venerdì 20 febbraio 2009

Simoncini: il cancro è un fungo

Riassumo la storia di Tullio Simoncini, ex medico romano, che sostiene che il cancro è provocato dalla candida albicans e che si cura con il bicarbonato di sodio (o con la tintura di iodio, a seconda dei casi).

Tullio Simoncini è un ex medico che da qualche anno pubblicizza la sua teoria applicandola a persone affette da tumore e tentando di curarle con il bicarbonato di sodio.
Per aver provocato la morte di uno di questi pazienti (lacerazione dell'intestino dopo iniezione addominale di bicarbonato), viene condannato in primo grado per omicidio colposo. Per altri due casi di pazienti deceduti, viene condannato per truffa, in quanto i pazienti erano già in pessime condizioni per la loro malattia e la loro morte non fu causata direttamente da Simoncini.
L'indulto bloccò l'iter giudiziario.

Per aver somministrato ad alcune persone, questa sua terapia, Simoncini fu radiato dall'ordine dei medici, non potendo così da quel momento, esercitare la professione.
[Continua…]
Negli anni seguenti, con lo sviluppo di internet, Simoncini cominciò a pubblicizzare la sua teoria in giro per la rete, fu sequestrato un sito che ne pubblicava le teorie e diversi altri ne raccontavano la storia.
Simoncini non ha mai pubblicato in riviste mediche le sue teorie, non ha mai eseguito ricerche controllate o sperimentazioni, non ha mai cercato direttamente (sua affermazione) la candida su tessuti tumorali.

Inoltre, l'ex medico, non ha nemmeno mai spiegato i motivi che l'hanno spinto a formulare la teoria, limitandosi ad ipotizzare che il colore dei tumori, bianco (non è in realtà sempre così) è uguale a quello della candida.

Il tumore sarebbe la reazione dell'organismo all'invasione di questo fungo, le cellule per proteggere il resto del corpo "ingloberebbero", "incisterebbero" le colonie di funghi e formerebbero le masse (anche questa idea ha poco fondamento, non tutti i tumori sono masse).

Ma perchè secondo Simoncini, chi analizza i tessuti tumorali non trova quasi mai traccia della candida? Lui risponde che gli anatomopatologi, analizzano solo la superficie del tumore non andando in profondità e quindi non potendo rintracciare la candida.
In realtà gli anatomopatologi analizzano sempre sezioni di tessuti e quindi è elementare capire che il tessuto è analizzato in tutto il suo spessore (o si tratterebbe di un esame condotto in maniera errata e contraria anche ai princìpi della logica).

E le metastasi? Per l'ex medico si tratta di candida distaccatasi in seguito alla biopsia che vanno a colonizzare altri tessuti. Simoncini però non spiega perchè una cellula di metastasi di un cancro al fegato, se arriva al cervello, si trasforma in una cellula cerebrale o se va all'intestino ha l'aspetto di cellula dell'intestino.

Ma perchè la "scoperta" di Simoncini non viene divulgata? La spiegazione la offre lui stesso ed i suoi seguaci: le grandi case farmaceutiche non hanno interesse a rendere nota una scoperta simile, si ridurrebbero i loro introiti economici.
Per ironia della sorte, vista la diffusione della candida, anche in soggetti perfettamente sani, gli introiti delle industrie del farmaco diventerebbero stellari, se solo si dimostrasse che la candida entra in gioco nel cancro.
Anche qui, inoltre Simoncini non spiega perchè si studiano ogni giorno metodi di prevenzione e screening per esempio, proprio da parte delle case farmaceutiche o perchè, la scoperta che un batterio (Helicobacter Pylori ), facilmente eliminabile con un diffusissimo antibiotico, provoca il cancro allo stomaco, non è stata osteggiata da nessuno ma ha anzi fruttato il premio nobel al suo scopritore. Non spiega nemmeno perchè le industrie farmaceutiche producono e vendono il bicarbonato come antiacido o per altri usi e non potrebbero produrlo per curare i tumori, con guadagni che aumenterebbero a dismisura.

Secondo lui, inoltre, la scienza non studia l'efficacia del bicarbonato sui tumori: non è vero, esistono decine di pubblicazioni scientifiche che provano il bicarbonato sui tumori maligni (sperando di utilizzare il suo potere alcalinizzante) e che ne dimostrano l'inefficacia (in alcuni studi viene addirittura dimostrato un aumento di volume e di velocità di crescita dei tumori).
Stesso discorso per la candida quale causa dei tumori...
Non si capisce però perchè sostenga da un lato che la scienza non studi la presenza di candida nei tumori ma dall'altro elenca centinaia di studi che darebbero ragione a lui dimostrando le sue ragioni. In realtà nessuno studio ha mai dimostrato una presenza significativa e rilevante di candida nei tessuti tumorali.

Attualmente Simoncini ha in rete un suo sito web nel quale elenca le sue teorie, pubblica video e documenti e mantiene un forum.
Si sono occupati di lui anche trasmissioni televisive come "Striscia la notizia" e "Mi manda Raitre" che mostravano alcune situazioni nelle quali Simoncini curava, senza successo e chiedendo denaro in cambio, dei pazienti affetti da tumore.

Naturalmente per chi volesse integrare, correggere o sistemare queste informazioni basta contattarmi o scrivere nei commenti.

