giovedì 16 settembre 2010

Autismo: vaccini colpevoli o innocenti? (II parte)

Autismo, vaccini e cure alternative. Cosa hanno in comune? Questa è la seconda parte dell'articolo che lo spiega. La prima parte è qui.
C'eravamo lasciati con un'affermazione di quelle che lasciano a bocca aperta. In realtà gli antivaccinisti non perdono occasione per trovare i più improbabili appigli ai loro allarmismi. Anche che per alcuni di loro l'autismo non esisterebbe in Cina, tanto da non esserci un termine in lingua cinese che identifichi la malattia (esiste, 自闭症 [zì bì zhèng], più o meno il male della solitudine). 

Molti antivaccinisti utilizzano come "smoking gun" della connessione tra vaccini ed autismo (per loro l'autismo è causato dall'accumulo di metalli ed i vaccini contengono derivati del mercurio) il fatto che nella comunità cristiana degli Amish (come ho scritto nella prima parte dell'articolo, gruppo di persone che rifiuta totalmente il progresso e quindi televisione, telefono, elettricità e così via) non si vaccina e di conseguenza non conosce l'autismo.
Sembrerebbe in effetti molto singolare. Ma non è così.

Certamente la comunità Amish ha una sorta di riluttanza a seguire il progresso ma non ha mai rifiutato la medicina. Si servono dei pronto soccorso e delle medicine ogni volta che serve davvero, usano gli antibiotici, si rivolgono agli ospedali e non sono contrari alle vaccinazioni (esistono comunque gruppi che rifiutano qualsiasi aiuto esterno, compresa tutta la medicina, dalla chirurgia alle vaccinazioni, sono i più estremisti, minoranza che arriva anche a rifiutare contatti esterni ed a non tagliare mai i capelli) tanto da vaccinarsi per svariate patologie, anche per l'influenza. In poche parole sono molto meno nevrotici ed ipocondriaci di noi, che al minimo acciacco chiamiamo le pompe funebri ma non sono certo folli. Il tasso di vaccinazione medio delle comunità Amish è esattamente sovrapponibile a quello della popolazione media  mondiale con gruppi che hanno una copertura molto più bassa della media ed altri con valori anche più alti di quelli non Amish. La comunità dell'Illinois (la Old Order) ad esempio conta il 90% di individui vaccinati. Recentemente si è notata una diminuzione della copertura vaccinale delle comunità ed il CDC (organismo di controllo sanitario negli USA) ha avviato una campagna di sensibilizzazione. Questa decisione è stata presa in quanto l'ultimo calo delle percentuali di vaccinazioni tra gli Amish (nel 1991 riguardante la comunità della Pennsylvania, una delle più "rigide") risultò in un dramma. Un'enorme diffusione della rosolia in donne in gravidanza con la nascita di un numero preoccupante di neonati affetti da rosolia congenita (una delle patologie più temibili per un neonato con esisti pesantissimi e quasi sempre drammatici). Per dare dei numeri, dopo l'epidemia il 15% dei neonati Amish di quella comunità risultò positivo alla rosolia.
La storia degli Amish che non si vaccinano quindi è una bufala utile solo a seminare incertezze.

In secondo luogo non è vero nemmeno che gli individui Amish non conoscano l'autismo. Ne sono documentati diversi casi e solo l'estrema chiusura della comunità non permette uno studio più approfondito. Con una ricerca veloce, ne ho trovato uno qui (due bambini) ed un altro qui. Un altro caso del 2006 è descritto qui (e nel quale, guardacaso, è stato identificato un difetto genetico). Ma non sono l'unico ad aver trovato questi casi.
E' lo stesso autore dello "scoop" sugli Amish che non conoscono l'autismo (Dan Olmsted, boss della patetica associazione statunitense Age of Autism) che ne trova sei in un colpo solo e non sono nemmeno vaccinati!
Sembra una farsa ma è tutto vero. Dopo aver parlato con un medico che ha in trattamento ben sei bimbi autistici di una comunità Amish non sa come rivoltare la frittata che egli stesso si è preparato ed ha un'idea: spiega che questi bambini sono autistici perchè intossicati dal mercurio inquinante proveniente da industrie vicine. Ma come, prima sventolava l'assenza di autismo tra gli Amish come prova della pericolosità dei vaccini e quando trova ben sei casi se la prende con le industrie?

Mi sembra chiaro quindi che ci troviamo davanti l'ennesima sciocchezza "certificata". Gli Amish si vaccinano e come tutta la popolazione mondiale hanno casi di autismo nelle loro comunità.
E sapete chi ce lo conferma?
Il dottor Kevin Strauss, pediatra al CSC (Clinic for special Childrens) che si occupa proprio di assistenza a bambini con malattie rare delle comunità Amish: "L'idea che gli Amish non vaccinino i propri figli è falsa. Abbiamo un turno di vaccinazioni a settimana ed è sempre molto impegnato". Strauss ammette che la percentuale di vaccinazione tra gli Amish è più bassa rispetto alla media della popolazione statunitense ma le vaccinazioni si fanno anche tra gli esponenti della comunità e chiunque dica il contrario dice il falso.
E' invece un dato di fatto che in Ohio tra il 1990 ed il 1991 si è sviluppata un'epidemia di rosolia: il 99% degli individui infetti erano Amish non vaccinati.

E' quindi assolutamente strumentale l'affermazione che tra gli Amish non esistano casi di autismo com'è falso che non esistono vaccinazioni. Portare questa come "prova" di connessione tra vaccinazioni ed autismo è quindi assolutamente fuorviante.

Un'altra delle conclusioni che dovrebbero porre fine definitivamente alla presunta correlazione tra mercurio contenuto nei vaccini ed autismo è l'evidenza che nonostante l'eliminazione di questi composti dai vaccini di tutto il mondo, l'incidenza di autismo è in salita. Il dato è palese, c'è poco da discutere e servirebbe davvero a mettere la parola fine a questa folle idea ma chi ne è convinto non cambia opinione, c'è poco da fare.
Vogliamo vedere assieme qualche dato?
Gli antivaccinisti mostrano spesso una tabella, quella riguardante uno studio californiano nel quale sembrerebbe correlato l'aumento dell'esposizione al mercurio dei vaccini con l'aumento dell'incidenza dell'autismo.

In effetti sembra evidente: aumenta l'esposizione al mercurio ed aumenta l'incidenza dell'autismo. Le statistiche però (e le tabelle) vanno lette bene e questa, presentata così come fanno gli antivaccinisti, è solo una trappola.
La tabella non è falsa nè manipolata ma ha molti punti deboli. Lo studio non è rigoroso e quell'aumento dell'incidenza dell'autismo è "forzatamente" collegato al mercurio nei vaccini, non vengono analizzati altri fattori e soprattutto nessuno vi mostrerà mai quello che è successo DOPO la rimozione del Thimerosal dai vaccini.
Lo ha studiato un medico californiano Robert Schechter


L'incidenza di autismo aumenta continuamente. Aumenta nonostante ormai da anni il Thimerosal non è più contenuto nei vaccini pediatrici degli USA. Antivaccinisti quindi beccati a bluffare e smentiti.
E' del 1999 la direttiva che prevedeva di eliminare il mercurio dai vaccini negli Stati Uniti e dal 2001 non esiste traccia di mercurio nei vaccini statunitensi (tranne in quello antiepatite, del quale ancora esistono lotti con Thimerosal): nonostante questo dal 2001 in poi (ed oggi continua questo trend) non si è assistito a nessuna diminuzione dell'incidenza di autismo ma ad un continuo aumento.
E negli altri stati? Stessa situazione.
Per esempio quella svedese che già dal 1979 ha iniziato a diminuire l'esposizione al Thimerosal dei bambini da vaccinare. Il governo sanitario svedese ha allora fornito i dati riguardanti proprio le quantità di Thimerosal alle quali erano stati esposti i bambini dai 2 ai 10 anni (dal 1980 al 1996) ed una ricerca scientifica (non rigorosissima, ma indicativa) li ha paragonati ai dati sull'incidenza dell'autismo, sempre in Svezia in quegli anni:


Diminuisce l'esposizione al mercurio dei vaccini mentre aumenta l'incidenza di autismo.
Ma vediamo i dati in Danimarca (dal 1981 al 2000) succede la stessa cosa, casi di autismo in aumento costante quando il Thiomersal veniva utilizzato nei vaccini, casi sempre in aumento da quando il Thiomersal non è più utilizzato:


Lo studio che ha realizzato questi grafici era nato proprio per controllare se l'evenienza che il mercurio dei vaccini potesse causare l'autismo avesse una plausibilità, anche in seguito all'osservazione dei dati californiani, quelli della prima tabella. Come per lo studio californiano anche quello svedese è "debole" non scientificamente irreprensibile ma dimostrativo e serve per far capire che i dati non vanno assolutamente nella direzione che pubblicizzano gli antivaccinisti.
Ma se l'evidenza dimostra inequivocabilmente che tra vaccino ed autismo non c'è nessuna correlazione lo stesso mostrano gli studi scientifici realizzati in tutto il mondo.

Non esiste una sola prova che colleghi in maniera credibile l'autismo ai vaccini.

In Finlandia è stato realizzato uno studio su 14 anni di vaccinazione antimorbillosa (3 milioni di dosi!) che ha concluso inequivocabilmente nello stesso modo di tutti gli altri studi: nessun caso di autismo.
Alla stessa conclusione di tutti gli altri studi è giunta la ricerca svedese di Madsen, nel 2003: nessuna correlazione tra vaccini contenenti Thimerosal ed aumento dei casi di autismo. L'intero studio è qui e quella che segue è la tabella che schematizza i risultati dell'indagine:

Come si vede nella tabella, nel 1992 fu interrotta la somministrazione di vaccini contenenti Thimerosal (è la linea verticale) ma i casi aumentano esponenzialmente, per tutte le classi d'età esaminate. Nonostante non sembrano servire altre prove per smentire questo nesso, le ricerche continuano.

Per tutta questa mole infinita di studi che negano che il mercurio dei vaccini (in particolare quello MMR, trivalente, è da questo che è iniziata la fobia) ha tirato le somme la revisione della Cochrane (è un centro di studi scientifici e statistici indipendente che effettua periodiche revisioni degli studi esistenti su un argomento) che ha concluso con ampio margine di certezza che non vi sono prove di un nesso tra autismo (ed altre malattie) e vaccini (MMR, nel caso specifico).

Ma a chi grida al complotto non basterà mai nulla. Nessuno studio, nessuna dimostrazione, nessuna evidenza: sono convinti e lo rimarranno.
Nemmeno l'ultimo ed attesissimo studio sull'argomento che presto sarà pubblicato su Pediatrics, rivista scientifica di punta: nessun collegamento tra l'esposizione a vaccini contenenti Thimerosal in epoca prenatale ed infantile ed autismo, disturbi dello spettro autistico e regressione autistica. Un risultato eclatante che serve a chi cerca informazioni reali e ponderate.
Non a chi crede per fede.
Per questo motivo è praticamente inutile tentare una discussione con i più plagiati, quando smonterete le loro convinzioni una ad una: prima divagheranno, poi faranno appello a  valutazioni soggettive e quando chiederete dati certi cominceranno ad attaccarvi arrivando pure all'insulto ed alle minacce, come se debbano proteggere un credo dagli attacchi esterni (gli insulti e le minacce che ho ricevuto questa settimana dopo la pubblicazione del primo articolo sull'autismo hanno superato tutte quelle che ho ricevuto in due anni di blog, incredibile).

Eppure basterebbe poco. Se queste persone puntassero alla salute dei propri cari approfondirebbero senza sosta invece di fermarsi alle stupidaggini dei catastrofisti o creare dei gruppi che fanno tifo da stadio. Si assiste spesso anche a "lotte intestine" assurde: chi sostiene che il mercurio sia causa dell'autismo si divide in sottogruppi, coloro che puntano il dito sul mercurio dei vaccini e coloro che lo fanno con il mercurio delle amalgame dentali ed ognuno di questi si divide ancora, in una miriade di "correnti" inutili, senza scopo e che servono solo a chi da tutto questo ci guadagna (soldi).

Conosco personalmente alcune coppie con un figlio autistico, quella convinta della validità del teorema dei vaccini ha una barriera indistruttibile contro ogni "invasione" esterna che metta in dubbio le proprie convinzioni.
Una di queste coppie venne da me (alla fine del 2005) per una visita alla figlia autistica che aveva importanti irregolarità del ciclo mestruale a 19 anni. Ero ancora completamente estraneo agli argomenti complottistici ed alternativi, dei quali avevo solo un'idea generale e quindi questo tipo di comportamenti mi risultavano sorprendenti.
La ragazza entrò in silenzio, aveva un'aspetto fisico normale, certamente molto magra ma senza particolari segni di disagio e non disse una parola, per lei parlavano i genitori che la introdussero come una "ragazza malata con gravissimi problemi psicologici" e già questo approccio mi colpì molto. Nell'immediato mi chiesi: sembra una ragazza normale, se i genitori la definiscono pubblicamente come "gravemente malata" non l'aiutano di certo.

Lei era come detto particolarmente magra e quando chiesi se la sua dieta fosse adeguata all'età mi risposero che per motivi terapeutici la ragazza seguiva una dieta particolare. Mi elencarono una serie di alimenti che lei non poteva assumere (secondo questa dieta che era stata prescritta da un medico antivaccinista, venni a sapere poi). Talmente lunga la lista degli alimenti proibiti (dal pane alla pasta, il latte, carni rosse, pesce, dolci, zucchero, glutine e tutto ciò che conteneva questi alimenti) che chiesi spontaneamente cosa avesse mangiato il giorno prima: un insalata e due pomodori con un po' di sale (in realtà non ricordo esattamente gli alimenti ma corrispondevano ad una cosa del genere). Ma era stato uno strappo alla regola in quanto i pomodori non erano "biologici" e quindi non dovevano essere somministrati.

Chiesi allora se questa dieta (che seguivano da 4 anni) aveva dato dei benefici: tantissimi a loro dire.

Proseguendo con la mia visita mi concentrai sul problema ginecologico ed arrivai alla conclusione che fosse comunque legato a malnutrizione.
Il problema autistico invece non era per nulla molto grave anzi, lasciava prevedere larghissimi margini di miglioramento: questo dicevano tutti i pareri di chi l'aveva vista tranne uno, il medico antivaccinista che le propose la dieta ferrea ed una terapia a base di estratti non meglio precisati. Per lui la ragazza era grave, la sua "malattia" era causata da intossicazione da metalli pesanti causata dalle vaccinazioni (diagnosticata con un esame delle urine) e solo una particolare terapia (da lui prescritta) avrebbe migliorato il suo stato.

Invitai questi genitori a rivedere le loro posizioni, a diminuire almeno le ristrettezze della dieta ma rifiutarono, dissero che era molto più importante la salute della loro figlia piuttosto che il ciclo mestruale.
Cercai di far capire che oltre al problema ginecologico quello stato era molto pericoloso per la salute fisica e psichica della ragazza che era vistosamente debole e sofferente. Lei continuava a non parlare, sembrava annoiata ma le espressioni del volto dell'individuo autistico non sono sempre comprensibili ed ebbi difficoltà a comprenderne i pensieri. I genitori furono irremovibili, anzi dissero che "noi dottori diciamo sempre la stessa cosa" e cominciarono a mostrarsi infastiditi dalle mie insistenze.
Consigliai allora di rivolgersi ad un centro di riabilitazione che avrebbe seguito la ragazza da tutti i punti di vista, psicomotorio ma anche dietologico e medico se necessario, almeno una prova, se fosse andata bene avrebbero continuato. Cercai di strappare la promessa di farla seguire dal centro e mi dissero che avrebbero fatto un tentativo anche se non li vidi proprio entusiasti.

Rividi la ragazza dopo due anni circa.
Appariva migliorata, sicuramente dal punto di vista fisico, stavolta era senza genitori e con il suo ragazzo di allora.
Il ciclo si era sistemato perchè aveva seguito di nascosto dai genitori il mio consiglio: mangiare meglio ed un po' di tutto su consiglio e programma del centro che avevo indicato (centro pubblico dell'USL dove lavoravo).
Era arrivata ad un peso forma accettabile.
Migliorò tantissimo i sintomi dell'autismo (così scrissero in una relazione i medici del centro e così appariva durante il nostro incontro), quelli ginecologici e trovò pure un fidanzato. Presto inoltre avrebbe conseguito il diploma di infermiera professionale.
Mi disse poco in effetti era imbarazzata, ma la ritrovai rinata e tanto mi bastò per esserne contento.
I suoi genitori li ho rivisti da poco ma non mi hanno nemmeno salutato, probabilmente non si ricordavano di me e va bene così.

Tra le varie falsità messe in giro da chi rema contro la scienza c'è quella che l'autismo avrebbe gli stessi sintomi dell'intossicazione da mercurio e questa sarebbe un'ulteriore prova della connessione tra i vaccini e la malattia. Spendo poche parole perchè i sintomi delle due condizioni sono assolutamente differenti e basterebbe chiedere ad un neurologo per confermarlo.
C'è da ricordare poi che il mercurio contenuto nei vaccini non ha nulla a che vedere con il mercurio che provoca intossicazioni acute. E' un suo derivato che si metabolizza molto più velocemente, che viene espulso in poche ore e che anche in quantità migliaia di volte maggiori di quelle contenute nei vaccini non ha mai provocato danni nemmeno fetali e nemmeno lievi.
Parlare di mercurio nei vaccini come del composto tossico che tutti conosciamo è fondamentalmente scorretto. Sarebbe come discutere del pericolo dell'idrogeno per sostenere la tossicità dell'acqua.
Altro particolare che molti ignorano è che la forma davvero pericolosa del mercurio (che ripeto non è quella contenuta nei vaccini) è presente non solo in tutto l'ambiente che ci circonda ma anche negli alimenti che mangiamo. Un esempio per tutti è il pesce. Più la specie ittica è in alto nella catena alimentare più è alto il suo contenuto in mercurio (di quello davvero tossico e soprattutto velenoso per accumulo), tanto che una dieta a base di solo pesce è sconsigliata per l'alto rischio di tossicità. Oggi non esiste pesce fresco o conservato che non contenga mercurio. Qualcuno ha per caso imbastito battaglie o manifestazioni per il bando del pesce dalle nostre tavole?
E se io affermassi che potrebbe essere il mercurio ingerito durante la gravidanza con la normale alimentazione a causare l'autismo nei bambini? Direi qualcosa di totalmente campato in aria?
No. Probabilmente molto più credibile della teoria dei vaccini, sarebbe sempre da dimostrare e soprattutto da studiare perchè non tutti i neonati rimarrebbero danneggiati dall'alimentazione. Se puntassi sull'inquinamento? Lo trovate un argomento implausibile? Perchè oggi i nostri neonati sono "immersi" nelle sostanze tossiche, quotidianamente, continuamente, è da dimostrare ma non mi sembra che la possibilità che l'inquinamento atmosferico possa causare una patologia sia assolutamente da scartare. Le due teorie sono infatti studiate da tempo. Riflettete perchè certa gente però batte sempre e solo sui vaccini.

Qualcuno mi ha scritto che la mia "difesa" dei vaccini è troppo di parte. Se una persona riceve vaccini o no, io non perdo e non guadagno nemmeno un euro. Ma ci tengo a far notare che non mi baso su "idee" personali o intuizioni di fantasia ma su dati che io, per dovere di medico devo conoscere e studiare. Lascio poi intuire a chi legge il mio "dovere" di padre, visto che anche io ho un figlio e che se avessi avuto dubbi sulle vaccinazioni non lo avrei certo sottoposto a quelle obbligatorie (più quella per il meningococco) come è successo. Quello che scrivo qui dunque, è quello che penso e pratico nella mia vita. Se escludo ogni possibilità che i vaccini possano causare l'autismo in qualsiasi modo? Assolutamente no, sarebbe in contrasto al mio essere uomo di scienza ma anche al buon senso, ma fino ad oggi ho tantissime prove schiaccianti contro e nessuna prova nemmeno opinabile a favore del nesso autismo-vaccini.

Anche nel mio caso quindi il complotto è poco credibile a meno di immaginare che gli "uomini in nero" siano riusciti a farsi volere più bene di quanto ne voglia a mio figlio.

Quanto detto sopra di personale spero serva a dare una scossa a chi sta vivendo il sonno della ragione. Se non volete vaccinare i vostri figli e siete informati e convinti delle vostre idee, non fatelo. Ma diffidate, e ve lo dico con tutto il cuore, da chi vi propone idee distorte e false: non sono persone che si basano su riscontri reali ma hanno avuto un'idea mai dimostrata e l'hanno resa pubblica, sono degli avvoltoi, garantito.

Possiamo cominciare quindi a tracciare dei punti fermi. La scienza esclude la correlazione tra autismo e vaccini. Esiste chi invece sostiene il contrario.
Bene.
Chi lo pensa e vuole dimostrarlo agli altri porti dei dati forti, ineccepibili e inequivocabili, se la correlazione è così evidente non dovrebbe essere difficile, altrimenti taccia.
Chi è indeciso o dubbioso si informi pure da queste "fonti dissenzienti" e chieda prove, studi, dati fermi, non "copia-incolla" o supposizioni o strani calcoli e giri di parole, chieda dati chiari ed evidenti.
Nessuno (nemmeno la scienza) può fornire una certezza al 100% ma la scienza almeno ci offre delle possibilità di documentazione e riflessione, la pseudoscienza nemmeno quello, pretende di essere creduta per fede.

Mi auguro proprio questo, che chi ha a cuore la salute di una persona cara e quindi preferisce approfondire per comprendere, non cada nelle grinfie di falsi profeti ma faccia un cammino libero da pregiudizi e che tende a scoprire come stanno davvero le cose e non a trovare per forza un colpevole del loro problema.
Solo così si andrà tutti con lo stesso interesse nella stessa direzione.

Il prossimo articolo parlerà dei trattamenti alternativi e pseudoscientifici dell'autismo e di come questi non solo non diano risultati ma diventano anche un pericolo per la salute di chi li usa.

Alla prossima.

195 commenti:

  1. Wow, 15 minuti per leggere tutto, non so quanti per arrivare a scrivere...
    Complimenti per l'enorme lavoro che stai svolgendo.

    Quante mail minatorie ti arriveranno ora?

    RispondiElimina
  2. Purtroppo non ho mai avuto figli (e ormai alla mia età la vedo dura) ma comunque grazie delle indicazioni che ci dai, che a me personalmente sono estremamente utili a livello sportivo in quanto dirigente di una società di canottaggio. Abbiamo nella nostra società anche una sezione di "special rowing" dedicata a chi ha disagi psichici tra i quali si include anche l'autismo, quindi ogni lettura sull'argomento mi facilita il dialogo con i parenti e i genitori di questi ragazzi.

    RispondiElimina
  3. Per mia natura reagirei molto selvaggiamente agli insulti, per questo sarei un pessimo medico. Ammiro la tua pazienza.

    Avrei tante domande da fare agli antivaccinisti, ma vedo che tutte le risposte sono in questi articoli e in quelli che pubblicherai in futuro.

    RispondiElimina
  4. Il confronto tra individui vaccinati con o senza Thimerosal convince anche me sulla mancanza di un nesso tra il Themerosal e l'autismo. In ogni caso quell'incremento c'è ed è piazzato in un intorno (sbaglio?) dell'introduzione del vaccino MMR. Non per essere sempre diffidente ma una domanda mi sorge spontanea è se fosse qualche altro composto contenuto nel vaccino MMR? Anche l'articolo su Pediatrics in fondo si concentra solo ed esclusivamente sul Thimerosal. Come dici tu stesso in riferimento a certi articoli "l'incidenza dell'autismo è "forzatamente" collegato al mercurio nei vaccini, non vengono analizzati altri fattori" questi fattori esterni o interni non potrebbero essere altre sostanze contenuto nel vaccino? Esiste una studio altrettanto vasto come quello su Pediatrics che confronta individui con autismo vaccinati con MMR e non?

    Per quanto riguarda la base genetica dell'autismo c'è una domanda che ti avevo formulato nel post precedente. Se la causa è un disturbo genetico come è possibile che questo disturbo sia stato a partire dagli anni recenti così repentino e sopratutto distribuito in individui così distanti tra di loro? Parlando di fattori esterni qualcuno ha mai preso in considerazione il disastro di Cernobyl avvenuto nel 1986 e che coincide più o meno con l'introduzione del vaccino MMR? In effetti i paesi scandinavi furono quelli più colpiti.

    Infine hai trovato dati sulla frequenza dell'autismo in Italia? Io in rete non sono riuscito a trovare nulla.

    RispondiElimina
  5. una domanda mi sorge spontanea è se fosse qualche altro composto contenuto nel vaccino MMR?

    Le ipotesi sono tutte degne di considerazione ma poi devono essere verificate. Gli studi non riguardano solo il Thimerosal ma anche i vaccini in generale e quello MMR in particolare. Non è mai apparsa una correlazione, almeno sospetta, se per studiare l'esposizione al Thimerosal si usa il vaccino MMR e questo non ha correlazione con l'autismo, siamo sufficientemente certi che nemmeno gli altri componenti abbiano correlazione. Consideriamo pure che i vaccini hanno tutti una formulazione simile (negli eccipienti, conservanti, antibatterici, eccetera) quindi gli studi sull'MMR sono estensibili quasi tutti al resto dei vaccini.

    questi fattori esterni o interni non potrebbero essere altre sostanze contenuto nel vaccino?

    Certo, potrebbero ma se ci rifletti "tutto" potrebbe essere correlato, anche fenomeni insospettabili (ho accennato alle onde elettromagnetiche o agli inquinanti industriali) ma da qualche punto devi partire. A mio parere i vaccini a questo punto sono quasi del tutto studiati (impossibile dirlo con certezza) e quindi bisogna concentrarsi su altre cause possibili.

    Esiste una studio altrettanto vasto come quello su Pediatrics che confronta individui con autismo vaccinati con MMR e non?

    Difficilissimo che esista, gli individui non vaccinati sono una minoranza ristrettissima (e poi da questi dovremmo estrarre quelli autistici, mettiamo l'1%) ed i campioni quindi sarebbero troppo piccoli.

    Se la causa è un disturbo genetico come è possibile che questo disturbo sia stato a partire dagli anni recenti così repentino e sopratutto distribuito in individui così distanti tra di loro?

