarne ulteriori conclusioni) conferma che non vi è alcun motivo per ritenere preventivo il prodotto (chi lo assumeva si ammalava lo stesso come chi non lo faceva) o "curativo" l'Oscillococcinum (i pochi studi che sembravano mostrare qualche risultato parlavano di miglioramento dei sintomi di pochissime ore rispetto a chi prendeva altri prodotti, non "guariva" nessuno).
A questo punto è chiaro che sta ad ognuno di noi concludere se convenga o meno acquistare questo prodotto dei miracoli. Un medicinale basato su princìpi errati, che non contiene nessun principio attivo, che si chiama con il nome di un batterio che non esiste e che non cura nessuna malattia: andiamo bene...

Ma per la legge italiana in realtà la Boiron non può sostenere (ed infatti non lo fa, ufficialmente, nella confezione non troverete mai "prodotto contro l'influenza") che queste caramelle possano migliorare i sintomi dell'influenza e così tutto il mercato del prodotto si basa sul passaparola, sul consiglio dell'amica, su quello del farmacista.
Mai come in questo caso è bene quindi tenere gli occhi aperti.

Ma non voglio convincere nessuno. Chi non credesse alle mie parole (ed alle leggi della fisica), si procuri un granulo di Oscillococcinum e lo faccia analizzare da un laboratorio di sua fiducia, poi chieda i risultati.

Diciamocelo chiaro, basterebbe molto di meno: leggere la scatola in vendita.

Considerando che, come dichiarato nella confezione, ogni granulo pesa 1 grammo e che poco sotto è dichiarato che ogni granulo contiene 1 grammo di zucchero, provate ad indovinare cosa state ingurgitando?

Già, è proprio così.
Confezione statunitense dell'Oscillococcinum: ogni granulo da 1 grammo contiene 1 grammo di zucchero...
Qualcuno si chiederà: ma lo dicono così? Cioè vendono un grammo di zucchero e lo scrivono pure sulla confezione?
Ma la Boiron non truffa nessuno, lo dice chiaro e tondo come ha fatto la portavoce della Boiron Gina Casey: alla domanda "ma l'Oscillococcinum è sicuro?" ha risposto: "ma certo, non c'è niente dentro". Lo scrivono pure sul loro sito: ogni granulo contiene l'85% di saccarosio ed il 15% di lattosio (lattosio e saccarosio sono zuccheri): il 100% di zucchero.

Loro vendono zucchero, è chi lo compra che crede di acquistare un medicinale, non parliamo quindi di medicina ma di commercio, marketing, pubblicità.
Ma allora i medici che prescrivono omeopatici? Mica saranno all'oscuro di tutto ciò?
Ma nemmeno per sogno, lo sanno, lo conferma la dottoressa Simonetta Bernardini, omeopata che lavora in toscana in un centro pubblico che fornisce prodotti omeopatici ai pazienti che ne fanno richiesta.
Chi la intervista le dice che un chimico gli ha spiegato che "se l’omeopatia funzionasse andrebbe contro tutti i principi della fisica, della chimica e della biologia: dopo 12 diluizioni centesimali è acqua diluita con acqua." e lei risponde: "Ha ragione. Ma questo è un problema più della fisica che dell’omeopatia". Il giornalista incalza: "Ma com’è possibile che quest’ultimi funzionino?", la dottoressa risponde: "E chi lo sa? Non ci sono spiegazioni."

Mi sembra che nessuno, omeopati compresi quindi, sia all'oscuro del fatto che ci troviamo davanti ad un fenomeno paranormale di eccezionale portata.

C'è chi a questi dati risponde: ma allora tutti quelli che comprano prodotti omeopatici sono dementi? Stupidi? Ma no, sarebbe come sostenere che chi compra un settimanale di astrologia sia mentalmente instabile o chi gioca al lotto abbia seri problemi di intelligenza, si tratta semplicemente di credere ad una cosa che non può essere reale, un sogno, un'illusione: curarsi con niente tanto che, chi usa omeopatia, tra i vari deboli argomenti che usa per appoggiare le sue scelte  ha quello del "almeno non fa male".

Ora, escludendo la considerazione più banale che se si acquista un prodotto per stare meglio il suo obiettivo è, appunto, "far stare meglio" e non "non fare male", ci sarebbe da chiedersi come possa fare un prodotto che sostiene di essere attivo, efficace e di avere un'azione curativa a non avere nessun effetto collaterale. I consumatori dell'omeopatia non riflettono sul fatto che si potrebbero ingurgitare interi camion di granuli e non presentare alcun sintomo né positivo né negativo (in realtà assumendo migliaia di granuli di zucchero un'iperglicemia sarebbe assicurata) questo è un altro degli aspetti del fenomeno paranormale.
Come medico naturalmente non posso che invitare chi legge a non considerare queste pastiglie come cura o prevenzione dei sintomi influenzali, non hanno alcun effetto e potrebbero ritardare la diagnosi di patologie più importanti (e succede, di polmoniti curate con pastigliette di zucchero e finite in rianimazione ne ho vista qualcuna): molto più utile e meno costoso un ciclo di vitamine antiossidanti (C su tutte) e quando possibile una buona esposizione alla luce solare.

Da ignorante sulle leggi del commercio mi domando però: un'azienda che vende un prodotto dichiarando che contiene una sostanza che invece ad un'analisi dello stesso non è rintracciabile nemmeno in minima quantità, è autorizzata a continuare a vendere quel prodotto?
Magari si tratta solo di un prodotto da banco che non consente particolari guadagni a questa azienda e quindi il "peccato" potrebbe essere veniale, proprio per questo faccio alcuni conti: portiamola sul mero dato commerciale ed evitiamo per una volta quello scientifico.




Considerato che il prezzo dello zucchero (al pubblico...) è di circa 1,16 euro al chilo e che l'Oscillococcinum si vende a circa 31,50 euro (per 30 granuli, quindi 30 grammi, ovvero più di 1 euro al grammo), pagate lo zucchero omeopatico a più di 1000 euro al chilo.

Zucchero a 1000 euro al chilo siori e siore, 1000 euro! Un affare...

Per la confezione da 6 granuli il prezzo raddoppia, 2000 euro al chilo.

Naturalmente come sempre, anche la Boiron ha la piena facoltà (se ne avesse capacità) di smentirmi e per la quale offro spazio pure nel mio blog ma attenzione, non offro pubblicità, ma spazio per contraddirmi quindi fatti: accetto solo repliche oggettive. Per esempio l'azienda potrebbe provvedere a nominare un perito che davanti a me riesca a distinguere un granulo di Oscillococcinum da uno di zucchero, esperimento pubblico i quali risultati pubblicherei per tutti i lettori e sarebbe una bella risposta ai dubbi che potrebbero sorgere a chi acquista il loro prodotto: ma davvero ci vendono palline di zucchero a 1000 euro al chilo? È vero che non vi è alcun motivo perchè queste palline abbiano proprietà curative? Veramente l'Oscillococcinum non contiene...Oscillococcinum ma nemmeno fegato e cuore di oca?

Ma davvero?
La risposta a tutto questo è .

La prossima volta che andate in farmacia, riflettete prima di aprire il portafogli.

Per chiudere: ricordate il tormentone dei milioni di utilizzatori soddisfatti di omeopatia nel mondo? Beh, a quanto pare tanto soddisfatti non devono essere se si scopre che il grande successo dell'omeopatia millantato dalle aziende è tutt'altro che evidente. In Gran Bretagna, nazione che rimborsa con il suo ssn le prescrizioni di rimedi omeopatici, nell'ultimo anno sono state rimborsate solo poco più di 16.000 ricette di omeopatia, che in confronto al dato del 2000 di 184.000 prescrizioni (ed al record del 1996 con oltre 200.000 prescrizioni) rappresentano un crollo storico che suona come una vendetta della ragione. In Gran Bretagna, il mercato omeopatico oggi rappresenta lo 0,001% sul totale dei rimborsi farmaceutici del servizio sanitario inglese. Praticamente nulla (beh, a proposito di omeopatia penso sia la percentuale ideale). Quante cose si vengono a sapere scavando tra le notizie eh?
...e la Boiron conosce il suo più drammatico tracollo in borsa dal 1989. I consumatori si stanno svegliando?

Ed ora omeopati come la mettiamo con "i milioni di clienti soddisfatti"? Si sono ultradiluiti?

Alla prossima.

==
Nota: Per tentare di prevenire l'influenza senza comprare zucchero a migliaia di euro al chilo e non cadere vittima di sottili mosse di marketing, è utile:

- Se possibile esporsi al sole, anche pochi minuti al giorno (una passeggiata è già sufficiente).
- Idratarsi: l'acqua è la sostanza che idrata meglio di ogni altra cosa. Bere tanto e consumare frutta in abbondanza.
- Lavare spesso le mani ed evitare se possibile i luoghi molto affollati.
- Se si appartiene a categorie a rischio* è indicata la vaccinazione. Il ceppo influenzale di quest'anno è lo stesso della stagione scorsa.

I sintomi della prossima influenza saranno soprattutto a carico delle vie respiratorie (quindi starnuti, mal di testa, irritazione agli occhi, febbre, tosse, mal di gola) e non si dovrebbe trattare di un'infezione particolarmente violenta.

In caso di sindrome influenzale è utile:

- Riposo. Il modo migliore per migliorare velocemente è concedersi un paio di giorni di pausa.
- Idratazione.
- Se compare febbre alta (cioè oltre i 38°C) assumere un antipiretico o un antiinfiammatorio.
- Se compaiono complicazioni (tosse ingravescente, difficoltà respiratorie, peggioramento dei sintomi) consultare il medico di famiglia.
- Non assumere antibiotici se non consigliato dal medico.
- In genere dopo 3-4 giorni i sintomi migliorano nettamente, in caso contrario consultare il medico.

*Categorie a rischio:
a) Soggetti di 65 anni di età al 31/12/2011
b) Soggetti di età superiore a 6 mesi e inferiore a 65 anni affetti da:
• malattie croniche a carico dell’apparato respiratorio (inclusa l’asma grave, la displasia broncopolmonare, la fibrosi cistica e la broncopatia cronico ostruttiva - BPCO); anche ricorrenti per i soggetti di età inferiore ai 9 anni.
• malattie dell’apparato cardio-circolatorio, comprese le cardiopatie congenite ed acquisite
• diabete mellito e altre malattie metaboliche (inclusi gli obesi con BMI > 30 e gravi patologie concomitanti).
• epatopatie croniche
• insufficienza renale cronica
• malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie
• tumori
• malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV
• malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinali
• patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici
• Attività professionale considerata a rischio (sanitari, pubblica sicurezza, allevatori, impiegati pubblici, insegnanti...).

Aggiornamento: in un forum per "mamme" ho trovato alcuni commenti al mio articolo che vale la pena di leggere, eccone alcuni:

- ho comprato anch’io l’oscill oecc…spero davvero che non sia zucchero.

- la farmacista che è una mia amica me lo ha consigliato …se fosse zucchero mi dispiacerebbe tantissimo!!!

- Se è zucchero… l’avrò pure pagato più dell’oro, ma male non gli fa. Se invece, come spero, contiene dei principi attivi, li aiuta pure, quindi… io ci provo!

- non so, voi continuate e darglielo?IO A COSTO DI PASSARE PER STUPIDA, CREDO DI SI’.

- non so che dire. SAranno veramente palline di zucchero? Il sapore è dolciastro.

- CAVOLO SONO ALLIBITA…


Senza parole  :)


Ulteriori notizie sui granuli di zucchero venduti come curativi possono essere trovate qui.
Valuta il post:

Commenti (261)
«primi precedenti   1 – 200 di 261   ultimi successivi»
ivabellini ha commentato...
hem...su come curare un influenza c è un medico che la pensa in modo "leggermente" diverso da te.
http://www.informasalus.it/it/articoli/influenza-stagionale-intervista-roberto-gava.php
WeWee ha commentato...
c è un medico che la pensa in modo "leggermente" diverso da te.

Il mondo è bello perchè è vario.

Però mi hai dato una notizia per me nuova ma che in un certo senso sospettavo: Gava, antivaccinista, crede nell'omeopatia e la consiglia come terapia, in un'intervista ad un sito pseudoscientifico.

Perlomeno è un tipo coerente.
orkolorko ha commentato...
Ciao WeWee,
credo ci sia un errore

"Nel 1925 il francese Joseph Roy si esercitava al microscopio, strumento ancora agli albori ed il quale uso era pressochè amatoriale."

nel 1925 il microscopio era tutt'altro che uno strumento amatoriale; negli anni '30 si è sviluppato il microscopio elettronico...
Probabilmente la data è sbagliata.

Grazie per il blog, è sempre molto interessante.
Isaia
Dr. Giuliano Parpaglioni ha commentato...
refuso: "specia" di anatra
Dr. Giuliano Parpaglioni ha commentato...
altro refuso: "confezione da 6 granuli". Immagino siano 60.
Giovanni Argento ha commentato...
grazie WeeWee per il tuo articolo, sempre lucido e incredibilmente esaustivo. Volevo segnalare a tutti anche la sezione "omeopatia" di questo blog (http://www.molecularlab.it/omgscience/?p=952) dove si sta combattendo una battaglia contro l'insensatezza con diversi utilizzatori di omeopatia (tra cui figurano giornalisti illustri)
yupswing ha commentato...
bell'articolo weewe.
smentiscimi, ma sento puzza di refuso.

dici che quello da 30 granuli costa X che equivale a 1000 euro al chilo.
poi dici che quello da 6 (suppongo sia 60 come diceva giuliano) costa il doppio e determini 2000 euro al chilo.

in realtà, se davvero intendevi 60, il prezzo al chilo rimane sempre 1000 euri.
30 granuli costano X, 60 granuli costano 2X... il prezzo a granulo è sempre X/30, e quindi il prezzo al chilo rimane per forza di cose stabile.

saluti :)
L'economa domestica ha commentato...
Che strano, il pneumologo da cui sono stata mi ha dato proprio i tuoi stessi consigli, ora riandrò per vedere se è il caso di rischiare con il vaccino...
Yajurveda ha commentato...
E' possibile che siano proprio 6 i granuli.
Per raddoppiare il prezzo al chilo basta che sia venduto a due quinti di 31€ anziché ad un quinto. D'altronde, commercialmente un'offerta del genere credo si proporrebbe come sufficiente per un solo ciclo di due granuli al giorno per tre giorni, ovvero qualcosa tipo "confezione cura e riparti".
WeWee ha commentato...
Probabilmente la data è sbagliata.

No, la data è giusta, ho sbagliato io ad esprimermi.
Lo strumento non era agli albori ma il suo uso in genere sì, abbastanza pionieristico: non era in possesso di tutti e non vi era sufficiente esperienza su ciò che si osservava.

altro refuso: "confezione da 6 granuli". Immagino siano 60.

No, sono 6.

in realtà, se davvero intendevi 60, il prezzo al chilo rimane sempre 1000 euri

No, 6 granuli sono venduti a circa 15 euro.

Grazie per le correzioni.
brain_use ha commentato...
Inutile ringraziarti, al solito, ma lo faccio lo stesso!

La faccenda comunque non mi stupisce affatto.
Del resto, il mondo è pieno di invenzioni commerciali: chi si ricorda il "gardol" dei dentifrici di qualche anno fa o il "Bifidus Actiregularis" di un noto yogurt?
la pubblicità è l'anima del commercio!
giorgian ha commentato...
In tutto ciò, io vorrei sapere una cosa: i farmacisti non hanno obblighi di legge? Possono dire liberamente tutte le fesserie che ritengono?

Non c'è un limite alla loro libertà di consigliare rimedi notoriamente inefficaci? Cioè, un farmacista è libero di consigliare riti woodoo, esorcismi, preghiere e qualunque cosa la fantasia suggerisca loro? Non c'è una responsabilità professionale?
Claudio Termografia ha commentato...
Ho visto il prodotto in questione nella mia farmacia

il flacone da 30 dosi viene venduto a 31 €
Sulla scatola vi è indicato 200 K è la diluizione direi che questa fregatura dovrebbe come minimo essere bandita dal mercato!
ivabellini ha commentato...
30 dosi a 31 euro sono una freagatura, è vero, ma fatevi un giro su ebay.it e lo troverete a 21,90 euro in Italia e a 11,45 euro in UK (24 dosi in UK)
Vittorio ha commentato...
ivabellini, resta comunque una fregatura. Dato che no ha alcun principio che funzioni, che io spenda 31, che spenda 21,90 o 11,45 mi hanno sempre e comunque fregato.
Omeopatia? No grazie, preferisco vivere ...
Stupor Mundi 83 ha commentato...
Grazie mille per questo interessante ed esaustivo (come sempre) post!

Interessante perchè:

Un medicinale basato su princìpi errati, che non contiene nessun principio attivo, che si chiama con il nome di un batterio che non esiste e che non cura nessuna malattia: andiamo bene...

Mia madre l'anno scorso ci è cascata e ha "prevenuto" l'influenza a lei e a mio padre. Il problema è che la nostra farmacista, che è anche una nostra amica, sembra credere all'omeopatia e spesso cerca di venderci quei prodotti. Dico "crede" perchè non penso che lo faccia in malafede per guadagnarci dato che fa sempre tanti sconti a mia madre, a volte gli regala anche dei prodotti costosi inoltre è una nostra cara amica ed è già piena di soldi di suo ed infine quando accenno al fatto che l'omeopatia è una cagata mentre la difende guardando il "luccichio" dei suoi occhi da l'idea di essere sincera. Ma si tratta solo di impressioni e supposizioni...

