Vai in fondo alla pagina Vai in cima alla pagina
venerdì 1 ottobre 2010

Fais: mai detto che il bicarbonato potrà sostituire la chemioterapia

In riferimento all'articolo pubblicato sulla versione "on line" del quotidiano "La Repubblica", è bene fornire qualche chiarimento. Il modo migliore è chiedere informazioni a chi effettua gli studi dei quali si discute nell'articolo e che parlano di "antiacidi" e "bicarbonato" nella cura dei tumori, affermazioni che sono state colte (in malafede) da molti sostenitori di pseudocure contro il cancro come conferma di loro convinzioni.
Ecco le domande che ho posto al Dott. Stefano Fais, direttore del reparto farmaci antitumorali del Dipartimento del farmaco dell'Istituto superiore di sanità. Fais ha ribadito il suo dispiacere nel vedere fraintese le sue parole nell'articolo di Repubblica ed ha espresso il desiderio di un chiarimento e di una precisazione.
Traetene le debite conclusioni.

MedBunker: Dott. Fais, abbiamo letto l'articolo su Repubblica che annuncia nuove sperimentazioni in campo terapeutico a proposito della cura dei tumori. Che prospettive ci sono con gli inibitori di pompa protonica? Come agiscono?

Gli inibitori di pompa protonica sono farmaci comunemente usati nel trattamento anti-acido di tutti i disturbi peptici dell'esofago, stomaco e duodeno. A differenza però di tutti gli altri anti-acidi hanno due peculiarità: (1) vengono somministrati sottoforma di pro-farmaci che per essere trasformati nel composto attivo (sulfonemide) hanno necessità di un ambiente acido; (2) hanno come target cellulare delle pompe protoniche che non sono esclusivamente espresse nello stomaco, ma un po’ in tutti i distretti dell'organismo. Questa seconda proprietà li renderebbe estremamente tossici se non fossero pro-farmaci che senza l'acido non funzionano. basti pensare che esistono malattie genetiche piuttosto rare che sono dovute ad una mutazione di una di queste pompe. Per esempio l'osteopetrosi che è dovuta ad un malfunzionamento degli osteoclasti, in più della metà dei casi causato da una mutazione di una ATPasi vacuolare o anche la acidosi tubulare renale. Di fatto, i tentativi che in passato erano stati fatti per usare un inibitori delle ATPasi vacuolari nel trattamento dei tumori erano stati immediatamente abbandonati per l'alto livello di tossicità.

La ragione per cui abbiamo voluto testare la possibile attività di questo tipo di farmaci nei confronti dei tumori è che, come si sa da molto tempo, i tumori sono acidi e questa loro caratteristica consente un totale isolamento dal resto dell'organismo ed una conseguente crescita praticamente senza grossi problemi. basti pensare che la gran parte dei chemoterapici, che sono dei potenti veleni cellulari, essendo basi deboli arrivano nell'ambiente tumorale acido, quindi ricco di ioni H+ e lì vengono protonati, quindi neutralizzati, senza granché possibilità di entrare nella cellula e svolgere il loro effetto tossico. Però, ecco questa apparente forza brutale può rappresentare anche una debolezza, perchè le cellule tumorali riescono a sopravvivere nel microambiente tumorale anche grazie alle pompe protoniche che evitano l’accumulo intracellulare di ioni acidi e la conseguente acidificazione dell’ambiente interno della cellula, che rappresenterebbe un evento fatale. Infatti, l’inibizione delle pompe protoniche con i farmaci che stiamo usando da una parte sensibilizzano i tumori ai chemioterapici, dall’altra sono in grado di uccidere le cellule tumorali attraverso un processo di auto digestione dovuto all’acidificazione del cytosol.

MedBunker: Saprà sicuramente che soprattutto su internet spopolano guaritori, ciarlatani e gente che propone cure miracolose per le malattie più gravi. Uno di questi, Tullio Simoncini, afferma che il cancro (tutti i cancri) è causato dalla candida albicans e che è facilmente curabile con il bicarbonato di sodio. Le sue sperimentazioni e quelle della ISPDC hanno qualcosa in comune con queste affermazioni? Vuole chiarire per favore questo punto che ha sorpreso tantissime persone visti i termini dell'articolo di Repubblica?

Come spiegato nella risposta alla precedente domanda il nostro approccio,per quanto possa sembrare simile, ha poco o nulla a che fare con quello di Simoncini. Purtroppo la giornalista di Repubblica ha voluto usare una mia dichiarazione pubblicata su un comunicato ANSA in maniera sensazionalistica e fuorviante. E’ vero che nelle mie dichiarazioni si parla di uno studio clinico che si sta svolgendo presso l’Ospedale di Tampa Florida, che usa il bicarbonato somministrato per bocca e che sembrano esserci risultati interessanti, e che parte di questi risultati sono stati presentati durante il Simposio della International Society for Proton Dynamics in Cancer, ispdc (www.ispdc.net), ma non ho mai e poi mai detto che il bicarbonato potrà sostituire la chemioterapia.

MedBunker: E' vero che l'ISS sta sperimentando il bicarbonato per curare i tumori?

No.

MedBunker: Quale può essere allora il ruolo del bicarbonato nella cura del cancro?

E’ verosimile che il bicarbonato, se i risultati degli studi clinici americani lo supporteranno, potrebbe rientrare in alcuni protocolli di terapia anti-tumorale.

MedBunker: Che speranze possiamo dare in generale a chi si ammala di cancro?

Le speranze sono basate sull’impegno che noi, all’interno della comunità scientifica internazionale, stiamo cercando di contribuire a proporre terapie anti-tumorali che hanno come target l’acidità tumorale e i meccanismi che ne sono responsabili. La sperimentazione clinica è in corso, tutti gli studi clinici sono registrati sui registri nazionali ed americani, hanno un razionale forte e riconosciuto da un sempre maggior numero di esperti del settore. Il limite grosso alla sperimentazione clinica è lo scarso interesse che le grosse holding farmaceutiche hanno nello supportare economicamente lo sviluppo di farmaci appartenenti ad una classe di generici, come gli inibitori di pompa protonica. Ritengo che i Governi dei singoli paesi debbano rivestire un ruolo chiave in questa vicenda, aiutandoci a portare avanti gli studi clinici con soldi pubblici. Penso possiate capire come uno come me sia giornalmente impegnato su tutti i fronti possibili, di cui quello scientifico è solo uno dei tanti. Ma, ci crediamo molto e cercheremo di andare avanti il più possibile con entusiasmo ed energia.

MedBunker: A quando qualche risposta definitiva sul ruolo degli inibitori protonici nella cura delle neoplasie?

Speriamo in qualche anno


Dr. Stefano Fais, M.D., Ph.D,
Direttore Reparto Farmaci Antitumorali
Dipartimento del Farmaco
Istituto Superiore di Sanità

==
Per chi avesse ancora dubbi, ripeto la precisazione del Dott. Fais: "non ho mai e poi mai detto che il bicarbonato potrà sostituire la chemioterapia", mi sembra abbastanza chiara.

Un ringraziamento particolare al Dott. Fais per la sua gentilezza e disponibilità nel chiarire la questione, penso che anche chi legge gli debba un grazie, per tanti motivi, anche come rappresentante italiano dei tanti studiosi che cercano la chiave per curare tutti noi.
Qui e qui due articoli scientifici del gruppo di Fais sull'interessante argomento.

A presto.
Valuta il post:

Commenti (191)
yos ha commentato...
Le dichiarazioni del Dr. Fais sono inquivocabili. Ma non credo che lo siano anche per l'utenza di elleci.

Piccoli refusi: la prima parola dopo il punto è in minuscolo, ma solo se si tratta della parola basti.
È un caso? Noi di Boyager pensiamo di ni :)
tiburon ha commentato...
Aldilà dei trionfalismi, Simoncini rimane credibile come medico così come io (110kgx192cm) sono credibile come ballerina classica.

Data per assodata l'efficacia -di qualunque tipo sia- del bicarbonato nella cura dei tumori siamo comunque ben distanti dalla panacea spacciata dal sedicente medico.

Questo se le parole ed i fatti hanno ancora senso.

Prima si riescono a sostituire i chemioterapici meglio è. FA piacere che il complotto ai danni del ciarlatano parrebbe sgonfiarsi nei motivi e nella sostanza.

sic.
ubik15 ha commentato...
Senza voler scadere nei buoni sentimenti di facciata, il mio ringraziamento va ai professionisti seri che fanno il loro lavoro con impegno.
E che sanno di cosa parlano.
Noirele ha commentato...
Cercavo giusto spiegazioni all'articolo comparso sui siti! :)
La smentita è sì chiarissima, ma tanto a gente davvero convinta (come ce n'è...) non basterebbe nemmeno una dichiarazione del fantasma di Ippocrate stesso.
Sono convinti che sia tutto un complotto, perciò chiunque abbia i titoli scientifici adeguati per smentire e fare dichiarazioni sensate è chiaramente complice del complotto.
Mauro ha commentato...
Questa frase del dott. Fais "Il limite grosso alla sperimentazione clinica è lo scarso interesse che le grosse holding farmaceutiche hanno nello supportare economicamente lo sviluppo di farmaci appartenenti ad una classe di generici" potrebbe facilmente essere strumentalizzata dai complottari, se è vero che le case farmaceutiche non hanno interesse a investire su ricerca e sviluppo di farmaci generici è anche vero che lo stato dovrebbe preoccuparsi di farlo, infatti assistiamo ad un continuo incremento dei fondi stanziati per la ricerca (vogliate cogliere l'ironia).
Grezzo ha commentato...
Il limite grosso alla sperimentazione clinica è lo scarso interesse che le grosse holding farmaceutiche hanno nello supportare economicamente lo sviluppo di farmaci appartenenti ad una classe di generici, come gli inibitori di pompa protonica.

Qui un complottista ci va a nozze con il solito complotto Big Pharma, si potrebbe spiegare meglio questo concetto onde evitare speculazioni?
Ilario D'Amato ha commentato...
Grande intervista, Med! Sono onorato che per una volta tu mi abbia "rubato il mestiere" :D
(a breve, non appena avrò tutte le tutele legali, riprenderò anche la questione del presidente dell'Ordine dei medici di Brescia)
gianni ha commentato...
@ grezzo

“Qui un complottista ci va a nozze con il solito complotto Big Pharma, si potrebbe spiegare meglio questo concetto onde evitare speculazioni? ”

Che c’è da spiegare: un malato oggi in terapie anticancro , secondo quanto detto da Fais ,costa 50-60 mila euro, con le nuove terapie costerebbe 600 – 1200 euro, non bisogna avere un Nobel in economia per capire che le stesse aziende che oggi fanno utili miliardari, non sono interessate a vederseli ridurre drasticamente.
WeWee ha commentato...
si potrebbe spiegare meglio questo concetto onde evitare speculazioni?

Le aziende farmaceutiche investono poco nella ricerca che riguarda molecole "povere" o che non possono essere prodotte come "esclusive" (per esempio con un brevetto) e questo per motivi economici.

E' ciò che succede anche riguardo le malattie del terzo mondo o "orfane" o quelle rarissime.
Le aziende guardano prima di tutto al fatturato ma questo credo sia lampante.

La ricerca però prosegue e se un giorno dovessimo scoprire che una molecola disponibilissima ed altamente economica dovesse avere grandi proprietà curative ci sarà poco da fare, l'evidenza si scontrerà con l'interesse economico.
E' quello che è successo proprio nel caso degli "antiacidi" con la gastrite. Prima erano loro ad avere l'esclusiva terapeutica in questa patologia, oggi sono in "lotta" con gli antibiotici (in seguito agli studi sull'Helycobacter Pylori).
Per questo la ricerca è fondamentale e da aiutare, è quella che ci salva la vita, non le aziende, quelle i farmaci li producono se li vendono.

Il problema serio casomai è quello del progressivo "smantellamento" della ricerca in Italia (come Mauro ironizzava): non solo è ormai relegata a "peso" da sostenere (si comincia con la scuola, figuriamoci...) con sufficienza ma un ricercatore capace e con voglia di fare ha tutti i motivi per fare le valigie e scappare. Negli Stati Uniti, tanto per fare un esempio, un ricercatore è tenuto come un gioiello di cristallo da non rompere che ha un unico impegno: produrre ricerca. In cambio chiedi ed hai, dai soldi alle strutture.
In Italia la ricerca è spesso un modo per tirare a campare ma non hai nè stimoli nè gratificazioni particolari se non la passione, per un periodo ci ho provato anche io ed è una giungla.

La cosa che in questa notizia degli antiacidi mi colpisce (e mi fa piacere) maggiormente è che gli studi ed i trial sono condotti dall'ISS, che rappresenta la medicina in senso nazionale e di questo dovremmo rallegrarcene tutti.
gianni ha commentato...
Questa botta e risposta con Fais dovrebbe porre fine alla domanda: aveva o non aveva ragione Simoncini? , ma il medico tra le altre cose dice:
” E’ vero che nelle mie dichiarazioni si parla di uno studio clinico che si sta svolgendo presso l’Ospedale di Tampa Florida, che usa il bicarbonato somministrato per bocca e che sembrano esserci risultati interessanti”.

Dopodiché se vado indietro nel tempo trovo la pubblicazione di una sperimentazione su cavie con l’utilizzo di bicarbonato per via orale, che ha portato al non annientamento del cancro ma a una riduzione delle metastasi.

Allora mi chiedo, se gli ultimi risultati che prendono in considerazione l’usa di bicarbonato per via orale danno risultati cosi incoraggianti perché non si segue interamente la strada dettata da Simoncini e si inizia una sperimentazione seria che utilizza il bicarbonato per via endovenosa come vuole il protocollo del medico romano?

Altra domanda:

Esiste uno studio randomizzato a doppio cieco fatto tra la sola chemio (senza l’intervento di altre pratiche mediche) e un placebo, che ne dimostri l’efficacia una volta per tutte in maniera assoluta?
Grezzo ha commentato...
Allora mi chiedo, se gli ultimi risultati che prendono in considerazione l’usa di bicarbonato per via orale danno risultati cosi incoraggianti perché non si segue interamente la strada dettata da Simoncini e si inizia una sperimentazione seria che utilizza il bicarbonato per via endovenosa come vuole il protocollo del medico romano?

Ma hai letto l'articolo o hai solo guardato quello che ti interessava e basta? Il metodo "Simoncini" non porta alcun risultato, ci arrivi o no?
WeWee ha commentato...
se gli ultimi risultati che prendono in considerazione l’usa di bicarbonato per via orale danno risultati cosi incoraggianti perché non si segue interamente la strada dettata da Simoncini e si inizia una sperimentazione seria che utilizza il bicarbonato per via endovenosa come vuole il protocollo del medico romano?

La "strada" non è dettata da Simoncini che parte da un presupposto assolutamente differente (la candida) ed anzi NEGA che il bicarbonato agisca per via della sua alcalinità (come nega il resto delle basi della medicina, vedi genetica).
La "strada" è quella di agire sul pH dei tumori e si stanno compiendo gli studi necessari che naturalmente richiedono tempo, pazienza e cautela. Ribadisco poi che questa NON è l'unica strada ma una delle tante, prima tra tutte la terapia genetica.

Esiste uno studio randomizzato a doppio cieco fatto tra la sola chemio (senza l’intervento di altre pratiche mediche) e un placebo, che ne dimostri l’efficacia una volta per tutte in maniera assoluta?

Uno studio del genere sarebbe estremamente crudele (e credo anche impossibile eticamente) in quanto dovresti somministrare un placebo a pazienti con tumore senza che nè essi nè il medico sappiano di utilizzare il placebo. Esistono diversi studi (ma anche evidenze) che l'uso di chemioterapici senza l'intervento di altre pratiche (chirurgia, radio, ormoni...) migliori o guarisca malattie neoplastiche. Molti di noi sono vivi grazie alla SOLA chemioterapia che in certi casi è la terapia d'elezione e l'unica efficace (vedi leucemie).
NightWolf ha commentato...
vabbè gente...
ognuno la pensa come vuole.
da una parte abbiamo una persona che da tempo sostiene che il bicarbonato cura il cancro, dall'altra abbiamo l'istituto superiore della sanità che si è accorto che comunque il bicarbonato potrebbe servire a qualcosa. Tralasciando la diatriba sulla candida di cui assolutamente me ne sbatto i coglioni, abbiate la sincerità di ammettere che forse questo truffatore incompetente andava forse ascoltato meglio.
Con buona pace di chi se la sente di affidare la sua vita INTERAMENTE nelle mani della scienza ufficiale.
Mi spiace per voi ma la gente che non si fida più è tantissima, ed è SOLO COLPA VOSTRA.

Buona vita e figli sani.
WeWee ha commentato...
ognuno la pensa come vuole.

Bravo.
E da quello che scrivi mi viene voglia di lasciare tutto, tanto ognuno capisce quello che vuole capire è questo che è preoccupante.
WeWee ha commentato...
Sono onorato che per una volta tu mi abbia "rubato il mestiere

Il maestro resti sempre tu.
;)

riprenderò anche la questione del presidente dell'Ordine dei medici di Brescia

Non vedo l'ora.
WeWee ha commentato...
Approfitto dello spazio per scusarmi con chi mi invia messaggi in posta elettronica. Sono tanti e per il poco tempo a disposizione e la quantità di domande che ricevo non posso rispondere subito. Mi scuso quindi, ma prometto che cerco di rispondere (anche brevemente) a tutti.
Grazie della comprensione.
theDRaKKaR ha commentato...
Una cosa non ho capito: gli inibitori della pompa protonica per funzionare hanno necessità di un ambiente acido. Da questo capisco che funzionano nello stomaco (e non, per es. nel sangue) perché lo stomaco è altamente acido.
È corretto quel che dico? Se sì, allora mi chiedo: come si fa a inibire le pompe protoniche dei tumori che non sono nello stomaco? Mi rispondo, bisogna portare gli inibitori nell'ambiente acido del tumore. È corretto quel che dico? Se sì, come hanno pensato di fare?

Grazie :)
WeWee ha commentato...
bisogna portare gli inibitori nell'ambiente acido del tumore. È corretto quel che dico? Se sì, come hanno pensato di fare?

Somministrandoli.
Il tumore per vivere ha necessariamente bisogno di irrorazione sanguigna, non è un "corpo estraneo" ma è un componente come un altro del nostro corpo (ed è proprio per questo che è difficile colpirlo e che la chemio è tossica per tutto il corpo), l'irrorazione sanguigna del tumore è connessa, proviene da quella normale dell'organo sede della neoplasia.
Se quindi in circolo abbiamo un farmaco, questo arriverà al tumore.

Una sorta di "trappola" per il cancro: prende il suo "nutrimento" da un aumentato afflusso di sangue ma si ritrova un farmaco che lo "affama".