    Perchè i geni coinvolti sono tanti e lo sono anche in maniera diversa. Un solo gene difettoso può causare un problema evidente e grave. Più o meno quello che succede con il cancro. Perchè due tipi di cancro colpiscono in maniera differente due organi diversi e distanti tra loro? Perchè originano da un difetto genetico diverso.
    Che poi tutti siano racchiusi nel termine "cancro" o in questo caso "autismo" è una cosa differente.
    Perchè essere appartenenti alla specie umana sono uguali ma con differenze finissime (costituzione, colore degli occhi, voce...) che li fanno apparire differenti tra loro? Perchè hanno geni che si esprimono in maniera differente.
    C'è da dire anche che non è ancora chiaro se il difetto genetico "causi" l'autismo o "causi" per esempio suscettibilità ad una sostanza (inquinante? Alimentare?) che poi provoca i disturbi autistici e per capirlo mi sa che serviranno tanti anni di prove.

    Parlando di fattori esterni qualcuno ha mai preso in considerazione il disastro di Cernobyl avvenuto nel 1986

    Non credo. Non vi è il sospetto che la radioattività possa causare problemi di tipo autistico.

    hai trovato dati sulla frequenza dell'autismo in Italia?

    C'era un'indagine Eurispes sull'incidenza dell'autismo (mi pare del 2008) che dava numeri molto più bassi rispetto a quelli mondiali ma la stima fu definita troppo "ottimista" (mi pare dello 0,1%), credo ci si possa attestare su valori solo lievemente più bassi delle percentuali statunitensi.

    RispondiElimina
  6. salve

    cosa ne pensa del fatto che in italia i vaccini obbligatori sono 4 ma e' solitamente offerta l'esavelente ?
    E del fatto che per la comunita europea i vaccini devono essere facoltativi dal 2011 e l'italia non sta apparentemente facendo niente a riguardo ( tranne qualche regione ) ?

    grazie

    RispondiElimina
  7. Complimenti per l'articolo.
    Quando arrivi a parlare dei reali sintomi dell'intossicazione da mercurio (o metilmercurio), dici semplicemente che sono diversi da quelli dell'autismo.
    Secondo me è interessante elencarli brevemente.
    Tratto da Wikipedia:

    Sintomi iniziali:

    Polmonite, insufficienza respiratoria, edema polmonare, fibrosi, polineuropatia e anche desquamazione dell'epitelio bronchiale.

    Sintomi tardivi:

    Tramite continua inalazione: eretismo, tremore, perdita della memoria, insonnia, delirio.
    Tramite continua ingestione: ematemesi, dolore addominale, collasso cardiocircolatorio.

    Inoltre causa la malattia di Minamata, i cui sintomi sono atassia, parestesie alle mani e ai piedi, generale debolezza dei muscoli, indebolimento del campo visivo, danni all'udito e difficoltà nell'articolare le parole. In casi estremi porta a disordine mentale, paralisi, coma e morte nel giro di alcune settimane dai primi sintomi.

    RispondiElimina
  8. Difficilissimo che esista, gli individui non vaccinati sono una minoranza ristrettissima (e poi da questi dovremmo estrarre quelli autistici, mettiamo l'1%) ed i campioni quindi sarebbero troppo piccoli.

    Ma mica tanto. Se consideriamo che il vaccino MMR è stato introdotto verso la fine degli anni 80 e che la sua diffusione non è stata immediata ricercare queste persone oggi e vedere se hanno sviluppato delle sindrome autistiche non sarebbe "difficile". Stiamo parlando di persone poco più che 30enni. Io credo che questa sarebbe la smoking-gun dei vaccinisti.

    RispondiElimina
  9. ricercare queste persone oggi e vedere se hanno sviluppato delle sindrome autistiche non sarebbe "difficile"

    Lo studio del NHS sulle classi di età colpite da autismo dovrebbe mostrare qualcosa del genere, se l'incidenza è simile per ogni gruppo, l'aumento non è "recente" ma riguarda tutte le età, quindi tutte le epoche ma come vedi i campioni sono piccoli.

    E poi guarda che già viste le evidenze gli antivaccinisti cominciano a parlare di pericolosità dei vaccini in generale non solo del MMR (per chi non lo sapesse MMR sta per vaccino per il morbillo, pertosse, rosolia). Un lavoro sicuramente gravoso come quello che risultato avrebbe? Dopo tutte le ricerche in proposito non è che gli antivaccinisti si siano ridimensionati, anzi, ne trovano sempre una nuova. Ormai si sta assistendo ad una caccia alle streghe inaccettabile. Pur di "dare la colpa" a qualcuno riguardo all'autismo, si leggono cose rivoltanti.
    C'è chi dice che l'autismo è causato dal latte (dal latte che beviamo ogni giorno) o dalle scie degli aerei o persino da non meglio definite entità aliene che puntano al controllo della mente dei terrestri. Bisogna mantenere i piedi per terra o perderemmo tempo, soldi e cervelli per rincorrere le ipotesi più assurde.

    Se poi vogliono farla gli antivaccinisti la ricerca ben venga e sarebbe forse loro interesse a questo punto.

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Questo post dimostra ancora una volta le difficoltà che si hanno nell'interpretazione dei dati clinici, e come si debba sempre procedere con estrema cautela prima di sparare corbellerie pericolose.
    Senza voler mancare di rispetto all'argomento, mi permetto di osservare come certe correlazioni forzate ricordino il dogma secondo il quale il riscaldamento globale è dovuto alla diminuzione del numero di pirati.
    (dogma cui peraltro io credo fermamente :) )

    Piccola nota sul testo:
    anche in seguito all'osservazione dell'osservazione avvenuta in California
    Questa frase è proprio brutta a leggersi!

    RispondiElimina
  12. Questo post dimostra ancora una volta le difficoltà che si hanno nell'interpretazione dei dati clinici

    I dati sono sempre difficili (e delicati) da interpretare, in un senso come nell'altro, alcuni "accorgimenti" li rendono più attendibili ma è anche la ripetibilità di una conclusione che ne fa qualcosa di molto vicino alla certezza che in argomento scientifico però non si ottiene praticamente mai.

    Questa frase è proprio brutta a leggersi!

    Mamma mia, fa schifo più che altro, probabilmente ero in dormiveglia quando l'ho scritta.
    Correggo, grazie.

    RispondiElimina
  13. http://www.cbsnews.com/8301-31727_162-20015982-10391695.html

    RispondiElimina
  14. cosa ne pensa del fatto che in italia i vaccini obbligatori sono 4 ma e' solitamente offerta l'esavelente ?
    E del fatto che per la comunita europea i vaccini devono essere facoltativi dal 2011 e l'italia non sta apparentemente facendo niente a riguardo ( tranne qualche regione ) ?


    L'esavalente è la possibilità di evitare 6 iniezioni facendone solo una. L'obbligo di vaccinazione non dovrebbe essere visto come una chiamata al patibolo ma come un atto consapevole di protezione della comunità e quindi del singolo.

    In Italia l'obbligatorietà dei vaccini molto probabilmente sparirà presto (gradualmente) ma è difficile dire in quanto tempo visto che i continui spostamenti di popolazione potrebbero causare ritorni pericolosi di malattie importanti (vedi poliomielite).

    RispondiElimina
  15. (vedi poliomelite)

    Di nuovo con questa storia della polio da importazione. Ho letto con molto interesse i tuoi post sull'autismo e questo commento potevi evitarlo. Che intendi per vedi poliomelite???

    Sono circa 20 anni che l'Italia e l'Europa è investita da un flusso migratorio massiccio dai paese africani e dai paesi dell'Est senza che nessuno ci abbia mai portato la polio. Neanche dalla vicina Albania! Questa è la classica teoria portata avanti da ogni pediatra per spaventare i genitori. Ma secondo te, e ti prego di essere onesto con te stesso, un ipotetico malato di polio che parte dall'Africa per tentare con ogni mezzo di arrivare in Europa sarebbe in grado di sopravvivere ad una viaggio così lungo e difficile come quello che intraprende ogni immigrato?

    E poi scusa per quale ragione dovrebbe portarci proprio la polio? Sfortunatamente per l'Africa ci sarebbe l'imbarazzo della scelta tra malaria, febbre gialla, colera, peste, etc...Dovremmo a questo punto vaccinarci per tutte queste malattie infettive?

    Infine sempre a proposito della polio ti segnalo anche una cosa interessante. Praticamente in Africa è quasi scomparsa. La polio è diffusa solo in 6 azioni(Afghanistan, Egitto, India, Niger, Nigeria, Pakistan). L'Egitto è un caso interessante perché la copertura vaccinale è vastissima. Da oltre 20 anni è superiore al 90% e da circa 10 anni arriva al 98%!! Nonostante questo non si riesce ad eradicare la polio. Probabilmente le teoria che basa l'eradicazione di una malattia anche sulle condizioni igienico-sanitarie non sono poi tanto campate per aria.

    In ogni caso complimenti per il post.

    RispondiElimina
  16. Che intendi per vedi poliomelite???

    Che i flussi migratori possono creare dei focolai di poliomielite anche in paesi dove la malattia è eradicata.

    Sono circa 20 anni che l'Italia e l'Europa è investita da un flusso migratorio massiccio dai paese africani e dai paesi dell'Est senza che nessuno ci abbia mai portato la polio. Neanche dalla vicina Albania!

    Nel 1982, 1984 e nel 1988 sono stati registrati in Italia, casi importati da India Libia ed Iran, il virus selvaggio esiste ancora in alcune zone del pianeta. Cos'è che trovi di così strano in queste notizie? La poliomielite, seppur ormai rara e limitata in alcuni paesi esiste ancora.

    Questa è la classica teoria portata avanti da ogni pediatra per spaventare i genitori.

    Scusami ma hai scritto una cavolata. Decisamente una cavolata.

    secondo te, e ti prego di essere onesto con te stesso, un ipotetico malato di polio che parte dall'Africa per tentare con ogni mezzo di arrivare in Europa sarebbe in grado di sopravvivere ad una viaggio così lungo e difficile come quello che intraprende ogni immigrato?

    Eh?
    Ma per te oggi gli unici individui che vanno e vengono da un continente all'altro sono poveri disperati nei barconi?
    Ma dove hai letto che la polio non può essere trasmessa da un viaggiatore europeo (commercianti, militari, turisti...) che si sposta in aereo o da un emigrante che arriva in nave?

    E poi scusa per quale ragione dovrebbe portarci proprio la polio? Sfortunatamente per l'Africa ci sarebbe l'imbarazzo della scelta tra malaria, febbre gialla, colera, peste, etc...Dovremmo a questo punto vaccinarci per tutte queste malattie infettive?

    La polio è una delle tante, per altre che elenchi non esistono nemmeno i vaccini, mi sembri un po' confuso. Esiste anche la lebbra e ci sono casi italiani recentissimi, il rischio di contrarre una malattia che ancora non è scomparsa è reale, più o meno basso, a volte molto improbabile ma non impossibile.
    Se proprio vuoi aver paura senza le parole del pediatra cerca Ebola e trema.
    Oppure informati sui casi di febbre del Nilo che colpiscono certe regioni del nord Italia, casi di poche settimane fa eh?

    Infine sempre a proposito della polio ti segnalo anche una cosa interessante. Praticamente in Africa è quasi scomparsa.

    Sì, quel "quasi" è molto interessante. Io ti segnalo che nel mondo (2008) sono stati segnalati 1665 casi con un aumento del 26% rispetto all'anno precedente. In Pakistan ed Afghanistan 127 casi di virus selvaggio nel 2009, in Tajikistan quest'anno fino a giugno (quindi in 6 mesi) si sono verificati 605 casi di paralisi flaccida da polio che è passata progressivamente dai bambini agli adulti ed i casi sono tanto in aumento da far ridiscutere lo stato di "polio free" in Europa.
    Ora che sei più informato probabilmente hai meno paura.

    Ah, grazie dei complimenti.

    RispondiElimina
  17. Nel 1982, 1984 e nel 1988 sono stati registrati in Italia...

    Esattamente. Sono passati 22 anni e 1 solo caso. Come dici spesso nelle tue risposte un caso è solo un caso e non costituisce una tendenza :-)

    La polio è una delle tante, per altre che elenchi non esistono nemmeno i vaccini, mi sembri un po' confuso

    Le ho elencato a caso. Non intendevo elencare necessariamente malattie per le quali esiste un vaccino. Volevo semplicemente dire che se ti spaventa la polio da importazione dovremmo spaventarci anche per tutto il resto. L'ebola certamente che mi fa paura ma non per questo chiudiamo le frontiere.

    Ma per te oggi gli unici individui che vanno e vengono da un continente all'altro sono poveri disperati nei barconi?

    Assolutamente no. Ma quanta gente viaggia nei paesi in cui è presente la polio senza fare i richiami? Magari persone di una certa età che hanno perso l'immunità e nonostante questo non la importano in Italia.

    Oppure informati sui casi di febbre del Nilo che colpiscono certe regioni del nord

    Anche qui...un caso è un caso e non rappresenta una tendenza.

    ti segnalo che nel mondo..
    Grazie mille non li conoscevo. Mi stai semplicemente aiutando nel dire che nei paesi poveri non è sufficiente avere coperture vaccinali anche del 98%. Probabilmente se avessimo importato depuratori, fognature ed educazione igienica avremmo da molto tempo "eradicato" la polio.

    A proposito non hai commentato il caso dell'Egitto. Gli anti-vaccinisti ci sguazzano con questo caso :-)

    RispondiElimina
  18. Esattamente. Sono passati 22 anni e 1 solo caso. Come dici spesso nelle tue risposte un caso è solo un caso e non costituisce una tendenza

    E chi ha parlato di tendenza.
    Sei tu che hai detto che la "polio da importazione" è "una storia che serve a spaventare".
    Non c'è nessuna tendenza, semplicemente è possibile che in un'epoca di spostamenti massicci qualche caso possa arrivare anche da noi. Così come sono le cose non dovrebbero esserci particolari problemi ma se come qualche ignorante vorrebbe, le percentuali di vaccinazione crollassero allora sì che dovremmo preoccuparsi, anche senza le parole del pediatra.

    E proprio perchè l'Europa è libera da polio da diversi anni che le maglie si sono allargate sulla vaccinazione, ma da qui a dire che la "polio da importazione" non esiste è una sciocchezza grossissima. Può capitare, anzi, E' capitato poco più di 20 anni fa e l'unico modo di evitarlo è essere protetti e sorvegliare (anzi il contrario, sorvegliare ed essere protetti).

    Volevo semplicemente dire che se ti spaventa la polio da importazione dovremmo spaventarci anche per tutto il resto.

    Hai voglia di spaventarti quando per una malattia (come l'ebola, ad esempio) non c'è rimedio. Per la polio c'è. A te la scelta.

    Ma quanta gente viaggia nei paesi in cui è presente la polio senza fare i richiami?

    Qui infatti stiamo discutendo del pericolo di abbassare la guardia. Non è automatico che chi viene dall'Afghanistan (anche in aereo) sia portatore di poliovirus ma in situazioni di normale sorveglianza e copertura vaccinale siamo relativamente sicuri che anche se lo fosse il pericolo di scatenare un focolaio epidemico è solo teorico.

    Anche qui...un caso è un caso e non rappresenta una tendenza.

    Un caso? Uno è stato quello letale, ma di casi ne sono stati registrati più di 30 che sono ben al di sotto di quelli reali (la maggioranza delle infezioni sono blande).
    Sono malattie che da noi non esistevano e che ora esistono, in questi casi le "condizioni igieniche migliorate" non funzionano e se ci fosse un vaccino...
    Comunque la sorveglianza è già bella attiva, le circolari negli ospedali io le leggo e se provieni da zone colpite da casi di febbre del Nilo (Ferrara, Bologna, Mantova, Rovigo, Reggio Emilia, Venezia e Modena) sei bello che contrassegnato come "possibile portatore" e quindi non puoi nemmeno donare sangue.
    ;)

    RispondiElimina
  19. Ah, il caso dell'Egitto, che poi ci sguazzano...

    L'egitto vedeva la polio come endemica. Da quattro (o cinque, non ricordo bene) anni non vi è un solo caso di polio da virus selvaggio e gli unici casi registrati derivano dalla vaccinazione. Il paese non è più nella lista di paesi endemici per la polio. Ed anche il Niger non è più nella lista, aggiornala.

    C'è poco da sguazzarci mi sa.
    ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Premessa, sono un profano per quanto riguarda la questione ma: "gli unici casi registrati derivano dalla vaccinazione".....non è molto rassicurante.....
      Buona Sera

      Elimina
    2. ma: "gli unici casi registrati derivano dalla vaccinazione".....non è molto rassicurante...

      Provo a rassicurarla spiegandole perché.
      Nelle epoche delle grandi epidemie di polio (migliaia di morti) la necessità era quella di vaccinare più persone possibili, velocemente e facilmente, così si usava il vaccino antipolio orale (si prendeva per bocca, una goccia di vaccino sopra uno zuccherino o un biscotto). Efficacissimo ma con un solo effetto collaterale, il virus era eliminato per via intestinale. Il problema era grande ma non troppo perché in una comunità tutta vaccinata, anche quel virus che circolava (nelle fogne ad esempio) non avrebbe infettato nessuno, in ogni caso, anche se fossero stati infettati alcuni bambini, in confronto alle epidemie, sarebbero stati numeri altamente inferiori (il rischio/beneficio, caposaldo della medicina).
      Quando i malati di polio cominciarono a diminuire si passò all'altro vaccino, quello via iniezione, meno "protettivo" ma più sicuro, c'era il tempo di organizzarsi, di vaccinare le persone con calma, c'era l'organizzazione (essendo un'iniezione serviva una piccola struttura sanitaria) e così via. Questo secondo vaccino non ha questo rischio. In Italia ad esempio, da anni si usa questo.

      In alcuni paesi poveri (o dove c'è la guerra o dove ci sono difficoltà a raggiungere le varie comunità che per esempio sono in zone anguste, difficili da raggiungere, ecc...), si preferisce usare il vecchio vaccino (quello orale, OPV) perché molto più pratico (fosse anche solo per il trasporto) e così si è riusciti a vaccinare bambini anche nelle zone più sperdute e nascoste del pianeta (ha presente l'Afghanistan?). Ottimo risultato se non che in un'epoca di quasi eliminazione della malattia, fa impressione che ci siano anche i pochi casi di malattia causata dal vaccino. Gradualmente anche in quei paesi (dove si può) si passerà alla forma iniettabile di vaccino.

      Saluti!

      Elimina
  20. Così come sono le cose non dovrebbero esserci particolari problemi ma se come qualche ignorante vorrebbe

    Guarda per essere chiaro non sto dicendo che le vaccinazioni siano inutili. Non sono un anti-vaccinista ma ritengo l'approccio della vaccinazione indiscriminata del secolo scorso anacronistica.

    Oggi continuiamo a vaccinare in maniera indiscriminata senza esami predittivi, senza una vaccinovigilanza funzionante, senza studi sugli effetti dei vaccini a medio e lungo termine. L'idea è esattamente quella di avere un prodotto da piazzare sul mercato e venderlo con buona pace di chi lo userà. Ma è mai possibile che nel 2000 dobbiamo ancora sostenere campagne di vaccinazione accollando sui bambini i rischi delle reazioni avverse? Non ha importanza se un bambino pesa 4kg oppure 10kg, se il suo sistema immunitario è in grado di rispondere adeguatamente ed in tempo ad un vaccino esavalente. L'unica cosa che continuiamo ancora ad usare è il rapporto rischio/beneficio. Se un bambino risponde al vaccino buon per lui se non risponde non era suo diritto stare sano su questo mondo...volendo estremizzare mi sa tanto di eugenetica. Allora mi chiedo. Perchè non iniziamo a tener conto della nostra situazione sociale, economica nonchè igienico-sanitaria e nutrizionale? E mai possibile che dobbiamo continuare a trattare l'immunologia come una scienza indipendente senza il supporto di efficaci e seri studi epidemiologici? In pratica per ogni vaccino scoperto la strategie resta sempre la stessa...vacciniamo il 95% della popolazione tanto i vantaggi saranno superiori ai rischi. Nel frattempo però abbiamo messo da parte domande fondamentali come ad esempio perchè un virus si comporta in modo differente a seconda delle popolazioni in esame. Perchè io non mi sono mai preso il morbillo? Perchè non ho mai saltato un giorno di scuola a causa della influenza (è vero)? Studiare la suscettibilità quando c'è malnutrizione, indigenza, mancanza di sanità e di igiene potrebbe essere una ulteriore chiave di lettura che potrebbe evitare reazioni avverse. Dire che nel morbillo 1 caso su 1000 può essere letale significa dire tutto e niente perchè dipende sempre da dove queste statistiche sono state tirate fuori ad esempio in Italia o in Egitto? Tutte queste cose in fondo le sappiamo perfettamente e le campagne di vaccinazione anti-polio hanno dimostrato che strategie identiche applicate in stati diversi hanno portato a risultati diversi.

    Credo che converrai con me che se potessimo assumere dei farmaci solo quando costretti potremmo in generale vivere meglio.

    RispondiElimina
  21. ritengo l'approccio della vaccinazione indiscriminata del secolo scorso anacronistica.

    Stai cambiando argomento...e saremmo pure OT, ma va bene...

    Oggi continuiamo a vaccinare in maniera indiscriminata senza esami predittivi, senza una vaccinovigilanza funzionante

    Tu che esami faresti fare prima della vaccinazione?
    Più del registro delle reazioni avverse e della farmacovigilanza, cosa faresti?

    dobbiamo ancora sostenere campagne di vaccinazione accollando sui bambini i rischi delle reazioni avverse?

    Anche non vaccinare accollerebbe ai bambini (e non solo) i rischi delle malattie e visto che si è notato che le reazioni avverse sono notevolmente più basse dei rischi di malattia, ci vacciniamo.

    Non ha importanza se un bambino pesa 4kg oppure 10kg, se il suo sistema immunitario è in grado di rispondere adeguatamente

    Un bambino di 6 mesi pesa circa 7 kg, se ne pesa 12 o 3 è malato e non viene vaccinato, perchè quindi dici che "non ha importanza"? Stai parlando per luoghi comuni. Ed il sistema immunitario perchè non dovrebbe rispondere adeguatamente? Un neonato appena nato viene invaso da batteri e funghi, se non avesse un sistema immunitario adeguato morirebbe e se non fosse immunologicamente pronto tutti i bambini contagiati dal morbillo o dalle altre malattie morirebbero, anche quello che vuole il vaccino come una "bomba" immunologica è un luogo comune. Siamo su questo pianeta perchè siamo adatti per viverci.

    il rapporto rischio/beneficio.[...]volendo estremizzare mi sa tanto di eugenetica.

    Questo rapporto ci ha permesso di arrivare a quasi 90 anni di vita media. Questo è ragionevole quindi, non ci sono tanti altri parametri per decidere un provvedimento utile alla comunità. Se il rischio nella cura di una malattia è troppo tanto vale lasciare ammalare i più deboli così si seleziona la razza più forte, se il rischio è basso aiutiamo i più deboli, siamo una razza intelligente e sociale.
    L'eugenetica è proprio nel primo caso, lascia che i più deboli (i più suscettibili alle malattie) muoiano.
    Ci ammaliamo più di cancro perchè viviamo di più e muoriamo di meno con le malattie, è un bilancio rischi benefici, se ci pensi. Potremmo lasciar morire chi viene colpito da peritonite o da un'infezione o chi si frattura un osso, molto probabilmente le morti per tumore avrebbero un decremento netto. Ma ci godremmo di meno questa vita.
    ...

    RispondiElimina
  22. ...
    Perchè non iniziamo a tener conto della nostra situazione sociale, economica nonchè igienico-sanitaria e nutrizionale?

    Che mi sembra ottima, migliorabile ma ottima.
    Oggi nei paesi evoluti mangiamo troppo, viviamo tanto, ci curiamo e siamo tanto sani da curare le malattie provocate dalla ricchezza, pensa un po'.
    I nostri avi morivano per fame, infezioni ed "usura". Per loro un paio di figli paralizzati dalla poliomielite erano considerati normali, come morire per una frattura o perdere 3-4 figli per il parto, erano eventi accettati perchè accadevano a tutti e tante volte.
    Oggi ci lamentiamo della chemioterapia che è tossica o dell'insulina che è un prodotto di Big Pharma, perchè persone con tumori penzolanti e trasudanti non ne incontriamo, nè vediamo quarantenni morire di diabete, discutiamo se sia giusto vaccinare perchè bimbi nel polmone d'acciaio non ne vediamo più e parliamo di eventi avversi ed eugenetica che possono suonare irrispettoso per centinaia di povere persone che hanno avuto la sfortuna di ammalarsi perchè nate in un'epoca meno "opulenta".

    Perchè non ho mai saltato un giorno di scuola a causa della influenza (è vero)?

    Perchè sei nato così. Altrimenti un atleta non dovrebbe mai morire per malattie cardiovascolari e Keith Richard dovrebbe essere morto da 40 anni.

    da dove queste statistiche sono state tirate fuori

    Nel mondo. Dire che 1 persona muoia di morbillo quando puoi proteggerti non dovrebbe essere permesso in un paese evoluto. Se poi accetti il rischio che tuo figlio possa morire di morbillo, non vaccinarlo. Consapevolmente però.

    RispondiElimina
  23. L'idea è esattamente quella di avere un prodotto da piazzare sul mercato e venderlo con buona pace di chi lo userà.

    Ancora con questa storia degli interessi economici, una costante nelle tesi anti-farmaci, questo ormai l'abbiamo capito alla grande. Quello che non capisco è come si faccia solo a pensare che per la medicina non siamo altro che dei contenitori dove buttare schifezze a pagamento giusto per. Ci sono milioni di modi per guadagnare gigantesche fortune avendone i mezzi (e i soldi delle case farmaceutiche credo che siano un ottimo capitale) senza per questo doversi sobbarcare del peso sulla coscienza di milioni di persone rovinate o uccise (ovviamente questo è quello che pensano i complottisti). A rigor di logica gli anti-farmacisti sono per la selezione naturale pura, come si usava nel medioevo, dove la maggior parte dei rimedi erano puri e semplici palliativi: o guarisci da solo o te ne vai al creatore. Ma le argomentazioni più forti degli antivaccinisti sono vere e proprie bugie, continuando a premere sul fatto che le vaccinazioni siano inutili e che siano addirittura dannose (i più estremi addirittura pensano siano intenzionalmente dannose), o che non esistano dei seri studi sulle reazioni avverse, sia a breve che a lungo termine.