Per cui alla fine la mia domanda è: è possibile che esistano farmacisti che CREDONO VERAMENTE al'omeopatia?
WeWee ha commentato...
è possibile che esistano farmacisti che CREDONO VERAMENTE al'omeopatia?

Ma certamente.
Anche medici. Un mio collega capacissimo ci crede, nel suo caso però quando gli ho chiesto lumi, non aveva assolutamente idea di cosa fosse in realtà questa pratica (per lui erano farmaci con sostanze naturali a piccole dosi) ma ho anche un collega omeopata che all'omeopatia non ci crede ma qualcuno quel lavoro deve pur farlo...

Tu non conosci persone assolutamente colte ed intelligenti che credono negli oroscopi?
Per curiosità, hai provato a chiedere alla tua amica farmacista "perchè" dovrebbe funzionare l'oscillococcinum?
Stupor Mundi 83 ha commentato...
Tu non conosci persone assolutamente colte ed intelligenti che credono negli oroscopi?

Sì, purtroppo sì. Ma fan più ridere le motivazioni dei non intelligenti. Ti dicono cose come: "dato che la Luna crea le maree, quindi influenza l'acqua, e dato che siamo fatti di acqua allora gli astri influenzano la nostra vita". Ahahahah son scoppiato a ridere!!!

E' vero quello che dici ma qui si tratta di cavolate inerenti direttamente i propri studi. Per esempio non troverai mai un geologo che crede ai terremoti artificiali fatti con onde radio. Ne troverai invece alcuni che credono all'omeopatia, infatti: una mia collega mi ha detto che prende delle pillole omeopatiche che gli consentono di cambiare l'odore del sangue in modo che le zanzare non la pungono più!!!

Per curiosità, hai provato a chiedere alla tua amica farmacista "perchè" dovrebbe funzionare l'oscillococcinum?

Sì, ci ha detto che contiene, tra le altre "cose", dei frammenti di virus influenzali i quali permettono al nostro sistema immunitario di abituarsi al nuovo ceppo (sic!)
WeWee ha commentato...
ci ha detto che contiene, tra le altre "cose", dei frammenti di virus influenzali i quali permettono al nostro sistema immunitario di abituarsi al nuovo ceppo (sic!)

Ecco, appunto, la maggioranza delle persone ha un'idea assolutamente sbagliata di ciò che è l'omeopatia, professionisti compresi e come detto è capitato anche a me, tanto da lasciare sbalordito il mio interlocutore quando "svelavo" il mistero della mancanza di principio attivo nel prodotto omeopatico...

Per questo è soprattutto un problema di consapevolezza e di protezione del consumatore. Certo, un medico o un farmacista dovrebbero essere consapevoli ben prima del consumatore...ma questo è un altro discorso...
Stupor Mundi 83 ha commentato...
Mi sa che hai ragione.
Se con la farmacista verrà fuori il discorso proverò a sbalordirla svelando il mistero...

Ti faccio un'ultima domanda:

La conoscevi quella cura omeopatica contro le punture di zanzare che ho accennato nel commento precedente? Se sì di che cosa si tratta, ancora di zucchero?
Grezzo ha commentato...
L'apoteosi del ridicolo, l'ultradiluizione di una molecola che manco esiste...

Ma la cosa peggiore è che probabilmente sono pochi quelli che lo sanno...
Benedetta ha commentato...
@WeWee: ma tra le categorie a rischio in cui è indicata la vaccinazione anti-influenzale ci sono anche le donne in gravidanza nel secondo e terzo trimestre ?
Secondo il Ministero della salute sembrerebbe di sì dato che sul suo sito si legge: "La Circolare del Ministero del Lavoro, Salute e Politiche sociali, emanata annualmente e dedicata alla prevenzione ed al controllo dell'influenza raccomanda la vaccinazione antinfluenzale alle donne che si trovano nel secondo e terzo trimestre di gravidanza.
I vaccini antinfluenzali sono a base di virus uccisi o di subunità e non comportano quindi, in nessuna fase della gravidanza, i rischi connessi all'impiego di vaccini a base di virus viventi attenuati.
Tuttavia nel primo trimestre di gravidanza, in assenza di condizioni mediche predisponenti che rendano imperativa la vaccinazione antinfluenzale, questa deve essere subordinata ad una attenta valutazione del rapporto rischio beneficio da parte del medico curante."

Eppure so che in questo caso viene spesso assolutamente vietata da molti ginecologi e da altri specialisti (come i pneumologi....)
Come mai c'è questa discordanza ?
ubik15 ha commentato...
Trovo abbastanza vergognoso che alcuni professionisti, siano essi medici o farmacisti, non abbiano la più pallida idea di cosa prescrivano o vendano ai loro pazienti.

Certo, nessuno può conoscere tutto lo scibile del proprio campo professionale, ma nel momento in cui decido di propinare qualcosa a qualcuno, a maggior ragione essendoci di mezzo la salute, si faccia almeno lo sforzo di documentarsi.

WeWee dice che sulla confezione dell'oscillococcinum non è riportata la dicitura che si tratta di un prodotto contro l'influenza, quindi chi lo prescrive (o suggerisce) lo fa perché lo ritiene efficace per sentito dire. Evviva la professionalità.

Ovviamente nessun medico si mette a documentarsi su qualsiasi farmaco decida di prescrivere, d'altra parte i farmaci veri sono sottoposti a controlli prima del possibile impiego, e le indicazioni terapeutiche, così come gli effetti collaterali, sono ben chiari.
WeWee ha commentato...
tra le categorie a rischio in cui è indicata la vaccinazione anti-influenzale ci sono anche le donne in gravidanza nel secondo e terzo trimestre ?

Sì.
In gravidanza il rischio di contrarre influenza è più alto per vari motivi e sono più gravi le conseguenze (anche perchè sono coinvolti due individui, madre e feto).

Per dare una misura "pratica" (ma certamente vaga) del rischio, l'anno scorso nel mio reparto (oltre 800 parti annui) abbiamo avuto una trentina di donne in gravidanza con influenza conclatamata e complicata (positivi i test per H1N1) e di esse una è stata ricoverata in rianimazione in gravi condizioni per insufficienza respiratoria (alla fine tutto bene comunque).

so che in questo caso viene spesso assolutamente vietata da molti ginecologi e da altri specialisti (come i pneumologi....)

Se ti riferisci al primo trimestre la sconsiglio anche io tranne nei casi di patologia materna a rischio di complicazioni in caso di influenza (prima tra tutte l'asma). E' soprattutto un consiglio dettato dalla prudenza, non ci sono studi approfonditi ed il primo trimestre è il periodo più "delicato" della gravidanza. Dal secondo trimestre in poi le linee guida consigliano la vaccinazione.
Grezzo ha commentato...
@ Ubik, è più probabile che lo facciano perché guadagnano più dagli omeopatici che dai rimborsi del servisio sanitario
drparadossi ha commentato...
@Stupor Mundi 83
Un mio parente aveva grossi problemi con le zanzare quindi ha fatto una pulizia completa con prodotti antizanzara per le acque e inoltre la cura sopradescritta con un estratto di fango :) ha passato una bellissima estate ha detto. Chissa con quale dei 2 metodi.
Non so cosa contenga ora cerco un po'
Bera ha commentato...
Buongiorno Wee Wee avrei un adomanda riguardo la vaccinazione anti influenzale. Nella mia famiglia si vaccinano contro l'influenza mia madre, mia sorella e i suoi due figli (8 e 12 anni). Lo fanno sempre da 5 anni circa, negli ultimi due anni hanno preso sempre tutti e 4 l'influenza (e solo loro!!). Avresti una spiegazione? Come (spero) avrai notato da altri miei commenti non sono nè un complottista nè un sostenitore di "medicine alternative" quindi la mia domanda non ha secondi fini anzi questo fatto mi disturba abbastanza (perchè non me l'ho spiego)
Apagacoca ha commentato...
Un anno fa sono stato visitato da un medico per un problema che da anni (7) nessuno riusciva a capire.
Lavora in ospedale ed è molto disponibile e professionale, durante la visita ho notato sulla sua scrivania un plico di libri sull'omeopatia, ho iniziato a sudare freddo, e pensavo di aver buttato i miei soldi (visita privata).
Il medico ha analizzato tutti i miei esami fatti in precedenza e alla fine ha fatto una sua diagnosi che poi si è rilevata vicina alla realtà, ma non ha mai tirato in ballo l'omeopatia.
Ho scoperto poi che è anche un medico della SIOMI.
Io sono rimasto colpito molto positivamente dalla professionalità dimostrata nei miei confronti, ma non riesco a capire come possa anche abbracciare l'omeopatia.
Elragno ha commentato...
@drparadossi:
Sicuramente grazie alla cura con estratto di fango che in realtà non contiene estratto di fango. :D

Ma se io inventassi un metodo privo di qualunque sostegno scientifico e ci facessi un farmaco che non contiene niente dentro, potrei venderlo alla metà dell'Oscillococcinum e diventare ricco! Prendo delle bottigliette da mezzo litro, ci alito dentro e le chiudo. Si sa infatti che il vapore acqueo energizzato dei miei polmoni contiene, per trasferimento, i miei anticorpi specifici, in diluizioni infinitesimali (così infinitesimali che vi sfido a trovarli) che aiutano a prevenire e curare quello che vi dice il farmacista. Per il principio base dell'omeopatia più è diluito un principio attivo più è efficace, e dato che il mio farmaco non solo contiene tutto quello che contiene l'Oscillococcinum, ma ne contiene molto meno, esso risulta molto più efficace anche nella cura al diabete. Per questo motivo il prezzo di una bottiglietta è di soli 15.99 €!!! Affrettatevi!!!
EpSiLoN74 ha commentato...
@WeWee

Non sapevo che la Cochrane in passato aveva svolto una revisione sistematica su questo prodotto. Sono felice di avere una ulteriore conferma anche da questi eccellenti professionisti.
Gianni Comoretto ha commentato...
Confermo che quando racconti agli amici che in un rimedio omeopatico non c'e' una singola molecola di quel che c'e' scritto sulla confezione ti guardano come se dicessi che i produttori di pastasciutta mettono arsenico nell'impasto. Non e' possibile, come mai glie lo permettono? Di sicuro mi sbaglio. Quando poi racconto come funziona la 200K, e propongo di fargli una 201K che sicuramente funziona altrettanto bene (sciogliere un granulo in 100 cc di acqua distillata, agitare bene, buttare tutto nel lavandino, rabboccare con altra acqua, agitare ancora, e spruzzare il tutto su un po' di zucchero), mi guardano ancora piu' strani...

Poi ci sono quelli piu' "credenti", che tirano fuori la meccanica quantistica. E' vero che non c'e' dentro la sostanza, ma una sua impronta che funziona grazie alla meccanica quantistica, e' dimostrato. Fai notare che forse di meccanica quantistica ne so qualcosa, essendomela sciroppata in universita', ma serve a poco.

Una domanda: un grammo a granulo mi sembra un sacco, sono cosi' grossi?

Comunque interessante il documento della FDA.
Gianni Comoretto ha commentato...
Sulle indicazioni terapeutiche degli omeopatici. Sono vietate per legge sulla confezione, ma non significa che non ci siano.
Esiste la "materia medica omeopatica", di cui consiglio la lettura, sapete ad esempio che IL VETRO omeopatico cura tra le altre cose la fobia degli spilli e la mania di raccoglierli e contarli ossessivamente? Interessante pure il metodo per ottenere una "soluzione" di vetro.
Esistono poi gli opuscoli forniti dalle ditte omeopatiche a medici e farmacisti.
Quindi non è sentito dire, esattamente come non e' sentito dire come interpretare un tema natale, basta procurarsi un autorevole testo di astrologia...
WeWee ha commentato...
@ Bera:

Lo fanno sempre da 5 anni circa, negli ultimi due anni hanno preso sempre tutti e 4 l'influenza (e solo loro!!). Avresti una spiegazione?

Potrebbero aver contratto l'infezione da un virus parainfluenzale (non tutte "le influenze" dipendono dallo stesso virus e non tutti "i raffreddori" sono influenze) o la vaccinazione potrebbe essere stata inefficace come può capitare.

@ Gianni Comoretto:

Una domanda: un grammo a granulo mi sembra un sacco, sono cosi' grossi?

Così è riportato nella confezione, granuli da 1 grammo ciascuno.
robinet ha commentato...
ciao wewee. e di questo "minerale" cosa ne pensi? se hai tempo dai un occhio all'articolo a pg. 18 di questa rivista:
http://www.bassanonews.it/upload/prima/pdf/Ultimonumero.pdf

ciao
Stupor Mundi 83 ha commentato...
Per robinet

Non posso risponderti dal punto di vista medico (ci penserà il padrone di casa ovviamente...) ma dal punto di vista "geologico" so che esistono minerali ha hanno quelle caratteristiche chimico-fisiche; ma in questo articolo non viene specificato qual'è la sostanza in questione: si parla solo di "un minerale".
Inoltre non so se una sostanza con quelle caratteristiche può avere davvero effetti così benefici sul corpo umano...

Hai altre fonti in cui viene specificato qual'è quel minerale?
Irene ha commentato...
Cosa ne pensi invece di preparati come Broncho Vaxom e Biomunil a base di lisati batterici liofilizzati? Anche quelli "vanno forte": in molti li acquistano e ho sentito consigliarli da almeno un paio di medici. Dicono fungano da superantigeni che "boostino" il Sistema Immunitario...A me sembra strano ed inoltre non vedo cosa c'entrino con l'ortomixovirus e dunque con l'influenza. Azzardo l'ipotesi che molti consumatori possano farsi ingannare dal leggere la voce "haemophlus influenzae",batterio che quando fu scoperto fu erroneamente ritenuto responsabile dell'influenza, per il quale magari non sanno di essere già vaccinati!...
PS. Finalmente sono riuscita a commentare, anche se ho dovuto farmi il profilo blogger. Ma non è possibile commentare con un semplice nickname?
robinet ha commentato...
@stupor mundi. purtroppo no. nell'articolo come giustamente hai notato non viene citato il minerale in questione. si parla solamente di un prodotto vulcanico. proverò a cercare in internet, poi sentiremo anche il padrone di casa (penso).
Mauro ha commentato...
Confermo quanto suggerito da Salvo come miglior rimedio anti-fluenzale: 1- esporsi regolarmente al sole (o all'aria aperta) 2- alimentazione moderata, sana ed equilibrata. E' dal 2005 che ho iniziato a praticare la corsa da amatore, regolarmente tutti i giorni e ho smesso di ammalarmi come mi capitava in passato: 6 anni (sei! non è un refuso) senza raffredore, mal di gola, tosse e febbre; per me è un record ineguagliabile, alla faccia dell'omeopatia e della (inesistente) medica alternativa.

All hail to the real medicine!
Silvano Cavallina ha commentato...
BRAVO ! Applausi a scena aperta! Tuttavia, cosa molto triste, di fronte alla "fede" non c'e' nulla da fare... pazienza..
Zifnab ha commentato...
Salve WeWee,

Sono una "vittima" delle cure omeopatiche e intendo esprimerti i più vivi e sentiti complimenti per il lavoro che svolgi su questo blog.

Per vittima intendo che durante tutta la mia adolescenza, per problemi di allergia ed asma, i miei genitori mi hanno portato per circa 2-3 anni da un omeopata.

Cure con gocce e digiuni (nel caso delle intolleranze) dalle sostanze incriminate anche per due mesi.

Alla fine credevo di essere sensibilmente migliorato, ma da 3/4 anni l'allergia è tornata a farsi sentire, per fortuna l'asma no.

Con molta probabilità il periodo della crescita ha attenuato gli effetti allergici (come aveva ritenuto possibile il mio precedente allergologo) e poi essi sono incrementati nella fase adulta.

L'unico risultato di tutte queste cure omeopatiche è stato l'alleggerimento del portafoglio.

Con questo mio breve e modesto racconto ho voluto soltanto fornirti (l'ennesima) testimonianza dell'inefficacia di queste "fantomatiche" cure, nella speranza che quando ti capiterà di spiegare come funzionano le terapie omeopatiche, con qualche esempio preso dal reale, chi ti sta attorno possa darti maggior credito.

Un caloroso saluto.
WeWee ha commentato...
@ robinet:

e di questo "minerale" cosa ne pensi?

Mah, non si capisce nemmeno a cosa si riferisce. Sembra parlare di una sorta di azione chelante ma l'articolo è talmente generico, superficiale e banalizzante che non merita molta attenzione.
L'autore inoltre sottintende che tutti siamo intossicati da sostanze nocive e quindi tutti abbiamo bisogno del minerale miracoloso per "disintossicarci" (questo è un tormentone dei ciarlatani, la disintossicazione quando non c'è alcuna intossicazione).
Se qualcuno ha il sospetto di essersi intossicato (e non per aver mangiato lasagne, come scritto nell'articolo, ma se ci sono seri sospetti) esistono esami appositi che indagano la presenza di varie sostanze nell'organismo.
In questo caso, senza bisogno di minerali vulcanici o improbabili rimedi miracolosi, esistono terapie specifiche da assumere sempre sotto controllo medico.
Se davvero quel "minerale" avesse le proprietà descritte potrebbe essere potenzialmente molto pericoloso, persino letale, ergo immagino sia tutta fuffa.

@ Irene:

Cosa ne pensi invece di preparati [...] a base di lisati batterici liofilizzati?

Sono farmaci con una discreta efficacia ma certo non possono essere utilizzati come vaccini.