(indirettamente questo smentisce l'idea di "bagnare" i tumori con i cateteri al bicarbonato di Simoncini)
theDRaKKaR ha commentato...
Ho capito.
Ma allora questo significa che chi prende un IPP e ha anche un tumore sta combattendo la malattia? Credo ci siano un'infinità di persone che assume IPP e che purtroppo ha un cancro; non si potrebbe andare ad osservare specificatamente tali pazienti, che costituiscono un enorme serbatoio sperimentale?
WeWee ha commentato...
Credo ci siano un'infinità di persone che assume IPP e che purtroppo ha un cancro

Già. L'ipotesi infatti è ancora in fase di studio. I risultati sono in vitro e per il passaggio sull'uomo ci saranno da valutare diversi parametri (il dosaggio per esempio). Oltretutto molti dei risultati positivi sono relativi alla maggiore risposta ai chemioterapici ed è quindi da valutare la risposta ai SOLI inibitori di pompa. Infine sembra che questi farmaci siano più efficaci nei tumori di tipo metastatico (che sono più acidi).
Insomma, è un lavoro ancora in corso come tanti altri. In tutto questo credo che il bicarbonato abbia un ruolo ancora più marginale, non solo perchè ha solo un'azione tamponante il pH (e quindi uno dei due meccanismi previsti non sarebbe attivo) ma anche perchè come "base" è molto debole.

Non dobbiamo "stupirci" di queste ricerche, è stato l'articolo di Repubblica che ha fatto suonare l'allarme in molti, ma di questi articoli ne escono decine ogni anno, in questo caso è stato il termine "bicarbonato" che ha acceso gli animi, questo è uno dei tanti filoni in corso come quelli che si concentrano sui geni. Come spesso ripeto molto probabilmente non esisterà mai LA cura per il cancro ma LE cure per I vari tipi di cancro.

non si potrebbe andare ad osservare specificatamente tali pazienti, che costituiscono un enorme serbatoio sperimentale?

Si potrebbe, ma come detto prima non è detto che il campione sia attendibile. Prima bisognerebbe capire tante altre cose (dosaggi? Quali tipi di tumore? Vie di somministrazione? Da soli o con chemio? Quale chemio? Ecc...).
theDRaKKaR ha commentato...
È comunque un interessante filone.

Ciao Wewee, grazie ;-)
WeWee ha commentato...
Qui uno degli articoli che il dott. Fais ha pubblicato sull'argomento.
NightWolf ha commentato...
Traduco con google gli abstract di due dei lavori scientifici che supportano l'ipotesi di Simoncini. Scusate l'imprecisione, ma ho di meglio da fare che tradurre aggratis.


http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/8020249
La prevalenza di pazienti immunologicamente soppressi, compresi quelli infettati con il virus dell'AIDS, con il cancro, e gli interventi chirurgici di trapianto di aver avuto per citarne alcuni, ha fornito una via per la rapida proliferazione tra questi pazienti del lievito Candida albicans virulento. Precedenti studi hanno stabilito che una potente tossina è prodotta da C. albicans che potrebbero causare gravi danni tissutali. L'entità del danno tessutale non è mai stato determinato, né il meccanismo è stato spiegato. Il presente lavoro dimostra che l'inoculazione intraperitoneale di C. albicans produce numerose lesioni simil-tumorale ed ascessi sulle principali organi di ratti di laboratorio sperimentale. I risultati dimostrano che il danno è causato dal rilascio iniziale di enzimi lisosomiali da parte dei tessuti colpiti.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7330873
I ratti prevSprague Dawley sono stati nutriti con lieviti (Candida Maltosa) ottenuta dalla fermentazione di n-paraffine FU grado (C12-C19). Il lievito è stato incorporato nella dieta al 7,2, 18,4 e 34,5% in peso. Ogni dieta era isocalorica isoproteiche e con gli altri e con la dieta standard. Il lievito in dotazione 20, 50, 80% delle proteine della dieta, rispettivamente. 65 ratti per sesso per ogni gruppo sono stati selezionati a caso da più di 1000 ratti e assegnati a ciascuna delle 4 diete per lo studio della cancerogenesi; 57 ratti per sesso di gruppo sono stati selezionati a caso tra gli stessi 1.000 ratti e assegnati a ciascuna delle 4 diete per lo studio a lungo termine. In studio a lungo termine i ratti sono stati sacrificati a mesi 3, 6, 15 e 24. Nello studio di cancerogenesi gli animali sono stati tenuti fino a meno del 10% del numero di partenza era sopravvissuto; l'esperimento è durato 30 mesi. Animali morti spontaneamente o ucciso al termine dello studio sono stati sottoposti ad autopsia e gli organi principali fissato per l'esame istologico. Lesioni e tumori sono stati classificati. Biochimici, ematologici e variazioni autopsia al momento del sacrificio sono stati osservati nello studio a lungo termine. L'esperimento non hanno evidenziato differenze tra i controlli patologiche e gli animali trattati con 20 e 50% proteine da lievito. Il gruppo alimentato con l'80% di proteine singola cellula ha mostrato un aumento significativo dell'incidenza di linfomi maligni.
WeWee ha commentato...
that intraperitoneal inoculation of C. albicans produces numerous tumour-like lesions and abscesses on the major organs of experimental laboratory rats


Dov'è scritto che la candida albicans provocherebbe il cancro?


The group fed with 80% single cell protein showed a significant increase of malignant lymphomas incidence.

Dov'è scritto che la candida albicans avrebbe provocato il cancro?

Scusate l'imprecisione, ma ho di meglio da fare che tradurre aggratis

Ah beh, chiamiamola "imprecisione" questa bibliografia è peggio di quella di Simoncini...
:D
x ha commentato...
La cosa incredibile è che un truffatore, invece di inventarsi un succo di pipistrello qualsiasi biosbombardato con la supercazzola, ha scelto, per truffare le sue vittime, una sostanza a caso dalla corsia del supermercato ove trovossi quando venne fulminato dalla sua nuova vocazione fuffara (nello stesso momento gli venne in mente di buttare alle ortiche la sua professione di oncologo, fulminato dalla visione delle bianche spiagge bianche di suvereto), e, a distanza di anni, questa sostanza sembra avere speranza di rientrare nella protocollo ufficiale.
Non è che curi il cancro, precisiamo, serve molto più semplicissimamente e umillissimerrimamente ad evitare che si formino metastasi, praticamente come dare un colpetto alla palla che si è fermata sul segno della porta, sono buoni tutti.

Cose Che Capitano®
NightWolf ha commentato...
tumour-like lesions cosa significa secondo te?
significa "lesioni che sembrano un tumore"
DING!!
l'altro invece riporta l’alta incidenza di neoplasie in topi alimentati con quote aggiuntive di proteine ricavate dalla candida.
DING DING!!

che faccio ora? sostengo che nottetempo i topi venivano irrorati con raggi gamma da una razza di alieni? che lo scienziato era pagato da simoncini? le vostre accuse nei suoi confronti rendono VOI dei complottisti.
Sempre IMHO sia ben chiaro. XDXDXD

vuoi un altra carrellata di studi o mi fermo qua?
theDRaKKaR ha commentato...
Wewee me lo cacci questo? :)
NightWolf ha commentato...
@ x
"Non è che curi il cancro, precisiamo, serve molto più semplicissimamente e umillissimerrimamente ad evitare che si formino metastasi"

Hai detto niente!
Ma non sono le metastasi quelle cose simpatiche che ti mandano al creatore?
O sono forse rincoglionito del tutto?
NightWolf ha commentato...
Ah no eh!
Cacciare chi?
Ho forse insultato qualcuno?
Mi sono fatto promotore di un'ideologia?
Ho citato lavori scientifici.
E voi non rispondete.
Perchè non sapete cosa rispondere.
theDRaKKaR ha commentato...
È che mi mandi il fuffometro a fondo scala... Vabbè come non detto, stai pure :D
Vittorio ha commentato...
@ NightWolf
O sono forse rincoglionito del tutto?
No, probabilmente del tutto no, ma non sai di che parli. Ti ricordo che la metastasi nasce da qualcosa di preesistente, e quindi senza quel "qualcosa prima" la metastasi non c'è. Ed inoltre non è la sola metastasi che ti manda al creatore come scrivi tu, ma anche e soprattutto il primitivo.
Tanto per sapere: quali cognizioni mediche hai per fare delle affermazioni sulla materia?
Io sono Tecnico di Radiologia, e dopo 20 anni di Radiologia anche interventistica sono passato alla Fisica Sanitaria e mi occupo di apparecchiature per la cura dei ... tumori!
Terenzio il Troll ha commentato...
WeWee, secondo me, la giornalista di Repubblica si e' attenuta alla versione italiana di questo template per scrivere articoli su scoperte scientifiche.

NightWolf: oggi, in via del tutto eccezionale, ho un po' di tempo da perdere e voglia di tradurre "aggratis" (chi de mi' sa dis: "ad uf").

L'originale del primo abstract.
The prevalence of immunologically suppressed patients, including those infected with the AIDS virus, with cancer, and those having had transplant surgery to name a few, has provided an avenue for the rapid proliferation among these patients of the virulent yeast Candida albicans. Previous studies have determined that a potent toxin is produced by C. albicans which may cause extensive tissue damage. The extent of the tissue damage has never been determined, neither has the mechanism been explained. The present work shows that intraperitoneal inoculation of C. albicans produces numerous tumour-like lesions and abscesses on the major organs of experimental laboratory rats. The results demonstrate that damage is caused by the initial release of lysosomal enzymes by the affected tissues.

La mia traduzione
Il totale della popolazione di pazienti immunodepressi, inclusi quelli affetti dal virus dell'AIDS, dal cancro e quelli che hanno subito interventi di trapianto per citarne alcuni, ha fornito una strada maestra per la rapida proliferazione tra di essi del lievito virulento Candida albicans. Studi precedenti hanno stabilito che C.albicans produce una potente tossina che puo' provocare estesi danni tissutali. L'estensione dei danni ai tessuti non e' mai stata determinata, ne' e' stato spiegato il meccanismo di azione. Questo lavoro mostra che l'inoculazione intraperitoneale di C.albicans produce numerose lesioni dall'aspetto tumorale e ascessi sugli organi principali di ratti da laboratorio. I risultati mostrano che il danno e' causato dal rilascio iniziale di lisozimi da parte dei tessuti coinvolti.
NightWolf ha commentato...
LOL
ma questo, se non te ne rendi conto, è proprio quello che dice Simoncini.
La CANDIDA NON E' IL CANCRO. IL CANCRO E' LA LESIONE DALL'ASPETTO TUMORALE, CIOE' LA RISPOSTA DEL NOSTRO ORGANISMO ALL'INVASIONE DEL CORPO FUNGINO!
Perchè rifiutate a priori questa idea?
La canclusione che la candida sia una diretta conseguenza del cancro è un'ipotesi! potrebbe essere il contrario! o siete così certi della capacità di tracciare con tanta precisione le consequenzialità del nostro complicatissimo apparato organico? io non mi do tanta certezza, nè sbandiero titoli accademici che potrei inventarmi tranquillamente per fare scena.

traduci QUESTO
theDRaKKaR ha commentato...
Simoncini dici che il cancro è un fungo, infatti è bianco. Non dice che è causato da un fungo, dice che la massa tumorale è un fungo, in particolare è una candida.

Tu sai bene che di tumori ce ne sono a bizzeffe e che dire che tutti i tumori sono funghi è una sciocchezza: un tumore delle cellule del sangue come fa ad essere un fungo...

Basta poco a capire quanto è scema l'idea di Simoncini, perché tu non lo capisci?
WeWee ha commentato...
lesioni che sembrano un tumore

Ah, ecco, che "sembrano un tumore", come l'ascesso, un fibroma, un polipo...non un cancro che è cosa ben diversa (il DING non lo metto perchè non mi piace prendere in giro), una "tumor-like lesion" non è un cancro, è una massa di qualunque tipo, come i flemmoni.

proteine ricavate dalla candida.

Candida? QUALE candida, non leggo candida albicans. Perchè che un fungo, una muffa o qualche tipo di candida possa provocare un tumore non è certo una rivoluzione (le aflatossine sono tra i cancerogeni più potenti) ed un tipo di epatocarcinoma è provocato da un fungo, Simoncini parla di candida albicans, che è un fungo che colonizza molti animali tra i quali l'uomo. Altrimenti potremmo sostenere che i delfini parlano, visto che sono mammiferi come l'uomo (il DING DING non lo metto perchè non mi piace prendere in giro il prossimo).

Gli studi bisogna leggerli bene e per quello che sono.

le vostre accuse nei suoi confronti rendono VOI dei complottisti

Accuse? Quali accuse.
Simoncini ha mai pubblicato qualcosa? Ha rilasciato delle statistiche, ha sperimentato un protocollo, ha conservato degli esami istologici? Che c'entra lui con la scienza o gli studi.
E' un guaritore fino a prova contraria, perchè tutti a stupirsi del suo essere fuori dalla scienza?

E se per caso come credi tu la scienza sta studiando il bicarbonato come cura di tutti i cancri o ha scoperto che la candida causa tutti i cancri, why worry? Non ci sarebbero complotti e segreti, buon per tutti.

Sii felice e speriamo che presto tutto diventi realtà, qual'è il problema?

O sono forse rincoglionito del tutto?

Spero di no, ma devi saper leggere quello che riporti come "prova" di una teoria.
NightWolf ha commentato...
oppure questo
Vittorio ha commentato...
Don't feed the troll!
Detto ciò, nemmeno ti rispondo, Nightwolf, pasciti delle tue convinzioni.
Lasciamo perdere per il resto altrimenti mi altero.
theDRaKKaR ha commentato...
Ma sì, hai ragione Vittorio, lasciamo perdere.
WeWee ha commentato...
La CANDIDA NON E' IL CANCRO

Infatti il libro di Simoncini si intitola "Il cancro è un fungo" tanto da sostenere che la "teoria genetica" del cancro è falsa e che TUTTI i cancri sono provocati dalla candida albicans e dovunque vada sostiene che il cancro è candida incistata che chi analizza il tumore non vede perchè non vuole vedere.
Decidetevi però.
NightWolf ha commentato...
Non sto cercando di provare niente, sto solo mettendo in rilievo il fatto che NON E' VERO che i funghi non centrano niente coi tumori. Simoncini, se leggete bene il suo sito, dice chiaramente che il tumore è il risultato della proliferazione del fungo UNITO al tentativo di incistamento da parte del corpo umano. Non dice che la candida è il cancro, quella è solo una frase per rendere l'idea. Inoltre parla del fatto che di candida ne esistono molti tipi, da qui i diversi tipi di tumore. Badate bene, lui non ha mai dichiarato di poter debellare QUALUNQUE tumore, e non è assolutamente uno che va contro la scienza, anzi, odia tutte le cure simil-new age. Non mi sembrano i deliri di un folle! E poi ci sono le interviste, i video di persone che parlano tranquillamente della loro guarigione. Tutti d'accordo? State per pronunciare la parola COMPLOTTO senza pronunciarla, occhio!
ah, e il DING! è il suono del campanello in test, della pulce nell'orecchio, insomma ci siamo capiti, qui non si insulta nessuno, qui si discute, chiaro?
Sono solo lettere su uno schermo.
NightWolf ha commentato...
Non ti arrampicare sulle parole WeWee, è ovvio che intendevo quello.
max(L) ha commentato...
Application of Candida solubilized cell wall beta-glucan in antitumor immunotherapy against P815 mastocytoma in mice


Traduco ? Il CSBG estratto dalle pareti cellulari di Candida dimostra di avere una certa attivita’ antitumorale..
gianni ha commentato...
@wewee

“La "strada" non è dettata da Simoncini che parte da un presupposto assolutamente differente (la candida) ed anzi NEGA che il bicarbonato agisca per via della sua alcalinità (come nega il resto delle basi della medicina, vedi genetica).”

Quindi Simoncini è un ciarlatano perché dice di curare le persone ammalate di cancro con flebo di bicarbonato al 5%, l’establisment medico dice che per via orale il bicarbonato blocca le metastasi…. … ma è possibile che solo io veda la correlazione tra le due cose, a nessuno è venuto in mente che se si aumentasse la quantità ematica del bicarbonato o addirittura se si arrivasse a irrorare direttamente il tumore come dice lo stesso Simoncini forse, e dico forse si arriverebbe ad avere dei risultati ancora più incoraggianti? Quante persone devono ancora morire, prima che si ponga la parola fine a questa diatriba?



“Esistono diversi studi (ma anche evidenze) che l'uso di chemioterapici senza l'intervento di altre pratiche (chirurgia, radio, ormoni...) migliori o guarisca malattie neoplastiche. Molti di noi sono vivi grazie alla SOLA chemioterapia che in certi casi è la terapia d'elezione e l'unica efficace (vedi leucemie). ”

Leucemie e tumori di hocking a me non me ne risultano altre, correggimi tu se ne ho dimenticato qualcuno.

Uno studio del genere sarebbe estremamente crudele (e credo anche impossibile eticamente) in quanto dovresti somministrare un placebo a pazienti con tumore senza che nè essi nè il medico sappiano di utilizzare il placebo.”

Quindi non è dimostrata scientificamente, l’efficacia della chemio, ma si da per scontato che funzioni…., dici che non è etico dare un placebo a un paziente, ma dargli un veleno, facendogli credere di essere la cura senza averne alcuna prova ti pare etico.
theDRaKKaR ha commentato...
LOL
Vittorio ha commentato...
Leucemie e tumori di hocking a me non me ne risultano altre, correggimi tu se ne ho dimenticato qualcuno.
Microcitomi polmonari, ad esempio. Tumore solido, ma non operabile e non radiotrattabile.
O sono anche quelli candida?
Dai, dai, suvvia ...
max(L) ha commentato...
@NightWolf:
Simoncini, se leggete bene il suo sito, dice chiaramente che il tumore è il risultato della proliferazione del fungo UNITO al tentativo di incistamento da parte del corpo umano. Non dice che la candida è il cancro
Lo dice eccome…
link al libro di Simoncini in pdf..

PAG.112: “Perche’ la Candida e’ il Cancro”
PAG.125: “La Candida presenta la stessa struttura genetica del cancro”
PAG.125: “Esiste dunque al di la delle interpretaazioni piu’ o meno riduttive, un alto grado di parentela tra la Candida e I tessuti tumorali”
NightWolf ha commentato...
Simoncini è stato radiato adducendo come motivazione il fatto di aver praticato un protocollo di cura non supportato da studi scientifici. Il che non è DEL TUTTO VERO. E poi perchè secondo voi avrebbe deciso di rovinarsi la vita in questo modo, con 2 lauree e un sacco di lavoro a disposizione? Cioè, è da scemi, dai!
Morfeo ha commentato...
Porca miseria, leggendo i commenti mi sembrava di essere "altrove".

Troll o non Troll, "l'ignoranza di fede" fa davvero male.

Quanti ne arriveranno?
Vittorio ha commentato...
Quindi non è dimostrata scientificamente, l’efficacia della chemio, ma si da per scontato che funzioni…
No, non è che si da per scontato che funzioni: nel momento in cui hai la remissione totale di malattia vuol dire che funziona. E se questa remissione è documentata da studi ripetibili e che ottengono gli stessi risultati vuol dire che la chemioterapia funziona.
NightWolf ha commentato...
PAG.112: “Perche’ la Candida e’ il Cancro”
PAG.125: “La Candida presenta la stessa struttura genetica del cancro”
PAG.125: “Esiste dunque al di la delle interpretaazioni piu’ o meno riduttive, un alto grado di parentela tra la Candida e I tessuti tumorali”

Certo certo, non lo nego. E' la sua interpretazione.
Morfeo ha commentato...
@NightWolf

Complimenti per il tuo profilo!