    Tutto questo per dire che ieri parlavo con una mia amica che sta facendo le vaccinazioni alla figlia nata da poco, e che è stata accerchiata da una pletora di ignoranti che l'ha spaventata a morte sulle conseguenze gravi dei vaccini. Fonte "scientifica" le solite chiacchere da casalinghe con la terza media. Spero di averla tranquillizzata, e le ho consigliato per queste cose di affidarsi solo ed esclusivamente al suo pediatra e a persone competenti.

    RispondiElimina
  24. Tornando in topic sull'autismo, ieri mi danno una bellissima notizia, che mio nipote che non vedevo da un pò continua a fare progressi da gigante e risponde in maniera sempre più marcata agli stimoli esterni, e ho visto addirittura una foto dove sorride e saluta la macchina fotografica spontaneamente, una cosa che non gli avevamo mai visto fare: tutto questo senza stupidaggini complottiste o improbabili cure per eliminare mercurio inesistente dall'organismo, ma semplicemente tanta e costante riabilitazione da parte di personale specializzato che segue il bambino.

    RispondiElimina
  25. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  26. tutto questo senza stupidaggini complottiste o improbabili cure per eliminare mercurio inesistente dall'organismo, ma semplicemente tanta e costante riabilitazione da parte di personale specializzato che segue il bambino.

    Sono contento Grezzo.
    Ne ho visti tanti anche io migliorare in maniera incredibile con una buona e costante riabilitazione e sono queste le belle notizie.
    :)
    L'ho scritto nell'articolo e lo ripeto: se invece di perdere tempo e soldi per rincorrere illusioni inutili la gente si affidasse con fiducia a persone serie i passi avanti li farebbero più velocemente. Si dovrebbero chiedere più diritti assistenziali piuttosto che il bando dei vaccini.
    Ma il mondo è strano.

    RispondiElimina
  27. Stai cambiando argomento...
    Hai ragione ma volevo chiarire la mia posizione e sopratutto dire che non sono contrario ai vaccini ma esprimere i dubbi sulle politiche di vaccinazione attuali.

    Tu che esami faresti...
    Non ho la minima idea perchè non conosco i sistema immunitario. Ma è possibile che in oltre 1 secolo di vaccinazione non sappiamo neanche rispondere alla domanda perchè il vaccino su alcuni soggetti funziona e su altri no? Perchè uno si ammala ed un altro no?

    Anche non vaccinare accollerebbe ai bambini..
    Mi ripeto non ho mai detto che sono contro i vaccini. Se un vaccino è urgente posso anche comprendere che sia introdotto senza controlli approfonditi. Ma se lo stesso vaccino circola da 10 anni mi aspetterei che qualcuno dopo studi approfonditi mi sappia dire se per un individuo quel vaccino è efficace oppure no o in che percentuale provoca una reazione avversa. Dire ad un genitore qualcosa tipo "suo figlio ha un sistema immunitario di questo tipo ed una probabilità X di contrarre la malattia Y" potrebbe essere un modo più razionale di comunicare i pro ed i contro dei vaccini. Per il futuro si prevedono tanti altri vaccini. Pensi che i genitori saranno in grado di sostenerli psicologicamente? O che le famiglie si allontaneranno ulteriormente dalle pratiche vaccinali? Se non sbaglio negli Stati Uniti si arriva quasi a 40 vaccini richiami compresi.

    Ed il sistema immunitario perchè ...
    Il sistema immunitaria di un bambino matura pienamente verso i 10 anni. Ed in ogni caso dipende da bambino a bambino. E' sotto gli occhi di tutti che i bambini da piccoli si ammalano più frequentemente da adulti.

    Perchè sei nato così.
    Bella risposta scientifica! Potevi anche dire perchè il mio segno zodiacale è Leone. Spulci gli articoli per darti e dare delle risposte precise e poi mi liquidi così? Lo so bene che non c'è una risposta e che sappiamo troppo poco del sistema immunitario. Però posso suggerire una risposta. In un modo o nell'altro ho sempre assunto vitamina A ed è ben risaputo che la sua somministrazione può ridurre le complicanze e le morti associate con le infezioni da morbillo. Chissà che non mi abbia protetto in tutti questi anni. La mia sensazione è che questo genere di ricerche siano ormai in disuso perchè tanto oggi ci sono i vaccini.

    Se poi accetti...
    Mi piacerebbe accettare i rischi o i vantaggi dopo che studi epidemiologici si fossero espressi considerando tutte o quasi le variabili in gioco. Ma l'epidemiologia si è fermato alla sola teoria dell'immunità di gregge senza andare oltre. Sarei curioso di vedere un ipotetico vaccino per l'HIV anche per vedere quale principio di eradicazione l'OMS metterebbe in piedi. Non mi meraviglierebbe vedere applicato di nuovo la teoria del gregge.
    Solo recentemente trovo interessante una nuovo settore scientifico chiamato epidemiologia computazionale che intende fare previsioni sulla diffusione delle malattie mediante la simulazione di modelli attraverso calcoli massicci.

    Oggi nei paesi evoluti mangiamo troppo...
    Diciamo pure che c'è un benessere diffuso che ci porta a stare meglio. Possiamo a questo punto ipotizzare di "recuperare" delle ricerche che ci spieghino meglio per quale ragione i nostri avi erano più soggetti a malattie infettive? Possiamo trarre esperienza dal passato? Sappiamo bene che con l'acqua pulita ed i vaccini abbiamo eradicato molte malattie dall'Africa ma oggi si parla tanto anche di medicina personalizzata ovvero personalizzare le strategie terapeutiche attraverso la farmacogenomica. Bene iniziamo ad applicare questo principio ai vaccini e ad evitare reazioni avverse come sono accadute nel vaccino H1N1.
    Non capisco ti sembra tanto fuori dal mondo quello che sto dicendo?

    Ancora con questa storia degli interessi economici
    Sono il primo a dire che un vaccino ha dei costi che devono essere coperti.

    RispondiElimina
  28. Bella risposta scientifica! Potevi anche dire perchè il mio segno zodiacale è Leone. Spulci gli articoli per darti e dare delle risposte precise e poi mi liquidi così? Lo so bene che non c'è una risposta e che sappiamo troppo poco del sistema immunitario.

    E' la risposta più giusta, visto che ancora non siamo in grado di decifrare tutte le variabili le combinazioni genetiche che determinano un soggetto nella sua interezza.
    Invece di perdersi in elucubrazioni tanto assurde quanto improbabili, non resta che prendere atto che esistono soggetti più "forti" di altri.
    Un domani forse sapremo perchè, ma non sarà certo grazie ai ricottari con la licenza media presa per anzianità.
    E la vitamina A c'entra poco con l'immunità dalla morte, anzi, stai attento, a dosi elevate è epatotossica, perchè è liposolubile e si accumula nel parenchima epatico.

    Chissà che non mi abbia protetto in tutti questi anni. La mia sensazione è che questo genere di ricerche siano ormai in disuso perchè tanto oggi ci sono i vaccini.

    Bravo, ben detto, è proprio solo una tua sensazione.
    Senza dimostrazione scientifica, tale è e tale resta.
    E le ricerche vanno nella direzione giusta, stai tranquillo.
    Vanno nella direzione dove c'è qualcosa da trovare.

    Possiamo trarre esperienza dal passato? Sappiamo bene che con l'acqua pulita ed i vaccini abbiamo eradicato molte malattie dall'Africa

    Ah ma allora 'sti maledetti vaccini infami funzionano... :-)

    ma oggi si parla tanto anche di medicina personalizzata ovvero personalizzare le strategie terapeutiche attraverso la farmacogenomica.

    Ma come, prima parli di vitamina A e auspicheresti una ricerca in tal senso (o similari) e ora parli di terapie personalizzate e farmacogenomica... mah...
    Per la farmacogenomica è presto, molto presto, troppo presto.
    Prima cerchiamo di capire la genomica, poi forse potremo applicarla, ma ne ha da passare di acqua sotto i ponti.
    Pretendere ora risposte da una disciplina appena nata non ha senso, fa chic ma non serve.

    RispondiElimina
  29. Rilassatavi un attimo qui :-)

    Ecco qui l'oggetto del contendere dei mesi passati :-P

    RispondiElimina
  30. @Giuseppe: una piccola precisazione forse un po' OT. Parli di eradicazione di HIV, ma non sono mica tanto sicuro che possa esistere una cosa del genere. In generale, per eliminare un virus dalla faccia della terra come è stato per il vaiolo, ad esempio, è necessario che questo virus sia presente solo nella specie umana. HIV (e come esso moltissimi altri virus) è presente, in forme diverse e specie-specifiche, anche in altri animali, tanto che si pensa sia stata una zoonosi, all'inizio, contratta da SIV (HIV delle scimmie). Parlo in particolare di HIV, ma è un discorso generale: non è possibile eliminare moltissime malattie perché non sono confinate nel genere Homo, quindi i vaccini saranno utili, ma probabilmente casi sporadici di malattie "sconfitte" accadranno ancora.

    Giuliano (che ha dovuto cambiare nickname)

    RispondiElimina
  31. Bellissimo Epsilon, non lo conoscevo...
    ;)

    RispondiElimina
  32. Scusatemi una domanda molto OT rispetto al post e per certi versi fantascientifica. Esistono studi che mettono in relazione il DNA con la fisionomia di una persona? Cioè mi sono sempre chiesto se tra qualche secolo a partire da un frammento di DNA sarà possibile costruire il volto di un individuo :-)

    RispondiElimina
  33. Scusatemi una domanda molto OT rispetto al post

    L'apoteosi del fuori tema.

    mi sono sempre chiesto se tra qualche secolo a partire da un frammento di DNA sarà possibile costruire il volto di un individuo

    Mah, forse tra un paio di millenni...forse...
    Hai un gene che stabilisce il colore di ogni cellula di un tuo capello, poi ne hai un altro che ne stabilisce la lunghezza che può raggiungere, lo spessore, la struttura, poi un altro gene per la disposizione ed il verso. Questo per milioni di capelli e poi si passa alla pelle...
    Ammettiamo (non lo sappiamo ancora) che solo per i capelli sono coinvolti 2000 geni noi oggi ne conosciamo 2, tanto per farti una proporzione (sono numeri a caso).

    Se mai un giorno l'uomo riuscirà a conoscere ogni gene umano, capirne la funzione e riuscire a riprodurla nelle sue infinite variabili saremo davvero nel futuro ma a quel punto non so cosa saremmo capaci di fare.
    Se esisteremo.

    Discorso diverso se invece immaginiamo di poter conservare perfettamente un'intera cellula umana (l'intero suo patrimonio genetico) per poterla clonare tra 2000 anni. In pratica potremmo rinascere (come corpi, non come noi stessi) quando saranno presenti i nostri lontanissimi discendenti.

    Questo è possibile. Oggi.

    RispondiElimina
  34. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  35. @WeWee
    Grazie per aver risposto al mio OT. Ritorno ora sul discorso vaccini-autismo.

    Devo ammettere che questa storia vaccino-autismo è letteralmente un casino. Sono partito senza avere una opinione al riguardo pur essendo un diffidente nei confronti dei vaccini. Con molto interesse ho letto il tuo post ed in particolare l'articolo su Pediatrics. Nello stesso giorno iniziano ad uscire in rete, praticamente in tempo reale, commenti che demoliscono quello su Pediatrics con accuse riguardo a conflitti di interesse ed alle modalità con cui sono stati svolte le analisi dei dati. Insomma è un continuo rispondersi scaraventandosi addosso pubblicazioni scientifiche che smentiscono le precedenti, attaccare gli autori degli articoli, attaccare le metodologie, etc... E c'è da scommettere che non finirà qui.

    In tutto questo anche dal punto di vista politico la faccenda non è che sia gestita in maniera chiara e trasparente negli Stati Uniti dove il caso di Hanna Poling sta facendo salire la protesta. A tal proposito ma è normale che "in a single day she was given five inoculations covering a total of nine diseases: measles, mumps, rubella, polio, varicella, diphtheria, pertussis, tetanus, and Haemophilus influenzae"???????
    E' di questi giorni la notizia che la famiglia di Hannah Poling ha ricevuto 1.5M$ come risarcimento per il danno da vaccino (a proposito. A questo punto le associazioni che avevano presentato altri 5000 casi di sospetto autismo causato dai vaccini si sono incazzati (direi anche giustamente) perchè dicono come mai a lei si ed a noi no? Il disordine mitocondriale non potrebbe essere presente anche in altri casi? Anche dal punto di vista politico la faccenda non è chiusa.

    RispondiElimina
  36. Devo ammettere che questa storia vaccino-autismo è letteralmente un casino.

    Ehh, non siamo qui per caso...

    Insomma è un continuo rispondersi scaraventandosi addosso pubblicazioni scientifiche che smentiscono le precedenti, attaccare gli autori degli articoli, attaccare le metodologie, etc...

    Esiste la libertà di scelta e la ragionevolezza, sta a te scegliere di chi fidarti. Non si può vivere nella diffidenza dal mondo, quella è paranoia, bisogna affidarsi pienamente a chi crediamo più competente. Poi sarà il tempo a decidere.

    è normale che "in a single day she was given five inoculations covering a total of nine diseases: measles, mumps, rubella, polio, varicella, diphtheria, pertussis, tetanus, and Haemophilus influenzae"?

    Non conosco bene la situazione americana, può essere, controllerò.

    E' di questi giorni la notizia che la famiglia di Hannah Poling ha ricevuto 1.5M$ come risarcimento per il danno da vaccino

    Se è per questo in Italia una famiglia ha ricevuto un risarcimento per autismo provocato dal vaccino per la poliomielite, che è tutto dire. Ed il perito del giudice cura l'autismo con l'omeopatia, che è tutto dire.
    La scienza non si fa nei tribunali.

    Anche dal punto di vista politico la faccenda non è chiusa.

    La faccenda non sarà mai chiusa, c'è troppa gente che "tiene famiglia".
    ;)

    RispondiElimina
  37. La scienza non si fa nei tribunali.

    Ma mica tanto se poi alla fine il caso è riportato anche in letteratura. Ma anche in questo caso si è aperta una questione sul conflitto di interessi in quanto uno degli autori è il padre di Hanna.

    RispondiElimina
  38. Ma mica tanto se poi alla fine il caso è riportato anche in letteratura.

    Ma anche no se in letteratura non c'è alcun cenno al nesso con la vaccinazione (è solo citata come storia clinica) e poi questa è diventata *causa* del problema nella sentenza.
    ;)

    RispondiElimina
  39. "L'esavalente è la possibilità di evitare 6 iniezioni facendone solo una."

    io non criticavo il fatto di fare 6 iniezioni o 4 o una ma il fatto che dove c'e un OBBLIGO di 4 vaccini ne vengono offerti ( e a volte spacciati come obbligatori ) 6 .
    E se io volessi farne solo 4 seguendo la LEGGE ? Non dovrei avere gli stessi diritti di chi accetta i 6 ?

    -------------------------------------

    "In Italia l'obbligatorietà dei vaccini molto probabilmente sparirà presto (gradualmente)"

    anche qui io non critico il fatto che non sparirà, che ci sono i flussi migratori etc etc
    ma il fatto che se non ci adeguiamo alla normativa europea ( come in molti casi è successo ) e' molto probabile che come sempre si andrà incontro a multe che ovviamente toccherà pagare di tasca nostra.

    In tutto questo un conto e' cosa e' meglio e cosa e' peggio , un conto e' rispettare i diritti delle persone che credo debbano essere libere di fare le loro scelte e non pagare per interessi di altri.

    RispondiElimina
  40. E se io volessi farne solo 4 seguendo la LEGGE ? Non dovrei avere gli stessi diritti di chi accetta i 6 ?

    Certo, basta farlo presente. Nessuno può obbligarti ad un trattamento sanitario se non sei daccordo (tranne la tua incapacità di intendere con tanto di diagnosi medica, sindaco e forze dell'ordine a prelevarti).

    ma il fatto che se non ci adeguiamo alla normativa europea ( come in molti casi è successo ) e' molto probabile che come sempre si andrà incontro a multe che ovviamente toccherà pagare di tasca nostra.

    Paghiamo tante multe per norme europee non rispettate. Queste sono questioni politiche (e burocratiche) ed il fatto che non siano corrette credo cambi poco nella pratica.

    RispondiElimina
  41. Un mezzo OT (ma solo mezzo!):
    girando su siti e blog di antivaccinisti ho letto che incolpano anche lo squalene,che sarebbe presente come adiuvante in tantissimi vaccini (è vero?penso di sì).
    Ora, dai miei recenti ricordi di biochimica, so che lo squalene è semplicemente un intermediario della sintesi del colesterolo nel fegato!
    In che modo viene collegato all'insorgenza di patologie autoimmuni- e da alcuni persino all'autismo?
    Ha un senso la cosa, almeno un senso minimo?

    RispondiElimina
  42. lo squalene,che sarebbe presente come adiuvante in tantissimi vaccini (è vero?penso di sì)

    Sì, è presente in alcuni vaccini, anche se la "mania" si è diffusa a proposito di quelli anti influenzali dello scorso anno.

    so che lo squalene è semplicemente un intermediario della sintesi del colesterolo nel fegato!

    Già. E' inoltre presente in tracce anche sulla superficie del nostro corpo quindi qualsiasi cosa tocchiamo viene contaminata da squalene. E' contenuto anche nel nostro sudore. Lo producono molti altri esseri viventi.

    In che modo viene collegato all'insorgenza di patologie autoimmuni- e da alcuni persino all'autismo?


    Ne ho parlato quclche tempo fa nei mesi di "fobia" da vaccino anti influenzale.
    La fobia immotivata per lo squalene ebbe inizio da questo articolo: in alcuni soldati inviati al fronte durante la "Guerra del Golfo" furono riscontrati valori elevati di anticorpi antisqualene (ASA).
    Fu data la colpa ai vaccini perchè in alcuni lotti furono ritrovate tracce di squalene (poi giustificate con un errore di fabbricazione che aveva determinato contaminazione delle provette da parte di alcuni operai delle fabbriche farmaceutiche).
    In realtà il vaccino antiantrace NON conteneva squalene e livelli elevati di quegli anticorpi esistono anche in persone "comuni", soprattutto anziani, fu curioso anche il fatto che visto che solo alcuni lotti di vaccino contenevano tracce di squalene dovevano essere solo alcuni i soldati con ASA elevati, invece tutti quelli ammessi allo studio risultarono positivi. Il nesso quindi era inesistente.
    Sulle patologie autoimmuni, delle articolazioni in particolare tutto si basa su un'unica ricerca effettuata iniettando squalene in cavie predisposte all'artrite autommune e si vide che lo squalene la "scatenava". Anche in questo caso, oltre alla predisposizione delle cavie per la malattia, la dose era talmente elevata che si dovrebbero iniettare centinaia di vaccini in un uomo predisposto per favorire la malattia.

    Quella dello squalene fu un'altra bufala mandata in giro che ripetuta all'infinito è diventata una mezza verità.

    Ha un senso la cosa, almeno un senso minimo?

    Riguardo all'autismo non esiste nessun collegamento (in realtà è la prima volta che sento parlare di nesso tra squalene ed autismo, ma ormai qualsiasi cosa sembra buona per spargere il panico), per quanto riguarda le patologie autoimmuni il senso è quello che ho descritto sopra. Non ci sono particolari pericoli per le dosi contenute in alcuni vaccini.
    Chi ha fatto terrorismo era semplicemente disinformato.

    RispondiElimina
  43. Come immaginavo difatti :) grazie mille!
    Leggendo certi blog oltretutto si ha la netta impressione che chi scrive non sappia di cosa stia parlando.
    Ma nemmeno minimamente: non si tratta di scrivere pur non essendo esperti di medicina, ma proprio di nominare una sostanza e non avere idea di cosa sia,e non volersi nemmeno informare.
    E' piuttosto allarmante pensare a quanto sia facile diffondere voci false così.
    Ora torno allo studio di immunologia per l'imminente esame...e visto l'argomento è anche a tema! :D

    RispondiElimina
  44. Padre di bimbo autistico, in via di guarigione MOLTO RAPIDA grazie a dieta e detossificazione.
    Vaccini? Il mercurio non c'è solo nei vaccini.
    C'è anche nelle amalgame dentali, MOLTO diffuse. Qui non ne parla nessuno, quindi direi che c'è un po' di ignoranza in merito.
    Ma c'è anche nei fumi degli inceneritori.
    Mio figlio è risultato intossicato da mercurio in 2 esami differenti. Coincidenze?
    Anche la mamma è risultata intossicata da mercurio, da amalgame dentali.
    Perchè in italia sono ancora consentite?
    Perchè nel vaccino per l'H1N1 c'è il thimerosal?
    Chi ha detto che nei vaccini non c'è più mercurio?
    E se anche non ci fosse, ci sono alluminio, formaldeide e un sacco di altre schifezze.

    Prendiamo per esempio il morbillo.
    E' stata fatta una campagna provaccini da terroristi.
    Hanno preso il 2002 come anno di riferimento, anno in cui ci sono stati 6 morti. E hanno parlato del 2002 su tutti i volantini pro vaccino.
    Si sono dimenticati che in 12 anni ci sono stati solo 6 morti...
    E si sono dimenticati anche di dire che l'andamento del morbillo non va di pari passo con l'andamento delle vaccinazioni.
    http://blog.vita.it/pianetaonlus/2010/05/25/vaccino-anti-morbillo-alcuni-numeri-per-riflettere/

    "In Gran Bretagna, dove la copertura vaccinale non è mai scesa sotto l’80% dal 1996 al 2009 (toccando punte del 90%), i casi di morbillo sono passati dai circa 75 del 2005 ai 1350 del 2008. Dati che permettono di dubitare del rapporto diretto tra diffusione del vaccino e remissione della malattia. Stesso discorso per l’Italia: secondo il ministero della Sanità, da noi la copertura vaccinale della mpr è passata dal 74% del 2000 all’80% del 2002 (anno in cui si verificò un’epidemia di morbillo con oltre 18mila casi, 11mila nel 2003) al 90% del 2008. L’andamento della malattia, però, esattamente come in Gran Bretagna, sembra non andare di pari passo con la maggiore adesione (quasi plebiscitaria, se si pensa che le vaccinazioni obbligatorie hanno una copertura del 96%) alla campagna vaccinale: dopo il citato picco del 2002, in Italia i casi di morbillo sono precipitati a 215 nel 2005 per risalire l’anno dopo a quota 571, 595 nel 2007 e poi – udite udite – hanno avuto un’impennata nel 2008 con 5089 casi."

    RispondiElimina
  45. PdO, quel che dici e' interessante. Con tutto il rispetto dovuto alla tua situazione (e sono contento che tuo figlio sia in via di guarigione, indipendentemente dal resto!) devo ricordarti che, appunto, finche' non si dimostra un nesso (ad esempio con la statistica), non possiamo dedurre una causalita' tra intossicazione di mercurio -> autismo. Allo stesso modo non si dimostra l'efficacia di una cura con un singolo caso, ma con studi empirici e rigorosi. Coincidenze?, chiedi, eh, per quanto possiamo saperne, per ora si'.

    Sul mercurio: specificatamente, a quali esami tua figlio e' risultato intossicato del mercurio? E tua moglie? Quali livelli di intossicazione sono stati rilevati?

    Sulla diffusione del morbillo: sebbene mi occupi di scienza non sono un epidemiologo. Cosi' a occhio, ti farei notare che sebbene ci sia una grande variazione nel numero assoluto di casi registrati (per dire da 75 a 1350), i numeri sono molto bassi rispetto al totoale della popolazione delle nazioni che citi. Un vaccino (come ogni altra medicina) non puo' essere efficace nel 100% dei casi, dunque mi devo aspettare che anche con una copertura ipotetica totale, una minima percentuale della popolazione potrebbe ammalarsi. Mi misuri tu la percentuale di 1350 rispetto a decine di milioni? E' cosi' diversa da 75? Inoltre, il link che riporti ha il grave difetto di non citare le fonti. Da dove sono presi quei numeri? Siamo sicuri che sono in buona fede? Li hai verificati?

    Saluti,
    S.

    RispondiElimina
  46. Mio figlio è risultato intossicato da mercurio in 2 esami differenti. Coincidenze?

    Interessante.
    Mi invieresti gli esami fatti da tuo figlio PRIMA della vaccinazione (o dell'uso di amalgama) e DOPO? Così vediamo la differenza e capire se davvero c'è un nesso.

    Naturalmente gli esami immagino siano eseguiti senza un agente chelante che ne alteri i risultati.
    Grazie.

    In Gran Bretagna, dove la copertura vaccinale non è mai scesa sotto l’80% dal 1996 al 2009 (toccando punte del 90%), i casi di morbillo sono passati dai circa 75 del 2005 ai 1350 del 2008.

    Questi sono i risultati del simpatico scherzetto giocato da Wakefield. La copertura vaccinale in Gran Bretagna scese fino al 50% in alcune zone (Londra, ad esempio) dopo lo studio di Wakefield che terrorizzò le famiglie inglesi, toccando il minimo nel 2004 ed i casi di morbillo (anche gravi) aumentarono tantissimo come noti tu stesso, tanto che le autorità dovettero ridefinirlo endemico dopo 14 anni.
    Ci fu anche il primo caso di bambino morto per la malattia, dopo 14 anni.
    Il tuo è un classico caso di plagio da disinformazione, leggi qui se non conosci la storia.
    Se comunuque sei convinto che tuo figlio migliori grazie ad improbabili cure alternative buon per te ma non per le tue tasche.
    Per quanto mi riguarda l'unica cosa che conta è che tuo figlio stia meglio.

    Saluti.

    RispondiElimina
  47. Vi segnalo un articolo interessante che fa il punto della situazione tra intossicazione da metalli (non necessariamente vaccini) e autismo valutando altre pubblicazioni. Mi sembra interessante la frase We argue that scientific research does not support rejecting the link between the neurodevelopmental disorder of autism and toxic exposures.

    RispondiElimina
  48. Mi sono occupato anni fa del collegamento tra onde elettromagnetiche e tumori, trovando che sostanzialmente il nesso è inesistente, secondo la letteratura scientifica.