Aumentano di poco (a quanto sembra molto poco) la risposta immunitaria di chi li assume nei confronti di alcune infezioni tipiche della stagione invernale, il problema è che sono poco specifiche e spesso non hanno alcuna efficacia. Io li prescriverei solo a bambini (nell'adulto sono praticamente inutili) che si ammalano facilmente con grossi disturbi, fermo restando che sono molto più valide le precauzioni che ho consigliato e che in certi contesti (asilo ad esempio) è davvero molto difficile proteggere i piccoli dalle influenze e dalle malattie respiratorie che al limite con quei prodotti possono sperare solo in una riduzione della sintomatologia (il raffreddore lo prendono lo stesso).
Tanto per dare dei numeri: uno studio controllato di confronto con il placebo ha mostrato che il raffreddore dura due giorni meno nei bambini che hanno assunto uno di quei preparati che hai nominato. Niente male, ma nemmeno miracoli...

Ma non è possibile commentare con un semplice nickname?

No, bisogna iscriversi ad uno dei servizi riconosciuti, serve ad evitare gli anonimi...
Benvenuta.

Un caloroso saluto.

Grazie Zifnab, benvenuto.
Irene ha commentato...
Grazie della risposta! Se non sbaglio il prodotto omeopatico di cui parli è venduto come antinfluenzale. Ebbene, io mi domandavo come è possibile che farmaci a base di lisati batterci potessero avere effetto contro infezioni virali, come ho sempre sentito dire da chi li consiglia, chi li consuma e chi li vende..."Potenziano il SI e quindi aiutano anche contro l'influenza!". Personalmente, ma potrei sbagliarmi, ritengo ci siano studi insufficienti, sia quantitativamente che qualitativamente, con evidenze limitate o, in un caso o due, moderate, mi pare vi sia una sola rewiew (una metanalisi per l'esattezza) recente (2010) e con qualche risultato sensato, ma comunque come target si parla sempre o di pazienti pediatrici con infezioni recidivanti, come dicevi giustamente tu, o di pazienti a rischio con malattie respiratorie croniche. Ebbene, direi che siamo molto lontani dalla realtà di ogni giorno e cioè la signora in salute e senza fattori di rischio che va a comprarsi questi prodotti in farmacia ogni inverno su consiglio del medico di medicina generale per prevenire niente popò di meno che l'influenza. Della serie "quando anche farmaci della medicina ufficiale vengono consigliati e venduti a caso". Secondo me! :)
WeWee ha commentato...
la signora in salute e senza fattori di rischio che va a comprarsi questi prodotti in farmacia

Sono d'accordo, si tratta di prodotti fondamentalmente (con qualche eccezione che ho ipotizzato) assolutamente inutili.

Della serie "quando anche farmaci della medicina ufficiale vengono consigliati e venduti a caso". Secondo me!

Eh, ma sono tanti, in fondo sono il lato ciarlatanesco delle aziende farmaceutiche, esistono per fare cassa...ed ora sta nascendo un altro fenomeno.
Grandi aziende farmaceutiche, per evitare di rovinare l'immagine di azienda "seria e scientifica", costituiscono piccole aziende dal nulla che sono deputate a produrre tutta una serie di prodotti che hanno il solo scopo di creare mercato senza avere in realtà alcuna base scientifica e spesso nessuna indicazione.
A questa strana (e nuova) tendenza, appartengono un'infinità di integratori, stimolanti, "rinforzanti" che nulla hanno di utile nè di efficace, magari prima o poi ne parlerò...
;)
Adriano Esposito ha commentato...
Ciao Salvo,

c'è un refuso qui

È uno scoop eccezionale, visto che le regole del commercio vogliono che la confezione indichi esattamente il contenuto di un prodotto in vendita con tanto di dosaggi e quantità., non si può vendere un prodotto se non è esattamente ciò che dice di essere.

Articolo STRAORDINARIO e spero che faccia aprire un po' gli occhi ai nostri consumatori di prodotti omeopatici.

Sui lisati batterici, secondo me sono una cosa molto interessante, almeno in teoria: chiaramente non servono contro i virus (si chiamano lisati batterici!) però indubbiamente stimolano la produzione di anticorpi che combattono i batteri opportunisti delle influenze, parainfluenze etcetera. In quel senso allora possono essere usati per prevenire complicanze antipatiche.

Diciamo che se sei sano non servono, ma se sei un soggetto a rischio forse hanno un loro perché. Per esempio a me pare che i miei genitori ultrasettantenni, che già si vaccinano contro l'influenza, facciano bene a prendersi uno di questi lisati sempre a scopo profilattico. Nessun miracolo, ma un modo per affrontare un po' più armati i mali di stagione.

Che ne dici?
Adriano Esposito ha commentato...
Dimenticavo. Ho creato questa pagina su FB.

Ho anche incollato il link al tuo articolo e pubblicato questo stralcio, che mi sembra molto chiaro. Te lo incollo perché ho ritoccato qualche refuso, controlla pure se ti convince più così (ti ricordo che sono uno dei più quotati grammar nazi d'Italia, dopo Accademia dei Pedanti ovviamente). :D

"[...]Il prodotto in questione è l'Oscillococcinum, vendutissimo ed utilizzatissimo da tanti ignari consumatori, sicuri di acquistare un medicinale mentre in realtà acquistano piccole palline di zucchero puro. Proprio tale preparato ha scatenato la giusta "rivolta" internazionale contro l'azienda produttrice che proprio in questi giorni ha tenuto banco sul web. L'Oscillococcinum è un prodotto omeopatico venduto dalla multinazionale francese Boiron che non ha alcuna indicazione medica, nessuna efficacia provata, nessuna spiegazione medica di funzionamento; insomma non c'è nessun motivo per cui possa funzionare, ma, per un curioso quanto misterioso processo, è diventato uno dei rimedi più consigliati dai farmacisti e più acquistati da consumatori in cerca di qualcosa per prevenire o curare l'influenza. La cosa più eclatante è che il suddetto prodotto non contiene alcun principio attivo: è zucchero. Si tratta di palline di zucchero da un grammo. Ribadiamolo: una caramella di zucchero viene venduta come rimedio per l'influenza.
E' c'è pure chi giura possa funzionare.
In Italia il prodotto fa furore; in altri paesi qualcuno si è accorto della realtà.[...]"

PS L'insonnia non è sempre dannosa. Al massimo mi prenderò qualche prodotto omeopatico per combatterla, così sono sicuro di non guarire. Scherzo, ovviamente: costano troppo :D :D :D
oui, c'est moi ha commentato...
Beh, il successo dell'omeopatia, secondo me, è dovuto all'ignoranza della gente. Proprio l'altro giorno ho sentito, in TV, qualcuno dichiarare che "per restare svegli e aumentare la concentrazione basta prendere il guaranà, che è un prodotto omeopatico"...
Salvo, scusa se approfitto, ma tempo fa ti ho inviato una mail. Non l'hai ricevuta?
Grazie di tutto :-)
WeWee ha commentato...
Nessun miracolo, ma un modo per affrontare un po' più armati i mali di stagione.

Che ne dici?


Che il ragionamento fila. :)

tempo fa ti ho inviato una mail. Non l'hai ricevuta?

Sono molto in ritardo con le mail (ne ricevo un bel po') solo che non so chi sei, cioè non so a chi corrisponde il tuo nick...
Fatti riconoscere!
;)
Sara ha commentato...
@Wee Wee:
scusa per l'OT,mi piacerebbe avere qualche info a proposito dell'alimentazione vegana...Ci sono siti che la propongono come dieta salva-vita (oltre ad essere eticamente corretta)mentre secondo altri medici sono necessarie anche le proteine animali...ma studi a riguardo ce ne sono?esistono?
se hai tempo,sarebbe interessante un post a riguardo...giusto per sentire una campana in più!
Adriano Esposito ha commentato...
@Sara

Io, che non sono medico, posso solo consigliarti di stare attenta alle informazioni che trovi su Internet al riguardo, perché ci sono molte bufale.

Invece di studi scientifici ce ne sono a iosa. Lascio la palla a Salvo.
Sara ha commentato...
le info che ho preso le ho trovate su www.scienzavegetariana.it e su www.ivu.org
sono cose che già sapevo per la maggior parte,comunque la cosa che mi lascia perplessa è la possibile carenza di vitamine/minerali nella dieta.Sembra ci siano pareri molto discordi...comunque se l'argomento sarà discusso in un post ok,ora non posto più perchè sono troppo OT. :-)
Dr. Giuliano Parpaglioni ha commentato...
@Sara: tra qualche tempo sarà pubblicato qui un mio post sul vegetarismo, ma è un po' diverso da quello che chiedi: si parlerà di leggende metropolitane e mode pericolose annesse. Però posso dirti che il sito della SSNV è affidabile e ogni cosa che scrive è corroborata da studi scientifici (che ce ne sono). Se hai dubbi specifici posso linkarti qualche studio o pagina divulgativa seria per fugarli, ma credo che qui sia parecchio off topic.

WeWee mi rimetto alla tua volontà: quanto OT tolleri? :-D
Gianni Comoretto ha commentato...
Il guaranà contiene sostanze analoghe alla caffeina. Sfido che tiene svegli. Per usarlo omeopaticamente dovreste impiegarlo come sonnifero.

Come non ho mai capito in cosa differisca la pomata all'Arnica fitoterapica (indicazioni: contusioni, lividi) da quella omeopatica (stesse concentrazioni e indicazioni). Forse una è "dinamizzata" (battuto il tubetto contro una superficie dura) e l'altra no?
oui, c'est moi ha commentato...
Sono molto in ritardo con le mail (ne ricevo un bel po') solo che non so chi sei, cioè non so a chi corrisponde il tuo nick...
Fatti riconoscere!
;)

Su "Il Disinformatico" ho lo stesso nick, sul forum "I Disinformatici" (a proposito, perché non ti si vede più?) il nick è Egliela. La mail dovrebbe esserti arrivata col nome "s.bullok...". Comunque è per quel problema legato alla indometacina...
P.S. fuori tema: cosa ne pensi di questo articolo pubblicato oggi da Paolo Attivissimo?
http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/rigenerare-gli-arti-primi-passi.html
Ciao e grazie di tutto :-)
Alexandre ha commentato...
ma va
ma sei sicuro?
Sara ha commentato...
@Giuliano: grazie!non postare nulla,siamo troppo OT. Aspetto il tuo post sul vegetarismo!
lalla ha commentato...
Sono sempre stata scettica, anzi a dire il vero, non ho proprio MAI creduto nell'omeopatia, osteopatia, chiropratica, pranoterapia e tutte 'ste robe new age.
Ad ogni modo vi vorrei raccontare una cosa surreale che mi capitata 3 anni fa: avevo un agapornis che soffiva di pica, presa dalla disperazione, insomma, il mio pennuto si spelacchiava la coda continuamente, mi sono rivolta ad una farmacia veterinaria, chiedendo se a bologna ci fosse un qualche veterinario specializzato in pappagallini. Loro mi fecero un nome, ovviamente avevo già letto in cosa consisteva una visita specialistica per un uccello che soffre di pica, il problema che i pochi veterinari aviari erano molto lontani da bologna, perciò per me era fantastico averlo trovato qua a bologna, ho telefonato e preso appuntamento.
Appena arrivata, già l'approccio non mi era piaciuto: primo 'sto tizio non sapeva come si tengono gli agapornis in mano, ma va beh, il mio uccellino era terribile, secondo, e qua viene il bello, se ne esce dicendomi che è un omeopata... Io l'ho bloccato subito dicendogli che non volevo cose omeopatiche per il mio pappagallino, e gli ho espresso, anche con molta arroganza, le mie volontà.
Non c'è stato nulla da fare: mi ha dato del pineapple (che cavolo è, non lo so) e altri fiori di bach dentro una boccettina.... e il pappagallino?!?!?!? Quando un pappagallino ha la pica la prima cosa da fare è escludere eventuali parassiti, facendo un tampone, ma lui diceva che il mio pappagallino era stressato!!!!!! Non ci posso credere! Con che incompetenza ti propinino cose e ciò che più mi amareggia, è che c'è gente che ci crede!!!!
Fatto sta che la sua boccetta l'ho presa, ho pagato 50 euro senza fattura, se no erano 70, la visita!!!!!!! quella boccetta l'ho buttata nel bidone.
frengo ha commentato...
Segnalo questa drammatica cronaca

http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/notizia.php?IDNotizia=464291&IDCategoria=1
Alessandra ha commentato...
Il comune di Treviso ha distribuito e patrocinato a tutti gli alunni delle scuole elementari e medie un pieghevole presentato dalle 10 farmicie comunali, "Sfida all'influenza" con un pulcino (personaggio del Gruppo Alcuni) che da dei consigli su come evitare l'influenza. L'idea sarebbe anche buona, peccato che all'interno ci sia la pubblicità della loacker e delle sue "divertenti" sferette bianche! :-(
Trovo inaccettabile che si faccia pubblicità all'omeopatia a scuola!!!
ubik15 ha commentato...
peccato che all'interno ci sia la pubblicità della loacker e delle sue "divertenti" sferette bianche!

Immagino non siano wafer omeopatici, vero?
Adriano Esposito ha commentato...
Loacker Remedia
CosmicMummy ha commentato...
Mio figlio di 3 anni ha avuto un'influenza la settimana scorsa. Febbre e gola arrossata. Il pediatra ha consigliato di tenerlo a casa x qualche giorno e gelato a volonta'. Dopo 2 giorni e' passato tutto. Se gli avessi dato l'oscillococcinum avrei detto che era guarito grazie a quelle palline. Meglio il gelato, costa meno ed e' piu' buono!
Alessandra ha commentato...
Scusate non avevo precisato quale azienda della famiglia Loacker, mi riferivo a Loacker Remedia con tanto di logo sul pieghevole e alla loro linea Homeokind, omeopatia per bambini.
CosmicMummy ha commentato...
Questa mattina sono entrata per necessita' in una farmacia vicino casa che normalmente boicotto perche' obiettori di coscienza (non vendono nemmeno i preservativi!) ed ho notato con raccapriccio in bella mostra uno scaffale di Oscillococcinum, con tanto di pubblicita' che lo proponeva come rimedio antinfluenzale. Ecco, gli anticoncezionali non sono ammessi ma le truffe si. Eppure fra i comandamenti c'era anche "non pronunciare falsa testimonianza", no?
Simonetta ha commentato...
Se volete rendere questa discussione positiva e appropriata, credo proprio che dovete cercarvi un controcanto. E' assurdo (poco scientifico e per nulla interessante) leggere una paginata, e oltre, di gente che si da ragione a vicenda!
Simonetta
Adriano Esposito ha commentato...
No, Simonetta. Se quello che tu dici fosse vero nei libri di fisica ci sarebbe lo spazio anche lo spazio per le baggianate. La Scienza è una e tra le altre cose dice che l'omeopatia è una cazzata. Non c'è altro da dire. La Scienza è fatta così, non c'è spazio per le cazzate.
WeWee ha commentato...
credo proprio che dovete cercarvi un controcanto.

I "controcanti" sono sempre ben accetti, chiediti però se non intervengono perchè non hanno nulla da dire. Mi sono reso conto che parlare di significatività statistica e numero di Avogadro è molto meno comprensibile che spiegare che l'Oscillococcinum è una caramella di zucchero venduta a peso d'oro e mentre la fisica e la chimica sono difficili da comprendere, un'analisi è a dispozione di chiunque. Il "controcanto" impiegherebbe un secondo a smentirmi...tutti scomparsi, come vedi.

Però potresti cominciare tu se vuoi, prendi un granulo di Oscillococcinum e fallo analizzare (dovunque, costa pure poco) così hai la possibilità di scoprire se quello che ho scritto è vero o meno (è vero, è vero).
Oppure: chiedi ad un omeopata di distinguere in qualsiasi modo egli voglia, un granulo di Oscillococcinum da uno di Coffea cruda o di Apis. Se riesce viene qui a spiegare come ha fatto (non ci riesce, non ci riesce...).

Quella che ho scritto non è un'opinione è scienza e quindi oltre agli "esperimenti" che ti ho suggerito potresti chiederti perchè esistono persone che vanno contro la scienza ma non ritengono opportuno nè conveniente spiegarne il motivo e così si continua a vendere un fenomeno paranormale come fosse "scientifico"...ed i boccaloni continuano a comprarlo.
;)

E' assurdo (poco scientifico e per nulla interessante) leggere una paginata, e oltre, di gente che si da ragione a vicenda!

Forse perchè demoliscono superstizioni dure a morire. Capisco.
Ma è bene che la gente sappia (cit.).
:)
Simone Marini ha commentato...
Simonetta,

se vuoi un controcanto, prova ad andare su un forum di omeopatia e segnalare questo articolo!
Gianpiero ha commentato...
Al di la del controcanto non vi siete mai chiesti se la vostra ragione forse è solo limitatezza di vedute? Empiricamente i rimedi omeopatici funzionano. Chi li utilizza sa di cosa sono composti, cioè di acqua e zucchero a cui sono state inserite quantità infinitesime di prodotto dinamizzato. Non vi viene in mente che proprio chi ha sperimentato in proprio (milioni di persone) ha un'istruzione ufficiale e ha valutato l'inspiegabilità dell'effetto omeopatico tramite la scienza ufficiale? E ha valutato che è meglio curare la salute con questi rimedi anziché con più pericolosi farmaci con pesanti effetti collaterali? Non pensate che la scienza non essendo in grado di spiegare (o non volendo) debba verificare i suoi metodi o ampliarvi come qualunque persona id buon senso e istruita farebbe di fronte ad un'evidenza? In sostanza avere la possibilità di dire 'non è scientificamente verificato' può dare sollievo a chi ha fede nel metodo scientifico ufficiale ma se il metodo non è in grado di testare un'altra realtà ... forse sarebbe il caso di modificare la propria visione mentale. Nel campo della fisica ad esempio si lavora diversamente che nella biologia. Si osservare il fenomeno e si cerca la soluzione. La biologia è certo più difficile da definire nella molteplicità di reazioni che il singolo individuo può avere rispetto ad altri ma stiamo parlando di milioni di persone utilizzatori di rimedi omeopatici. Riguardo alle credenze, credere nell'infallibilità del metodo scientifico sarebbe epistemologicamente equivalente alla fede ...
WeWee ha commentato...
non vi siete mai chiesti se la vostra ragione forse è solo limitatezza di vedute?