Dietro lo schermo non sai mai chi c'è. Qualsiasi cosa io scriva potrebbe essere una balla, quindi perchè sbattersi?

Ci edeguiamo, "...perché sbattersi?"
...per le idiozie?
NightWolf ha commentato...
Werner G.A.( Eur Arch Otorhinolaryngol 1995;252(7):417-21) riferisce di aver trovato le stesse sequenze omologhe in campioni di DNA estratti dalla Candida glabrata, dalla Candida parapsilopsis e da cellule provenienti da materiale bioptico prelevato dal carcinoma squamo-cellulare delle vie aeree superiori.

di questo cosa mi dite? (dal sito di simoncini)
NightWolf ha commentato...
@ Morfeo
ahahahahah!
hai appena abboccato alla mia trappola!
io non so cosa c'è sul tuo profilo e neanche mi interessa.
Tu invece sei subito andato a vedere.
E' una questione di atteggiamento. La differenza tra noi e voi. Tra mentalmente aperti e mentalmente indottrinati.
Lo sbattersi è riferito a scrivere la storia della mia vita su internet, per la centesima volta. Mica abito qui, sai?
Morfeo ha commentato...
Vittorio, hai dato il miglior consiglio, e ti sei astenuto.

Continua a farlo e resisti!

:)
max(L) ha commentato...
@NightWolf:
Certo certo, non lo nego.
In questo post o nel precedente ?

E' la sua interpretazione

No, non e’ un’interpretazione e’ un’asinata. Tanto quanto sostenere che il moscerino della frutta e’ un essere umano per via di alcune sequenze nucleotodiche comuni o che, a maggior ragione lo sono gli scimpanze’ : se Simoncini pensava che la Candida fosse il cancro per via di alcune sequenze comuni, cosa avrebbe detto sapendo che il DNA di scimpanze' differisce da quello umano
solo per un misero 5% ?

E poi perchè secondo voi avrebbe deciso di rovinarsi la vita in questo modo, con 2 lauree e un sacco di lavoro a disposizione?
Lo stesso si potrebbe dire dei medici dello scandalo della Clinica S.Rita. Sapevano che si sarebbero rovinati la vita ? Io penso di si. E’ da scemi ? Forse ma non solo.

Cioè, è da scemi, dai!
Eh gia’….
WeWee ha commentato...
Non roviniamo i commenti di questo articolo con insulti ed inciviltà o cancello senza pietà. Qui deve essere tutto PULITO come uno specchio. Grazie.


@ NightWolf:

NON E' VERO che i funghi non centrano niente coi tumori

E chi l'ha mai detto, ti ho appena scritto che ci sono funghi che causano direttamente uno dei più gravi cancri umani...ma tra questo e dire che la candida albicans causa tutti (tranne quelli liquidi) i tumori ce ne passa, soprattutto senza averlo dimostrato.
Se domani Simoncini o Pinco Pallino dimostrasse che la candida causasse un tipo di tumore quale sarebbe il problema? Ma prima dovrebbe dimostrarlo.

Spostare i paletti perchè si vuole per forza dar ragione ad un uomo che va in tutti i sensi contro la scienza e l'etica (e la legge) è ingenuo e pericoloso. Per dirla in parole povere, da creduloni.

se leggete bene il suo sito, dice chiaramente che il tumore è il risultato della proliferazione del fungo UNITO al tentativo di incistamento da parte del corpo umano

Il suo sito lo conosco a memoria per forza di cose. Cosa vuol dire che il fungo prolifera ed il corpo tenta di incistarlo? Me lo spieghi in altre parole? Perchè lui ha sempre sostenuto che la candida forma le COLONIE e che queste sono i CANCRI.
Dove sono allora queste colonie quando si asporta un tumore?

Inoltre parla del fatto che di candida ne esistono molti tipi, da qui i diversi tipi di tumore.

Non so se nelle ultime ora abbia cambiato nuovamente versione ma che mi risulti lui sostiene che la candida è una e che anche le varie specie cambiano secondo l'organo che attaccano. Anche riguardo la candida ha capovolto la biologia. Nella homepage del suo sito inoltre ci sono immagini di candida albicans in tutte le versioni.

lui non ha mai dichiarato di poter debellare QUALUNQUE tumore

Dice che non può curare i tumori alle ossa e quelli liquidi (del sangue) per il resto può curarli tutti ed in pochi giorni. A me risulta così.

Non mi sembrano i deliri di un folle!

A me sì. Ammettiamo pure che questa persona ci abbia preso. Bene. Cosa aspetta a dimostrarlo?
Ha guarito qualcuno? Bene, cosa aspetta a mostrare le cartelle? Ha scoperto che la candida causa il cancro? Bene, dove sono i vetrini ed i dati?
Sinceramente: tu ti fideresti di qualcuno che ti giura di poterti decuplicare i soldi in banca se gli dai 10.000 euro ad occhi chiusi?
Io no.

E poi ci sono le interviste, i video di persone che parlano tranquillamente della loro guarigione. Tutti d'accordo?

No, sono probabilmente anche loro vittime del guaritore (qualche attore c'è pure, è evidente). Se sei interessato vai a leggere i casi che ho analizzato e dimmi cosa non ti convince. Sono trucchi da palcoscenico, nè più nè meno.
Se invece ti fidi perchè "lo dicono su internet" non c'è nemmeno bisogno di andarli a studiare i casi, tanto sei già convinto.
WeWee ha commentato...
@ gianni:

l’establisment medico dice che per via orale il bicarbonato blocca le metastasi….

Non è proprio così.

"L'establishment medico" ha detto che in un esperimento su cavie, il bicarbonato ha mostrato che metastasi di alcuni tumori sembrano "vivere di meno", sul tumore principale di tutti i tipi di tumori non ha fatto nulla. Mah, approfondiamo, non si sa mai e proviamo anche molecole un po' più attive.

Simoncini ha detto: non l'ho mai provato, non so dimostrarlo, non faccio vedere le carte a nessuno e lo dico dai siti di ufologia, tutti ce l'hanno con me, ma credetemi, il bicarbonato cura tutti i tumori in pochi giorni. Pagatemi e vedrete.
Solo io vedo una differenza sostanziale nei due atteggiamenti?

se si arrivasse a irrorare direttamente il tumore come dice lo stesso Simoncini forse, e dico forse si arriverebbe ad avere dei risultati ancora più incoraggianti?

Certamente, forse, servono altri studi, li stanno facendo. Quindi?
Che c'entra questo con uno che dice di curare tutti i tumori con il bicarbonato? E soprattutto perchè questa persona dice che la sua "teoria" non la ascolta nessuno?

Leucemie e tumori di hocking a me non me ne risultano altre, correggimi tu se ne ho dimenticato qualcuno.

Alcuni tumori polmonari e tumori metastatizzati, in quelli al testicolo inoltre è fondamentale. Tu hai mai visto tumori regredire con la chemio? Io sì e se permetti finchè non avrò qualcosa di più utile non la abbandonerò.
Per il resto la chemioterapia DA SOLA non è utilizzata MAI (tranne a scopo palliativo) quindi la tua domanda è poco attinente. La cura per il cancro non è la chemioterapia che va associata ad altri trattamenti. Il "colmo" è che in quelli nei quali la chemio è l'unica possibilità (vedi appunto i tumori "liquidi") sono quelli con tassi di guarigione eccezionali.

Quindi non è dimostrata scientificamente, l’efficacia della chemio, ma si da per scontato che funzioni…

Hai interpretato malissimo le mie parole.
L'effetto della chemio è provato scientificamente perchè aumenta la sopravvivenza ad esempio in confronto alla sola chirurgia (o alla radio) e nelle neoplasie del sangue e nei linfomi è l'unica terapia disponibile. Se curi una leucemia con la chemio e questa guarisce hai poco da "provare" diversamente.
Naturalmente guarisce con dati alla mano, pubblicazioni, statistiche, follow up, evidenza e dimostrabilità. E queste sono prove scientifiche, non un video su You Tube.

Spiegami però una cosa, per mia curiosità: ma perchè dai credito ad uno come Simoncini e non ne dai ai medici?
Te ne sarei grato se mi potessi rispondere.
NightWolf ha commentato...
Lo stesso si potrebbe dire dei medici dello scandalo della Clinica S.Rita. Sapevano che si sarebbero rovinati la vita ? Io penso di si. E’ da scemi ? Forse ma non solo.

no no!
assolutamente non regge come paragone.

"Pier Paolo Brega Massone, ex primario di chirurgia toracica dell'ex Clinica Santa Rita, ormai nota come "clinica degli orrori", rischia 21 anni di carcere per aver operato - sempre secondo l'accusa capitanata dai pm Grazia Pradella e Tiziana Siciliano - un'ottantina di pazienti senza che ve ne fosse una reale necessità, arrecando in molti casi danni irreversibili. "

Non centra davvero un tubo.

"No, non e’ un’interpretazione e’ un’asinata. Tanto quanto sostenere che il moscerino della frutta e’ un essere umano per via di alcune sequenze nucleotodiche comuni o che, a maggior ragione lo sono gli scimpanze’ : se Simoncini pensava che la Candida fosse il cancro per via di alcune sequenze comuni, cosa avrebbe detto sapendo che il DNA di scimpanze' differisce da quello umano
solo per un misero 5% ?"

Stiamo parlando di un fungo e una malattia, non di due organismi complessi. Anche qui dimostri la tua idea con un ragionamento che non mi convince. Poi chi legge è libero di pensarla come vuole, ma io rimango nel dubbio.

"A me sì. Ammettiamo pure che questa persona ci abbia preso. Bene. Cosa aspetta a dimostrarlo?"

C'ha provato ma l'hanno radiato senza rispondere. Ti sembra onesta e piena disponibilità scientifica? A me sembra fedina penale sporca, altrochè.

"Ha guarito qualcuno? Bene, cosa aspetta a mostrare le cartelle? Ha scoperto che la candida causa il cancro? Bene, dove sono i vetrini ed i dati?"

Sul suo sito ci sono un po' di documentazioni. Naturalmente mi dirai che è facile falsificarle, e sono daccordo. Ma allora...tutta questa fatica, per cosa? Per ammazzare le persone e prendersi denunce? No mi spiace ma non regge.

Voi rimanete della vostra idea, ma quando verrà, se verrà, la prova definitiva, che figura ci farete? Farete la figura dei servi, ecco cosa farete. Lo sto dicendo per voi, non sono un troll, non mi paga nessuno.

E adesso esco perchè è sabato e mi aspettano gli amici.
WeWee ha commentato...
Simoncini è stato radiato adducendo come motivazione il fatto di aver praticato un protocollo di cura non supportato da studi scientifici. Il che non è DEL TUTTO VERO.

Non sarà "del tutto" vero ma finchè una cura non è approvata la somministri sotto la tua diretta responsabilità e quindi ne paghi le conseguenze sia legali che morali. Inoltre non puoi sperimentare su cavie umane senza che esse siano al corrente dei tuoi esperimenti (consenso informato) e che un comitato etico abbia approvato i tuoi test.
In più ha annunciato la terapia come "risolutrice" e l'ha praticata dietro compenso.

Diciamo che se una cosa del genere l'avesse fatta Veronesi ci sarebbe stata la guerra civile.
WeWee ha commentato...
Ma allora...tutta questa fatica, per cosa?

...e devo pure spiegartelo?
:D
Ahh beata gioventù...
The Foe-Hammer ha commentato...
Uhm, a me sembra evidente che chi sta postando con il nick di NightWolf sia un troll, la difesa di simoncini e' solo un pretesto per continuare atrollare, per cui la cosa migliore da fare e':

Don't feed the Troll

Se non se lo fila nessuno o si stufa o comincera' ad insultare, nella piu' perfetta abitudine trollesca

lasciatelo dire senza rispondere, vedremo quindi cosa succede ...
max(L) ha commentato...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
max(L) ha commentato...
Seguiro' anch'io il consiglio di The Foe-Hammer.
Terenzio il Troll ha commentato...
Don't feed the troll?!?!
Eh no, eh: pure qui!

Dai, lasciatemi sfogare un po': e' una vita che non posto su questo blog.

Nigh wolf: per il primo link traduco solo due frasi, ma come bonus lo traduco in due lingue.

Descrivendo l'anamnesi di due pazienti affetti da cancro al palato:
"She also suffered from bronchitis and had been smoking 12 cigarettes a day for many decades [...] The patient had been smoking 15 cigarettes a day for many years."

"Soffirva anche di bronchite e fumava 12 sigarette al giorno da parecchie decadi [...] Il paziente fumava 15 sigarette al giorno da molti anni."

O, se preferisci: "La g'aveva ancha la bronchi' e la fumava dudes pajet al di' da uno sfracas de des ann [...] El mala' l'ha fuma' quindes sigaret al di' per un sac d'ann".

La prima frase dell'abstract che citi dice: "Chronic oral candidiasis is generally not considered a premalignant condition". Cosa dica la fine, invece, non e' dato sapere perche' l'abstract supera le 250 parole, l'articolo e' dell'89 ed e' scritto in danese...
Terenzio il Troll ha commentato...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Terenzio il Troll ha commentato...
Night Wolf: "di questo cosa mi dite? (dal sito di simoncini)"

Dico: no, dai, cavolo!

Anzitutto, sarebbe utile sapere quali sequenze ha trovato in comune tra candida e tessuti tumorali.
Per cominciare a discutere bisognerebbe sapere quanto lunghe sono (cento basi od un milione fa una bella differenza) e se sono specifiche della candida o no.

Si perche', vedi, c'e' una cosa di cui tenere conto che si chiama evoluzione. Ci sono geni fortemente conservati.

Ad esempio (1 e 2), hox-a2 (un gene umano) sostituisce per antennapedia (un gene delle mosche). Eh, ma mosche e uomini sono pur sempre animali, mi dirai.

Gia', allora prova a guardare qui (e non e' neppure recente, 1989!): l'autore da te citato non e' l'unico ad avere trovato sequenze identiche in funghi e vertebrati (ed il tumore di un uomo, fino a prova contraria, E' un tessuto di un vertebrato). In questo studio si mostra che i geni che codificano per le ATPasi sono fortemente conservati in alghe, lieviti, due famiglie diverse di piante, batteri, invertebrati e vertebrati.
Perche' non mi stupisco? Sara' perche' stiamo parlando del metabolismo cellulare?
A meno che tu non voglia suggerire che "clorella, candida, uomo" sia una sequenza filetica.

Per finire, una curiosita'. Prova a dare un'occhiata ai risultati di questa ricerca in Google. Anche questa e' una sequenza fortemente conservata (di lettere, in questo caso).

A tutti: ok, chi e' il lupacchiotto burlone?
Max(L), sei tu? Morfeo, forse?
WeWee ha commentato...
Per me fino a quando si partecipa civilmente non c'è nessun problema, anche la domanda più banale merita risposta anzi, forse la merita ancora di più perchè credo che chi si beve le storie di Simoncini è fondamentalmente una persona che non ha idea di come funzioni un corpo o un tumore e che nello stesso tempo ha la presunzione/ingenuità di non rivolgersi a chi è del mestiere.

Naturalmente come ho specificato chi va fuori dai binari lo accompagno alla stazione.
;)
NightWolf ha commentato...
In realtà io SONO umberto veronesi XD!!
Scherzi a parte, non capisco che bisogno ci sia di urlare AL TROLL! ... su elleci ci sono i troll, quelli veri, quelli che prima discutono poi cominciano a spammare apposta per rendere tutto illeggibile.
Venendo a noi... vi lascio il beneficio del dubbio. Simoncini POTREBBE anche essere un uomo che, dopo essersi fatto un mazzo così per laurearsi in medicina e in filosofia, ha deciso che lo scopo della sua vita era spacciare il bicarbonato come cura del cancro, poichè il cancro è provocato da un'infezione fungina, incurante del fatto che la comunità scientifica avrebbe riso a crepapelle, incurante di tutti i guai che ciò gli avrebbe provocato. Poi non contento, ha deciso di dirla a tutti questa cosa, per sembrare convinto e credibile a chi nella scienza ufficiale non crede più, sfruttando la debolezza dei disperati. Facendo questo ha rinunciato a vivere una vita soddisfacente e onesta (non ditemi che i medici han problemi di soldi, soprattutto gli oncologi), buttando nel cesso tutto ciò che si era sudato.

-_____________- (mumble mumble)

Vaaaaaaaaaaabbeh...se lo dite voi allora è sicuramente vero XD. Ah, che mi dite dei topi che sviluppano tumori fatali quando mangiano proteine della candida? La risposta che non si sa quale candida è non vale, Simoncini dice chiaramente che non è SOLO la candida albicans il problema, è solo il ceppo più comune, ma le altre si conportano alla STESSA IDENTICA MANIERA. (non ve lo siete letto tutto il materiale su Simoncini, altrimenti lo sapreste...bel servizio di medbunking, veramente professionali).
Terenzio il Troll ha commentato...
Ah, che mi dite dei topi che ...

Ma ti stai allenando per i prossimi mondiali di atletica, per caso?
Non per deluderti, ma spostamento dei paletti e salto delle obiezioni non sono ancora specialita' riconosciute.

Dunque, mi avevi chiesto gentilmente di tradurti un pezzo (due, in realta', ma per l'altro siamo sullo stesso tenore), l'ho fatto e non hai replicato.
Avevi chiesto cosa ne pensassimo del ritrovamento di sequenze genetiche in comune tra candida e tumore. Ti ho risposto, ed hai ignorato la risposta.

Ora rilanci con i topi e la candida, dopo che WeWee ti ha gia' scritto tre volte nei precedenti commenti che funghi cancerogeni non sono certo una scoperta rivoluzionaria. Oltretutto, non dai uno straccio di riferimento per controllare queste affermazioni. Se anche rispondessimo, cosa ci dice che poi non ripeteresti di nuovo lo schema, ignorando i commenti e partendo in quarta con: "E adesso spiegatemi questo, se ci riuscite...", aggiungendo magari che alle affermazioni precedenti non siamo stati capaci di dare soddisfazione.

Per inciso, non e' che il tuo modo di agire sia esattamente originale: e' una tecnica base che insegnano al corso introduttivo per troll.
E dicendo questo, non sono uno che urla al troll.

SONO UN TROLL CHE URLA OLA!
NightWolf ha commentato...
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/2635419
We report on two patients with carcinoma in situ and carcinoma in the soft palate, probably preceded by long lasting chronic Candida infection.
NightWolf ha commentato...
Ah Terezio, vedi di abbassare i toni... e fatti una bevuta! Smettila di farneticare di corsi di troll e stronzate varie. <Torna sulla terra per favore.
Io lo so come la pensate, cazzarola! Sono io che sono ignorante, e voi giustamente mi spiegate come stanno le cose...
Beh, se mi dite che la candida è cancerogena, si spiegano i topi morti...
domanda: la candida è cancerogena?
numlock ha commentato...
Una domanda sola... voi vi sottoporreste a chemio / radio terapia ?
NightWolf ha commentato...
"mi avevi chiesto di tradurti"
no a te io non ho chiesto nulla... ho solo invitato tutti a farlo, conosco l'inglese.
NightWolf ha commentato...
@numlock
solo se il tumore fosse molto esteso, nel caso di diagnosi tardiva, o se tutti gli altri rimedi che conosco fallissero.
WeWee ha commentato...
Una domanda sola... voi vi sottoporreste a chemio / radio terapia ?