    E le obiezioni che vengono mosse sono simili a quelle fatte anche qui per il mercurio: possiamo escluderlo categoricamente? Magari gli studi non sono abbastanza accurati, magari ci sono grossi conflitti id interesse, magari non si è cercato la connessione giusta. Ad esempio si trova scritto che siccome è stato escluso che le emissioni a bassa frequenza causino direttamente tumori, allora vuol dire che li promuovono (accelerano l'effetto di agenti cancerogeni noti). Qui ci si chiede se, visto che il mercurio è assolto, non possa essere qualcos'altro nei vaccini (squalene, formaldeide, alluminio...)

    Naturalmente, come dice anche WeWee, no, non posso escludere nulla. La scienza non può escludere un effetto, può solo dare risposte parziali, dire che si è cercato e non si è trovato nulla, che l'effetto, se esiste, è di meno di X casi aggiuntivi l'anno (per i casi di leucemia infantile dovuta agli elettrodotti siamo intorno a un caso l'anno in Italia, come limite compatibile con il "non si vede nulla").

    Ma il baco sta nel modo di ragionare. Posso escludere che i cavoletti di Bruxelles siano correlati con la leucemia infantile (o l'autismo)? Posso escludere una correlazione tra l'utilizzo di cibi biologici e autismo? Assolutamente NO, non posso escluderlo, come non posso escludere un milione di altre ipotesi, incluso che saltellare su una gamba sola non favorisca l'autismo (vietati i giochi che prevedono saltelli).

    Ma la scienza funziona così. I ragionamenti, per quanto attraenti (il biologico è "buono" quindi non può far male) van SEMPRE verificati, e si deve essere pronti a sorprese. Siccome non posso verificare tutto, cerco di farlo solo per alcune cose, e MI FERMO quando ho raggiunto una ragionevole certezza, come per le onde elettromagnetiche o le cose descritte qui.

    Continuare a cercare relazioni inesistenti solo perché qualcuno non riesce a capire che il mondo non funziona in base a ciò che "è ovvio" significa solo sprecare risorse, non scoprire agenti dannosi oggi sconosciuti e condannare a morti orrende chi ne è esposto.

    RispondiElimina
  49. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  50. @Gianni
    Il tuo ragionamento è perfetto ma il problema non è il baco che sta nel modo di ragionare ma nella risposta alla domanda, il vaccino MMR con tutte le sue componenti è sicuro? E' evidente che non possiamo impantanare tutta la ricerca per escludere uno alla volta ogni componente del vaccino come chiederà (scommettiamo?) la comunità anti-vaccinista nei prossimi anni. Ora a meno che qualche ricercatore non tiri fuori dal cappello la risposta definitiva penso che al momento l'unico modo sarebbe quello di valutare un gruppo di controllo diviso tra chi è stato vaccinato e chi non lo è. Difficile? Impossibile? Meglio sforzarsi in uno studio fatto in questo modo perchè diversamente questa ragionevole certezza chissà quando si avrà. Poi non ci sarebbero scuse e se c'è qualcuno che ancora non ci crede...embè come dice Umberto Eco non tutte le verità son per tutte le orecchie.

    RispondiElimina
  51. http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Scienza_e_salute/Autismo-sono-cure-inutili/22-09-2010/1-A_000119534.shtml

    RispondiElimina
  52. @ Gianni

    Io invece non sono per nulla d'accordo su quello che scrivi. Una cosa e' studiare l'effetto di iniettarsi nelle vene dei metalli pesanti, un'altra e' studiare l'effetto dei cavolini di bruxelles! D'altronde quando la tua premessa e' che mi sono occupato anni fa del collegamento tra onde elettromagnetiche e tumori, trovando che sostanzialmente il nesso è inesistente, secondo la letteratura scientifica ... Forse dovresti cercare di capire cosa siano, le onde elettromagnetiche di cui parli!

    Poi, vorrei sottolineare qualcosa che non e' stato ancora scritto, cioe' che e' vero che le cure non-scientifiche per l'autismo hanno un costo (anche se una dieta senza glutine che potra' mai costare?), ma e' anche vero che quelle che sono le cure scientifiche costano "vagonate" di soldi e non sono spesso (o per nulla?) coperte dal sistema sanitario pubblico. Non si tratta della stessa situazione che c'e' nel caso della cura dei tumori, per esempio, dove c'e' un servizio pubblico che copre le cure ma alcuni folli semplicemente preferiscono curarsi usando vitamine c o simili. Nel caso dell'autismo (correggetemi se mi sbaglio) il trattamento dato dal settore pubblico non si avvicina lontanamente a quello che dovrebbe essere.

    RispondiElimina
  53. @ Fabio

    Poi, vorrei sottolineare qualcosa che non e' stato ancora scritto, cioe' che e' vero che le cure non-scientifiche per l'autismo hanno un costo (anche se una dieta senza glutine che potra' mai costare?), ma e' anche vero che quelle che sono le cure scientifiche costano "vagonate" di soldi e non sono spesso (o per nulla?) coperte dal sistema sanitario pubblico.

    Innanzitutto le cure pseudoscientifiche possono anche essere a pagamento contrario (ovvero che ti pagano loro per farle) resta il fatto che al miglioramento del bambino non portano NULLA, e che se per seguirle ha abbandonato il metodo scientifico REGREDISCE dai progressi fatti. In secondo luogo l'assistenza per i bambini autistici è coperta dal servizio sanitario nazionale, e quello che dovrebbero fare le associazioni che vorrebbero fare qualcosa per i bambini autistici sarebbe semmai chiedere di potenziare questo tipo di assistenza, anzichè perdere tempo in cose inutili.

    Quanto ai cavoletti di bruxelle evidentemente ti sfugge che Gianni intendeva dire che siccome non è stato MAI trovato alcun collegamento tra i vaccini e l'autismo, le probabilità che siano i cavoletti di bruxelle a causare questi effetti con la stessa incidenza è praticamente identico: ovvero, non puoi escluderlo al 100%. E questo ovviamente vale per qualsiasi cosa. Potrebbe essere anche l'aria che respiriamo, e che in alcuni di noi può provocare reazioni avverse. Puoi dire che non sia così in maniera assolutamente certa? Io non credo proprio.

    RispondiElimina
  54. @ Grezzo

    l'assistenza per i bambini autistici è coperta dal servizio sanitario nazionale

    Visto che lo menzioni, allora ti chiedo: quante ore di terapia per settimana sono coperte dal SSN? Per che tipo di terapia? A me risulta che il numero d'ore di aba coperte sia uguale a: zero. Correggimi se mi sbaglio.

    RispondiElimina
  55. Fabio, l'ho scritto anche nel mio articolo. Se i genitori di bambini autistici si unissero per una lotta seria e tenace per ottenere quello che spetta di diritto (e moralmente) ai loro figli invece di dividersi e polemizzare inutilmente e soprattutto spendere soldi inutili in fiere dell'illusionismo, farebbero del bene a chi amano ed a loro stessi, visto che la maggior parte della loro vita è dedicata alla cura dei figli.

    RispondiElimina
  56. @ Fabio, non ne ho idea nello specifico quante ore siano coperte, ma mio nipote è autistico, la madre (e nessuno in famiglia se è per questo) non è certo in condizioni agiate economicamente, ma il bambino è costantemente seguito, quindi, almeno nella zona dove abito io, il servizio presumo sia coperto, anche se non so in quali modalità e se dipende dalle fasce di reddito. Come dice WeWee anzichè condurre campagne improbabili contro i vaccini bisognerebbe (tutti, non solo i genitori di bambini affetti da queste patologie) chiedere un potenziamento dei servizi offerti dalla sanità pubblica e chiedere diritti di assistenza per chi ha bisogno di essere costantemente seguito, visto che abbiamo pure una pressione fiscale ai limiti dell'estorsione.

    E' comunque una questione politica, che non c'entra nulla con l'argomento del post.

    RispondiElimina
  57. @Parkadude:
    "ad esempio con la statistica"
    Io le statistiche le sto facendo, tra centinaia di genitori.
    La stragrande maggioranza di quelli che ha fatto test AFFIDABILI su metalli pesanti ha riscontrato alti livelli di mercurio nei bambini malati.
    Il problema è che le statistiche ufficiali non si vogliono fare.
    Ma se cerchi Congresso di Simpsonwood le statistiche le trovi...

    "Sul mercurio: specificatamente, a quali esami tua figlio e' risultato intossicato del mercurio? E tua moglie? Quali livelli di intossicazione sono stati rilevati?"
    Mio figlio all'esame delle porfirine urinarie e alla biorisonanza elettromagnetica.
    Io e mia moglie con biorisonanza elettromagnetica. A breve faremo anche DMPS.
    I livelli non li puoi misurare, come fai?
    Continui a chelare finchè l'hai espulso.

    "Inoltre, il link che riporti ha il grave difetto di non citare le fonti. Da dove sono presi quei numeri? Siamo sicuri che sono in buona fede? Li hai verificati?"
    Dal sito dell'ISS puoi verificarli per l'Italia
    Questo un grafico
    http://www.epicentro.iss.it/problemi/morbillo/iss.asp
    Qui un altro
    http://www.epicentro.iss.it/ben/2009/ottobre/1.asp

    Direi che per i dati dell'Italia ci siamo
    Per gli altri ti invito a fare tu delle ricerche...

    RispondiElimina
  58. @WeWee
    "Interessante.
    Mi invieresti gli esami fatti da tuo figlio PRIMA della vaccinazione (o dell'uso di amalgama) e DOPO? Così vediamo la differenza e capire se davvero c'è un nesso."
    Mio figlio non ha usato amalgame, il mercurio l'ha preso dalle amalgame della madre in gravidanza e allattamento.
    Che esame vuoi "prima"? spermatozoi e ovulo? Mi spiace, ma non ci sono più...

    Gli esami sono porfirine urinarie e biorisonanza elettromagnetica. E tra poco DMPS, per chelare (sono sicuro che saranno positivi). Credo bastino

    "Questi sono i risultati del simpatico scherzetto giocato da Wakefield"
    Anche l'ISS fa scherzetti? Guarda i dati sull'Italia, e confrontali con i dati dell'ISS su vaccino e numero di malati.
    Ne scoprirai di belle.

    "Se comunuque sei convinto che tuo figlio migliori grazie ad improbabili cure alternative buon per te ma non per le tue tasche."
    Non è che ne sono convinto io, è che lo vedono tutti, maestre, neuropsichiatri (e come rosicano), amici, parenti.
    Questo è mio figlio, 4 anni e 11 mesi
    Pochi mesi fa non parlava, non sapeva giocare, ecc. ecc. (presumo tu sappia cosa significa essere autistico)
    http://www.youtube.com/watch?v=MVh7f0h63EU

    RispondiElimina
  59. @Grezzo
    "Innanzitutto le cure pseudoscientifiche possono anche essere a pagamento contrario (ovvero che ti pagano loro per farle) resta il fatto che al miglioramento del bambino non portano NULLA"
    E chi te lo ha detto?
    E dimmi, per curiosità, le cure scientifiche a cosa portano?
    Quanti bambini autistici conosci?

    "e che se per seguirle ha abbandonato il metodo scientifico REGREDISCE dai progressi fatti"
    Questa è una perla, non la commento nemmeno...

    RispondiElimina
  60. @WeWee
    "Se i genitori di bambini autistici si unissero per una lotta seria e tenace per ottenere quello che spetta di diritto (e moralmente) ai loro figli"
    Lo stiamo facendo. E qualcosa si muove.
    Per ora siamo poche migliaia

    "invece di dividersi e polemizzare inutilmente e soprattutto spendere soldi inutili in fiere dell'illusionismo"
    Soldi inutili?
    Hai esempi per dire che sono inutili?
    Perchè a me risulta il contrario.
    Mi risulta invece che le vagonate di miliardi che spende lo stato (quindi noi) in neuropsichiatri, logopedisti, psicomotricisti, foniatri, psicofarmaci, siano oltre che inutili spesso anche dannosi

    RispondiElimina
  61. @grezzo
    "ma mio nipote è autistico, la madre (e nessuno in famiglia se è per questo) non è certo in condizioni agiate economicamente, ma il bambino è costantemente seguito"
    Se è seguito dalle USL, mi diresti quali progressi ha fatto, e in che tempi?
    Così, per curiosità...

    RispondiElimina
  62. Bmj, legame vaccini-autismo basato su dati falsi
    http://www.doctornews.it/cont/pagine-di-servizio/21/stampa-articolo.asp?a=1175

    Il principale studio che ha collegato le vaccinazioni all'autismo era una «frode deliberata». Lo definisce così il British Medical Journal, che pubblica una ricerca fatta dal giornalista investigativo Brian Deer sull'articolo utilizzato dai gruppi contrari alle vaccinazioni, pubblicato originariamente nel 1998 dalla rivista The Lancet prima di essere ritirato, nel febbraio 2010. Lo studio originale, che ha come prima firma quella del medico britannico Andrew Wakefield, presentava 11 casi di bambini che avevano apparentemente contratto una sindrome che causava autismo e infiammazioni al tratto digerente dopo l'iniezione di un vaccino trivalente contro morbillo, parotite e rosolia. Lo studio aveva dato vita a diverse cause contro l'azienda produttrice del vaccino, in cui lo stesso Wakefield era stato chiamato come perito di parte. Nella sua ricerca Deer ha intervistato i genitori dei bambini, confrontando le loro dichiarazioni con le cartelle cliniche presentate da Wakefield e scoprendo diverse incongruenze: la principale è che in almeno 5 degli 11 casi i sintomi erano stati riportati dai genitori prima della vaccinazione. «La ricerca era una frode deliberata da parte di Wakefield» scrive il Bmj in un editoriale «e anche tutti gli altri studi del suo gruppo andrebbero analizzati per essere ritirati. Questo dovrebbe chiudere la porta a tutte le affermazioni su un legame tra vaccinazioni e autismo che ci sono state negli anni successivi».

    RispondiElimina
  63. Qui l'articolo originale del 05 01 2011 dal BMJ

    http://www.bmj.com/content/342/bmj.c5347.full

    RispondiElimina
  64. Maverick, balle!
    Stanno cercando di screditarlo in tutti i modi, come hanno fatto per il congresso di simpsonwood.

    In realtà molti altri studiosi stanno arrivando alle stesse conclusioni di Wakefield.
    Tra l'altro conosco genitori che hanno effettuato test che hanno DIMOSTRATO che l'autismo dei loro figli è causato dai vaccini.
    E si iniziano a vincere le cause...

    RispondiElimina
  65. Ma poi mi chiedo: quanti di quelli che scrivono qui SANNO?
    Perchè se siete ignoranti in materia fate più bella figura ad evitare commenti, senza pescare articoli a destra e a sinistra senza conoscere dati reali, esperienze dirette.

    Grazie

    RispondiElimina
  66. oddio ci sono test che dimostrano il collegamento tra vaccini e autismo? Quali sono? Dove si fanno?

    RispondiElimina
  67. La diffusione di un ingiustificato allarmismo sugli effetti negativi delle vaccinazioni, e in particolare l’accusa ad esse rivolta di scatenare l’autismo, hanno indotto in questi ultimi anni molti avvocati e studi legali statunitensi a patrocinare cause di risarcimento, con l’evidente obiettivo di fare soldi. Importante e da segnalare, quindi, la recente sentenza della Corte Federale USA per le cause di risarcimento, del 12 marzo 2010, secondo la quale il thimerosal contenuto nei vaccini non è stato la causa dell’autismo dei figli dei ricorrenti. La Corte ha anche criticato i medici che hanno impostato i loro trattamenti sull’erronea convinzione di un legame tra mercurio e autismo.

    La Corte si è basata sul fatto che nessuna ricerca scientifica ha potuto mostrare l’evidenza di un legame tra vaccinazione e autismo.

    Fabio Brotto

    RispondiElimina
  68. Purtroppo questo sito che ha un tenutario accanito fumatore e diffamatore continua ad affermare che tra Vaccinazione e Autismo esiste una relazione diretta ed afferma che lo Stato Italiano ha dovuto risarcire numerosi(?)casi di Autismo da vaccino: http://www.corvelva.org/
    Gradirei conoscere il link della sentenza USA perché mi preparo al confronto con questo disinformatore. Grazie

    RispondiElimina
  69. Giuliano, trovi tutti qui, alla faccia di Brotto che dice che i vaccini non causano l'autismo

    http://autismovaccini.splinder.com/post/22761884/autismo-esami-di-laboratorio-il-cerchio-e-completo

    Dimenticavo: all'autore del sito è stato RICONOSCIUTO il danno da vaccini

    RispondiElimina
  70. alla faccia di Brotto che dice che i vaccini non causano l'autismo

    Fosse l'unico, lo dice la scienza. Il resto è truffa.

    all'autore del sito è stato RICONOSCIUTO il danno da vaccini

    Mica qualcuno ha detto che i vaccini non possono causare danni.
    Il problema è che quegli esami non significano nulla riguardo un eventuale "danno" da vaccino (che termine generico però...).

    C'è pure chi dice che l'autismo riceve benefici con bevute di mangostano (questa è per pochi, lo ammetto), figurati cosa si trova in giro...
    ;)

    RispondiElimina
  71. Tu WeWee che esperienze hai in merito?
    Così per curiosità...

    La scienza diceva anche che la terra era piatta e che era al centro del sistema solare.
    La scienza dice anche che bisogna fare il vaccino per l'H1N1

    Vaccinati pure, ma se non conosci l'argomento a fondo lascia perdere

    RispondiElimina
  72. La scienza diceva anche che la terra era piatta e che era al centro del sistema solare

    No bello, lo diceva la religione.
    La Scienza ed il pensiero razionale sono venuti molto dopo.

    La scienza dice anche che bisogna fare il vaccino per l'H1N1

    Esatto, e lo dicono anche la ragione ed il buonsenso.

    Vaccinati pure, ma se non conosci l'argomento a fondo lascia perdere

    Look who's talking :-)

    P.S.
    per quanto riguarda l'aspirina vedi il commento sopra.
    Quelli che hai descritto sono gli effetti dell'abuso e del sovradosaggio, non delle dosi terapeutiche.
    A dosaggi elevati è letale pure l'acqua :-)

    RispondiElimina
  73. @info: sei serio? No perché davvero è la peggiore trollata che io abbia mai visto. Se sei serio... mi spiace.

    RispondiElimina
  74. Il modello geocentrico era di Tolomeo, che non mi risulta fosse un prete...

    Le ragioni e il buonsenso dicono che è assurdo vaccinarsi per un'influenza che è ridicola paragonata alla normale influenza stagionale (8.500 morti all'anno solo in Italia per la normale influenza stagionale)

    Giuliano, sono serissimo. A cosa ti riferisci di preciso?
    Mi direte anche che il mercurio delle amalgame è acqua fresca, giusto?

    RispondiElimina
  75. A proposito, Salvatore (o Salvo, o WeWee) cosa ne sa di autismo?

    RispondiElimina
  76. @info: pensavo che fosse sufficiente il commento di Wewee. Dove sta scritto che quegli esami mettono in relazione il vaccino con l'autismo?

    Per il mio secondo messaggio invece mi riferisco all'ingenuità con cui parli di cose che non conosci (tipo il tuo ultimo commento, o il riferimento a tolomeo o a H1N1) con una sicumera che è o da troll o da ignorante ignorante di esserlo, e per questo mi spiace per te.

    RispondiElimina
  77. Il modello geocentrico era di Tolomeo, che non mi risulta fosse un prete...

    Calma, non fare confusione che poi perdi il filo e ti ritrovi a Timbuctù.
    La teoria geocentrica è una cosa, la teoria della Terra piatta un'altra :-)
    E tu hai parlato di Terra piatta n.b..

    La "terra piatta" è rivelata ne la Bibbia, il pensiero tolemaico non c'entra nulla, questo è venuto molto dopo.
    Comunque anche la visione tolemaica trasse origine da quel libro che, oltre a questo, proponeva anche la concezione geocentrica.

    RispondiElimina
  78. C'è pure chi dice che l'autismo riceve benefici con bevute di mangostano

    Ti riferisci ad un famoso succo di frutta con vendita piramidale?

    RispondiElimina
  79. secondo la quale il thimerosal contenuto nei vaccini non è stato la causa dell’autismo dei figli dei ricorrenti

    E' vero. Ma esiste il caso di Hannah Poling vaccinata contemporaneamente contro nove malattie in un solo giorno e diventata autistica in quanto aveva una sconosciuta malattia mitocondriale che ne ha indotto l'autismo. Questo gli è stato riconosciuto sia in tribunale che in alcune pubblicazioni (mi sembra del padre). Quindi la domanda è, se Hannah Poling ha avuto una condizione che la rendeva vulnerabile ad essere danneggiata da vaccino, quanti altri bambini potrebbero avere questa vulnerabilità?

    RispondiElimina
  80. Altro che vaccini! :-)

    Il pollo gm che ferma H5N1.

    Chissà che ne pensano gli anti-OGM :-)

    RispondiElimina
  81. vaccinata contemporaneamente contro nove malattie in un solo giorno e diventata autistica in quanto aveva una sconosciuta malattia mitocondriale che ne ha indotto l'autismo

    Beh, io le starei lontano nei giorni di pioggia...

    RispondiElimina
  82. Ma esiste il caso di Hannah Poling vaccinata contemporaneamente contro nove malattie in un solo giorno e diventata autistica in quanto aveva una sconosciuta malattia mitocondriale che ne ha indotto l'autismo.

    1) Un caso non può fare storia.
    2) La Poling non ha avuto una diagnosi di autismo ma quella di un disordine neurologico regressivo con anomalie muscolari, ematologiche e con sintomi di tipo autistico.
    3) In Italia hanno assegnato un risarcimento per un caso di "autismo provocato dal vaccino antipolio" cosa che nemmeno il fratello cattivo di Wakefield avrebbe sperato.
    4) Fortunatamente la medicina non si fa in tribunale.
    5) Povera quella ragazza ma maledetti quelli che la sfruttano.

    La bambina ha avuto una febbre che le ha provocato quei problemi ed i giudici hanno indicato i vaccini come probabili responsabili di quella febbre.

    se Hannah Poling ha avuto una condizione che la rendeva vulnerabile ad essere danneggiata da vaccino, quanti altri bambini potrebbero avere questa vulnerabilità?

    Probabilmente molto pochi, pochissimi, visto che la mutazione genetica che la rendeva "vulnerabile" è rarissima.
    D'altra parte è praticamente impossibile fare lo screening di tutte le mutazioni genetiche in tutta la popolazione che si deve vaccinare, per lo stesso motivo per il quale non si fa la diagnosi prenatale in tutte le donne in gravidanza.

    RispondiElimina
  83. Ti riferisci ad un famoso succo di frutta con vendita piramidale?

    Eh sì...

    RispondiElimina
  84. Eh, vedo che avete TUTTI GRANDI esperienze di autismo
    Occupatevi di ginecologia (wewee) o di alimentazione (Parpaglioni) che fate un grosso favore ai genitori di ragazzi autistici

    Grazie

    P.S.: Io ho parlato di terra piatta (e lì ricordavo male) E di geocentrismo, leggi bene sopra...
    Ma ammetto di essere molto più preparato sull'autismo, diversamente da voi

    RispondiElimina
  85. Il modello geocentrico era di Tolomeo, che non mi risulta fosse un prete...
    e che pubblicava tutti i suoi articoli in una rivista, con analisi statistiche correlate e seguendo il metodo scientifico. U_U

    RispondiElimina
  86. @Info

    Se sei preparato sull'autismo e sugli eventuali legami con i vaccini discutiamone pure cercando di mantenere i toni bassi. Se fai solo il saccente non ne ricaverai nulla (ed eventualmente manco noi).

    RispondiElimina
  87. Non faccio il saccente, mi limito a rispondere a tono a chi evidentemente non sa nulla di autismo

    E' più di un anno che mi imbatto in discussioni come queste, e c'è sempre chi non ne sa nulla a pretendi di insegnare a chi è in mezzo al problema da anni e lo conosce molto più a fondo...

    Rispondo cortesemente a chi invece chiede informazioni in modo adeguato

    E mi scuso se a volte sono brusco, ma passo almeno 2-3 ore al giorno a rispondere a domande sull'autismo, quindi molto spesso lo faccio di corsa

    Inoltre il web non aiuta certo a capire il tono di chi si ha di fronte

    Rileggendo un tuo commento precedente Epsilon ti faccio notare (con tono cortese, non fraintendermi) che è vero che i vaccini contro l'MMR sono stati introdotti da tempo, ma cambiano in continuazione (perchè vengono spesso ritirati dal commercio dopo pochi anni per reazioni avverse superiori alle aspettative, e questo dovrebbe dare molto da pensare...)
    Se cerchi vaccini ritirati su google puoi vedere tu stesso

    La risposta "simpatica" a wewee e Parpaglioni l'ho data perchè non scrivono solo qui di autismo e vaccini, ma nessuno dei due ha rapporti diretti con i danni da vaccino nè tantomeno con soggetti autistici.

    Ah, ho sempre dimenticato di firmarmi, ho due account google, info e PdO, a sono Riccardo Bertoncelli

    Un saluto

    RispondiElimina
  88. Vi invito a leggervi questo bugiardino
    Tra gli effetti collaterali di questo vaccino... l'autismo!

    https://www.vaccineshoppe.com/image.cfm?doc_id=5966&image_type=product_pdf

    RispondiElimina
  89. @info
    Scusami e di quali fatti sei stato testimone oppure sei venuto a conoscenza in questi anni? Cosa ti fa pensare che esista un legame?

    Non mandare link tanto sono quasi tutti noti. Mi interessa la tua testimonianza.

    RispondiElimina
  90. Tra gli effetti collaterali di questo vaccino... l'autismo!

    L'hai letto il bugiardino di quel vaccino con l'annegamento e gli incidenti stradali come effetti collaterali?
    Incredibile vero?
    Ormai le case farmaceutiche pur di proteggersi legalmente le studiano tutte...

    RispondiElimina
  91. Rispondo cortesemente a chi invece chiede informazioni in modo adeguato

    Dov'è la sgarbatezza nella domanda che ti ho fatto? Dove sta scritto che quegli esami dimostrano il collegamento tra autismo e vaccini? In che modo lo fanno?

    RispondiElimina
  92. e poi io dov'è che scriverei di autismo e vaccini?

    RispondiElimina
  93. Gabriele M., che Wewee conosce in quanto ha ricevuto una sua mail nei giorni scorsi, sa spiegare molto meglio di me quegli esami, dato che lo coinvolgono personalmente.

