venerdì 17 luglio 2009

L'alleanza dell'ignoranza

Uno degli articoli che hanno suscitato maggiore indignazione, tra quelli pubblicati in questo blog, è stato quello riguardante il pietoso caso di Aysha.
Una donna colpita da recidiva di tumore mammario, rinuncia ad ogni terapia per affidarsi ai folli ed inutili consigli di un gruppo di utenti improvvisatisi ed autoproclamatisi "naturopati" e che frequentano un forum dove si scambiano opinioni ed attendono lo sprovveduto di turno per giocare al "piccolo medico".

Un gioco pericolosissimo. Si tratta di persone senza nessun titolo legale per svolgere l'attività medica ed a quanto si legge, non hanno nemmeno le minime conoscenze, almeno per evitare i danni derivanti dalle loro farneticazioni.

Per esempio, scrive sul forum una persona cardiopatica, gravemente, cardiopatica (ha avuto una fibrillazione atriale) tanto da aver avuto bisogno di cardioversione (la defibrillazione) ed essere stato ricoverato in terapia intensiva. Il forumista chiede consigli ai sedicenti "naturopati" i quali si avventano con le solite "ricette" a vanvera, inutili e consigliate senza un minimo ritegno...:

Vitamina E: da 800 UI a 2.000-5.000 UI

Vitamina B3 (Niacinamide): da 300mg a 1-5 g.

Colina da 100 mg a 2-5 g

Lisina da 2.000 mg a 6-10 gr

Prolina da 500 mg a 2-3 gr

Carnitina da 333 mg a 1-5 gr

Zinco da 0.5 mg a 50-100 mg

Magnesio da 500 mg a 1-2 gr

Rame da 0.5 mg a 1,5-2 mg

Co Q10 da 100 mg a 300-500 mg

Polifenoli del te verde da 1 g a 1-5 g

Ma i "naturopati" non si fermano alla già pericolosa prescrizione, volano alto, il lettore chiede se i betabloccanti che assume "possano interferire con la dieta consigliata" (da notare, il ragionamento assurdo, si chiede se siano dannosi i betabloccanti...non quella poltiglia di sostanze):

i betabloccanti possono interferire con la dieta? danno effetti collaterali? o sono innocui ?

Il capo naturopata risponde:

Altroché se danno effetti collaterali! Simoncini mi ha segnalato anche cancro ai polmoni e all'intestino. Ricordati che tutti i farmaci contenenti molecole non esistenti in natura sono dannosi.

Consiglia cioè ad un cardiopatico, di sospendere i betabloccanti (che in certi cardiopatici sono praticamente SALVAVITA, aiutano a regolare il ritmo cardiaco). Un paziente con un episodio di fibrillazione atriale DEVE assumere betabloccanti o rischia la vita.
Ci sono parole per definire follie del genere?

Qualcuno, nel caso di Aysha, disse che chi è causa del suo male, necessariamente segue un destino crudele, oggi il livello culturale medio è sicuramente più elevato in tutti gli strati della popolazione per "perdonare" l'ingenuo che cade in certe trappole.

Io sono molto meno cinico. Non siamo tutti pronti a distinguere il buono dal cattivo e non abbiamo tutti la stessa cultura, aggiungiamo anche la paura, a volte la disperazione di chi è affetto da cancro o di chi ha una persona cara vittima della malattia. Il baratro è ad un passo e secondo me più della malattia (che alla fine fa parte della storia dell'essere umano) è molto più umiliante e disumano cadere nel baratro dell'imbroglio, sapere che un tuo simile si è approfittato di te, per i suoi scopi.

Quel forum esiste ancora e come sempre, lì dentro si continua a giocare a fare il medico ed a dispensare consigli sulla salute, terapie, sconsigliare cure e medici, prescrivere sostanze dagli effetti anche nocivi.


Non si tratta di consigli al volo, banali, tra amici, si tratta di vere e proprie prescrizioni, come abbiamo visto:

Oltre alla C orale, fai degli aerosol con acqua e ascorbato di sodio al 3-5%.

Terapia OS: 1 bicchiere monouso (= a 4 bicchierini) di ACI + taurina come prima dose; poi continuare con 3/4 bicchierini da caffè al giorno; per un tempo totale di 5/6 giorni.
Sensazione personale è che se il "patron" del forum sa quello che fa (non come medico...ma come gestore del forum che ha anche scopi politici e complottisti) e gioca a fare il piccolo medico con i suoi adepti, recitando la parte del guru, la maggioranza di chi partecipa al forum è semplicemente ignorante. Non ha la minima concezione di cosa sia il corpo umano e di cosa sia una sostanza assunta. Crede di averlo capito però.
E si sa, l'ignoranza è pericolosissima...

Sentite che "esperienze" fanno i partecipanti al forum:
Sabato ore 14 iniziato digiuno e preso 20 grammi di solfato di magnesio
(chiamati anche "sali inglesi, sono purganti, ndr)
-Ore 18 preso altri 20 grammi dei sali ........stesso effetto anche se praticamente non c'era più nulla da.......
-Ore 21,30 preparato miscuglio con 75mL di olio di oliva e 100mL di succo di pompelmo rosa il tutto shakerato per benino, bevuto l'intruglio e sdraiato a
letto come da istruzioni del libro.

La notte è trascorsa tranquilla tanto non c'era più la preoccupazione di dover andare al bagno perché quello che c'era da fare era gia stato fatto.
-Mattino della domenica ore 8 altra dose di sali inglesi.
-Ore 11 altra dose sali inglesi.
-Rotto digiuno alle 14 con cibo leggero.
L'effetto è quello di depurare il fegato ed espellere eventuali calcoli senza incorrere in dolori, non so cosa sia successo ma alla fine si sta di un bene che non vi dico.

In pratica questa persona ha digiunato, ha rischiato la disidratazione perchè voleva "espellere i calcoli del fegato", i "calcoli epatici" sono (o si presume siano, interpretando quello che voleva dire questa persona) dei calcoli "biliari", contenuti nella cistifellea e questo genio si sta disidratando perchè pensa che andando di corpo possa espellere i calcoli...fino a quando insisterà?

Ma fino a quando si gioca con la propria pelle, amen, ognuno risponda delle proprie azioni, se uno è duro più di un mulo forse deve prima battere la testa e solo dopo capirà che il pavimento è duro.
Il delitto comincia quando qualcuno dice di poterti curare non avendone nè titoli nè competenze, lì stai giocando con la pelle degli altri.
Aysha è caduta sotto i "consigli" di queste persone.
Chissà a quanti è successo e non lo sapremo mai. Di una persona però sappiamo qualcosa.
Il suo nick è lesath14.

Il thread è questo.

E' una donna sulla cinquantina, operata per carcinoma mammario e dissezione ascellare. L'esame istologico parlava di lesione totalmente asportata (margini della resezione indenni), nota a sfavore, c'era un'infiltrazione dei vasi, del linfonodi e dei nervi. Molto delicata quindi, la sua situazione. Dopo l'intervento le viene proposta la chemioterapia, la radioterapia e la terapia antiestrogenica (utile in certi casi di tumore mammario).

Lei rifiuta tutto e si affida ai naturopati, di quel forum.
La solita, drammatica trafila di consigli assurdi ed inutili, una gara a chi la spara più grossa. Sembra quasi che non costi nulla dire qualsiasi cosa ad una donna malata di tumore, il primo che passa ha la soluzione pronta, ma il primo consiglio è del padrone del sito:

Telefona subito a Simoncini; da domani lo trovi. Poi facci sapere cosa ti dirà. Prendi vit. C al limite della tua tolleranza intestinale. Prendi il tartufo composto.

Eccolo, Simoncini ed il tartufo. Alla fine la donna non va da Simoncini ma da Nacci (ne ho parlato in un altro articolo, è l'alternativo che consiglia superdosi di vitamine).

Il male avanza, iniziano alcune metastasi ossee che negli esami precedenti non c'erano.
Continua la sfilza di consigli a casaccio:

-vit. C a T.I.-3 cucchiai x 3 volte al giorno di sciroppo di aloe (prima dei pasti e a stomaco vuoto)-2 o 3 tazza di tisana di Essiac al giorno

-L'aloe è FONDAMENTALE.

La famiglia della donna non la appoggia, ma i "naturopati" contano più della famiglia, così si adoperano per "aiutarla":

Lei per il momento non ha nemmeno l'appoggio del marito, nè di altri familiari, in questa sua scelta, quindi dovrà procedere assolutamente da sola e noi dovremo fare in modo che non incappi in crisi respiratorie o similari, altrimenti non potrà farcela...


Si spinge per il bicarbonato di sodio, serve qualcuno che inserisca un catetere per le iniezioni di bicarbonato, non è una cosa facile...come rimediare?

Io le ho suggerito di farsi impiantare (con la finta motivazione di arrendersi alle terapie ufficiali) un porth in succlavia - come lo portava Elena ed anche il dott. Lombardo, in modo da poter eseguire da sè le EV senza dover dipendere da nessuno.

Ma sì, diciamo una bugia, qualcuno in ospedale il catetere lo metterà...cosa possiamo consigliarle ancora?

-A questo punto le consiglierei anche la terapia di Puccio, senza però fermarmi alle quantità di ascorbato di potassio e di NAC in essa previste, ma procederei anche con ascorbato di sodio EV ed almeno 3-5 g. di NAC al giorno.Selenio, germanio aggiunto al frullato di aloe, e graviola; Essiac in compresse.Coenzima Q10

-Le ho detto di aumentare almeno a 5 al giorno le mandorle amare.

...e poi il consiglio decisivo, il TARTUFO:

Siamo riusciti a procurarle il tartufo composto. 10 boccette, un ciclo più che abbondante...

Qualche lezione di fisiologia di alto livello:

No! Le metastasi NON si diffondono tramite i vasi sanguigni, bensì attraverso le vie linfatiche o il tessuto connettivo. L'Angiogenesi NON è l'espansione del tumore bensì un "rifornimento" aggiuntivo di sangue alle cellule malate (fungate) che consumando di più di quelle sane si creano vasi sanguigni supplementari per rifornirsi di ossigeno.

Però, in effetti, sembra andare meglio, almeno così dice nel forum, una donna che lo gestisce:

abbiamo raccolto informazioni che definirei confortanti: esiste una rarefazione, certamente, ma il danno concreto è limitato alla testa del femore;

Si sente tranquilla e dorme bene, al contrario di prima.

Anche la donna, dice che in fondo va meglio, dopo un esame densitometrico alle ossa...:

ebbene le m......si si sono sparse come zucchero a velo...senza andare molto in profondita'..e vai!!!!


Cioè ne ha molte di più...ma glielo hanno detto? Non si evince dalla discussione...

Si evince però il grande genio del "capo" dei naturopati, che dice la sua (lui è quello della ricotta sul tumore di Aysha, ricordate?):

visto che le lesioni non sono profonde, si potrebbe aspettare un po' e vedere se scompaiono. Per le ossa prendi Simphytum 5 CH, un granulo 2 volte al dì per 40 giorni.


Capito? Dai, sono piccoline, magari vanno via...nel frattempo ti prescrivo una curetta omeopatica, tanto male non fa anche se io non potrei farlo perchè non sono medico...ma tanto...

La donna viene convinta a rivolgersi a Simoncini che le consiglia il solito iter dei cateteri per iniziare il bicarbonato e contemporaneamente un intervento chirurgico. Gli altri utenti del forum continuano con i consigli, per esempio, massaggi con olio di ricino sui linfonodi ingrossati, si dice facciano miracoli...

Ed eccoci al momento di tirare le somme, la donna effettua una PET. A detta della moderatrice del forum i risultati sono eccezionali, probabilmente per merito del tartufo...:

Il tartufo composto, anche senza la coadiuvazione del BCS, ha agito;specificatamente sulle metastasi ossee.

Evvai!
Il tartufo ce l'ha fatta, secondo una dei "naturopati", specie sulle ossa...
Ma c'è poco da ridere...dovrò capire prima o poi, se questa gente è solo ignorante (eufemismo, perchè se sei ignorante, non ti metti a fare il medico, o fallo per te, non per gli altri (rubandogli la salute) o se quello che fa è frutto di malafede.
Nel forum vengono ricopiati i due risultati delle PET. La piccola dottoressa moderatrice del forum, giunge ad una conclusione geniale e dimostrazione della sua altissima preparazione medica: confrontando i due referti, quello che è scritto nel primo non corrisponde a quello che è scritto nel secondo. Sembra una bambina innocente, poverina, lei fa diagnosi di cancro confrontando le due PET, se nella seconda non ci sono scritte le stesse cose della prima, ma allora va molto meglio!
Da questo lei deduce che ci sia un miglioramento e canta pure vittoria, grande tartufo e grande bicarbonato...
Il quadro è desolante e non sto qui a ricopiarvi tutti i referti, sono lunghi, ma un passo è dirimente:

1° REFERTO PET (27/02/09): [...] Si rilevano infine estesi ed intensi anomali accumuli di pertinenza scheletrica a livello dell'ala iliaca e della sincondrosi sacro-iliaca destra, del sacro, dell'acetabolo destro e dell'ischio omolaterale. [...]

2° REFERTO PET (29/05/09) [...] L'indagine PET evidenzia aree di iperaccumulo del tracciante a livello [...] e del bacino.
Il genio della medicina evidenzia tutti i termini della prima PET (ala iliaca, sincondrosi sacro-iliaca, sacro...)...e dice:

Le segnalazioni evidenziate nella prima PET non compaiono nella seconda. Chiaro segno di scomparsa di ogni anomala attività in quel determinato distretto.

Spiego io che faccio questo lavoro da 13 anni, una cosa alla naturopata del piffero: l'ala iliaca, la sincondrosi sacro-iliaca destra, il sacro, l'acetabolo destro e l'ischio omolaterale, sono tutte ossa che compongono il BACINO (vedi qui). Non compaiono citate nella seconda PET semplicemente perchè il refertatore ha racchiuso tutto nel termine bacino. E' come se in un referto leggi "lesione di omero ed ulna" ed in un altro "lesione delle ossa del braccio"! E le considerassi due cose differenti, è la stessa cosa! Deprimente quello che traspare da tutto questo. Ed ogni tanto in quel forum, c'è gente che chiede consigli per la salute, per i propri figli, le proprie madri. Che vergogna...
Tornando al caso, la situazione della donna è purtroppo pesantemente aggravata.
Io non aggiungo altro.
Conservo tutti i post ed il thread in questione, a scanso di equivoci ed a disposizione di tutti. Non li ho solo salvati, li ho freezati, in caso i nostri naturopati vogliano fare scomparire le tracce del loro delirio (come successo nel caso di Aysha).
Inutili i commenti del tipo "ma non si può fare nulla per fermarli?", perchè qui non facciamo processi, qui si commenta la profonda ignoranza (presupponendo la buonafede) di chi gioca a fare il medico e la profonda ingenuità di tantissima gente che si affida a questi individui.
Chi vuole aggiungere qualcosa lo faccia nei commenti.
Alla prossima.


Aggiornamento (17/07/09): leggo in questo momento che la donna si sta sottoponendo ad intervento chirurgico ed inserimento di catetere per seguire le "cure" di Simoncini.

Aggiornamento (19/10/2010): lesath, a quanto riportato nel forum "naturopata", è deceduta il 12 settembre 2010.

543 commenti:

  1. Secondo me gli estremi per una denuncia ci sono...

    RispondiElimina
  2. È a dir poco osceno...

    Io mi ritrovo ad avere una madre che si sta facendo "curare" da Simoncini e non riesco neanche a convincerla a smettere (tanto le chemio non le continua lo stesso, mi risponde...).

    Bisognerebbe eliminarli fisicamente, magari con un bel tumore, così si convincono che non funziona... Scherzo, ovviamente!

    RispondiElimina
  3. WeWee, giuro che leggendo l'articolo mi sono venuti i brividi. Dopo è subentrata la rabbia. Spero che prima o poi questi facciano la fine che si meritano.

    RispondiElimina
  4. Scusa Wewee, ma io sono cinico. La selezione naturale continua. Cmq concordo con Cesco. Salva tutto, quando la tipa morirà ne vedremo delle belle.

    RispondiElimina
  5. Io, spero proprio che la signora cambi idea il prima possibile.

    RispondiElimina
  6. Agghiacciante. Tutto: la malafede, l'ignoranza, la drammaticità del caso.
    Non riesco ad abituarmi all'idea che, chissà per quali fini un uomo possa vivere in questo modo sulla pelle altrui.

    RispondiElimina
  7. Weewee, come markogts pure io sono cinico.
    In quasi un decennio tra CRI e PC ho imparato una cosa fondamentale: non puoi salvarli tutti.

    Saluti
    Michele

    RispondiElimina
  8. Gli estremi per una denuncia non lo so, ma quelli per un esposto alla magistratura credo proprio di sì. In questo caso, è il magistrato che decide, sulla base di ciò che sa e di ciò che scopre, il da farsi. A cominciare, probabilmente, dalla chiusura del sito.

    RispondiElimina
  9. Vedo che c'è un'altro riccardo che ha scritto prima di me . Non sono io .

    Allora, io farò qui solo un intervento , cercherò di farlo con moderazione ed educazione . Ti prego wewe di non cancellarlo , almeno per giustizia verso una persona che non c'è più . Quello che dico può essere confermato da altre tue conoscenze con le quali so che hai contatti frequenti .

    In quel forum sono dei matti , questo gia lo sapevo e se tu wewe puoi far qualcosa per farli smettere fallo pure , quanto meno farli smettere di fare prescrizioni dal momento che non ne hanno competenze .

    Detto questo voglio dirti e voglio dire a tutti i lettori dell'articolo, che Aysha ...anzi alessandra era una mia carissima amica ... io ho preso la nave per andare al suo funerale .

    Vorrei che non la si strumentalizzasse e non venissero raccontate bugie sul suo conto . So che se le hai dette wewe , le hai dette in buona fede, però attenzione a fare affermazioni che NON corrispondono alla realtà .

    Alessandra o aysha come la chiami tu non è assolutamente vero che si è affidata completamente ai naturopati rifiutando qualsiasi cura ...diciamo allopatica . Ahysha per la sua malattia ha fatto e tollerato 26 cicli di chemioterapia !!! Poi ovviamente e nel frattempo prendeva anche altri integratori naturali, ma lei se le dicevano di fare la chemio la faceva e l'ha fatta fino alla fine !!!

    Io ospitavo aysha a casa mia quando veniva all'IEO di Milano e nell'ultimo anno ci veniva una volta al mese .

    Aysha non rispondeva alla terapia sperimentale iniziata all'IEO di Milano così dopo una serie di cicli è stata invitata a proseguire con altre cure al suo paese di orgine (praticamente esclusa dalla sperimentazione perchè non rispondeva (e forse perchè - questo lo aggiungo io. ma lo pensava pure lei) avrebbe contribuito a guastare le statistiche di quella sperimentazione .

    Morì dopo poco .

    Ti rinnovo l'invito a non cancellare questo post ... tutto quello che ho detto è la più sacrosanta verità .

    Conosco bene anche il marito se fosse il caso .

    Per cui ti chiedo il rispetto di questa persona e la non strumentalizzazione del caso .

    Ciao a tutti

    RispondiElimina
  10. Mi ricollego alla storia del paziente cardiopatico a cui Mondini consiglia di sospendere i betabloccanti...scrive una persona affetta da trombocitemia per chiedere se esistono cure alternative per abbassare il numero di piastrine (che,dice,sono arrivate a 1.800.000)e il luminare le chiede che bisogno c'è di abbassarle,e le dice che anche se sono troppe,con l'integrazione da lui consigliata non daranno fastidio...allucinante...non si rende minimamente conto dei rischi enormi che fa correre alle persone dispensando in modo criminale i suoi consigli senza senso...

    RispondiElimina
  11. @Riccardo amico di Aysha

    Cerca, se puoi, di portare al marito di Aysha e ai suoi familiari la mia vicinanza e la mia solidarietà, per quel che può servire

    Purtroppo tanti tumori sono incurabili e poco curabili: siamo impotenti. Come tutte le scienze, anche la medicina non ha tutte le risposte.
    Per questo ce la prendiamo con chi illude le persone. Speculare sulle persone che soffrono è ignominioso.

    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  12. Ciao Ricky,

    mi dispiace, questa non te la passo:

    (e forse perchè - questo lo aggiungo io. ma lo pensava pure lei) avrebbe contribuito a guastare le statistiche di quella sperimentazione .

    Dovresti ormai aver capito che non ha senso manipolare i dati di una sperimentazione (salvo per i truffatori che ben conosciamo).

    Se si assume che un farmaco possa non funzionare, ma lo si vuol mettere ugualmente in commercio, basta vendere acqua colorata spacciandola per un prodotto efficacissimo.
    Nessun effetto collaterale e soldi assicurati.
    Poi si può sempre dire che "... la persona non ha risposto alla terapia).
    Manipolare i dati di una sperimentazione è assurdo anche perchè prima o poi i nodi vengono al pettine, l'efficacia o il limite di un farmaco si manifesterà, e le aziende (come è è già successo), oltre ad aver profuso milioni di euro nella ricerca, si troverebbero poi a dover risarcire i pazienti o i loro familiari.
    Posto inoltre che i dati relativi alla sperimentazione di un farmaco possano essere manipolati (magari affermando che il 70% dei pazienti guarisce), la realtà verrebbe subito a galla nel momento in cui il farmaco fosse messo in commercio... o i medici sono tutti corrotti e venduti, oppure si accorgerebbero, almeno quelli onesti, che tali dati non corrispondono al vero.
    E siccome i tempi in questo caso sarebbero molto veloci, l'Azienda non riuscirebbe nemmeno a riprendere quanto ha speso, prima che il suo farmaco inefficace venisse ritirato dal commercio.

    Capsico che quando non si hanno più speranze si possa inveire contro tutto e tutti e pensarle di tutte, ma con un minimo di ragionamento logico si capisce l'inconsistenza di certe idee.