Tanti lettori di questo blog si sono sottoposti o si sottopongono a chemio e radio. Milioni di persone al mondo si sono sottoposte o si sottopongono a chemio e radio.
Non sai nemmeno se chi ti sta leggendo in questo momento lotta con la malattia e quindi sta affrontando chemio o radio. Potresti risultare pure inopportuno.

La tua domanda dimostra assoluto distacco dalla realtà e presunzione infinita: quanti pazienti hai trattato nella tua vita con cure anticancro? Quanti ne hai salvati? Quante mamme, papà o figli hai visto rinascere e quanti ne hai visti abbandonarsi alla morte?

Quanti?

Bene, se non hai mai lottato a fianco di un malato di tumore non hai nessuna esperienza clinica quindi evita domande "intelligenti" come quella che hai fatto.

Chemioterapia, radioterapia e chirurgia, assieme a tutte le altre tecniche di cura del cancro si effettuano ogni giorno in tutti gli ospedali del mondo.

Se la cosa ti scandalizza e davvero credi che i medici e gli scienziati di tutto il mondo stiano aspettando davanti la porta per avvelenarti sei libero di curarti con il bicarbonato, il sale iodato o l'origano del Madagascar o anche di non fare nulla.
Speriamo mai, naturalmente.

@ NightWolf:

solo se il tumore fosse molto esteso, nel caso di diagnosi tardiva, o se tutti gli altri rimedi che conosco fallissero.

Ecco perchè dico che molte persone non hanno assolutamente idea della realtà.
NightWolf ha commentato...
non frega un accidenti a nessuno di quello che dici o pensi, amico mio.
ognuno è libero di scegliere se lottare o meno contro una malattia, e farlo a modo proprio . chi sei tu per dire che cosa è giusto fare o dire? sei tu che stabilisci quali sono le domande intelligenti?
il tuo comportamento denota una cosa ben più grave del distacco dalla realtà: il sottile desiderio di dominare il prossimo. Purtroppo siete in tanti... per questo il mondo fa un po' schifo.

Ultima cosa, poi davvero vi dico addio:
non so se avete visto qui
http://www.curenaturalicancro.org/libri_sacri_veda.htm questo è un testo di antica medicina vedica, roba di 1000 e più anni fa. Nella seconda pagina, andate sotto la seconda strofa in sanscrito, trovate scritto che le sostanze alcaline forti vano usate per le "escrescenze cancerose"
ottimomassimo ha commentato...
Wewee, credo il ban non possa più aspettare.
Motivazione: eccesso di idiozia.
A tutto c'è un limite.
Parlare con un cono gelato è più costruttivo e gratificante.
Frankowsky ha commentato...
Oggettivamente quella di numlock poteva benissimo essere solamente una innocente domanda...ma concordo anch'io con l'interpretazione di WeWee.

@ NightWolf
Sicuramente abbiamo tutti il diritto di curarci come meglio crediamo o anche non curarci. Ma abbiamo anche il diritto di essere informati su quali siano le cure migliori e più efficaci.
Contemporaneamente chi spaccia sostanze inefficaci se non dannose per cure deve essere fermato o perlomeno, deve essere svelato il suo inganno.

Libri sacri di Veda??
Il fatto che Democrito credesse nell'esistenza degli atomi per me vale tanto quanto le supposizioni di Aristotele o quelle di Pitagora.
Nella storia la gente ha fatto supposizioni su tutto basate su poco o nulla, se poi queste si sono rilevate sperimentalmente giuste non vuol dire nulla.
WeWee ha commentato...
non frega un accidenti a nessuno di quello che dici o pensi, amico mio

Eppure sei qui da qualche giorno a fare domande. Di due una quindi o ti frega e tanto o non sai nemmeno di cosa parli.

ognuno è libero di scegliere se lottare o meno contro una malattia, e farlo a modo propri

L'ho scritto anche io e lo ripeto sempre. Quindi: che cosa vuoi ribadire che non sia già stato detto con la tua presenza qui?

il sottile desiderio di dominare il prossimo. Purtroppo siete in tanti... per questo il mondo fa un po' schifo.

Se senti le voci non posso farci nulla. Se non ti trovi a tuo agio in questo mondo nemmeno.

Ultima cosa, poi davvero vi dico addio

L'hai detto. Buon viaggio.

questo è un testo di antica medicina vedica, roba di 1000 e più anni fa. Nella seconda pagina, andate sotto la seconda strofa in sanscrito, trovate scritto che le sostanze alcaline forti vano usate per le "escrescenze cancerose"

Eheh, mi devo essere perso questo esame all'università, quello di medicina vedica...

Questo è un "must" dell'agente di Simoncini che usa per darla a bere ai creduloni, nel libro c'è scritto che usano il potere cauterizzante degli alcali forti quindi l'antesignano dell'elettrobisturi, del loop o del diatermocoagulatore, tutti strumenti che OGGI si usano per la terapia chirurgica dei tumori e lui capisce (o fa finta di capire) che sia qualcosa di simile al bicarbonato che invece è una base debole e non ha poteri cauterizzanti.
Un classico della ciarlataneria.
Byodoc ha commentato...
Questo è un "must" dell'agente di Simoncini

"Agente di Simoncini"??
Dì pure galoppino, procacciatore di disperati.
Anzi, diciamola tutta: complice.
numlock ha commentato...
La mia era una semplice domanda... cosi semplice che l'hanno posta anche a 118 oncologi.

Nel marzo del 2005 al Senato australiano è stata presentata una “Inchiesta sui servizi e sulle opzioni di trattamento di persone con cancro”, prodotta dal Cancer Information & Support Society, del St. Leonards di Sydney.

Secondo tale inchiesta, alcuni scienziati del McGill Cancer Center di Montreal in Canada, inviarono a 118 medici, esperti di cancro ai polmoni, un questionario per determinare quale grado di fiducia nutrissero nelle terapie da loro applicate, nel caso essi stessi avessero sviluppato la malattia.

Risposero 79 medici e 64 di loro non avrebbero acconsentito a sottoporsi ad un trattamento che contenesse Cisplatino (un chemioterapico molto utilizzato a base di platino).

Mentre 58 dei 79 reputavano che tutte le terapie sperimentali in questione fossero inaccettabili a causa dell’inefficacia e dell’elevato grado di tossicità!

Un risultato eclatante: l’81% degli oncologi intervistati, in caso di tumore, non si farebbero somministrare un chemioterapico, mentre il 73% di loro reputano addirittura le “terapie sperimentali inaccettabili per l’elevato grado di tossicità”.

...ognuno tragga le proprie conclusioni...
Morfeo ha commentato...
WeWee, sai come la vedo?

Al Boss che ora parla spagnolo, gli sta bruciando tanto per l'ennesima figuraccia e zappa sui piedi che si è dato parlando dell'articolo di Repubblica, così lui ed il Fefo hanno ordinato al branco di venir qui per distruggere il "covo".
WeWee ha commentato...
...ognuno tragga le proprie conclusioni...

Bene, altro classico dei ciarlatani (assieme a quello del 2% di efficacia della chemioterapia, oggi manca solo quello e siamo completi). Se hai letto lo studio ed hai tratto queste conclusioni (che "gli oncologi", anche se nello studio erano in 64, non farebbero la chemioterapia) ti consiglio di rileggerlo meglio. Se invece non l'hai letto e ti fidi di quello che dicono i siti internet che sostengono i ciarlatani ti invito ad attendere un mio prossimo articolo che accenna a questo studio.

Per darti un aiutino (se riesci a uscire vivo dalle statistiche ingarbugliate della ricerca) ti suggerisco di controllare per quale tipo di tumore gli oncologi che non avrebbero fatto la chemio hanno risposto così. Scoprirai che per quel tipo di tumore la chemio NON è la terapia di elezione ma sono indicate la chirurgia e la radio, tanto che il 61% ha dichiarato che avrebbe preferito la radioterapia. Che la risposta nei confronti della chemio fosse negativa era naturale.

Lo studio, di tipo etico (è citato il codice di Nuremburg) serviva a capire se fosse considerato etico sperimentare terapia che si sapeva essere inutili.

In pratica è come se per capire se fosse corretto sperimentare un nuovo tipo di aereoplani, al posto di quelli in uso, dei quali non si conosce la sicurezza chiedessero a 100 persone se siano disposte a fare un viaggio in quegli aerei o su uno di quelli più datati. Il 99% (naturalmente) risponderebbe NO e domani su internet appare qualche furbetto che scrive che il 99% dei passeggeri preferisce volare con aerei antiquati.

Ma naturalmente se non sei convinto, vai a leggere lo studio e poi ripeti la tua affermazione, almeno capisco le tue intenzioni.
Poi se possibile, visto che secondo te l'81% degli oncologi non farebbero chemioterapia, mi piacerebbe sapere come, secondo te, si curano gli oncologi dai tumori.
Grazie.
WeWee ha commentato...
gli sta bruciando tanto per l'ennesima figuraccia e zappa sui piedi che si è dato parlando dell'articolo di Repubblica

Ho letto solo oggi dell'articolo di Mazzucco. Naturalmente sono sicuro avrà rettificato, lui è un ricercatore della verità.
Ha rettificato vero?
:)
Morfeo ha commentato...
Beh, fatti forza e dai uno sguardo ai commenti...

Predici chi e cosa ci trovi?
numlock ha commentato...
Io ho letto la ricerca e parlava di 118 (McGill University, Montreal, Canada) parliamo della stessa credo.

Ero curioso di capire perchè i medici non si farebbere un bel ciclo di chemioterapici.

Poi volevo sapere cosa ne pensate del fatto che nei primi del 900 il tumore colpiva una persona su quaranta e oggi stiamo a una persona su tre (ovviamente proporzionalmente alla popolazione mondiale e all'età media).

E' possibile che alla medicina sia ancora oscuro per quale motivo il tumori si sviluppi ? Si nascondono dietro la parola multifattoriale ma effettivamente sembra per chi non conosce la medicina quasi un terno al lotto e questo per chi non sa come funzionano le cose è triste.
WeWee ha commentato...
Io ho letto la ricerca e parlava di 118 (McGill University, Montreal, Canada) parliamo della stessa credo.

Sì, è proprio quella. 118 sono il totale dei medici intervistati, ma hanno risposto in 64.

Ero curioso di capire perchè i medici non si farebbere un bel ciclo di chemioterapici.

E non ti sei chiesto come si curino allora i medici se per sfortuna si beccano un tumore?
Anche con la chemioterapia. Il tumore non guarda in faccia nessuno e le cure sono uguali per tutti.

nei primi del 900 il tumore colpiva una persona su quaranta e oggi stiamo a una persona su tre

Si viveva di meno (ironia della sorte, vivendo di più siamo più colpiti dalle malattie), si diagnosticavano meno tumori perchè non esistevano i mezzi per la diagnosi e c'erano molti cancerogeni in meno rispetto ad oggi. Il cancro è una malattia "degenerativa" il termine dovrebbe chiarire bene anche questo aspetto.

E' possibile che alla medicina sia ancora oscuro per quale motivo il tumori si sviluppi ?

Perchè all'oscuro? Per tanti tumori conosciamo la causa ed addirittura i geni che vengono modificati da queste cause e procurano quelle lesioni che vengono chiamate cancerose. Esistono più di 200 tumori e conosciamo le cause di più della metà di essi.

Attenzione a confondere le proprie lacune con una lacuna generale.

Si nascondono dietro la parola multifattoriale ma effettivamente sembra per chi non conosce la medicina quasi un terno al lotto e questo per chi non sa come funzionano le cose è triste.

Scusami se "non sai come funzionano le cose" come fai a dire che "è triste" se non lo sai fidati di chi lo sa. C'è poco da essere triste, qualcuno sta lavorando per te, dovresti esserne grato e fiero.
Terenzio il Troll ha commentato...
Night Wolf: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/2635419

Si, ok. Rivedi i miei commenti precedenti: hai due pazienti che hanno fumato come turchi per decenni e si sono prese un cancro al palato. E' scritto bello chiaro. Prima della diagnosi di carcinoma, si sono prese anche un'infezione da candida, e quindi?
Se e' per questo, sono citati anche la gotta, il gozzo e la bronchite.

Ti sei indignato e mi hai chiesto di abbassare i toni, che e' una buona tattica dilatoria. Ma intanto non hai risposto a nessuna obiezione precedente. Hai solo provato a scaldare gli animi andando a muso duro contro il padrone di casa e contro di me: espediente retorico un po' trito.

Come previsto, ti sei lanciato anche in un'altra operazione di spostamento dei paletti con una trovata ad effetto: i Veda!
Ma tanto l'obiezione di WeWee seguira' la stessa sorte di tutte quelle alle tue affermazioni precedenti: ignorata.

Non ti stupire se nei miei commenti prendo in giro e dico cose senza senso. Almeno si ride.
numlock ha commentato...
io ho capito come funzionano le cose, non era riferito a me. E' chiarissimo come si sviluppa un tumore e come fare per prevenirlo.

Non lo trovi assurdo che i farmaci anticancro sono cancerogeni ?
Terenzio il Troll ha commentato...
Numlock, io ho letto quell'articolo (anche se e' passato qualche mese e la memoria mi fa un po' difetto).

L'avevo studiato per benino e, se ricordo bene, la parte statistica non era per nulla di facile interpretazione. Scusami se te lo chiedo: non vorrei sembrare spocchioso o snob, ma e' per capire bene come impostare una eventuale discussione.
Qual'e' la tua preparazione in statistica?

Ad esempio, ti sei accorto che c'e' un'omissione piuttosto grossa nell'articolo?
Per alcuni sarebbe un errore: secondo me gli autori hanno solo lasciato sottinteso un assunto, che pero' e' importante per interpretare i dati. Se ti dico che manca l'indicazione dell'ipotesi nulla, capisci a cosa mi riferisco?

Il tono nel commento scritto si perde: non voglio iniziare una polemica o trattarti con sufficienza, solo che quel pezzo e' oggettivamente difficile da comprendere per bene.

Servirebbero un medico informato sui protocolli in uso in Canada trent'anni fa *e* uno statistico sgamato che lavorino assieme per fargli le pulci a dovere, ed io non sono ne' l'uno ne' l'altro.

Di certo pero' NON ci sono scritte le due affermazioni che riporti nel tuo commento (non saltare sulla sedia: lo so che, se ti limiti a sommare i dati, i numeri che vengono fuori sono quelli; ma stai sommando mele con pere).

Se WeWee ha in preparazione un pezzo sull'argomento, proporrei di pazientare e rimandare le discussioni alla sede opportuna: qui genereremmo solo un enorme fuori-tema.
WeWee ha commentato...
io ho capito come funzionano le cose, non era riferito a me. E' chiarissimo come si sviluppa un tumore e come fare per prevenirlo.

Ahh, ok. Poi però dici:

Non lo trovi assurdo che i farmaci anticancro sono cancerogeni ?

Ecco. Non hai capito bene le cose.
Provo ad essere schematico.
Le cellule tumorali le uccidi essenzialmente in tre modi:

1) Asportandole: chirurgia.
2) Distruggendole: radioterapia.
3) Facendole "morire": chemioterapia.

Per fare morire una cellula (qualsiasi cellula, anche quelle sane) puoi agire sul suo DNA.
Qualsiasi cosa che agisca sul DNA di una cellula è potenzialmente cancerogeno.

I chemioterapici sono quindi potenzialmente cancerogeni.

Anche il Sole è cancerogeno.
Non trovi assurdo che il Sole sia cancerogeno?
WeWee ha commentato...
Se WeWee ha in preparazione un pezzo sull'argomento, proporrei di pazientare e rimandare le discussioni alla sede opportuna: qui genereremmo solo un enorme fuori-tema.

Farò solo un accenno, ma credo che difficoltà statistica a parte (in effetti il lavoro è una matassa molto complicata) mi sembra piuttosto chiaro (anche studiando solo le tabelle ma bisognerebbe conoscere i protocolli di cura dell'epoca) che il "rifiuto" della chemio in quel caso è dovuto al fatto che la terapia proposta è "sperimentale" la cui efficacia cioè è sconosciuta in confronto alla radioterapia che all'epoca era l'opzione di prima scelta.
Evito di ribadire il "peso" dello studio, per il numero del campione, la formulazione dei questionari ed il tipo di "domande", non per niente era un'indagine conoscitiva che poi è proseguita ed ha dato altri risultati.
numlock ha commentato...
Sono sicuro di aver capito bene le cose.

Il problema principale è prevenire, perchè una volta che ci si ammala siamo in una situazione che non è per nulla rosea.

Non trovo molto intelligente continuare a proseguire la strada dei chemioterapici quando anch'essi sono cancergogeni ed il fatto che a te pare normale mi stupisce.

Alla base della patogenesi del tumore c'è la mutazione tre geni,i proto-oncogeni,i geni oncosoppressori,i geni coinvolti nella riparazione del DNA.

E' possibile che la predisposszione genetica (tra le altre cose mai confermata da studi medici) è il fattore predominante?
talligalli blog ha commentato...
grazie caro dottore aspettavo una sua risposta nel blog! La sua serieta' e la sua ricerca della verita' come al solito sono impeccabili come sempre
talli
parkadude ha commentato...
numlock, provo a risponderti nella maniera piu' semplice e chiara possibile :)

"Non trovo molto intelligente continuare a proseguire la strada dei chemioterapici quando anch'essi sono cancergogeni ed il fatto che a te pare normale mi stupisce."

Una cura puo' avere effetti collaterali, giusto? Questi effetti collaterali sono un male minore rispetto alle possibilita' di guarigione. Cioe' sebbene i chemioterapici siano cancerogeni, evidentemente il rischio e' ragionevolmente basso rispetto alle possibilita' di guarigione.
Frankowsky ha commentato...
@numlock
nemmeno io troverei "molto intelligente continuare a proseguire la strada dei chemioterapici quando anch'essi sono cancergogeni" se per quel preciso tipo di tumore esistesse un'alternativa valida!
Ma se per un tumore il chemioterapico, nonostante sia potenzialmente cancerogeno anch'esso, è la migliore o l'unica speranza...non vedo molte alternative
Grezzo ha commentato...
WeWee, a proposito di cancro e a chi le spara più grosse (visto che si tira di nuovo in ballo Simoncini), c'è una teoria di tale Syd Singer che vorrebbe come nell'utilizzo del reggiseno la causa delle neoplasie mammarie, c'è qualcosa di plausibile in questo che a me (come profano) sembra una stupidaggine grossolana visto che di cancro al seno si parla da migliaia di anni?
max(L) ha commentato...
@numlock:
Non trovo molto intelligente continuare a proseguire la strada dei chemioterapici

E dunque dovresti trovare molto intelligente l’idea di esplorare la strada degli inibitori di pompa protonica.

quando anch'essi sono cancergogeni ed il fatto che a te pare normale mi stupisce

Cosa significa “normale” ? I chemioterapici che agiscono sui meccanismi di duplicazione cellulare colpiscono preferenzialmente le cellule che si riproducono piu’ velocemente. Quelle piu’ lente sono colpite in modo tanto minore quanto minore e’ la loro velocita’ di duplicazione. Il che spiega perche’ un chemioterapico possa, ma non necessariamente, indurre una trasformazione neoplastica. Personalmente se dovessi decidere se sottopormi a chemioterapia farei la seguente considerazione: -- bene, ho un cancro cosa faccio ? Scelgo di lasciarlo crescere accettando la certezza che mi ammazzera’ o accetto l’incertezza di un secondo tumore, che non ho, cercando di ammazzare il primo ? –

E' possibile che la predisposszione genetica (tra le altre cose mai confermata da studi medici) è il fattore predominante?