Certo che sì.

Empiricamente i rimedi omeopatici funzionano.

Eh?
Dov'è scritto...
"Funzionano" esattamente come gli oroscopi o la lettura dei tarocchi. Non vedo alcuna differenza. Attualmente l'omeopatia è un fenomeno paranormale a tutti gli effetti. Legale, ognuno è libero di utilizzarla (prescritta da un medico) e di credere pure agli asini che volano, questo a me non interessa, interessa invece vedere le facce sconvolte quando spiego che in quei granuli non c'è niente.

Chi li utilizza sa di cosa sono composti, cioè di acqua e zucchero a cui sono state inserite quantità infinitesime di prodotto dinamizzato.

Non è vero. Hai una prova nelle reazioni a questo articolo. Mamme sconvolte nello scoprire che nell'Oscillocoso c'è solo zucchero. Se vuoi chiedi pure in giro. Io lo faccio spesso.

Non vi viene in mente che proprio chi ha sperimentato in proprio (milioni di persone) ha un'istruzione ufficiale e ha valutato l'inspiegabilità dell'effetto omeopatico tramite la scienza ufficiale?

Scienza ufficiale? Istruzione ufficiale?
Serve discutere "ufficialmente" sul fatto che una caramella di zucchero possa curare una malattia? Scherzi?

E davanti a questo "miracolo" tu sostieni che milioni di persone sappiano cos'è il numero di Avogadro e la succussione?
Ahh, beata ingenuità...

Non pensate che la scienza non essendo in grado di spiegare (o non volendo) debba verificare i suoi metodi o ampliarvi come qualunque persona id buon senso e istruita farebbe di fronte ad un'evidenza?

Che è proprio quello che fa da 200 anni (e che fanno gli stessi omeopati) non riuscendo a cavare un ragno dal buco.
Se domani si dimostrasse esistente la memoria dell'acqua o il "flusso energetico" sarei il primo a gioirne, faccio il medico, perchè non dovrei sfruttare i poteri paranormali dei granuli?
Ma fino a quando l'omeopatia cerca di funzionare perchè "la usano milioni di persone" ci sarà sempre il testardo che insisterà che anche le mosche godono a milioni di una cosa puzzolente...non per questo dobbiamo farlo anche noi umani. Non io almeno, poi fai tu...
:)
Claudio ha commentato...
Egregio Dottore, le parla un Omeopata. Non voglio commentare quello da lei scritto, ma se è un medico così attento alla salute dei suoi pazienti non parli di vaccini, ma si informi meglio sui loro danni e loro effettiva utilità! Poi per essere un omeopata non basta seguire un corso organizzato dalle ditte farmaceutiche (che sono di parte)!
Adriano Esposito ha commentato...
LOL no dai, è falso questo ultimo messaggio, chi è l'umorista? :)
Stupor Mundi 83 ha commentato...
Non vale neanche la pena di rispondere alle sue argomentazioni... XD
WeWee ha commentato...
Egregio Dottore, le parla un Omeopata
Ti immagino con la barba bianca e lunga, un libro in mano tenuto in alto e la tua voce profonda con un eco ed un riverbero come se venisse da lontano ed io che scappo inseguito da migliaia di oscillococcini.

Non voglio commentare quello da lei scritto

Senza parole eh?
:)
Simone Marini ha commentato...
"Poi per essere un omeopata non basta seguire un corso organizzato dalle ditte farmaceutiche (che sono di parte)!"

Infatti, bisogna anche essere disposti a credere che l'omeopatia funzioni, visto che non si riesce a produrre uno straccio di prova. E non è mica roba da poco!
Stupor Mundi 83 ha commentato...
Infatti, bisogna anche essere disposti a credere che l'omeopatia funzioni, visto che non si riesce a produrre uno straccio di prova. E non è mica roba da poco!

E occorre o essere in malafede o avere 2 neuroni o ancora la cultura di un criceto... Quindi non è roba da tutti!

E se ci aggiungiamo un pizzico di paranoia completiamo il quadro... XD
Brother Fang ha commentato...
Tanto per la cronaca, alcuni giorni fa ho letto quest'articolo, e mi sono incuriosito.

La mia farmacista è un omeopata convinta, non sciocca da rinunciare alle prescrizioni mediche, ma abbastanza fedele al sistema da proporre delle alternative omeopatiche nel caso il medicinale prescritto non funzioni a dovere.

per pura curiosità ho chiesto se aveva dei campioni omaggi di alcuni medicinali omeopatici per un paio di disturbi "stagionali" di cui soffro regolarmente, lei è stata ben felice di darmi alcuni campioncini che aveva li per caso disponibili.

Presi aggratis questi "rimedi" li ho consegnati ad un amico che lavora in un laboratorio medico, e gli ho chiesto se sapeva dirmi la composizione delle pastiglie e del flaconcino, e se c'era qualcosa dentro, non gli ho detto che erano "rimedi omeopatici" ma solo di sapermi dire cos'erano, e che se indovinava gli offrivo una pizza.

Pizza pagata, perché: 2 pastiglie erano zucchero, una era un mix di zucchero e borotalco, e la fialetta acqua leggermente zuccherata.

M'ha detto che erano dei semplici placebo, al che gli ho detto che sono rimedi omeopatici comunemente in vendita.

Dopo di questo ha chiesto se avevo ancora dei campioni da esaminare, perché voleva fare qualche esame più completo (non so quali) solo per curiosità sua, a questo punto gli ho rilanciato la scommessa, se trovava qualcosa gli offrivo un'altra pizza, se non trovava nulla più di quello che ha trovato nei primi esami la pizza la offriva lui.

Questa sera vado a mangiare pizza gratis.
Adriano Esposito ha commentato...
Caspita, perché non ci ho mai pensato anche io!? XD
Hung-gio ha commentato...
Allora, io sono uno studente di medicina e appassionato di questa bellissima materia. Avevo letto anche io di questa fantomatica cura e ho deciso di testarne l'efficacia.

Premetto che conduco una vita sana( pratico regolarmente sport e cerco di seguire una dieta equilibrata), non faccio uso di alcool e fumo, o qualsivoglia droga.

Sono sempre stato di salute cagionevole, soprattutto da bambino. Sono partito completamente scettico sulla reale efficacia del prodotto e di fatti lo sono tutt'ora, ma da quando seguo la terapia consigliata devo ammetterlo: non mi sono più ammalato, neanche un raffreddore, da più di un anno. E io soffrivo di rinite praticamente cronica.
Ora, quale sia il motivo di tutto ciò non lo so dire. E sono veramente incuriosito dalla cosa...effetto placebo? fortuna? acqua magica? Non lo so...
oui, c'est moi ha commentato...
effetto placebo? fortuna? acqua magica? Non lo so...
La prima che hai detto.
Hung-gio ha commentato...
Be' allora viva l'effetto placebo...dovremmo studiarlo meglio.
oui, c'est moi ha commentato...
Be' allora viva l'effetto placebo...dovremmo studiarlo meglio.
In verità mi sembra che sia molto ben studiato, ma un medico come WeWee ti risponderà senz'altro con più cognizione di causa di me.
WeWee ha commentato...
..dovremmo studiarlo meglio

Sapessi quanta gente suda dietro l'effetto placebo...
:)

PS: Pensa che io bevendo un caffè la mattina sto bene e non mi ammalo da almeno 20 anni, neanche un raffreddore.
Sarà il placebo, il caffè o la fortuna, ma funziona.
Adriano Esposito ha commentato...
> Ora, quale sia il motivo di tutto ciò non lo so dire.

Il concetto "studiare la relazione causa effetto prima di fare qualsiasi affermazione impegnativa" ti è davvero così estraneo?
Hung-gio ha commentato...
Adriano:

Vita salutare= mi ammalo spesso
Vita salutare+ Coccinum = non mi ammalo più

Siccome non credo che lo zucchero possa aumentare le difese immunitarie mi sono incuriosito. Quindi o il Cuccinum ha qualcosa che non sappiamo, o il motivo è un altro e da quello che leggo sembra essere l'effetto placebo il vincitore.

In ogni caso è molto interessante notare come ho migliorato il mio stile di vita SENZA alcuna medicina.

P.s. Non riscaldiamoci, sono in cerca di risposte , non voglio difendere case farmaceutiche o l'omeopatia. Sinceramente non ho molta fiducia in entrambe.
Adriano Esposito ha commentato...
Il tuo si chiama "bias cognitivo dell'esperienza individuale". E sì, anche questo, così come l'effetto placebo, è stato studiato.

Nessuno si scalda, intendiamoci. Il problema è che non si dovrebbero presentare bislacche tesi senza essersi prima documentati profondamente.

Tu non conosci né gli studi scientifici sull'effetto placebo né quelli sul bias cognitivo dell'esperienza individuale. E allora cosa vieni qui a fare il polemista?
oui, c'est moi ha commentato...
Tu non conosci né gli studi scientifici sull'effetto placebo né quelli sul bias cognitivo dell'esperienza individuale. E allora cosa vieni qui a fare il polemista?

E meno male che studia medicina.
Simone Marini ha commentato...
Infatti, Hun-gio, ti servono strumenti statistici per dire che qualcosa funziona, non bastano esperienze aneddotiche.
Il Ventricolo Istriano ha commentato...
@Ubik: che i farmacisti cerchino di vendere prodotti omeopatici perchè i rimborsi della mutua sono sempre più esigui, è purtroppo una tendenza degli ultimi anni destinata a svilupparsi ulteriormente. da farmacista, tuttavia, vorrei precisare che non tutti i farmacisti, pur di guadagnare di più, sono disposti a vendere rimedi omeopatici, allo stesso modo in cui non tutti i medici li prescrivono. pur nella mia breve carriera, non ho MAI consigliato un rimedio omeopatico, essendo perfettamente consapevole che si tratta di acqua e zucchero. alcuni miei colleghi, pur essendo perfettamente consapevoli che si tratta effettivamente di acqua e zucchero, li vendono ma ti posso garantire che lo fanno in buona fede (dico in "buona fede" se non altro perchè li usano anche per se stessi e per i loro familiari).
@WeWee: complimenti per il blog, sei diventato un punto di riferimento per la mia formazione professionale. ad ogni modo, credo di dover precisare che quando tu dici "granuli" di fatto stai parlando di globuli. l'oscillococcinum è infatti venduto in globuli, o tubidose: i calcoli sui 1000 euro al kilo sono giusti, è solo il termine che hai usato che poteva trarre in equivoco.
WeWee ha commentato...
sei diventato un punto di riferimento per la mia formazione professionale

Questo mi rende orgoglioso.

è solo il termine che hai usato che poteva trarre in equivoco

Giusto.
Ma per mia curiosità: che differenza ci sarebbe tra un granulo ed un globulo? Che quest'ultimo è rotondo?
Il Ventricolo Istriano ha commentato...
Beh, da un punto di vista dell'efficacia, che si parli di granuli, globuli o zollette non c'è molta differenza :-) scherzi a parte, i globuli sono un pò più piccoli dei granuli e vengono venduti in tubidose (da circa 80 globuli ciascuno) da assumersi di norma una volta a settimana, mentre i granuli si prendono tre o quattro alla volta più volte al giorno. Nel caso di quei prodotti spacciati per antinfluenzali, come l'oscillococcinum o l'omeogriphi, si tratta di globuli da prendere una volta a settimana da settembre a maggio: se poi ci si dovesse comunque ammalare d'influenza, nella fase acuta andrebbero presi una volta al giorno. E ci sono molti studi scientifici che dimostrano come, assumendo l'oscillococcinum nella fase acuta, la durata dell'influenza si riduce da una settimana a sette giorni.
Adriano Esposito ha commentato...
> i globuli sono un pò più piccoli dei granuli

Davvero? Lo ignoravo. Ma questo vale anche nella farmacologia o solamente nella omepatia?

E non per mancanza di fiducia, hai qualche fonte da citare?

> la durata dell'influenza si riduce da una settimana a sette giorni.

LOL XD
oui, c'est moi ha commentato...
E ci sono molti studi scientifici che dimostrano come, assumendo l'oscillococcinum nella fase acuta, la durata dell'influenza si riduce da una settimana a sette giorni.

ROTFL :-)
Il Ventricolo Istriano ha commentato...
@adriano: no, purtroppo non ho nessuna fonte web da citarti salvo questa http://www.ordinefarmacistilatina.it/omeopatia/omeopatia.htm
che con mia grande amarezza fa riferimento all'ordine dei farmacisti di latina. ti chiedo di accontentarti, in fondo è pur sempre un indirizzo web "istituzionale".
quanto alla tua domanda, ti posso dire che globuli e granuli sono forme farmaceutiche esclusive dell'omeopatia, ovvero nessun farmaco al mondo degno di tal nome viene somministrato in globuli o granuli, per ragioni di stabilità dei principi attivi (che nei farmaci veri ci sono) e di assorbimento.
Unknown ha commentato...
Perché ti nascondi dietro alle cure che la medicina allopatica propina e non parli delle controindicazioni che sono sempre scritte in caratteri illeggibili, e sono molte, a cui i pazienti non fanno mai caso perché la meeicina é stata proposta dal medico curante, e il medico curante per molte persone é come Dio in terra. Per favore, a parte queste baggianate di diluizioni alla 200CH alle quali io pure non credo, ci sono ottimi prodotti omeopatici che guariscono le persone e non le rendono schiave a vita di medicine, e conseguentemente dipendenti dal parere del medico. Per aprire gli occhi c'é sempre tempo, e per scrivere cretinate pure, gli allocchi si trovano ovunque a volte basta un titolo onorifico per creare attenzione. Credo che la moderazione sia necessaria in ogni campo, anche laddove si pensa di sapere tutto e di piú.
Salvo Di Grazia ha commentato...
non parli delle controindicazioni che sono sempre scritte in caratteri illeggibili

Nelle medicine che compro io sono scritti in italiano. Tu dove vivi?

il medico curante per molte persone é come Dio in terra

Tu l'hai detto.

a parte queste baggianate di diluizioni alla 200CH alle quali io pure non credo, ci sono ottimi prodotti omeopatici che guariscono le persone

Cioè tu non credi alle diluizioni ma credi all'omeopatia?
Umh...

Per aprire gli occhi c'é sempre tempo, e per scrivere cretinate pure, gli allocchi si trovano ovunque

Già.

Saluti.
Giovanni M. ha commentato...
Ciao non ho letto tutti i post....sono davvero troppi ma, mi rendo conto della diversità di opinioni e posizione nei confronti della omeopatia...ma tutto è partito da un prodotto omeopatico specifico e cioè l'oscillococcinum. Io posso portare la mia esperienza che è semplice. Ad inizio anno,meta febbraio al massimo fine febbraio sicuro che mi beccavo come minimo mal digola febbre e comunque stato influenzale. Cinque anni fa una farmacista mi consiglio il prodotto in questione durante la fase acuta dell'attacco virale e poi di continuare a prenderlo fino alla fine della scatola ed eventualmente dopo un periodo di 3/4 mesi. l'attacco acuto si è spento nel giro di 2 giorni e da allora(5 stagioni) non ho più avuto episodi di febbre mal di gola e sintomi simili. E' un caso? Forse, ma io toccando ferro spero di scappolare anche il prossimo febbraio e perciò continuo a prenderlo. Qualcun altro vuole testimoniare?
Adriano Esposito ha commentato...
la testimonianza Personale non è probante, anzi non solo in medicina puoi essere vittima dell'effetto placebo, Ma in genere esiste un bias percettivo che è anche oggetto di studio scientifico. Per tornare alla bufala dell'omeopatia, l'effetto quando c'è è da placebo. Ti conviene buttare così Tanti soldi per un placebo? Vai da un santone che costa meno XD
Salvo Di Grazia ha commentato...
fabry73:

non posso pubblicare il tuo commento perché contiene il nome di un farmaco in commercio ed è proibito fare pubblicità.

In ogni caso il prodotto che citi NON è omeopatico ma è un integratore alimentare che contiene diverse sostanze in dosi ponderali. E' proprio questo un errore classico di molti consumatori, confondere un farmaco che contiene una sostanza con gli omeopatici che invece non contengono nulla.

Se vuoi ripubblicare il tuo commento riscrivilo evitando di citare il nome del prodotto, grazie.
roberto ha commentato...
Mi dispiace per tutti voi, ma io credo nell'OMEOPATIA, e la mia non è una CREDENZA DOGMATICA O FIDEISTA, ma assolutamente scientifica, se per scientifico non intendiamo solo ciò che le lobby delle multinazionali del farmaco sperimentano ad uso e consumo dei loro profitti. Ognuno è ovviamente libero di credere e di sperimentare su di sé ciò che vuole... Quindi continuate pure ad avvelenarvi cogli antibiotici delle marche più note! E in bocca al lupo!
Stupor Mundi 83 ha commentato...
Non hai la minima idea di cosa si intenda per sperimentazione e per ricerca e le tue argomentazioni sono leggende qualunquiste più degne di un bar che di una discussione seria... Per cui non parlare di cose che non conosci perché pensi di fare la figura del furbo in realtà dimostri solo un'ignoranza più unica che rara...