    @Epsilon74: ho un figlio autistico, che sta guarendo con dieta, detossificazione e chelazione (oddio cosa ho scritto!!! l'autismo non è curabile) e risulta intossicato da mercurio da 3 esami (penso bastino?), però l'ha preso dalle amalgame della madre, ma conosco centinaia di genitori con figli autistici e faccio parte di gruppi su facebook a cui sono iscritti migliaia di genitori con figli autistici.
    A molti di loro sono stati diagnosticati e riconosciuti danni da vaccini
    Sono anche in contatto con avvocati e medici che si sono occupati di danni da vaccini (autismo) e hanno vinto cause in tribunale.
    E studio l'autismo da quasi 2 anni

    Però io sono un pirla, non ho la laurea in medicina...

    Tuttavia mi fa piacere aver letto sul sito di Parpaglioni un consiglio sull'omega 3 e un avviso sui pesci contenenti mercurio. Una piacevole sorpresa...

    A proposito, questo articolo è stupendo...
    http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3587

    Dimenticavo, Parpaglioni, scrivi qui, e qui si parla di autismo e vaccini...

    RispondiElimina
  94. Ma ne parli anche qui
    http://www.molecularlab.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=20957

    "Occhio perché se mi cominci a parlare di autismo, SV40 e roba del genere ti chiedo le prove, e voglio pubblicazioni serie, non articoli presi dal corriere dei piccoli, perciò: non parlare di cose che non puoi dimostrare (perché indimostrabili)"

    Indimostrabili, parole tue...

    E ne parli anche qui
    http://www.takecareblog.it/2009/i-vaccini-non-causano-autismo/

    E' un'offesa a tutti i genitori con figli autistici a causa dei vaccini
    Almeno per rispetto potreste tacere, visto che non conoscete l'argomento

    Grazie

    RispondiElimina
  95. Mi ero dimenticato di quelle discussioni.

    Nel secondo link ho riportato una notizia, se questo è per te offensivo non posso farci niente. Nel primo: portami pubblicazioni serie che dimostrino il legame tra autismo e vaccini e ne riparliamo. Quello offensivo sei tu che prende in giro le persone e mette a repentaglio la salute pubblica.

    RispondiElimina
  96. in ogni caso...

    Dov'è la sgarbatezza nella domanda che ti ho fatto? Dove sta scritto che quegli esami dimostrano il collegamento tra autismo e vaccini? In che modo lo fanno?

    RispondiElimina
  97. (oddio cosa ho scritto!!! l'autismo non è curabile)

    Non è *guaribile*, per l'esattezza, almeno fino a prova contraria (anche se spesso si raggiungono risultati accettabili).
    Inoltre le presunte "cure" che elenchi non solo sono inefficaci ma possono pure essere pericolose.
    E visto che le regole di questo blog (che sei invitato a leggere) proibiscono di fare affermazioni antiscientifiche ti invito ad evitare questi argomenti o non saranno accettati i tuoi commenti. Vale come avvertimento.
    Grazie.

    risulta intossicato da mercurio da 3 esami (penso bastino?), però l'ha preso dalle amalgame della madre

    Incredibile come in un argomento ingarbugliato come l'autismo tu hai la certezza della causa del problema di tuo figlio con 3 esami (che scommetto sono i soliti inutili mineralogrammi o esami delle urine dopo provocazione).
    Se per te tutto questo basta a darti delle risposte, va bene così.

    Almeno per rispetto potreste tacere, visto che non conoscete l'argomento

    Primo: se qui non ti piace ti è permesso di andare da un'altra parte.
    Secondo: Dovresti ringraziare chi si occupa di autismo contribuendo a fare conoscere il problema.
    Terzo: inutile che batti sul tasto "voi non capite niente, capisco tutto io" non è così che dimostri di avere ragione.

    E ribadisco: non siamo su Luogocomune, qui alla pulizia e correttezza dei commenti ci tengo.
    Giusto per ricordarlo.

    RispondiElimina
  98. @info

    Riccardo potresti raccontarci la vicenda di tuo figlio. Cosa è successo dopo i vaccini? Cosa ti fa pensare che siano stati proprio i vaccini?

    RispondiElimina
  99. @Epsilon, ho già scritto 2 volte che mio figlio è autistico per il mercurio delle amalgame.

    [quote]Non è *guaribile*, per l'esattezza, almeno fino a prova contraria (anche se spesso si raggiungono risultati accettabili). [/quote]
    Vedremo se saranno accettabili o eccellenti (nel qual caso come distingueresti un autistico da un non autistico?)

    [quote]Inoltre le presunte "cure" che elenchi non solo sono inefficaci ma possono pure essere pericolose.[/quote]
    Certo, chi ha detto di fare il fai da te?
    Il Ritalin invece è acqua fresca?
    Induce tossicodipendenza...

    [quote]Incredibile come in un argomento ingarbugliato come l'autismo tu hai la certezza della causa del problema di tuo figlio con 3 esami (che scommetto sono i soliti inutili mineralogrammi o esami delle urine dopo provocazione).[/quote]
    Porfirine, biorisonanza elettromagnetica, DMPS.
    Faccio notare che il DMPS è "scientificamente" riconosciuto...
    Tu come faresti l'esame dell'intossicazione da mercurio ad un bimbo di 5 anni? Con biopsie al cervello?
    Inoltre ti invito a studiarti i danni alla mielina e al ciclo della metilazione indotti dal mercurio

    [quote]Se per te tutto questo basta a darti delle risposte, va bene così.[/quote]
    A me basta che curando l'intossicazione mio figlio stia migliorando a tal punto da essere difficile ad oggi definirlo autistico, e siamo a metà cura.

    [quote]Secondo: Dovresti ringraziare chi si occupa di autismo contribuendo a fare conoscere il problema.[/quote]
    Ti riferisci a chi censura?

    Se vuoi pulisci pure, mi stampo i PDF...

    RispondiElimina
  100. nel qual caso come distingueresti un autistico da un non autistico?

    Dalla presenza (o meno) dei sintomi che lo indicavano come autistico. Naturalmente certificati da una struttura medica seria, non da medici compiacenti.

    Il Ritalin invece è acqua fresca?
    Induce tossicodipendenza...


    Certo, ma qui non stiamo parlando di Ritalin, restiamo in tema.

    Faccio notare che il DMPS è "scientificamente" riconosciuto...

    E per te il fatto che una sostanza che fa aumentare l'escrezione di mercurio dia come risultato...un'aumentata escrezione di mercurio sarebbe la prova che tuo figlio è intossicato da questo metallo?
    E se pure per te questa fosse "la prova", perchè non hai pensato al mercurio assunto con l'alimentazione o a quello dovuto all'inquinamento mentre dai la colpa alle amalgame o ai vaccini che di mercurio (metilmecurio...) non ne contengono?

    Hai mai visto un bambino con intossicazione da mercurio? Io sì e con il bambino autistico non ha nulla a che vedere.
    Non capirò mai perchè molti genitori si sono fissati (e nel frattempo cadono nelle grinfie dei ciarlatani) con il mercurio ed i vaccini, davvero, non lo capirò mai.

    A me basta che curando l'intossicazione mio figlio stia migliorando a tal punto da essere difficile ad oggi definirlo autistico, e siamo a metà cura.

    Benissimo allora, sono contento per te.

    Ti riferisci a chi censura?

    Non mi riferisco a nessuno, dico solo che se molti di quelli che trattate come nemici fossero stati tranquilli e sereni nella loro comoda vita di voi e dei vostri figli non se ne sarebbe occupato nessuno.

    RispondiElimina
  101. Inoltre ti invito a studiarti i danni alla mielina
    gli autistici non hanno un danno alla mielina, hanno una mielinizzazione sbilanciata, troppo alta da una parte e troppo bassa da un'altra, lavoro recente.
    Ora, potresti anche spiegarmi una demielinizzazione da tossiticità (si badi, è un "ragionamento per assurdo" in senso matematico) ma una ipermielinizzazione per la stessa sostanza mi suonerebbe un po' strana :/

    RispondiElimina
  102. WeWee, quindi se i risultati sono eccellenti, e non sussiste più nessun sintomo di autismo, possiamo dichiararlo guarito?
    In tal caso siamo d'accordo.

    Per il Ritalin è evidente che mi riferivo al tuo discorso:
    "Inoltre le presunte "cure" che elenchi non solo sono inefficaci ma possono pure essere pericolose"
    1 - se ti dico che otteniamo risultati evidentemente inefficaci non sono
    2 - a mio figlio il neuropsichiatra ha prescritto un antistaminico, che sarebbe sì stato inefficace e dannoso

    Per il mercurio, semplice: mio figlio non ha mai consumato tonno, non viviamo in zone particolarmente inquinate, mio figlio mangia biologico e per lo più frutta e verdura, se ha mercurio lui dovrebbero averlo tutti.
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19593333

    Ti consiglio la lettura del libro Odontoiatria Naturale, di Ronchi e Nobili
    "Il cervello e la placenta dispongono di sistemi di difesa e di protezione definiti barriera emato-encefalica e barriera placentare.... Questi filtri selettivi funzionano al contrario nel caso del mercurio, che riesce a passare facilmente ma poi rimane intrappolato nel tessuto"

    Come giustifichi inoltre l'aumento di escrezione delle porfirine?

    Intossicazione cronica e acuta hanno sintomi diversi, dovresti saperlo bene
    Forse non lo capisci perchè non lo studi e non hai esperienze dirette

    @Thhh, il mercurio danneggia la guaina mielinica, trovi tutta la documentazione che vuoi su internet

    Sono 20 mesi che studio sull'argomento, e gira e rigira dovunque sbatta la testa leggo SEMPRE le stesse conclusioni
    E molti soggetti che fanno detossificazione e chelazione ottengono ottimi risultati

    PERCHE'?

    Io guardo i risultati, non le chiacchiere

    RispondiElimina
  103. posso chiederti dove hai studiato per 20 mesi? Quali sono le tue fonti? Non per niente, vorrei sapere da che base partiamo (ad esempio: se studi su libri di testo universitari o su articoli scientifici è un conto, se studi su luogocomune o su mednat è un altro)

    RispondiElimina
  104. Studio su libri di ricercatori e medici CON ESPERIENZE in merito, NON su libri di testo universitari, anche perchè se li scrive per esempio Zanichelli so bene COME li scrive (Qualcuno da quelle parti ha il vizietto di censurare, e lavora per Novartis...)

    Non studio su mednat (che considero troppo estremista, e se leggo qualcosa su Mednat prima di considerarlo faccio ampie ricerche su altri siti, possibilmente con agganci al sito ISS o CDC), anche se è indubbio che ci sono anche informazioni corrette.
    Se trovo un commento di G.P.Vanoli (che conosco comunque tramite FB) non lo leggo perchè lo considero di parte, pensa tu...

    Luogocomune l'ho frequentato pochissimo fino al mese scorso. E non lo considero luogo di studio, ma eventualmente di confonto.

    RispondiElimina
  105. Dimenticavo: ho tentato più volte discussioni costruttive su gruppi scientifici, ma appena cito la parola mercurio, pufff, sparisce tutto.
    Se non altro qui si può citare...

    A proposito, nel 1845 l'American Society of dental Surgeons vietava l'uso di amalgame ai propri affiliati, e alcuni membri furono sospesi per averla usata.
    In molti stati ne è vietato l'uso.
    In Svezia lo stato ha pagato il 70% delle spese per la rimozione delle amalgame.
    In Italia, ovviamente, è ancora consentito usarle, e se parli con i dentisti ti dicono che nelle amalgame c'è pochissimo mercurio, qualche milligrammo.
    Ma basta cercare su internet i foglietti illustrativi delle capsule predosate per vedere che ogni capsula ne contiene 400-500 mg.
    Quindi o sono ignoranti, o fingono di esserlo.

    RispondiElimina
  106. @ Info

    Sarebbe bene, per tutte le affermazioni che fai, citare le fonti.

    Resta il fatto che come ti è già stato spiegato non esiste alcuno studio che collega i vaccini all'autismo, questo come lo spieghi, dato che ti piace tanto questa domanda? Non puoi spiegarlo con la semplice e arbitraria affermazione che "hanno i loro interessi", questi sono ragionamenti che si basano su convinzioni senza fondamento, anche perché quando è stato stabilito che un dato farmaco provocava danni, è stato immediatamente ritirato e ammesso l'errore, cosa che non è successa per i vaccini (ti raccomando la lettura dei post "bad medicine" su questo stesso blog, per capirci meglio). Ci sono altre due cose da considerare, e che continui a glissare assodandole come false, primo, il fatto che l'intossicazione da mercurio non provoca autismo, e questo te lo può dire qualunque medico, e secondo il fatto che ci sono tantissimi bambini che non seguono alcuna cura "disintossicante" (il virgolette è d'obbligo, non c'è nulla da disintossicare) e regrediscono dai sintomi dell'autismo con riabilitazione costante, cosa che spero tu stia facendo fare anche a tuo figlio, e spero che possa trarne tanto giovamento quanto ne sta ottenendo mio nipote.

    E per ultimo, nessuno studio indica un'intossicazione da mercurio a seguito di vaccinazione, e anzi, il thiomersal contenuto in essi viene aliminato dall'organismo in pochissimo tempo. Questo come lo spieghi? Con fonti, naturalmente.

    RispondiElimina
  107. Secondo te se esistessero studi che collegano autismo e vaccini che fine farebbero?
    Lo abbiamo visto, o no?
    Ma sappiamo tutti che le case farmaceutiche fanno opera di carità e lavorano perchè la gente stia meglio.

    Ti faccio notare che di vaccini ne sono stati tolti dal commercio tantissimi e ancora continuano a farlo.
    La tua frase è sbagliata:
    se un antinfiammatorio risulta pericoloso, non ritirano tutti gli antinfiammatori, ma solo quello.
    Per i vaccini idem, ma nel frattempo li hanno iniettati a milioni di persone, e non parliamo di una pomatina...

    Ti consiglio gli studi presenti su questo sito
    http://www.comilva.org/default.asp?NumMenu=5

    Ci sono decine e decine di fonti bibliografiche

    Per quanto riguarda la riabilitazione, no, mio figlio non ne fa. 1 ora scarsa di psicomotricità alla settimana, che gli è indispensabile per ottenere la 104.
    Ma scommetto che i tempi di recupero di mio figlio sono molto più rapidi di quelli di tuo nipote, e non perchè questa sia una gara...
    Questo significa che se togliamo la causa i sintomi regrediscono da soli, il bambino impara a parlare, ragionare e a controllarsi.

    Sul fatto che non ci sono prove che il mercurio provochi l'autismo forse volevi dire "non ci sono studi riconosciuti ufficialmente", che è ben diverso.

    Sulla tua ultima dichiarazione, dove ho parlato di autismo da mercurio dei vaccini?
    Spiegamelo... (e vedi comunque le righe qui sopra)

    RispondiElimina
  108. info

    Secondo te se esistessero studi che collegano autismo e vaccini che fine farebbero?

    Non esiste il secondo me, uno studio deve riportare dati e nientaltro. Ora, se uno studio indica secondo gli autori che i vaccini causano l'autismo, questo non basta a validare la correlazione. Per essere validato uno studio è assolutamente necessario che un altro ne validi i contenuti. Uno studio che ottiene risultati solo per gli autori è uno studio falsato, di proposito o per colpevole incuria nella raccolta dei dati starà agli autori chiarirlo (come Wakefield, per intenderci).

    Ci sono decine e decine di fonti bibliografiche

    Sì, ma te lo ripeto, scritte da chi? Se un risultato è ottenuto solo da una persona, non è un risultato.

    Ma scommetto che i tempi di recupero di mio figlio sono molto più rapidi di quelli di tuo nipote, e non perchè questa sia una gara...
    Questo significa che se togliamo la causa i sintomi regrediscono da soli, il bambino impara a parlare, ragionare e a controllarsi.


    Non lo so, non conosco tuo figlio e sono contento che stiua recuperando rapidamente, tuttavia non puoi affermare che questa "cura" sia la ragione dei miglioramenti dell'autismo, per farlo ci dovrebbe essere uno studio che lo dimostra, e questo studio deve essere validato da un altro studio indipendente, non basta pubblicare e stop. Può essere anche che tuo figlio stia regredendo dall'autismo in maniera spontanea o per l'attenzione che gli date, può essere tutto. Ma non c'è alcuna causa da eliminare, il mercurio non causa autismo, e quello contenuto nei vaccini (ormai stanno eliminando anche quello, comunque) viene fisiologicamente eliminato in poche ore.

    Ora, (vai sulla voce di wikipedia e trovi la fonte) c'è uno studio sul possibile legame tra il mercurio industriale e l'autismo, e sui bambini studiati è stato notato che la quantità del metallo nei capelli sui bambini autistici era inferiore a quella presente in bambini non affetti da tale tipologia. Che cosa se ne dovrebbe concludere? Che poco mercurio causa l'autismo? E' evidente che c'è stato un errore metodologico.

    Sul fatto che non ci sono prove che il mercurio provochi l'autismo forse volevi dire "non ci sono studi riconosciuti ufficialmente", che è ben diverso.

    Stessa risposta di prima: se 2+2 per me fa 5, un altro dimostrerà che non è vero, non posso continuare ad andare in giro a dire che ho ragione io. Esattamente quello che fanno invece gli antivaccinisti.

    Sulla tua ultima dichiarazione, dove ho parlato di autismo da mercurio dei vaccini?

    Bè, visto che sei convinto che i vaccini causano l'autismo, e altrettanto convinto che il mercurio causi la stessa patologia, ho tratto le conclusioni. Mi sono perso qualcosa?

    RispondiElimina
  109. @ Info

    Un'ultima considerazione sulla quale ti invito a riflettere:

    I ciarlatani prolificano laddove la medicina non ha trovato cure definitive e certe, o che non sia ancora riuscita a dare una risposta certa al 100% una causa plausibile, ma soprattutto dove il problema di tali patologie è molto sentito. Cancro e autismo sono terreno fertilissimo in questo senso, perchè i possibili clienti hanno un problema gravissimo da risolvere.

    Ma che sia un ciarlatano che ha la sua cura per il cancro o il suo personalissimo problema per risolvere il problema autismo, fanno tutti leva sulla malafede della medicina, quella che finora ha salvato milioni e milioni di ammalati grazie al progresso scientifico.

    Quante vite hanno salvato i ciarlatani?
    La cifra è ZERO

    RispondiElimina
  110. se un antinfiammatorio risulta pericoloso, non ritirano tutti gli antinfiammatori, ma solo quello
    se un modello d'auto (tipo la Yaris :D) ha un errore di progetto non ritirano tutte i modelli dal commercio, ma solo la Yaris.
    Qual'è il comportamento più insensato tra i due?

    il mercurio danneggia la guaina mielinica, trovi tutta la documentazione che vuoi su internet
    hai letto quel che ho scritto? il mercurio è neurotossico, sì.
    L'assunto "per assurdo" era relativo solo alla causalità nell'autismo.
    Nell'autismo però assistiamo a una demielinizzazione in un'area e a una ipermielinizzazione in un'altra, dobbiamo quindi ipotizzare che il mercurio abbia ambo le proprietà?


    Altro ragionamento: le case farmaceutiche ostacolano la verità sui vaccini così che possano continuare a venderli.
    Vaccino: lo pigli una volta, non costa neanche granchè, e in più protegge anche chi non lo prende, per herd immunity.
    Mondo senza vaccini: miliardi (non è un eufemismo) di persone infette in più, quindi miliardi di persone che come minimo necessiteranno di antipiretici e altri sintomatici, ma in buona percentuale anche di antibiotici per sovrainfezioni (o per quei vaccini che coprono batteri), o ancora meglio i costosi antivirali, per non parlare di tutta quella fetta di popolazione che avrà una qualche morbidità cronica che.. va' trattata anch'essa.

    Pensa quanti più dindi farebbero senza lo stupido vaccino anti-HBV, un infetto si ingolla lamivudina e interferone per tutta la vita, per poi non parlare del potenziale di guadagno della possibile evoluzione in cirrosi prima e in epatocarcinoma poi.
    O l'aumento delle vendite di acyclovir senza il vaccino contro VZV, sia per gli acuti gravi che per gli immunodepressi.
    Idem, tutti gli immunodepressi con l'influenza, e quindi più amantidina e oseltamivir.
    Puoi andare avanti, lo stesso discorso vale per gran parte dei vaccini :)

    RispondiElimina
  111. "tuttavia non puoi affermare che questa "cura" sia la ragione dei miglioramenti dell'autismo"

    La finiamo con questa fesseria?
    CENTINAIA di genitori stanno ottenendo miglioramenti con queste cure, lo capite o no?

    Cercatevi un po' di gruppi sull'autismo su FB e scrivete lì questi commenti, vedete come vi ricoprono di insulti quelli che hanno provato sulla loro pelle cure tradizionali (neuropsichiatri e psicofarmaci) e cure detossificanti.
    Anni di vita buttati per non aver osato prima andar contro i medici.

    E vai su questi gruppi anche a parlare di ciarlatani, vedi dove ti mandano...

    Ti sei perso qualcosa?
    Si, ti sei perso che non ne sai nulla

    Ho capito che qui l'ignoranza sull'autismo regna sovrana

    Faccio io una domanda: conoscete una cura che nel giro di un anno dia risultati ECCELLENTI su soggetti autistici?
    Io si, a voi la risposta

    Però voglio decine di casi, mi raccomando.

    RispondiElimina
  112. @Thhh: guardati i fatturati delle case farmaceutiche con i vaccini, poi ne riparliamo

    Sarebbe bello che tu ti guardassi anche i fatturati delle case farmaceutiche con i farmaci che curano i danni da vaccino, ma dimentico che tu a queste cose non credi

    P.S.: mi sfugge un dato. Quanto sono costati ai contribuenti italiani i vaccini contro la TERRIBILE H1N1, andati poi fortunatamente inutilizzati?
    Quanti morti ha fatto l'H1N1 e quanti ne fa ogni anno una normale influenza?
    Non mi ricordo...

    RispondiElimina
  113. quindi se i risultati sono eccellenti, e non sussiste più nessun sintomo di autismo, possiamo dichiararlo guarito?

    Certamente sì.

    Come giustifichi inoltre l'aumento di escrezione delle porfirine?

    Esistono tante condizioni che fanno aumentare l'escrezione delle porfirine ed inoltre lo stesso uso di chelanti può avere questo effetto, tu invece lo leghi solo all'intossicazione da metalli pesanti (che anche se fosse poi si dovrebbe dimostrarne la provenienza...).

    Intossicazione cronica e acuta hanno sintomi diversi, dovresti saperlo bene
    Forse non lo capisci perchè non lo studi e non hai esperienze dirette


    Tu quanti casi di intossicazione da mercurio hai curato?
    Sei medico?
    Su quali testi universitari hai studiato?
    Ora, la facilità con la quale descrivi gli altri come "ignoranti" e "incompetenti" mentre tu "hai capito tutto" ed hai esperienza diretta di tutto, è il meccanismo stesso che ti fa cadere in certe trappole.
    Certe cose non le capiscono nemmeno teams di premi Nobel ed invece tu hai capito tutto.
    Molto pericoloso.

    Lo abbiamo visto, o no?

    Appunto, lo abbiamo visto, pubblicato su Lancet. Ripeto: Lancet.
    Peccato fosse una truffa.

    Sul fatto che non ci sono prove che il mercurio provochi l'autismo forse volevi dire "non ci sono studi riconosciuti ufficialmente", che è ben diverso.

    Certamente, perchè ci sono gruppi di medici vestiti di nero che si divertono a nascondere le cause dell'autismo, mentre alcuni singoli benefattori lavorano tutto il giorno (gratis, naturalmente) per il bene di tutti noi e sono gli unici al mondo (oltre a te, naturalmente) ad aver capito tutto.
    Spero tanto che questa allegra visione della vita serva almeno a renderti sereno.

    Ho capito che qui l'ignoranza sull'autismo regna sovrana

    Capisco la tua missione di diffondere la verità ma ricordo che nessuno è obbligato a leggere o commentare o partecipare a questo blog.
    Porgendo le mie scuse per l'estrema ignoranza in un campo che ti vede come esperto sanitario mondiale ti invito comunque a moderare i toni.
    Grazie.

    RispondiElimina
  114. L'esame delle profirine si fa PRIMA di iniziare le cure chelanti.
    Io di intossicazioni croniche ne ho viste molte, di acute qualcuna, per rimozione di amalgame. Anche tra cari amici, purtroppo.

    Grazie per le scuse

    RispondiElimina
  115. Io di intossicazioni croniche ne ho viste molte, di acute qualcuna, per rimozione di amalgame.

    Dall'alto della tua esperienza clinica, sai che la commissione europea SCENIHR sui rischi per la salute ha definito le amalgame dentarie al mercurio sicure per la salute e prive di rischi significativi (escluse le allergie) di malattie locali o sistemiche?

    Quindi alla luce di questo e di altre ricerche scientifiche ufficiali, l'amalgama dentale non ha alcun rischio plausibile di danno locale o sistemico.
    Diciamo che per la mia salute mi fido più delle ricerche scientifiche, di quello che ho studiato e visto durante la mia vita professionale e dell'opinione scientifica di 8 esperti mondiali e di tre commissioni indipendenti, piuttosto che di quella tua, con tutto il rispetto per la tua elevata caratura medica, naturalmente.

    RispondiElimina
  116. @ Info

    Cercatevi un po' di gruppi sull'autismo su FB e scrivete lì questi commenti, vedete come vi ricoprono di insulti quelli che hanno provato sulla loro pelle cure tradizionali (neuropsichiatri e psicofarmaci) e cure detossificanti.

    No, c'è qualcosa che non va nel tuo ragionamento, e ti spiego il perché. Prima di tutto, se una persona è assolutamente convinta ed emotivamente coinvolta fargli cambiare idea è impossibile, anzi, se l'aggrapparsi a delle illusioni è l'unico filo che tiene lontane le loro paure, diventeranno aggressive e ti copriranno di insulti. Tutto questo però non valida l'ipotesi che la disintossicazione da mercurio sia efficace contro l'autismo, proprio perchè l'intossicazione da mercurio non causa autismo. In secondo luogo, qui non siamo noi che cerchiamo di convincerti di questo, sei tu che sei venuto qui a cercare di convincerci del contrario, ognuno è libero di fare ciò che vuole. Poiché questo blog è di un medico, però, per cercare di convincerlo della bontà delle tue idee devi portare riscontri scientifici, non gente che insulta se gli dici che hanno torto.