Il sito di Simoncini è: http://www.curenaturalicancro.org/

63 commenti:

  1. Mi dispiace che sia stato espulso da luogocomune, poiche nell'ottica dell'analisi delle teorie di Simoncini a me era molto utile il suo contraddittorio, devo dire a tratti logico e lucido, come nel caso di Lorna, a tratti meno, purtroppo.
    Come per esempio nell'affermazione che mi permetto di segnalare.
    Lei scrive:" E le metastasi? Per l'ex medico si tratta di candida distaccatasi in seguito alla biopsia che vanno a colonizzare altri tessuti. Simoncini però non spiega perchè una cellula di metastasi di un cancro al fegato, se arriva al cervello, si trasforma in una cellula cerebrale o se va all'intestino ha l'aspetto di cellula dell'intestino".
    Non sono un medico, ma solo uno che cerca di capirci qualcosa, e credo che in alcuni casi non sia un male, poichè certe affermazioni sono facilmente valutabili anche con conoscenze di base e un po' di logica.
    La questione metastasi, proprio per il motivo da lei citato, è un punto molto oscuro della teoria medica ufficiale che non spiega come una metastasi possa essere generata per esempio da una cellula di fegato migrata fino al cervello e lì generare un nuovo tumore fatto di cellule "locali". O meglio lo spiega con una affermazione "salvatutti" dicendo che le cellule tumorali in certe fasi sono quasi delle cellule totipotenti.
    Al contrario la teoria di Simoncini non deve afforntare questa incongruenza e spiegherebbe in modo molto più semplice e soddisfacente proprio il meccanismo delle metastasi. Infatti basterebbe ipotizzare che è la candida a migrare da un organo ad un altro e lì generare la "reazione" vista da noi come tumore, non c'è nessuna cellula raminga che deve modificarsi.

    RispondiElimina
  2. Infatti non ho dato una mia spiegazione alla "teoria di Simoncini", mi sono solo chiesto il perchè non lo spiega lui, visto che anche per la medicina ufficiale molti punti sono ancora oscuri.
    Una cellula tumorale è spesso "totipotente", meglio dire poco differenziata e per questo riesce ad adattarsi benissimo in tessuti differenti.
    Oltretutto, più una cellula è indifferenziata, più il tumore è "maligno" ed aggressivo.
    Ma, come scritto nel mio post, se fosse la candida a "staccarsi" dal tumore e colonizzare altre aree, come farebbe a trasformarsi in altri tipi di cellule?
    Reazione dei tessuti? Non sembra plausibile, visto che nelle zone con metastasi, spesso non si sono masse, ma *singole* cellule tumorali, anche indipendenti una dall'altra.
    PS: la mia espulsione da Luogocomune non mi procura nessun fastidio, quando non sei ben accettato in casa di qualcuno, è meglio andare via, anche se confermo che il comportamento della redazione (dall'inizio) è stato di una maleducazione unica.
    Ah, puoi darmi del tu eh?
    ;)
    Ciao!

    RispondiElimina
  3. Non dicevo che tu avessi dato una spiegazione della teoria di Simoncini riguardo le metastasi, ma che il rilievo di inconsistenza, almeno riguardo questo punto, non mi sembra azzeccato. Cerco di spiegarmi.
    Dici che non si spiegherebbe come la candida che migra da un organo ad un altro poi si possa trasformare in un altro tipo di cellula.
    Il punto è che nella teoria di Simoncini non c'è bisogno di modificazioni. Sono le stesse cellule "attaccate" dalla candida a diventare tumorali, in qualsiasi parte dell' organismo e da qualsiasi parte arrivi il fungo.
    Il meccanismo sarebbe: la candida entra nel corpo e si annida per esempio nella vescica. Le cellule dela vescica reagiscono "formando un tumore". Pe un motivo qualsisai, per esempio una resezione o qualsisai altra cosa, qualche cellula di candida viaggia e arriva ai polmoni. Le cellule dei polmoni reagiscono e danno vita ad un tumore ai polmoni. Non c'è niente che si deve modificare in un'altra cosa, questo volevo dire. Poi magari ci sono mille altri aspetti che questa spiegazione non riesce a descrivere.
    Allo stesso modo di come, la teoria medica, che prevede il passaggio attraverso cellule poco differenziate che viaggiano e arrivano in altri organi e li si transformano in cellule locali, non spiega, almeno agli occhi di un profano, come un liposarcoma (tumore accrescitivo) possa procurare una metastasi alle ossa (lisi-disgregrazione), per esempio.

    RispondiElimina
  4. [i]Le cellule dei polmoni reagiscono e danno vita ad un tumore ai polmoni. Non c'è niente che si deve modificare in un'altra cosa, questo volevo dire.[/i]
    Eh, ma bisogna decidersi, o è la candida che arriva ai polmoni ed il tessuto polmonare reagisce o è una cellula umana che poi diventa polmonare...se fosse la candida a fare reagire le cellule polmonari, devi mostrarmi questa candida, dov'è finita? E perchè reagisce solo se c'è già un altro tumore e non in altri casi (frequentissime candide polmonari per esempio, senza tumore) e perchè la candida che tutti noi abbiamo sulla cute ed all'interno del nostro organismo resta candida ed invece "in certi casi" causa il tumore?
    Questo deve spiegarlo Simoncini, mica io, che non vedo cosa c'entri la candida con i tumori...
    Non so se è questa la discussione che stiamo facendo o sono io che non riesco a centrare l'argomento...

    RispondiElimina
  5. Buongiorno WeWee,
    ti volevo chiedere alcune spiegazioni in merito ad eventuali analisi del DNA di tessuti tumorali.

    Se le cellule derivassero da organismi non umani, dovremmo trovarne tracce residue nel DNA delle cellule cancerogene, o no?

    Se invece il DNA di queste cellule è completamente di origine umana, ma in qualche modo "disordinato" nelle sue sequenze rispetto a quelle delle cellule umane sane, allora si potrebbe pensare ad alterazioni legate al meccanismo di replica del patrimonio genetico, ma ciò che realmente non capisco è come si possa pensare ad un fungo nel caso di tumori che non colpiscano un organo, ma siano diffusi come nel mieloma multiplo.

    Nello specifico, ti sarei veramente grato se potessi far capire come l'analisi del DNA potrebbe essere (o è) d'aiuto nello studio dei tumori.

    Ciao e grazie

    RispondiElimina
  6. Ciao Henry62,
    spero di aver capito la tua domanda.

    Le cellule tumorali sono cellule mutate di un certo tipo (nervose, gastriche, ghiandolari...).