Una sola domanda: pensi davvero che il movente economico stia solo dietro le multinazionali del farmaco? Coloro che producono e vendono a prezzi esorbitanti acqua e/o zucchero lo fanno per hobby? Ma per piacere...!
Salvo Di Grazia ha commentato...
la mia non è una CREDENZA DOGMATICA O FIDEISTA, ma assolutamente scientifica

Mi spiegheresti gentilmente come possa, una credenza, essere scientifica?

le lobby delle multinazionali del farmaco sperimentano ad uso e consumo dei loro profitti

Mi spiegheresti gentilmente la differenza tra le lobby multinazionali del farmaco e le lobby multinazionali dell'omeopatico?

Grazie.
Silvia Belfare ha commentato...
Sono una mamma che si affida spesso all'omeopatia e devo ammettere che in più di un occasione qualche dubbio sulla loro reale efficacia mi è venuto. Da agosto sto dando alla mia bimba oscillococcinum in concomitanza della riapertura delle scuole come prevenzione nelle forme influenzali e da raffreddamento. Beh, dopo solo cinque giorni di asilo ha già il naso gocciolante e una brutta brutta tosse...Credo proprio che tornerò alle care e vecchie spremute di arance :-)
Complimenti per l'articolo e per la sua "missione".
Silvia




Alessandro D'Errico ha commentato...
Una premessa: non sono un medico.
Però mi chiedo... come mai tanto livore verso Boiron?
Intanto cominciamo a sfatare luoghi comuni:
L'Omeopatia lavora su piani diversi, "similia similibus curantur", (cura il simile con il simile), a differenza dei farmaci cosiddetti "tradizionali", che hanno un'azione a volte senz'altro più rapida, ma da gestire con la massima cautela ( se si legge attentamente il foglietto illustrativo di moltissimi farmaci allopatici, minimo scatta l'emicrania...)
L'Omeopatia funziona, eccome! Può aiutare moltissimo nelle patologie più comuni,senza rischi ulteriori per la salute, è adatta a tutti, bambini, adulti ed anziani, specialmente nei pazienti pluritrattati, diminuendo il rischio di intossicazioni.
Certamente, quando la malattia lo richiede, è necessario utilizzare farmaci diversi, in sostanza quando serve l'antibiotico, bisogna usarlo e basta.
Mi spiace però l'atteggiamento ed il tono mistificante riguardo una terapia alternativa, molte volte complementare, senza una conoscenza approfondita. Credo che Hahnemann Korsakov non siano stati due ciarlatani. Il primo sperimentò su sé stesso la terapia, prima di praticarla con i suoi pazienti.
Tornando ad Oscillococcinum, il farmaco è venduto da anni, e sempre con maggior successo, proprio perché FUNZIONA!!
Limitarsi a dire che ogni granulo contiene l'85% di saccarosio ed il 15% di lattosio non le fa onore ( e poi non è neanche vero... compri pure una confezione e legga bene la composizione)
Comunque, ognuno è libero di pensarla come vuole, ed anche di curarsi come vuole.. Ma qualunquismo e disinformazione non vanno d'accordo con l'argomento.
Cordialmente
Salvo Di Grazia ha commentato...
... come mai tanto livore verso Boiron?

Livore?
Ma lei sa cos'è il livore?
Io faccio il medico ed informo su temi di salute, se poi lei considera "livoroso" dire che l'omeopatia è zucchero non posso farci nulla e mi dispiace.

L'Omeopatia funziona, eccome!

Libero di pensarla così, la sua opinione comunque non rispetta le conoscenze della scienza e la scienza, seppur rispettosa non è democratica.

quando la malattia lo richiede, è necessario utilizzare farmaci diversi, in sostanza quando serve l'antibiotico, bisogna usarlo e basta

Eh?
E perché, se una teoria è valida deve esserlo sempre. Perché l'omeopatia dovrebbe funzionare solo per le malattie banali?
Faccia una cosa, provi un'estrazione di un molare con anestesia omeopatica e poi mi spieghi (mentre sta urlando) perché in questo caso l'omeopatia non funziona...

Tornando ad Oscillococcinum, il farmaco è venduto da anni, e sempre con maggior successo, proprio perché FUNZIONA!!

Mi dispiace, anche la rivista "Astra" è venduta da anni, questo non vuol dire che l'astrologia funzioni.

Limitarsi a dire che ogni granulo contiene l'85% di saccarosio ed il 15% di lattosio non le fa onore ( e poi non è neanche vero... compri pure una confezione e legga bene la composizione)

Beh, mica lo vendo io l'Oscillocoso ed il suo contenuto è scritto nella confezione, che poi possano scriverci che contiene polvere di stelle o tritato di farfalle poco importa.

ognuno è libero di pensarla come vuole, ed anche di curarsi come vuole

Qui ci troviamo perfettamente d'accordo.
:)

Saluti.
Metarie ha commentato...
Buono a sapersi, l'ho sempre sospettato.

Mi consigli un'alternativa?
Salvo Di Grazia ha commentato...
Credo proprio che tornerò alle care e vecchie spremute di arance

L'influenza ed il raffreddore non si curano, passano da sole.
Se vogliamo aiutare i nostri anticorpi nel loro lavoro, invece di comprare palline di zucchero, diamo ai nostri figli frutta in abbondanza, facciamoli stare (quando possibile) all'aria aperta e soprattutto bagni di sole: ecco un rimedio naturale, non costoso ed efficace e nemmeno stupido.
:)
king ha commentato...
posso confermare che su di me rimedi omeopatici non hanno mai funzionato. Forse proprio perche' non ci credevo. Poi ho preso un gatto, che si ammala costantemente di cistite. Curato con antibiotici (che prendeva ovviamente di malavoglia, provate voi a tenere fermo un gatto e fargli bere un antibiotico...) non solo non guariva ma aveva continue recidive, ma l'antibiotico gli faceva anche dopo qualche giorno reazioni allergiche e vomito. Questo nonostante vari antibiotici cambiati. Poi la veterinaria mi dice provate con l'omeopatia...io sempre scettica, pero' non sapendo piu' come fare ok compro le fialette...mi dico, se funziona col gatto allora funziona. Un gatto mica puo' avere l'effetto placebo...Infatti guarisce. Ok sara' un caso. Dopo 6 mesi si riammala (al cambio stagione in genere succede sempre) riprovo con l'antibiotico...stesso iter...riprovo con l'omeopatico: guarisce. Da allora in 7 anni ho usato solo il farmaco omeopatico, niente piu' antibiotico, alla seconda fiala niente piu' sangue nelle urine. Sara' un caso? Forse, ma non parlatemi di effetto placebo in un gatto pero'!
Salvo Di Grazia ha commentato...
Forse, ma non parlatemi di effetto placebo in un gatto pero'!

Oltre al fatto che l'effetto placebo sugli animali funziona eccome (si sa da decenni), devi avere un gatto straordinario. Io lo farei controllare.

Se guarisce dalle malattie con uno zuccherino ci deve essere qualcosa di strano in lui.
:)
Adriano Esposito ha commentato...
misericordia, tu usi l'omeopatia su un tuo animale e sei così superficiale che non solo non ti sei documentata sull'effetto placebo negli animali ma dai persino per scontato che non esista. Complimenti. Tra l'altro non ci vuole molto a pensare Perlomeno alla capacità di empatizzare che possiedono animali come i gatti e che tale capacità di percepire le altrui emozioni e intenzioni e alla base dell'effetto placebo. Studia, fallo almeno per il tuo gatto.
paoletta68 ha commentato...
Sarà, ma io mi sono sempre ammalata almeno tre volte di influnza. Da quattro anni prendo l'oscilloconinium da settembre a marzo e....miracolo! Mai un mal di gola, un raffreddore o una linea di febbre. Se é come dici tu, allora prenderó un cubetto di zucchero una volta a settimana....ma se non funziona?
Salvo Di Grazia ha commentato...
Se é come dici tu

Emh, guarda che il fatto che nei granuli di Oscillococcinum ci sia solo zucchero, non è che "lo dico io", è così (d'altronde lo scrivono pure nella confezione).
Se proprio non ti fidi, fai analizzare un granulo e poi mi dici, ma non stiamo parlando di "opinioni".
:)

prenderó un cubetto di zucchero una volta a settimana....ma se non funziona?

Potrebbe pure non funzionare, ma almeno non avrai svuotato il portafogli per un tubetto di caramelle inutili.
Fiorella72 ha commentato...
E chissà perchè mio figlio di 16 mesi, prima il raffreddore gli durava 2 settimane e adesso 1 giorno!!! dico 1 giorno!!!!!
Chissà perchè io da quando uso oscillo +iver non prendo + l'influenza stagionale pur srtando a contatto con malati. mentre prima ero un caso disperato.
e chissà perchè da una vita soffrivo di una tosse secca spasmodica che neanche il Bentelan mi calmava e ora con Husteel sono 3 anni che appena mi viene l'attacco, uso Husteel e in poche ore GUARISCO.
Placebo? maddechè? ho dovuto provarne altri di farmaci omeopatici prima di trovare quello giusto.
E poi i miei bambini sarebbero influenzabili???
avete rotto tu e tutti gli scettici....
se volete intossicarvi di cortisone e antibiotici fate pure......
Salvo Di Grazia ha commentato...
E poi i miei bambini sarebbero influenzabili???

Non i tuoi, tutti, sembra anche più degli adulti.

avete rotto tu e tutti gli scettici....
se volete intossicarvi di cortisone e antibiotici fate pure...


Ma perché ti arrabbi così?
Nessuno ti proibisce di curarti con le palline di zucchero mi sembra, non farne una malattia, prendila con spirito, non è da tutti guarire dal raffreddore comprando semplici caramelle dai poteri magici.
caterina ha commentato...
Per chi compra senza sapere
COME FUNZIONA L'OMEOPATIA: come può una sostanza a dosaggi così bassi da non essere più chimicamente presente nella soluzione - infatti oltre le DH 22 e le 12 CH si supera il numero di Avogadro, per cui non ci sono più molecole! - avere proprietà terapeutiche? Coloro che non credono nell'omeopatia sicuramente risponderanno: "perché si tratta di un PLACEBO" cioè di un effetto basato sulla suggestione favorita dalle aspettative del paziente. Bisogna fare alcune considerazioni: la metodica è utilizzata con risultati soddisfacenti anche sui neonati, sulle piante, sugli animali (tanto è vero che esiste una fiorente scuola di omeopatia veterinaria): sostenere l'ipotesi della suggestione in questi casi risulta difficile. Certo non si tratta di un meccanismo chimico, se di chimica non ce n'è: un meccanismo cioè basato sull'interazione di una molecola su un recettore di membrana. In questo caso è la fisica che può proporre ipotesi interpretative: qualche anno fa era stato proposto un modello definito "della memoria dell'acqua" (l'acqua avrebbe conservato in base all'orientamento delle sue molecole e alla loro polarità elettrica una sorta di impronta della sostanza iniziale). Inoltre la fisica quantistica riconosce un'importanza alle energie cosiddette "deboli" cioè a vibrazioni elettromagnetiche di bassissima intensità (ma non per questo inesistenti) specifiche per ogni sostanza, capaci di innescare fenomeni di "risonanza" da cui un'amplificazione del segnale elettromagnetico, scomodando persino la celebre equazione di Einstein.
La stessa distinzione energia-materia, visto che tutto ciò che si oppone al nulla è energia allo stato puro, viene a cadere, e quella che i nostri sensi sono abituati a percepire come materia non è altro che un aspetto "sensibile" dell'energia. Queste considerazioni ci rendono molto più disponibili a speculare oltre le apparenze, come nel mito della caverna (Platone).
(http://www.floriterapia.com/bachitalian/omeopatia.htm)
caterina ha commentato...
Aggiungo poi che non c'è da stupirsi che qualcuno si arrabbi, chi usa e sa cos'è l'omeopatia le cose che dici le sa già. L'atteggiamento di paladino della verità su internet può essere fastidioso per chi usa e rispetta l'omeopatia come anche le altre medicine tradizionali e non. Sembri tu quello arrabbiato.
Salvo Di Grazia ha commentato...
la metodica è utilizzata con risultati soddisfacenti anche sui neonati, sulle piante, sugli animali

E' una leggenda. Non esistono studi ben fatti che dimostrino effetto superiore al placebo su adulti o bambini, neonati, animali o piante (ne ho parlato, cerca pure l'articolo).

sostenere l'ipotesi della suggestione in questi casi risulta difficile

Non perché non si conosce bene un argomento bisogna pensare sia impossibile. L'effetto placebo è presente nei bambini, nei neonati e negli animali, sono conoscenze che ormai hanno decenni. Il primo esempio di effetto placebo su animali risale a più di un secolo fa, con gli esperimenti di Pavlov. L'omeopatia fa leva proprio su questo tipo di lacune, la gente non conosce l'argomento e ci casca con tutti i piedi.

In questo caso è la fisica che può proporre ipotesi interpretative

Proponiamole, ci mancherebbe, anche se prima bisognerebbe dimostrare che l'omeopatia funzioni e visto che non è dimostrato che bisogno avremmo di capire il meccanismo di una cosa che non funziona?

qualche anno fa era stato proposto un modello definito "della memoria dell'acqua

Smentito. E pure con un finale patetico. Inoltre un granulo omeopatico non contiene acqua, è solo zucchero. Esiste la "memoria dello zucchero"?

Inoltre la fisica quantistica riconosce un'importanza alle energie cosiddette "deboli" cioè a vibrazioni elettromagnetiche di bassissima intensità (ma non per questo inesistenti) specifiche per ogni sostanza

Belle parole, un po' di supercàzzola non guasta mai nell'omeopatia. Ho un mio amico fisico che quando vede accostata la quantistica all'omeopatia ha crisi d'ansia e spasmi violenti.

Basterebbe poco per capire se davvero queste "vibrazioni elettromagnetiche" siano reali: prendiamo due granuli, uno omeopatico ed uno di zucchero, scegli uno strumento qualsiasi, quello che vuoi, che ti sembra più adatto e preciso e misuriamo queste "vibrazioni", ripetiamo l'esperimento per 1000 volte. Ecco, il risultato può dirti se queste energie esistono o meno.
Cosa? Nessuno ne è capace? Nessuno lo ha mai fatto? Nessuno ha mai percepito queste "vibrazioni"?
E allora di cosa stiamo parlando? (PS: Non mi tirare fuori Montagnier, per pietà, per pietà di lui, intendo).

Queste considerazioni ci rendono molto più disponibili a speculare oltre le apparenze, come nel mito della caverna (Platone)

Cara mia, davanti all'ansia dei genitori puoi pure uscire il "mito della caverna", ma ti assicuro che davanti ad una malattia vera, non c'è mito che tenga. Devi somministrare una medicina vera, non palline zuccherose.

Poi sei libera di curarti con la filosofia o con la medicina, ma siamo seri, se parliamo di esoterismo va bene, ma quando parliamo di medicina giustificare l'omeopatia è offensivo per la ragione umana.
Altro che mito della caverna, qui le mamme si stupiscono quando spiego che nell'Oscillocippo c'è solo zucchero, non ci credono! E tu mi parli di "mito della caverna"? Un traforo, altro che caverna...

Aggiungo poi che non c'è da stupirsi che qualcuno si arrabbi, chi usa e sa cos'è l'omeopatia le cose che dici le sa già.

E se le sa già e se non gliene importa nulla, perché deve venire qui a dirmi che è arrabbiata?
Forse perché vede incrinata la sua fede?
;)

Sembri tu quello arrabbiato.

Mentre scrivo sto spaccando tutto, giuro.

Però prometto di calmarmi se rispondi alla mia domanda: come farebbe un granulo omeopatico (quindi parliamo di un granulo di zucchero, giusto? Senza più acqua, ormai evaporata, né altro oltre al "supporto") a mantenere la "memoria" della (ammettiamo) Coffea cruda e non quella del batterio, del piombo, del topicida e del pelo di cane che inevitabilmente avrà incontrato nella sua strada?

Grazie della risposta.
:)
caterina ha commentato...
Quello che ho pubblicato, come ho indicato, è tratto da un sito ed il mio obiettivo era mettere in evidenza il fatto che ci possono essere meccanismi e reazioni che la medicina e la scienza tradizionali non possono, per loro natura intrinseca, spiegare. E questo lo riconosce anche la medicina tradizionale stessa, accettando il concetto di effetto placebo, che chiama in causa energie e ambiti a lei estranei. Tu mi chiedi come fa la pallina a conservare la memoria ed io mi chiedo come può la mente umana guarire o addirittura far sì che si verifichino fenomeni scientificamente inspiegabili. Non sono un'esperta di niente e non so darti spiegazioni scientifiche ma chi si accanisce in maniera un po' arrogante contro altri campi di studi senza lasciare aperte le possibilità mi infastidisce. Pur facendone ovviamente uso, trovo che la scienza tradizionale sia limitata e credo nella possibilità che ci siano altre alternative che la possano compensare.
Stupor Mundi 83 ha commentato...
1)Non hai la minima idea di cosa sia l'effetto placebo.
2)Non hai la minima idea di cosa sia e di come funzioni la ricerca scientifica.
3)Date le tue limitate capacità che non ti permettono di capire argomenti complessi ti butti a capofitto sulla favole "alternative" più semplici solo per darti una importanza che altrove non avresti...