Mutazioni che “predispongono” esistono e sono note, una delle piu’ note e studiate sia quella del gene BRCA2 coinvolto nel tumore alla mammella. Cosa intendi per “mai confermata da studi medici” ?

E infine..
Si nascondono dietro la parola multifattoriale

Mi spieghi cosa significa ? Voglio dire…non e’ la prima volta che sento tirare in ballo la multifattorialita’ come scusa per celare l’ignoranza quando si parla di cancro ma quello che non riesco proprio a capire e’ :
a) la ragione per cui dovrebbe esistere una ed una sola causa
b) per quale motivo non risulta strano a coloro che sospettano della multifattorialita’ come un incidente stradale sia l’esito del verificarsi di un insieme di fattori non sempre tutti presenti non sempre tutti uguali.

@Terenzio il Troll:
A tutti: ok, chi e' il lupacchiotto burlone? Max(L), sei tu?

Prego ??
Mia Camilla Lazzarini ha commentato...
Citando uno dei primi commenti di WeWee: "è quindi da valutare la risposta ai SOLI inibitori di pompa".

Io ho provato: non sono bastati.

Ovviamente non si tratta di uno studio scientifico né di una conclusione di validità generale, è solo un'esperienza personale.

Prima della diagnosi di cancro, per alcuni mesi l'unico sintomo di cui ho sofferto è stato il reflusso gastroesofageo, per cui ho assunto inibitori di pompa e niente altro. E il mio liposarcoma ha continuato allegramente a crescere fino a raggiungere dimensioni abbastanza spaventose, l'inibitore di pompa non gli ha fatto nemmeno il solletico.

E non è stato nemmeno sufficiente a prevenire una successiva recidiva: dopo la rimozione chirurgica del tumore ho continuato ad utilizzare l'inibitore di pompa senza fare nessun'altra terapia né assumere altri farmaci per un anno e mezzo, ma il cancro si è riformato.
(Ah, prima che qualcuno pensi cose strane: NON ho rifiutato le cure, questa linea di condotta "no treatment" era stata proposta e concordata con un team di oncologi)
Mia Camilla Lazzarini ha commentato...
Ah, un'altra cosa.
@numlock
max(L) scrive: bene, ho un cancro cosa faccio ? Scelgo di lasciarlo crescere accettando la certezza che mi ammazzera’ o accetto l’incertezza di un secondo tumore, che non ho, cercando di ammazzare il primo ?
È esattamente il ragionamento che ho fatto io.

Sapevo che le terapie a cui mi sono sottoposta (non solo la chemio, ma anche la radioterapia) potrebbero provocarmi ulteriori tumori, ma sapevo anche che:
a. se il cancro non fosse stato rimosso mi avrebbe ucciso nel giro di qualche mese;
b. la sola chirurgia non si era dimostrata sufficiente ad evitare le recidive.

Tra un male certo e presente ed uno incerto e futuro, ho scelto il secondo.
Mal che vada, mi sono comunque guadagnata almeno due anni e mezzo di buona vita libera da malattia.
yos ha commentato...
@ Mia
Ti auguro di tutto cuore di riuscire a guadagnare almeno altri 100 anni liberi da malattia!
In bocca al lupo !
Roberto ha commentato...
Allibito da commenti di alcuni individui che non nomino perchè poi ritornano come l'afta epizzotica al bestiame.

Detto questo potevo scegliere di non sottopormi a chemioterapia. Ho fatto cmq 2 cicli, che per inciso non sono cosi spaventosi come si immagina.

Ho deciso di farla nonostante la rimozione chirurgica garantisse cmq un'altissima probabilità di guarigione. Ho deciso di farla per debellare eventuali metatastasi nucleari.

Ho deciso di farla per non avere dopo x tempo il rimorso di dire "se l'avessi fatta come sarebbe stato?"

Ho deciso di farla perchè io non sono un medico, e i medici mi hanno consigliato di farla considerata la loro esperienza.

Ho deciso di farla perchè il chirurgo che mi ha operato, alla domanda : "se lei fosse al mio posto cosa farebbe?" ha risposto : "io li ci ho mandato mia madre e tra 1 ora vado a pranzo da lei"

Decidere di sottoporsi ad un veleno per via endovenosa non è facile, sopportare l'idea di trovarsi senza barba e capelli lo è ancora meno.

Oggi per questa patologia c'e' la chemioterapia che non è la panacea di tutti i mali (ad esempio non esistono armi chemioterapiche efficaci per il sarcoma) ma è l'unica possibilità reale di guarigione, vogliamo veramente buttarla via perchè ci disturba stare a letto qualche giorno? Perchè cadono i capelli?

Tutti vorremmo che domattina si scoprisse che il succo di pompelmo cura il cancro in tutte le sue forme. Tutti vorremmo poter dire il cancro è una malattia curabile come il morbillo.

la realtà dei fatti è un'altra.

Di cancro si muore.

E voi stolti che continuate a predicare terapie alternative fatevi un esame di coscienza e rendetevi conto che gettando PUBBLICAMENTE fango sugli studi ufficiali che si sforzano di trovare una cura per il cancro alimentate solmente il mercato dei ciarlatani che vivono grazie alla disperazione e al dissesto mentale che si producono in una persona che è investita dalla diagnosi di una malattia che fa paura, paura come niente altro su questo mondo.

Volete farvi curare con il bicarbonato? Con la sabbia di fiume? con il rabarbaro? fatelo!
Fatelo ne silenzio della vostra cameretta guarite se quei "metodi" vi portano alla guarigione sarò felice per voi. Ma lasciate il campo libero a chi è già in difficoltà a chi deve prendere la scelta difficile di avvelenarsi come unica speranza di guarigione perchè la scienza oggi ha questa come arma contro il cancro o ogni tanto con questa arma la scienza vince.

Parlare di cancro, senza averlo provato sulla pelle vi assicuro che è la cosa più superficiale del mondo. Non vi auguro di provarlo, non vi auguro di fare una doccia e sentire che qualcosa nel vostro corpo non è più come prima vi invito però a parlare solo di cose che conoscete che avete toccato con mano.

Quindi dedicate le vostre attenzioni ad altro, alla pittura, alla musica o alla cucina ma lasciate in pace i malati di cancro che hanno già i loro bei problemi da risolvere e le loro decisioni da prendere il più serenamente possibile.

Con questo auguro a Mia una lunga vita lontana da ogni malattia.

Il resto è solo noia chiacchere è tempo sprecato. Se ogni ammalato (e sono 28 milioni) di cancro potesse usufruire del tempo che state perdendo in inutili e sterili chiacchere vivrebbe di certo altri 100 anni.

In ultimo un grazie a chi promulga le verità scientifiche in modo serio perchè è con la scienza che si potrà forse un giorno dire il cancro è finalmente curabile.
NightWolf ha commentato...
Experimental study on lung carcinoma induced respectively by Aspergillus versicolor and Candida albicans cultures

@Mia.
Sono mortificato. Non vorrei che il nostro stupido dibattere ti abbia ferito.
Circondati di persone e cose che ami, e non smettere nemmeno un secondo di amare la vita!
Un abbraccio.
ottimomassimo ha commentato...
Non vorrei che il nostro stupido dibattere ti abbia ferito.

Il dibattimento stupido lo stai facendo tu con le tue vaccate.
Se tu avessi un minimo di rispetto per i malati di cancro staresti zitto e andresti a cercare funghi.

Quindi dedicate le vostre attenzioni ad altro, alla pittura, alla musica o alla cucina ma lasciate in pace i malati di cancro che hanno già i loro bei problemi da risolvere e le loro decisioni da prendere il più serenamente possibile.

I cialtroni si dividono in due categorie:
i ciarlatani, che vivono speculando sulla disperazione e sul dolore della gente, gli esseri più schifosi di questa terra, e i coglioni che gli vanno dietro, caproni e incompetenti, spesso frustrati dalla vita e che cercano di esorcizzare un dolore scaricando le colpe sugli altri, pensando a "come sarebbe andata se xyz avesse fatto questa cura"
In entrambi i casi sono persone da compatire, incapaci di una vita normale.
Enrambe le categorie, se non fosse che sarebbero da interdire per la loro delirante idiozia susciterebbero quasi compassione.

Detto questo auguro a te e a Mia tutto il bene di questo mondo, la vostra forza di spirito sarà la vostra luce e la vostra medicina.
In bocca al lupo!
NightWolf ha commentato...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ottimomassimo ha commentato...
Non credo ci sia molto da ridere, tutt'altro.
gianni ha commentato...
@ wewee

Esiste uno studio randomizzato a doppio cieco fatto tra la sola chemio (senza l’intervento di altre pratiche mediche) e un placebo, che ne dimostri l’efficacia una volta per tutte in maniera assoluta? (Gianni domanda)

"Uno studio del genere sarebbe estremamente crudele (e credo anche impossibile eticamente) in quanto dovresti somministrare un placebo a pazienti con tumore senza che né essi nè il medico sappiano di utilizzare il placebo.” (Wewee risposta)

“Per il resto la chemioterapia DA SOLA non è utilizzata MAI (tranne a scopo palliativo) quindi la tua domanda è poco attinente. La cura per il cancro non è la chemioterapia che va associata ad altri trattamenti.” (Wewee)


Bene Wewee, prendo spunto da quanto sopra per esprimere quanto segue:

La omeopatia nell’altra discussione viene definita Big Placebo, perché non esistono degli studi randomizzati a doppio cieco che dimostrino l’efficacia, mi spiego meglio davanti a degli studi scientifici di questo tipo, non darebbe risultati superiori al placebo stesso.

La stessa scientificità non viene richiesta come sopra riportato da Wewee per la chemio, ma si spostano i paletti (per usare un termine che qua piace parecchio) e si dice che sarebbe crudele fare una sperimentazione di questo tipo.

Perché invece sarebbe importante una sperimentazione di questo tipo?
Perché toglierebbe ogni dubbio sull’efficacia della chemioterapia.

Perché questa benedetta sperimentazione allora non la si fa?
Perché nei tumori solidi la chemio da sola non da risultati apprezzabili o meglio non supera la soglia del placebo.

Cosa vuol dire?
Vuol dire che a parte il tumore al testicolo, negli altri tumori solidi se invece di iniettare un chemioterapico avessero iniettato un placebo i risultati, molto probabilmente sarebbero migliori (uso il termine probabilmente, perché la cosa non è stata sperimentata, come scritto sopra)

Allora quando è efficace la chemio?
Come ha scritto lo stesso wewee, nelle neoplasie del sangue e nei linfomi.

Perché la chemio viene data anche nei tumori solidi vista la sua inefficacia?
Chiedetelo alle aziende che fanno utili con i chemioterapici..

Per ultimo rispondo alla domanda di wewee:
“Spiegami però una cosa, per mia curiosità: ma perché dai credito ad uno come Simoncini e non ne dai ai medici?Te ne sarei grato se mi potessi rispondere” (wewee)

Perché ho perso la persona che più ho amato nella mia vita… sarebbe morta ugualmente di cancro e invece lo vista soffrire e morire di chemio.


Ps:

@ a tutti gli ammalati di cancro che leggeranno quanto scritto:

A me fa immensamente piacere, sapere che siete vivi e sani e io vorrei che i sopravissuti siano sempre di più, ma perché questo avvenga le risorse vanno meglio gestite pertanto sempre più persone devono sapere in maniera che si possa chiedere con forza di abbandonare tutte quelle pratiche che si sono rivelate inutili o quasi e investire e approfondire sulle nuove scoperte.

Un grosso in bocca al lupo

Gianni.
WeWee ha commentato...
In ultimo un grazie a chi promulga le verità scientifiche in modo serio perchè è con la scienza che si potrà forse un giorno dire il cancro è finalmente curabile.

A Mia e Roberto vanno i miei più sentiti ringraziamenti perchè non solo sono testimonianze difficili da buttare in pasto in un blog (e soprattutto a gente che non sa apprezzarle) ma perchè so cosa vuol dire combattere con la malattia.
Quando vedo il sorriso di una persona guarita dal cancro (magari con il figlio che non sarebbe mai nato) e mi sento ringraziare, non rispondo mai "prego" ma "grazie a te" perchè sono loro quelli che mi/ci incoraggiano a lottare ancora nonostante le difficoltà.

Pubblicizzare il bicarbonato dal calduccio della poltrona, buttare al vento decenni di studi, sacrifici, vittorie e sconfitte non è umano è da barbari e zotici.
L'uomo dovrebbe puntare ad un successo comune ed invece noto sempre più che c'è gente che rema contro il successo comune, alla quale importa solo inneggiare al ciarlatano perchè, comunque ed in ogni caso, è contro al sistema.

Non so nemmeno se questa gente a Simoncini ci crede davvero, ho spesso l'impressione che dicano di crederci per principio, per non darla vinta, per vendetta, per astio ed un uomo che vive con l'astio come ragione di vita è una persona morta.
WeWee ha commentato...
Perché nei tumori solidi la chemio da sola non da risultati apprezzabili o meglio non supera la soglia del placebo.

Lo dici tu Gianni, ne sei convinto e resta con la tua convinzione, ormai l'epoca delle mie battaglie contro i muri è passata da anni. Se vuoi la medicina ce l'hai a disposizione, se non vuoi, curati con l'estratto di kiwi, la vita è tua.

Vuol dire che a parte il tumore al testicolo, negli altri tumori solidi se invece di iniettare un chemioterapico avessero iniettato un placebo i risultati, molto probabilmente sarebbero migliori (uso il termine probabilmente, perché la cosa non è stata sperimentata, come scritto sopra)

Stai dicendo sciocchezze Gianni, quindi o te ne rendi conto o evita di scriverle. Puoi avere dubbi o chiedere lumi o mostrare le tue perplessità, non dare dei giudizi errati senza motivarli.

Allora quando è efficace la chemio?
Come ha scritto lo stesso wewee, nelle neoplasie del sangue e nei linfomi.


No. "Quanto" è efficace non equivale a "in cosa è più efficace" stai mischiando le carte in tavola.

Esistono tumori polmonari inoperabili regrediti completamente con la sola chemioterapia. Lo sapevi? Eppure è così.
I malati di linfoma e leucemia naturalmente per te sono malati di secondo piano che contano poco ma non sono i soli a beneficiare della chemio.

E l'ho ripetuto mille volte e lo ripeterò finchè gente come te si stancherà di ripetere sempre le stesse cose: LA CHEMIOTERAPIA NON E' LA CURA PER IL CANCRO è una delle armi a disposizione. Efficacissima per certi tumori, inutile per altri.

Hai alternative oltre al bicarbonato ed alle vitamine?
Portamele, ho alcuni pazienti che sto seguendo con carcinomi gravi, dai portami queste alternative ed eviterò di avvelenarli con la chemio.

Tu non sai nemmeno di cosa stai parlando ed hai pure il coraggio di scriverlo in giro.

Perché ho perso la persona che più ho amato nella mia vita… sarebbe morta ugualmente di cancro e invece lo vista soffrire e morire di chemio.

Non sei l'unico e come pretendi comprensione per te dovresti offrirla a chi ha tentato di salvarla questa persona.
Che poi tu per questa perdita te la prendi con la chemio piuttosto che con il cancro è un atteggiamento che è stato discusso parecchie volte in questo blog, anche riguardo altre malattie.

in maniera che si possa chiedere con forza di abbandonare tutte quelle pratiche che si sono rivelate inutili o quasi e investire e approfondire sulle nuove scoperte.

Le "nuove scoperte" come vedi le testano nelle opportune sedi (e non su You Tube) sul fatto di abbandonare le pratiche che secondo te sono inutili hai appena scritto che sei contento di sapere che c'è gente che sopravvive. Ti contraddici.

Lo ripeto giusto per non lasciarlo dimenticare: ti fidi tanto di una persona che dice senza dimostrarlo di aver trovato la cura per il cancro? Ti fidi di lui nonostante crei filmati manipolati e non fornisce documenti?
Ti fidi nonostante vada contro ogni logica ed ogni studio (ed ogni legge)?
Bene, nessuno può costringerti a non fidarti di lui, vai pure, non fai nè un dispetto a me nè alla medicina, fai un dispetto a te stesso ed a chi vuoi bene.

Quando quelli che si fidano di questa gente lo capiscono è sempre troppo tardi.
Grezzo ha commentato...
@ Gianni

@ a tutti gli ammalati di cancro che leggeranno quanto scritto:

A me fa immensamente piacere, sapere che siete vivi e sani e io vorrei che i sopravissuti siano sempre di più, ma perché questo avvenga le risorse vanno meglio gestite pertanto sempre più persone devono sapere in maniera che si possa chiedere con forza di abbandonare tutte quelle pratiche che si sono rivelate inutili o quasi e investire e approfondire sulle nuove scoperte.


Scusami se te lo dico francamente, ma le tue vaccate sono un'offesa a quanti lottano contro il cancro. Se le persone che hanno avuto un cancro possono leggere le vaccate che stai scrivendo fortunatamente sono vive grazie a chi le ha curate, le vaccate che scrivi spariscono di fronte a questo semplice concetto che evidentemente fai fatica a capire. Che la cura contro il cancro sia da migliorare e che servono continue ricerche è palese, ma dire che le cure odierne sono inutili è da irresponsabili e idioti. Ma finchè non vengono trovate cure più efficaci che cosa proporresti di fare? Lasciar morire tutti quelli che si ammalano? Ma ti rendi conto? Ti ricordo che chi si ammala di cancro ha pochissimo tempo a disposizione per poter fare una cura efficace, e non gliene rimane di certo per aspettare che qualcuno scopra qualche cura più efficace, perchè per allora sarà già morto. Ma d'altronde a te che sei sano non te ne frega un accidente.
ottimomassimo ha commentato...
Ma d'altronde a te che sei sano non te ne frega un accidente.

Esatto caro Grezzo.
E' molto facile fare i busoni col culo degli altri.

Perché ho perso la persona che più ho amato nella mia vita… sarebbe morta ugualmente di cancro e invece lo vista soffrire e morire di chemio

E' comprensibile il tuo dolore ed il desiderio di scaricare le colpe e di prendersela con qualcuno o con qualcosa.
E' umano.
Ma il dolore acceca.
La tua persona cara l'ha uccisa il tumore.
L'assassino è lui.
numlock ha commentato...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
numlock ha commentato...
Secondo me c'è un problema di fondo.

Nel processo di cancerogenesi sono coinvolti diversi tipi di geni, gli oncogeni che esercitano funzione di stimolo della proliferazione cellulare, essi codificano la sintesi di molecole proteiche varie quali i fattori di crescita ed il loro recettori, molecole per la trasduzione del segnale, fattori di trascrizione,cicline,chinasi clicline-dipendenti.

Ci sono i geni oncosoppressori che inibiscono la proliferazione cellulare, i geni mutatori che presiedono ai meccanismo di controllo che portano normalmente alla ripazione del dna cmq dannegiato e i geni che regolano l'apoptosi, come il bcl-2.