    Ho capito che qui l'ignoranza sull'autismo regna sovrana

    No, non c'è differenza tra te e gli altri. Entrambi conoscete l'ergomento e leggete le stesse fonti (scientifiche e non scientifiche), la differenza sta nel criterio di valutazione: secondo te sono scientifiche quelle che non sono riconosciute come tali. Dunque non tacciare gli altri di ignoranza, l'argomento è ampiamente conosciuto, solo che tu la pensi diversamente nel trarre le conclusioni.

    RispondiElimina
  117. "Dall'alto della tua esperienza clinica, sai che la commissione europea SCENIHR sui rischi per la salute ha definito le amalgame dentarie al mercurio sicure per la salute e prive di rischi significativi (escluse le allergie) di malattie locali o sistemiche?"

    La cosa più comica che ho letto in tutta la giornata, Grazie!

    Quindi una commissione di 16 medici (con che esperienze in merito?) dice che le amalgame sono acqua fresca, e tutte le migliaia di studi che dicono il contrario e i milioni di danneggiati da amalgama non contano più nulla

    Basterebbe il problema delle correnti galvaniche per definirle "poco salutari"
    (avete esperienze in merito?)

    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19593333

    Google: amalgams endometriosis

    Basta mi fermo qui...

    @Grezzo: "secondo te sono scientifiche quelle che non sono riconosciute come tali"
    Come vedi qui sopra, la realtà è ben diversa.

    RispondiElimina
  118. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  119. @ Info

    Stai andando fuori tema, non conosco il tema delle amalgame, non sono un medico, in ogni caso se fossero così dannose come dici le avrebbero ritirate massicciamente da tantissimo tempo. Non avrebbe alcun senso danneggiare deliberatamente qualcuno, ti pare?

    Indipendentemente da questo, tornando in-topic: l'intossicazione da mercurio non causa autismo. Puoi anche considerare pericolose le amalgame (secondo me sono più pericolosi i fumi e gli scarici industriali, ma evidentemente abbiamo pensieri differenti a riguardo, ma tant'è), resta il fatto che il mercurio non è causa dell'autismo. Questa patologia tra l'altro è nota anche da quando non esistevano né amalgame, né vaccini e neppure la medicina moderna.

    RispondiElimina
  120. La cosa più comica che ho letto in tutta la giornata, Grazie!

    Piacere di averti fatto ridere. A me non fa ridere per nulla, visto l'argomento.

    Quindi una commissione di 16 medici (con che esperienze in merito?)

    I più grandi esperti europei sulla sicurezza dell'amalgama a quanto pare, mai quanto te, naturalmente, ma continuo a fidarmi più di loro che di te.

    avete esperienze in merito?

    Mai quanto le tue, come ti ho detto, ti stai presentando quale più esperto della commissione europea, di tutti noi e di tutti quelli che hanno effettuato gli studi seri sulle amalgame, vuoi mettere? E chi si permette di contraddirti.
    A proposito, in quale istituto di ricerca lavori?
    Così, per sapere a chi rivolgersi in caso di dubbi scientifici.
    Magari alla prima occasione mi fai leggere qualche studio che hai pubblicato.

    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19593333

    Ma questo è uno studio di quel Mark Geier definito "intellettualmente disonesto, non qualificato ed inaffidabile" per aver falsificato dati e studi?
    E' quello che usa il Lupron, farmaco per la castrazione chimica, per curare i bimbi dall'autismo?
    Lo stesso che scriveva ricerche includendo sua moglie e suo figlio ed era pagato da un avvocato che cercava sostegno per una causa sull'autismo?
    Lo stesso che...

    Basta mi fermo qui...

    Infatti, meglio.
    Tu affidi la salute di tuo figlio a questa gente, vero?

    Google: amalgams endometriosis

    Nono, io in genere studio su altri testi.

    Come vedi qui sopra, la realtà è ben diversa.

    Rassegnati info, la realtà è una, se poi te ne crei una tua e ci stai bene buon per te ma non pretendere che il mondo ti segua.
    In bocca al lupo.

    RispondiElimina
  121. "se fossero così dannose come dici le avrebbero ritirate massicciamente da tantissimo tempo"

    All'estero lo hanno già fatto.
    E' in italia che siamo sempre avanti.
    Vogliamo parlare dell'eternit?
    Si conosceva i rischi per la salute dagli anni 30.

    "non conosco il tema delle amalgame"
    Ti consiglio di studiarle prima di fare le affermazioni che hai scritto.

    "I più grandi esperti europei sulla sicurezza dell'amalgama a quanto pare"
    Assolutamente no, ho letto i curriculum, molti di loro sono oncologi.

    Torno a ripetervelo: scrivete questi commenti su siti dove si parla di autismo, c'è molta gente preparata che vi risponderà a tono...

    Se un giorno avrete un figlio autistico, ricordatevi di quello che ho scritto in questa pagina, potrebbe tornarvi utile.
    Oppure se preferite continuate con le cure "tradizionali" e "scientifiche".
    Lo manterrete autistico a vita, ma contenti voi...

    RispondiElimina
  122. A proposito
    "secondo me sono più pericolosi i fumi e gli scarici industriali"
    No, tranquillo, se fossero così pericolosi li avrebbero vietati da tempo...

    RispondiElimina
  123. @ Info

    Stai continuando a sviare l'argomento principale, che rimane l'autismo. Indipendentemente dal fatto che tu abbia ragione o meno sulle amalgame (e scusa se te lo dico, ma mi fido più di un medico che di te), il problema rimane sempre quello: con l'autismo non c'entra nulla. Andare a parlare di amalgame in quei gruppi che citi non porta da nessuna parte. Che cosa ti risponderebbero secondo te i gruppi di genitori autistici che non condividono nessuna delle cose che sostieni tu? Ce ne sono tantissimi di genitori che non seguono queste idee non validate dalla scienza medica, vallo a spiegare a loro, che combattono ogni giorno contro questo tipo di disinformazione dannosa.

    RispondiElimina
  124. @ Info
    Se un giorno avrete un figlio autistico, ricordatevi di quello che ho scritto in questa pagina, potrebbe tornarvi utile.

    Sta tranquillo che ce ne ricorderemo, e non dimenticheremo. E' meglio sempre tenere a mente gli esempi che ci possono danneggiare, affinché non ne seguiamo le orme.

    RispondiElimina
  125. Lo manterrete autistico a vita, ma contenti voi...

    WeWee, questa frase è oltremodo offensiva nei riguardi delle persone che ogni giorno lottano contro questa patologia..........

    RispondiElimina
  126. Grezzo, i discorsi offensivi per gli autistici sono i vostri
    Negate le cause che migliaia di genitori conoscono

    Passo e chiudo definitivamente, credo ci sia abbastanza perchè chi capita in questa discussione e ha un figlio autistico si ponga qualche domanda

    Le vostre risposte a questo mio post sono scontate, ma non aiutano nessuno

    Saluti

    RispondiElimina
  127. Assolutamente no, ho letto i curriculum, molti di loro sono oncologi.

    Capisco che in questo caso la tua domanda ricorrente (ma che esperienza hai?) non avrebbe senso, ma a quanto pare il panel è formato da:

    *Prof. David Williams: professore dell'università di Liverpool di ingegneria dei materiali, editore editoriale della rivista scientifica Biomaterials)

    *Dr. Wim De Jong: patologo e tossicologo dell'istituto nazionale di salute pubblica in Olanda

    *Prof. Wolfgang Dekant: tossicologo dell'università di Warzburg, già membro di commissioni dell'OMS e dell'EU.

    *Prof. Arne Hensten Pettersen, istituto scandinavo di materiali dentistici. Uno dei maggiori esperti mondiali di materiali odontostomatologici.

    *Prof. Michel Goldberg: bioingegnere, professore di bioingegnereia alla Paris Descartes, membro onorario dell'istituto Luis Pasteur.

    *Prof. John A. Jansen: docente in biomateriali, implantologia, periodontologia, capo del dipartimento di periodontologia e biomateriali, istituto universitario di Nijmegen (Olanda).

    *Dr. Ole Ladefoged: farmacologo, tossicologo, capo del dipartimento di alimentazione e ricerca veterinaria danese.

    *Prof. Nairn Wilson: King's College London Dental Institute, capo del dipartimento di odontoiatria riparativa del King's college di Londra.

    Sono persone lievemente più "informate" ed autorevole di me e di te (x100) messi assieme, e dicono che le amalgame non hanno mostrato alcuna evidenza di danno locale o sistemico (fatta eccezione per le allergie) fattene una ragione, anche perchè come al solito, eviti di rispondere alle domande che suscitano i tuoi interventi e passi comodamente al prossimo paletto.

    Se affermi che questo popo' di comitato non è attendibile, dovresti anche elencarmi le tue esperienze accademiche, di ricerca e sperimentali che mostrerebbero il contrario o le tue diventerebbero parole al vento, soprattutto alla luce della tua continua richiesta di "curriculum" a chi discute con te.
    Questo concetto elementare credo che tu stesso possa comprenderlo.

    WeWee, questa frase è oltremodo offensiva nei riguardi delle persone che ogni giorno lottano contro questa patologia...

    Non credo.
    Obiettivamente credo sia giusto mostrare le cose come stanno, io l'ho mostrato, altri lo fanno, buona scelta.

    Chi ha a cuore la salute dei propri figli ha il dovere ed il diritto di informarsi, se poi si fida di scienziati che falsificano gli studi o cialtroni che rovinano i bambini e non dei medici e della scienza, mi duole dirlo, lo hanno voluto.

    Non siamo più tra i cavernicoli e questo argomento lo abbiamo affrontato nel caso delle cure alternative per il cancro.
    Non c'è nessuna missione di salvezza in questo blog ma solo un servizio di informazione portato avanti con passione (e gratis).

    Anche la chelazione e le diete sono cure alternative inefficaci, esattamente come le sciocchezze sul cancro e se nonostante tutto qualcuno ci casca (e soprattutto se è felice di cascarci) sono scelte personali e questo non è un covo di supereroi ma una possibilità di informazione.

    La fase dell' "istinto dell'infermiere" l'ho passata da tempo e sono molto ma molto in pace con la mia coscienza.
    :)

    RispondiElimina
  128. http://ec.europa.eu/health/ph_risk/committees/04_scenihr/docs/scenihr_o_016.pdf

    Williams fa parte del gruppo, ma non viene mai citato nello studio
    De Jong, Idem
    Dekant, idem
    Jansen, idem
    Ladefoged, idem
    Pettersen (il più accreditato per parlare di amalgame) parla SOLO di studi sui materiali compositi in resina, mai di amalgame
    Wilson parla di altri materiali



    Mi sono letto lo studio

    No studies have shown that dental personnel suffer classical signs of mercury intoxication
    Caspita, comunichiamolo subito all'Inail!!!
    http://www.inail.it/cms/Medicina_Riabilitazione/tabelle_malattie/2.pdf
    http://www.inail.it/Portale/appmanager/portale/desktop?_nfpb=true&_pageLabel=PAGE_PUBBLICAZIONI&nextPage=PUBBLICAZIONI/Tutti_i_titoli/Rischio_professionale/Donna_salute_lavoro__La_salute_riproduttiva/La_salute_riproduttiva/info-752461148.jsp



    Mercury is the major metallic element used in dental amalgam. It is recognized that mercury in general does constitute a toxicological hazard, with reasonably well defined characteristics for the major forms of exposure, involving elemental mercury, organic and inorganic mercury compounds. It is accepted that the reduction in use of mercury in human activity would be beneficial both for the decrease in indirect human exposure and environmental considerations.

    Appunto!




    The main exposure to mercury in individuals with amalgam restorations occurs during placement or removal of the fillings. The transient mercury release during placement and removal will result in exposure to the patients and also to the dental personnel. It should be noted that the removal of amalgam restorations will increase the exposure of the individual patient to relatively high levels of mercury compared to leaving the amalgam filling intact and there is no clinical justification for removing clinically satisfactory amalgam restorations, except in those patients suspected of having allergic reactions to one of the amalgam constituents

    Qualcuno ha informato i dentisti?
    Qualcuno ha spiegato ai dentisti che esiste un protocollo di rimozione protetta, e che andrebbe usato quello?



    Many academic studies have been published, including some very recent epidemiological studies, which have attempted to prove conclusively, one way or the other, whether the mercury in amalgam has a causative role in disease, but until now, no clear unequivocal conclusion has been forthcoming

    NESSUNA conclusione inequivocabile, cioè, ne sì, ne no...

    RispondiElimina
  129. This latter paper typifies the problems with the assessment of the corrosion rate of amalgams, as most estimates are based on electrochemical tests in vitro, from which it is extremely difficult to extrapolate to reliable, clinically relevant data on the rate of release of mercury from amalgam restorations by corrosion process within the mouth. With respect to this Opinion, it may be stated that corrosion of restorations will occur at a very low rate, which may contribute to overall exposure, but the exact contribution that this makes is unknown.

    Interessante. Mi piacerebbe quindi sapere come hanno fatto a trarre delle conclusioni da questo studio
    Trovo interessanti anche questi video. Non mi sembra cosi "difficult" estrapolare dati...
    http://www.aiob.it/




    It is clear that exposure to mercury by individuals will be controlled by several factors, including ambient mercury levels (determined by geographical location and life-style choices), the diet, especially in relation to fish consumption

    Vero, per esempio il tonno per essere commerciabile deve contenere meno di 1 mg di mercurio/Kg
    Quindi in effetti se mangio 450 Kg di tonno ingerisco esattamente il contenuto di mercurio di una singola amalgama
    Potrei provare, una scatoletta di tonno alla settimana per 180 anni.
    Oltretutto nel tonno non ci sono vapori di mercurio, e c'è una bella differenza...




    The provisional tolerable weekly intake (PTWI) has been established at 1.6 µg/kg body weight

    Wow, quindi quando rimuovono un'amalgama con trapano andiamo "leggermente" fuori limiti
    Prendiamo una persona di 80 Kg, 1.6 * 80 = 128 microgrammi/settimana = 6.7 milligrammi all'anno
    Una amalgama trapanata = 450 milligrammi = esposizione tollerabile per 67 anni.
    Innocua direi.




    Lo studio prosegue con ricerca di mercurio nel sangue e nelle urine di chi ha amalgame e di chi non ne ha, dimenticando (?) che il mercurio si deposita nei tessuti molli.
    http://www.bioral.it/html/dosaggio.html
    Il mercurio che esce e viene assorbito dalle otturazioni in amalgama é in forma metallica non ionizzata, cioé Hg0. In queste condizioni la sua diffusibilità é altissima così come lo é la sua lipofilia (compatibilità / solubilità nei grassi) Il passaggio alla forma ionica avviene solo all’interno di cellule e quindi non nel torrente ematico. Ne consegue che il mercurio delle amalgama permane nel sangue solo per pochi minuti, massimo qualche ora e poi ‘sparisce’ verso i tessuti.
    Misurando il mercurio presente nel sangue i valori sono sempre molto bassi. Dalle otturazioni in amalgama si assorbono mediamente 10 ug di mercurio al giorno. Questa dose é dispersa e frazionata sulle 24h e su 5 litri di sangue, il quale tende a distribuirlo ai tessuti. Il mercurio rilevabile nel torrente ematico é il metilmercurio, la forma organica tipicamente assorbita dall’alimentazione e dotata di una emivita plasmatica di circa 15 giorni. Molti studi ‘scientifici’ hanno sostenuto che non esiste intossicazione dalle otturazioni in amalgama perché non si riscontra mercurio nel sangue e che anzi, l’unica fonte rilevante di mercurio é il pesce. Tali conclusioni sono frutto di un errore metodologico.

    RispondiElimina
  130. Bjornberg et al. (2005) report that infant blood inorganic mercury is similar to maternal blood mercury at delivery but decreases until 13 weeks of age

    Certo che decresce, si deposita nei tessuti... (cervello per primo)



    Tutto lo studio è basato su ricerche di mercurio in sangue ed urine per verificare la quantità di mercurio espulso dalle amalgame
    Sbagliata la metodologia, sbagliato lo studio.



    Poi si parla di correlazioni tra mercurio e malattie varie
    Le conclusioni sono sempre le stesse:
    studi pro e studi contro (tutti con campioni ridicoli), quindi non si può stabilire nulla, c'è ancora dibattito in corso.
    Quindi se ci sono ancora dibattiti in corso, le amalgame sono sicure?
    Bella ricerca, molto scientifica...



    Infine, se le amalgame sono così sicure, qualcuno mi deve spiegare perchè devono essere smaltite come rifiuto speciale


    Sarebbe questo lo studio che dimostra la sicurezza delle amalgame?

    RispondiElimina
  131. @ Info

    La prima domanda che mi sorge spontanea è: perché da quello che leggi vuoi capire solo quello che vuoi capire tu? I due pdf dell'INAIL parlano di rischio professionale derivante dal trattamento delle amalgame, ma la capisci la differenza? Non per nulla l'inail si occupa di malattie professionali. Se secondo te i dentisti utilizzano metodi impropri di estrazione delle amalgame parlane con loro, e vedi cosa ti rispondono.

    Seconda cosa, lo studio parla proprio di rischio di esposizione al mercurio durante l'installazione e la rimozione delle amalgame, non certo dall'averle. La quantità di mercurio nelle amalgame può anche essere uguale a quella equivalente dall'ingestione di 450kg di tonno, ma tu non assorbi tutto il mercurio contenuto nelle amalgame.

    E comunque ti ripeto che non è dimostrando la pericolosità delle amalgame che dimostri la relazione autismo-mercurio o autismo-vaccini. L'autismo esisteva anche in epoche in cui non esistevano nè amalgame nè vaccini. Rimaniamo sul tema autismo, che è l'argomento del post, non sono le amalgame il tema principale di discussione. Prima devi dimostrare che ci sia una relazione tra l'intossicazione da mercurio e l'autismo, dopodiché puoi anche iniziare a parlare della pericolosità delle amalgame in questo senso.

    RispondiElimina
  132. Mi chiedo se ci fate o se ci siete

    "I due pdf dell'INAIL parlano di rischio professionale derivante dal trattamento delle amalgame"

    Lo studio cita testualmente:
    "No studies have shown that dental personnel suffer classical signs of mercury intoxication"

    Fanno un po' a pugni queste 2 affermazioni.


    "Se secondo te i dentisti utilizzano metodi impropri di estrazione delle amalgame parlane con loro, e vedi cosa ti rispondono."

    Mi rispondono che la legge li tutela, ne ho già parlato con diversi dentisti.
    Bella risposta, vero?


    "ma tu non assorbi tutto il mercurio contenuto nelle amalgame."
    Questo lo dici tu. Decine di studi dicono esattamente l'opposto.
    Ma finchè gli studi "approvati scientificamente" sono quelli che cercano il mercurio nel sangue e nelle urine hai "scientificamente" ragione tu.


    "L'autismo esisteva anche in epoche in cui non esistevano nè amalgame nè vaccini"
    Vero, 1 caso ogni quanti migliaia di abitanti?
    Te lo dico io:
    1 ogni 20.000 nati negli anni 80 (e le amalgame c'erano già, anche se usate da poco su larga scala)
    Ora siamo a 1 caso ogni 90-200 nati, a seconda dei diversi studi

    Le vostra risposte continuano e dimostrare ignoranza in materia

    E sono stanco di perdere tempo a rispondere

    RispondiElimina
  133. @ Info

    Fanno un po' a pugni queste 2 affermazioni.
    Per nulla, non fanno a pugni: significa che le misure preventive per evitare l'intossicazione sono efficaci, l'INAIL parla di rischio professionale, il rischio professionale si ha quando non si usano le misure cautelative

    Mi rispondono che la legge li tutela, ne ho già parlato con diversi dentisti.
    Bella risposta, vero?


    Ma davvero? Mi dici chi sono? Solitamente i medici non sono macellai che se ne fottono della salute del paziente, sai?

    Questo lo dici tu. Decine di studi dicono esattamente l'opposto.

    Mi stai dicendo che quando ti tolgono l'amalgama in esso non c'è più neanche traccia di mercurio? Ti rendi conto dell'assurdità della cosa?

    Vero, 1 caso ogni quanti migliaia di abitanti?

    Falso, in epoche nelle quali non esistevano metodi diagnostici e nei quali l'autismo veniva scambiato come possessione demoniaca non esistevano neppure studi epidemiologici.

    Sull'aumento dei casi di autismo, vai a rileggerti i post sull'argomento, ne parla specificatamente, e una delle cause dell'aumento è che sono diagnisticate come autismo un gran numero di livelli della patologia che prima non erano riconosciuti come tali. E' anche vero che in ogni caso ci sono degli aumenti di casi, ma negli ultimi 100 anni di storia umana sono cambiate un'infinità di variabili del quotidiano, e affibbiare alle amalgame e ai vaccini la colpa di questo aumento è assolutamente arbitrario, poiché non esistono evidenze in questo senso: sostanzialmente non si conoscono le cause reali di questi aumenti, ma non è decidendo arbitrariamente cosa secondo te lo causa che risolvi il problema. Servono evidenze scientifiche.

    RispondiElimina
  134. E sono stanco di perdere tempo a rispondere

    Nessuno ti obbliga, io non mi stanco per niente a rispondere.

    RispondiElimina
  135. L'INPS parla di MALATTIE Professionali, non di rischi.

    Ti dico chi sono?
    Messaggio del 9 agosto 2010
    "sono assolutamente protetto dalla legge..."
    Chi me l'ha detto ovviamente non posso dirtelo per privacy, ma è un dentista che ha rovinato un caro amico.

    "Mi stai dicendo che quando ti tolgono l'amalgama in esso non c'è più neanche traccia di mercurio? Ti rendi conto dell'assurdità della cosa?"
    Se la togli dopo 60 anni forse sì (ma probabilmente si rompe prima perchè è vuota).


    "Falso, in epoche nelle quali non esistevano metodi diagnostici e nei quali l'autismo veniva scambiato come possessione demoniaca non esistevano neppure studi epidemiologici"
    Interessante, e quante centinaia di adulti autistici conosci? Adesso gli strumenti per valutarli li hai

    Un ultima frase, che mi ha girato oggi un caro amico medico:


    "NOI NON ABBIAMO I MEZZI PER…..A MENO CHE NON DECIDIAMO DI DEDICARE LA NOSTRA ESISTENZA ALLA BATTAGLIA CONTRO INTERESSI CHE COMPRANO INTERI GOVERNI"

    No, grazie, qui ho chiuso, ho di meglio da fare.
    Buon mercurio a tutti

    RispondiElimina
  136. @ Info

    Io non mi stanco di rispondere, ma al tuo ultimo commento non so proprio cosa dire: è completamente privo di senso. Magari torna quando avrai riordinato le idee, mi sembra che ce le hai assai confuse. Il complottismo da due soldi non dimostra nulla.

    Hai smesso di parlare di autismo molti post addietro.

    RispondiElimina
  137. Un ultima frase, che mi ha girato oggi un caro amico medico

    Una volta mio cuggino mi ha raccontato che conosce una mossa che paralizza all'istante.

    No, grazie, qui ho chiuso, ho di meglio da fare.

    Sì, ma è la terza volta che lo dici.
    Bye bye.
    :)

    RispondiElimina
  138. Quote "Info"
    Bjornberg et al. (2005) report that infant blood inorganic mercury is similar to maternal blood mercury at delivery but decreases until 13 weeks of age

    Certo che decresce, si deposita nei tessuti... (cervello per primo)

    Tutto lo studio è basato su ricerche di mercurio in sangue ed urine per verificare la quantità di mercurio espulso dalle amalgame
    Sbagliata la metodologia, sbagliato lo studio.
    ---------------------------

    Sì è vero che si deposita prevalentemente a livello cerebrale ma lo fa in pochi giorni (non ci mette 13 giorni a depositarsi)e non è che ci rimane per sempre. Viene maneggiato dall'organismo ed espulso tramite feci (se organico) o urine (se inorganico), in ogni caso il tragitto per essere espulso lo fa attraverso il sangue, per questo gli esami sono fatti sul sangue e non sono quindi un errore metodologico.

    RispondiElimina
  139. Salve.. ho fatto una tale fatica a leggere tutte le risposte!!
    Ma ne è valsa la pena... mi sento molto più informata sui pro, sui contro..
    Ad ogni modo girando su internet (in considerazione del fatto che ho un bambino piccolo che *dovrebbe* essere vaccinato a breve..) ho trovato diversi documenti a favore e sfavore dei vaccini.. in generale ma anche riferendomi proprio a mmr. Tra le varie documentazioni ho trovato un testo che ho ritenuto altamente professionale (e leggendomi da chi era scritto ho anche ben capito il perchè lo era)... devo essere sincera.. tra tutte le cose che ho letto questo documento è quello che fino ad ora mi ha più convinto.
    Mi farebbe piacere se mi desse una sua opinione in merito, visto che io, da totale ignorante posso anche scambiare lucciole per lampioni. Purtroppo non ho trovato su internet nessun testo a favore dei vaccini paragonabile a questo.. Il suo (consigliatomi da un'altra mamma che lo aveva trovato interessante) è uno dei più completi (considerando che tratta solo una piccolissima parte del problema vaccini rispetto all'articolo che le sto citando).

    Insomma, mi piacerebbe avere il parere di una persona del settore.. mi rendo conto che il documento è molto lungo.. ma è ricco di spunti e una bibliografia di un certo spessore (almeno come quantità :o))..)

    La mia domanda, se dovesse decidere di leggerlo, sarebbe questa:

    E' mai possibile riuscire a costruire una babilonia così immensa inventandosi tutto di sana pianta? oppure in fondo.. qualche piccola verità c'è? (cosa che sono sincera tendo a credere..)

    Nel caso voglia dare seguito a questo mio commento la ringrazio anticipatamente!!

    il documento è qui
    http://www.dmi.unipg.it/~mamone/sci-dem/nuocontri_1/debernardi.pdf

    RispondiElimina
  140. scusate gli errori.. considerate l'ora @__@

    ;o))

    RispondiElimina
  141. Ad ogni modo girando su internet (in considerazione del fatto che ho un bambino piccolo che *dovrebbe* essere vaccinato a breve..) ho trovato diversi documenti a favore e sfavore dei vaccini..