    Il complotto non esiste, esistono interessi enormi dietro il commercio dei farmaci, e mi meraviglierei che non fosse così.
    Ma da lì a pensare sempre al complotto ce ne passa.

    Per tornare IT... inutili altri commenti sul forum ARPC e sui suoi adepti.
    Zero (la moderatrice) è di un'ignoranza da denuncia, cattiva e spregevole.
    Non si può lasciarli fare, ha ragione chi ha detto che la Magistratura ne dovrebbe essere informata.

    RispondiElimina
  13. Non vorrei spostare e ricominciare con discussioni inutile gia fatte .

    Io preciso solo che nel racconto dell'articolo si è inciampanti in una NON VERITA' ....

    Alessandra ha fatto 26 cicli chemiopterpici 'per poi crollare circa un mese dopo l'ultimo ciclo fatto all'IEO di veronesi di Milano .

    Tu puoi anche non passarmela ma quando fu invitata a proseguire all paese suo con un altro tipo di chemio ... lei mi disse che sapeva che era per quello ... non rispondeva alle sperimentazione ...quindi probabilomente l'avrebbe inquinata ... parole sue ... lo giuro . giuste o sbagliate ... parole sue

    RispondiElimina
  14. E poi dico, scusa, ma se non rispondeva ai farmaci che stavano sperimentando, avrebbe avuto senso continuare su quella strada?
    Non ti viene l'ideuzza che i medici, coscienziosamente e correttamente, l'abbiano invitata a proseguire con un diverso tipo di chemio o protocollo magari di efficacia già comprovata, visto che quello sperimentale non sortiva gli effetti sperati?

    RispondiElimina
  15. @ Riccardo:

    Io Aysha non l'ho conosciuta e le uniche notizie che ho avuto su di lei e che ho utilizzato per il mio (vecchio) post, sono quelle ottenute dal forum ARPC. Come qualsiasi lettore potrebbe fare.

    Vorrei io che non si strumentalizzasse la sua storia, perchè da parte mia mi sono limitato a raccontare quello che è successo in quel forum per evidenziare il cinismo di quella gente e non per discutere su Aysha.

    Se è per questo ho ricevuto anche tante mail che mi raccontavano particolari (tutta gente a suo dire amica o conoscente di Aysha) e che io non ho MAI riportato nell'articolo. Mi ha scritto anche una sua sedicente "migliore amica" che mi ha raccontato anche fatti molto gravi riguardanti il suo rapporto con la moderatrice del forum ARPC. Li ho tenuti per me.

    Non conoscevo nemmeno il suo vero nome che poi mi è stato comunicato via mail ma anche in questo caso non ho pubblicato.

    Anche per quanto riguarda la sua morte: non ho MAI avuto riscontri diretti o sicuri e così ho scritto nel post di allora, mi dicono sia morta ma io non ne ho sicurezza.

    Più di questo non posso dirti.
    Non ho nessuna intenzione di sfruttare storie tragiche, ho piuttosto l'intenzione opposta, far smettere chi queste storie le sfrutta.

    Se conosci personalmente i familiari di Aysha, non posso che chiederti di fargli sapere che anche io sono con loro nel dolore profondo che hanno provato.
    Spero che non si pensi nemmeno per un attimo che da parte mia ci siano intenzioni diverse da quella di informare e denunciare.
    Oltretutto mi chiedi di non cancellare il tuo messaggio e non capisco nemmeno perchè lo fai, visto che non ne vedo motivi apparenti.
    Ciao.

    RispondiElimina
  16. "Ricordati che tutti i farmaci contenenti molecole non esistenti in natura sono dannosi."

    questo è il principio religioso su cui poggia tutto il carrozzone naturopata.

    RispondiElimina
  17. Te lo chiedo perchè io sono il riccardo che stava nel tuo gruppo di FB , senza aggiungere altro ...solo per spiegarti perchè ti ho chiesto di non cancellare il messaggio .

    Siamo dietro ad un monitor e si ha sempre il dubbio che chi ci possa essere dietro debba raccontare bugie o fesserie .

    Ahisha poteva conoscere tanta gente via pc ... anzi ne conosceva molta con cui ha stabilito un sano rapporto di amicizia sincera.

    A me e credo solo a me tra tutta questa gente (che dici ti abbia mandato email) conosceva di persona, perchè la ospitavo quando veniva a far chemio all'ieo , perchè andavo a prenderla in aereoporto, perchè ha dormito a casa mia, perchè ho parlato per tanto tempo con lei ... di tutto !

    Al funerale io ed una sua e mia carissima amica abbiamo conosciuto la famiglia, i suoi genitori .

    Se pur fatto , forse ... in buona fede è un grave errore far apparire che lei abbia rifiutato ogni cura .

    Per fare 26 cicli di chemio in qualche anno e credo 2 interventi ci vuole tempo , Lei ha fatto tutto . Si è rivolta al medico di Roma , ma non ha mai fatto infiltrazioni di bicarbonato (solo dei cicli termali non ricordo dove) ... lamentava di essere stata trattata molto male da quel medico ... addirittura di essere stata scaricata, prendeva giornalmente una valangata di integratori, seguiva anche la CRAP di Puccio a cui credeva molto . Riporto sue testuali parole con riferimento al medico di Roma "E' stato sgarbato con me, mi ha trattato male, rispondeva al telefono o alle mail mentre parlava della gravità del mio tumore , però io credo cmq che la sua teoria non sia del tutto sbagliata" . Parole sue Daniele.. certo ... solo parole sue giuste o sbagliate che siano .

    Non voglio assolutamente star a discutere se i medici che l'hanno scaricata (tutti), lo abbiano fatto coscienziosamente o per altre recondite ragioni, questo francamente non mi interessa e mi da un senso di dolore solo a pensarlo .

    Una cosa resta: Ahisha è morta ed ha lasciato una piccola bambina a lei molto legata. Nè gli integratori, nè gli interventi chirurgici, nè gli infiniti e continui cicli di chemioterapia , sono serviti a nulla e quindi per quanto mi riguarda li metto sullo stesso piano , nè più nè meno, forse quando il cancro decide di arrivare si può solo sperare nella fede e nei ... miracoli .

    Credo cmq che molti integratori siano cmq ottimi al mantenimento di un buon sistema immunitario .

    wewe, se mi consenti (quanto a quello che accade in quel forum) tu dici di essere un medico quindi dovresti avere la professionalità che io o altri non abbiamo per poter individuare le forme di reato che lì si mettono in atto, se sei interessato davvero a fare qualcosa potresti cercare di farlo per poterli fermare , perchè anche se non sempre ma spesso eccedono nel dare prescrizioni e credo che questo non si possa fare e sarebbe meglio non farlo . In tal senso avresti tutto il mio appoggio !

    Anche di quel forum ahisha si lamentò molto perchè la trattarono molto male per poi bannarla quando lei raccontò la sua verità su Simoncini .

    Ma questo accade ovunque ... a quanto pare ! Se le verità son scomode per il padrone di casa, il soggetto viene prima irriso e poi escluso e magari si cancellano solo alcuni dei suoi messaggi cambiando totalmente il senso della discussione ...così .. a proprio piacimento . (sigh!)

    Sono certo che un medico qualcosa in più possa cmq fare se solo lo volesse realmente .

    RispondiElimina
  18. tre precisazioni Riccardo

    1) Simoncini, che tu chiami medico, non è più medico da un bel pezzo
    2) la chemioterapia non funziona per moltissime persone e funziona per moltissime altre, il bicarbonato e gli integratori non funzionano per nessuno, per cui metterli sullo stesso piano è illogico e irragionevole, è come dire
    che siccome tu non hai vinto alla lotteria nessuna vince alla lotteria. Capisco ovviamente
    che questa tua illogicità e irragionevolezza è causata da un grande dolore che rispetto profondamente
    3) un ottimo sistema immunitario non si mantiene con gli integratori, ma con tutti quei protocolli medici che conosciamo bene: attività fisica e mentale, alimentazione varia e sana, non assunzione di sostanze tossiche. Non fare questo e prendere degli integratori non serve a una beneamata mazza

    RispondiElimina
  19. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  20. Per TheDrakkar

    Va bene non voglio discutere ... è una mia idea , la tengo per me ... le altre cose scritte sono più importanti

    RispondiElimina
  21. Scusami Riccardo, sono andato su facebook a leggere i commenti del gruppo MedBunker e, se tu sei il Riccardo che appare li, mi sembrate quasi che siate due persone diverse per quello che dite.
    Quel Riccardo sembra un accanito sostenitore delle medicine alternative. Tu non mi sembri contrario per principio alla chemio, hai constatato che sulla tua amica non ha avuto effetto.

    RispondiElimina
  22. Scusami Riccardo, ma tu hai letto l'articolo che parla di Aysha in questo blog? E' linkato proprio all'inizio di questo. Io ho riportato esattamente (copiando ed incollando) le sue parole scritte in quel forum e le parole dei partecipanti al forum.

    Io non sono per niente entrato (se non dal punto di vista emozionale, perchè mi sono indignato e tanto) nel comportamento di Aysha e, ripeto, mi sono basato SOLO su quello che ho letto in quel forum, come un comune lettore.

    E se mi sono messo "dalla parte di qualcuno" è stato proprio dalla parte della povera Aysha.

    Questa volta è il turno di lesath, malata, chiede consiglio a questi "naturopati" che non sono lì a consigliarle corsette nei campi o arance spremute ma le consigliano farmaci, esami e fanno prognosi, diagnosi e danno giudizi sulle sue condizioni.
    Per me sono cose da restare senza parole, non so per te o per gli altri, ma io resto stupefatto, anche se non sono più un ragazzo inesperto ma nella mia vita ne ho viste tante...

    Il punto di quell'articolo, come di questo è che c'è gente che, titoli a parte, non ha nemmeno il buon senso di evitare quel comportamento.

    Io però non sono nè un magistrato, nè un esponente delle forze dell'ordine, quel sito è lì, pubblicamente consultabile da tutti, anche prima che me ne occupassi io.

    Se c'è qualcosa da fare non devo e non posso farla io.
    Da parte mia posso solo evidenziare come, una persona ignorante in materia che non sa nemmeno da che ossa siamo composti, si metta a fare il medico e tratti persone ammalate gravemente. Probabilmente un altro profano o un disattento nemmeno se ne sarebbe accorto, io lo aiuto a farlo.

    Il resto non spetta a me.

    RispondiElimina
  23. So bene chi è simoncini e tutta la sua storia , anzi un pochino di più ritengo di sapere, dal momento che l'ho conosciuto di persona molto bene.

    Per The Foe:
    mentre scrivo leggo il tuo messaggio e approfitto per risponderti .

    La discussione che hai trovato adesso è una discussione degenerata . Sono stati tolti molti messaggi ed il senso ORA è molto diverso . non puoi sapere come realmente si è sviluppata e questo mi rammarica molto .

    io non sostengo medicine alternative perchè la "medicina" ritengo sia una sola ed è quella che conosciamo, quella ufficiale .

    Io sostengo che vi siano sostanze molto efficaci e molto trascurate ... e questo senza alcuna prova scientifica , ma da miglioramenti che ho potuto testare di persona , sulla mia pelle, su quella di familiari o di amici , in alcuni casi anche confermato da esami ... prima e dopo .

    Confermo di essere fortemente contro la chemioterapia (che io preferisco chiamare chemio-pratica) , tranne nei casi di K solido che con qualche ciclo può consentire un risolutivo intervento chirurgico a volte risolutivo .

    p.s.
    Devo precisare di aver detto una imprecisione ...non mi ricordavo ed è passato del tempo ..scusate ... ho riletto di Ahisha e aveva anche fatto delle flebo di BCS ...questo per correttezza , poi le era stato proposto inserimento dei cateteri nelle vene mammarie qualora non ci fosse stata una regressione però questo non lo fece mai !


    Ciao a tutti

    RispondiElimina
  24. Grazie delle precisazioni Riccardo

    RispondiElimina
  25. XRiccardo

    da quello che stai dichiarando sembra che Simoncini non c'entri nulla con questa vicenda.

    Certo non si può nascondere al lettore una frase come questa:

    "Alessandra o aysha come la chiami tu non è assolutamente vero che si è affidata completamente ai naturopati rifiutando qualsiasi cura ...diciamo allopatica . Ahysha per la sua malattia ha fatto e tollerato 26 cicli di chemioterapia !!! Poi ovviamente e nel frattempo prendeva anche altri integratori naturali, ma lei se le dicevano di fare la chemio la faceva e l'ha fatta fino alla fine !!!"

    Naturalmente ti assumi la responsabilità di quello che hai scrito anche in seguito.

    Da un lato ci sono dei pazzoidi che solamente in buona fede si sono messi in testa di sopperire agli omicidi della chemioterapia che sono quotidianamente sotto gli occhi di tutti.

    Dall'altro abbiamo avuto i fanatici sostenitori della chemio che hanno attribuito a Simoncini l'omicidio di questa ragazza.

    Sarebbe doveroso ed onesto dichiarare a caratteri cubitali che Alessandra (Aysha) si è rivolta ai "naturopati" perchè sottoposta alla somministrazione della chemio e non vedendo (come è sempre nella normalità!)risvolti positivi nella cura ha deciso di tentare la carta estrema delle terapie alternative.

    Il paradosso vuole che la ennesima vittima della chemioterapia viene atribuita ai pazzoidi "naturopati" e addirittura a Simoncini.

    Evidentemente l'atteggiamento ostile di Simoncini è stato motivato dalla visita di una paziente oramai condannata e bisogna ricordare che lui ha dovuto subire una sentenza per omicidio colposo per la morte di un paziente allo stato larvoso.

    Perchè non si può intervenire legalmente nelle vicende dei naturopati?

    Nel caso del cardiopatico, potrebbero esserci gli estremi di un intervento legale perchè esiste una seria documentistica medica che giustifica l'uso dei farmaci a scopo curativo e con risultati omogenei, cioè se un infartuato prende un farmaco "betabloccante" ottiene lo stesso effetto che ottengono il 100% di pazienti simili. Le percentuali di insuccesso sono dovuti ad effetti non prevedibili o collaterali e minoritari, ma l'effetto è omogeneo in tutti.

    Nel caso della chemioterapia è dimostrato il contrario e cioè che la somministrazione presenta percentuali di riuscita non omogenei e non riconducibili con assoluta certezza alla chemio stessa. Cioè i pazienti trattati non ottengono lo stesso effetto a parità di posologia e tipologia, la percentuale mortale è maggioritaria con punte del 100%, quindi sottrarre un paziente alla chemioterapia non significa condurlo a morte.

    Di contro la somministrazione dei prodotti alternativi raramente conduce ad effetti collaterali pesanti e nella peggiore delle ipotesi risultano innocui e non risolutivi per la patologia.

    Un giudice che condannerebbe un naturopata a favore della chemioterapia evidentemente è possibile inquadrarlo nel libro paga di Big Pharma!

    Per chiudere:

    Con 26 cicli di chemioterapia, che sicuramente intendi per sedute, si schianterebbe al suolo un elefante in ottimo stato di salute, ma sei sicuro che ha fatto 26 sedute? E cosa le somministravano dei placebo?

    Sarebbe un omicidio legalizzato, questa ragazza non avrebbe ne ora e ne mai potuto sopravvivere.

    Doveva avere un fisico eccezionale ed una stupenda voglia di vivere, ho conosciuto persone in ottime condizioni di salute sottoposte al primo ciclo (6 sedute) che non hanno avuto effetti collaterali pesanti, ma perchè è quella di base. Dal secondo ciclo in poi sono sempre meno quelli che arrivano al terzo.

    RispondiElimina
  26. ...non rispondeva alla terapia sperimentale ...così dopo una serie di cicli è stata invitata a proseguire con altre cure ...praticamente esclusa dalla sperimentazione perchè non rispondeva (e forse perchè - questo lo aggiungo io. ma lo pensava pure lei) avrebbe contribuito a guastare le statistiche di quella sperimentazione

    Non si migliorano arbitrarariamente le statistiche di una terapia sperimentale semplicemente interrompendo il trattamento per inefficacia, ma togliendo a posteriori i soggetti dal computo dell'efficacia .
    Mi spiego: se uno studio clinico prevede l'arruolamento di 100 pazienti e alla fine dello studio 80 sono i soggetti che non hanno risposto al trattamento, l'efficacia del trattamento sara' data da 20/100.
    Ovvero il denominatore, 20+80, comprendera' anche i soggetti che non hanno risposto alla terapia.
    E' evidente che l'esclusione di coloro che non rispondono alle cure porterebbe quindi sempre ad un unico ed assurdo risultato, ovvero ad un'efficacia terapeutica del 100%, indipendentemente dal trattamento.

    Tornando al post di WeWee: non dovrebbe essere l'ordine dei medici l'organo piu' adatto per un esposto alla magistratura ?

    RispondiElimina
  27. XWeWee

    "Io non sono per niente entrato (se non dal punto di vista emozionale, perchè mi sono indignato e tanto) nel comportamento di Aysha e, ripeto, mi sono basato SOLO su quello che ho letto in quel forum, come un comune lettore."

    WeWee tu sei un medico e non hai diritto a crisi emozionali. Non puoi emozionarti se devi operare un bambino e da questo dipende la sua vita.

    Siete delle macchine? Certo, per te la morte non è una novità e non hai il tempo di pensare a nessuna povera ragazza, perchè c'è un'altra che ha bisogno del tuo aiuto.

    Quando un oncologo deve comunicare ai parenti che il paziente non sopravviverà, lo sguardo e serio ma mai addolorato, c'è una lunga fila dopo l'ultima comunicazione.

    Sai benissimo che la pubblicazione del post ha scatenato una caccia all'assassino e non mi sembra giusto nei confronti di nessuno, fosse anche Hitler! Quando il vero assassino continua imperterrito ad accellerare la morte delle sue vittime!

    Anche nel secondo caso lesath14 ti stai mettendo palesemente in gioco per portare avanti la tua "missione".

    Ho fatto la ricerca sul Professore di Napoli che ha indicato la protagonista e non risulta iscritto all'albo dei Medici (sarebbe opportuno controllare).

    Io da non medico ho letto diverse incongruenze e mi è sembrata strana una patologia al seno assumere questa fase galoppante in meno di un anno, questo è la tua specializzazione e potresti confermarmi se è così.

    Ha fatto una descrizione di sè in fase terminale, dichiarando metastasi diffuse in tutto il corpo.

    Si dichiara seguace della medicina naturale da almeno ventanni, quindi quale commiserazione dovremmo avere nei suoi confronti?

    Non ravviso nessuna intenzione da parte dei naturopati di togliere dalle cure mediche ufficiali la paziente, semmai è al contrario, è Lesath14 che vuole essere consigliata su questioni che già conosce e che loro naturalmemnte condividono.

    Quando loro consigliano Simoncini è lei che si rivolge a Nacci!

    Ha dichiarato che non ha intenzione di seguire le cure ufficiali, addirittura perchè ha paura degli aghi!

    Non ha preso in considerazione Simoncini per questo motivo, però ha accettato l'intervento chirurgico.

    Non vorrei sbagliare ma la discussione non è molto chiara o quantomeno non si sta svolgendo così nella realtà.

    Se dovesse risultare una guarigione improvvisa da tutto il manicomio di somministrazioni che ho letto, sarebbe il caso di analizzare veramente dove vogliono arrivare.

    Il quadro clinico descritto da lesath è mortale!

    Non c'è nulla che potrebbe cambiarlo! Quando si arriva a metastasi osse, metastasi al fegato ed ai polmoni, vogliamo prenderci in giro? La patologia è viva al massimo della sua espressione e non c'è chemio o bicarbonato che possa fare nulla!

    RispondiElimina
  28. Ciao tutti,
    mi presento con il mio vero nome, sono Simonetta ,amica di Riccardo ,amica di Alessandra,e anche ex frequentatrice del forum di cui sopra.
    Confermo tutto ciò che ha scritto Riccardo in relazione alla storia della nostra amica .

    I fatti sono anche quelli che wewee ha raccolto nel suo primo articolo ,la procedura delle cure ecc...

    Rispondo ad una frase di Antonello:
    si, Ale aveva un'incredibile voglia di vivere nonostante i suoi cicli di chemio fatti aveva un'energia tale da permetterle di spostarsi in aereo dalla sardegna e fare chemio in day hospital,e ritornare dalla sua amata bambina il giorno dopo.
    La sua esperienza più negativa a livello psicologico che l'ha segnata profondamente ,è stato il trattamento che ha ricevuto in quel forum ,dove fra tante cattiverie sputatele addosso senza ritegno,un'admin ha avuto la squallida idea (avrei aggettivi diversi ,mi trattengo )di pronunciare la sua sentenza di morte (comunque è tutto nell'articolo)questo SOLO per difendere le sue tesi,quello che non si sà invece ,ma solo immaginare ,è il danno emotivo di questo trattamento ,da non augurare neanche al peggior nemico.
    Voglio sperare in un pentimento profondo per quelle parole dette, che tanto hanno fatto soffrire Ale nell'anima .

    RispondiElimina
  29. XRiccardo

    quoto al 100%

    "io non sostengo medicine alternative perchè la "medicina" ritengo sia una sola ed è quella che conosciamo, quella ufficiale .

    Io sostengo che vi siano sostanze molto efficaci e molto trascurate ... e questo senza alcuna prova scientifica , ma da miglioramenti che ho potuto testare di persona , sulla mia pelle, su quella di familiari o di amici , in alcuni casi anche confermato da esami ... prima e dopo .

    Confermo di essere fortemente contro la chemioterapia (che io preferisco chiamare chemio-pratica) , tranne nei casi di K solido che con qualche ciclo può consentire un risolutivo intervento chirurgico a volte risolutivo ."

    A denti stretti ammetto la chemio adiuvante perchè il corpo dovrebbe essere in grado di sopportarla.

    A denti strettissimi perchè mi fido del chirurgo ammetto anche la chemio mirata, che secondo me rappresenta il passaggio ulteriormente doloroso che si deve ancora sopportare prima della definitiva scomparsa di questa barbara cura.