Quando un agente cangerongeno, chimico, fisico o biologico danneggia il dna di una cellula causa modificazoni di oncogeni come ras, di soppressori come APC e di geni che regolano l'apoptosi che il p53, ecc.

Se la cellula non è in grado di riparare il danno al suo dna e non viene spinta verso l'apoptosi, può trasmettere le alterazioni genomiche alle cellule figlie.

Alcune volte i geni non sono alterati ma è sbagliata la loro trascizione come conseguenza dell'alterato sistema di demetilazione del dna.

Infatti la metilazione e la demetialzione del dna costituiscono un comune mezzo di regolazione della sua trascrizione.

Un esempio di cangerogenesi è dato dal modello proposto per il cancro del colon-retto in cui alla mutazione o alla peridta del ocus del gene APC segue l'alterazione della metilazione del dna, la mutazione del gene ras, la perdita di geni oncosoppressori sul comosoma 14q e la perdita del gene p53.

La sucesione delle modificaizoni a carico del genoma cosente alla cellula neoplastica sfuggita al controllo del sistema immunitario di acquisire gradualmente una malignita sempra maggiore.

Ora se il sistema immunitario è effciente non c'è nessuna possibilità che il nostro corpo si ammali.

Le cause di un sistema immunitaro debole sono tante, ne posso citare alcune, il fumo, la non corretta alimentazione, lo stress continuo, esposizioni a fattori cangerogeni (radiazioni per esempio).

Non c'è sufficente informazione sul fatto che se avessimo più cura di noi (e implicitamente) del nostro sistema immunitario saremmo praticamente immuni da tale malattia.

Buona salute a tutti.
WeWee ha commentato...
Secondo me c'è un problema di fondo.
Nel processo di cancerogenesi sono coinvolti diversi tipi di geni, gli oncogeni che esercitano funzione di stimolo della proliferazione cellulare [...]


Secondo te...non esageriamo, diciamo secondo il Mazzeo Forestieri di chirurgia oncologica, l'ho studiato al primo anno di specializzazione, potevi linkare direttamente il testo.
;)

Ora se il sistema immunitario è effciente non c'è nessuna possibilità che il nostro corpo si ammali.

Non è proprio così. Se il sistema immunitario è efficiente, come nella maggioranza delle persone in salute, abbiamo molte meno possibilità di ammalarci di cancro ma non è vero che la possibilità sia zero. Ogni giorno avvengono nel nostro corpo centinaia di migliaia di mutazioni, se il sistema immunitario non fosse efficiente moriremmo ad 1 anno di tumore. Ma la specie umana è arrivata fin qui perchè il corpo è una macchina quasi perfetta.

Le cause di un sistema immunitaro debole sono tante, ne posso citare alcune, il fumo, la non corretta alimentazione, lo stress continuo, esposizioni a fattori cangerogeni (radiazioni per esempio).

Ti sbagli. Fumo e cancerogeni non "indeboliscono" il sistema immunitario, causano direttamente mutazioni genetiche, l'anticamera del cancro.
Sembra anche che lo stress non aumenti per nulla il rischio di ammalarsi di tumore.

Non c'è sufficente informazione sul fatto che se avessimo più cura di noi (e implicitamente) del nostro sistema immunitario saremmo praticamente immuni da tale malattia.

Infatti i medici ti invitano a fumare, fare vita sedentaria e mangiare lardo ogni giorno.

Buona salute a tutti.

Rimandato a novembre. Studia meglio i fattori oncopromotori ed oncosoppressori, citologia ed istologia. Leggi un po' di embriologia. Obbligatoria la fisiopatologia, capirai alcuni meccanismi molto complessi.
Poi fai un ripasso di clinica medica e chirurgica che servono sempre e puoi finalmente passare all'oncologia. Fatta questa studia chirurgia oncologica, radioterapia ed oncologia medica.
Avrai un'infarinatura su come nasce, si sviluppa e si cura un tumore. Un buon inizio per chi è appassionato di medicina ma non ha la possibilità di studiare medicina per almeno 11 anni.
numlock ha commentato...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
numlock ha commentato...
[i]Ti sbagli. Fumo e cancerogeni non "indeboliscono" il sistema immunitario, causano direttamente mutazioni genetiche, l'anticamera del cancro.[/i]

non è stato mai dimostrato. hai qualche link di qualche abstract ?

[i]Secondo te...non esageriamo, diciamo secondo il Mazzeo Forestieri di chirurgia oncologica, l'ho studiato al primo anno di specializzazione, potevi linkare direttamente il testo.
[/i]

il testo non è linkabile perchè l'ho preso dal libro, io ho espresso una mia opinione.

[i]Sembra anche che lo stress non aumenti per nulla il rischio di ammalarsi di tumore.[/i]

scherzi ?

gli oncosoppressori fanno parte del sistema immunitario, lo stress lo fa calare drasticamente.

[i]Rimandato a novembre. cut...[/i]

dimostrami il contrario.
Grezzo ha commentato...
io ho espresso una mia opinione.

Moda diffusa dell'era di internet (l'ho vista nascere e crescere, alquanto fastidiosa, tra gli effetti collaterali peggiori di quella che è una grandissima evoluzione nei rapporti umani a grandissime distanze) è pensare che in argomenti nel quale non si capisce un accidente la propria opinione valga qualcosa. Ricordati tu di essere umile, e come dice WeWee se vuoi capire qualcosa di medicina studia medicina, le opinioni valgono zero, e nonostante questo le ostenti con sicurezza da chi ha capito tutto. WeWee non ha la verità in tasca, la sua conoscenza proviene da qualcosa che studia ogni giorno, non dalle sue opinioni.
numlock ha commentato...
Per curiosità, visto che c'è una simpatica utility che mi fa vedere chi è medico vero e chi no, quale è il tuo nome e cognome cosi verifico le credenziali ? Per pura curiosità, io è inutile che ti dia le mie viste che sono rimandato a novembre.
Roberto ha commentato...
Ancora proseguite?

Siete senza vergogna.

Lascia stare i malati di cancro con le tue teorie stravaganti. I tuoi discorsi sulla prevenzione a chi il cancro l'ha giá o l'ha già avuto a cosa servono?

Dedicati ad altro. Fai qualcosa di utile. Vuoi aiutare la gente con il cancro? Iscriviti ad una di quelle associazioni che suppportano i malati. Passa il tuo tempo con loro assapora la loro sofferenza poi voglio vedere se hai ancora il fegato di venire qui a pontificare copiaincollando cose prese da libri di testo.

Sai cosa passa per la testa ad un malato di cancro? Lo sai? Te lo sei mai chiesto?

Sai cosa significa la angoscia che ti mettono gli sguardi altrui che ti vedono con una lapide sulla testa e sai come ci si sente ogni volta che lo sguardo di compassione di un altro ti ricorda che sei malato di cancro?

Nemmeno la sofferenza sei in grado di rispettare?

Tra un po' quando andrai a letto cosa farai il punto della giornata dicendo : "che bello oggi ho calpestato i sentimenti, le paure , l'angoscia di 28 milioni di esseri umani come me? Che hanno solo avuto la sfortuna di ammalarsi di una malattia gravissima?

Non ti fai un po' schifo tu e le tue inutili discussioni?

Lo sai cosa si chiede un malato di cancro tutto il santo giorno? Tu e le tue teorie sulla prevenzione?

Si chiede : "perché a me? Quale vita dissoluta o a che cancerogeni mi sono esposto?"

Si chiede : " ho fatto sport dall'età di 6 anni, non ho mai fumato 1 sigaretta, ne fatto un tiro, non ho abusato di sostanze stupefacenti o grassi, ho vissuto una vita equilibrata , perché a me?"

Hai ancora il coraggio di parlare? O copiaincollare?

Se si fatti un esame di coscienza ne hai tanto bisogno
WeWee ha commentato...
non è stato mai dimostrato. hai qualche link di qualche abstract ?

Che il fumo causi mutazioni è documentato ed uno studio molto recente sul mitico Nature è stato fondamentale in quanto ha evidenziato ben 22910 mutazioni in un carcinoma polmonare a piccole cellule associato a fumo. Nello stesso studio è stato stimato che una sola sigaretta possa causare 15 mutazioni genetiche sull'uomo. Ma di studi che mostrano le mutazioni genetiche da fumo ne esistono migliaia.

il testo non è linkabile perchè l'ho preso dal libro, io ho espresso una mia opinione.

Ehhh furbettino...
;)

gli oncosoppressori fanno parte del sistema immunitario, lo stress lo fa calare drasticamente.

L'idea che lo stress aumenti il rischio di tumore è progressivamente andata scemando negli anni, soprattutto per alcuni tumori (per esempio quello mammario), in seguito a studi su grossi campioni. In questo ad esempio o questo in sembra evidenziarsi una diminuzione di rischio di cancro in persone che si definivano stressate.
Sembra che nemmeno il "carattere" possa aumentare il rischio di cancro.

dimostrami il contrario.

LOL.





yyyyy
yyyyy

yyyyy
WeWee ha commentato...
quale è il tuo nome e cognome cosi verifico le credenziali ?

Che ti importa del mio nome e cognome, verifica se quello che ho scritto è vero, a prescindere dalle mie "credenziali".
E poi il mio nome è scritto nel profilo.
:P
NightWolf ha commentato...
Un giorno scopriremo che la gran parte dei lavori scientifici moderni è stata una mera perdita di tempo, così come gli argani di legno e corda sarebbero inutili a noi che abbiamo le gru d'acciaio. La scienza che abbiamo oggi ci fa vivere bene, ma intanto stiamo distruggendo il mondo. Io credo che una vera evoluzione scientifica ci sarà quando ammetteremo che la materia POSSIEDE una coscienza e di conseguenza tutte le malattie hanno origine nella nostra mente. Solo allora potremmo trovare il modo di smettere di ammalarci.

Come faccio a sapere se tu sei un vero medico? Mi linki dei paper ma io come faccio a sapere se quel lavoro è stato condotto a dovere? dovresti linkarmene 50 per ogni cosa che dici, come minimo. ALLORA io mi fiderei.

Invece mi fido di Simoncini, perchè so quanto è difficile fare qualcosa di socialmente tabù, andare contro tutti. Non avete ancora risposto a questa cosa...il movente dei soldi non basta, con l'oncologia si fanno più soldi!
WeWee ha commentato...
La scienza che abbiamo oggi ci fa vivere bene, ma intanto stiamo distruggendo il mondo.

Con questo post hai inquinato la terra. E lo hai scritto grazie alla scienza.
Si chiama "sputare nel piatto in cui si mangia". Nella vita si fanno delle scelte, puoi benissimo andare a vivere in cima ad una collina del Kirgikistan coltivando barbabietole ed allevando yuk. Saresti almeno coerente con te stesso.

dovresti linkarmene 50 per ogni cosa che dici, come minimo. ALLORA io mi fiderei.

E' una vita molto triste quella nella quale non ci si fida per principio del prossimo.

Invece mi fido di Simoncini, perchè so quanto è difficile fare qualcosa di socialmente tabù, andare contro tutti.

Hai un metro di giudizio delle persone davvero miserevole e banale. Mi dispiace sinceramente.

il movente dei soldi non basta, con l'oncologia si fanno più soldi!

Infatti Simoncini ha preferito fare "l'oncologo" alternativo, piuttosto che l'anonimo medico dell'INPS a contratto che era prima. E forse ha fatto pure bene dal suo punto di vista.
Se poi c'è gente che "non si fida" dei "paper" ma si fida dei video di You Tube ha fatto benissimo, sempre dal suo personale e criticabile punto di vista.

Ma ricordo male o avevi detto addio?
Roberto ha commentato...
ha fatto bene si simoncini ora gira in q8.

Non riusciva a vincere al superenalotto ha trovato un metodo "alternativo"
max(L) ha commentato...
Io credo che una vera evoluzione scientifica ci sarà quando ammetteremo che la materia POSSIEDE una coscienza

Sotto questo punto di vista mi ritengo ateo: per quanti sforzi faccia non riesco proprio a credere che anche uno pneumatico possa avere una coscienza.

Mi linki dei paper ma io come faccio a sapere se quel lavoro è stato condotto a dovere?

Studiando.
Cosa che ti avrebbe risparmiato non solo la domanda ma anche una figura meschina avendo riempito i post di links ad articoli che non sai leggere.

Invece mi fido di Simoncini

Se pensi alla possibilita' che anche uno pneumatico possieda una coscienza non vedo perche' tu non possa fidarti di Simoncini.
Grezzo ha commentato...
@ Nightwolf

Un giorno scopriremo che la gran parte dei lavori scientifici moderni è stata una mera perdita di tempo, così come gli argani di legno e corda sarebbero inutili a noi che abbiamo le gru d'acciaio. La scienza che abbiamo oggi ci fa vivere bene, ma intanto stiamo distruggendo il mondo. Io credo che una vera evoluzione scientifica ci sarà quando ammetteremo che la materia POSSIEDE una coscienza e di conseguenza tutte le malattie hanno origine nella nostra mente. Solo allora potremmo trovare il modo di smettere di ammalarci.

Caro mio, a parte che come ha detto WeWee stai inquinando la Terra continuando a postare su questo blog, esattamente come tutti quelli che utilizzano un PC, mi stai dicendo che l'argano a legno è stata un'invenzione inutile? Eh, sì, è stato proprio un imbecille chi l'ha sviluppato, un vero idiota, bastava che costruisse un camion con gru idraulica in acciaio resistentissimo, e si sarebbe risparmiato un sacco di grane derivanti dall'utilizzo di un materiale povero come il legno, davvero idiota, eh? Infatti anche i PC, quegli imbecilli che costruivano quei mostri valvolari, che se ne facevano? Bastava piantare alberi di iPad e avremmo avuto subito dei PC per tutti, portatili, potenti, altro che telescriventi che facevano un casino solo per fare semplici calcoli.

Un tempo il cancro veniva "curato" con coltellacci e cauterizzato con il fuoco, oggi la medicina si è evoluta, c'è la chirurgia, la chemioterapia e la radioterapia, che ti danno speranze di guarigione. Si chiama sviluppo tecnologico. Non per questo però dovresti considerare meno professionali chi utilizzava i coltellacci, poichè erano gli unici metodi disponibili all'epoca e non si poteva fare altro. Nella storia però, c'è sempre un metodo che ha fallito in tutto e per tutto nella tecnica medica: quello che cerca di guarire il paziente imbarcandolo di cazzate. Esattamente come fa Simoncini.
Morfeo ha commentato...
Credo che uno psicologo possa confermare che l'età cerebrale, per definire la differenza rispetto all'età anagrafica, può esser dimostrata dal rapporto verbale di una persona con altre persone.

C'è uno psicologo qui?


Che poi è facile abbia un "amico" psichiatra...
Luigi ha commentato...
grande WeWee, come al solito. Fatemi poi sapere come va a finire la storia dell'Ordine dei medici di Brescia, che - tu ben sai - mi interessa molto...
Dr. Giuliano Parpaglioni ha commentato...
Oh oh, che è sta storia? Manco un paio di giorni e qui si scatena l'infermo? E io non sono nemmeno entrato nella polemica? No no, ora faccio un intervento a gamba tesa: "il giornalista naturopata" mi scrive che ha chiamato il dott. Fais che smentisce tutto, ovviamente.

Oltre questo, @NightWolf: le nostre malattie originano dalla mente a causa della coscienza della materia? Dopo questa fesseria direi che possiamo chiudere il capitolo, farci una grassa risata e girare pagina, manca solo davvero la citazione di hitler e il quadro è completo.
Morfeo ha commentato...
Se si scatena un inferMo, vuol dire che c'è stata un'altra guarigione alternativa!

E la Setta diffonderà il come ed il perché...

;)
Dr. Giuliano Parpaglioni ha commentato...
maledetta tastiera più piccola del normale...
NightWolf ha commentato...
Fatti pure tutte le risate che vuoi, io mi fido delle conoscenze degli antichi. Non mi fido della scienza moderna inquinata dagli interessi economici.
Simoncini è, anzi era, un oncologo. Non penso che guadagnasse meno di 3500 al mese. Portatemi le prove che ora guadagna di più...e anche se guadagnasse di più, adesso è lo zimbello del mondo: il gioco vale la candela? Secondo me no! Non posso provarlo, ma secondo me è così.

Certo sto inquinando la terra! MA FATEMI IL SANTISSIMO PIACERE! Sembrate un branco di politici che si attaccano agli scandali, la mettete sempre sul personale invece di discutere in modo serio.
Che delusione, pensavo di essere tra gente adulta, invece sono in mezzo ai marmocchi...

ADDIO
Morfeo ha commentato...
Porca miseria, il "naturopata" dice che Fais
"non ha nulla contro la teoria mia e quella dell'applicazione del Simoncini".

...
WeWee ha commentato...
ADDIO

Lol, e due.
Alla terza c'è l'estrazione della BMW.
Grezzo ha commentato...
@ NightWolf

Simoncini è, anzi era, un oncologo. Non penso che guadagnasse meno di 3500 al mese. Portatemi le prove che ora guadagna di più...e anche se guadagnasse di più, adesso è lo zimbello del mondo: il gioco vale la candela? Secondo me no! Non posso provarlo, ma secondo me è così.

Sai quanto gliene frega di passare per zimbello a uno che è così abietto da derubare i poveri disperati, evidentemente ti sfugge che quello che per te è un grande oncologo è semplicemente un bieco truffatore che gioca con la morte altrui.

Fatti pure tutte le risate che vuoi, io mi fido delle conoscenze degli antichi. Non mi fido della scienza moderna inquinata dagli interessi economici.

Per il prossimo commento ci lanci dei segnali di fumo? Ah, no, anche quelli inquinano...

Certo sto inquinando la terra! MA FATEMI IL SANTISSIMO PIACERE! Sembrate un branco di politici che si attaccano agli scandali, la mettete sempre sul personale invece di discutere in modo serio.
Che delusione, pensavo di essere tra gente adulta, invece sono in mezzo ai marmocchi...


Forse non sei un marmocchio come noi, ma hai davvero una scarsissima conoscenza dei mezzi che utilizzi, forse non sai quanto inquini utilizzando il tuo PC, ma se sei così suscettibile riguardo l'argomento e così radicale nel tuo pensiero (cosa che non credo), ti sconsiglio di indagare a fondo sulla faccenda, onde evitare rimorsi improvvisi. Mi sembri uno che predica un più equo trattamento delle classi povere dal ponte del suo yacht mentre i mozzi sotto coperta stanno sbucciando patate a 2 euro al giorno.
Roberto ha commentato...
Incredibile quando può ossere ottuso l'essere umano.

Mi fa sinceramente sorridere un personaggio che dice che non si fida della scienza moderna perchè ci sono troppi interessi economici.

Un personaggio che usa il pc (frutto della scienza moderna) userà certamente la macchina (frutto della scienza moderna) si riscalda in casa con i termosifoni (frutto della scienza moderna) Guarda la TV (frutto della scienza moderna)

Quindi crede nella scienza moderna in toto fatta eccezione per la medicina perchè ci sono interessi economici.

Già perchè i "guaritori" alternativi praticano le loro fesserie gratuitamente, girano scalzi come San Francesco e parlano con gli uccelli.