Buona giornata!
Salvo Di Grazia ha commentato...
ci possono essere meccanismi e reazioni che la medicina e la scienza tradizionali non possono, per loro natura intrinseca, spiegare.

Certo, ma la scienza se non può spiegare un fenomeno può misurarlo o osservarlo. Se un fenomeno non si spiega, non si misura e non si osserva, si tratta semplicemente di un fenomeno inesistente. Paranormale, se vogliamo dargli un nome, esattamente come l'esistenza presunta dei fantasmi (sai quanta gente ci crede e dice di vederli, no?). Ecco, la scienza (oserei dire anche la logica, ma vabbè...) smentisce (quindi non è che "non spiega" ma spiega che non possono esistere) i fenomeni ipotizzati dall'omeopatia ed in ogni caso questi fenomeni non sono MAI stati osservati (nessuno guarisce da una malattia incurabile con l'omeopatia, nessuno lo fa in maniera differente da una pallina di zucchero, il placebo, ovvero la pallina di zucchero omeopatica "cura" quanto la pallina di zucchero qualsiasi, non omeopatica).
La conclusione banale quindi è che l'omeopatia non ha alcuna base né teorica né pratica. Poi possiamo arrampicarci in spiegazioni filosofiche, ma questa non sarebbe medicina.

accettando il concetto di effetto placebo, che chiama in causa energie e ambiti a lei estranei.

No, assolutamente no.
L'effetto placebo è conosciuto da secoli, spiegato, studiato, misurabile e che sfrutta processi fisiologici, fisicamente evidenti e del tutto materiali. Coincidenza: si è scoperto proprio in questi giorni come anche il nostro corredo genetico influenzi la risposta al placebo. In parole povere: l'effetto placebo esiste. L'omeopatia no.

Non sono un'esperta di niente e non so darti spiegazioni scientifiche ma chi si accanisce in maniera un po' arrogante contro altri campi di studi senza lasciare aperte le possibilità mi infastidisce.

Io sì, esperto lo sarei, occupandomi di scienza e medicina e quindi le spiegazioni le posso dare. Ma se non le accetti dovresti rivedere il tuo concetto di arroganza. Potresti scoprire che è molto più arrogante inventare di sana pianta una teoria e pretendere di essere creduti senza dimostrarlo.

Pur facendone ovviamente uso, trovo che la scienza tradizionale sia limitata e credo nella possibilità che ci siano altre alternative che la possano compensare.

Anche io ci credo. Non sopporto invece chi vende false verità spacciandole per scienza contando sulla mancanza di conoscenza del consumatore.
:)

PS: Non hai risposto alla mia domanda, ora continuo a spaccare tutto.
Ciao!

PS2: Se hai voglia di approfondire gli argomenti ho scritto qualcosa in proposito:

1) http://medbunker.blogspot.it/2010/03/placebo-effect.html

2) http://medbunker.blogspot.it/2012/01/omeopatia-animali-e-bambini.html
Adriano Esposito ha commentato...
Caterina, ma perché ti metti a polemizzare con un medico? Non può mica dirti che l'omeopatia funziona o che ha basi scientifiche!

Abbiamo capito che, anche se la Scienza dice che l'omeopatia non è più curativa del placebo e che il supposto meccanismo è inesistente, pensi che l'omeopatia sia qualcosa di reale.

OK, basta. Pace e bene. Lasciaci alla nostra Scienza e noi lasciamo te alla tua metascienza.

Ciao!
Adriano Esposito ha commentato...
Ah, Salvo, la prossima volta che scrivi PS2 ti mando Caterina a casa... Che cosa è PS2, una "console"? Si scrive PPS ._.

XD
Salvo Di Grazia ha commentato...
la prossima volta che scrivi PS2 ti mando Caterina a casa...

Ormai casa mia l'ho distrutta.

PS3: Grazie.
Salvo Di Grazia ha commentato...
Però, ora che ci penso, si potrebbe spargere la voce che io sia pagato dalle multinazionali dei videogiochi, hai ragione, la prossima volta starò più attento.
:P
Adriano Esposito ha commentato...
ROFL
Sonia Faa' ha commentato...
Per questo post ti dovrei erigere un monumento... io evito accuratamente una delle farmacie della mia città da quando, per alleviare i dolori mestruali di cui soffre mia figlia, ho chiesto del magnesio supremo ed un integratore di zinco: la farmacista mi da il magnesio supremo ed un barattolino bianco dicendomi "questo integratore di zinco lo facciamo noi è spettacolare"... io come una ciula pago un conto salatissimo e torno a casa. Apro le confezioni, e... sorpresa!! quando ho visto i granuli bianchi mi sono sentita male leggo e... di zinco quella roba ne aveva solo sentito parlare!! Ho avuto la tentazione di tornare in farmacia e mettere tutto il vasetto per supposta alla dottoressa... poi ho scelto la non belligeranza: per me quella farmacia è SEMPRE chiusa, anche quando è l'unica di turno, piuttosto, faccio km!! ...Questi sono i professionisti italiani, medici farmacisti venduti alle costosissime palline di zucchero di paperon de paperoni!!
mary ha commentato...
Io prendo regolarmente l'oscillococinum e lo do ai miei ragazzi tutti gli anni e tutto quello che leggo è davvero vergognoso..Sono vent'anni che mi curo omeopaticamente e di risultati ne ho visti tanti mentre con farmaci tradizionali dove tutto è scritto e tutto sembra chiaro stavo morendo due volte per intossicazione del sangue...dite piuttosto che fata tutto questo per non far vacillare le case farmaceutiche che perderebbero tanto se la gente capisse che le cure dolci aiutano a guarire la mente che genera tutti i mali...parlate...parlate io continuo a prendere l'osciloccocinum e son tre anni che non mi ammalo ne io ne mio marito ne i ragazzi...poi potete dire tutto quello che volete io l'omeopatia la uso da vent'aani e non vi nascondo che alcuni medici volevano la cura prescritta per alcune patologie regresse con l'omeopatia..lo stesso mio figlio dopo anni di cura con la medicina tradizionale e mai guarito anzi peggiorato è guarito con la cura omeopatica....quindi parlate e discreditate pure e morite per i vaccini tossici che ..io continuo a curarmi naturale..
Salvo Di Grazia ha commentato...
Sono vent'anni che mi curo omeopaticamente[...]e son tre anni che non mi ammalo

Una delle principali caratteristiche dell'omeopatia infatti è quella di avere un effetto molto ma molto lento.
:)
Stupor Mundi 83 ha commentato...
Questi fan dell'omeopatia continuano a ripetere sempre la stessa manfrina ma non si rendono conto che il valore logico delle loro "argomentazioni" è pari a zero...

Se a lei piace spendere una barca di soldi per dello zucchero o dell'acqua faccia pure sono ca***cci suoi, si vede che ne ha da buttare... :-D
Giuliano Parpaglioni ha commentato...
io continuo a curarmi naturale..

Tanto naturale che non esiste. Oscillococcinum è un artefatto, qualcosa che era osservato al microscopio perché il preparato era mal fatto, affinando la tecnica di preparazione del vetrino è scomparso. Non esiste Oscillococcinumo, non più di quanto esistano gli unicorni.

E fare una diluizione omeopatica di qualcosa che non esiste è un'iperbole meravigliosa.
Sonia Faa' ha commentato...
con farmaci tradizionali dove tutto è scritto e tutto sembra chiaro stavo morendo due volte per intossicazione del sangue...dite piuttosto che fata tutto questo per non far vacillare le case farmaceutiche
Sui farmaci tradizionali c'è scritto ben poco... infatti sono i rimedi di origine animale, minerale e vegetale usati qualche annetto fa in alcuni Paesi ed in uno specifico ambito culturale (vedi medicina tradizionale indiana, cinese, sud americana...).
Deduco che tu stia parlando di farmaci convenzionali, prodotti dalle case farmaceutiche... come la BOIRON che produce quelli omeopatici! Quindi, a meno che tu non ti produca da sola l'oscillococcinum stai ingrassando anche tu una multinazionale.
Io non mi curo affatto, ormai da una decinia d'anni, se non in caso di assoluta necessità (tipo 2 costole rotte e un intervento di impiantologia odontoiatrica), non assumo nessn farmaco, non faccio vaccini ne cure preventive, ho preso l'influenza 15 giorni fa ed è guarita con una domenica di riposo, latte e miele, genziana e viks e, incredibile ma vero, non mi ammalavo da 3 anni... senza oscillococcinum!! sarò un caso patologico...
Adriano Esposito ha commentato...
> tutto quello che leggo è davvero vergognoso

Cioè la scienza è vergognosa? Mumble, ma lei dove ha studiato, a Disneyland!? XD
Antoine ha commentato...
Purtroppo qui vediamo un effetto tipico dell'ignoranza diffusa. La persona ignorante non ha capacità di astrazione, pensa che se una cosa è andata bene per lui in una determinata circostanza, allora andrà bene per tutti in tutte le situazioni. Ad esempion, nella puntata della pattuglia anti-orsi di Springfield:

Lisa: a Springfield non serve una pattuglia anti-orsi
Homer: ha più visto orsi da quando c'è la pattuglia ?
Lisa: ma questo non ha senso, è come dire che questa pietra tiene lontane le tigri (e raccoglie un sasso)
Homer: quella pietra tiene lontane le tigri ?
Lisa: hai visto tigri in giro a Springfield ?
Homer: Lisa quanto vuoi per la tua pietra ?

Contro una forma mentis simile c'è poco da fare, una volta che si è stabilizzata nell'età adulta non si cambia più. Questo è quello che si merita un paese che non ha investito nell'educazione...
Stupor Mundi 83 ha commentato...
Contro una forma mentis simile c'è poco da fare

Sì, invece: ricovero coatto d'urgenza in una struttura specializzata. :-D

Questa gente parla di sacrosanta libertà ma poi non si rende conto che così (almeno indirettamente) danneggiano tutti...
Samuele Zerbini ha commentato...
giusto una nota. Il tono di risposta di alcuni utenti di questo blog nei confronti di chi viene a difendere le ragioni delle cd. cure alternative è talvolta sprezzante, tronfio, carica di una malcelata superbia intellettuale.

Non è bene, non è scientifico, non è umano. Non serve a convincere nessuno, ma squalifica il tono generale del blog.

Se venisse provata in qualche sua branca, l'omeopatia -o simoncini, o il MDB, o Hamer- dovrebbero essere assunti immediatamente come elemento costitutivo. Disprezzare, irridere chi li sostiene, dandosi magari delle pacche telematiche sulle spalle per come ci si sente arguti, avanzati, moderni nei confronti di questi altri non è utile -ripeto- costruttivo e scientifico.

Questa è una piccola nota di biasimo nei confronti di alcuni commenti, in un blog invece utillimo e piacevole.

Grazie del lavoro che fai, che fate.

Samuele Zerbini
Adriano Esposito ha commentato...
Sarò lapidario: chiedere 20.000 euro a un malato terminale per fargli delle pere di sale MI FA DIVENTARE UNA BELVA.

Idem chiedere 30 euro per una boccetta d'acqua.

MI INCAZZO COME UNA IENA.

Domando perdono per questo mio limite...
Stupor Mundi 83 ha commentato...
Adriano a grandi linee hai ragione, per quel che riguarda i malati terminali ne hai al 100% ma per i sani che curano malattie comuni con acqua e zucchero pagandoli uno sproposito... Beh sono anche cazzi loro e della loro stupidità. Con questi soggetti non è possibile invocare una "incapacità di intendere e di volere" data data disperazione e poi il mercato è libero: se un panettiere decide di vendere le rosette a 100e/kg sono cazzi suoi se c'è qualche allocco che se le compra...
Samuele Zerbini ha commentato...
Intendo, Adriana, che bisogna distinguere il peccato dal peccatore per quanto riguarda i "pazienti" delle VEFANM (Varie e Fantastiche Autocurative Nuove Medicine), in modo da cercare di salvare quanti più disgraziati possibile.

Nel caso dei vari Simoncini, Vaccaro etc.... invece, spero che presto la giustizia umana o al limite quella Divina faccia il suo corso.

Sarà che sono cattolico... :)

Samuele Zerbini
Adriano Esposito ha commentato...
> Intendo, Adriana, che bisogna distinguere il peccato dal peccatore per quanto riguarda i "pazienti" delle VEFANM (Varie e Fantastiche Autocurative Nuove Medicine), in modo da cercare di salvare quanti più disgraziati possibile.

Un Simonini o un Boiron mi irritano.

Uno che viene qua a disperarsi di essere stato fregato da Simoncini o Boiron ha tutta la mia umana compassione e comprensone perché tutti sbagliamo.

Chi, fregato da Simoncini e Boiron e reso edotto di essere stato fregato con articoli e analisi scientifiche, continua a fare l'apologia di Simoncini o Boiron, be', ha tutto la mia perculatio :D
Samuele Zerbini ha commentato...
eh eh eh... chiaro.. :)
paolo ha commentato...
Ho letto con molto interesse questo articolo!
Un paio di domande sperando di non essere OT.
omeopatia = erboristeria ? oppure Farmacia che vende prodotti omeopatici? Ho difficoltà nella distinzione !
come seconda domanda : in erboristeria/farmacia esempio, compro della valeriana,camomilla,tiglio, etc etc , faccio una bella tisana per cercare aiuto nel dormire meglio...
hanno/possono avere proprietà terapeutiche in questo senso le erbe? oppure è solo una tisana calda magari con un buon gusto? se ci mettiamo le pillole di zucchero di oscillococcinum !!!!! ehehe
a questo punto - mi scuso - terza domanda?
le erbe hanno/possono avere proprietà curative per piccoli disturbi? mal di testa,sonno, reflusso etc.. grazie! paolo - genova -
Adriano Esposito ha commentato...
Paolo, basta tenere a mente questo:

omeopatia = diluizioni infinitesimali e succussioni + omotossicologia

erboristeria = presenza di principio attivo + farmacologia

In pratica con la prima si usa il principio attivo diluito fino a sparire e il principio attivo usato è quello che se assunto in dosi normali provocherebbe gli stessi sintomi della tua malattia

Con la seconda invece si usa il principio attivo in dosi farmacologicamente attive e il principio attivo usato è quello che serve ad alleviare i sintomi della tua malattia

Mentre l'omeopatia è una stronzata, l'erboristeria può avere effettivamente effetti consistenti (la cicuta è erboristeria), tuttavia molti principi attivi delle piante non sono molto studiati.
Salvo Di Grazia ha commentato...
omeopatia = erboristeria ? oppure Farmacia che vende prodotti omeopatici?

L'omeopatia non ha nulla a che vedere con l'erboristeria.
I rimedi a base di erbe, contengono principi attivi ed hanno effetti ed azioni precise e misurabili, cosa che non accade con l'omeopatia che invece non contiene nulla.
Attenzione: i rimedi di erbe devono essere prescritti ed acquistati solo da persone esperte e preparate (ed autorizzate) perché, proprio per il fatto di avere un'azione, possono essere anche pericolosi.

hanno/possono avere proprietà terapeutiche in questo senso le erbe? oppure è solo una tisana calda magari con un buon gusto?

Oltre al "buon gusto", una preparazione a base di erbe (tisana, decotto, filtrato...) ha degli effetti. In genere non "potenti" (perché le quantità di principio attivo sono minime) ma esistente. Poi naturalmente si può unire l'efficacia al piacere di una tisana.

le erbe hanno/possono avere proprietà curative per piccoli disturbi? mal di testa,sonno, reflusso etc.. grazie!

Certo.
Esistono erbe potentissime ed altre meno potenti, ma tutte hanno un effetto.
Posso fare l'esempio del caffè: è alla fine un decotto di derivato erboristico in piccola quantità...eppure ha un effetto evidentissimo.

Saluti.
Roberto Badalamenti ha commentato...
salve...
ritengo l'articolo molto interessante e illuminante...
nell'articolo però si fa spesso riferimento alla figura del farmacista che spesso consiglia l'oscillococcinum come rimedio o preventivo per l'influenza...
ecco vorrei dire con forza che non è sempre così...
sono un farmacista che non crede all'omeopatia e che la ritiene solo un affare per chi produce e spaccia acqua fresca per rimedi farmacologici...
e nella mia professione quotidiana cerco sempre di consigliare i miei clienti in tal senso
Roberto
ROBERTO G ha commentato...
Fidavi allora della medicina tradizionalista...
fate i vaccini influenzali...tanto stramente in tanti stati europei sono stati ritirati mentre in italia vengono consigliati...
fati i vaccini ai bambini...vaccinateli a malattie che non possono prendere...e poi domandatevi come mai vostro figlio ha crisi epilettiche..disturbi di intelligenza..informatevi prima di fare i vaccini! fatelo per voi e per le creature che vaccinate
ma prima di parlare avete davvero provato l'omeopatia oppure parlate per sentito dire?
le case farmaceutiche hanno bisogno delle malattie per vendere..se un farmaco funzionasse davvero loro non ci guadagnano sulla vendita...per loro una persona che prende un farmaco a vita è un guadagno sicuro!
guardatevi attorno, l'omeopatia non cura il "dolore" come un farmaco ma cura il motivo per cui stiamo male...un medico tradizionalista guarda solo i sintomi ma non indaga perchè state male!
ROBERTO G ha commentato...
leggo poi dei "regali" delle case fermaceutiche..
mancano cene...convegni in ogni parte con viaggi e soggiorni...
siamo onesti le case farmaceutiche comprano ...un malato per loro è un business ed un medico che pubblicizza le loro medicine è solo ulteriore guadagno
Salvo Di Grazia ha commentato...
ecco vorrei dire con forza che non è sempre così...