    RispondiElimina
  30. XSimonetta

    Non sto assolvendo i "naturopati" per la loro insensibilità, ma non devi illuderti sulla sorte della tua amica.

    Anche il sostegno psicologico è un compito delle nostre amate strutture ospedaliere che costano centinaia di miliardi.

    Non sono state le "ricotte" o la chemio a farla andare avanti.

    Ti assicuro che Alessandra ha vissuto per i suoi bambini, io non la conosco, ma se non avesse avuto un riferimento fortissimo la morte sarebbe giunta molto prima.

    Sempre per la sua famiglia avrà dato ai naturopati una funzione che non hanno. Non potevano curarla. La sua è stata un'illusione.

    Non si sopravvive al cancro con 26 sedute di chemio. Sicuramente e parlo per esperienza personale, se è riuscita a sopportare queste sedute è stato solamente ed esclusivamente per l'amore di suoi figli.

    Lei è stata l'esempio dell'amore di una madre per i suoi figli e loro devono sentirsi profondamente orgogliosi e fortunati di averla avuta.

    RispondiElimina
  31. per Antonello,
    io non mi illudo con nulla ,ho solo rilevato un fatto oggettivo: relazionarsi, in assenza di quei criteri unami , quando ci si incontra fatalmente in certi soggetti i quali giocano a fare i medici senza avere neanche un filo d'umanità, inutile parlare di competenze .

    qualsiasi commento relativo alle cure è opinione personale .

    RispondiElimina
  32. XMax(L)

    Se sei così sicuro di come sono andate le cose puoi anche tu fare un esposto presso la Procura della Repubblica.

    L'Ordine dei Medici non può intervenire (se non alla stessa maniera) in quanto non si tratta di suoi iscritti.

    L'Ordine dei Medici ha una posizione non ben definita nell'attuale giurisprudenza, per il semplice motivo che la magistratura ordinaria può ribaltare eventuali disposizioni disciplinari applicate ai suoi iscriti.

    Per fare un esposto ci vuole la certezza del reato.

    I risvolti giuridici non sono mai chiari e le posizioni potrebbero ribaltarsi, tu vai in galera e quelli che pensavi che erano colpevoli brindano con i tuoi soldi.

    Le querele è sempre meglio che siano avviate dalle parti in causa.

    In sostanza è meglio farsi i fatti propri e senza lanciare accuse generiche e gravissime come nel caso Simoncini-Aysha. Ci possono scappare a tempo debito denunce per diffamazione.

    Gli estremi del reato secondo quanto leggiamo potrebbero esserci, ma non sono prove di reato.

    La magistratura dietro richiesta può intervenire, serve solamente chi accende la miccia. A voi l'onore!

    RispondiElimina
  33. @antonello:
    Le percentuali di insuccesso sono dovuti ad effetti non prevedibili o collaterali e minoritari, ma l'effetto è omogeneo in tutti.
    Niente affatto.
    1.
    Se un trattamento non ha successo perche' e' successo qualcosa di imprevedibile non e' chiaramente un insuccesso dimputabile al trattamento.
    2.
    Gli effetti collaterali dovuti al trattamento limitano l'efficacia del trattamento solo se di gravita' tale da interrompere il trattamento stesso.
    3. "L'omogeneita' dell'effetto" e' una frase priva di senso data la naturale variabilita' tra individui.

    Nel caso della chemioterapia è dimostrato il contrario e cioè che la somministrazione presenta percentuali di riuscita non omogenei e non riconducibili con assoluta certezza alla chemio stessa.

    La chemioterapia non fa eccezione alla regola di cui sopra. Quanto al fatto che non si possa ricondurre un successo terapuetico con assoluta certezza al trattamento in corso e' una stupidaggine che non merita nessun commento se non quello che ho appena fatto.

    Cioè i pazienti trattati non ottengono lo stesso effetto a parità di posologia e tipologia, la percentuale mortale è maggioritaria con punte del 100%

    Nel farti notare che si muore una sola volta e per sempre e che conseguentemente non si parla di percentuali di morte applicate al singolo invididuo, quello che hai scritto non e' altro che la banale osservazione dell'esistenza di una variabilita' naturale tra individui, la stessa che fa si che non esistano due persone con lo stesso naso o gli stesso occhi e che nulla a che fare con la chemioterapia.

    Un giudice che condannerebbe un naturopata a favore della chemioterapia evidentemente è possibile inquadrarlo nel libro paga di Big Pharma!
    ..nel caso un giudice non condannerebbe un naturopata "a favore" della chemioterapia , ma per le sue malefatte.

    questa ragazza non avrebbe ne ora e ne mai potuto sopravvivere.
    "E' curioso, se non stravagante, che con la sua conoscenza superficiale dell'argomento lei abbia tanta fiducia nel proprio giudizio" (cit.)

    RispondiElimina
  34. La Linfangite Neoplastica ha spento Ale il 2 ottobre 2008.

    RispondiElimina
  35. XSimonetta

    La tua amica già era disperata, non avrebbe avuto alcun motivo di rivolgersi a dei pazzoidi in caso contrario.

    La colpa è unicamente della struttura ospedaliera che oltre a non saper curare i propri pazienti,non è in grado di fornire il supporto psicologico!

    Loro non si sono mai dichiarati medici.

    Non puoi assolvere l'ospedale ed attribbuire la colpa ad una scelta disperata della tua amica.

    Lei voleva vivere, se cercava un supporto psicologico doveva rivolgersi altrove.

    RispondiElimina
  36. Lei voleva vivere, se cercava un supporto psicologico doveva rivolgersi altrove.

    e no caro mio ,lei non cercava un supporto psicologico questo è un solo un tuo sconvolgimento del mio concetto .
    Lei ha ricevuto merda in faccia(scusate ) da persone che non hanno la minima qualifica di fare diagnosi, ne mediche, tantomeno di prevedere i decessi.

    @questa ragazza non avrebbe ne ora e ne mai potuto sopravvivere.
    "E' curioso, se non stravagante, che con la sua conoscenza superficiale dell'argomento lei abbia tanta fiducia nel proprio giudizio" (cit.)


    si, molto curioso davvero !

    RispondiElimina
  37. @antonello:
    Se sei così sicuro di come sono andate le cose puoi anche tu fare un esposto presso la Procura della Repubblica.
    Un esposto dovrebbe avere la funzione di interessare gli organi competenti ad indagare su quanto succede in generale in quel forum, non quello di denunciare uno specifico fatto.

    Le querele è sempre meglio che siano avviate dalle parti in causa. [...]
    In sostanza è meglio farsi i fatti propri

    Se passando per strada vedessi qualcuno violentare una ragazza potrei farmi i fatti miei pensando che sia meglio che sia lei a denunciare il violentatore, oppure potrei decidere che pur non essendo fatti miei possa essere il caso di chiamare le forze dell'ordine.

    RispondiElimina
  38. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  39. Ho sbagliato, vi chiedo di continuare a chiamarla Ahysha (come lei si era battezzata in rete) e chiedo anche qui a wewe di asteriscare il nome da me usatoe da altri ripetuto .

    Per una forma di rispetto , non per privacy

    RispondiElimina
  40. XSimonetta

    sei tu che stai stravolgendo quanto ho detto.

    Ho detto:
    Lei voleva vivere, se cercava un supporto psicologico doveva rivolgersi altrove.

    Se si è rivolta a dei folli è perchè le cure che stava facendo non stavano fornendo risultati!

    Se ti rivolgi a questi folli, il primo presupposto della loro lucida pazzia e che il paziente non deve sottoporsi a cure chemioterapiche.

    Questi folli non si definiscono medici, quindi non puoi imputargli nulla.

    La loro convinzione è quella di seguire a torto o a ragione metodi più o meno naturali e non di fornire supporti psicologici, quindi quando qualcuno si rivolge a loro sa che nelle loro intenzioni c'è la fornitura di una terapia alternativa alla chemio.

    Non sono loro che vanno negli ospedali a raccattare aspiranti seguaci delle loro teorie.

    La degenerazione della tua amica è assolutamente imputabile in primo luogo alla massiccia somministrazione di veleno (chemioterapia).

    La chemioterapia tra i suoi innumerevoli disastranti effetti ha anche quella della perdita della cognizione dlla realtà!

    Affidarsi ad internet per risolvere un gravissimo problema come il cancro deve darti l'immagine del livello di disperazione al quale era arrivata questa ragazza.

    Non voglio responsabilizzare nessuno; questa ragazza era SOLA con la sua malattia!

    Se c'è qualcuno da condannare non sono i folli alternativi, ma la totale inefficenza della struttura ospedaliera!

    Non puoi nascondere questo tragico problema che è la condizione in cui vivono quasi tutti i cancerosi, cioè la totale assenza di supporto psicologico!

    A dir la verità lo forniscono negli Hospice!

    Cosa hanno potuto influire i naturopati nel decorso della malattia?

    La stragrande maggioranza dei cancerosi è lasciata morire come gli animali, non stai parlando con uno che non conosce la realtà di questo dramma!

    Non è scritto in nessun libro questa realtà! I fiori all'occhiello specialmente in Italia sono ben pochi, e guarda caso solo dove esiste il supporto psicologico.

    RispondiElimina
  41. aridaje Antonello
    la situazione clinica di Aysha io non l'ho nemmeno menzionata ,stai facendo tutto da solo.
    Ribadisco che nessuna giustificazione è ammissibile al trattamento umano da lei subito.
    Spostare l'attenzione su di un'altro argomento (condizioni psicologiche generali del malato)non m' interessa ora ,l'attenzione l'ho posta in quel fatto preciso.
    Nessuno ha il diritto di sputare sentenze di morte online e soprattutto senza qualifiche ,se questo succede è evidente è una grave l'anomalia .
    sono da condannare elementi che si autoproclamono e arrogano questo diritto, senza avere le facoltà NECESSARIE per espletarlo :questo il sunto,così facendo si fanno danni mostruosi con una superficialità ingiustificale non tollerabile.

    Spero di essermi spiegata chiaramente .

    RispondiElimina
  42. XMax(L)

    "Un esposto dovrebbe avere la funzione di interessare gli organi competenti ad indagare su quanto succede in generale in quel forum, non quello di denunciare uno specifico fatto."

    A differenza vostra non lancio epiteti offensivi a chi è digiuno di determinate discipline.

    Un esposto ha la caratteristica di segnalare una infrazione nella legge vigente.

    La magistratura inquirente non è alle dipendenze di chi parla a “vanvera”, nella migliore delle ipotesi ti allontanano con molto garbo.

    La condizione essenziale di un esposto è la notizia del reato e di conseguenza dell'oggetto!

    Hai individuato quale è il futuro capo d'imputazione?

    Fatto questo tutta la responsabilità della comunicazione dell'oggetto del reato cade sulle spalle del dichiarante.

    La magistratura di muove e cerca il riscontro a quanto asserito con indagini preliminari.......... la macchina si muove lentamente ma non si ferma (salvo indulti vari!).

    "Se passando per strada vedessi qualcuno violentare una ragazza potrei farmi i fatti miei pensando che sia meglio che sia lei a denunciare il violentatore, oppure potrei decidere che pur non essendo fatti miei possa essere il caso di chiamare le forze dell'ordine."

    Tanto per cambiare questa tua considerazione non c'entra nulla con l'eventuale reato commesso dal sito dei naturopati.

    Nel caso di un episodio di palese e certa violenza è dovere civico (e penale) intervenire secondo le proprie possibilità ed in misura proporzionale al reato in atto.

    Quindi queste sono le operazioni che puoi fare: filmare con il telefonino la scena del delitto se le condizioni non ti permettono un intervento fisico (quattro aggressori e tu sei solo, gli aggressori sono armati, non hai condizioni fisiche oggettive che possono determinare il tuo intervento, hai paura, ….);

    puoi intervenire fisicamente in maniera proporzionale alla gravità del delitto (sei un buon lottatore e sai come immobilizzare l'avversario, devi saper valutare se il tuo intervento possa peggiorare una situazione delittuosa già sviluppata,...)

    Non puoi assolutamente fare: intervenire con armi se non per legittima difesa se la situazione è degenerata e questo non deve compromettere l'incolumità della vittima;

    Cosa devi fare assoltutamente: chiamare le forze dell'ordine e non intervenire se questo determina un pericolo maggiore per la vittima;

    Ricordati che non sono pochi gli aggressori divenute vittima del sistema.

    La giustizia non si muove secondo i nostri desideri e prima di controfirmare una virgola devi essere ben sicuro di poterlo fare. Quello che per te potrebbe essere un diritto leso, per la magistratura può divenire una sentenza di condanna nei tuoi confronti!

    RispondiElimina
  43. @max:

    l'ordine dei medici può intervenire nei confronti dei propri iscritti, in casi come quelli del forum si procede o per denuncia dell'interessato o per intervento di un magistrato che ravvisa ipotesi di reato.

    Comunque, come avevo scritto nel post, qui non si fanno processi, il mio intento era come sempre quello di sottolineare come persone qualsiasi che si ritengono "medici" (perchè solo i medici possono prescrivere o prendersi la responsabilità di consigliare o sconsigliare un farmaco), hanno il cuore, il cervello e l'animo talmente nel fango da fregarsene del prossimo.

    Anche se fosse una persona ormai spacciata: chi ti credi di essere per poter consigliarle questa o quella cura?


    @ antonello:

    Non sto assolvendo i "naturopati" per la loro insensibilità, ma non devi illuderti sulla sorte della tua amica. .

    Sinceramente, questo commento come altri dei tuoi riguardanti la vicenda, sono di cattivissimo gusto. Il mio articolo come la vicenda di Aysha in quel forum, non è MAI stato scritto in riferimento ad una terapia o ad un'altra ma al trattamento animalesco e senza un briciolo di umanità che ha ricevuto quella ragazza da quelle persone.
    Non parlare di terapie, nessuno ne sta discutendo.

    WeWee tu sei un medico e non hai diritto a crisi emozionali. Non puoi emozionarti se devi operare un bambino e da questo dipende la sua vita. .

    Posso permettermi di dirti che non hai capito un ca##o di me e dei medici?
    Scusandomi per il francesismo, naturalmente.

    Quando un oncologo deve comunicare ai parenti che il paziente non sopravviverà, lo sguardo e serio ma mai addolorato .

    Confermo, non hai capito proprio nulla, vedi troppi film in TV.
    Ciao.

    RispondiElimina
  44. @ Simonetta:

    sono perfettamente daccordo con te e ti ringrazio per la tua testimonianza.

    Le tue spiegazioni sono chiare, tranquilla, chiarissime.

    A me la storia ha provocato tantissime emozioni e mi sono trattenuto per cercare di mantenere una freddezza necessaria quando si racconta un episodio.

    Grazie.

    RispondiElimina
  45. XSimonetta

    Mi dispiace che non riusciamo ad interderci.

    Stai parlando con una persona che non si fa influenzare dal fattore morte.

    L'unica cosa che non trovo giusta è la strumentalizzazione della vicenda di questa ragazza.

    Non puoi dire che il quadro clinico non interessa quando su questo hanno costruito delle tesi accusatorie contro i cosidetti naturopati ed in particolare contro Simoncini.

    E' veramente singolare che ti scandalizzi che un folle senza alcun titolo ed in maniera totalmente insensibile abbia comunicato ad Ahysha il suo stato terminale.

    Mentre trovi normale che questa ragazza sia stata lasciata SOLA dalle strutture dello STATO che sono state realizzate per questo e che solamente per loro colpa ha cercato una via disperata per salvarsi.

    Il mondo è pieno di pazzi ed esistono gli strumenti per denunciarli, inutile venire qua a piangere, se reputi che è stato violato un diritto devi provvedere ad una denuncia.

    RispondiElimina
  46. [OT]

    http://www.youtube.com/watch?v=dKpmEOzKW4M

    RispondiElimina
  47. XWeWee

    Mi dispiace ma non puoi assolvere e sempre la medicina,in questo caso una struttura ospedaliera che riesce ad ipotizzare e somministrare ben 26 sedute di chemioterapia e non fornire validi strumenti di sostegno ad una giovane donna!

    Mi piacerebbe sentire dire che se da un lato esistono degli irresponsabili dall'altro qualcosa non ha funzionato alla perfezione!

    "Posso permettermi di dirti che non hai capito un ca##o di me e dei medici?
    Scusandomi per il francesismo, naturalmente."

    Certo che puoi permetterti, però non sperare che io risponda a tono.

    Capisco questa tua reazione perchè sei un medico non specificatamente oncologo.

    Ma un oncologo vive quotidianamente con la morte accanto, non è più soggetto a crisi emozionali.

    "Confermo, non hai capito proprio nulla, vedi troppi film in TV."

    Ti assicuro che gli oncologi che ho conosciuto non sono attori cinematografici.

    NULLA VIETA CHE NEL TUO OSPEDALE ESISTA UNA REALTA' DIVERSA.

    Non sto gridando ma è per sottolineare questa eventualità (non so come procedere per mettere in risalto una frase).

    Quando avviene il momento comunicano semplicemente: il paziente è arrivato allo stato terminale, mi dispiace ma abbiamo fallito.

    Avanti un altro.

    Questa è vita non finzione!

    Se reputi degne di risposta le considerazioni che ho fatto riguardo la vicenda di Lesath ti ringrazio anticipatamente.

    RispondiElimina
  48. Le considerazionni che hai fatto su Lesath e su Aysha sono totalmente fuori luogo, come ti ho scritto, NESSUNO qui sta discutendo di terapie o di efficacia, qui si sta discutendo di ben altro e tu continui a riportare l'attenzione alla chemio o alle terapie, non ne stiamo parlando, a chi ti rivolgi visto che NON è questo l'argomento?

    Qui c'è una signora che prima con Aysha ed ora con Leshat, fa diagnosi, consiglia terapie, controlla i referti, fornisce le sue risposte e poi trae le stesse conclusioni che potrebbe trarre un bambino di due anni dalla lettura dei referti. Non sa nemmeno di cosa si sta parlando, non sa nemmeno le ossa che compongono il bacino ma da CONSIGLI SULLA SALUTE ad una persona gravemente malata.
    Qui c'è un signore che invita un cardiopatico a sospendere una terapia salvavita perchè Simoncini gli ha detto che provoca il cancro.

    In questo articolo si parla di IGNORANZA e di niente altro, è scritto pure nel titolo.

    L'argomento è questo, hai qualcosa da dire in proposito?

    Come ti avevo chiesto in passato, se non hai qualcosa da dire sull'argomento, semplicemente NON LO DIRE.

    Grazie.

    RispondiElimina
  49. @Mi dispiace che non riusciamo ad interderci.

    Stai parlando con una persona che non si fa influenzare dal fattore morte.

    L'unica cosa che non trovo giusta è la strumentalizzazione della vicenda di questa ragazza.





    Ognuno ha il discernimento necessario per giudicare se c'è stata strumentalizzazione o no .
    Parlare di denuncie non significa un bel nulla in questo contesto:
    i fatti son questi ,ad ognuno l'onere di assimilarli per quel che sono ,ed ad altri di gestirli nella propia coscienza a vita.

    RispondiElimina
  50. XWeWee

    Impostato in questa maniera puoi semplicemente mettere due quadratini alla fine del topic dove mettere la crocetta.

    La domanda è:

    Questi naturopati sono degli animali che si arrogano una funzione che a loro non compete?

    Rispondere si oppure no!

    Cosa devo rispondere? Chiaramente si!

    La motivazione non è necessaria.

    Andrò a fare una visita a questi signori se mi fanno parlare!

    Qualcuno deve pur dirgli che sono degli stronzi.

    Sicuramente saranno meno tolleranti di te.

    RispondiElimina
  51. L'ordine dei medici non ha poteri nei confronti dei non-iscritti. La magistratura sì.

    @Antonello

    "La condizione essenziale di un esposto è la notizia del reato e di conseguenza dell'oggetto!

    Hai individuato quale è il futuro capo d'imputazione?"

    L'individuazione del capo di imputazione non spetta al denunciante.

    Per il resto sono abbastanza basito.

    RispondiElimina
  52. @antonello:
    Se c'è qualcuno da condannare non sono i folli alternativi, ma la totale inefficenza della struttura ospedaliera!

    "Ti ha messo la zampa in un occhio? Be', è solo colpa tua, perché hai tenuto gli occhi aperti — se li avessi tenuti ben chiusi, stretti stretti, non sarebbe successo"
    (Lewis Carroll, Attraverso lo specchio).

    RispondiElimina
  53. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  54. Ok, io mi arrendo: da dove è stata tratta questa frase:
    "E' curioso, se non stravagante, che con la sua conoscenza superficiale dell'argomento lei abbia tanta fiducia nel proprio giudizio"?

    RispondiElimina
  55. @yos

    Albert Einstein - Pensieri di un uomo curioso
    (Lettera ad un dentista che sosteneva di avere una toeria della relativita' migliore) ;-)

    RispondiElimina
  56. @max(L)
    Thank you!

    Lunedì faccio una scappata in libreria :)

    RispondiElimina
  57. io comunque sto profilando antonello, così, per gioco e per diletto ;-)

    RispondiElimina
  58. Vorrei ricordare, per dovere di cronaca, un vergognoso episodio, ai limiti dell'umano, del quale si rese protagonista la "moderatrice" del forum ARPC, che si nikka Zero.

    Dovete sapere che i vari espertoni del forum ARPC, cioè il titolare ed i suoi galoppini, si considerano ed affermano di essere "buoni" e di essere lì per puro altruismo, per aiutare chi è malato e soffre.

    Bene.
    Nel 2007 (non riesco più a reperire il link, probabilmente il 3d è stato cancellato), sul forum apparve un ragazzo che chiedeva aiuto per un suo familiare ammalato di tumore.
    Subito si scatenò la solita ridda di consigli di rivolgersi urgentemente Simoncini, oltre alle solite proposte fantasiose di imbottirsi di prodotti assurdi quanto inverosimili.
    Il ragazzo chiese maggiori lumi su Simoncini, si documentò, e poi scrisse un post in cui diceva che non riteneva tale cura valida o efficace, e che avrebbe fatto curare il suo caro in un normale ospedale.