    Come primo consiglio posso dare quello di non "girare su internet" per decidere sulla propria salute e su quella dei propri figli.

    E' mai possibile riuscire a costruire una
    babilonia così immensa inventandosi tutto di sana pianta?


    Ma certamente. C'è anche di peggio.
    Quel documento è semplicemente un compendio di tutte le teorie complottistiche, false e manipolate sui vaccini. Una buona base di partenza per capire come si può manipolare una storia e spargere letame senza ritegno.

    E' un po' antiquato a dire il vero, visto che raccoglie dicerie ormai sorpassate o smentite da tempo.
    Parla per esempio della formaldeide (cancerogena!) contenuta nei vaccini, del "mercurio" che provoca l'autismo, degli Amish che non vaccinandosi non conoscono l'autismo e così via.
    Frasi come "non si sa quali effetti potrebbero avere a breve o a lungo termine" riferite ai vaccini, sono stupide, visto che parliamo di un farmaco somministrato ormai da decenni a milioni e milioni di persone senza che si siano riscontrati effetti dannosi nè a breve nè a lungo termine o che il diabete abbia tra le sue "cause prioritarie" il vaccino....stupide ma ammetto possano raggiungere l'effetto desiderato di far paura a chi le legge.

    Insomma, un bel calderone di sciocchezze che se in buonafede mostrano profonda ignoranza, se in malafede profonda cattiveria.
    Non sto a smentire una per una queste affermazioni, l'ho fatto già negli articoli del blog e ne abbiamo discusso in abbondanza. Alcune di esse sono state addirittura abbandonate dagli stessi ciarlatani, vista la loro palese falsità.

    Però se leggiamo bene il documento colpiranno i riferimenti alle banche, ai Rockefeller, agli studi di Wakefield, all'AIDS causato dai vaccini. per concludere in bellezza con le scie chimiche (le scie chimiche!!).

    Insomma, spero che una mamma non affidi la salute dei propri bambini (e la propria) alle parole di questi profeti (ignoranti) di sventura ed il mio grande sogno è che la gente un giorno non abbia bisogno nè di me nè di pareri professionali perchè arrivi da sola a distinguere la spazzatura dalla ragione.
    Vorrà dire che la cultura non avrà internet come fonte.

    Ah! L'autore di quel testo scrive per il sito "disinformazione" che è (nome omen) il massimo della disinformazione su internet.

    Saluti.

    RispondiElimina
  142. WEWEE.. sai cosa?
    Per una persona come me, che non sa chi può avere la verità in tasca, per una persona come me che vorrebbe solo il bene per il proprio figlio.. è difficile riuscire a distinguere il falso dal vero.
    Purtroppo anche le tue parole per me sono sentite e risentite, trite e ritrite.. con questo non voglio assolutamente toglierti l'autorevolezza che meriti!! Ma il mio problema, e credo anche quello di molti altri, è che non siamo tutti medici, non possiamo tutti andarci ad informare sui libri, fare ricerche dettagliate e approfondite in biblioteca o sui tesi universitari.. abbiamo però internet, che si.. forse sarà anche pieno di bufale.. non lo metto in dubbio, ma almeno ci da la possibilità di vedere oltre e altro. Non credo sarebbe giusto avere solo un punto di vista.. Io sono veramente titubante nel credere che tutte queste notizie siano completamente false.. alla fine.. il mercurio non è stato eliminato? E perchè se era tanto innocuo? (Per quel che ne so il mercurio è secondo solo al plutonio come velenosità.. e la punta di un termometro sarebbe in grado di inquinare un lago intero.. tant'è che anche il mercurio presente nei termometri è stato eliminato..) Quanto mercurio sarebbe necessario per avvelenare il corpo di un neonato?.. E soprattutto, visto che è stato eliminato.. perchè lo hanno introdotto? Era così necessario?? Non sapevano ancora quanto fosse velenoso?
    E di quanti medicinali abbiamo lo stesso risultato?

    Insomma.. parliamoci chiaro... inevitabilmente noi *massa* siamo le vere cavie, senza parlare di complotti o cose che possono anche sembrare fantascientifiche.. ma cercando di restare con i piedi per terra.. La sperimentazione animale come direbbe Robert Sharpe è totalmente superflua spesso inutile a volte anche dannosa (come per la penicillina), quella in vitro è sicuramente fondamentale.. ma non siamo noi alla fine quelli che veramente sperimenteranno gli effetti positivo e/o negativi dei nuovi farmaci?
    E allora mi chiedo.. (senza fare santo o demone nessuno) è o non è un fatto che anche la medicina qualche cazzata la fa? Non possiamo negarlo.. dai.. e quindi mi chiedo.. non è possibile che anche con i vaccini qualche sbaglio è stato fatto?? (anche in buona fede, per carità.. non voglio fare parte della categoria *complottista*) , è una cosa tanto assurda?

    Scusa.. forse internet diffonde anche notizie sbagliate.. ma è quella che io ritengo una *vera* informazione... perchè di spazzatura ne vediamo tanta anche in TV.. e non dirmi che i tg vari, o tutti i giornalisti siano obiettivi, non pilotati ecc..

    Perchè questa si che sarebbe fantascienza.

    Quindi io, ti ringrazio tantissimo per avermi dato la tua opinione che per me sarà utilissima a continuare le mie ricerche (a differenza di molti io non ho fede per nessuno.. ho bisogno solo di capire.. ) nella speranza di poterne *cavare un ragno dal buco*

    E ricordati che una mamma fa sempre (o almeno crede) il meglio per i propri figli.

    (sempre parlando di gente *normale*)

    RispondiElimina
  143. @ Vadabus

    Le eccezzioni che sollevi sono perlomeno pertinenti, ma alla riprova dei fatti si tratta comunque di supposizioni che non trovano fondamento. Come avrai avuto modo di leggere innanzitutto il mercurio dei vaccini è totalmente innocuo, completamente diverso da quello tossico, non lascia neppure una traccia nell'organismo e viene eliminato in pochissimo tempo. Inoltre, come forse avrai notato se hai letto molti post di WeWee, quando c'è stato un errore, e anche grave, nel cammino della ricerca scientifica, questo è stato pubblicamente ammesso senza remore, e le parti danneggiate risarcite. Prima di avere accesso alla *massa* una medicina non deve solo passare la fase della sperimentazione animale, ma anche quella di sperimentazione umana su campione di studio. Una volta riconosciuta l'efficacia e la relativa sicurezza, può essere usata su vasta scala. Questo vale per tutto, vaccini e medicine.

    è o non è un fatto che anche la medicina qualche cazzata la fa?

    La fa certamente, ma non tiene certo nascosti gli errori.

    Non possiamo negarlo.. dai.. e quindi mi chiedo.. non è possibile che anche con i vaccini qualche sbaglio è stato fatto??

    Questa parte del discorso è molto discutibile. La medicina ogni giorno salva milioni e milioni di persone, tu dubiti dei vaccini (che sono in uso da decenni) sulla base del fatto che la medicina ha commesso alcuni errori? Questo, sinceramente, non credo che sia un ragionamento da "fare il bene dei propri figli". La medicina aiuta le persone a evitare malattie, a guarire da esse e a salvarci quando siamo in pericolo di vita. Mettere in discussione una cura sulla base di deliri manipolati senza dati di fatto tratti da discutibili siti internet il cui scopo è quello di vendere robaccia "alternativa", è quanto di peggio un genitore possa fare per il proprio figlio. E ti parlo da persona che martedì vedrà nascere il proprio primogenito.

    RispondiElimina
  144. E ricordati che una mamma fa sempre (o almeno crede) il meglio per i propri figli.

    Bravissima.
    In bocca al lupo.

    E ti parlo da persona che martedì vedrà nascere il proprio primogenito.

    Ah! Ma allora tanti auguri!
    :)

    RispondiElimina
  145. Grezzo, grazie per il tuo commento!

    Wewee.. crepi il lupo :o)

    E speriamo veramente che siate voi ad avere ragione.. visto che ho già vaccinato mio figlio con l'esavalente (adesso ha quasi un anno).

    Non posso fare altro che questo.. sperare.
    e continuare a fare le mie inutili ricerche :o)).. che so già mi porteranno solo e cmq a continuare ad avere dubbi..

    Ma al tempo stesso penso che la vera libertà sia data dalla *possibilità* di dubitare..

    La saggezza dubita sempre, perchè è vasta ;o)

    baci!

    RispondiElimina
  146. Grezzo.. scusa.. dimenticavo.. tanti auguri!!!!! :o))

    RispondiElimina
  147. @ Vadabus
    Grazie per gli auguri

    che so già mi porteranno solo e cmq a continuare ad avere dubbi..

    Il dubbio nelle persone è una cosa che secondo me non dovrebbe mai sparire, il dubbio ci impone sempre l'obbligo di indagare, e indagando miglioriamo sempre le nostre conoscenze. La mancanza di dubbi, ci rende poco inclini a conoscere le cose, quindi ben venga il sano dubbio, in qualunque campo.

    RispondiElimina
  148. Grezzo.. esattamente quello che penso..
    :o))

    e anche che qualsiasi scelta ognuno decida di fare, qualsiasi filosofia di pensiero preferire.. non bisognerebbe mai pentirsene...

    Ma poi divaghiamo in discorsi filosofici e wewee ci elimina i post perchè fuori tema !! :o))

    Grazie ancora a tutti e due per la vostra attenzione ;o)

    RispondiElimina
  149. "Frasi come "non si sa quali effetti potrebbero avere a breve o a lungo termine" riferite ai vaccini, sono stupide, visto che parliamo di un farmaco somministrato ormai da decenni a milioni e milioni di persone senza che si siano riscontrati effetti dannosi nè a breve nè a lungo termine o che il diabete abbia tra le sue "cause prioritarie" il vaccino....stupide ma ammetto possano raggiungere l'effetto desiderato di far paura a chi le legge."

    Balle!
    Sapete benissimo che puntualmente i vaccini vengono tolti dal mercato e sostituiti per "problemini collaterali.

    Ditemi il nome di UN solo vaccino che viene somministrato da decenni

    RispondiElimina
  150. "Come primo consiglio posso dare quello di non "girare su internet" per decidere sulla propria salute e su quella dei propri figli"

    Ha ragione WeWee
    Girovagando troppo su internet si rischia di trovarsi di fronte a fonti indipendenti, non controllate dai soliti noti.

    "Prima di avere accesso alla *massa* una medicina non deve solo passare la fase della sperimentazione animale, ma anche quella di sperimentazione umana su campione di studio"

    Si, molto spesso parliamo di campioni di 10-30 persone, monitorate per BEN un anno.


    "La medicina ogni giorno salva milioni e milioni di persone"

    E quante ne uccide?
    Sarebbe interessante fare una statistica, indipendente magari, ma non l'avremo mai, perchè i morti per chemio risultano morti per tumore...

    RispondiElimina
  151. @ Info

    Balle!
    Sapete benissimo che puntualmente i vaccini vengono tolti dal mercato e sostituiti per "problemini collaterali.


    Siamo alle solite, parole pesanti senza uno straccio di base sulla quale appoggiarsi. Se non ti fosse giunta notizia nel tuo circondario alternativista, la medicina è in continuo movimento. Molti farmaci vengono cambiati man mano che vengono fatte nuove scoperte, esattamente come i televisori non sono più come quelli di tuo nonno: perché quelli moderni sono migliori. Quando c'è qualcosa di meglio si cambia. La medicina non è come l'omeopatia, che è ferma da un centinaio di anni alle solite cazzate, ogni anno vengono scoperte nuove molecole e nuovi princìpi attivi.

    Si, molto spesso parliamo di campioni di 10-30 persone, monitorate per BEN un anno.

    Sì, certo, hai capito tutto della ricerca, bravo.

    E quante ne uccide?

    Dipende da cosa intendi per "quanti ne uccide", ma sospetto che molte delle morti che tu attribuisci ad un'azione diretta o indiretta della medicina sia una bufala. Ci sono morti per errori medici, per effetti collaterali gravissimi (e rarissimi) e in passato c'è stato, e sempre conclamato, qualche errore che ha causato danni. Tutto questo però non influisce sul fatto che l'assenza della medicina causerebbe moltissimi morti, molti più di quelli che tu dici siano causati da essa. Tu che cosa proponi? La messa al bando della medicina? Bene, bandiscitela da solo. Ma sarebbe molto meglio che tu non consigliassi ad altri questa tua personalissima scelta.

    RispondiElimina
  152. perchè i morti per chemio risultano morti per tumore...

    Questa ti vale la Palma d'oro di complottista DOCG a 360 gradi. Mi spiace doverti dare una notizia sconvolgente, ma l'uomo ha il piccolo difetto di essere una creatura vivente a termine. La gente muore, caro info, è molto triste ma non ci possiamo fare niente, talvolta muoriamo per un incidente, talvolta per malattia,l talvolta per vecchiaia. Il vizio di cercare per forza qualcuno colpevole di una vita interrotta è tipica negli ambienti complottisti, quasi come se senza la medicina fossimo immortali. Il cancro uccide, caro mio, e uccide da quando esiste un essere vivente che lo contrae. L'uomo è l'unico che cerca in qualche modo dicontrastarlo, (con la medicina, ovviamente, tutte le cazzate alternative contro il cancro non fanno un bel nulla, nè prima, nè ora, nè domani), e man mano che la ricerca avanza riesce a a sconfiggerlo sempre più spesso Ma come per le malattie gravissime (se ancora non ti fosse arrivata notizia il cancro è una malattia mortale, ancora di più se non curata e soprattutto se "curata" con cazzate), talvolta anche la scienza più avanzata ne esce sconfitta.

    Tuttavia, con le stronzate si guariscono solo i raffreddori. Ma solo perché prima o poi passano comunque.

    RispondiElimina
  153. Come primo consiglio posso dare quello di non "girare su internet" per decidere sulla propria salute e su quella dei propri figli.

    Guarda in un mondo perfetto (o quasi) in cui ti trovi con medici preparati, disponibili e perchè no gentili avresti perfettamente ragione. Purtroppo l'argomento vaccini è così vasto che penso che alcuni pediatri hanno rinunciato a documentarsi e non conoscono neanche l'esavalente.

    Per non parlare poi delle bocche cucite quando si pone la domanda "ma potrebbe essere stata una reazione avversa?". E' ovvio che se non si riceve risposta poi su va su internet e si trova di tutto di più.

    Forse la comunicazione andrebbe migliorata :-)

    RispondiElimina
  154. Forse la comunicazione andrebbe migliorata

    E di tanto.
    Ma da ambedue le parti.

    RispondiElimina
  155. http://www.youtube.com/watch?v=widx3HIqXPI&feature=autoplay&list=PL13AED7AE9E27D76B&index=2&playnext=1

    Sto morendo dal ridere
    Porti come esempio la cura della gastrite con l'eradicazione dell'helicobacter pylori (esame che ho fatto fare IO a mia suocera nei primi anni 90, non il suo medico...) e parli di cure alternative e antibiotici
    Forse non hai capito che le cure alternative, quelle che NON vanno a favore delle case farmaceutiche, sono quelle NON brevettabili, quindi non a base di antibiotici di sintesi, ma a base di antibiotici NATURALI (erbe e altro)

    Caro Grezzo, vatti a leggere il perchè del continuo cambio della formulazione dei vaccini, altrochè migliorie
    Ti consiglio magari il dito del Comilva

    La Clark non cura con l'energia elettrica, ma con le frequenze, ed è morta a 81 anni.

    Per il braccialetto, mi risulta che la bufala stava nel fatto che si trattava di un semplice ologramma, e lo capiva anche un pirla che era una bufala

    RispondiElimina
  156. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  157. le cure alternative, quelle che NON vanno a favore delle case farmaceutiche, sono quelle NON brevettabili, quindi non a base di antibiotici di sintesi, ma a base di antibiotici NATURALI (erbe e altro)

    Se la pensi così, se mai dovessi beccarti una polmonite curati con le erbe ed in bocca al lupo ma non venire qui a sparare cretinate che la gente che sta male ha bisogno di cure non di ciarlatani.

    La Clark non cura con l'energia elettrica, ma con le frequenze, ed è morta a 81 anni.

    Di cancro, che non ha nè diagnosticato nè curato con le sue mirabolanti invenzioni. E si è pure ricoverata in ospedale, l'alternativa...

    lo capiva anche un pirla che era una bufala

    Curioso come i pirla siano sempre gli altri.

    L'altro tuo delirante commento l'ho cancellato e ti ricordo per l'ennesima (ed ultima) volta che qui è PROIBITO consigliare sciocchezze alternative senza riferimenti scientifici. Hai centinaia di siti dove puoi sfogare il tuo bisogno di miracoli a pagamento, qui non si può, mi dispiace. Ti ho anche invitato diverse volte a leggere il regolamento e ti ricordo che avevi già salutato tutti perchè qui perdevi il tuo tempo: hai ragione, qui perdi solo tempo.

    La prossima volta sarai bannato.
    Grazie della comprensione.

    RispondiElimina
  158. Forse non hai capito che le cure alternative, quelle che NON vanno a favore delle case farmaceutiche, sono quelle NON brevettabili, quindi non a base di antibiotici di sintesi

    Naturalmente non sai che per la gastrite si utilizza l'amoxicillina, antibiotico che ha perso il brevetto, tanto che esiste anche in forma generica.
    Oggi hai appreso un'altra cosa, vedi com'è utile questo blog?

    RispondiElimina
  159. Per una persona come me, che non sa chi può avere la verità in tasca, per una persona come me che vorrebbe solo il bene per il proprio figlio.. è difficile riuscire a distinguere il falso dal vero.

    Per una persona come, e come altri milioni a questo mondo, l'unica cosa intelligente è rivolgersi agli esperti.
    Non è questione di avere la ragione in tasca.
    Nessuno è onniscente e, se non si ha stretta competenza su una materia, ci si affida a chi ce l'ha.
    Se ho un problema legale vado dall'avvocato, se devo scavare un pozzo chiamo un geologo, se voglio imparare la matematica vado da un professore, se ho un problema di salute vado dal medico.
    Il resto sono solo chiacchiere di chi si erge a salvatore, mentre in realtà è lì solo per fregarti, soldi e fiducia.
    E qualche volta anche la salute.
    Soprattutto si deve evitare di acquisire info fai-da-te proprio perchè è elevatissimo il rischio di cadere in mano a truffatori e sciacalli, oltre che di confondersi le ideee e basta.
    E molto spesso questi delinquenti fanno leva proprio su quello che la gente vorrebbe sentirsi dire (il medico che non dà più speranza è cattivo, come fosse colpa sua, il ciarlatano infame che millanta guarigioni con l'acqua fresca, e spilla fior di miglkiaia di euro, è visto come un salvatore, capito come funziona ???).

    E speriamo veramente che siate voi ad avere ragione.. visto che ho già vaccinato mio figlio con l'esavalente (adesso ha quasi un anno).

    Ragione ???
    Ma di cosa hai paura ???
    Di aver evitato di fargli contrarre malattie mortali e/o invalidanti ???
    Dovresti essere contenta e fare i salti di gioia che esistono queste soluzioni, una volta ti beccavi la polio e restavi storpio per il resto della vita, o la difterite e soffocavi come un topo nella stiva... scegli tu.


    @ info
    Forse non hai capito che le cure alternative, quelle che NON vanno a favore delle case farmaceutiche, sono quelle NON brevettabili, quindi non a base di antibiotici di sintesi, ma a base di antibiotici NATURALI (erbe e altro)

    Pallonaro e cazzaro come sempre.
    Questa novella funzionerà con i farlocchi, se speri di impressionare qualcuno qui ti conviene sgombrare.
    Non si possono brevettare i prodotti naturali, ma si può brevettarne l'uso.
    Ora finiscila di fare il buffone.

    RispondiElimina
  160. @ Info

    Sto morendo dal ridere

    Non ho mai capito il senso dell'umorismo dei complottisti, davero.

    La Clark non cura con l'energia elettrica, ma con le frequenze, ed è morta a 81 anni.

    Errore madornale, il tuo: la Clark non ha mai curato nulla, se non il suo conto in banca. Curare significa far star bene una persona eliminando la sua malattia, o perlomeno ridurre i danni che essa provoca. Nessun ciarlatano ha mai fatto nessuna delle due cose. Ma ti ripeto, se vuoi continuare a curarti con il nulla, sei liberissimo di farlo. Spero però che questo non ti porti conseguenze per cui tu debba pentirtene, perché sai com'è, quando arriva qualcosa di serio, le tue "cure miracolose" non fanno un bel nulla.

    RispondiElimina
  161. @ WeWee

    E di tanto.
    Ma da ambedue le parti.


    Questa è una cosa che ti appoggio in pieno. Troppo spesso noi come pazienti partiamo già prevenuti nei confronti del personale medico, rivolgendoci a loro già in cagnesco fin dai primi scambi di parole. In questi mesi di visite in ospedale con mia moglie, però, ho imparato una cosa molto importante: se ci si rapporta ai medici con cortesia e senza aggressione, si riceve un trattamento molto umano.

    RispondiElimina
  162. se ci si rapporta ai medici con cortesia e senza aggressione, si riceve un trattamento molto umano

    Non credo affatto che da qui tu possa dedurre che tutti i medici siano umani ed aggiungerei preparati ogni volta che ci si rivolge a loro in maniera adeguata. Anche io non sono affatto prevenuto quando mi rivolgo ad un medico ed ho l'abitudine di essere molto rispettoso della loro professionalità ma ti posso assicurare che ho sentito uscire dalla bocca di certi medici delle considerazioni che per mia natura ho dovuto poi verificare su internet.

    Sulla comunicazione poi non capisco come dovrebbe migliorare la comunicazione anche dal punto di vista del paziente. Se io faccio il paziente, il mio ruolo è fare domande ed il ruolo del medico è di dare risposte complete ed esaurienti. Purtroppo non tutti i medici riescono ad avere empatia nei confronti dei pazienti ma se un medico è preparato riesce in ogni caso a comunicare in maniera completa ed a informare senza lasciare dubbi il paziente.

    Comunque su questo credo che valga molto l'esperienza personale e non è possibile generalizzare.

    RispondiElimina
  163. @ Epsilon

    E' ovvio che non tutti i medici hanno un atteggiamento che definiremmo umano, ma è un dato di fatto che molti pazienti (e soprattutto i familiari) hanno la brutta abitudine di rivolgersi al personale medico con sgarbatezza e maleducazione. E' in questo senso che deve migliorare il rapporto medico/paziente anche dalla parte di chi della sanità ne usufruisce. Un paziente certo che ha diritto di fare domande, e il medico ha il dovere di rispondere, ma il paziente non ha neanche lontanamente il diritto di entrare in un ospedale e fare ciò che gli pare insultando se qualcuno lo richiama all'ordine. E ne ho visti parecchi.

    RispondiElimina
  164. Per farti un discorso molto semplice, tu personalmente sei ben disposto con chi si rivolge a te urlando e insultando oppure con qualcuno che mostra rispetto e parla tranquillamente?

    RispondiElimina
  165. Chiaramente, nel momento in cui porto casi concreti, il commento viene bannato
    Alla faccia della libertà di informazione

    Buon proseguimento

    La gente si sta svegliando, prova è il fatto che stanno cercando di ostacolare la vendita di erbe medicinali in europa

    RispondiElimina
  166. @ Info

    La gente si sta svegliando, prova è il fatto che stanno cercando di ostacolare la vendita di erbe medicinali in europa

    Se essere come te significa svegliarsi, allora mi sa che i miei vocabolari hanno degli errori macroscopici di stampa.

    Chiaramente, nel momento in cui porto casi concreti, il commento viene bannato

    Guarda, WeWee ha lasciato passare commenti che davvero erano immondi nel suo blog, tu ne hai postato uno che a suo parere andava cancellato, trai le conclusioni sul valore di quel commento, quando anche la spazzatura non viene cestinata.

    RispondiElimina
  167. La gente si sta svegliando, prova è il fatto che stanno cercando di ostacolare la vendita di erbe medicinali in europa

    Questa è una balla colossale. La legge esiste da anni e semplicemente ora va applicata obbligatoriamente, inoltre non vieta proprio un bel niente, semplicemente definisce i limiti di applicazione delle stesse (e per quelle già utilizzate da anni non cambia nulla)

    RispondiElimina
  168. Grezzo, conosci il contenuto del mio post?
    Direi di no

    Ho saputo che a Lugano c'era una folla di 22 persone! Spaventoso!

    RispondiElimina
  169. @ info

    Ho saputo che a Lugano c'era una folla di 22 persone! Spaventoso!

    Ricordati che una sciocchezza adorata da tanti non cambia la sostanza. E' risaputo che la fuffa e la pochezza di contenuti ha un audience vastissimo, ti basti sapere che alla top-ten dei programmi televisivi più seguiti ci sono i reality show. Una conferenza riuscita non si misura dalla quantità di beoti che la frequentano, ma dalla qualità dei contenuti esposti e dalla competenza di chi vi ha assistito. Il mondo dell'alternativo è certamente più variopinto di quello del Cicap, con i suoi astrologhi, santoni, maghi, stregoni e altri ciarlatani, ma quanto a qualità di contenuti, siamo lontani anni luce.

    Altrimenti, da domani dovresti diventare coprofago. Le mosche sono tantissime, molte più di noi. E gli piace tanto. Visto che misuri la qualità dalla quantità, buona indigestione.

    RispondiElimina
  170. Per farti un discorso molto semplice, tu personalmente sei ben disposto con chi si rivolge a te urlando e insultando oppure con qualcuno che mostra rispetto e parla tranquillamente?

    Potrei forse reagirei in maniera opposta ed uguale ma dipende anche chi ho di fronte e sopratutto le ragioni per cui uno mi tratta male. Raramente ho trovato persone arroganti a prescindere. Comunque tieni conto che normalmente un paziente insieme alla sua coorte di parenti vive uno stato certamente non di grazia. Quindi un conto è diventare per la prima volta padre e sentirti al settimo cielo per cui anche se un medico ti da un calcio negli zebedei tu non senti nulla, e un altro conto è un paziente malato da tempo che trova medici che non danno risposte, impazienti, sbuffano o che se ne fregano. Non voglio portare degli esempi ma a me è capitato diverse volte pure pagando!

    Come ho detto penso che il vissuto di ognuno di noi in questo genere di cose forma nel tempo la nostra predisposizione a fidarsi o meno nella classe medica.