    Questo vuol dire che negli anni, abbiamo imparato prima a riconoscere una cellula epatica (ad esempio) che è diversa da una ossea e poi alle modificazioni che quella cellula presentava, se colpita da cancro. La cellula mantiene caratteristiche di quella originale ma tante altre vengono perdute o sovvertite, in maniera più o meno grave è questo "l'impazzimento".

    Per avere un disordine tale, l'errore deve risiedere nel DNA. Alcuni geni (per esempio quello che determina l'arresto della crescita di una cellula quando entra a contatto con un'altra, o quella che ne determina la morte o l'invecchiamento) non funzionano, funzionano male, non rispondono come dovrebbero.
    Ma cosa determina queste mutazioni?
    Tantissime cose, dagli agenti esterni (le radiazioni...) ai virus (il papilloma virus), dai traumi (asbestosi) ai batteri (carcinoma gastrico) ed in teoria anche i funghi (alcuni funghi in realtà sono già conosciuti come cancerogeni).

    Alcuni difetti del DNA vengono corretti e riparati, altri no; alcuni difetti del DNA sono "sopportabili" dal nostro organismo (maggiore predisposizione al tumore ma non si contrae la malattia), altri no.

    Che la candida possa causare il cancro non è un'ipotesi assurda, in teoria una modificazione del DNA potrebbe essere immaginata ma nessuno l'ha ancora dimostrato. Che la candida possa causare TUTTI i tumori è davvero improponibile.
    Che il bicarbonato possa curare il cancro è un delirio, anzi, recenti studi sembrano dimostrare che il bicarbonato in certi tipi di tumore (gastrico, nelle cavie) aumenti le dimensioni della lesione.

    Non so se era questa la tua curiosità...
    :)

    RispondiElimina
  7. Ah, aggiungo che lo studio del DNA aiuta (già oggi) a capire quali sono le modificazioni genetiche indotte dai tumori, a capire come agiscono i cancerogeni ed a trovarne di nuovi.
    Il futuro è la terapia genica che attualmente è solo sperimentale.
    Correggere dall'esterno i difetti interni della cellula.

    RispondiElimina
  8. Scrivi:Eh, ma bisogna decidersi, o è la candida che arriva ai polmoni ed il tessuto polmonare reagisce o è una cellula umana che poi diventa polmonare...se fosse la candida a fare reagire le cellule polmonari, devi mostrarmi questa candida, dov'è finita?
    Allora la spegazione delle metastasi nella teoria di Simoncini non prevede questa modificazione delle cellule, è questo che continuo a ripetere, la modificazione è prevista dalla teoria "ufficiale" delle metastasi.
    Per quanto riguarda la presenza della candida nei tumori, vale per le metastsi come vale per il tumore "primo", bisognerebbe dimostrarla o verificarla, ergo si dovrebbero fare degli studi.
    Poi scrivi:E perchè reagisce solo se c'è già un altro tumore e non in altri casi (frequentissime candide polmonari per esempio, senza tumore) e perchè la candida che tutti noi abbiamo sulla cute ed all'interno del nostro organismo resta candida ed invece "in certi casi" causa il tumore?
    Per lo stesso motivo per il quale non tutti i fumatori hanno il cancro ai polmoni, o non tutti quelli che hanno l'helicobacter sviluppano ulcera o tumore allo stomaco o entrambe.Sai benissimo che il corpo umano ha sistemi di difesa che funzionano più o meno bene a seconda della persona e del momento, ed inoltre l'"attacco della candida potrebbe avere diverse fasi e diverse "gravità", non ci sarebbe nulla di strano.

    RispondiElimina
  9. Non per questo io sono assolutamente convinto della bontà della teoria di Simoncni.

    RispondiElimina
  10. @kataclisma:
    "Allora la spegazione delle metastasi nella teoria di
    Simoncini non prevede questa modificazione delle cellule, è questo che continuo a ripetere, la modificazione è prevista dalla teoria "ufficiale" delle metastasi."

    Guarda che le "modificazioni cellulari" non sono una teoria, basta guardare una cellula tumorale al microscopio, le cellule tumorali non sono cellule normali, sono simili a quelle della zona colpita da tumore, ma diverse in tantissimi aspetti, anche nel loro comportamento e reazione (per esempio alle colorazioni), quindi Simoncini non dice una cosa reale, punto.
    :)

    "Per quanto riguarda la presenza della candida nei tumori, vale per le metastsi come vale per il tumore "primo", bisognerebbe dimostrarla o verificarla, ergo si dovrebbero fare degli studi."

    Appunto: per la scienza la candida nei tumori non c'è (non in tutti, c'è in alcuni tumori come anche in alcuni tessuti sani, questo è noto), per Simoncini c'è (dice lui) ma non l'ha mai dimostrato ed ha detto che non l'ha MAI CERCATA.
    Ma ti sembra normale?
    A me no.
    :)

    RispondiElimina
  11. "Guarda che le "modificazioni cellulari" non sono una teoria, basta guardare una cellula tumorale al microscopio, le cellule tumorali non sono cellule normali, sono simili a quelle della zona colpita da tumore, ma diverse in tantissimi aspetti, anche nel loro comportamento e reazione (per esempio alle colorazioni), quindi Simoncini non dice una cosa reale, punto."
    Certo che le cellule tumorali sono modificate, ma per simonini tali modifiche sono dovute al fungo che agisce in loco, anche dopo essere migrato da un'altra colonia presente magari in un altro organo. Le modifiche di cui parlavo, non necessarie per spiegare le metastasi con la teoria simoncini, sono quelle da cellula del fegato impazzita a cellula del polmone impazzita, modifica che invece deve necessariamente avvenire secondo la teoria ufficiale sulle metastasi.
    Mi sembra strano che tu ritenga cosi' impossibile che tali modifiche (le prime, quelle che rendono le cellule tumorali, simili a quelle del tessuto "malato", diverse per tanti altri aspetti)siano indotte dalla candida, visto che come tu stesso affermi il tumore, anche per la med uff, può essere indotto da virus, batteri e anche funghi. Quindi il meccanismo che sta alla base della teoria Simoncini non è un assurdo scientifico anche volendo segiure i canoni dela medicina uficiale. Quindi io direi niente punto.