    La risposta di Zero fu lapidaria:
    Condoglianze

    Agghiacciante.
    (conosco una ex utente si ARPC che può confermare le mie parole nel caso servisse)

    RispondiElimina
  59. Xlorenzodes

    Sfido che sei rimasto basito!

    Come dice il buon WeWee: quando non si conosce un argomento è meglio TACERE!

    Ma quando leggi cosa capisci?

    Io ho detto:

    “La condizione essenziale di un esposto è la notizia del reato e di conseguenza dell'oggetto!”

    dopodichè:

    “Hai individuato quale è il futuro capo d'imputazione?”

    quindi:

    “Fatto questo tutta la responsabilità della comunicazione dell'oggetto del reato cade sulle spalle del dichiarante.” (cioè l'attore!)

    Non puoi manipolare un discorso estrapolando una frase attribuendogli un significato che non ha!

    Se dobbiamo parlare di giurisprudenza è un altro discorso ma non mi sembra la sede, quindi bisogna sintetizzare, se il tuo problema è non capire la sintesi allora TACI!

    “L'individuazione del capo di imputazione non spetta al denunciante.”

    Dove ho dato la prerogativa del PM all'attore?

    "L'ordine dei medici non ha poteri nei confronti dei non-iscritti. La magistratura sì."

    E questa altra cavolata che cosa significa?

    Che non possono spiccare una querela se lo vogliono?

    Anche in questo caso come dice il buon WeWee: quando non si conosce un argomento è meglio TACERE!

    RispondiElimina
  60. Ho fatto una capatina nel sito dell'ARPC, sinceramente non lo conoscevo.

    Davanti la porta appendono il solito cartello che proclama:

    "Tutto ciò che viene scritto in questo Forum è da considerarsi: opinioni, idee, informazioni scientifiche e simili, in linea con la Costituzione Italiana che sancisce la libertà di pensiero e di espressione delle proprie idee. I medesimi non sono invece da considerarsi consigli medici o terapie, per le quali, per legge, è necessario un medico laureato, abilitato e iscritto all'albo. Qui tutti sono liberi di dare opinioni e consigli, anche sbagliati. Le "terapie" si possono ricevere solo dai medici. Se volete applicare i dati o i consigli trovati nel forum, consultate prima il vostro medico curante"

    Anche in questo caso potrei avere seri dubbi di legitimità, in quanto è vero che la costituzione tutela la liberta di pensiero, ma è anche vero che tutela quello alla salute e questa è un diritto fondamentale non dico superiore ma sicuramente equivalente al primo.

    Come ha avuto modo di sottolineare il buon WeWee sembrerebbe che non si limitino a dissertare sulle validità di una terapia piuttosto che un'altra, bensì a formulare dei veri e propri protocolli di cura, con tanto di posologia e tipologia parafarmaceutica.

    Come ben sappiamo il nostro ordinamento giuridico è un po' vacante in questo senso, anche per la possibilità interpretativa che fornisce:

    “LA DICHIARAZIONE DI HELSINKI"

    In merito ai

    “Principi etici per la ricerca medica che coinvolge i soggetti umani”.

    Ma la stessa dichiarazione è applicabile dai medici.

    Nel loro caso non lo sono.

    Inoltre è d'interesse generale a che determinate professioni, richiedenti particolari requisiti di conoscenza e competenza tecnica, vengano esercitate soltanto da chi, avendo conseguito una speciale abilitazione, risulti in possesso delle qualità morali e culturali previste dalla legge.

    Per determinare un protocollo di cura bisogna essere abilitati dagli organi previsti per legge.

    Dovrebbero esserci gli estremi per un intervento da parte dell'ordine dei medici, quantomeno per sanzionare questo uso indiscriminato del protocollo di cura senza che lo stesso sia riconducibile ad una persona fisica ben identificata.

    RispondiElimina
  61. @Antonello

    Non so cosa tu faccia nella vita ma di certo non sei avvocato. E neppure medico, ovviamente.

    Poiché mi sembri un pochino nervoso, mi limito a fare qualche precisazione:

    Ho scritto:
    "L'ordine dei medici non ha poteri nei confronti dei non-iscritti. La magistratura sì."

    Tu hai risposto:
    "E questa altra cavolata che cosa significa?

    Che non possono spiccare una querela se lo vogliono?"

    Mi permetto di informarti (o ricordarti qualora il tuo sia un semplice problema di memoria) che la querela è atto riservato alla persona offesa o ad un suo procuratore speciale. Relativamente a ciò di cui parliamo, pertanto, la risposta è "no, non possono presentare querela".

    Andiamo oltre:

    Io ho scritto:
    "“L'individuazione del capo di imputazione non spetta al denunciante.”

    Tu hai risposto:
    "Dove ho dato la prerogativa del PM all'attore?"

    Lo hai fatto qui:
    "La condizione essenziale di un esposto è la notizia del reato e di conseguenza dell'oggetto!

    Hai individuato quale è il futuro capo d'imputazione?"

    Ribadisco che per la denuncia non è richiesta l'individuazione del futuro capo di imputazione.

    Il resto non merita commenti.

    RispondiElimina
  62. Xlorenzodes

    ORDINE DEI MEDICI: L'Ordine di Roma querela Alessandro *************
    per diffamazione
    Inviato da: 48 di Venerdì, 22 Febbraio 2008 - 02:20 AM

    Per le affermazioni rese a "Buona Domenica" il 27 gennaio *******

    Evidentemente l'Ordine dei Medici di Roma può presentare querele. Riguardo il caso specifico l'Ordine dei Medici è il Principale (potenziale) Attore perchè deve cautelare i propri iscritti; Poi non so tu cosa hai capito nella discussione!

    Io ho detto:

    “La condizione essenziale di un esposto è la notizia del reato e di conseguenza dell'oggetto!”

    dopodichè:

    “Hai individuato quale è il futuro capo d'imputazione?”

    quindi:

    “Fatto questo tutta la responsabilità della comunicazione dell'oggetto del reato cade sulle spalle del dichiarante.” (cioè l'attore!)

    TRADOTTO PER I NON UDENTI:

    Iscrizione della notizia di reato, tramite querela, denuncia, richiesta..... la fa l'attore o il denunciante o il querelante.

    "Hai individuato quale è il futuro capo d'imputazione?”

    Dopo le indagini preliminari che possono essere condotte dalla polizia giudiziaria il PM formula l'accusa. L' attore vede materializzare la sua denuncia e se è possibile l'azione penale.

    "Fatto questo tutta la responsabilità della comunicazione dell'oggetto del reato cade sulle spalle del dichiarante."

    Fatto questo non è detto che hai ragione!Sei soggetto a controquerela.

    Ma cosa pretendi che ti scriva tutto il processo penale in tutte le sue caratteristiche?

    Nel contesto so che ti riesce molto difficile se non impossibile capire quello che intendevo dire senza bisogno di fare lezioni di giurisprudenza.

    "Il resto non merita commenti" te lo riservi per te e per la tua completa incompetenza, bastava che navigavi un pò su Google se avevi qualche dubbio e mi auguro veramente che la tua disciplina non sia la giurisprudenza!

    RispondiElimina
  63. @antonello

    Stai facendo confusione. Basti dire che qui non si parla di diffamazione e che, per il caso che ci interessa, ciò che può fare l'Ordine dei Medici è equivalente a quello che puoi fare tu, WeeWee o qualsiasi altro privato cittadino,

    E la risposta è sì, la mia disciplina è la giurisprudenza.

    Ti invito infine a non dare giudizi di (in)competenza in maniera avventata, specialmente su materie che palesemente non conosci (e google non basta).

    Rilassati, ne va della tua salute.

    RispondiElimina
  64. tranquillo lorenzo,
    antonello ti illustrerà a breve come lui abbia innegabilmente ragione in una materia che non conosce e che tu, nonostante la tua superbia data dagli anni di studio, non sia minimamente riuscito a capire come la cosa funzioni.

    attendiamo altre specializzazioni che il nostro prode possa ricondurre alla corretta via.

    ...aridatece kataclisma...

    RispondiElimina
  65. (O.T.)


    La paura è la via per il Lato Oscuro. La paura conduce all'ira, l'ira all'odio, l'odio conduce alla sofferenza. Io sento in te molta paura.
    (Star Wars: Episodio I - La minaccia fantasma)

    :)

    RispondiElimina
  66. Xlorenzodes

    Se stai dichiarando che il tuo percorso scolastico è la giurisprudenza, mi vuoi fare capire perchè adesso dici che:

    “Ordine dei Medici è equivalente a quello che puoi fare tu, WeeWee o qualsiasi altro privato cittadino”

    Questa è una ulteriore inesatezza. Noi siamo delle persone fisiche,.

    L'Ordine dei Medici è una persona giuridica e nella fattispecie un Ente di Diritto Pubblico.

    Inutile dirti quali sono le differenze, non credi che esista qualche prerogativa diversa?

    L'esempio della querela per diffamazione non era riferito al caso in questione (che potrebbe ugualmente entrarci), ma in risposta al tuo:

    “Mi permetto di informarti (o ricordarti qualora il tuo sia un semplice problema di memoria) che la querela è atto riservato alla persona offesa o ad un suo procuratore speciale. Relativamente a ciò di cui parliamo, pertanto, la risposta è "no, non possono presentare querela".”

    Altro fattore che veramente mi stupisce in te è la pretesa di poter stabilire i capi di accusa.

    Non mancano certamente i presupposti all'Ordine per presentare una denuncia presso l'autorità giudiziaria.

    Un cittadino può rivolgersi ad un medico o il medico stesso “può” (lo sai che non è un può!) segnalare una anomalia che sta accadendo in tema di “medicina”al proprio Ordine che adotterà le adeguate misure (denuncia o querela).

    Se sei un avvocato dovresti sapere a quale norma mi riferisco e non vorrei agiungere altro con temi che stanno andando ben oltre le intenzioni di chi ha aperto il Topic!

    Con questo vorrei chiudere questa sterile ed inopportuna presa di posizione.

    Non si stava discutendo di giurisprudenza, ma di quello che era possibile fare per spezzare questa vergogna dell'arbitrario diritto che si arrogano alcuni individui nel somministrare protocolli di cura in posizione praticamente antitetica a quanto stabilito dalla medicina.

    Rif. Cesco: Secondo me gli estremi per una denuncia ci sono...

    Rif. MarKogts: ..... Cmq concordo con Cesco. Salva tutto, quando la tipa morirà ne vedremo delle belle.

    Riccardo: Gli estremi per una denuncia non lo so, ma quelli per un esposto alla magistratura credo proprio di sì. In questo caso, è il magistrato che decide, sulla base di ciò che sa e di ciò che scopre, il da farsi. A cominciare, probabilmente, dalla chiusura del sito.

    Quindi a prescindere Thhh che non è bravo di suo.....

    Ti assicuro che ce ne sono altri e nessuno è mio amico, tu cosa hai inteso fare ......

    WeWee aveva chiesto di non andare oltre nella discussione perchè non è sua intenzione promuovere processi di piazza, è un suo desiderio e lo reputo pure giusto. Non è che può fare crociate per questioni che sono palesi a tutti e quindi sicuramente anche a componenti dell'Ordine dei Medici.

    RispondiElimina
  67. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  68. @antonello: WeWee aveva chiesto di non andare oltre nella discussione

    Però nel frattempo l'ultima parola la vuoi tu.

    Raga, accontentiamo antonello.

    RispondiElimina
  69. @Giuliano

    "Raga, accontentiamo antonello."

    Nessun problema da parte mia.

    RispondiElimina
  70. @Giuliano

    figurarsi da parte mia..

    RispondiElimina
  71. ciao a tutti! Ehilà the Drakk!
    Questa notizia viene dall'agenzia di stampa APCOM e risale al 2008; è vero o una cattiva traduzione o che? avevo trovato anche un'altra storia simile (devo cercarla), addirittura un cancro al fegato era sparito da solo, grazie alla gravidanza... ma è possibile?

    Roma, 4 feb. (Apcom) - Una donna incinta di due gemelli, alla quale era stato diagnosticato un tumore alla cervice dell'utero mentre era in fase di gravidanza, ha avuto 'spostato' il tumore da uno dei due feti che, scalciando nell'utero, ha letteralmente 'sloggiato' il cancro che si è 'risistemato' in una posizione meno pericolosa. Lo straordinario evento, riportato dalla Bbc, è accaduto in Inghilterra: alla donna è stato diagnosticato il cancro tardivamente, solo nel momento in cui è stata ricoverata in ospedale per un sospetto di aborto. Durante gli accertamenti il dottore ha però scoperto che c'era un tumore e ha proposto una isterectomia, il che avrebbe comportato la fine della gravidanza. La donna non volle nè sottoporsi all'isterectomia, nè alla chemioterapia e, per questo motivo, è stata nominata al Woman of Courage Award dall'istituto britannico di ricerche sul cancro. Il dottore del Royal Marsden Hospital ha somministrato alla donna una chemioterapia limitata e i due gemelli, Alice e Harriet, sono nati alla 33esima settimana con parto cesareo il 23 dicembre del 2006, perfettamente sani anche se privi di capelli a causa del trattamento anti cancro. Quattro settimane dopo la madre è stata sottoposta a una isterectomia che ha 'ripulito' tutto.

    RispondiElimina
  72. XMax(L)

    La discussione aveva preso una svolta non prevista e non ho potuto ribattere alle tue esilaranti affermazioni, ma per non dilungarmi troppo mi limito alla prima parte, tanto per la seconda posso bollarla come “omissis”:

    Io ho detto:

    "Le percentuali di insuccesso di un betabloccante sono dovuti ad effetti non prevedibili o collaterali e minoritari, ma l'effetto è omogeneo in tutti."

    Risponde bastian contrario Max:

    Niente affatto.
    1.
    Se un trattamento non ha successo perche' e' successo qualcosa di imprevedibile non e' chiaramente un insuccesso dimputabile al trattamento

    (Pazzesco, la stessa cosa appena affermata da me!).

    2.
    Gli effetti collaterali dovuti al trattamento limitano l'efficacia del trattamento solo se di gravita' tale da interrompere il trattamento stesso

    (praticamente quanto affermato da lui stesso al punto 1 ed automaticamente da me!)).


    3. "L'omogeneita' dell'effetto" e' una frase priva di senso data la naturale variabilita' tra individui

    (fantascienza, tutti coloro che assumono betabloccanti hanno gli stessi effetti, fatti salvi i casi 1=2 a meno che a tu consideri positivi risultati pari al 2,7%)

    Forse non sai che la “condicio sine qua non” per la immissione in commercio dei farmaci nuovi è “primum non nocere”.

    L'eccezione può solo confermare la regola!

    Se non viene soddisfatto questo requisito il nuovo farmaco non ottiene il "placet".

    Quale è il problema? Che possono passare anche dieci anni per definire realmente efficace un farmaco. Siccome tu sei bravissimo in farmacia non c'è bisogno che ti descriva le fasi che occorre superare.

    Nel panorama farmaceutico vige tuttora la sperimentazione su tutte le malattie degenerative particolarmente gravi.

    In condizioni normali questi farmaci non avrebbero il permesso per essere commercializzati.

    Ma il tutto è tacitamente consentito dall'uso e dal fatto che le patolgie hanno risvolti incurabili.

    ESEMPIO:

    acquisto una pistola, se introduco le cartucce, tolgo la sicura e premo il grilletto il risultato è che ho sparato;

    A volte accade che questo non avviene, non per colpa del meccanismo in senso teorico ma perchè è intervenuta una causa diversa che ha fatto inceppare questo meccanismo.

    Questo vale per tutte le armi da fuoco e per tutti coloro che le adoperano.

    Come viene stabilità la validità dell'arma da fuoco? se questi fenomeni sono minimi e tollerabili!

    In caso contrario? Mio nonno diceva:

    Fucile che non spara subito, buttalo!

    Questo per i farmaci antitumorali non si può applicare perchè non esistono armi giudicate risolutive!

    RispondiElimina
  73. Antonello, mio nonno diceva: "le armi scariche uccidono".
    Stava scritto sul muro dell'armeria, a San Vittore.

    Prima che ti arrabbi di nuovo, prova a spiegarmi una cosa.
    Abbastanza spesso, nei tuoi commenti scrivi frasi del tipo: "Allora ve lo spiego io..." (in uno dei tuoi post cancellati), di solito subito dopo procedi a spiegare ad un avvocato cos'e' un esposto, ad un medico cos'e' l'alcalosi, ad una amica di Aisha cosa ha realmente scritto Aisha e cose del genere.
    Mi ricorda il modo di procedere di un altro frequentatore di questo blog: G. Paolo, che saluto e che da un po' di tempo non si fa piu' vivo.

    A domande precise che chiedano riferimenti per sostenere le tue affermazioni, pero', sino ad ora non ti ho visto rispondere.

    Al massimo, fai dei ragionamenti analogici dove le premesse non sono (almeno a me) molto chiare, tipo quello di qua' sopra sulle armi e sulle medicine, o tipo quello (sempre di un post cancellato) dove paragonavi una cellula al calcestruzzo.

    Detto tutto cio', mi spieghi perche' ti stupisci se dopo due o tre (cento) commenti cosi' a qualcuno con meno pazienza della media possa venire voglia di risponderti in modo sgarbato?

    Infine, un'ultima cosa.
    Ma cosa sei, razzista?
    Perche' essere definito un troll (nel precedente 3D) sarebbe un insulto al pari di "idiota" o "ignorante"? Stai cercando pure tu di sostenere questi triti stereotipi sulla mia gente?

    RispondiElimina
  74. ma questo non era il post di "alleanza dell'ignoranza" ????

    RispondiElimina
  75. Altro thread delirante su ARPC di consigli per un paziente affetto da mesotelioma.

    http://www.aerrepici.org/forum/topic.asp?TOPIC_ID=5282

    @ antonello
    ciao, come ti trovi su ARPC????

    RispondiElimina
  76. Appunto: e ci siamo tutti, mi pare.
    No?

    RispondiElimina
  77. @Prima che ti arrabbi di nuovo, prova a spiegarmi una cosa.
    Abbastanza spesso, nei tuoi commenti scrivi frasi del tipo: "Allora ve lo spiego io..." (in uno dei tuoi post cancellati), di solito subito dopo procedi a spiegare ad un avvocato cos'e' un esposto, ad un medico cos'e' l'alcalosi, ad una amica di Aisha cosa ha realmente scritto Aisha e cose del genere.
    Mi ricorda il modo di procedere di un altro frequentatore di questo blog: G. Paolo, che saluto e che da un po' di tempo non si fa piu' vivo.


    infatti mi son chiesta anch'io le origini della sua tuttologia ,specialmente le sue deduzioni sul caso Aysha, visto che non conosceva fino ad ieri il forum ARPC..

    RispondiElimina
  78. XRiccardo

    "Tu puoi anche non passarmela ma quando fu invitata a proseguire all paese suo con un altro tipo di chemio ... lei mi disse che sapeva che era per quello ... non rispondeva alle sperimentazione ...quindi probabilomente l'avrebbe inquinata ... parole sue ... lo giuro . giuste o sbagliate ... parole sue"

    ByoDoctor risponde:

    "E poi dico, scusa, ma se non rispondeva ai farmaci che stavano sperimentando, avrebbe avuto senso continuare su quella strada?
    Non ti viene l'ideuzza che i medici, coscienziosamente e correttamente, l'abbiano invitata a proseguire con un diverso tipo di chemio o protocollo magari di efficacia già comprovata, visto che quello sperimentale non sortiva gli effetti sperati?"

    Evidentemente ... non rispondeva alle sperimentazione ...

    Non rispondere alla sperimentazione significa inficiare i risultati, ma se lei era stata ammessa alla sperimentazione un risultato negativo è messo nel conto, quindi........

    Una sperimentazione non viene ritenuta falsa o non valida in base ai sicuri risultati negativi.

    E nessuno va a falsificare le cartelle cliniche.

    Allo stato attuale, a meno che non avvenga il miracolo, le sperimentazioni possiamo intenderle positivamente progressive, cioè si considerano validi quei farmaci che offrono la possibilità di offrire anche un solo mese di sopravvivenza in più in base ai parametri approvati dalla ricerca scientifica.

    Quindi mio malgrado devo concordare con ByoDoctor.

    Nonostante i proclami che continuano a circolare da ambedue le parti di cancro si muore, con o senza bicarbonato!

    Quindi rassegnati avrai un motivo in più per rimanere scettico quando ti dicono che dal cancro al seno si guarisce nell'85% dei casi.

    RispondiElimina
  79. XByodoc

    "ciao, come ti trovi su ARPC????"

    Non ho avuto modo di partecipare ad alcun forum e mi sto limitando a leggere qualcosa.

    Se volete essere scandalizzati mi sembrano tutti amiconi tra loro e devo ammettere che qualcosa di interessante sono riuscito a leggerlo.

    Non fatemi sbilanciare più di tanto.

    Riguardo i Topic aperti dal buon WeWee non riesco a trovare quello che più mi interessa, cioè quello del cardiopatico.

    Ho letto anche qualche frecciatina al suo indirizzo, a quanto pare il buon WeWee raccoglie "consensi".

    Quello che riguarda la donna cancerosa sinceramente lascia sconcertati, ma devo ammettere che quelli del forum non fanno nulla per convincerla, è stata lei a contattarli e che chiede consigli, tra l'altro è contraria alla chemio, in loro trova interlocutori attenti e lei è convinta di avere intrapreso la strada giusta. Vedremo.

    La materia mi interessa, però servono degli ottimi stivali di piombo.

    RispondiElimina
  80. Se volete essere scandalizzati mi sembrano tutti amiconi tra loro [... ]

    Eh sì, è proprio così, nella loro beata ignoranza si battono il cinque, si danno pacche sulle spalle e si supportano a vicenda nelle loro farneticazioni e falsità.
    Una bella combriccola, non c'è che dire.