    RispondiElimina
  171. @Epsilon 74

    Raramente ho trovato persone arroganti a prescindere.

    E io posso dirti che raramente ho trovato medici come li descrivi tu. Ma i nostri sono comunque casi che non fanno statistica, quel che è certo, in ogni caso, è che la comunicazione va migliorata da entrambe le parti Come noi pazienti, anche i medici sono persone, e posso dirti che non mi sono trovato in una corsia di ospedale solo per lieti eventi, ma in uno particolarmente spinoso, anzi, ho trovato due medici preoccupati seriamente, e che quando hanno invece dato una buona notizia, erano sollevati almeno quanto me. Questo, a mio modo di vedere, è essere umani. Poi ripeto, i nostri casi sono singole testimonianze, che comunque rappresentano due modi di vivere la sanità. Sostanzialmente abbiamo ragione entrambi, sempre a mio modo di vedere: i medici devono essere più umani e comunicativi e i pazienti (ma soprattutto i parenti) devono imparare a rapportarsi con il personale medico in maniera più serena.

    RispondiElimina
  172. i medici devono essere più umani e comunicativi e i pazienti (ma soprattutto i parenti) devono imparare a rapportarsi con il personale medico in maniera più serena.

    Sottoscrivo.
    Soprattutto quando dopo 15 ore di lavoro consecutivo come per me oggi, devi restare calmo, sereno, gentile e disponibile, è dura ma se ti impegni...
    ;)

    RispondiElimina
  173. Boom

    http://www.asca.it/news-SALUTE__AUTISMO__ALTERATO_LO_SVILUPPO_DELLA_SOSTANZA_BIANCA-1028830-ORA-.html

    Mielina.... mercurio...
    Lo diranno o ci arrivano a passetti piccoli piccoli?

    RispondiElimina
  174. Mielina.... mercurio...

    Dove hai letto la parola mercurio lo sai solo tu. Ormai è un'ossessione a quanto pare.

    Questo studio inoltre conferma molte delle osservazioni fatte in passato (e che ho riportato nei miei articoli) sulle alterazioni organiche che sicuramente fanno pensare ad un'origine genetica della malattia, non si tratta nemmeno di "scoperta" recente insomma (qui uno studio del 2009).

    Conferma ulteriore che le bufale sui vaccini restano bufale.
    Grazie della segnalazione, la aggiungo ai miei articoli.

    RispondiElimina
  175. Non ho letto mercurio, ma ho letto sostanza bianca
    E sono anni che si dice che il mercurio danneggia la mielina, ma a quanto pare le informazioni vengono sempre date per metà...

    RispondiElimina
  176. sono anni che si dice che il mercurio danneggia la mielina, ma a quanto pare le informazioni vengono sempre date per metà...

    Mah, la mielina può essere danneggiata da talmente tante cause che fermarsi al mercurio sarebbe stupido. Oltretutto se ti riferisci ai vaccini, non contengono nemmeno mercurio, quindi se l'informazione vogliamo darla tutta, ci sarebbe da investigare su ben altre cose, virus, tossine, deficit nutrizionali o malattie metaboliche. Tutto punta al disordine genetico, è lì che bisogna cercare...

    RispondiElimina
  177. Ti correggo "non contengono PIU' mercurio" e non è nemmeno vero del tutto, perchè è consentito come residuo della lavorazione. In compenso sono pieni di alluminio

    RispondiElimina
  178. Stanno cominciando a "fiorire" siti che riportano questa ricerca http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21299355 come l'ennesima dimostrazione della pericolosità dei vaccini. Ad esempio, su questo sito http://www.ogginotizie.it/185982-vaccino-e-autismo-nuove-rivelazioni-scientifiche/#.UJkSpm8sDsk, ma ce ne sono molti altri. Che ne pensa?

    RispondiElimina
  179. Mi scuso ma no sono sicuro che quella che ho linkato sia la ricerca giusta..... Mi pare inoltre che si tratti di una ricerca del 2011, riemersa come spesso ciclicamente accade in queste materie.

    RispondiElimina
  180. Che ne pensa?

    Nulla di particolare, è spazzatura scientifica. La "ricercatrice" ha fatto la correlazione lineare (aumentano le vaccinazioni, aumenta l'autimo, quindi...) e ne ha tratto una causalità, errore pacchiano in campo scientifico.
    Probabilmente troverebbe più correlazione tra aumento di diagnosi di autismo ed aumento di consumo di merendine all'albicocca o visione di cartoni animati, uso dei cellulari, pratica dello sport (o qualsiasi altra cosa). Ad oggi non vi è nessun dato che faccia sospettare una reale correlazione tra vaccinazioni ed autismo e ne esistono tanti (e seri) che la escludono. Questo è un fatto che gli antivaccinisti più estremisti non accettano, qualsiasi cosa gli si dica. Qualcuno tra loro (i più ragionevoli) comincia ad ammetterlo e questo è un piccolo passo avanti.

    E' anche curioso come prima gli antivaccinisti sostenessero come fosse il Thimerosal contenuto nei vaccini la causa "certa" dell'autismo, ora che la sostanza non c'è più e l'autismo continua ad essere diagnosticato, ecco che la causa diventa "certamente" la presenza di DNA (o l'alluminio, dipende). Ridicolo.
    Così comunque ho l'occasione di ribadire una regola della ricerca e della statistica:

    1) Prima regola della ricerca: correlazione non significa causalità.

    RispondiElimina
  181. Scusi se disturbo di nuovo, ma leggo in altri siti (che non le sto a linkare, perché temo che violerebbero le regole del blog) che dagli studi della stessa ricercatrice si ricaverebbe che 23 vaccini sono prodotti utilizzando tessuto di feti abortiti e che da questo deriva che essi contengono DNA umano, possibile causa dell'autismo. C'è qualcosa di fondato in queste tre affermazioni? Grazie.

    RispondiElimina
  182. C'è qualcosa di fondato in queste tre affermazioni?

    Utilizzare tessuti "animali" per la produzione di farmaci e vaccini è abituale (i virus possono replicarsi per esempio solo dentro una cellula e non esiste tessuto artificiale che può sostituirla), quindi è vero che per alcuni vaccini si possono utilizzare tessuti fetali.
    Sulla possibilità che questi possano essere causa dell'autismo esistono due ostacoli da superare:
    1) La possibilità che il DNA della coltura si ricombini con quello umano (di chi riceve il vaccino) è estremamente improbabile (quasi impossibile).
    2) Ogni teoria deve essere dimostrata e finora nessuno ha dimostrato questa possibilità di "danno".

    Cito la frase di un altro sito (di un medico) che ha trattato l'argomento qui spiegandone anche i motivi (un po' complicati da riassumere in effetti):

    "da un punto di vista strettamente scientifico accusare il DNA di "cellule fetali" usato per fabbricare i vaccini è maledettamente implausibile. In effetti, non è implausibile in maniera paragonabile all'omeopatia ma non ci vorrebbe molto a diventarlo..."

    RispondiElimina
  183. Il mercurio contenuto nel pesce, ad es, è methylmercurio, quello utilizzato nel Thimerosal è ethylmercurio.
    Il secondo (Thymerosal) è 50 volte più neurotossico rispetto al primo secondo uno studio, svolto da italiani, del 2012.
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23554557

    Senza considerare che l'assorbimento in un'iniezione è del 100%, rispetto a quando si assorbe per via digestiva.

    Un recente studio http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25708367
    afferma che il Thimerosal

    "it has been and is still being used as a preservative in some cosmetics, topical pharmaceuticals, and biological drug products, including vaccines. Concerns have been voiced about its use because it is toxic to human cells. Although it is banned in several countries, it continues to be added to some vaccines in the United States and many vaccines in the developing world."

    CONCLUSION:

    The culmination of the research that examines the effects of Thimerosal in humans indicates that it is a poison at minute levels with a plethora of deleterious consequences, even at the levels currently administered in vaccines.

    Quindi è estremamente neurotossico e nonostante questo viene ancora utilizzato in alcuni vaccini.
    Dal sito CDC
    "However, thimerosal is still used in some flu vaccines. Yearly flu vaccines are recommended for all children. If you are worried about thimerosal, you can ask for a flu vaccine without it."

    Il CDC dice che il thimerosal non fa male,(ed è falso come dimostrano numerosi studi di cui alcuni sopra menzionati), nonostante questo dal 2001 non viene messo nei vaccini per bambini.
    Uno si chiederebbe: perchè se non fa male lo hanno tolto? Misteri della scienza.
    Nonostante questo il Thimerosal è presente nei vaccini per l'influenza che sono raccomandati ai bambini e che se sei preoccupato puoi chiederlo senza.
    E questa la chiamate scienza...

    E per la cronaca in scienza non esiste il principio di autorità, tenetelo ben a mente. E quando qualcuno lo invoca, e nessun scienziato degno di questo nome lo farebbe, capite che abbiamo già un problema...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il secondo (Thymerosal) è 50 volte più neurotossico rispetto al primo secondo uno studio, svolto da italiani, del 2012.

      No, hai letto male, lo studio dice che etilmercurio e metilmercurio sono tossici per una linea di cellule tumorali in provetta, punto. Non è che qualcuno ora lo propone come cura per il cancro? :)

      Senza considerare che l'assorbimento in un'iniezione è del 100%, rispetto a quando si assorbe per via digestiva.

      Anche qui ti sbagli, non solo non è vero che l'assorbimento di una sostanza per via enterale sia del 100% ma in generale questa frase non significa nulla. La tossicità di una sostanza dipende anche dalla via di somministrazione ma anche da molte altre cose. Ad esempio il Thimerosal si metabolizza e si espelle in poche ore (4-10), il metilmercurio in decenni (quello che mangi con il tonno) e finisce lo stesso nel sangue eh?
      Se ti inietti dell'acqua in vena e bevi del cianuro, in questo caso la "via digestiva" sarà molto più tossica di quella "enterale", per dire come la via di assunzione è solo un aspetto nella valutazione della tossicità di un elemento.

      Un recente studio http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25708367
      afferma che il Thimerosal


      Stop.
      Il "recente studio" ha come autore quei cialtroni dei Geier (padre e figlio), il primo radiato dall'ordine dei medici per truffa e ciarlataneria, che "cura" i bambini autistici con la castrazione chimica. Tra gli autori c'è anche Brian Hooker, un altro furbetto, noto antivaccinista. Insomma, diciamo che hai scelto la crema della truffa, scegli meglio la prossima volta. :)

      Quindi è estremamente neurotossico e nonostante questo viene ancora utilizzato in alcuni vaccini.

      Il Thimerosal NON È "estremamente neurotossico" (lo abbiamo assunto per decenni, esistono centinaia di studi, analisi e report che lo dimostrano e ci sono pure dimostrazioni empiriche) stai dicendo una cosa non vera.
      È contenuto SOLO nei vaccini multidose antiinfluenza in vendita negli USA. In Italia NESSUN vaccino per l'infanzia contiene Thimerosal.
      Ed in ogni caso, per tagliare la testa al toro, anche se lo contenesse non è mai stata dimostrata una sua azione tossica o neurotossica (ovviamente per le dosi contenute nei vaccini).

      Uno si chiederebbe: perchè se non fa male lo hanno tolto? Misteri della scienza.

      Per il cosiddetto "principio di precauzione". Ufficialmente, in realtà perché vi furono pressioni politiche al senato USA (molto sensibile ai voti delle lobby) e quindi qualcuno fu accontentato, ne parlo in qualche articolo di questo blog. Sono argomenti triti e ritriti, smentiti, sbufalati, chiariti, che ormai neanche gli antivaccinisti più estremisti tirano più fuori, la loro nuova moda è l'alluminio, ti consiglio di concentrarti su quello, è un argomento meno "battuto".

      per la cronaca in scienza non esiste il principio di autorità, tenetelo ben a mente. E quando qualcuno lo invoca, e nessun scienziato degno di questo nome lo farebbe, capite che abbiamo già un problema

      Non ho capito cosa vuoi dire, in ogni caso la sicurezza del Thimerosal è ampiamente dimostrata ed in ogni caso non c'è più nei nostri vaccini (questa è una bella notizia, no?), quindi tutte parole inutili.

      Se pensi di aver scoperto che il Thimerosal sia neurotossico non ti resta che realizzare uno studio serio ed annunciare al mondo questa scoperta. In bocca al lupo!
      :)

      Elimina
    2. No, hai letto male, lo studio dice che etilmercurio e metilmercurio sono tossici per una linea di cellule tumorali in provetta, punto

      No, non è corretto. Lo studio, a prescindere dal fatto che sia effettuato su cellule tumorali, dimostra che il thimerosal è circa 50 volte più tossico del metilmercurio. Leggi bene.

      Anche qui ti sbagli, non solo non è vero che l'assorbimento di una sostanza per via enterale sia del 100%

      Secondo me hai qualche problema di comprensione nella lettura leggendo fischi per fiaschi.
      Io ho affermato esattamente il contrario e cioè che l'assorbimento per via parenterale (iniezione) è maggiore rispetto alla via enterale. E' chiaro che biodisponibilità del 100% ce l'hai solo con l'endovena. Quindi la via di somministrazione è importante. Il curaro ingerito è innoquo, iniettato è letale.

      Se ti inietti dell'acqua in vena e bevi del cianuro, in questo caso la "via digestiva" sarà molto più tossica di quella "enterale", per dire come la via di assunzione è solo un aspetto nella valutazione della tossicità di un elemento.
      Guarda che via digestiva e via enterale sono la stessa cosa...

      Lo sappiamo che la via di somministrazione fa la differenza a parità di sostanza, dose e concentrazione.

      Stop.
      Il "recente studio" ha come autore quei cialtroni dei Geier


      Attacchi ad personam non mi interessano. Lo studio è stato pubblicato non certo da un rivista di terz'ordine, stesso dicasi per l'editore. Sembra strano che un editore come Elsevier si sputtani in questo modo pubblicando "cialtronerie", considerando la qualità e serietà di tutte le loro pubblicazioni.

      Il Thimerosal NON È "estremamente neurotossico" (lo abbiamo assunto per decenni, esistono centinaia di studi, bla...bla...

      Esistono altrettanti studi che ne dimostrano la tossicità:
      http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12140745
      http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15869795
      http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=thimerosal+proapoptosis

      etc...

      In conclusione molti studi dimostrano la tossicità del thimerosal, è ancora presente almeno nei vaccini antiinfluenzali che sono consigliati e iniettati a donne in gravidanza e bambini OGNI anno, ripeto ogni anno, diversamente da quelli pediatrici che hanno cicli di richiamo più lunghi.
      Non vedo quindi come l'eliminazione del thimerosal dai soli vaccini pediatrici possa considerarsi un elemento di valutazione univoca per il continuo aumento di casi di autismo. Uno studio di correlazione serio dovrebbe calcolare l'esposizione della popolazione al thimerosal da ogni fonte. Quindi l'affermazione sono 15 anni che il thimerosal è assente dai vaccini pediatrici e nonostante questo l'autismo è aumentato e quindi dedurre che il thimerosal non è responsabile, è priva di un fondamento. In 15 anni un bambino può, e negli USA non ho dubbi che possa avvenire, esser sottoposto ad altrettante inoculazioni di vaccino antiinfluenzale e quindi di thimerosal, che è uscito dalla porta ed è rientrato dalla finestra.


      In bocca al lupo a te e scusa il disturbo.

      Elimina
    3. Leggi bene.

      Letto benissimo, la tossicità è stata stabilita su una linea di cellule tumorali (in provetta), non puoi trarre conclusioni (che oltretutto vanno contro le conoscenze attuali) estendendole ai vaccini.

      Attacchi ad personam non mi interessano.

      Beh, non puoi mettere lo "studio" di un truffatore radiato dall'albo dei medici e pretendere che lo si prenda sul serio eh? Non è un attacco ad personam, è un dato di fatto.

      Sembra strano che un editore come Elsevier si sputtani in questo modo pubblicando "cialtronerie"

      Elsevier, come qualsiasi editore (ed azienda) ha i suoi interessi nel diffondere anche riviste spazzatura (cerca fake journal Elsevier), non è certo una novità.
      Ma non è necessario scomodare l'editore, bastano i nomi degli autori, ci stiamo attorcigliando attorno al nulla: nessuno comprerebbe un'auto da un truffatore a prescindere di quanto sia elegante la sua camicia o che da marca abbia.

      Esistono altrettanti studi che ne dimostrano la tossicità

      Continui ad indicare studi che mostrano come il Thimerosal, in provetta, sia tossico per certe cellule tumorali e li vuoi usare come dimostrazione per tutt'altra cosa.
      La tossicità di una sostanza sull'uomo non si misura così e ci sono ben altre prove che hanno stabilito la sicurezza di questa sostanza.
      In vivo l'etilmercurio ed il metilmercurio sono due sostanze differenti con diversi profili di tossicità e metabolismo. Riassumo:

      il Thimerosal ha un'emivita (tempo di presenza in circolo sanguigno) molto più breve del suo cugino metilmercurio (un mese contro decenni), non si accumula, ha una distribuzione ed un'eliminazione completamente diversi, ovvero una diversa farmacocinetica, è FALSO che il Thimerosal sia più tossico del metilmercurio. L'evidenza ci dice che la tossicità è fortemente minore per il Thimerosal rispetto al mercurio comunemente diffuso nell'ambiente (metilmercurio) e che nelle dosi utilizzate nei vaccini (quando c'era) non vi fosse nessuna evidenza di tossicità o neurotossicità. Effetti neurotossici sono stati notati per quantità 250 volte superiori a quelle usate nei vaccini per l'influenza. Tutto questo non significa "il Thimerosal è una sostanza che "fa bene" ma "il Thimerosal, alle dosi contenute nei vaccini, non si è mai dimostrato tossico, dannoso o pericoloso".
      Punto. Il resto sono invenzioni.

      Non vedo quindi come l'eliminazione del thimerosal dai soli vaccini pediatrici possa considerarsi un elemento di valutazione univoca per il continuo aumento di casi di autismo.

      Considerando che questa era (prima di rimuoverlo) la "prova regina" del nesso vaccini-autismo mi stupisce tu non lo capisca.
      Si chiama "esposizione", prima il Thimerosal era in tutti i vaccini di tutto il mondo. Ora c'è solo in UN tipo (il multidose) di vaccino anti influenzale e solo in quelli prodotti negli USA. Il fatto che l'esposizione sia calata così drasticamente mentre le diagnosi di autismo aumentano è un dato abbastanza chiaro ed evidente (per chi è interessato ai fatti).
      Deve essere chiaro anche che non è questa LA "prova" della mancanza di nesso tra vaccini ed autismo, è solo un particolare in più, anche comprensibile a tutti.

      Ti indico infine un documento dell'OMS che riassume un po' delle cose che ti ho detto, così ripassi i concetti di tossicità, emivita, esposizione con un panorama sull'evidenza più recente sull'argomento: studialo, è molto bello: http://www.who.int/immunization/sage/meetings/2012/april/WHO_meeting_slides_Mitkus_040312.pdf

      Una review dell'FDA pubblicata su Pediatrics: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/11331700

      E qui l'intero report FDA (lunghissimo): http://www.fda.gov/BiologicsBloodVaccines/SafetyAvailability/VaccineSafety/ucm096228.htm

      Saluti.

      PS: Non serve risposta, i riferimenti bibliografici li hai, non insistere in una posizione che non ha basi attendibili.
      Buono studio.

      Elimina
  184. @ Duma: "Lo studio, a prescindere dal fatto che sia effettuato su cellule tumorali, dimostra che il thimerosal è circa 50 volte più tossico del metilmercurio"
    Se il comportamento su queste cellule in vitro è collegato con la tossicità per l'organismo, dallo studio dobbiamo dedurre anche che il cloruro mercurico è perfettamente innocuo e possiamo darlo tranquillamente ai nostri bambini, giusto? "Our findings showed that contrary to thimerosal and methyl mercury, mercuric chloride did not modify Jurkat T cell viability."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusate, io non capisco perchè si debbano trarre conclusioni diverse da quello per cui lo studio è stato fatto.

      Questo è uno studio che mette in relazione i tre tipi di mercurio e in questo caso ci dice che il thimerosal è il più tossico rispetto agli altri due a parità di dosi e condizioni.
      Questo non significa che il metil o chlodide siano dei toccasana.
      E' semplicemente una comparazione. Che dovrebbe portare ad ulteriori approfondimenti, così come è stato fatto in altri studi. Tutto qui.

      Elimina
    2. io non capisco perchè si debbano trarre conclusioni diverse da quello per cui lo studio è stato fatto

      È quello che stai facendo tu. Lo studio dice che vari tipi di sostanze testate, tra le quali il Thimerosal, messe a contatto con una particolare linea di cellule tumorali in una provetta, esercitano in queste un'azione tossica. Bene, questa è la conclusione del test. Punto.

      Da questo non puoi dire "il Thimerosal è tossico" ed ancora di più non puoi dire "è tossico per l'uomo" perché ci sarebbero altri (tanti) elementi da aggiungere per affermarlo (lo è "in vivo"? Dosi? Esposizione? In quali individui? Per che via di somministrazione? Ed altro).
      Per provare a spiegarti meglio, anche il bergamotto (sai cos'è? Un agrume, come il limone) è tossico per una linea cellulare tumorale in provetta, esattamente come il Thimerosal:
      http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27222242

      Non puoi dire "il bergamotto è tossico", sarebbe una conclusione sbagliata e l'uso abituale (per le dosi che conosciamo) ci dice che per l'uomo la tossicità è molto limitata e certamente non allarmante.

      Nel caso del Thimerosal abbiamo ben altri dati che ne hanno misurato la tossicità (il report dell'FDA che ti ho indicato è molto completo, leggilo) e che concludono che per le dosi usate, nelle modalità utilizzate, non si è mostrata particolare tossicità.

      Riguardo l'ipotesi di collegamento con l'autismo, il fatto che eliminandolo quasi totalmente (nella maggioranza dei casi totalmente) non si è avuta una diminuzione di diagnosi di autismo ma il previsto aumento, conferma i dati che abbiamo.
      L'evidenza quindi parla chiaro.
      Se poi vuoi trovare per forza un elemento che confermi le tue opinioni (non confermate dagli studi scientifici) è ovvio che potremmo discuterne per ora senza arrivare a nulla ma questo è un problema che devi risolvere tu.
      Ciao.

      Elimina
  185. Lo studio dice...

    No, mi dispiace insistere, ma la conclusione di QUESTO test è che il Thimerosal è 50 volte più tossico dell'altro.

    http://www.who.int/immunization/sage/meetings/2012/april/WHO_meeting_slides_Mitkus_040312.pdf

    Nel calcolo dell'emivita osservano che l'EthylHg viene smaltito più rapidamente rispetto al MeHg. Bene. Questo però ci dice poco sulla loro concentrazione al livello del cervello. E infatti sono gli stessi autori del paper che denunciano questa mancaza riservandola ad approfondimenti futuri.

    Tipo questi:
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1280369/
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1280342/

    Questi sono studi in vivo che dimostrano che la parte inorganica (Hg), si accumula nel cervello in maggior quantità per il Thimerosal rispetto al Methilmercurio

    However, the proportion of inorganic mercury in the brain was much higher in the thimerosal group (21–86% of total mercury) compared to the methylmercury group (6–10%). Brain concentrations of inorganic mercury were approximately twice as high in the thimerosal group compared to the methylmercury group. Inorganic mercury remains in the brain much longer than organic mercury, with an estimated half-life of more than a year.

    The researchers emphasize, however, that the risks associated with low-level exposures to inorganic mercury in the developing brain are unknown, and they describe other research linking persistent inorganic mercury exposure with increased activation of microglia in the brain, an effect recently reported in children with autism.


    A questo punto un ulteriore studio lega l'esposizione e i danni da mercurio (Hg) a disturbi dello spettro autistico e non solo:
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3173748/

    in cui si afferma che
    From a cellular perspective, it would appear that the existing scientific literature supports the biological plausibility of a Hg-based autism pathogenesis.
    Spero che nella corposa bibliografia non siano tutti cialtroni.


    Insomma credo che la partita sia tutt'altro che chiusa e che ulteriori approfondimenti siano più che necessari. Nel frattempo...

    il fatto che eliminandolo quasi totalmente...

    Per quanto riguarda l'esposizione reale e i tempi non abbiamo dati certi.
    Per sapere se questa (l'esposizione) è diminuita dovremmo conoscere (parliamo degli USA che sono a 1/68 casi di autismo) la quantità di popolazione, in particolare i bambini, esposta negli anni ai vaccini che ancora lo contengono compresi quelli antiinfluenzali che ricordo si fanno OGNI anno con DUE iniezioni a distanza di qualche settimana.

    Anche perchè non è corretto dire che dal 2001 TUTTI quelli pediatrici sono Thimerosal-Free.
    Ad esempio:
    DTaP-HepB-IPV Pediarix
    (GlaxoSmithKline Biologicals): approval date for thimerosal-free formulation 1/29/2007

    Quindi dal 2007.

    Insomma non si può liquidare la questione senza un serio studio statistico sulla reale esposizione in termini temporali e qualitativi.

    In conclusione il principio di precauzione, visto che fattori predisponenti ad una maggior sensibilità all' Hg non si possono prevedere, imporrebbe di eliminare immediatamente questo tipo di conservanti da TUTTI i preparati indistintamente. Questa per me sarebbe l'unica posizione di buon senso se è la salvaguardia della salute il primo obbiettivo.

    La questione dunque non è essere antivaccinisti, che per me non significa nulla, visto che non è il vaccino di per sé il problema.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la conclusione di QUESTO test è che il Thimerosal è 50 volte più tossico dell'altro.

      Niente, pazienza. Quando si ha un pregiudizio non si riesce a vedere le cose per quello che sono.
      Saluti.

      Elimina

I tuoi commenti sono benvenuti, ricorda però che discutere significa evitare le polemiche, usare toni civili ed educati, rispettare gli altri commentatori ed il proprietario del blog. Ti invito, prima di commentare, a leggere le regole del blog (qui) in modo da partecipare in maniera costruttiva ed utile. Ricorda inoltre che è proibito inserire link o indicare siti che non hanno base scientifica o consigliare cure mediche. Chi non rispetta queste semplici regole non potrà commentare.
I commenti che non rispettano le regole potranno essere cancellati, anche senza preavviso. Gli utenti che violassero ripetutamente le regole potranno essere esclusi definitivamente dal blog.

Grazie per la comprensione e...buona lettura!