    "Appunto: per la scienza la candida nei tumori non c'è (non in tutti, c'è in alcuni tumori come anche in alcuni tessuti sani, questo è noto), per Simoncini c'è (dice lui) ma non l'ha mai dimostrato ed ha detto che non l'ha MAI CERCATA.
    Ma ti sembra normale?
    A me no."
    Assolutamente daccordo con te, mi è sempre sembrato un controsenso, però devo dire che non so quanto sia difficile rilevare la candida in un tessuto (mi pare di aver letto che è non è tanto banale come potrebbe sembrare). Bisogna anche tener presente poi che le sue teorie sono state bollate come assurde senza nessn controllo, e che la sperimentazione gli è stata e gli è impedita dal momento che è stato radiato dall'albo e ha perso qualsiasi credibilità, redendogli così molto più complicato adempiere alla "prova".

    RispondiElimina
  12. @Kataclisma:
    Scusami, prima hai scritto:

    "Simoncini non prevede questa modificazione delle cellule, è questo che continuo a ripetere, la modificazione è prevista dalla teoria "ufficiale" delle metastasi.""

    Poi:

    "Certo che le cellule tumorali sono modificate, ma per simonini tali modifiche sono dovute al fungo che agisce in loco..."

    Insomma, sono modificate o no?

    Simoncini dice di no.
    Le conoscenze mediche (ma anche la semplice osservazione diretta, se vuoi ti mostro qualche immagine) dimostrano di si.
    Che si fa?
    ;)

    "non so quanto sia difficile rilevare la candida in un tessuto"

    E' tra le cose più semplici in campo istologico. Lo dicevo anche su Luogocomune, probabilmente al microscopio la riconosceresti pure tu (nel senso di un non addetto ai lavori).

    "la sperimentazione gli è stata e gli è impedita dal momento che è stato radiato dall'albo e ha perso qualsiasi credibilità, redendogli così molto più complicato adempiere alla "prova"."

    Da chi gli è impedita la sperimentazione? Oggi comprare due cavie costa 200 euro e poi...non la sta facendo già la sperimentazione sugli esseri umani (pur non potendo farla?).
    Guarda che se io domani scopro qualcosa di serio, impiego tre ore a mandare le mie scoperte ad una rivista medica e loro, dopo revisione, la pubblicano in un attimo, non perdendo oltretutto l'occasione d'oro di pubblicare uno scoop eccezionale.
    Io credo ci siano un po' di idee sbagliate in questo campo, fare una scoperta è come scoprire un tesoro, altro che impedimenti e complotti, credimi...
    ;)

    RispondiElimina
  13. "Insomma, sono modificate o no?

    Simoncini dice di no.
    Le conoscenze mediche (ma anche la semplice osservazione diretta, se vuoi ti mostro qualche immagine) dimostrano di si.
    Che si fa?
    Mi rendo conto di non essere un fenomeno con le parole, ma credevo che almeno nell' ultimo post fossi stato sufficientemete chiaro.
    Ci riprovo, anche se a questo punto mi comincia a venire il dubbio che oltre alla mia incapacità espressiva ci sia di mezzo anche una non volontà "comprensiva".
    Ricapitoliamo, stavamo parlando delle metastasi che secondo te sarebbero un punto a sfavore della teoria di Simoncini e a favore di quella ufficiale, e per me invece esattamente il contrario.
    Per la teoria medica,come affermi tu stesso, un tumore presente in una certa parte del corpo, per esempio un tumore al fegato, è composto da cellule di fegato "impazzite" che si moltiplicano a dismisura e hanno caratteristiche da un lato simili a quelle del fegato(sennò come diresti che sono cellule del fegato) e da un altro diverse.
    Inoltre durante questa moltiplicazione in alcune fasi si generano delle cellule indifferenziate o totipotenti che viaggiano nel corpo, raggiungono altri organi lì diventano cellule di quell' organo però sempre modificate ed impazzite.
    Quindi stiamo parlando di due tipi, due livelli di modificazioni.
    Una modifica di TIPO, più profonda, da cellula di fegato a cellula di polmone, per esempio, passando attraverso una cellula indifferenziata.
    Una modifica, o meglio diverse modifiche, diciamo supeficiali, esterne, comportamentali, delle cellule tumorali, che cmq sono cellule dell' organo colpito dalla malattia, ma con alcune caratteristiche diverse.
    Per la teoria Simoncini non esistono e non sono necessarie per spiegare il fenomeno della metastasi, le modifiche del PRIMO tipo, quelle di TIPO, poiche è il fungo a viaggiare nel corpo e a espandere le metastasi, e non le cellule tumorali.
    Esistono invece le modifiche del secondo tipo, quelle diciamo di comportamento, ma per Simoncini sarebbero dovute ad una reazione al fungo.
    Considerare questa ipotesi un assurdo scientifico senza alcuna verifica è una forzatura, poichè anche per la med uff alcuni tumori potrebbero esere indotti da funghi o altri microorganismi, quindi il meccanismo che ne è alla base è conosciuto e riconosciuto.
    Da qui a dire che la teoria cancro-candida sia esatta ci passa naturalmente un transatlantico, ma trovo inspiegabile l'atteggiamento di chiusura e di superiorità che dimostra la scienza ufficiale di fronte ad una interpretazione che tutto sommato non è nemmeno tanto in contrasto con principi comunemente accettati.
    Rimando a dopo il disocrso sulla sperimentazione per semplificare il post.

    RispondiElimina
  14. @kataclisma:
    Se credi che io volontariamente non ti voglia rispondere, chiudiamo la discussione, perderemmo solo tempo. Da parte mia credevo di averti risposto, ma anche io cercherò di essere più chiaro.