Lo so, per fortuna, ma molti tuoi colleghi lo fanno.
Credo che fare il proprio lavoro con coscienza sia un merito, oltre che un dovere.
Stupor Mundi 83 ha commentato...
Per ROBERTO G

Ma per piacere. La tua ignoranza è sconvolgente e pari solo alla tua presunzione di aver capito "come gira la baracca".

Non vale la pena risponderti parola per parola. Mi limito solo a ricordarti che anche per la Boiron il cliente è solo un business dato che va contro agli stessi principi dell'omeopatia pur di vendere in massa i suoi prodotti e dato che mette in commercio acqua e zucchero a prezzi mille volte più alti del normale! SVEGLIATI e smettila di vivere nel mondo degli unicorni! L'accusare a destra e a manca chi ha avuto più successo di te non coprirà il fallimento della tua vita! Buona giornata!
ROBERTO G ha commentato...

putroppo come tutti i rimedi omeopatici vengono messi a tacere poichè a differenza della medicina classica non cura i sintomi ma la causa..e non porta il malato a prendere altri farmaci..
Zucchero o non zucchero basta leggere molti forum per trovare persone che lo usano, questo come tantissimi altri rimedi omeopatici e che testimoniano la loro buon riuscita...

spiegatemi anche perchè se sono obbligatori (per fortuna non in veneto) 4 vaccini per i bimbi siamo obbligati a fare l'esavalente...?
spiegatemi anche perchè non si possono avare i bugiardini?

caro Salvo di Grazia, tu in tutto cuore firmeresti una carta ad un genitore che fa il vaccino al proprio bimbo dicendo che non ha controindicazioni ed assumendotene la responsabilità?
Salvo Di Grazia ha commentato...
tu in tutto cuore firmeresti una carta ad un genitore che fa il vaccino al proprio bimbo dicendo che non ha controindicazioni ed assumendotene la responsabilità?

Chiaramente no.
Sarebbe da incompetenti (pericolosi).
ROBERTO G ha commentato...
però sostieni che i vaccini fanno bene!

mi sembra un discorso incoerente!
Stupor Mundi 83 ha commentato...
basta leggere molti forum per trovare persone che lo usano, questo come tantissimi altri rimedi omeopatici e che testimoniano la loro buon riuscita...

A beh, se lo dicono nei forum ci hai fregato... La scienza dovrà ricredersi!

SEI RIDICOLO! Ahahahahah! :-D
Salvo Di Grazia ha commentato...
mi sembra un discorso incoerente!

No, è un discorso logico:

Se vuoi facciamo così: tu mi firmi un documento che mi garantisca che l'acqua (l'acqua normale, quella del rubinetto) non ha controindicazioni assumendotene la responsabilità.
Se entro un mese ho un qualsiasi danno riconducibile direttamente e senza alcun dubbio all'utilizzo dell'acqua mi risarcisci con metà del tuo stipendio per 10 anni.

Io in cambio ti firmo un documento con le stesse identiche condizioni ma relativo ai vaccini. Tutto firmato, pubblicamente e con presenza di un notaio.
Ci stai?
ROBERTO G ha commentato...
un blog dovrebbe essere libero e non offensivo...
qui permetti di scrivere solo quello che porta soldi..pardon acqua al tuo mulino...
e tu saresti un medico?
Stupor Mundi 83 ha commentato...
però sostieni che i vaccini fanno bene!

Studia e valuta i dati a disposizione in modo oggettivo e logico prima di far prendere aria alla bocca per niente! :-D
ROBERTO G ha commentato...
ma mettersti la metà dello stipendio che prendi dallo stato...o la metà dello stipendio delle case farmaceutiche?

c'è una bella differenza!
Adriano G. V. Esposito ha commentato...
Roberto DEVI STUDIARE! :-)
Salvo Di Grazia ha commentato...
ma mettersti la metà dello stipendio che prendi dallo stato...o la metà dello stipendio delle case farmaceutiche?

Questo tuo commento lo lascio qui, per far leggere a tutti, non solo il livello dei tuoi commenti (ne ho altri 20 nella casella spam), ma anche per farti notare che mi stai accusando di percepire soldi da aziende farmaceutiche.
Questa si chiama diffamazione ed è un reato.
Allora permettimi di darti un consiglio, colgo così l'occasione di dirlo una volta per tutte a quelli che, troppe volte, lo dimenticano (non solo qui sul mio blog):

quando commenti pubblicamente, anche se sei su internet, pensa bene a quello che scrivi.

Internet non è un pianeta extraterrestre e di fronte hai persone in carne ed ossa (ed oltretutto non si è mai anonimi) e le leggi ed i diritti valgono qui come in qualsiasi luogo del nostro paese.
Puoi criticare i fatti, le opinioni ma non puoi accusare il prossimo di un reato se questo non lo ha commesso (e devi portare le prove per affermarlo).

Io ho una pazienza enorme ma quando si esagera avverto una volta e poi procedo, capisco che spesso si sfoghino le proprie frustrazioni sul web ma in questo caso è bene contare fino a 10 prima di scrivere, perché una volta iniziata una pratica non si ferma in due minuti.

In genere tutti quelli che nei commenti insultano e diffamano, poi parlando con gli avvocati diventano degli agnellini impauriti (inutile cancellare quello che scrivi è tutto conservato, naturalmente) l'esatto opposto dei "feroci calunniatori" conosciuti sul web, ma a maggior ragione ti sto avvertendo, così da darti la possibilità di riflettere mentre scrivi ed evitarti spiacevoli inconvenienti, riassumendo: misura le parole, rifletti prima di scrivere e datti una calmata. Avvertito.

Grazie.
Stupor Mundi 83 ha commentato...
Se la descrizione delle evidenti capacità di una persone è offensivo questa persona dovrebbe farsi delle domande... :-D

qui permetti di scrivere solo quello che porta soldi..pardon acqua al tuo mulino...

Qualcuno ti ha impedito di scrivere qui?
Maria Giada Tommasi ha commentato...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Adriano G. V. Esposito ha commentato...
> facciamo anche finta che sia vero...ma poi sostieni il vaccino??? noooo, allora proprio non ci siamo!

Ma di che parli?

L'oscillococcinum non ha fondamento scientifico.

I vaccini hanno fondamento scientifico.

La differenza tra l'oscillococciunm e "il vaccino" è che il primo:

NON HA principio attivo
il principio attivo, anche se ci fosse, NON È efficace per immunizzare neanche da un colpo di tosse

Questo è quello che dice la Scienza. Poi possiamo pure parlare dei Dogon che vengono da Sirio, a me la fuffa diverte :D
Giuliano Parpaglioni ha commentato...
facciamo anche finta che sia vero...ma poi sostieni il vaccino??? noooo, allora proprio non ci siamo!

illuminaci. Che problemi ci sarebbero con il vaccino (quale?) che non siano già noti e che tutti riconosciamo?
Maria Giada Tommasi ha commentato...
Sostengo l'associazione COMILVA, hanno molto più loro da dire che me, se vi va visitate comilva.org; a parlare sono medici e tecnici del settore, con tanto di studi e casi clinici. Non sono venuta qui a insegnare niente a nessuno, né ad instaurare un lungo ed infruttuoso dibattito sui pro e i contro...ognuno crede in ciò in cui ha più fiducia, non è vero?
Salvo Di Grazia ha commentato...
hanno molto più loro da dire che me

Una volta la ritenevo un'associazione utile e corretta, da quando si sono buttati sull'autismo e sono circondati da ciarlatani che speculano sulla malattia per me valgono niente.
Diego Moschini ha commentato...
Visto che scrivi:
"In qualità di medico (e di omeopata certificato proprio da Boiron) che fa informazione volevo mettervi quindi al corrente "
In che senso sei un omeopata?
Salvo Di Grazia ha commentato...
In che senso sei un omeopata?

Ho seguito un corso on line della Boiron che mi ha "certificato" "omeopata specialista Boiron".

Legalmente non ha alcun valore come qualsiasi altro titolo da "omeopata", non esiste una specializzazione in omeopatia e qualsiasi medico può prescrivere omeopatia...
Io naturalmente non lo farei mai, rispetto l'intelligenza dei pazienti.
Adriano G. V. Esposito ha commentato...
> Io naturalmente non lo farei mai, rispetto l'intelligenza dei pazienti.

Tuttavia questo atteggiamento, del tutto onorevole tra l'altro, preclude la possibilità di usare l'effetto placebo.

Mi spiego meglio:

Ti viene un paziente che ha un forte raffreddore e ti chiede qualche farmaco. Ha un virus e non è il caso di dargli un antivirale. Potrebbe usare dei farmaci sintomatici ma bisogna sempre considerare il rapporto tra rischio e beneficio. Viceversa un placebo renderebbe questo rapporto favorevole: nessuno rischio e una piccola probabilità di benefici.

Ma come fare per dare un placebo? Si potrebbe indicare un farmaco omeopatico. Ad esempio l'oscillocoso.

Questo non sarebbe insultare l'intelligenza del paziente.

È vero però che come placebo costerebbe caro: un placebo ha un valore reale migliaia di volte più basso di quello proposto dalle aziende omeopatiche.

Quindi la domanda è: come fare per sfruttare l'effetto placebo? E a corollario è: non hai mai pensato di tenere del placebo in studio e darlo ai tuoi pazienti?
Adriano G. V. Esposito ha commentato...
> ognuno crede in ciò in cui ha più fiducia, non è vero?

No. Stiamo parlando di Scienza. Non puoi credere che l'appendicite si curi col ballo di San Vito solo perché hai fiducia che questo sia possibile. Usa il cervello!
Salvo Di Grazia ha commentato...
preclude la possibilità di usare l'effetto placebo

Prescrivere placebo è proibito se non nelle sperimentazioni ed informando il paziente (che deve dare consenso) della possibilità. Prescriverlo inoltre sarebbe deontologicamente scorretto perché stai mentendo al paziente.

come fare per sfruttare l'effetto placebo?

Ci sono mille modi per farlo ed ogni buon medico li conosce.
Io non ho mai prescritto placebo (se non in sperimentazioni) ma ne ho sfruttato l'effetto parecchie volte.

non hai mai pensato di tenere del placebo in studio e darlo ai tuoi pazienti?

No, come dicevo. Però come ho scritto puoi sempre sfruttare l'effetto (potenziandolo al massimo e spesso con successo) senza per questo mentire al paziente. Le vitamine sono uno dei "placebo" più prescritti dai medici una volta c'erano i "ricostituenti".
Adriano G. V. Esposito ha commentato...
> Prescrivere placebo è proibito

Lo ignoravo. Anzi neanche lo sospettavo...

> Ci sono mille modi per farlo ed ogni buon medico li conosce.

Parla! :D
Salvo Di Grazia ha commentato...
Parla!

Mai.

;)
Adriano G. V. Esposito ha commentato...
Mi pare giusto, sennò addio effetto placebo :D
tzimona holyeyes ha commentato...
Ho letto con attenzione questo articolo e pur non essendo una fanatica dell'omeopatia mi sono sentita offesa da tanto riduzionismo, e davvero non capisco come un medico, che per giunta, si definisce omeopata possa parlare così! Parlare di omeopatia tralasciando i principi su cui si fonda ("il simile che cura il simile") e il meccanismo d'azione (regolatore, anzichè inibitore, dell'equilibrio del nostro sistema immunitario) e puntando solo sulla sua metodica, la diluizione, significa screditarla completamente. Mi stupisco davvero che un medico omeopata faccia informazione in questo modo! Se esistesse un ordine dei medici omeopati ne sarebbe di certo espulso. Per quanto riguarda Oscillococcinum avrebbe potuto almeno citare qualche studio clinico, immagino sia a conoscenza che la Cochrane, l'organizzazione scientifica internazionale che si occupa rigorosamente della revisione di ricerche relative all'uso di farmaci e di esperimenti clinici a doppio cieco (nè il ricercatore nè il paziente sanno a chi viene somministrato il principio attivo e a chi il placebo)ha dedicato una review ad O. ed è giunta ad una conclusione favorevole, anche se con prudenza, evidenziando che i sintomi influenzali trattati con O. si sono risolti in tempi minori nel gruppo trattato rispetto a quelli che hanno ricevuto il placebo.
Per finire vorrei segnalare un'altra storia dell'oscillococcinum e dell'omeopatia in generale pubblicata da un patologo. E poi ognuno faccia le sue scelte! Saluti http://www.paolobellavite.it/files/oscillo5.pdf
Salvo Di Grazia ha commentato...
che per giunta, si definisce omeopata possa parlare così!

Non sono omeopata, sono un medico che si basa sulla medicina scientifica e non credo al paranormale, ho seguito un corso della Boiron che mi ha certificato "esperto Boiron di omeopatia", potevano farlo tutti, anche Paperino.

significa screditarla completamente.

Ma anche di più, cosa pretende, che racconti in giro che si vendono granuli di zucchero per curare le malattie? Sono un medico io, mica un imbonitore.

avrebbe potuto almeno citare qualche studio clinico

L'ho citato (anche se non servirebbero "studi" per dimostrare che una pallina di zucchero non cura l'influenza), se lei non lo ha letto non è colpa mia.

immagino sia a conoscenza che la Cochrane, [...] è giunta ad una conclusione favorevole

Nessuno studio scientifico serio (e ci mancherebbe!) ha mai concluso che quelle palline zuccherose abbiano un effetto superiore a delle...palline zuccherose, in ogni caso se copio la conclusione dell'ultima review Cochrane, dice questo:

"Our findings do not rule out the possibility that Oscillococcinum(®) could have a clinically useful treatment effect".

Devo tradurre?

E poi ognuno faccia le sue scelte!

Questo sempre.
Ma pretendere di convincere la gente che un granulo di zucchero abbia proprietà paranormali (mai dimostrate) e che riesca ad avere un'azione (mai dimostrata) così, tanto per fede cieca, non è proprio libertà di scelta è religione.
A me più che altro stupisce che ci sia ancora qualcuno che trova qualsiasi motivo o giustificazione per dare a dello zucchero dei poteri paranormali inspiegabili, è questo il vero "effetto" fenomenale dell'omeopatia.
:)

Saluti.
Salvo Di Grazia ha commentato...
A proposito dell'ultima review Cochrane, gli autori sono dell'associazione omeopatica britannica (sede in via Hahnemann!), lo dicono pure loro insomma, che vogliamo di più? Crederci è masochismo puro.
:)
Salvo Di Grazia ha commentato...
Delfitron, non ho ammesso il tuo commento perché contro le regole del blog. Se hai dubbi o domande ponile pure, ma non puoi inserire un link (che comunque conosco benissimo) di un'azienda farmaceutica (senza nemmeno commentarlo, sembra spam pubblicitario).
Grazie della comprensione.
Lily ha commentato...
Salve, ho letto il suo articolo e l'ho trovato davvero interessante, mi ci sono imbattuta perchè gli ultimi mesi mi sono ammalata di continuo e cercando un rimedio per alzare un po' le difese immunitarie ho letto dell'oscillocoso. Sono rimasta allibita, il mio medico mi cura spesso con l'omeopatia e fitoterapia (che ho quanto ho capito posso ritenere anche valida?) e sinceramente quasi mai coi risultati sperati. Ma c'è una cosa che mi domando, tutti i prodotti omeopatici sono così? O solo la boiron? Perchè sarà anche un effetto placebo ma prendo un altra pastiglia, a sto punto mi sa di zucchero, di un'altra casa farmaceutica per il mal di gola e puntualmente fa il suo effetto nel giro di uno/due giorni. Premetto che costa meno dell'oscillocoso e con una confezione ci vado avanti due/tre anni quindi un placebo "economico". Quindi tutti i rimedi omeopatici sono solo zucchero?
La fitoterapia invece ha principi attivi presenti?
Salvo Di Grazia ha commentato...
fitoterapia (che ho quanto ho capito posso ritenere anche valida?

Sì, la fitoterapia non c'entra con l'omeopatia, sfrutta le proprietà di sostanze vegetali che hanno quasi sempre un effetto (ma possono averlo anche negativo, quindi affidarsi solo a persone titolate ed esperte).

tutti i prodotti omeopatici sono così? O solo la boiron?

Esistono prodotti omeopatici spacciati per tali ma che invece non lo sono. In ogni caso basta leggere la confezione, negli ingredienti dovrebbe esserci la "diluizione" del prodotto, se questa è superiore alla 12CH (o 12C o 12K, quindi da 12 in poi, 20, 100 e così via) in quel prodotto c'è solo zucchero (o alcol), se inferiore (quindi per esempio 6CH) potrebbe esserci traccia (minima) di principio attivo.

Quindi tutti i rimedi omeopatici sono solo zucchero?

Sì, come ho scritto prima, se superiori alla 12CH non contengono il principio attivo ma solo l'eccipiente.

La fitoterapia invece ha principi attivi presenti?

Sì. Ne parlerò al più presto.
Adriano G. V. Esposito ha commentato...
Lily, ti voglio fare i miei sinceri complimenti per la tua intelligenza. Qui siamo abituati a vedere insulti per il solo fatto che parliamo della realtà scientifica dell'omeopatia.