    Quello che riguarda la donna cancerosa sinceramente lascia sconcertati, ma devo ammettere che quelli del forum non fanno nulla per convincerla, è stata lei a contattarli e che chiede consigli,[... ]

    Non avranno cercato di convincere questa persona che forse era già convinta di suo.
    Negli altri casi lo fanno eccome.
    Ma questo non giustifica voler fare i piccoli medici.

    La materia mi interessa, però servono degli ottimi stivali di piombo.

    Più che altro ti servono delle mutande di ghisa :-)))

    RispondiElimina
  81. @Quello che riguarda la donna cancerosa sinceramente lascia sconcertati, ma devo ammettere che quelli del forum non fanno nulla per convincerla, è stata lei a contattarli e che chiede consigli, tra l'altro è contraria alla chemio, in loro trova interlocutori attenti e lei è convinta di avere intrapreso la strada giusta. Vedremo


    Che grande pena leggere la sua storia...non mi sembra abbia trovato interlocutori attenti,visto che non sanno leggere un referto ,scambiando lucciole per lanterne ,c'è poco da vedere

    RispondiElimina
  82. XTerenzio

    "procedi a spiegare ad un avvocato cos'e' un esposto"

    Io non gli ho spiegato nulla è stato lui che è entrato a fare il professore, mi è sembrato doveroso rispondere ma la discussione stava prendendo risvolti antipatici per la conduzione del sito da parte del buon WeWee.

    Le discussioni vanno fatte per essere acessibili alla comprensione di tutti gli utenti, chi invece è padrone della materia deve essere capace di intuire cosa avesse voluto dire Caio parlando con un linguaggio non inerente alla materia (Umiltà e io sono umile).

    "Mi ricorda il modo di procedere di un altro frequentatore di questo blog: G. Paolo"

    Sono io che ho cambiato nick! Bravo mi hai scoperto.

    "Ma cosa sei, razzista?
    Perche' essere definito un troll (nel precedente 3D) sarebbe un insulto al pari di "idiota" o "ignorante""

    Mai fatta questa equivalenza (ti sentiresti offeso!), tra i tanti epiteti lanciatimi c'era anche questo, non l'ho reso equivalente ad idiota. Fammi capire esiste la razza dei trollisti?

    Mi auguro che non vi venga in mente di lanciare offese gratuite per come io non faccio con voi!!!!!

    RispondiElimina
  83. XSimonetta

    "Che grande pena leggere la sua storia...non mi sembra abbia trovato interlocutori attenti,visto che non sanno leggere un referto ,scambiando lucciole per lanterne ,c'è poco da vedere"

    Non mi sembra una condizione così commiserevole, non si tratta di una donna disperata che sta sfuggendo dalla chemio dopo che da questa è stata demolita.

    Lei ha dichiarato che ufficialmente ha subito solamente l'intervento chirurgico.

    Quindi sta facendo una scelta ponderata e responsabile con la sua pelle.

    Si dichiara seguace dei metodi di cura naturali.

    Dichiara di avere un cancro ed ha 52 anni.

    Le statistiche ufficiali sono negative a lungo tempo, evidentemente non accetta una vita residua con l'incubo della recidiva.

    Non la posso condannare. La vita di un canceroso sopravvissuto anche ai cinque anni può diventare una non-vita.

    Solamente chi ha questa patologia addosso può sapere cosa prova.

    RispondiElimina
  84. @Riccardo:
    ma questo non era il post di "alleanza dell'ignoranza" ????
    Con tutti i post di antonello ..basta e avanza per rimanere IT :-)

    RispondiElimina
  85. XSimonetta2

    "infatti mi son chiesta anch'io le origini della sua tuttologia ,specialmente le sue deduzioni sul caso Aysha, visto che non conosceva fino ad ieri il forum ARPC.."

    Credimi, con quelli come WeWee avrei preso volentieri, e sarebbe stato un onore, un caffè al bar e parlare di Juve o Inter.

    Evidentemente si diventa eruditi contro volontà, anche se il termine erudito è usato a sproposito.

    Se a questo aggiungi la consapevolezza di essere caduto nella voragine della chemioterapia perchè si pensava che era un passaggio obbligato....

    Non conoscevo Simoncini, Arpc, Nacci, adesso ne so un pò di più, ma quella che è aumentata è la consapevolezza di cosa è la chemio.

    La natura penso che abbia tanti rimedi, l'uomo non è nato dentro una provetta da laboratorio.

    Il cancro è una bruttissima bestia che non vuole farsi addomesticare, ma può anche darsi che il domatore non sia adatto.

    Nella mia vita pratica devo stare attento ai risultati ed in base a quelli agisco.

    Gli oncologi non hanno bisogno di stare attenti.....

    Riguardo la giurisprudenza diciamo che la mastico un pochino, ma è filosofia, quindi difficilmente troverai due di loro che concorderanno dove posizionare una virgola.

    Io sono dalla parte di chi ha sempre torto perche sono ostile alla chemio. Quindi anche se parlo del mio mestiere qui troverei persone che diranno che sto raccontando balle. Non adoro il turpiloquio e cerco di non essere offensivo.

    Su Aysha ne ho discusso in questo forum la prima volta.

    Sono un tipo pratico e non facilmente emozionabile.

    Ho richiesto il link dove poter seguire il processo o se era stata emessa una sentenza anche se solamente di primo grado, dove poter leggere la motivazione.

    Il caso era presentato come un evidente omicidio colposo + una miriade di aggravanti (c'è chi lo chiama assassino per questo episodio).

    Per risposta sono stati cancellati i post che riguardavano questa ragazza.

    Poichè non devo essere io a difendere Simoncini, la cosa è finita lì.

    L'intervento tuo e di Riccardo mi ha fatto capire perchè non è stato aperto alcun procedimento giudiziario. Semplicemente perchè non si poteva e la sua morte è legale.

    Il cancro cambia la vita? Direi proprio di si!

    E' insaziabile, non si accontenta di distruggere quelle delle vittime, chi resta.....

    RispondiElimina
  86. Antonello , faccio un pò fatica a seguirti ... ma ho deciso mi prendo un pò di ferie ;-)

    RispondiElimina
  87. a proposito ... subito dopo il mio post su aysha tu hai ripreso una mia frase , dicendomi .... te ne assumi le responsabilità ????

    Ma ... a cosa ti riferivi esattamente ? Dal momento che mastichi ...giurisprudenza ?

    RispondiElimina
  88. XRiccardo

    Perchè mi fai questa domanda?

    WeWee ha già detto:

    Comunque, come avevo scritto nel post, qui non si fanno processi........

    Alla tua domanda seguirebbe una considerazione di carattere legale e mi sembra che già ne abbiamo parlato anche troppo.

    Se ti serve un autorevole consiglio puoi chiederlo all'avvocato che è intervenuto precedentemente.

    Io preferisco non ritornare più sulla vicenda.

    In ogni caso le mie considerazioni le avevo espresse subito dopo il tuo post.

    RispondiElimina
  89. Scusate, ma se le persone muoiono con la chemio e senza la chemio, tanto vale che ogniuno scelga la morte che desidera.

    RispondiElimina
  90. @antonello:
    fantascienza, tutti coloro che assumono betabloccanti hanno gli stessi effetti, fatti salvi i casi 1=2 a meno che a tu consideri positivi risultati pari al 2,7%

    Ma di che stai parlando ??
    Come ti disse WeWee, se non hai nulla da dire
    astieniti dal farlo.

    RispondiElimina
  91. @Kempeitai: con la chemio ne muoiono di meno per molti tipi di cancro

    RispondiElimina
  92. @ Giuliano

    E quindi? Nessuno sa con certezza la risposta del paziente alla terapia chemio: si tratta di "vedere cosa succede". Ma è un approccio giusto questo verso la malattia?

    Lo stesso We Wee aveva parlato in precedenti post della capacità dell'organismo di aggredire eventuali neoplasie. Ebbene, perché non incoraggiare l'organismo per questa via, oltre all'intervento chirurgico? La chemio va nella direzione opposta, distrugge tutto e se il paziente sopravvive, lo segna per sempre.

    RispondiElimina
  93. Xmax(L)

    Mi sembra che adesso stai raggiungendo il ridicolo.

    Sembrerebbe che tu abbia bisogno per ogni frase la spiegazione con l'analisi grammaticale.

    RIASSUNTO DA COPIARE.

    Tra i farmaci che almeno nell'immediato hanno risolto uno dei più gravi problemi dell'umanità, esistono i Betabloccanti.

    Come tutti i farmaci anche questi hanno effetti collaterali.

    A differenza dei chemioterapici il rapporto vantaggi/effetti collaterali è tutto a favore dei primi.

    Da premettere che il principio attivo dei betabloccanti deve per forza agire positivamente in tutti i soggetti trattati in maniera omogenea a prescindere età, sesso, nazione.

    Gli eventuali EFFETTI COLLATERALI sono nella norma e specificatamente indicati.

    In linea quanto meno ipotetica un farmaco per essere “venduto” deve soddisfare principalmente il requisito dell'EFFICACIA sennò non lo trovi in farmacia.

    Tanto è che alcuni farmaci sono stati ritirati dal commercio perchè occorrono almeno 10 anni per stabilirne la reale EFFICACIA, ma questo è il prezzo che a volte bisogna pagare al PROGRESSO nella medicina. Il caso dell'Aspirina è emblematico per capire che un farmaco diffuso globalmente a distanza di più di 10 anni riesce ad aprire nuovi orizzonti anche positivi.

    I CHEMIOTERAPICI per forza di cose sfuggono a queste regole sull'efficacia e poiché non esistono farmaci idonei alla cura l'efficacia diventa incidenza sulla sopravvivenza.

    Sei diventato un alternativo e sostieni il contrario?

    Di conseguenze di fronte ad un farmaco “salvavita” di provata efficacia trovo fuori luogo consigliare una terapia alternativa che non abbia requisiti approvati scientificamente, a maggior ragione trattandosi di patologia vita natural durante (probabilmente) che richiede dal farmaco un effetto pressocchè istantaneo.

    Il discorso della cancerosa è diverso, ed il comportamento di quelli del forum non è lesivo, non stanno consigliando farmaci, ma prodotti naturali e cinicamente parlando sarebbe interessante la conclusione, senza esprimere giudizi o pronostici, ma augurando la guarigione a prescindere cosa stia assumendo.

    Di loro avrò modo di parlare appresso, finora mi sembrano dei partigiani della "medicina naturale". Devo ancora approfondire.

    RispondiElimina
  94. XKempeitai

    Auguri.

    Giuliano non è cattivo è un chimico. Lo so che potrebbe essere la stessa cosa. Ma è fondamentalmente buono.

    Lui si immolerebbe per sostenere che la chemioterapia ha risolto il problema cancro.

    Per fortuna come lui ne restano sempre di meno.

    Quando ti nominano molti tipi di cancro si riferiscono a patologie risolte fondamentalmente dalla chirurgia e l'intervento del Sistema Immunitario, ma il pensiero del RICCO oncologo è quello di considerare il chirurgo poco più di un macellaio che osa intromettersi tra lui e il suo guadagno.

    RispondiElimina
  95. Scusatemi, ma sulla homepage di ARPC è indicato chiaramente:

    "Per favore, per qualsiasi richiesta di informazioni su tumori, terapie, vitamine, Alleanza, ecc... non scrivete direttamente all'ARPC né per posta, email o fax; invece:

    1) iscrivetevi a un forum

    2) cercate nel forum per vedere se vi sono già le informazioni che vi interessano

    3) se non trovate ciò che vi interessa, fate le vostre domande nel forum"

    Questo non vi pare in forte contrasto con l'avvertimento sulle pagine del forum? Questo a me pare un esplicito invito a seguire tutte le boiate che pincopallino propina in quelle discussioni. Io dico che quasi quasi una segnalazione alla polizia postale la si può fare...

    RispondiElimina
  96. @antonello: quando vorrò un curriculum scritto da te te lo dirò, contento?

    Per fortuna gli ignoranti non sono tutti come te, alcuni hanno voglia di imparare

    RispondiElimina
  97. @antonello:
    Troppe parole per non aver nulla da dire.
    Quando tutti intorno ti ripetono che sei ignorante e presuntuoso e tu ti ostini a cercare scappatoie e' giunto il momento di porsi qualche domanda: sono io o e' un complotto contro di me ?
    Ad ogni modo seguiro' il saggio esempio di Riccardo:
    Antonello , faccio un pò fatica a seguirti ... ma ho deciso mi prendo un pò di ferie ;-)

    RispondiElimina
  98. @kempeitai: non esiste solo la chemio, infatti. Si stanno studiando moltissimi approcci diversi alla malattia, alcuni che riguardano proprio il fatto che l'organismo stesso potrebbe essere capace di reagire al cancro (tempo fa lessi addirittura un libro sulla terapia immunitaria, purtroppo su questo non sono aggiornato e non so a che punto sia la sperimentazione a riguardo). Ed esistono tumori per cui la chemio, comunque, è il trattamento favorito, perché ha un'alta percentuale di successi. In ogni caso, non sono un medico ma un biologo, quindi di terapie ne so poco. Posso dirti che la chemioterapia non è l'unica pratica, in medicina, che risulta dannosa per l'organismo: alcuni antibiotici indispensabili per curare certe malattie risultano talmente tossici da poter essere usati solo in casi estremi, ad esempio. Tutto gioca sull'equilibrio benefici/danni. Per la chemio a volte i danni sono maggiori dei benefici, indubbiamente, altre volte no. Per farti un'idea di quello che dice la scienza sull'efficacia del trattamento leggi questi due post, potrebbero essere illuminanti

    RispondiElimina
  99. XCesco

    Vai a te l'onore.

    (polizia postale?)

    RispondiElimina
  100. La polizia postale è quella che oscura i siti internet con materiale illegale.

    RispondiElimina
  101. XMax

    No sei tu che non sai quello che dici.

    Basta solamente dire che quello che ho scritto nell'ultimo post è una cazzata.

    Comunque il riassunto oltre che da copiare era anche da leggere ed imparare a memoria (capirlo significherebbe troppo!)

    RispondiElimina
  102. XCesco

    Armiamoci e partite!

    Se sei convinto di aver subito un danno anche indiretto e per te è sufficiente rivolgersi alla Polizia Postale.....

    Nessuno ti sta impedendo di farlo!

    Non è che devi raccogliere le firme.....

    Formula la tua denuncia nella maniera più dettagliata possibile, recati presso un ufficio qualunque della Polizia Postale.

    Credo che loro per il momento si occupino di ben altro, comunque non ci metto la mano sul fuoco, presumo per questioni di competenze e non di sedi.....

    RispondiElimina
  103. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  104. @Antonello
    "Il discorso della cancerosa è diverso, ed il comportamento di quelli del forum non è lesivo..."

    bhè insomma.... O.o !!

    A me sembra evidente su quel forum la "sponsorizzazione" verso l'amico Simoncini, un vero e propio "prendi clienti" quel forum.

    Togliendo quelle persone alle cure normali,che potrebbero dare risultati, e dandole in pasto ad uno che ti porta sicuramente a morire....mi pare un bel danno!!!

    RispondiElimina
  105. Comunque il riassunto oltre che da copiare era anche da leggere ed imparare a memoria (capirlo significherebbe troppo!)

    Antonello se questo per te non e' un insulto, non so proprio cosa tu intenda per insulto, dato che gli dai velatamente dell'idiota.
    Un bagno di umilta' comunque non ti farebbe male

    Sei vuoi avere l'ultima parola fai pure, se ti fa stare meglio.

    RispondiElimina
  106. @antonello:
    veramente perche' tu insista su cose di cui sai palesemente poco o nulla non riesco proprio a capirlo.
    Da premettere che il principio attivo dei betabloccanti deve per forza agire positivamente in tutti i soggetti trattati in maniera omogenea a prescindere età, sesso, nazione.
    Sciocchezza No.1: non esiste un simile determinismo in fisca figuriamoci per i fenomeni biologici, non esiste un "per forza", esiste invece una misura quantitativa della variabilita' che si chiama piu' precisamente "varianza"
    (e.g. http://it.wikipedia.org/wiki/Varianza)
    inter- e intra-soggetto dipendente da tutte quelle variabili (e.g. sesso, eta', nazione..) che vorresti eliminare con degli sterili esercizi di retorica, varianza che dimostra non solo la disomogenita' delle risposte ad un trattamento tra individui ma anche la tua presunzione ed ignoranza in materia.

    In linea quanto meno ipotetica un farmaco per essere “venduto” deve soddisfare principalmente il requisito dell'EFFICACIA sennò non lo trovi in farmacia.
    Altra sciocchezza: per vendere non e' sempre necessaria una dimostrazione di efficacia.
    Basta anadare in farmacia e chiedere un omeopatico od un integratore. E per dimostrare che la tua "linea ipotetica" e' una contraddizione in termini non serve aver studiato, basta far mente locale su quella massima che recita "il linea ipotetica non esiste una differenza tra teoria e pratica, ma in pratica si".

    Tanto è che alcuni farmaci sono stati ritirati dal commercio perchè occorrono almeno 10 anni per stabilirne la reale EFFICACIA
    Terza stupidaggine originata dalla prosopopea dell'ignoranza: quella di cui parli non si chiama efficacia ma efficienza. Gli anglosassoni usano due termini percisi, in uso nella letteratura scientifica che sono "efficacy" ed "effectiveness".
    http://www.medicinescomplete.com/journals/fact/current/fact0403a02t01.htm

    I CHEMIOTERAPICI per forza di cose sfuggono a queste regole sull'efficacia e poiché non esistono farmaci idonei alla cura l'efficacia diventa incidenza sulla sopravvivenza.
    I chemioterapici non sfuggono a nessuna regola, solo nelle tue personali teorie: la differenza rispetto ad altri farmaci espressa sia in termini di efficacia che di effetti collaterali e' puramente quantitativa. In relazione a questo e affinche' la prossima volta tu possa parlare con cognizione di causa ti si rimanda quanto meno alla definzione di indice terapeutico:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Therapeutic_index

    Sei diventato un alternativo e sostieni il contrario?
    No, ho solo studiato quelle cose che tu hai appreso qui e la sulla rete e su cui pretendi di dar lezioni.
    Fattene una ragione: non ci si laurea con Google.

    Il discorso della cancerosa è diverso, ed il comportamento di quelli del forum non è lesivo, non stanno consigliando farmaci, ma prodotti naturali
    Certo, naturali come la ricotta per curare un cancro al seno. Fatti una domanda, datti una risposta.

    RispondiElimina
  107. Io ho segnalato il forum dell'arpc alla polizia postale.
    Vi faccio sapere come va a finire...

    RispondiElimina
  108. XAndrea

    E' stata una tua scelta.

    Hai consultato un avvocato?

    Auguri.

    RispondiElimina
  109. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  110. Mi hanno risposto: "LA RINGRAZIAMO PER LA SEGNALAZIONE DEL CASO, INFORMEREMO L'AUTORITA' GIUDIZIARIA ED EFFETTUEREMO INDAGINI SUL CASO . CORDIALI SALUTI.-"

    Vedremo se qualcosa si smuove, probabilmente col disclaimer, si parano il culo, e scaricano ogni responsabilità :-(
    ma mandare un'email non mi è costato nulla!

    RispondiElimina
  111. @ antonello

    Certo che è stata una mia scelta, nessuno mi ha puntato una pistola alla tempia;-)

    No che avvocato, non ho fatto mica una denuncia, semplice segnalazione via email, poi verificheranno loro, se sia oppurtuno o meno un'oscuramento.
    Dopo tutto quello che ho letto, mi sono sentito in dovere di fare almeno una segnalazione...
    Io sono pessimista, secondo me non faranno nulla, ma almeno ci ho provato.
    Ciao
    Andrea

    RispondiElimina
  112. XRoberts
    "Il discorso della cancerosa è diverso, ed il comportamento di quelli del forum non è lesivo..."

    bhè insomma.... O.o !!"

    La donna che si sta sottoponendo volontariamente ad una cura alternativa è contro la chemioterapia, quelli del sito non la stanno e non possono obbligarla in nulla!

    Riguardo la legittimità del sito non sta a me decidere, poi dovresti convincermi sulla legittimità della chemioterapia!

    "Togliendo quelle persone alle cure normali,che potrebbero dare risultati, e dandole in pasto ad uno che ti porta sicuramente a morire....mi pare un bel danno!!!"

    Cosa intendi per risultati? Sei in grado di garantire la guarigione con i metodi ufficiali a quella donna? Quindi una persona per te deve accettare la morte e deve stare pure zitta!

    Quella donna ha preferito non affidarsi alle statistiche, cosa vuoi dirle?

    RispondiElimina
  113. @antonello

    Io credo che una persona con un piede nella fossa, non ha la stessa lucidità di una persona sana, o senza problemi particolari.

    Se uno smette di prendere l'insulina, o i betabloccanti, perchè gli "alternativi" dicono che fanno male, poi ci lascia la pelle, sono cavoli suoi.
    Ma raggirare una persona disperata, è squallido, e disumano, oltre che molto pericoloso...
    Una persona può decidere liberamente di abbandonare le terapie tradizionali, specialmente se ormai le speranze sono poche e diventa solo un prolungamento dell'agonia!
    Ma per decidere liberamente bisogna sapere la verità, li invece non si limitano a dare semplici "consigli", li mentono spudoratamente per consegnare le persone nelle grinfie di Simoncini(con cui molto probabilmente si spartiscono i guadagni)

    RispondiElimina
  114. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  115. XThe Foe-Hammer

    Vuoi cortesemente analizzare il "Riassunto" e contestarmi le parti erronee?

    Sono più che umile ed ammetterò le eventuali inesattezze.

    Quelle avanzate da Max non mi soddisfano e credo anche a te!

    Non ho avuto problemi in una questione a quotare ed avallare una dichiarazione di BioDoctor, che non è certo tenero nei miei confronti.

    RispondiElimina
  116. "Adesso la macchina si è messa in moto e non è come pensi tu perchè la Polizia Postale esegue con serietà il proprio lavoro e non può non accogliere la richiesta di un cittadino (art. 328 c.p.)."