    "Per la teoria Simoncini non esistono e non sono necessarie per spiegare il fenomeno della metastasi, le modifiche del PRIMO tipo, quelle di TIPO, poiche è il fungo a viaggiare nel corpo e a espandere le metastasi, e non le cellule tumorali."

    Ripartiamo da qui, proverò ad essere schematico: per Simoncini quindi NON esistono le modifiche cellulari di TIPO (chiamiamole così), cioè non è una cellula tumorale che va a colonizzare un'altro distretto del corpo ma la candida. Ci siamo? Ok.

    Osservando un tessuto colpito da tumore (prendiamo il polmone?) si vede che accanto alle cellule normali, esistono cellule NON normali, cioè con caratteristiche fisiche DIVERSE da quelle del polmone (quindi diverse come TIPO di cellula, giusto?).
    Della candida invece nessuna traccia.
    Simoncini dice che la candida è lì ed invece non la si trova, Simoncini dice che le cellule di TIPO diverso NON CI SONO ed invece ci sono, ti faccio vedere un'immagine, è un tumore al polmone:

    http://www.unifi.it/fupold/online/atlante/neoplasie/NeoplasieDef/1microcitoma%205x%20copia.jpg

    Puoi vedere:
    Ep=Normale tessuto polmonare
    T= Tumore

    Puoi vedere anche tu ed anche in una semplice immagine così, in maniera "artigianale" che le cellule normali sono diverse dalle cellule tumorali. Inoltre non c'è nessuna traccia di candida.

    Le cellule tumorali da metastasi NON diventano cellule polmonari, ma "cellule del carcinoma polmonare" è un concetto diverso. Se è per questo, esistono tumori che hanno cellule tipiche di tutt'altro distretto, per esempio i dermoidi, dove trovi, nell'ovaio cellule cutanee o addirittura denti formati o capelli.
    Come fa la candida a trasportare un capello dalla testa all'ovaio?
    Spiegamelo tu, visto che per te l'idea di Simoncini è chiara e logica, mentre a me sembra campata in aria.
    Come spiega Simoncini (o tu, perchè Simoncini non lo ha mai spiegato) tutto questo?

    Era questo il tuo dubbio o no?
    Perchè a questo punto non so su cosa risponderti...
    Ciao.

    RispondiElimina
  15. Ok, adesso ci siamo sincronizzati e sto capendo qualcosa di più.
    Quindi se per te va bene continuo a farti qualche altra domanda.
    "Le cellule tumorali da metastasi NON diventano cellule polmonari, ma "cellule del carcinoma polmonare" è un concetto diverso."
    Su questa affermazione mi vengono in mente due curiosità.
    Primo se è possibile distinguere da una cellula tumorale di un tumore "primo", da una cellula tumorale dovuta ad una metastasi. E se sì come si fa, quali sono le differenze?
    Secondo se queste "cellule del carcinoma polmonare" sono delle cellule polmonari impazzite e modificate, o sono cellule impazzite e basta senza alcuna "classificazione".
    Nell'articolo hai scritto che :
    Simoncini però non spiega perchè una cellula di metastasi di un cancro al fegato, se arriva al cervello, si trasforma in una cellula cerebrale o se va all'intestino ha l'aspetto di cellula dell'intestino".
    Ti ricordo che la discussione era partita da questo, e cioè io volevo dire che la teoria di Simoncini non doveva giustificare questo fenomeno poichè non vi era migrazione di cellule ma di funghi che in loco provocano le reazioni viste da noi come tumore. Mentre invece la teoria tradizionale lo spiega evidentemente dicendo che le cellule che danno luogo alle metastasi pur generandosi in un certo organo, sono poco differenziate e possono "trasformarsi" in cellule di un altro organo mantenendo però l' "impazzimento" e altre diversità dalle cellule "locali".
    Quindi ci sono 2 possibilità, o le cellule metastatiche subiscono una mutazione di tipo e quindi la tua affermazione:
    "Le cellule tumorali da metastasi NON diventano cellule polmonari, ma "cellule del carcinoma polmonare" è un concetto diverso." sembrerebbe essere un po' pretestuosa, oppure le critiche che fai alla teoria di Simoncini riguardo le metastasi non hanno alcuna ragione di esistere, primo perchè come ti ho detto non c'è bisogno di spiegare l'eventuale cambiamento di "genere" nella teoria suddetta, secondo perchè non esisterebbe nessun cambiamento di genere nemmeno per quella ufficiale stando alle tue affermazioni.

    "Come fa la candida a trasportare un capello dalla testa all'ovaio?
    Spiegamelo tu, visto che per te l'idea di Simoncini è chiara e logica, mentre a me sembra campata in aria.
    Come spiega Simoncini (o tu, perchè Simoncini non lo ha mai spiegato) tutto questo?"
    Io non penso che la teoria di simoncini sia perfetta, nè che non abbia falle, come ci si aspetterebbe da una teoria relativamente "nuova" e che non è stata sottoposa a nessuna sperimentazione seria. Oltretutto non puoi scartare completamente una teoria poichè hai individuato una falla, altrimenti dovresti scartare anche quella da te studiata e sostenuta, che non spiega soddisfacentemente tutti i fenomeni (ricorda per esempio mestastasi alle ossa a partire da liposarcoma, a cui nn hai mai dato risposta, anche se magari esiste)e non ha purtroppo risultati così eclatanti in termini di guarigioni.

    RispondiElimina
  16. Perchè la terosia di Simoncini ti sembra campata in aria?
    Hai dettotu stesso che anche secondo la med uff un tumore può essere provocato da funghi o altri microorganismi, dove sta l'assurdo scientifico? forse nel fatto che TUTTI i tumori sono dovuti alla candida?
    Potrebbero non essere tutti tutti? Ma una gran parte?

    RispondiElimina
  17. Ma certamente si.
    E non resterei certo a bocca aperta.