Non sono abituato a commenti come il tuo, sono quasi commosso :D

Un saluto =)
Unknown ha commentato...
Sinceramente sto zucchero è miracoloso, considerando che ai primi sintomi di influenza e parlo di starnuti e catarro giallo , mio figlio sia sempre l'unico dell'asilo a non rimanere a casa con bronchiti febbroni. Secondo me è più una lotta verso le multinazionali. Comunque l'oscillo funziona alla grande e nn contiene zucchero ma lattosio sempre zucchero ma nn quello bianco e raffinato , sarebbe controproducente per l'azienda perderebbe clienti , es diabetici. Ho notati che molta gente, titolata e non , avolte parla senza aver provato su se stessi, ma per partito preso
Adriano G. V. Esposito ha commentato...
> Sinceramente sto zucchero è miracoloso,

No, non è lo zucchero. È la mente, il potere della suggestione e dell'autosuggestione. Il cosiddetto effetto placebo: d'altronde se ci riflettessi un attimo non ti sembrerebbe così strano. La cenestesi è mediata dal sistema nervoso, di cui fa parte anche il cervello. Se il cervello agisce sugli gli stimoli responsabili della cenestasi li può mutare.

> considerando che ai primi sintomi di influenza e parlo di starnuti e catarro giallo , mio figlio sia sempre l'unico dell'asilo a non rimanere a casa con bronchiti febbroni.

Non vorrai mica dare il merito di questa supposta immunità all'oscillocoso? Tra l'altro fai un torto anche alla fibra di tuo figlio.

> Secondo me è più una lotta verso le multinazionali.

In realtà non siamo persone che ragionano, ma agenti segreti di big pharma. Ora che hai capito la Verità dovrò eliminarti.

> Comunque l'oscillo funziona alla grande

Avresti gli stessi risultati con acqua e zucchero. Che però se ti fai in casa costa di meno.

> e nn contiene zucchero ma lattosio

Come c'è scritto nell'articolo che commenti senza averlo capito: ogni granulo contiene l'85% di saccarosio ed il 15% di lattosio (lattosio e saccarosio sono zuccheri): il 100% di zucchero.

> sempre zucchero ma nn quello bianco e raffinato ,

Che ha un nome: saccarosio.

> sarebbe controproducente per l'azienda perderebbe clienti , es diabetici.

Stai delirando: i diabetici devono stare attenti all'oscillocoso, poiché contiene zucchero. Devono assolutamente chiedere al loro diabetista se possono assumerlo, come e quanto.

> Ho notati che molta gente, titolata e non , avolte parla senza aver provato su se stessi, ma per partito preso

Stai delirando. Ci mancherebbe che per parlare di scopolamina o eroina dovessimo provarle su noi stessi AHHAHAAHHAHAHAHAHAH

Addio.
Adriano G. V. Esposito ha commentato...
Scusate ho scritto una volta cenestesi e una volta cenestasi. Come l'autore del dotto commento a favore dell'oscillocoso sa, la parola giusta è cenestesi.
Mari ha commentato...
Io mi curo ormai da anni con l'oscillococcinum, meglio noto come lisato batterico derivato dal fegato e dal cuore dell'anatra. Usato come prevenzione dell'influenza e vaccino naturale ( una volta a settimana, dall'inizio dell'autunno fino alla fine) è davvero efficace. Ovvio che se usato durante l'influenza conclamata in stato avanzato, tale medicinale omeopatico ha poco effetto.Nelle confezioni omeopatiche il principio attivo spesso è celato ma questo non vuol dire che il prodotto sia "fake". C'è una guerra atavica delle case farmaucetiche contro l'omeopatia ormai risaputa. Io lo consiglio vivamente a tutti, senza ombra di dubbio. Questo post è solo un tentativo di "terrorismo" mediatico fine a sè stesso. Se la gente cominciasse a fidarsi di più di rimedi naturali piuttosto che quelli chimici, le case farmaceutiche chiuderebbero i battenti. Sicuramente non parlo per quelle medicine indispensabili in casi di gravi malattie..ma per prevenire l'influenza c'è gente che si imbottisce di paracetamolo, aspirina, e sostanze tossiche simili. Diffidate gente.
Salvo Di Grazia ha commentato...
Nelle confezioni omeopatiche il principio attivo spesso è celato ma questo non vuol dire che il prodotto sia "fake"

Celato? Cioè vendono prodotti con ingredienti segreti? Denunciamoli!

C'è una guerra atavica delle case farmaucetiche contro l'omeopatia ormai risaputa.

Ma perché, l'omeopatia chi la produce, un mastro birraio o delle case farmaceutiche?

Se la gente cominciasse a fidarsi di più di rimedi naturali piuttosto che quelli chimici

Naturali? Chimici? Ma sai di cosa stiamo parlando?
Dimmi che differenza c'è tra una compressa di aspirina ed una di oscillococcinum, spiegami perché uno sarebbe "chimico" e l'altro "naturale". Grazie.

per prevenire l'influenza c'è gente che si imbottisce di paracetamolo, aspirina, e sostanze tossiche simili

Sono degli idioti, visto che nessuno dei prodotti che hai elencato serve a "prevenire l'influenza". Ma tu pensa però che c'è anche chi compra a peso d'oro palline di zucchero convinto che curino le malattie. Il mondo è pieno di gente condizionata dalla pubblicità e soggiogata da industrie senza scrupoli. Siamo rovinati.
Adriano G. V. Esposito ha commentato...
> meglio noto come lisato batterico derivato dal fegato e dal cuore dell'anatra.

Non è un lisato batterico eh.
Alessandro ha commentato...
L'omeopatia risolve un grande problema che hanno i medici. La possibilità di assegnare ai pazienti un placebo degno di questo nome.

L'Omeopatia è un "rimedio ufficiale", "molti dicono che funziona".

Inoltre il suo prezzo per scatola ne aumenta la sua efficacia. Se l'ho pagato tanto dovrà pur far qualcosa.

Senza l'Omeopatia i medici incalzati dai pazienti sarebbero costretti ad assegnare medicinali anche quando non servono con pensanti conseguenza sulla salute degli stessi.
Silvia ha commentato...
Parlando dello studio Cochrane a cui si appigliano tanto i fan dell'Oscillocoso, mi rammarica sapere che la gente che evidentemente non capisce una parola di inglese possa completamente storpiare le parole e significati per portare acqua al proprio mulino

Ho letto su molti siti nominare questo studio come prova che l'Oscillopincopallo funziona. Per esempio qui:
http://www.eurosalus.com/omeopatia-ricerca/oscillococcinum-influenza-e-salute
dove si dice " In questo modo i risultati sono decisamente favorevoli ad Oscillococcinum stesso."

Ebbene, lo studio dice cose ben diverse. Mi permetto di copiarlo parola per parola perché mi rendo sempre più conto che tutti quelli che lo citano a favore dell'omeopatia non si sono dati la briga di leggerlo.


There was no evidence that homoeopathic treatment can prevent influenza-like syndrome (relative risk (RR) 0.64, 95% confidence interval (CI) 0.28 to 1.43). Oscillococcinum treatment reduced the length of influenza illness by 0.28 days (95% CI 0.50 to 0.06). Oscillococcinum also increased the chances that a patient considered treatment to be effective (RR 1.08; 95% CI 1.17 to 1.00).


Traducendo e riassumendo, lo studio dice che
1) NON VI SONO PROVE CHE L'OSCILLOPINCOPALLO POSSA PREVENIRE L'INFLUENZA

2) IL RISULTATO PIU' SIGNIFICATIVO SECONDO GLI AUTORI E' CHE I PAZIENTI ERANO CONVINTI CHE L'OSCILLOCOCCINUM STESSE FUNZIONANDO (attenzione, non dice che il rimedio omeopatico stava dando dimostrazione di efficacia, ma che i pazienti lo credevano!)

3) LA DURATA DELL'INFLUENZA ERA IN MEDIA 8 ORE INFERIORE CON L'OSCILLOPINCOPALLO. Sarei curiosa di sapere come si fa determinare l'ora esatta in cui finisce l'influenza, che parametro hanno usato? L'ultima febbre? L'ultima volta che si sono soffiati il naso? Ma questa e' solo una mia curiosità.....

Vorrei aggiungere una piccola osservazione personale. Non sono a favore di chi decide di bombardarsi di antinfiammatori vari per ridurre i sintomi dell'influenza nella speranza che questa passi prima. L'infiammazione e' uno dei mezzi che il corpo ha per combattere i virus, pertanto nei limiti della sopportazione dei sintomi e del grado di severità degli stessi, se uno non prendesse troppi antipiretici probabilmente guarirebbe prima. (Ecco una referenza presa a caso a supporto di questa osservazione http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/11130213).

Che forse l'omeopatia faccia durare l'influenza otto ore in meno perché non fa nulla di sostanziale??

mary ha commentato...
Assurdo questo articolo...sono 4 anni che curo la mia famiglia con questo farmaco omeopatico e sono 4 anni che nessuno di noi ha contratto sindromi influenzali o altro... Ma come al solito le chiacchiere e le bugie sull' omeopatia continuano anche da chi si spaccia medico omeopata e forse non conosce nulla di questa materia... Continuate a intossicar i e a fare arricchire le case farmaceutiche che fanno pubblicare questi articoli per screditare l'omeopatia per un giro di miliardi.... Sono vent'anni che io è la mia famiglia ci curiamo omeopatica mente e stiamo tutti bene ... Ricorriamo alla medicina tradizionale sono in caso estremi
Salvo Di Grazia ha commentato...
sono 4 anni che nessuno di noi ha contratto sindromi influenzali o altro

Pensa a come siamo condizionabili noi umani, compri a 1000 euro al kg. delle palline di zucchero e ti hanno convinto del loro potere curativo. Sei una vittima della pubblicità delle multinazionali.

Continuate a intossicar i e a fare arricchire le case farmaceutiche

Pensa a chi fa arricchire le case farmaceutiche che vendono zuccherini a peso d'oro raccontando che servono a curare la salute...
:)

Ricorriamo alla medicina tradizionale sono in caso estremi

Che è esattamente quello che si dovrebbe fare sempre (e che faccio pure io e non spendo un euro), senza comprare caramelle di zucchero pensando siano queste a farci stare bene. Un'alternativa economica può essere pensare che lo spazzolino che usiamo ogni mattina abbia poteri paranormali e che è suo il merito del nostro ottimo stato di salute, provaci...
:)
Giuliano Parpaglioni ha commentato...
anche io non sto male da anni. Solo che non ho mai preso uno zuccherino omeopatico. Forse ha ragione Salvo sullo spazzolino.
aaaaa ha commentato...
ma non so che dire, è una guerra di chi è a favore e di chi contro. io l'ho usata l'omeopatia e per alcune cose l'ho trovata efficace( dermatiti, influenza e altro) per esempio io ho usato proprio un rimedio omeopatico alla 30ch per prevenire l'influenza, e devo dire non mi sono ammalato di influenza, io che in genere l'ho sempre presa diverse volte all'anno, l'anno che ho fatto prevenzione con l'omeopatia l'influenza non l'ho presa. ho anche utilizzato il vaccino della medicina ufficiale, ed ha funzionato con me i primi 2 anni mi pare. dal terzo in poi ho cominciato a riprendere le influenze, e ciò mi ha fatto abbandonare la strada dei vaccini antiinfluenzali, passando prima alla fitoterapia e poi all'omeopatia. da quando, da qualche anno, mi curo con l'omeopatia influenze non ne ho più prese. l'anno scorso, non sono stato costante nell'assunzione del vaccino omeopatico contro l'influenza, e infatti qualche forma di influenza, non grave, l'ho presa
Giuliano Parpaglioni ha commentato...
influenza diagnosticata come?
Perché l'influenza è una malattia data da Orthomyxovirus, una patologia ben precisa, e a quella si rivolgono i vaccini. Le sindromi parainfluenzali (sintomi simili, agenti patogeni Paramyxovirus) non sono coperte dal vaccino perché ovviamente questi virus sono diversi.
Infine, le cosiddette "influenze intestinali" non sono date da virus influenzale (Orthomyxovirus), ma altri tipi di patogeni batterici o virali, anch'essi non coperti dal vaccino: Orthomyxovirus dà un raffreddore, una laringite, in casi gravi una polmonite, non diarrea.

"non mi sono ammalato" è diverso da "non ho preso l'influenza"
Carlotta De Longhi ha commentato...
Salve a tutti, è la prima volta che commento anche se bazzico nel blog da lungo tempo. Innanzitutto grazie dottor Di Grazia per aver dato una risposta a tutti i dubbi che avevo riguardo all'omeopatia e per avermi dato la conferma che sia tutta una bufala, come già immaginavo. Ho una domanda: mia madre anni fa aveva portato me e i miei fratelli da una "omeopata" (che è pure iscritta all'Albo dei medici, ho verificato) che, oltre ad usare una specie di taser che riusciva a smascherare intolleranze e parassiti vari (a sentir lei), ci ha propinato pure un rimedio per prevenire l'influenza. Si chiamava Anascoccinum e dalla descrizione sembra identico all'Oscillococcinum, anche se il primo pare contenere qualche ingrediente in più e costare meno. Mi dà conferma che sono la stessa cosa?
Salvo Di Grazia ha commentato...
oltre ad usare una specie di taser che riusciva a smascherare intolleranze e parassiti vari (a sentir lei)

Probabilmente si trattava dello "Zapper" di Hulda Clark, una ciarlatana americana ormai deceduta.

Si chiamava Anascoccinum e dalla descrizione sembra identico all'Oscillococcinum, anche se il primo pare contenere qualche ingrediente in più e costare meno. Mi dà conferma che sono la stessa cosa?

Molte aziende hanno provato a sottrarre una fetta di mercato all'Oscillococcinum ed hanno commercializzato prodotti simili, questo in particolare è Oscillococcinum con l'aggiunta di estratti di erbe con diluizioni ponderali (cioè vi è una piccola quantità di principio attivo). Nessuna efficacia dimostrata per influenza e simili, è un integratore alimentare.
Saluti!
Carlotta De Longhi ha commentato...
Grazie mille per la risposta!
A presto!
White ha commentato...
Casualmente io quest'anno ho ricevuto un campione omaggio di Oscillocoso, e siccome eravamo in pieno periodo influenzale (ed ancora non avevo alcun sintomo pre-influenzale) ho pensato: "mah, proviamolo! Tanto controindicazioni non ne ha..."
Una settimana dopo avevo la peggiore influenza degli ultimi 20 anni, durata 2 settimane, record assoluto per me!

A pensare male uno direbbe che è stato provocato dalla "medicina omeopatica"!! XD
A pensare con un pò di cervello forse uno capirebbe che 'sto Oscillo-coso forse non previene nè cura un tubo...

Ad ogni modo, chi dice che funziona per sè e per la sua famiglia gli dico "buon per voi", ed ovviamente buon per le case farmaceutiche e per i medici che le consigliano!
Robyvr ha commentato...
Quella dei farmacisti è la più odiosa delle lobby. Personalmente li odio, speculano e fanno i miliardi a palate sulla salute della gente e propongono prodotti ingannevoli come l' oscillococcinum e altre cazzate.
In un paese civile qualcuno dovrebbe prendere provvedimenti seri contro i farmacisti.
Adriano G. V. Esposito ha commentato...
Non esageriamo. L'omeopatia è legale. Medici, infermieri, produttori, prendono tutti in giro il paziente. Forse giusto i medici non ci guadagnano direttamente.
francesco rullo ha commentato...
mi chiedo se l'inefficacia a causa della totale assenza del principio attivo si riferisce solo a soluzioni superiori a 12 CH oppure anche ad altre inferiori come al 2 DH.Mio figlio di 1 anno quando presenta un malessere anzichè usare paracetamolo la pediatra consiglia un prodotto omotossicologico contenenti principi attivi diluiti al DH.
Salvo Di Grazia ha commentato...
Nelle diluizioni indicate come DH, c'è "più" principio attivo perché le CH sono centesimali (ovvero si diluisce una parte su 100), le DH decimali (si diluisce una parte su 10).

Naturalmente, anche per le decimali (quindi le DH) dalla 24ma in poi non vi sarà più traccia di principio attivo, una 2DH contiene una piccolissima ma presente quantità di sostanza.
Adriano G. V. Esposito ha commentato...
> una 2DH contiene una piccolissima ma presente quantità di sostanza.

Salvo, si può dire che, prendendo come riferimento i prodotti presenti sul mercato italiano, anche questa diluizione non ha effetto farmacologico? Mi rendo conto che ogni principio attivo va considerato a sé ma è anche vero che non ci sono infiniti prodotti con questa diluizione...

Grazie.
«primi precedenti   commenti 1 – 200 di 261   ultimi successivi»
Posta un commento
Nel blog non sono ammessi commenti anonimi, quindi per commentare è necessario utilizzare un profilo Blogger oppure OpenID.
La piattaforma Blogger permette all'autore di un commento di cancellare il proprio messaggio ma non di modificare il suo contenuto.
Come regola generale qui è gradita l'educazione, si chiede di mantenere un atteggiamento civile e costruttivo, nonché di impegnarsi ad agire con totale rispetto ed onestà sia verso l'amministratore del blog che verso gli altri utenti, pubblicando messaggi che contengano informazioni corrette e veritiere.
Le regole specifiche di questo blog sono elencate qui: prima di inviare un commento gli utenti sono invitati a leggerle e quindi a rispettarle, pena la cancellazione dei messaggi e nei casi più gravi il ban definitivo dal blog. Buona lettura e grazie della visita.
 
Powered By Blogger