    Non dico questo, sicuramente si mettono in moto, dico solo che forse con il loro ipocrita disclaimer, riescono ugualmente a pararsi il culo...
    Insomma magari riescono a rigirarsi la frittata, oppure aprono un nuovo sito internet...
    Bloccare certi fenomeni, nella totale anarchia del web, non è facile!

    ps. ma chi 6 l'avvocato difensore dell'arpc??

    RispondiElimina
  117. "Come già avevo scritto non è compito della Polizia Postale, ma dell'autorità giudiziaria."

    All'autorità giudiziaria, deve rivolgersi chi è stato danneggiato direttamente da Simoncini, e compagnia, per stroncare un sito web, credo che sia più oppurtuna la pol postale

    RispondiElimina
  118. XAndrea

    vuoi un consiglio?

    Dovresti riflettere prima di scrivere qualsiasi cosa sull'ARPC, tu oramai sei diverso da tutti noi.

    Non so se mi capisci.

    RispondiElimina
  119. XAndrea

    Mi hanno risposto: "LA RINGRAZIAMO PER LA SEGNALAZIONE DEL CASO, INFORMEREMO L'AUTORITA' GIUDIZIARIA ED EFFETTUEREMO INDAGINI SUL CASO . CORDIALI SALUTI.-"

    non sono l'avvocato dell'ARPC, credimi non ne hanno bisogno loro!

    RispondiElimina
  120. "Dovresti riflettere prima di scrivere qualsiasi cosa sull'ARPC, tu oramai sei diverso da tutti noi."
    Ok d'accordo non dirò più nulla...

    Ma tu non eri l'amico di Aysha??Come amici e familiari di questa ragazza, non hanno fatto nulla?

    RispondiElimina
  121. non sono l'avvocato dell'ARPC, credimi non ne hanno bisogno loro!

    Se l'autorita' giudiziaria dovesse muoversi nei loro confronti, di un avvocato, e di uno bravo, ne avranno proprio bisogno

    RispondiElimina
  122. Andrea, l'amico di Aysha e' Riccardo

    RispondiElimina
  123. XAndrea

    Riccardo e Simonetta si sono dichiarati amici o quantomeno di aver conosciuto direttamente Aysha.

    Io non l'ho conosciuta.

    Sembrerebbe che Aysha sia morta sotto chemio.

    Disperata si è rivolta a quelli dell'ARPC e da questi non poteva ricevere alcuna cura.

    Non è tanto questo il nocciolo della questione, ma sembrerebbe che da un punto di vista morale sia stata trattata male.

    Da un punto di vista fisico se ne è interessato la chemio.

    Anche da parte delle autorità mediche sembrerebbe che non abbia avuto alcun appoggio psicologico.

    Terminato il percorso chemioterapico i pazienti vengono allontanati dalle strutture e rispediti a casa o negli Hospice.

    Naturalmente sto parlando per i normali cittadini.

    Non ci sono risvolti giudiziari, perchè la chemio è permessa sia dal paziente che dalla legge.

    RispondiElimina
  124. "The Foe-Hammer ha detto...
    Andrea, l'amico di Aysha e' Riccardo"
    Ops, scusate, tra tutti questi messaggi ho fatto confusione!

    Antonello, è un fervente sostenitore dell'arpc!

    "Se l'autorita' giudiziaria dovesse muoversi nei loro confronti, di un avvocato, e di uno bravo, ne avranno proprio bisogno"
    Purtroppo invece credo che abbia ragione Antonello, il web è ancora un "luogo" selvaggio, e quasi totalmente privo di serie regolamentazioni.
    Cioè tutti possono scrivere e fare di tutto, e poi scaricarsi la responsabilità, grazie all'anonimato, ai disclaimer, ecc..

    RispondiElimina
  125. Forse Aysha, non è stata uccisa dall'ARPC, ma di sicuro, hanno sfruttato la sua malattia, per provare a fotterla!
    Non ci sono riusciti, nonostante la disperazione Aysha, non ha perso totalmente la lucidità, si è accorta in tempo.
    Ma il tentativo di "estorsione"(10mila euro per un po di bicarbonato), c'è stato lo stesso..
    Senza contare poi il danno morale di un trattamento simile!

    RispondiElimina
  126. @Andrea

    "Forse Aysha, non è stata uccisa dall'ARPC, ma di sicuro, hanno sfruttato la sua malattia, per provare a fotterla!"

    "Ma il tentativo di "estorsione"(10mila euro per un po di bicarbonato), c'è stato lo stesso..
    Senza contare poi il danno morale di un trattamento simile!"

    Quoto l'Andrea...E' propio questo il punto cruciale ....

    RispondiElimina
  127. XAndrea

    "Forse Aysha, non è stata uccisa dall'ARPC, ma di sicuro, hanno sfruttato la sua malattia, per provare a fotterla!"

    Ma ti rendi conto che dai patenti di assassino come se fossero caramelle.

    Questa mancava ai vari titoli:

    Sostenitore onario dell'ARPC.

    Mi dispiace deluderti, ma non lo sono.

    Ho conosciuto questo sito qua dentro.

    Il fatto che lascia sgomenti non è il fatto che in giro possano esistere individui che sfruttano le debolezze delle persone (vedi Wanna Marchi) e che rimane tutto da provare, ma che nessuno si pone il problema fondamentale:

    MA DOVE ERANO LE STRUTTURE OSPEDALIERE?

    Ti ricordo che la Sanità sul Bilancio dello Stato non è una spesa indifferente.

    Come mai questa giovane donna dopo essere stata massacrata da 26 cicli di chemio è stata lasciata sola?

    Questo non ti scandalizza?

    Se una persona è costretta a rivolgersi agli sciamani dopo che lo Stato ha imposto il suo protocollo di cura fallimentare (si è concluso con la morte del paziente), allora è sicuramente giunto il momento di chiedersi:

    Qualcosa non funziona!

    Quando visito il sito dell'ARPC e leggo gli interventi di chi chiede soluzioni miracolistiche dopo essere stati ridotti allo stato di larva dalla chemio, questo mi fa riflettere!

    Andrea, credimi, il problema di Aysha non è più un problema suo, è il problema di chi rimane!

    RispondiElimina
  128. XSempre per Andrea

    Il Web è un mondo "Anarchico" finchè non arriva Andrea e manda segnalazioni alla Polizia Postale.

    Da quel momento in poi finisce la realtà virtuale.

    RispondiElimina
  129. "ho incontrato la mia oncologa (io ero seguita al centro oncologico della mia citta' e all'IEO di veronesi) che mi chiede cosa sto aspettando ad iniziare le cure......le rispondo che sono andata alle Terme (non le ho parlato di Simoncini)"

    e poi....

    domanda utente:
    il carcinoma mammario infiltrante duttale di cui era affetta aisha ,ha delle statistiche di sopravvivenza ? .

    wewee
    E' naturalmente molto difficile essere precisi, non avendo tutti i dati della povera Aysha non si può esaminare il caso. Non sappiamo ad esempio le dimensioni del tumore o il grado istologico, informazioni fondamentali. C'è da dire però che per tanti carcinomi duttali infiltranti, la prognosi è favorevole. Se l'asportazione è completa, il linfonodo sentinella è negativo e vi è una terapia (chemio) seguente, ci sono buone possibilità di farcela.

    Questo è quello che scandalizza...

    RispondiElimina
  130. Poi cmq se è vero che:
    "Aysha non rispondeva alla terapia sperimentale iniziata all'IEO di Milano così dopo una serie di cicli è stata invitata a proseguire con altre cure al suo paese di orgine"

    certamente è qui che deve essere capitata su quel sitazzo dove hanno cercato di aprofittarsi!

    RispondiElimina
  131. QUELLO che non mi torna è:

    @antonello
    "MA DOVE ERANO LE STRUTTURE OSPEDALIERE?

    Ti ricordo che la Sanità sul Bilancio dello Stato non è una spesa indifferente.

    Come mai questa giovane donna dopo essere stata massacrata da 26 cicli di chemio è stata lasciata sola?"

    Allora perchè la dottoressa insisteva per farle fare le cure, se era stata abbandonata a se stessa?

    C'è qualcosa nei fatti che non quadra..

    RispondiElimina
  132. @Togliendo quelle persone alle cure normali,che potrebbero dare risultati, e dandole in pasto ad uno che ti porta sicuramente a morire....mi pare un bel danno!!!

    RispondiElimina
  133. Si simonetta, è quello il punto. In effetti mi riferivo "in generale"...

    ...ma antonello è tornato sulla questione aysha e sostiene che è arrivata su quel forum dopo essere stata abbandonata dalle strutture ospedaliere.

    Dato quello che lei stessa ha scritto, ovvero quello che ho postato prima, non capisco come possa essere così...dato che appunto la dottoressa le chiedeva "come mai non inizi le cure suggerite" ??

    La cosa non mi torna O.o !!

    RispondiElimina
  134. Provo un senso di sgomento quando vi leggo, parlare di Ahysha , immagino il suo bel visino se potesse leggervi , direbbe .... "maròòò senti questi" ???

    Allora , ahysha non era una stupida era una donna molto intelligente , lucida, capace e responsabile .

    Io ho parlato tanto tempo con lei (di persona soprattutto) e lei mi ha raccontato tutto, tutte le sue avventure e disavventure, i suoi stati d'animo , quello che provava , quello che pensava, quello che sentiva, le sue paure, le sue ...ahimè ... illusioni .

    Aveva voglia di sopravvivere e fino all'ultimo non pensava sarebbe morta, se non credo ....negli ultimi 10 minuti della sua vita .

    Credo sia morta lucida, certamente consapevole del viaggio che si apprestava a fare .

    Nell'ultimo periodo era incazzata con tutti, medici , alternativi , simoncini , hamer e anche con ARPC, e forse anche religioni.

    Mi stanno sulle scatole quelli di arpc ma non posso certo dire che ahysha fosse la tipa da farsi influenzare da consigli dementi ed esaltati di qualche componente di quel posto.

    Era lei a decidere o non decidere . Sapeva infondere coraggio ad un gran numero di persone , sapeva dare la scossa ... non era una tipa influenzabile facilmente .

    Aveva voglia di vivere , una voglia pazzesca, penso principalmente perchè non voleva lasciare la sua piccola bimba ... ha tentato di tutto .

    Voi non lo fareste ? Io si eccome ... se qualcuno mi dicesse che c'è uno sciamano che mi dà un briciolo di possibilità ...ci vado ...eccome ...altro chè se ci vado perchè IO personalmente credo fermamente che la chemio sia ...se ti va bene sia inutile e se ti va male ... bè meglio che non vado altro per rispetto di coloro che stanno la stanno facendo (ed ho molti amici/che)

    Se cerchi di capire (anche qui dentro) ognuno afferma la propria teoria .... ma non si può, perchè è vero tutto e il contrario di tutto , quindi la mia idea me la faccio sulla base di quello che vedo e che sento nel giro di familiari e amici e francamente non ho una statistica positiva ...assolutamente

    Sia poi scintificato provato o meno, non mi importa un bel nulla .... son troppo grande per credere alle favole, son troppo sospettoso o sfrontato per chinare il capo innanzi alla ufficialità ...solo perchè è vestita in divisa !!!

    Ognuno ha le proprie convinzioni giuste o sbagliate che siano ed io adesso credo che già di per se l'ospedalizzazione o anche la semplice scelta di recarsi da un medico (se non strettamente necessario) ... possa rappresentare un pericoloso ... e questo lo sostiene anche un famoso pluriprmionobel , non solo io .

    Ultimamente (non me ne volere wewe se lo racconto anche qui) , tanto per fare un esempio, stò vivendo la storia di una mia conoscente malata di epatite C che fino a poco tempo fa era conciata una pezza da piedi , poi ha scoperto l'Argento colloidale Ionico e ciò le sta cambiando l'esistenza ... persino l'interferone ha sospeso ..... ecco ! E' giusto tutto questo ???? E' giusto che una cosa così possa esistere ? Son contento per lei, mi emoziono quando la sento raccontarsi , però al contempo questa realtà , mi carica di nervoso .

    RispondiElimina
  135. scusate gli errori ... ho scritto di getto !

    RispondiElimina
  136. XMax Spiderman sui vetri

    Arrampicarsi sui vetri non ti serve.

    Ho detto: "Da premettere che il principio attivo dei betabloccanti deve per forza agire positivamente in tutti i soggetti trattati in maniera omogenea a prescindere età, sesso, nazione."

    TRADUZIONE:

    Deve essere per "FORZA" perchè sennò non viene dato il via libera alla commercializzazione (fatti salvi gli effetti collaterali ed i casi di interazione o intolleranza)

    Hai detto: "Altra sciocchezza: per vendere non e' sempre necessaria una dimostrazione di efficacia.
    Basta anadare in farmacia e chiedere un omeopatico od un integratore. ….omissis"

    A parte che stavamo discutendo di farmaci..........

    Quando l'azienda ha accertato che il nuovo medicinale è SICURO ed EFFICACE, per poterlo commercializzare deve chiedere l'Autorizzazione al Ministero della Salute. Questa procedura, prevede la consegna al Ministero di tutta la documentazione degli studi effettuati, prima sugli animali, poi su volontari sani, infine su pazienti, che dimostrano come il farmaco sia SICURO (NON PERICOLOSO, NE' TOSSICO) nel trattare una determinata malattia.

    Un integratore o un omeopatico a differenza del farmaco non risponde ai requisiti di efficacia ma di sicurezza.

    E Ridaje: "Terza stupidaggine originata dalla prosopopea dell'ignoranza: quella di cui parli non si chiama efficacia ma efficienza. Gli anglosassoni usano due termini percisi, in uso nella letteratura scientifica che sono …..."

    Ma che giochi sulle parole senza conoscerne il significato?
    Per la commercializzazione del farmaco la condizione “sine qua non” è l'efficacia! Che poi tutte le sperimentazioni siano state efficienti è ovvio (sennò il farmaco non sarebbe efficace. Ma stai scherzando o ti limiti a dei copia ed incolla?).

    "I chemioterapici non sfuggono a nessuna regola, solo nelle tue personali teorie: la differenza rispetto ad altri farmaci espressa sia in termini di efficacia che di effetti collaterali e' puramente quantitativa ...omissis"

    Se è per questo ti puoi pure convincere che gli asini volano!

    In ogni caso stiamo dicendo la medesima cosa, ma tu sei abituato forse su un solo libro di testo e se leggi la stessa frase con una virgola spostata entri irrimediabilmente in crisi.

    "Fattene una ragione: non ci si laurea con Google."

    Devi studiare un po' di più in effetti, c'è sempre da imparare!

    Quella del farmaco = integratore non dovevi proprio è una mazzata sulle ******

    RispondiElimina
  137. allora Robert ,
    Aysha non è stata abbandonata da nessuno ,lei ha deciso ,si è convinta leggendo che la cura del bicarbonato potesse funzionare e come ha detto Riccardo ,lei era una persona intelligente e autonoma,certo non aveva la preparazione scientifica per comprendere fino in fondo se quella era un terapia valida ,lei c'ha provato, perchè le cure ufficiali non le erano state risolutive ...,non si può condannare o giudicarla un soggetto bisognoso di cure psicologiche come và blaterando Antonello, lei riponeva aveva speranza....

    Il mio pensiero fisso ,triste a cui MAI potrò aver risposta è questo :
    se invece di aver intrapreso quella cura, si fosse subito sottoposta a ciò che le suggerivano i medici ...sarebbe sopravvissuta?

    RispondiElimina
  138. Invece, Simonetta (ciao Cara ;-) ) il mio pensiero fisso è questo:

    se invece di farsi massacrare da così tanta "chemio" e, non dico, non l'avesse fatta, ma ne avesse fatta un pò meno ... la Sua voglia di vivere aiutata dagli integratori che stava assumendo (soprattutto la CRAP di Puccio) .... avrebbe prevalso ?

    RispondiElimina
  139. x Antonello
    Ma ti rendi conto che dai patenti di assassino come se fossero caramelle.

    Truffatore, non assassino.
    E' stata una tentata truffa, non ci sono riusciti, solo perchè la vittima era più intelligente, e sveglia di quanto avessero creduto, ma ci hanno provato...non sono innocenti!

    Se provo a scippare una vecchietta, e non ci riesco , perchè è molto più forte e combattiva di quanto avessi creduto , sono innocente???

    RispondiElimina
  140. Simonetta , devo confermare quanto scrivi ;-)

    Aysha non è stata abbandonata, le è solo stato detto (in pratica) qui a Milano.... prenda la Sua roba ... e continui altrove ...cara signora ;-)

    Aurevoir

    RispondiElimina
  141. sia per simonetta che per riccardo

    d'accordo, dire che aysha fosse stata abbandonata non è la verità.
    Quello che vogliono dire entrambi gli articoli, è che quelli di quel sito si approfittano della speranza dei malati.
    Aysha non era facilmente influenzabile, era una donna intelligente? voi la conoscevate, e così è.

    Voleva provare tutte le strade che le dessero almeno una speranza di guarigione.. cosa intendi per "speranza di guarigione"? è questo il punto.
    I trattamenti antitumorali (in toto, e non come chi cerca di farci credere che siano la sola chemio... o ancor peggio, che gli oncologi detestino la chirurgia: idiozie) ti danno una speranza di guarigione: a una percentuale di persone va' bene, ad altre no.
    I trattamenti di ARPC ti danno una speranza e basta, ovvero ti danno qualcosa a cui aggrapparti, ma che non ha alcun riscontro e non ti potrò guarire.
    Questa per me non è una speranza, è un raggiro.
    Non sei messo in condizione di scegliere -non nel senso: scegliere se farlo o meno. scegliere nel senso "essere conscio di cosa comporti una scelta e cosa le altre".

    e se, Riccardo, la tua statistica personale è in negativo, la mia per esempio è al 75%.
    Ma non m'illudo che il mio campione faccia regola, purtroppo...

    un'ultima cosa... qui mi serve una vostra delucidazione: riccardo dice "non è vero che si è completamente affidata ai naturopati rifiutando qualsiasi cura.. diciamo allopatica"
    simonetta dice "il mio pensiero fisso, triste a cui MAI potrà aver risposta è questo: se invece di aver intrapreso quella cura, si fosse subito sottoposta a ciò che le suggerivano i medici..."
    err... o ho frainteso io qualcosa, o le due affermazioni cozzano.

    RispondiElimina
  142. x Riccardo:

    Non escludo, che possano aver sbagliato anche i medici tradizionali, ad accanirsi troppo con la Chemio.
    Purtroppo di casi di malasanità ce ne sono tanti!
    Ma qua il discorso principale, è un'altro...
    ARPC, è un sito pericoloso, soprattutto per chi è disperato e senza più speranze??
    Bhe secondo me si, li non ci si limita a parlare di terapie alternative, ma si fanno diagnosi, e si sponsorizzano anche guaritori e ciarlatani, come Simoncini

    Poi purtroppo anche la medicina tradizionale ha le sue colpe, ma questo è un'altro tipo di discorso...
    Ad esempio io non metto sullo stesso piano, Simoncini, e il metodo Di Bella.

    Il Metodo di Bella, non so se funziona, ma il suo creatore ha agito sempre in buonafede.
    Simoncini no, e questa è un'evidenza, perchè la patente da assassino e truffatore gliel'ha data un tribunale, non io.

    http://archiviostorico.corriere.it/2006/maggio/21/Medico_condannato_omicidio_colposo_co_10_060521029.shtml

    RispondiElimina
  143. x thhh

    Può sembrare che cozzano perchè io e simonetta abbiamo due distinti modi differenti di quardare la cosa . Tipo bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto . Del resto mica siamo la stessa persona .

    Cmq se guardi bene le due affermazioni - in effetti - non vi è contraddizione , assolutamente ... leggi meglio .

    Se ti accorgi bene altrimenti se vuoi approfondisco

    RispondiElimina
  144. Simonetta ha detto:
    non si può condannare o giudicarla un soggetto bisognoso di cure psicologiche come và blaterando Antonello, lei riponeva aveva speranza ...

    Hai proprio ragione Simonetta, non si puo' blaterare su Aysha quando non la si conosceva nemmeno.
    Credo si meglio di non parlare piu' di lei per delle inutili polemiche.

    RispondiElimina
  145. x andrea

    Ti quo to nella prima parte , ma non sono troppo daccordo sulla seconda . Mi spiego .

    Un forum che parli di rimedi , sostanze e integratori naturali , può essere visto come un forum utile ed anche culturale . Preciso inoltre che gli integratori sono alimenti e non medicine .

    Gravissimo e sconvolgente il fatto che alcuni degli iscritti si ergano a medici , dando prescrizioni , gravissimo anche che ci sia un signore (il capo dei capi) che spesso viene chiamato "Dottore" e lui non rimarchi subito dopo che non è affatto dottore (inteso come medico) . Purtroppo chi entra in quel sito ed è in quel momento disperato , non conoscendolo può cadere nell'incomprensione che trattasi di un forum di medicina e da come si pongono anche i gestori, pare proprio che siano medici .... alla prima impressione . Dovrebbero smetterla di far questo !!! Questo secondo il mio punto di vista è da considerarsi reato. Aggiungo, se io fossi un medico andrei ad individuare i 3D nei quali tali infrazioni si pongono e segnalerei ... un medico è iin grado di farlo, una persona comune può naturalemnte incontrare maggiori difficoltà .

    Simoncini:
    Il fatto che sia stato condannato , non mi dice molto, ci possono essere forti interessi di svariati tipi (inutile elencarli) ... solo questo... secondo me non è in cattiva fede ... magari dice un mare di stronzate .. ma lui ci crede ... io non escludo al 100% che la sua teoria non abbia nessun tipo di fondamento ... posso sbagliarmi nonsono uno scienziato .. per carità ..questo lo ammetto , però credo che sia in buona fede e credo anche che è facile condannare un personaggio del genere (dissidente e alternativo) se qualcosa non va bene ed il paziente nuore ... ma in che stato era il paziente prima di incontrare quel dottore ? Lo sai ? Sai come era messo fisicamente ? Sai quanto gli avevano dato ..di vita ???