    La scoperta di un batterio quale (possibile) causa del tumore allo stomaco, gli ha procurato il Nobel, dove sarebbe lo scandalo...e quel batterio è curabile con antibiotici in commercio da decenni, quindi nessun guadagno stratosferico delle case farmaceutiche...eppure quella persona ha portato prove, ha pubblicato su riviste scientifiche e non ha mai FALSIFICATO i suoi documenti.
    Così si fa, vedrai che nessuno ti "osteggia", come se il proprietario dell'industria farmaceutica o il medico fosse immune dal cancro.

    Se uno studioso mi dicesse: "guarda che il tumore al fegato (esempio) è provocato dalla candida!" Diventerei curioso per la sua affermazione e poi chiederei quello che (per logica) chiederebbero tutti, per esempio:

    - Quante volte hai trovato la candida nei tumori del fegato?
    - Se inoculi la candida in un fegato sano, questo sviluppa un tumore?
    - Se un fegato con tumore viene trattato con un farmaco contro la candida, cosa succede?

    ...e via dicendo.

    E questo sarebbe il primo punto.

    Il secondo, il metodo di cura.
    Il bicarbonato? E perchè? Come agisce, che risultati ti ha dato? Quante volte ha avuto successo?

    Se tutte le risposte sono plausibili, gli direi (e sarei il primo a mettermi a disposizione) di sperimentare subito quella scoperta...
    Vedrai che se c'è un minimo di verità potremmo diventare miliardari in un attimo cosa che, a parte qualche piacere della vita in più, permetterebbe pure di andare avanti con le ricerche...

    RispondiElimina
  18. Prendo atto che quindi le ipotesi di Simoncini non sono un assurdità anche per te.
    Inoltre anche io ho le stesse tue perlessità, ma non riesco a capire perchè tu e diciamo l' estabilishment medico lo ha subito bollato come truffatore e incompetnte e non da alcun credito alle sue idee.
    E' vero che le sue ricerche sono carenti anzi forse inesistenti, ma allora perchè nessun ricercatore serio gli da alcun credito bollandole preventivamente come fandonie?
    Cmq questo era un altro discorso che avevo detto di voler rimandare, al mio post non hai risposto (a quello consistente almeno).

    RispondiElimina
  19. @kataclisma

    E' vero che le sue ricerche sono carenti anzi forse inesistenti, ma allora perchè nessun ricercatore serio gli da alcun credito bollandole preventivamente come fandonie?

    Perchè un "ricercatore serio" può dare credito ad ipotesi che hanno una logica, che sono dimostrate e che sono trattate con serietà. Simoncini invece non solo non dimostra nulla (chiedendo di credergli per fede) ma dimostra una pesantissima malafede FALSIFICANDO i dati a favore della sua tesi e basando tutto il suo pensiero sul nulla (nemmeno chi lo "appoggia" ha mai dato un solo elemento a sostegno della sua tesi).
    Ma anche andando sul pratico: è mai esistito un solo caso (uno, anche se non farebbe testo...ma UNO) che ha avuto benefici dalla sua cura?
    NO.

    Aspetto ancora qualcuno che mi smentisca.


    PS: Io alla tua domanda ho risposto...se poi la mia risposta non ti basta, non posso farci nulla.

    RispondiElimina
  20. "Perchè un "ricercatore serio" può dare credito ad ipotesi che hanno una logica, che sono dimostrate e che sono trattate con serietà."
    Hai appena detto, nel post precedente che l' ipotesi di Simoncini non sono illogiche.
    Se delle ipotesi fossero già dimostrate, per pima cosa sarebbero tesi e non più ipotesi, ma non avrebbero bisogno di essere dimotrate, quindi non ci sarebbe bisogno dei ricercatori.
    Se siragionasse così praticamente sarebbe impossibile qualsiasi scoperta scientifica.

    Per quanto rigurada la risposta che non mi hai dato, è relativa ad una altro post:
    Ok, adesso ci siamo sincronizzati e sto capendo qualcosa di più.
    Quindi se per te va bene continuo a farti qualche altra domanda.
    "Le cellule tumorali da metastasi NON diventano cellule polmonari, ma "cellule del carcinoma polmonare" è un concetto diverso."
    Su questa affermazione mi vengono in mente due curiosità.
    Primo se è possibile distinguere da una cellula tumorale di un tumore "primo", da una cellula tumorale dovuta ad una metastasi. E se sì come si fa, quali sono le differenze?
    Secondo se queste "cellule del carcinoma polmonare" sono delle cellule polmonari impazzite e modificate, o sono cellule impazzite e basta senza alcuna "classificazione".
    Nell'articolo hai scritto che :
    Simoncini però non spiega perchè una cellula di metastasi di un cancro al fegato, se arriva al cervello, si trasforma in una cellula cerebrale o se va all'intestino ha l'aspetto di cellula dell'intestino".
    Ti ricordo che la discussione era partita da questo, e cioè io volevo dire che la teoria di Simoncini non doveva giustificare questo fenomeno poichè non vi era migrazione di cellule ma di funghi che in loco provocano le reazioni viste da noi come tumore. Mentre invece la teoria tradizionale lo spiega evidentemente dicendo che le cellule che danno luogo alle metastasi pur generandosi in un certo organo, sono poco differenziate e possono "trasformarsi" in cellule di un altro organo mantenendo però l' "impazzimento" e altre diversità dalle cellule "locali".
    Quindi ci sono 2 possibilità, o le cellule metastatiche subiscono una mutazione di tipo e quindi la tua affermazione:
    "Le cellule tumorali da metastasi NON diventano cellule polmonari, ma "cellule del carcinoma polmonare" è un concetto diverso." sembrerebbe essere un po' pretestuosa, oppure le critiche che fai alla teoria di Simoncini riguardo le metastasi non hanno alcuna ragione di esistere, primo perchè come ti ho detto non c'è bisogno di spiegare l'eventuale cambiamento di "genere" nella teoria suddetta, secondo perchè non esisterebbe nessun cambiamento di genere nemmeno per quella ufficiale stando alle tue affermazioni.