@NightWolf : Il maestro Do Nascimiento è in brasile chiedi consulto anche a lui se dovessi ammalarti parola di Vanna Marchi.
ottimomassimo ha commentato...
Il problema è che tanti confondono la libertà di parola con la libertà di dire vaccate.
Se questo può andare bene quando si parla di calcio o si gioca a briscola, è totalmente inammissibile e inaccettabile su argomenti così complessi e delicati.

L'inconsistenza e l'illogicità di questa gente è palese.
Se ne rendessero conto forse un minimo si vergognerebbero.
ottimomassimo ha commentato...
ADDIO

Coma no, ci credete ???
I cazzari tornano sempre sul luogo del delitto.
E' più forte di loro.
Che siano feticisti ???
Dr. Giuliano Parpaglioni ha commentato...
@NightWolf: fammi capire, da che data, esattamente, comincia la scienza moderna? Mi spiego meglio: la matematica è cominciata probabilmente quando alcuni tizi che vivevano nelle caverne dovevano fare in modo di dividersi le cosce di brontosauro in parti uguali, che sennò c'era il vicino di caverna che protestava perché a lui la coda di brontosauro proprio non andava né su e né giù, quindi si sono inventati le divisioni: quattro cosce diviso quattro persone fanno una coscia a testa. Questa cosa è andata avanti accettata pure nell'antico egitto (in cui si dividevano probabilmente i coccodrilli del Nilo), in medioriente (per dividersi i granelli di spezia) e guarda un po', a me pure alle elementari mi hanno detto che 4:4=1, come fossero cosce di brontosauro. E questa cosa la dicono pure i ricercatori aerospaziali che mandano la gente sulla luna il secolo scorso, la dicono pure (direttamente o indirettamente) le calcolatrici, i computer, le macchine per fare una TAC, il DVD, il lettore Blu-ray, il televisore full-HD, la tachipirina, le placche di coltura virale nei laboratori di virologia e pure i chemioterapici contro il cancro.

Quindi la domanda è: quando 4:4=1 comincia ad essere moderno e quindi non più affidabile?
gianni ha commentato...
Wewee:

“Stai dicendo sciocchezze Gianni, quindi o te ne rendi conto o evita di scriverle. Puoi avere dubbi o chiedere lumi o mostrare le tue perplessità, non dare dei giudizi errati senza motivarli.” (wewee)

“E l'ho ripetuto mille volte e lo ripeterò finché gente come te si stancherà di ripetere sempre le stesse cose: LA CHEMIOTERAPIA NON E' LA CURA PER IL CANCRO è una delle armi a disposizione. Efficacissima per certi tumori, inutile per altri.” (wewee)


Ma allora stiamo dicendo la stessa cosa, la Chemio è efficacissima per i tumori liquidi, pressoché inutile in quelli solidi e dato che non amo parlare a vanvera diamo pure i dati:

Testa e collo 1.9 %
Esofago 4.9 %
Stomaco 0.7 %
Colon 1%
Retto 3.4 %
Polmone 2%
Seno 1.4 %
Cervice 12 %
Ovaia 8.9 %
Testicolo 37.7 %
Cervello 3.7 %
Pancreas, prostata, rene 0 %

Questi dati sono tratti da uno studio decennale che tu conosci bene e che hai definito serio e preciso.

Cosa ci dicono questi dati?

Ci dicono che una persona che ha un cancro al pancreas, alla prostata o al rene, dopo aver fatto tutte le operazioni di rito (chirurgia, radio ecc) non aumenta di niente la percentuale di sopravivenza a 5 anni facendo la chemio rispetto a uno che invece non la fa.

Dove sta la fregatura
La fregatura sta nel fatto che tutti i giorni per questo tumori i medici prescrivono chemioterapici di ogni genere, fregandosene dei dati su scritti, del paziente che ne ha un ulteriore e inutile sofferenza e togliendo soldi alla sperimentazione.

Prendiamo invece gli altri tumori solidi, ad esempi uno dei più diffusi il tumore al polmone, cosa ci dicono i dati? Che la percentuale di sopravivenza a 5 anni per uno che dopo aver fatto le operazione di rito fa anche la chemio e di un 2% superiore rispetto a chi non la fa.

Be non è tanto, verrebbe da dire, ma stiamo parlando di esseri umani e un 2 % vogliono dire allungare la vita a un fratello, un genitore, un amico.

In effetti potrebbe essere cosi se non fosse che chi ha fatto la chemio, l’ha fatta perché ci crede, vuole vivere e pertanto sta godendo dell’effetto placebo, si perché anche qui esiste caro Wewee non solo nella OMEOPATIA e allora ?

Allora se si da una percentuale di guarigione all’effetto placebo pari al 15% dovremmo pensare per logica (la stessa che tu stesso applichi in altri campi) che quelle stesse persone se invece del chemioterapico gli avessero dato acqua con zucchero, avrebbero avuto molte più possibilità.

Ecco spiegato il motivo, per il quale non si fanno delle sperimentazioni randomizzate a doppio cieco, non perché sarebbe troppo crudele per il paziente, ma perché verrebbe a galla l’inghippo.


Solo per onorare la verità


Gianni
WeWee ha commentato...
Ma allora stiamo dicendo la stessa cosa, la Chemio è efficacissima per i tumori liquidi, pressoché inutile in quelli solidi

Non stiamo assolutamente dicendo la stessa cosa e continui a non capire. Ho il serio dubbio che tu non voglia capire perchè a parte avermi copiato un paragrafo di un libro di oncologia facendolo passare per parole tue, continui a copiare parole di altre interpretandole a tuo piacimento.

Dato che non posso passare le serate a ripetere eternamente le stesse identiche cose alle stesse identiche sciocchezze, lascio che sia tu a cercare la verità.

Questi dati sono tratti da uno studio decennale che tu conosci bene e che hai definito serio e preciso.

Questi dati sono tratti da uno studio del quale ho già discusso quasi due anni fa, che puntualmente esce fuori (è un classico) perchè dice fave ed alcuni capiscono fame e che non vuol dire assolutamente quello che hai capito tu.

Vatti a rivedere il mio articolo che nemmeno ti linko perchè non posso ripetere...eccetera eccetera...per sfinimento non mi prendi però non perdo più tempo tanto so come va a finire.

Scrivere del beneficio basso della chemio nel tumore al colon quando in questo tipo di tumore è fondamentale e decisiva la chirurgia è una forzatura ingiustificata.
Scrivere che il tumore alla prostata beneficia della chemioterapia per uno 0% dei casi quando nel tumore alla prostata (delimitato all'organo) la chemio non si usa assolutamente è l'ennesima cosa che capisci male da quello che leggi e riporti peggio.

che la percentuale di sopravivenza a 5 anni per uno che dopo aver fatto le operazione di rito fa anche la chemio e di un 2% superiore rispetto a chi non la fa.

Ma anche no, visto che dovresti specificare per quale tipo di tumore, a che stadio per esempio ma anche che la chemio in certi tumori è pure controindicata o pure che nei tumori solidi quando si usa la chemio è per aumentare le possibilità di riuscita dell'intervento chirurgico.
Insomma, ti avevo chiesto di ripassare a novembre ma non mi hai ascoltato e continui a scrivere sciocchezze. Amor proprio no eh?

quelle stesse persone se invece del chemioterapico gli avessero dato acqua con zucchero, avrebbero avuto molte più possibilità.

Bene, se dovessi ammalarti (mai!) usa pure acqua e zucchero (e bicarbonato?).

Solo per onorare la verità

Scusa se sono franco eh? Ma l'unica cosa che hai onorato con le tue teorie è l'ignoranza, alle stelle.
Nulla di personale.
Ora però, secondo manuale, dovresti passare alla fase del "chi ti credi di essere" e successivamente a quella degli insulti. Mi pare funzioni così.
caco ha commentato...
Simoncini ha detto: non l'ho mai provato, non so dimostrarlo, non faccio vedere le carte a nessuno e lo dico dai siti di ufologia, tutti ce l'hanno con me, ma credetemi, il bicarbonato cura tutti i tumori in pochi giorni. Pagatemi e vedrete.
Solo io vedo una differenza sostanziale nei due atteggiamenti?
Terenzio il Troll ha commentato...
a parte avermi copiato un paragrafo di un libro di oncologia

WeWee, mi sa che hai ingarbugliato i post: il commento del libro di testo era di Nigh Wolf.

Gianni:
Allora se si da una percentuale di guarigione all’effetto placebo pari al 15%...

Ecco: l'errore e' in questo assunto.
Hai una vaga idea del decorso naturale di un cancro?
E' un punto che abbiamo gia' trattato nei commenti ad articoli precedenti (soprattutto quello di weWee sulla giornata di un medico del diciannovesimo secolo).
Vedila cosi': l'effetto placebo dovrebbe sussitere identico sia per la chemio nelle sue varie forme, sia per le cure alternative.
Questo vuol dire che la sopravvivenza a 5 anni per un cancro a piacere tra i pazienti trattati con cure alternative e basta (e ce ne sono, purtroppo) dovrebbe essere almeno del 15%.
Devo proprio completare la frase?

Ora: siamo su di un blog piuttosto seguito e che ha la sua visibilita'. In due anni di attivita' abbiamo gia' visto l'intervento di una mezza dozzina di pazienti ammalati di cancro e che si sono affidati alla medicina (stavo per scrivere tradizionale) scientifica.
Com'e' che non ce ne e' capitato nemmeno uno che abbia fatto uso esclusivamente di cure alternative e ce ne parli con soddisfazione (o almeno, che ce ne parli e basta)?

Bias di selezione o selezione naturale?
Terenzio il Troll ha commentato...
Eh, pure io, pero'...

Volevo dire Numlock. Chiedo scusa a lui ed a Nigh Wolf.
Terenzio il Troll ha commentato...
NightWolf ha commentato...
Experimental study on lung carcinoma induced respectively by Aspergillus versicolor and Candida albicans cultures


Mi linki dei paper ma io come faccio a sapere se quel lavoro è stato condotto a dovere? dovresti linkarmene 50 per ogni cosa che dici, come minimo. ALLORA io mi fiderei.

Vale anche per te stesso?


Un giorno scopriremo che la gran parte dei lavori scientifici moderni è stata una mera perdita di tempo, così come gli argani di legno e corda sarebbero inutili a noi che abbiamo le gru d'acciaio.

Fatti pure tutte le risate che vuoi, io mi fido delle conoscenze degli antichi.

Ma non avevi appena detto che le conoscenze degli antichi sono inutili per noi moderni?

Io credo che una vera evoluzione scientifica ci sarà quando ammetteremo che la materia POSSIEDE una coscienza...

Di fatti il cervello e' materiale. Su questo non ci piove. Naturalmente, altro e' dire che TUTTA la materia possieda una coscienza.

...e di conseguenza tutte le malattie hanno origine nella nostra mente.

Di conseguenza un tubo. E' un non sequitur. Come in: "tutti gli uccelli sono bipedi, l'uomo e' bipede quindi e' un uccello".
E poi, come diresti tu, dimostramelo.
Per dire: dimostrami che l'asbestosi sia psicosomatica. Poi vallo a dire ad alcuni miei ex colleghi delle acciaierie di Terni.
No: non sono ex perche' si sono licenziati.
WeWee ha commentato...
mi sa che hai ingarbugliato i post: il commento del libro di testo era di Nigh Wolf.

Giusto, mi scuso con gianni, è che da due anni le obiezioni sono sempre le stesse e cominciano ad essere noiose.
1) Il 2% degli oncologi non farebbe la chemio.
2) La chemio contribuisce solo per il 5% nella sopravvivenza.

Sentirselo ripetere per due anni, provare a smentirle con pazienza per decine di volte e poi risentirle di nuovo come se fossero l'ultima novità scientifica è un po' stancante. Sto pensando seriamente di scrivere una pagina di FAQ. Umh, buona idea...
numlock ha commentato...
a parte che non ricordi nemmeno i nick di chi scrive il che mi lascia molto pensare...non mi dire che ti scrivono migliaia di persone... perchè è triste comunque la cosa... poi te dici :

"Scrivere che il tumore alla prostata beneficia della chemioterapia per uno 0% dei casi quando nel tumore alla prostata (delimitato all'organo) la chemio non si usa assolutamente è l'ennesima cosa che capisci male da quello che leggi e riporti peggio"

http://www.nejm.org/doi/pdf/10.1056/NEJMoa040720

http://www.nice.org.uk/TA101

http://www.psa-rising.com/med/chemo/taxotere_sideeffects05.html

corso di aggiornamento ?

Poi per lo stress ed i tumori ,a cuni scienziati del Johns Hopkins Kimmel Cancer Center sostengono infatti che lo stress cronico può rendere più rapidi i processi negli animali già ad alto rischio di malattia. Lo studio, pubblicato sul numero di dicembre della rivista "Journal of the American Academy of Dermatology", mostra che i topi esposti a condizioni stressanti e a luce UV cancerogena sviluppano tumori della pelle in meno della metà del tempo rispetto ai topi non stressati.
I ricercatori sostengono che, se quello che si osserva nei topi avesse rilevanza anche negli uomini, programmi di riduzione dello stress come lo yoga o la meditazione potrebbero aiutare gli individui a maggior rischio di melanoma.
"Esistono molti indizi sugli effetti negativi dello stress cronico, che indebolisce il nostro sistema immunitario e influenza numerosi aspetti della salute - spiega il dermatologo Francisco Tausk, direttore dello studio - Tuttavia, per poter creare solide strategie di cura, abbiamo bisogno di comprendere meglio i meccanismi con cui lo stress influenza lo sviluppo dei tumori".

Tausk ha esposto 40 topi all'odore di urina di volpe - che equivale a un grande stress per i roditori - e ad elevate quantità di luce UV. Il primo tumore della pelle in uno dei topi è apparso dopo otto settimane di esperimenti. I topi esposti soltanto alla luce UV hanno cominciato invece a sviluppare tumori 13 settimane più tardi. Dopo 21 settimane, 14 dei 40 topi stressati avevano almeno un tumore, contro solo due topi non stressati. Nella maggior parte dei casi non si trattava di melanoma, ma di tumori a cellule squamose.

Fonte: Le Scienze (15/12/2004)

Altro corso di aggiornamento ?
numlock ha commentato...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
numlock ha commentato...
ci sono ovviamente altre decine di ricerche su stress e cancro, cercatevele !
WeWee ha commentato...
a parte che non ricordi nemmeno i nick di chi scrive il che mi lascia molto pensare...non mi dire che ti scrivono migliaia di persone... perchè è triste comunque la cosa...

Eh? Tradotto?

corso di aggiornamento ?

No, esame di riparazione per te.
Caro lettore, ho sempre detto che cercare informazioni "fai da te" sulla salute è rischioso, esistono i medici per quello.

Lo ripeto quindi: non leggi quello che scrivo e nemmeno quello che riporti. Anche tu, rimandato a novembre. Guarda, provo a farti capire:

"From March 2000 through June 2002, 1006 men with metastatic hormone-refractory
prostate cancer
received 5 mg of prednisone twice daily and were..."

Questo nel primo studio che hai riportato.
Nel secondo si legge:

"Docetaxel is recommended as a possible treatment for men with hormone-refractory metastatic prostate cancer."

Nel terzo articolo scrivono:

"...the US Food and Drug Administration (FDA) approved Taxotere (docetaxel), a chemotherapy drug given by intravenous infusion, in combination with prednisone (a steroid), for the treatment of patients with advanced metastatic prostate cancer...."

Compito per casa: ripassa la differenza tra tumore delimitato all'organo e tumore metastatico.

Sullo stress e tumori non perdo nemmeno tempo.
Ci vediamo a novembre, preparati meglio. Siete già in due, la classe non è spaziosissima eh?
;)
max(L) ha commentato...
@Gianni:
se si da una percentuale di guarigione all’effetto placebo pari al 15% dovremmo pensare per logica (la stessa che tu stesso applichi in altri campi) che quelle stesse persone se invece del chemioterapico gli avessero dato acqua con zucchero, avrebbero avuto molte più possibilità.

Il tarlo che fa franare rovinosamente il tuo castello sta in quel monosillabo in grassetto e nell’assunto che lo segue: dove sta scritto che l’effetto placebo e’ mediamente lo stesso qualunque sia la malattia ? E nello specifico, dove mai avresti letto di un effetto placebo pari al 15% in caso di tumori ?

Ecco spiegato il motivo, per il quale non si fanno delle sperimentazioni randomizzate a doppio cieco, non perché sarebbe troppo crudele per il paziente, ma perché verrebbe a galla l’inghippo.

Io direi ecco spiegato come si imbocca la strada della dietrologia: si sbaglia un assunto sia arriva al complotto. E quando si arriva al complotto si e’ cotti a puntino: il fascino dell’illusione della verita’ rivelata inibisce il riconoscimento della fallacia del ragionamento che ci ha portato fino li.

Solo per onorare la verità

Per onorare la verita’ : hai cominciato con un se e prima della fine ti eri gia’ scordato che di quello si trattava, un postulato che ti sei scordato di verificare.
max(L) ha commentato...
@Gianni:
Ecco spiegato il motivo, per il quale non si fanno delle sperimentazioni randomizzate a doppio cieco, non perché sarebbe troppo crudele per il paziente, ma perché verrebbe a galla l’inghippo.

Interstitial chemotherapy with carmustine-loaded polymers for high-grade gliomas: a randomized double-blind study

"Solo per onorare la verita'"(cit.)
OcirnE ha commentato...
@Luciano
Manco un paio di giorni e qui si scatena l'inferMo?

...mai errore di battitura (o magari lapsus?) fu più "azzeccato"! :-). Come dire: quando il caso e la necessità vanno a braccetto.
OcirnE ha commentato...
@Giuliano

oopss...Giuliano, non Luciano...pardon
Dr. Giuliano Parpaglioni ha commentato...
@OcirnE: mi ripeto: maledetta tastiera più piccola del normale...
Roberto ha commentato...
Ho una dritta per i seguaci di Simoncini e Naturopati assortiti : Il succo di rabarbaro bevuto a digiuno nelle notti di luna piena dei mesi dispari cura le emorroidi.

Quindi se doveste soffrirne sapete cosa fare.

Ovviamente la terapia è scritta in linguaggio maia in una piramide ancora non completamente esplorata ritrovata in una foresta pluviale del Messico.

Pare e dico pare che in altre stanze ci siano altre interessanti indicazioni terapeutiche.

Stay Tuned
gianni ha commentato...
@ max(L)
@ wewee

Oggi sono veramente felice, ho postato dei dati e invece di riceverne delle obiezioni ne ricevo degli insulti, bene… vuol dire che non avete argomentazioni, vuol dire che ho colto nel segno.

Ps. @ max(L)

Ti sei fatto prendere dalla foga di dare contro sempre e comunque che non hai considerato le due cose fondamentali:

A) Che non esistono sperimentazioni randomizzate a doppio cieco sulla chemioterapia l’ha detto wewee , io ne ho solo preso atto;
B) Lo studio, che hai postato, che avrebbe dovuto screditare me o wewee fai un po’ tu …..se lo avessi letto avresti potuto constatare che é stato chiuso prematuramente perché il farmaco che veniva usato era diventato introvabile (testuali parole)


Ps: @ Wewee

Dire che uno studio è affidabile e serio e poi dire a distanza di tempo che i dati presi dallo stesso sono errati mi sanno di pugile alle corde.