    Certo giudicare i fatti per così come si vedono è molto semplice .

    RispondiElimina
  146. Nemmeno ahyha, sia pure diceva di essere stata umanamente trattata male .... pensava al 100% che la sua teoria non avesse un qualche fondamento .

    RispondiElimina
  147. "Il Web è un mondo "Anarchico" finchè non arriva Andrea e manda segnalazioni alla Polizia Postale.

    Da quel momento in poi finisce la realtà virtuale."

    Magari fosse così facile, esistono tanti cavilli legali, attreverso i quali quelli di ARPC, possono scaricarsi da ogni responsabilità!

    Probabilmente non hai mai avuto a che fare con la giustizia...
    Mio padre per una sciocchezza, ha una causa che va avanti da oltre 10 anni!

    Poi non so se la polizia postale possa intervenire davvero, la competeza principale della pol-postale, sono le truffe informatiche
    (phishing, furto di identità, ecc...)

    RispondiElimina
  148. Almeno Andrea lo ha fatto .... per me ... bravo !

    RispondiElimina
  149. @antonello:
    Ho detto: "Da premettere che il principio attivo dei betabloccanti deve per forza agire positivamente in tutti i soggetti trattati [...]
    TRADUZIONE:
    Deve essere per "FORZA"


    Come gia' ti ho fatto notare e' quel "per forza" associato a "tutti i soggetti" che non ha ragione d'essere.
    Piu' che indicarti il concetto di varianza avrei dovuto capire che forse hai problemi gia' con le percentuali.

    Hai detto: "Altra sciocchezza: per vendere non e' sempre necessaria una dimostrazione di efficacia. [..]
    A parte che stavamo discutendo di farmaci..........


    Fai confusione come sempre e per di piu' con i tuoi stessi post: il nocciolo della questione circa la commerciabilita' lo hai espresso chiaramente in termini di efficacia, cosi': principalmente il requisito dell'EFFICACIA sennò non lo trovi in farmacia Queste sono parole tue, le riconosci ?
    Che poi gli omeopatici non possano essere definiti farmaci perche' inefficaci ma venduti come tali perche' efficaci a detta degli omeopati e' una questione oziosa a cui non sono interessato.

    E Ridaje: "Terza stupidaggine originata dalla prosopopea dell'ignoranza: quella di cui parli non si chiama efficacia ma efficienza. Gli anglosassoni usano due termini percisi, in uso nella letteratura scientifica che sono …..."

    Ma che giochi sulle parole senza conoscerne il significato?


    Affatto.
    Vedo che nonostante ti abbia dato un link ancora non hai chiara la differenza tra efficacy ed effectiveness.
    Ma anche questo non e' affar mio.

    Per la commercializzazione del farmaco la condizione “sine qua non” è l'efficacia!

    E deciditi una buona volta : se e' efficace lo si puo' vendere come farmaco se non e' efficace non e' un farmaco ma lo si puo vendere lo stesso. Che razza di condizione "sine qua non" sarebbe per un farmaco ? LOL..:-))
    Mi chiedo se tra le tante cose che fingi di conoscere oltre alle definzioni di farmaco, efficacia, efficienza ci sia anche il latino.

    Che poi tutte le sperimentazioni siano state efficienti è ovvio (sennò il farmaco non sarebbe efficace. Ma stai scherzando o ti limiti a dei copia ed incolla?).

    Le stupidaggini ormai per te sono come le ciliege: una tira l'altra. Un farmaco con efficacia (= efficacy) nulla avra' un'efficienza (= nulla), ma non viceversa.
    Un farmaco con efficienza minima o nulla in determinate circostanze non e' detto che sia inefficace.
    Guarda caso l'esatto opposto di quello che hai scritto poco sopra.
    Seriamente Antonello: ma lascia perdere.

    In ogni caso stiamo dicendo la medesima cosa,
    Affatto.
    Io a differenza tua parlo di cose che conosco
    bene.

    Devi studiare un po' di più in effetti, c'è sempre da imparare!
    In effetti mi stavo giusto chiedendo quali scuola secondarie formano all'arroganza in cui sembri esser diplomato sacrificando quelle specifiche materie su cui sei solito dar lezioni a tutti in questo luogo.
    Perche' una laurea non ce l'hai, ma in cosa sei diplomato, if any, ancora non ce lo hai detto.
    Comunque sia, e' solo una mia curiosita' che non cambia lo stato delle tue conoscenze.
    E in fondo e' solo una curiosita' a cui posso sopravvivere.

    RispondiElimina
  150. x max e antonello

    ma se è una cosa a due, come mai non provate a risolvervela in privato ?

    RispondiElimina
  151. si riccardo, se mi dipani il dubbio, mi fai un piacere.
    Posso intuire che, per le "cure" di ARPC abbia ritardato le terapie ufficiali... ma anche in questo caso, non so nemmeno quanto lungo sia stato questo periodo (perchè se son settimane, propendi più per il "non ha inciso"; se son mesi...)

    su simoncini, mi spiace.
    è un medico, sa che la candida dentro il tumore non c'è, sa che raccomandare il "fai da te" è un'idiozia... io la buona fede non riesco a trovarcela, tantomeno le basi scientifiche.

    (ah simonetta, trovi risposta al thread sull'hiv ;)

    RispondiElimina
  152. X riccardo:

    E allora se è tanto immacolato perchè dice che il cancro è un fungo, ma non si è mai preso la briga di analizzare una massa tumorale?(questo lo dice lui stesso in un'intervista)

    Perchè utilizza una "cura", senza mai averla sperimentata e si fa pure pagare come un "vero" oncologo??
    Se ha uno spirito umanitario tanto spiccato, perchè non fa le visite gratis(dato che non è più nemmeno oncologo), ma invece si fa pagare come un medico convenzionale(150euro a visita) senza fare praticamente nulla?
    Perchè invece di fare ricorso, per far valere la sua innocenza, va in giro per il mondo, dove ancora non lo conoscono bene, a spennare nuovi polli? Perchè invece di partecipare a riunioni scientifiche, fa convegni con i venditori di cosmetici, e rimedi miracolosi vari?
    Perchè ad aysha, invece di dirle la verità, l'ha tenuta in sospeso, poi ha sputato la situazione grave all'ultimo minuto, tentando così di spaventarla, e di indurla a pagare i 10mila euro pattuiti?
    E perchè se è così tanto immacolato, falsifica tutte le prove in suo favore?
    E potrei continuare praticamente all'infinito...

    Cavolo apri gli occhi, di prove della malafede di Simoncini, ce ne sono pure troppe, ma se uno non vuole vedere...

    RispondiElimina
  153. "Riccardo ha detto...
    Almeno Andrea lo ha fatto .... per me ... bravo !"
    Era il minimo, che potessi fare, io non ci credo, ma se riescono a chiudere il sito vi faccio sapere.
    Ora esco
    Ciao

    Andrea

    RispondiElimina
  154. @Riccardo:
    Si Riccardo, hai ragione. ;-)
    Chiuso l'incidente.

    RispondiElimina
  155. XMax

    Concludiamo il discorso con un nulla di fatto perchè dovrei ancora ribattere ma il discorso diventerebbe troppo fuorviante per gli altri.

    E stiamo andando inutilmente troppo nel particolare.

    A prossima occasione.

    I miei studi sono alimentari!

    RispondiElimina
  156. X Andrea

    "1) Magari fosse così facile, esistono tanti cavilli legali, attreverso i quali quelli di ARPC, possono scaricarsi da ogni responsabilità!

    2) Probabilmente non hai mai avuto a che fare con la giustizia...
    Mio padre per una sciocchezza, ha una causa che va avanti da oltre 10 anni!

    3) Poi non so se la polizia postale possa intervenire davvero, la competeza principale della pol-postale, sono le truffe informatiche
    (phishing, furto di identità, ecc...)"


    1)Dipende da cosa li stai accusando. Trattandosi di materia non di stretta competenza della Polizia Postale, trasmetteranno la tua segnalazione alla polizia giudiziaria e scatteranno le prime indagini.

    2)Hai acceso tu la miccia e mi sembra il colmo che tu dica a me di non aver avuto a che fare con la giustizia;

    3) Ti ho anche citato l'articolo per il quale la Polizia Postale deve intervenire, il suo ruolo sarà secondario perchè saranno loro che dovranno eventualmente chiudere il sito, questo motivato da sentenza.

    RispondiElimina
  157. XRiccardo

    Cosa intendi per 26 cicli di chemioterapia?

    In cosa consistevano?

    Ti risulta che una parte era palliativa?

    Quanta è stata nella fase di sperimentazione?

    RispondiElimina
  158. X THHH

    Ok .

    Riccardo ha detto questo :

    "non è vero che si è completamente affidata ai naturopati rifiutando qualsiasi cura.. diciamo allopatica"

    e simonetta non può far altro che confermarlo , infatti noi sappiamo bene - conoscendo ahysha - che ha seguito sia ...diciamo cure alternative , che certamente quello che la MU le proponeva, non per nulla ha fatto tutti quei cicli (non sedute) di chemio .

    Simonetta invece dice questo:

    "il mio pensiero fisso, triste a cui MAI potrà aver risposta è questo: se invece di aver intrapreso quella cura, si fosse subito sottoposta a ciò che le suggerivano i medici..."

    Simonetta qui si riferisce al periodo in cui ahysha ha guardato verso Simoncini ... credo si tratti di qualche mese , ma non mi ricordo esattamente ... Lei (simonetta) sostiene che se forse non aysha avesse perso quei mesi di tempo con Simoncini , nel qual periodo , non ha fatto il 27mo ciclo di chemio (questo lo dico io) o un'altra cura allopatica (me lei certamente si riferisce ad un'altra cura) .... chissà ... forse sarebbe sopravissuta .

    Ecco . Giusto Simonetta ?

    thhh ti ho dipianato ? ;-)


    PER ANDREA:
    Non lo so , Andrea, forse hai ragione tu ... io probabilmente non riesco a vedere la reale malafede di quell'uomo ma vedi, purtroppo ho un buon particolare che mi tocca da vicino che forse mi mette in condizioni di non vederla ....
    non voglio fare il prezioso.. ma non voglio dir nulla ...perchè sento dolore ... davvero !

    Ciao

    RispondiElimina
  159. ANTONELLO:
    XRiccardo

    Cosa intendi per 26 cicli di chemioterapia?

    In cosa consistevano?

    Ti risulta che una parte era palliativa?

    Quanta è stata nella fase di sperimentazione?

    Risposta:
    1. A me aysha ha sempre parlato di 26 cicli di chemio ...cosa vuol dire cosa intendo ?

    2. Non ne ho la più pallida idea se una parte era palliativa... però ti dico che per come la vedo dire chemio palliativa per me è un pò utopico ...

    3. Se parli in termini di tempo (quanto) ... non è che mi posso ricordare tutto ...dovrei controllare . All'IEO credo sia durata circa per 3 4 mesi , ma sicuramente Simonetta può essere più precisa , perchè lei ha miglior memoria di quanto scriveva ed è più precisa ... oltre che bella ;-) e simpatica .

    RispondiElimina
  160. Bene, mi sembra giunto il momento di chiudere il discorso Aysha, che è stato già affrontato in abbondanza. Lasciamola in pace almeno ora.

    Detto questo, due cose e chi vuol capire capisca:

    1) Don't Feed The Troll

    2) Pensiero personale: a me se duemila persona aprono 2000 forum di naturopatia, medicina alternativa e si scambiano pareri, esperienze, consigli, diete, non interessa nulla nè mi scandalizza. A me fa venire il voltastomaco che della gente senza nessuna conoscenza, si metta a PRESCRIVERE vere e proprie cure, si permette di INTERROMPERE cure consigliate da medici, si permette di DIAGNOSTICARE e fare PROGNOSI di malattie e disturbi.
    Sono personaggi profondamente IGNORANTI e PERICOLOSI che tramite il loro sito PUBBLICIZZANO (chissà perchè tutte le cure che consigliano, finiscono con acquisti all'ARGANIA, del capo dei capi) i loro prodotti. Qui non sto parlando di medicina o di scienza, sto parlando di DEGENERATI che giocano a fare il medico per interessi ECONOMICI PERSONALI.

    E l'articolo voleva parlare di questo, non di Aysha che ha già sofferto abbastanza.

    RispondiElimina
  161. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  162. Giusto Wewe , il miglior post da quando ti conosco !!!

    Ti quoto in pieno stavolta ! ;-) e su tutto !

    RispondiElimina
  163. completamente dipianato, riccardo, graçias!

    RispondiElimina
  164. @antonello
    "2)Hai acceso tu la miccia e mi sembra il colmo che tu dica a me di non aver avuto a che fare con la giustizia"

    Che c'entra scusa, io volevo dire che 6 troppo ottimista.
    A sentire te sembra che da domani, il sito dell'ARPC è già oscurato!
    Magri fosse così semplice.
    Se prendono davvero in considerazione la mia segnalazione è già tanto...

    RispondiElimina
  165. @riccardo
    "PER ANDREA:
    Non lo so , Andrea, forse hai ragione tu ... io probabilmente non riesco a vedere la reale malafede di quell'uomo ma vedi, purtroppo ho un buon particolare che mi tocca da vicino che forse mi mette in condizioni di non vederla ....
    non voglio fare il prezioso.. ma non voglio dir nulla ...perchè sento dolore ... davvero !"

    Sinceramente non riesco a capire, se fossi coinvolto da vicino con questo Simoncini credo che lo odierei a morte...
    Però magari avrai i tuoi buoni motivi
    Ciao
    Andrea

    RispondiElimina
  166. @ wewee

    Scusa la mia ignoranza, ma che cos'è l'ARGANIA?

    RispondiElimina
  167. XAndrea

    Scusa se ho malinteso.

    Ma se validata questa affermazione di Wewee:

    .....(chissà perchè tutte le cure che consigliano, finiscono con acquisti all'ARGANIA, del capo dei capi) i loro prodotti. Qui non sto parlando di medicina o di scienza, sto parlando di DEGENERATI che giocano a fare il medico per interessi ECONOMICI PERSONALI."

    Diciamo che potresti aver toccato un vespaio.

    Non so naturalmente che cosa hai dichiarato, però l'argomento è penale e riguarda la salute, quindi la procedura è molto più veloce di quella che potrebbe essere una causa civile.

    Se accadrà qualcosa sarai portato agli onori della cronaca.

    Quantomeno hai dato un risvolto pratico alle tante affermazioni virtuali.

    Riguardo la segnalazione stai più che tranquillo che è stata protocollata e sicuramente inviata all'autorità giudiziaria.

    RispondiElimina
  168. XRiccardo

    "Purtroppo chi entra in quel sito ed è in quel momento disperato , non conoscendolo può cadere nell'incomprensione che trattasi di un forum di medicina e da come si pongono anche i gestori, pare proprio che siano medici .... alla prima impressione . Dovrebbero smetterla di far questo !!!"

    Ho avuto anche io questa impressione, comunque hanno sicuramente delle basi forgiate sull'esperienza, che lo siano a pieno titolo non credo dato che vengono sbugiardati da WeWee che non avrebbe alcuna difficoltà a dichiararli eretici se lo fossero.

    "Dovrebbero smetterla di far questo !!! Questo secondo il mio punto di vista è da considerarsi reato. Aggiungo, se io fossi un medico andrei ad individuare i 3D nei quali tali infrazioni si pongono e segnalerei ... un medico è iin grado di farlo, una persona comune può naturalemnte incontrare maggiori difficoltà"

    Ti riferisci a questo?

    Art. 67 Codice Deontologico.

    Esercizio abusivo della professione e prestanomismo -
    E' vietato al medico collaborare a qualsiasi titolo o di favorire, anche fungendo da prestanome, chi
    eserciti abusivamente la professione.
    Il medico che nell'esercizio professionale venga a conoscenza di prestazioni mediche o
    odontoiatriche effettuate da non abilitati alla professione o di casi di favoreggiamento
    dell’abusivismo, è obbligato a farne denuncia all’Ordine territorialmente competente

    RispondiElimina
  169. Sì esattamente Antonello

    Scusa wewe, sei in ballo e devi ballare .

    Non prendertela wewe , non è riferito solo a te , ma alla categoria in genere.

    Noto sempre più spesso che questo è un gravissimo vs. difetto e mi domando perchè .

    Perchè far finta di nulla, perchè siete sempre così spaventati. siete nella posizione di poterlo fare non perchè siete superuomini (anche perchè secondo me non lo siete affatto) ma perchè avete la competenze (ed ora ci fa vedere anche antonello)l'obbligo di farlo !!!

    Sempre ce ne siano i giusti presupposti .

    Io ho la mente forte o ritengo di averla, ahysha pure l'aveva, voi certamente , ma il modo è anche pieno di personaggi più deboli e la disperazione aumente , di molto , questa debolezza .

    Sono piuttosto che per la chemio per il supportare il s.i. con una buona e giusta di dose di integratori ... per me è decisamente meglio (secondo me ribadisco), sono per aiutare le persone in difficoltà con parole di conforto, qualche semplice consiglio, con la propria esperienza, ma fare prescrizioni, diagnosi, interpretare malamente referti per un non competente è cosa che non si deve fare ... e se questo avviene va fermato ..... non basta un blog .... un blog aiuta certo ma pochi lettori e per lo più gia convinti seguaci dello sviluppatore (e questo è abbastanza normale) bisogna fare di più .

    Non sono contro quel forum , sò che lì nascono anche bei rapporti di amicizia e solidarietà e questo va bene (come accade sempre ovunque) , sono contro qualsiasi abuso , sono contro il trarre in inganno .... ognuno potrebbe anche essere daccordo (o almeno in parte) con le loro vedute , condividere idee o opinioni ... ma li bisogna fermarsi .... perchè può andar bene ma può anche andar male e allora non so come metterebbero a posto i conti con la propria coscienza .

    PER ANDREA:
    Tu non sai perchè non hai vissuto particolari situazioni. Quando hai una persona cara e la MU alza bandiera bianca e ti dice guardandoti dritto negli occhi .... "è questione di tempo " allora può darsi che fai anche una scelta sbagliata ma in quel momento magari è l'unica cosa che puoi fare per tentare il tutto per tutto .

    Potrei aggiungere anche altro ...lo avevo fatto ma preferisco cancellare il resto del post.

    Ciao a tutti

    RispondiElimina
  170. seguo l'esempio di Andrea e segnalo anche io il sito ARPC alla Polizia Postale

    anzi esorto ognuno di voi a farlo..

    RispondiElimina
  171. @riccardo

    non prendertela con i medici e con la medicina se molti cancri sono irreversibilmente mortali, capisci cosa intendo? puoi prendertela con qualche medico che è stato cinico, insensibile o anche superficiale e incompetente, ma non puoi prendertela con la figura di medico o con la scienza medicina

    è la seconda volta che usi un ragionamento stereotipante e mi chiedo perché

    RispondiElimina
  172. X The Drakkar

    Io resto sempre dell'opinione che se un privato decide di muoversi legalmente dovrebbe consultare prima un avvocato.

    WeWee avrebbe potuto segnalare quelle che secondo lui sono anomalie nella pratica medica all'Ordine.

    Questi in qualità di Ente Pubblico ha le strutture per poter analizzare il caso e muoversi presso gli organi di competenza.

    RispondiElimina
  173. XRiccardo

    - Pratiche non convenzionali - Denuncia di abusivismo -
    La potestà di scelta di pratiche non convenzionali nel rispetto del decoro e della dignità della professione si esprime nell'esclusivo ambito della diretta e non delegabile responsabilità professionale, fermo restando, comunque, che qualsiasi terapia non convenzionale non deve sottrarre il cittadino a specifici trattamenti di comprovata efficacia e richiede l'acquisizione del consenso.
    E' vietato al medico di collaborare a qualsiasi titolo o di favorire chi eserciti abusivamente la professione anche nel settore delle cosiddette "pratiche non convenzionali".
    Il medico venuto a conoscenza di casi di esercizio abusivo o di favoreggiamento o collaborazione anche nel settore delle pratiche di cui al precedente comma, è obbligato a farne denuncia anche all'Ordine professionale.
    Il medico che nell'esercizio professionale venga a conoscenza di prestazioni mediche e/o odontoiatriche effettuate da non abilitati alla professione è obbligato a farne denuncia anche all'Ordine di appartenenza.

    Questo è più specifico al caso in questione.

    RispondiElimina
  174. XRiccardo

    Avevo capito che volevi arrivare a questa conclusione e che volevi che l'attenzione non si spostasse, specialmente con le cazzate dette da me e Max.

    Avevo distolto più volte il discorso che stava volgendo a questa conclusione, prima con l'avvocato, poi con i vari giustizialisti che hanno portato ugualmente a compimento le loro richieste di vendetta giudiziaria.

    Tutto questo nonostante la specifica richiesta di WeWee di non creare processi.

    Tu ti consideri parte in causa, hai vissuto in prima persona il dramma e la rabbia è troppa per lasciarla inesplosa.

    Pensi che sia qualcosa che bisogna fare per chi non c'è più!

    Dal tuo punto di vista gli alternativi non possono giocare al "Piccolo Medico", ma di contro i Medici non possono giocare al "Giustiziere Mascherato".

    Stai facendo un richiamo alle rispettive responsabilità.

    Verrà accolto?

    Questo sito è nato come "ripicca" a LC con spirito di denuncia.

    Non era previsto nello "statuto" intervenire con la magistratura.

    Questo mi sembra che sia il quadro di lettura più corrispondente alla realtà.

    Prima o poi doveva accadere, il cancro non uccide in maniera indolore e non si limita a distruggere una vita, bensì anche quella di chi resta.

    Ci stanno leggendo tutti ed ognuno comincerà ad affilare le proprie armi.

    Non si scherza con il dolore di chi ha avuto la vita stravolta da questa patologia, e qua dentro ce ne sono parecchi che non sanno cosa sia vivere da canceroso. Con rispetto parlando a chi ha perso i propri familiari delle statistiche o delle percentuali ..........