    "Come fa la candida a trasportare un capello dalla testa all'ovaio?
    Spiegamelo tu, visto che per te l'idea di Simoncini è chiara e logica, mentre a me sembra campata in aria.
    Come spiega Simoncini (o tu, perchè Simoncini non lo ha mai spiegato) tutto questo?"
    Io non penso che la teoria di simoncini sia perfetta, nè che non abbia falle, come ci si aspetterebbe da una teoria relativamente "nuova" e che non è stata sottoposa a nessuna sperimentazione seria. Oltretutto non puoi scartare completamente una teoria poichè hai individuato una falla, altrimenti dovresti scartare anche quella da te studiata e sostenuta, che non spiega soddisfacentemente tutti i fenomeni (ricorda per esempio mestastasi alle ossa a partire da liposarcoma, a cui nn hai mai dato risposta, anche se magari esiste)e non ha purtroppo risultati così eclatanti in termini di guarigioni.

    22 febbraio 2009 16.41

    RispondiElimina
  21. posso provare a rispondere io?

    alùr, Wewee: tu nell'articolo hai scritto "Simoncini però non spiega perchè una cellula di metastasi di un cancro al fegato, se arriva al cervello, si trasforma in una cellula cerebrale [...]"; ora, io sono ancora un povero studente... ma per quel poco che ho potuto visionare finora, la metastasi è spesso o una massa anaplastica in cui non si riesce a osservare alcuna architettura nè del tessuto d'origine nè dell'organo bersaglio, mentre le volte che vi si riconosceva una struttura, era quella del tessuto d'origine - m'è rimasta fissata una metastasi che riproduceva cripte intestinali, a livello della cava.
    Passabilissimo che abbia inteso male io o che mi sfugga qualcosa, però.

    Tesi Simoncini: la candida "infiamma" il tessuto circostante, che prolifica e forma il tumore.
    La metastasi è data dalla candida che entra in circolo, colonizza un tessuto infiammandolo a sua volta e creando qui un altro tumore.
    -> non si spiega quanto osservato, ovvero tessuto ectopico (non nella sua sede naturale)
    -> non si spiega la predilezione di alcuni tumori per determinati organici NON per ragioni emodinamiche (il banale: è l'organo più vicino)

    consiglio non richiesto: su luogocomune t'han trattato a pesci in faccia... kataclisma non mi pare disonesto o provocativo, semplicemente non è esperto in materia e alcuni passaggi posson risultare oscuri.

    Ottimo lavoro cmq!

    RispondiElimina
  22. Hai appena detto, nel post precedente che l' ipotesi di Simoncini non sono illogiche.

    Ho detto che non sono assurde a prescindere, partire prevenuti è sempre un errore, soprattutto nella ricerca.
    Ma da una teoria alla sua dimostrazione passano oceani sotto i ponti.
    Simoncini non ha mai dimostrato di avere ragione (affidando le sue "prove" a mezzi ridicoli, parliamoci chiaro), ma anche in questo caso non è il punto che mi fa credere sia in malafede, per me Simoncini è un bugiardo perchè FALSIFICA i suoi dati.
    Che bisogno avrebbe chi ha ragione a presentare dei casi FALSI?
    Se ha guarito (davvero) le persone che dice, perchè non le mostra a tutti, invece di mostrare solo quelle che in realtà NON ha guarito, MANIPOLANDO i fatti?

    la teoria di Simoncini non doveva giustificare questo fenomeno poichè non vi era migrazione di cellule ma di funghi

    Dove sono questi funghi? Gli anatomopatologi non li hanno mai trovati, Simoncini non li ha mai cercati.
    Eppure lui dice che ci sono.
    Dove sono finiti?

    "Le cellule tumorali da metastasi NON diventano cellule polmonari, ma "cellule del carcinoma polmonare" è un concetto diverso." sembrerebbe essere un po' pretestuosa, oppure le critiche che fai alla teoria di Simoncini riguardo le metastasi non hanno alcuna ragione di esistere

    Non è una cosa pretestuosa, è così, nell'evidenza. Le cellule del tumore polmonare, non sono cellule polmonari, sono diverse (ti ho anche postato delle immagini, guardale) e non sono "cellule tumorali" in senso stretto perchè esistono centinaia di tipi di cellula tumorale.
    Nel caso del polmone, sono cellule tumorali polmonari, conosciute per il loro aspetto e comportamento biologico ed istologico, da decenni.
    La cellula tumorale prostatica è assolutamente diversa dalla cellula tumorale polmonare perchè ha un comportamento ed un aspetto del tutto diverso. E non è uguale nemmeno alla cellula della prostata.
    Eppure è lì, senza traccia di candida.

    non puoi scartare completamente una teoria poichè hai individuato una falla, altrimenti dovresti scartare anche quella da te studiata e sostenuta

    La teoria di Simoncini non ha "una falla", è tutta una falla.
    Ma ammettendo di rendere il mio cervello una tabula rasa e ripartire da zero, se chiedo a Simoncini di farmi vedere quello che ha fatto, trovo solo FALSI, trovo non errori (che potrebbero pure starci) ma MANIPOLAZIONI della verità che sono proprio l'oggetto di questo blog.
    Ancora più grave è che non trovo falsità e manipolazioni in un caso o due (che basterebbero per definire una persona in malafede) ma in TUTTE le teorie da lui proposte e nei casi presentati.
    Non so cosa ci sia da salvare, sinceramente...
    E se questo lui lo sa (perchè lo sa, non è un idraulico prestato alla medicina, le ecografie, lui, le sa leggere...) e va avanti con le sue punture di bicarbonato sul tumore, beh...non mi fare diventare volgare...