A titolo di cronaca, se la chemio non venisse usata nel tumore alla prostata, come hanno fatto nello studio a raccoglierne i dati?
Ti rispondo io visto che non lo sai, viene usata, non come protocollo ordinario, ma con la formula “terapia sperimentale” (svelato l’arcano mistero….)

Adesso che hai attraversato la fase del “sei ignorante” “non capisci quello che leggi” ecc, la prossima mossa quale sarà ? mia hai stufato, questa è casa mia, ora ti banno ?

Un ultima cosa prima di chiudere:

L’omeopatia, non è efficace perché non esistono sperimentazioni randomizzate a doppi cieco che lo dimostrino, nella chemioterapia questo tipo di sperimentazioni non vengono fatte in egual misura, ma la consideri valida……. Mettersi un po’ d’accordo con la ragione no??



Niente di personale

Gianni
The Foe-Hammer ha commentato...
Uhu, vedo che Simoncini ha sguinzagliato uno dei suoi supporter per fargli delle sviolinate su questo blog.
Povero Simoncini, preseguitato da quei cattivoni de medici che l'hanno radiato e da quei cattivoni dei magistrati che l'hanno condannato.
Lui si che cura il cancro, pero' non fornisce dati sui malati curati perche' possano essere valutati. Questo sarebbe usare un metodo scientifico, orrore !!!
Lui dice che lo guarisce il cancro, quindi e' vero, perche' Lui e' la bocca della verita'
Simoncini Santo subito !!!

Ma piantala, pubblica su luogocumune, quello e' il sito adatto a te e a tutti i fuffari !!!
Dr. Giuliano Parpaglioni ha commentato...
@Gianni: ma sei un disco rotto? Allora, non sono un medico, mi baso solo su quello che ho letto qui su questo blog (come presumo faccia tu, visto che dici di citare WeWee).

Prima di tutto: c'è differenza tra cancro prostatico e cancro prostatico con metastasi, cosa che non riesci a cogliere nemmeno con le citazioni che ti ha dato WeWee.

Poi, lo studio è affidabile, solo che non dice quello che dici tu, prova a rileggere qui:
http://medbunker.blogspot.com/2009/04/il-cancro-oggi-le-statistiche-di-cancro.html
http://medbunker.blogspot.com/2009/04/il-cancro-oggi-le-statistiche-di-cancro_26.html
e tanto per gradire...
http://medbunker.blogspot.com/2010/01/contro-le-statistiche-volte-si-puo.html

Però per favore, se hai commenti a riguardo falli lì, ne abbiamo già parlato, è noioso andare a riprendere ogni volta post vecchi e riportarli da altre parti.

@WeWee: spero non ti spiaccia se cerco di fare ordine nelle discussioni :-)
WeWee ha commentato...
vuol dire che ho colto nel segno.

No, vuol dire che nonostante tu non abbia capito nulla di ciò che leggi e nonostante io (ed altri) abbia provato a chiarirti le cose, devo concludere che tu non sia qui perchè hai dubbi ma perchè vuoi creare confusione (la possibilità più pessimista sarebbe quella che proprio non riesci a capire ma io in genere mi fido delle possibilità umane).

Le risposte le hai avute, fanne quello che vuoi.
Chiuso.

spero non ti spiaccia se cerco di fare ordine nelle discussioni

No no, anzi. Io come ho detto mi sono già annoiato, quando vedi che dall'altra parte c'è il muro di Berlino ti passa anche la voglia, sto cominciando a scrivere le FAQ così dalla prossima volta rimando direttamente lì.
:)
Roberto ha commentato...
Mamma mia che forte.

WeWee parla di banane e la gente risponde parlando di arance.

Cioè praticamente questo Sig Gianni combatte a spada tratta contro la chemioterapia per tutti i motivi che ha citato. Uno dei quali è emotivo, motivo che rispetto profondamente.

Detto questo, Gianni non vuole nessuno convincerti ad amare la chemioterapia. Sei libero di decidere per te e per i tuoi cari, di decidere se sottoportici nel caso malaugurato tu debba ammalarti, cosa che mi auguro profondamente e sinceramente di no.

Detto questo facciamo un bel gioco :

Nessuno prova a convicere te che la Chemioteriapia è la soluzione per tutti i mali (cosa che per altro nessuno qui dentro ha fatto) e tu non provi più a convincerci con le tue tesi (scusami se esterno) bizzarre che togliendo la chemioterapia il cancro diventa magicamente curabile.

Vedi i passaggi sono molto diretti e logici :

Il cancro è una malattia curabile?

Risposta :

Si : Significa che esiste una o più terapie universalmente riconosciute che fanno guarire un numero molto vicino al 100% dei casi di cancro.

No : Non esiste una terapia o più terapie che curano il cancro. Di cancro purtroppo si muore. Si sta studiando per cercare delle terapie che possano curarlo ma attualmente non si sono avute scoperte senzazionali che quindi hanno cambiato la risposta da no a si se non per determinati specifici casi che non stiamo a ripetere per non cadere nella noia.

Chiarito questo basilare concetto ti pongo un quesito che si allontana un po' (ma nemmeno troppo) dalla situazione.

Sei in trentino a funghi o a far quel che ti pare. Vieni morso da un serpente sconosciuto.
Ti portano in ospedale o dove ti pare con l'intento di curarti. Ti dicono : "Caro Gianni non sappiamo come curarti da questo veleno. Ma siamo certi che questo veleno ti ucciderà in poche ore tra atroci sofferenze. Sappiamo però che con la terapia ciccipollina (nome di fantasia) esiste una bassa probabilità di salvarti circa il 5%. Questa terapia però ti procurerà diversi disagi molto seri, ed essa stessa potrebbe ucciderti cosa decidi di fare?"

Rispondi seriamente a questa domanda le risposte possibili sono:

A
"Inniettatemi pure la ciccipollina (sempre nome di fantasia)"

B
"Muoio tra atroci sofferenze ma non voglio che mi inniettate nulla"
max(L) ha commentato...
@Gianni:
Oggi sono veramente felice, ho postato dei dati e invece di riceverne delle obiezioni ne ricevo degli insulti, bene… vuol dire che non avete argomentazioni, vuol dire che ho colto nel segno.

Dati ? Quali dati ? Ti riferisci a quel 15% di effetto placebo assunto, per caso, o a quelle percentuali di contributo aggiuntivo della chemioterapia ? Per il primo o porti dei dati o lo si prende per quello che e’: un dato medio assunto senza spirito critico per poter arrivare a sostenere l’inghippo ed il complotto. Per il contributo della chemioterapia le risposte sono gia’ state date piu’ e piu’ volte. Prima leggi quelle e poi cum grano salis prova con obiezioni consistenti.

Ti sei fatto prendere dalla foga di dare contro sempre e comunque che non hai considerato le due cose fondamentali: A) Che non esistono sperimentazioni randomizzate a doppio cieco sulla chemioterapia l’ha detto wewee , io ne ho solo preso atto;

Ed io ho postato un link ad una sperimentazione in doppio-cieco. Spiacente di averti rovinato il costrutto sul complotto, prendine atto e cerca di non andare troppo in confusione.

B) Lo studio, che hai postato, che avrebbe dovuto screditare me o wewee fai un po’ tu …..se lo avessi letto avresti potuto constatare che é stato chiuso prematuramente perché il farmaco che veniva usato era diventato introvabile (testuali parole)

Il che non cambia i risultati ottenuti: 58.1 settimane di sopravvivenza mediana a favore dei pazienti in chemioterapia vs 39.9 per il placebo (P = 0.012). Sicuro sicuro sicuro di esser tu quello che lo ha letto ?
Grezzo ha commentato...
@ Roberto

E' tempo sprecato. Il complottista ha questo semplice ragionamento: "sono convinto di una cosa, non importa cosa dicano gli altri, quella deve essere". Il problema delle tesi complottiste è proprio il problema del metodo. Nel metodo scientifico si va alla ricerca di qualcosa, se quel qualcosa non sussiste si cerca qualcosaltro. Il complottista invece parte già con la verità in tasca, e convinto di questa verità parte alla ricerca di prove che gli diano ragione, e se non le trova continua a cercarle, e le cerca all'infinito perchè non le troverà mai. Ma a differenza del metodo scientifico, che non trovando riscontri in una teoria si dedcica ad altro, il complottista continua su quella linea, in un certo senso il complottismo è una religione, dove devi credere a quello in cui sei convinto contro tutto e tutti, costi quel che costi, esattamente come qualunque religione, si tratta di fede.

Il tuo esempio dei funghi avvelenati non fa testo per un motivo semplice: per Gianni la chemioterapia non è altro che un cocktail inventato a casaccio da qualcuno e che non ha nessuna utilità, sviluppati non per curare i tumori, ma solo per fare soldi (a questo punto mi chiedo perchè dannarsi tanto per svilupparli, basterebbe dare pillole di zucchero, vuoi che un simile complotto non lo possa fare?), per gianni e tutti i complottisti insomma la chemioterapia è una balla colossale. Ripeto: tempo sprecato, è come parlare con un fondamentalista religioso.
WeWee ha commentato...
"Muoio tra atroci sofferenze ma non voglio che mi inniettate nulla"

Già, come ha scelto una povera donna della quale ho raccontato la storia quest'estate, utente del forum dei naturopati che aveva rifiutato (a suo dire) tutte le cure per ricorrere a qualsiasi cosa, da Simoncini ad Hamer al digiuno prolungato. E' morta a settembre.
Ha scelto lei, chi può condannarla, ma quei pazzi che l'hanno incoraggiata nella sua scelta (perchè se non ci fosse questa gente le persone smetterebbero di illudersi che con le truffe si possa guarire dalle malattie) hanno la loro responsabilità.

Quelli ragionano come gianni o numlock, usano gli stessi argomenti e traggono le stesse conclusioni senza ascoltare minimamente chi per professione e studi conosce l'argomento. Bravi, continuate così ad intestardirvi sostenendo i ciarlatani.
numlock ha commentato...
Beato te wewee !
Roberto ha commentato...
No beato te numlock o beati voi.
Perché vedete un bel mondo.

Nel mio mondo e in quello di molti altri,

la cura per il cancro non c'é
Babbo Natale non esiste
I copertoni non hanno una coscienza quindi si consumano
La ricotta non ha poteri magico-mistici
Il bicarbonato si USA per lavare la frutta
Terenzio il Troll ha commentato...
Roberto:

"The most merciful thing in the world, I think, is the inability of the human mind to correlate all its contents. We live on a placid island of ignorance in the midst of black seas of infinity, and it was not meant that we should voyage far. The sciences, each straining in its own direction, have hitherto harmed us little; but some day the piecing together of dissociated knowledge will open up such terrifying vistas of reality, and of our frightful position therein, that we shall either go mad from the revelation or flee from the light into the peace and safety of a new dark age"

H.P.Lovecraft, The Call of Cthulhu
Morfeo ha commentato...
Mi permetto un'altra citazione, per DIMOSTRARE
che il mondo è quel che è da taaaaaaaaanti anni:

http://it.wikisource.org/wiki/L%27apologia_di_Socrate
numlock ha commentato...
Non esistono i complotti !!

Il bello che voi ancora ci credete...

http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/184923/golia-la-tecnica-del-prof-zamboni-e-la-ccsvi.html
max(L) ha commentato...
@numlock:
Non esistono i complotti !!

Tu quoque Numlock fili mei !
Certo che esistono i complotti, uno dei piu' noti nella storia conto' 23 coltellate che portarono alla morte di un noto imperatore. Romano pure quello.

Quello che non e' ancora chiaro e' come la congiura che porto’ all'assassinio di Giulio Cesare possa dimostrare scientificamente la tesi “il cancro e' un fungo e si cura con il bicarbonato”.
Grezzo ha commentato...
@ Numlock

Non esistono i complotti !!

Non esistono quelli inventati, ti è mai passata per la mente la differenza che passa tra ciò che è reale e ciò che è solo frutto di fantasia? L'esistenza di un complotto non autentica automaticamente qualunque idiozia uno si possa inventare.
WeWee ha commentato...
...che poi questa vicenda di Zamboni è l'esatto opposto della farsa di Simoncini. Zamboni ha pubblicato le sue intuizioni, le sperimenta, le propone ai congressi e c'è chi le ha provate ed ha avuto dei risultati, Simoncini ha pubblicato le sue intuizioni sul giornale ufologico, le propone su Rete Aliena e nessuno riesce ad emularlo.

E' la differenza tra uno scienziato ed un saltimbanco.
ubik15 ha commentato...
Tu quoque Numlock fili mei !

ehm, sarebbe fili mi

:)
ottimomassimo ha commentato...
Non esistono i complotti !!

Il bello che voi ancora ci credete...

http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/184923/golia-la-tecnica-del-prof-zamboni-e-la-ccsvi.html


Tipico dei buffoni linkare qualcosa con cui vorrebbero dimostrare le loro vaccate, e che invece dimostra l'esatto contrario.
Ohè non siamo mica i capretti di aerrepiccì.
Forse a quelle menti (?) sopraffine puoi far capire mazzo per palazzo, ma con noi la figura del cazzaro la fai tu.
Bravo genio, linka altre cose del genere, continua a darti la zappa sui piedi da solo, dài...
Morfeo ha commentato...
Tipico degli IGNORANTI.

E l'ignoranza viene insegnata da secoli alla massa. E la massa è contenta perché si annoiano a studiare.

Meglio buttar soldi nelle tante cose lanciate dal marketing.

Nume-brainLock, il video del Power Balance no?
The Foe-Hammer ha commentato...
Tu quoque Numlock fili mei !

Ahi, ahi, ahi Max, avresti dovuto scrivere:
Tu quoque Numlock fili mi

Ciao, stasera sono in versione pignola :D
Morfeo ha commentato...
@The Foe-Hammer

E se Max è pignolo ti deve far notare che ubik15 già glielo aveva fatto notare...?

:)
WeWee ha commentato...
Occhio al linguaggio e rispetto per tutti eh?
Grazie.
numlock ha commentato...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
numlock ha commentato...
Ma chi ha parlato di simoncini,ma chi ha mai detto che il cancro è un fungo.

Che centra simoncini con il video !! Ma chi lo difende io non credo minimante che il cancro sia dovuto alla candida.

Avete visto il video ? Bha... sapete solo offendere, che tristezza...
WeWee ha commentato...
Che centra simoncini con il video !!

Appunto, che c'entra questo video in un articolo che parla di Simoncini?
numlock ha commentato...
era per farvi capire che non sempre le scelte sono fatte con coscienza.
Morfeo ha commentato...
Numlock, perdonami, ma cosa hai capito da quel video? Cosa non abbiamo capito?
numlock ha commentato...
veso la fine... tutti i soldi che girano intorno alla sclerosi...
Morfeo ha commentato...
Ahhh...

Non chi sfrutta Zamboni per ricevere voti?
max(L) ha commentato...
@ubik15
ehm, sarebbe fili mi

ehm...grazie ! Vorrei incolpare la tastiera ma ho proprio scritto "mei".. :-)
recchdgomm ha commentato...
Eccone altri

http://leganerd.com/2010/11/04/cancro-e-bicarbonato/

Sì, lo so, sono intervenuto in maniera un po' aggressiva, ma quando leggo certe cose mi "sale il sangue alla testa".

Complimenti a WeWee per il sito e per il suo lavoro.
WeWee ha commentato...
Sì, lo so, sono intervenuto in maniera un po' aggressiva, ma quando leggo certe cose mi "sale il sangue alla testa".

Sembrerà strano ma comprendo perfettamente la tua rabbia, anche io ho vissuto un periodo nel quale certe affermazioni mi facevano davvero vedere nero. Con il tempo ho capito che è assolutamente inutile e che quando chi hai di fronte si ostina a non comprendere, a non ascoltare chi ha qualcosa da dire perchè con certe cose ci lavora e che tantissima disinformazione nasceva da profonda ignoranza (in senso letterale) non era mio compito "convincere" quanto "informare" e tutto si ferma lì.
Io informo, con il vantaggio della mia professione, ognuno si affidi a chi preferisce. In questo modo evito anche di farmi "ribollire il sangue", visto che capitava anche troppo spesso.
L'unico rimpianto è che molta gente crea dignità a persone che meriterebbero ben più di un calcio nel sedere per come prendono in giro il prossimo ma come dico sempre se esistono i ciarlatani è perchè ci sono i creduloni.

Grazie comunque e benvenuto.
postmaster ha commentato...
numlock ha scritto:
"Non c'è sufficente informazione sul fatto che se avessimo più cura di noi (e implicitamente) del nostro sistema immunitario saremmo praticamente immuni da tale malattia."

wewee ha risposto:
"Infatti i medici ti invitano a fumare, fare vita sedentaria e mangiare lardo ogni giorno."

Se è per questo i medici consigliano anche di bere latte, mangiare pesce, mangiare carne. E questa cosa fa pensare, visto che ci sono ancora parecchi medici che sostengono che il latte sia un nutriente essenziale per il calcio. Che il pesce faccia bene perchè si ritiene che con gli Omega 3 protegga il sistema cardiovascolare e che le proteine animali sono migliori di quelle vegetali. Chissà se consigliano anche le uova, voglio sperare di no sinceramente.

Secondo me esistono bravissimi medici e medici ciarlatani. Io in genere non mi fido dei medici che ancora oggi non sanno che sono gli alimenti di derivazione animale che causano problemi al nostro fisico. Poi se posso vorrei aggiungere che ci sono medici fumatori, bevitori e panzoni incalliti, o sbaglio? O sta facendo di un erba un fascio?
stefano valli ha commentato...
Ciao, complimenti x le discussioni spesso molto interessanti. Mi dareste un parere sulla cura Di Bella, sulla cura Valsè Pantellini e su quella del Dott. Giorgio Nacci che prevede l'uso della vit B17 unitamente ad una dieta di tipo vegano? Grazie a chi mi scriverà una sua opinione
Salvo Di Grazia ha commentato...
Mi dareste un parere sulla cura Di Bella, sulla cura Valsè Pantellini e su quella del Dott. Giorgio Nacci

Sono tutti argomenti che ho trattato nel blog, con un po' di pazienza puoi leggere cosa ho scritto su:

Di Bella
Pantellini

Nacci

Inoltre la vitamina B17 non esiste.

Ciao.
Posta un commento
Nel blog non sono ammessi commenti anonimi, quindi per commentare è necessario utilizzare un profilo Blogger oppure OpenID.
La piattaforma Blogger permette all'autore di un commento di cancellare il proprio messaggio ma non di modificare il suo contenuto.
Come regola generale qui è gradita l'educazione, si chiede di mantenere un atteggiamento civile e costruttivo, nonché di impegnarsi ad agire con totale rispetto ed onestà sia verso l'amministratore del blog che verso gli altri utenti, pubblicando messaggi che contengano informazioni corrette e veritiere.
Le regole specifiche di questo blog sono elencate qui: prima di inviare un commento gli utenti sono invitati a leggerle e quindi a rispettarle, pena la cancellazione dei messaggi e nei casi più gravi il ban definitivo dal blog. Buona lettura e grazie della visita.
 
Powered By Blogger