    Vedremo se ci sarà qualcosa da vedere, le fazioni sono fatte e gli schieramenti definiti la sfida è stata lanciata.

    Ai posteri l'ardua sentenza.

    RispondiElimina
  175. XTutti

    Perchè ribadisco che prima di agire presso un qualsiasi organo di giustizia o di polizia sia opportuno rivolgersi ad un avvocato?

    La materia è molto controversa per chi è un operatore del diritto, figuriamoci per chi vive al di fuori.

    Quali sono i soggetti che potrebbero intervenire:

    I privati cittadini preferibilmente (io direi obbligatoriamente) supportati da un legale specializzato in questioni di salute pubblica;

    Preferibilmente i medici anche dietro segnalazione del cittadino;

    Naturalmente gli Organi di Giustizia o Polizia indipendentemente;

    Quale è la natura dell'ipotetico reato?

    La somministrazione di prodotti non specifici per le cura di determinate malattie.

    Max tra le tante "inesattezze" dette ha fatto riferimento agli integratori e sono questi assieme ai prodotti omeopatici che per legge possono essere liberamente venduti anche se non rispondenti al requisito di efficacia e rispondendo a quello fondamentale della sicurezza.

    Il sito ARPC può consigliare per qualsiasi patologia questi prodotti e la legge lo consente;

    Non possono essere consigliati i farmaci se non si è Medici iscritti all'ordine e se non è chiara la condizione patologica del paziente (online non puoi consigliare farmaci).

    La condizione essenziale è il consenso del paziente, quindi non deve esserci imposizione e non deve esserci la condizione per cui un paziente lasci le cure mediche ufficiali.

    Se ricordate ho sempre fatto riferimento al cardiopatico e mai alla cancerosa, perchè?

    Nel caso del canceroso non esiste per legge la definizione di provata efficacia e nemmeno di efficienza degli studi che permettono la produzione dei farmaci chemioterapeutici (gravissimo!), questo significherebbe che distogliere un malato dalla barbara consuetudine della chemio non è reato,semmai dovrebbero essere condannati i medici per somministrazione di prodotti nocivi all'uomo senza ottenere la conseguente guarigione;

    Vengono violati tutti i diritti fondamentali stabiliti dalla Costituzione, tutti i trattati scritti in materia di dignità dell'uomo a livello mondiale,ma la somministrazione continua per i motivi che ben sappiamo.

    Nel caso del cardiopatico siamo in una condizione opposta esiste la comprovata efficacia del farmaco e l'efficienza degli studi. Se c'è stato il distoglimento del paziente da una cura "salvavita" si può incorrere in un reato.

    Posso istituire 10000 siti dove posso riunire utenti contrari alla somministrazione della chemioterapia.

    Io POSSO dichiarare dentro il sito MEDBUNKER che la pratica della chemioterapia accellera il decorso della malattia e questo in base al principio costituzionale che garantisce la libertà di pensiero, specialmente se questa convinzione è dettata da esperienze personali.

    Naturalmente il tutto deve essere svolto dentro il regolamento in uso nel sito.

    Anche in questo caso la materia è controversa ed ancora da ben definire, in quanto i regolamenti dei siti devono rispondere ai requisiti dei diritti fondamentali dell'uomo, questo è un'altro discorso che sicuramente in futuro verrà disciplinato.

    Ultima questione, chi inizia una procedura a carattere legale è sempre soggetto a controquerela da parte della persona o del sito (in questo caso) coinvolto.

    Nel caso del sito le conseguenze possono essere pesantissime da un punto di vista economico.

    Un discorso è criticare il loro operato come fa Medbunker, altro è portarli in giudizio.

    Se questo sito è aperto ed agisce in questa maniera non è perchè sono degli sprovveduti, specialmente se si stanno ponendo in posizione antitetica alla medicina.

    RispondiElimina
  176. "e non deve esserci la condizione per cui un paziente lasci le cure mediche ufficiali..."

    Allora "temo" che quel sito potrebbe essere nei guai.

    RispondiElimina
  177. A proposito di ignoranza e di gente che se ne approfitta....
    Non posso che segnalare il nuovo dvd di Lc, già forse reso noto da qualcuno,la cui descrizione recita:

    "Negli ultimi 100 anni dozzine di medici,ricercatori, scienziati(eh eh,già su questi titoli ci sarebbe da ridere a crepapelle...) hannno trovate VALIDE soluzioni in grado di curare il cancro.
    Ma noi non l'abbiamo mai saputo."

    Qua c'è da piangere al pensiero della gente che leggerà ste boiate e farà la fine che farà.

    E poi, rimarranno gli amici a chiedersi:
    "Il mio pensiero fisso ,triste a cui MAI potrò aver risposta è questo :
    se invece di aver intrapreso quella cura, si fosse subito sottoposta a ciò che le suggerivano i medici ...sarebbe sopravvissuta?"

    p.s. Ecco perchè siti come quello possono passare dei guai: se c'è la testimonianza degli amici, più gli scritti della persona deceduta...ed entrambi si chiedono la stessa cosa... bhè, fate voi!

    RispondiElimina
  178. Antonello, se sei effettivamente Vanoli (non che dubiti delle tue parole, ma dallo schermo non si vedono le espressioni facciali: non so se nel tuo commento di prima eri ironico o letterale) vorrei proporti una domanda provocatoria.

    La serie di commenti in cui dici che chiunque si muova e' meglio che lo faccia consultando un avvocato, di andarci con i piedi di piombo, di stare attenti ecc. ecc., e di contro in cui sproni WeWee a contattare l'ordine dei medici, non e' che scaturiscano dal fatto che ti senti punto sul vivo?

    Cioe': tu hai un sito, il www.mednat.org, in cui parli di medicine naturali e spazi un po' in tutti i campi dello scibile medico.

    Dove fai affermazioni del tipo:
    - "VACCINAZIONI di MASSA - il CRIMINE delle Vaccinazioni nel Mondo"
    - Studi internazionali hanno dimostrato che la
    vaccinazione causa della SIDS (sindrome di morte infantile improvvisa). [senza fonte]
    - http://www.mednat.org/cure_natur/pasteur.htm: Pasteur era un bugiardo e le malattie infettive non sono causate dai batteri. I batteri si possono trasformare in virus. Le melattie di pendono dal "terreno".
    - http://www.mednat.org/cure_natur/humble.htm, si parla del MMS e si descrive la seguente terapia: "Terapia con MMS (chlorine dioxide - Clorito di Sodio CLO2 + acido citrico)
    Alla prima assunzione da 2 a 3 gocce in un bichiere vuoto e pulito; aggiungere il quintuplo di acido citrico ed agitare lentamente.
    Lasciare reagire per 4 minuti e poi rimepire mezzo bicchiere di succo di mela o acqua e bere subito.
    Fate attenzione che se lo bevete con il succo di mela, non bisogna attendere quando e' mescolato con l'acido citrico.
    Non ha un gusto buono, ma se lo si beve con acqua e succo di mele, ognuno lo puo' bere.
    Assumere questa bevanda composita 2 volte al di', 2 ore DOPO il pasto."

    E' evidente che non siamo assolutamente ai livelli di ARPC con la loro rete organizzata acchiappa-disperati, ma e' altrettanto evidente la tentazione di fare il medico, dare consigli medici (ancorche' in forma "anonima", cioe' non diretti ad un singolo specifico paziente) e di scrivere una marea di affermazioni in campo medico per lo meno dubbie e non verificate.

    Non e' che raccomandi a tutti prudenza e ponderazione per timore di finire oggetto anche tu delle attenzioni dell'Escopost?

    RispondiElimina
  179. ohoooo, vediamo se adesso qualcuno (wee wwe?) mi risponde: several ma very several commenti fa, ho postato un articolo tratto da il Corriere; ho trovato anche l'altra testimonianza (mah!); domanda: è possibile che con la gravidanza e tutte le variazioni ormonali, chimiche etc che subisce il corpo della donna incinta, si crei una situazione per cui le cellule tumorali vengono contrastate cioè la velocità con cui si moltiplicano viene ridotta (o annullata?)? Ci sono studi in proposito?
    di seguito la testimonianza, l'anno è il 1999:
    (...) LA GRAVIDANZA ERA MOLTO PARTICOLARE VISTO CHE AL QUINTO MESE DI GRAVIDANZA FACENDO SEMPLICI ESAMI DI ROUTINE ALLA SERA E ARRIVATA UNA TELEFONATA DALLA MIA DOTTORESSA DICENDOMI CHE SONO IN PERICOLO DI VITA E DI ANDARE SUBITO IN OSPEDALE PERCHE MI ASPETTAVANO GIA I MEDICI. DEVO DIRE CHE SONO RIMASTA SCIOCATA, MA SONO ANDATA IMEDIATAMENTE I OSPEDALE E DA LA E INIZIATO IL CALVARIO CHE E FINITO IL 14 LUGLIO 2001. QUANDO MI SONO RECATA IN OSPEDALE E STATA VERAMENTE TRAUMATIZANTE TROVARTI DAVANTI 20 MEDICI CHE TI SPIEGANO CHE DEVI ABORTIRE VISTO CHE HAI UN RARO MALE AL FEGATO E SE NON ABORTISCO MI DANNO 24 ORE DI VITA, PERCHE ERO MOLTO GIOVANE E LE CELLULE LI MANGIAVA MOLTO VELOCEMENTE, MA IO TESTONA COME SONO HO SUBITO DETTO DI NO, ANCHE SE ERA UN Pò A INCOSCENTI VISTO CHE AVEVO xxx, MA IO NON VOLEVO CREDERE AI MEDICI, MA NELLA MIA FEDE. HO INIZIATO A PREGARE TUTTI I SANTI, MA SPECIALMENTE PADRE PIO, PERCHE IN QUESTI MOMENTI SI HA BISOGNO DI AGRAPARSI ALLA FEDE. DEVO DIRE CHE SONO STATA DENTRO IN OSPEDALE PER PIU DI 3 MESI E OGNI VOLTA CHE MI ADDORMENTAVO VENIVA QUALCUNO A SVEGLIARMI PER VEDERE SE ERO ANCORA VIVA, MA IO LO ERO E PER DI PIU STAVO MOLTO BENE ESCLUSO IL VOMITO DI TUTTI I GIORNI.INFATTI MI CHIEDEVO COME E POSSIBILE CHE DAGLI ESAMI RISULTAVA CHE STAVO MALE E IO MI SENTIVO BENISSIMO? MISTERO! MORALE DELLA FAVOLA IO SONO VIVA MA HO VINTO ANCHE CONTRO LA NATURA PERCHE E NATO IL MIO xxxx RINGRAZIANDO TUTTI I SANTI E DIO. xxx STVA BENE IO INVECE DOPO ILPARTO HO INIZIATO CON LA BIOPSIA E POI UNA CHEMIO TERAPIA SPERIMENTALE E DEVO DIRE CHE ALLA FINE IL MIO MEDICO HA DETTO CHE SONO VIVA PER MIRACOLO. IL 14 LUGLIO 2001 E ARRIVATA LA NOTIZIA CHE SONO GUARITA COMPLETAMENTE E CHE NON SI SPIEGAVANO I MEDICI COME E POTUTO SUCCEDERE, MA ERANO FELICI PER ME E xxxxx. AI QUEI TEMPI AVEVO 25 ANNI."

    RispondiElimina
  180. Orsatosta, a me quest 'ultima testimonianza mi pare inventata di sana pianta, ma vado a intuito.

    Più interessante quella che sempre te avevi segnalato, il link originale è questo:
    http://www.apcom.net/news/cro/20080204_183601_17b6fa8_33032.shtml

    RispondiElimina
  181. anche se a tal proposito, non sò come si faccia a dire che hanno scalciato il tumore....
    dato che lo stesso articolo afferma:
    "Il dottore del Royal Marsden Hospital ha somministrato alla donna una chemioterapia limitata e i due gemelli, Alice e Harriet, sono nati alla 33esima settimana"

    Bisognerebbe capire se è vero che c'è stato lo SCALCIO, perchè al momento sappiamo per certo solo che gli è stata fatta chemio!

    RispondiElimina
  182. A tal proposito, anche nel sito ufficiale del premio non risulta niente, controllate voi che sono di fretta:
    http://www.womenofcourageaward.co.uk/winners.html

    RispondiElimina
  183. XThe Foe-Hammer

    Dove sta il mio comportamento da Troll?

    Nell'avere illustrato a Riccardo se il suo riferimento era al codice deontologico dei medici?

    Cosa siete una setta segreta che agisce per conto di BIG PHARMA?

    Io non vedo risvolti di carattere legali e quantomeno prima di procedere a denuncie presso gli organi di Polizia sarebbe stato doveroso e corretto chiedere a WeWee il suo parere.

    Non siamo in presenza di professione abusiva del medico per mancanza di titoli.

    Non stanno somministrando o consigliando FARMACI.

    L'unico punto interrogativo palese è quello riferito al cardiopatico, all'interno del loro sito non ho riscontrato nessun comportamento inumano.

    Semmai la tragica constatazione di vedere relitti umani creati dalla chemio che chiedono misericordiosamente un aiuto a loro.

    Comunque in ogni caso adesso sono inutili tutte le congetture.

    La questione sarà discussa nelle sedi opportune.

    Il vostro comportamento non è molto dissimile da quello che voi condannate, con l'aggravante che voi giustificate ed ammettete una pratica come la chemio, gli altri saranno truffatori SECONDO VOI e cercano i gonzi, ma non somministrano veleni.

    Ognuno si faccia nell'assoluta libertà la propria convinzione. La vostra è quella che da 60 anni nonostante i fallimenti la ragione è nei monopoli economici e che dall'altra parte abbiamo dovuto sopportare migliaia di indivicui tutti pazzi.

    Nemmeno nelle peggiori dittature è ipotizzabile uno scenario del genere!

    RispondiElimina
  184. @antonello
    "all'interno del loro sito non ho riscontrato nessun comportamento inumano."

    TU la vedi così, MOLTI altri la pensano all'opposto vedendo altri post.

    Questo comunque non significa molto e chiunque può giudicare.

    "gli altri saranno truffatori SECONDO VOI e cercano i gonzi, ma non somministrano veleni."

    Secondo alcuni frequentatori di questo blog, e secondo molte altre persone fuori di questo blog.

    Questo comunque non significa molto e chiunque può giudicare.

    Inoltre il fatto di "non somministrare veleni", non significa che con il loro comportamento non possano fare DANNI, vedi far interrompere le cure assegnatogli dai medici.

    Ciononostante, è vero che la figura del naturopata non è ben chiara in italia, non c'è un corso per diventarlo.
    Chiunue potrebeb dichiararsi dottore in naturopatia, che è poi quello che fanno li in quel sito.

    Ma da un punto di vista legale tempo siano avvantaggiati da questo punto.

    RispondiElimina
  185. XRoberts

    "e non deve esserci la condizione per cui un paziente lasci le cure mediche ufficiali..."

    Allora "temo" che quel sito potrebbe essere nei guai.

    Se il paziente ha ricevuto danni irreversibili dalla sospensione del trattamento farmacologico e se viene provata la responsabilità di chi lo ha fatto sospendere, quello che passerà i guai sarà costui e potrebbero esserci conseguenze anche per il sito.

    La vostra denuncia procederà molto più lentamente perchè non è una querela presentata dalla persona che ha subito il danno.

    La giurisprudenza è una giungla non è semplice.

    Voi pensate di aver individuato il colpevole perchè avete il preconcetto ostile nei confronti del sito ARPC e questa è una aggravvante non è un elemento favorevole.

    In voi è palese l'intenzione di nuocere al sito ARPC e di questo ne terranno conto nel caso in cui le cose andrebbero in una direzione non favorevole al denunciante.

    Le parti in causa che hanno il maggior titolo sono Ordine dei Medici e la parte danneggiata se è disposta ad avanzare querela.

    Tutti gli altri sono soggetti non autorizzati ma autorizzabili.

    RispondiElimina
  186. XTerenzio

    Non potresti evitare di fare certe affermazioni sul sito?

    Se vuoi ne parliamo in privato.

    Sai ho la coda di paglia ed ho paura di andarci di mezzo pure io.

    RispondiElimina
  187. "Voi pensate di aver individuato il colpevole perchè avete il preconcetto ostile nei confronti del sito ARPC e questa è una aggravvante non è un elemento favorevole.

    In voi è palese l'intenzione di nuocere al sito ARPC e di questo ne terranno conto nel caso in cui le cose andrebbero in una direzione non favorevole al denunciante."

    Come sempre sai tutto te, anche quello che penserebbero eventualmente i giudici!
    Anche il fatto che a tutti non sta simpatico quel sito per semplice preconcetto.
    Forte!
    :)

    RispondiElimina

  188. Antonello, se sei effettivamente Vanoli


    Mmm, interessante la tua ipotesi Terenzio

    RispondiElimina
  189. allora, ho trovato questo:
    http://www.dailymail.co.uk/health/article-512113/How-twins-saved-life-kicking-loose-tumour-womb.html
    ma rimane questa cosa strana dello scalciamento grazie al quale i medici hanno visto il tumore....
    forse il premio è un altro, questo:
    Woman of Courage award by Cancer Research UK Race for Life and will be honoured at a ceremony in London on February 12.

    Read more: http://www.dailymail.co.uk/health/article-512113/How-twins-saved-life-kicking-loose-tumour-womb.html#ixzz0LyuXmbMG

    RispondiElimina
  190. XThe Foe-Hammer

    OK! Mi avete scoperto, era impossibile sfuggire a dei seguci come voi.

    Sono sempre disposto ad immolarmi per la causa della libertà di cura ed a denunciare lo strapotere di BIG PHARMA.

    Complimenti Terenzio per la tua arguzia.

    RispondiElimina
  191. The Foe-Hammer ha detto...

    Antonello, se sei effettivamente Vanoli


    Mmm, interessante la tua ipotesi Terenzio




    mah ..lo stile letterario mi sembra distante ,sembrerebbe ben altro...

    totoanto ? :-)

    RispondiElimina
  192. Xorsatosta

    Conosco anche io questa storia, anche perchè è simile ad un altra dove il cancro è uscito assieme al bambino al momento del parto.

    RispondiElimina
  193. XSimonetta

    Fuochino!

    XTerenzio

    Fuochino +++++

    RispondiElimina
  194. Ommadonna, sempre il solito caro vecchio e ormai noioso complotto di bigpharma che uccide i malati di cancro con i chemioterapici. Se non fosse che il cancro è una cosa seria, ci sarebbe da ridere. Di una cosa si è sicuri, però, qui qualcuno fa affermazioni in campo medico senza essere medico neanche di striscio, e non si rende conto che tali affermazioni non valgono nulla, in quanto, appunto, i medici (quelli veri) dicono tutt'altro. Inoltre la stessa persona, pur non essendo un esperto di diritto, si atteggia come tale paventando improbabili controquerele da parte del denunciato, palesando evidente confusione in manteria giudiziaria. La segnalazione non è una denuncia con pretesa di giudizio nel quale costituirsi parte civile, è semplicemente la segnalazione di un presunto abuso, che sarà compito della Polizia verificare. Secondo te chi segnala siti con contenuto pedopornografico verrà poi chiamato in tribunale per rispondere come testimone in un processo contro chi ha acquistato del materiale illecito? Non scherziamo, per favore. Io non sarò esperto di diritto (e se è per questo neppure tu) ma hai le idee molto confuse. Tra l'altro ti ricordo che il reato di ciarlataneria è ancora in vigore, per cui proporre prodotti che non hanno l'effetto che viene dichiarato (come per esempio la proposta di argento colloidale per curare il cancro) costituisce un illecito. Nel sito si invita in maniera esplicita ad abbandonare le cure ufficiali, etichettandole talvolta velenose, altre volte come inefficaci e perlopiù come causa stessa della morte del paziente. E questo, a dispetto del disclaimer con cui possono anche pulirsi il sedere, costituisce comunque un illecito, se non nei confronti degli amministratori (i quali sono comunque responsabili del contenuto dei 3d, avendo potere censorio su di essi), almeno nei confronti dei proponenti.

    RispondiElimina
  195. X orsatosta

    In realtà dice che è stata nominata per il premio, (non che lo ha vinto).
    Cmq il sito di chi l'ha nominata è questo,se vuoi controllare:
    http://www.raceforlife.org/

    Questo per la precisine.

    Va segnalato però che se appunto diamo per vero lo scalciamento del tumore, mi viene da pensare all equivalente rimozione chirurgica di un tumore! Lo scalciamento potrebbe avere avuto lo stesso effetto di una rimozione chirurgica.

    E ASSIEME alla tanto odiata da qualcuno chemio, a cui la donna si è sottoposta DOPO lo scalciamento, lei è sana e i bimbi pure.

    A me sembra un successo della MU.

    Poi qualcuno dirà:
    "Eh ma andava tutto bene anche senza Chemio".

    Intanto però il dato è che i bimbi e la mamma stanno bene, pur avendo fatto la chemio!

    p.s. Mi scuso con i dott. per il linguaggio veramente terra terra!

    RispondiElimina
  196. Quoto..
    1. Cesco per l'epilogo: chiaro, sintetico
    ed esaustivo.
    2. WeWee per il richiamo: dont' feed the troll.

    RispondiElimina

I tuoi commenti sono benvenuti, ricorda però che discutere significa evitare le polemiche, usare toni civili ed educati, rispettare gli altri commentatori ed il proprietario del blog. Ti invito, prima di commentare, a leggere le regole del blog (qui) in modo da partecipare in maniera costruttiva ed utile. Ricorda inoltre che è proibito inserire link o indicare siti che non hanno base scientifica o consigliare cure mediche. Chi non rispetta queste semplici regole non potrà commentare.
I commenti che non rispettano le regole potranno essere cancellati, anche senza preavviso. Gli utenti che violassero ripetutamente le regole potranno essere esclusi definitivamente dal blog.

Grazie per la comprensione e...buona lettura!