    RispondiElimina
  23. @wewee

    Premessa: quel che dirò non vuole essere nè un attacco a nè una denigrazione di Simoncini, si tratta di osservazioni puramente "tecniche"

    Da medico, non hai mai pensato che Simoncini possa essera affetto da qualche disturbo psichiatrico?
    nei suoi testi più personali presenti sul suo sito sono presenti alcuni suoi ragionamenti che mi lasciano perplesso:
    Il tutto ebbe inizio alle lezioni introduttive di Istologia quando, alle parole del professore che descriveva il tumore come un mostro tremendo e misterioso, avvertii come una reazione d’orgoglio, alla maniera di chi si senta sfidare: nessuno può far niente contro di me – era il monito implicito del cancro – perché non sono alla portata delle vostre menti.
    ci sono molte altre affermazioni particolari (qui) che mi fanno pensare ad un impatto emotivo traumatico del concetto cancro sulla allora giovane psiche del Simoncini. I motivi per i quali Simoncini ha sviluppato una vera e propria mania non li so, ma insomma c'è materiale almeno per iniziare una indagine
    Certo è difficile fare una indagine simile senza poter dialogare con il soggetto, però una analisi di base si potrebbe fare..
    Ad ogni modo una spiegazione per questi suoi falsi clamorosi ci deve essere e Simoncini francamente non mi sembra il tipo del truffatore cinico..
    Mah, sono perplesso.

    Saluti.

    RispondiElimina
  24. Il "bello" di internet è che tutti, leggendo quello che viene pubblicato, possono farsi un'opinione della persona che le scrive.
    Non mi permetto di dare un'opinione sulla persona e sulla sua "sanità mentale" perchè non lo conosco e le diagnosi a distanza non si fanno (anche se lui le fa).

    Che poi io abbia una mia opinione, quello è vero, ma la tengo per me, come è giusto fare.
    Mi limito a basarmi sui fatti, su quelli scritti ed accaduti, proprio per evitare strumentalizzazioni da un lato e dall'altro, nessuno può dire "secondo me è così" o non si finirebbe mai (o almeno non è il mio scopo), chi legge deve dire "beh, è così, lo vedo anche io".

    Sul "medico" Simoncini ho invece un'opinione molto più elementare.
    Credo semplicemente che abbia trovato un modo semplicissimo di guadagnare tanto denaro.
    ...ed in questo, non so fino a che punto si possa definirlo "stupido", più ingenuo invece chi, senza averne bisogno, lo copre.
    :)
    Ciao.

    RispondiElimina
  25. Nel link indicato da Drakkar ci sono alcune cose interessaanti. Innanzitutto la solidità dei sillogismi di Simoncini:

    se la psoriasi, malattia inguaribile, è data da un fungo, un’altra malattia inguaribile, il cancro, può essere dovuta ad un fungo.

    (se il fumo di sigaretta causa il cancro ai polnoni, che è mortale, allora altre malattie mortali, come la malaria, possono essere dovute al fumo di sigaretta)

    ma soprattutto questa:

    uno dei primi pazienti che trattai, un bimbo di 11 anni, mi diede immediatamente l’idea che stavo nel giusto. Il bambino arrivò in coma nel reparto d’ematologia pediatrica, intorno alle 11,30 del mattino, con una storia clinica di leucemia

    Curioso, perché la leucemia, essendo un tumore "non solido", mal si adatta all'ipotesi simonciniani. E infatti qui:

    http://tinyurl.com/cdm6mh

    risponde così a una domanda sula leucemia:

    Spesso le leucemie sono falsi tumori, cioè non sono causate da funghi.

    dopo aver anche chiarito che:

    Su pazienti non terminali (cosa purtroppo frequente) le regressioni titali sono dell’ordine del 70-80% eccetto che per le leucemie, i tumori delle ossa piatte e i tumori del polmone

    RispondiElimina
  26. Grazie Thhh sia per il "guidizio" positivo sulle mie intenzioni, sia per la risposta riguardo le metastasi che ha contribuito a chiarirmi varie cosette.
    Avrei preferito una riposta anche da WeWee visto che era stato lui a scrivere:" E le metastasi? Per l'ex medico si tratta di candida distaccatasi in seguito alla biopsia che vanno a colonizzare altri tessuti. Simoncini però non spiega perchè una cellula di metastasi di un cancro al fegato, se arriva al cervello, si trasforma in una cellula cerebrale o se va all'intestino ha l'aspetto di cellula dell'intestino".
    Ad ogni modo comprendo anche il suo atteggiamento attuale, non solo per come è stato trattato su luogocomune (anche se io avrei usato toni più pacati per dire le stesse cose, ma a volte la provocazione porta a sbagliare i modi, allo stesso modo di come accade agli utenti seri di luogocomune e a Mazzuco, spesso ossessionati dai provocatori in malafede), sia per "gli errori" che ha riscontrato nelle testimonianze di Simoncini, anche se per ora ne ha analizzata una sola, e stranamente non la prima in ordine di citazione sul sito.

    RispondiElimina
  27. Grazie Thhh sia per il "guidizio" positivo sulle mie intenzioni, sia per la risposta riguardo le metastasi che ha contribuito a chiarirmi varie cosette.
    Avrei preferito una riposta anche da WeWee visto che era stato lui a scrivere:" E le metastasi? Per l'ex medico si tratta di candida distaccatasi in seguito alla biopsia che vanno a colonizzare altri tessuti. Simoncini però non spiega perchè una cellula di metastasi di un cancro al fegato, se arriva al cervello, si trasforma in una cellula cerebrale o se va all'intestino ha l'aspetto di cellula dell'intestino".
    Ad ogni modo comprendo anche il suo atteggiamento attuale, non solo per come è stato trattato su luogocomune (anche se io avrei usato toni più pacati per dire le stesse cose, ma a volte la provocazione porta a sbagliare i modi, allo stesso modo di come accade agli utenti seri di luogocomune e a Mazzuco, spesso ossessionati dai provocatori in malafede), sia per "gli errori" che ha riscontrato nelle testimonianze di Simoncini, anche se per ora ne ha analizzata una sola, e stranamente non la prima in ordine di citazione sul sito.

    RispondiElimina
  28. Ciao! ho scoperto dell'esistenza di questo blog e della vicenda Simoncini-Luogocomune, grazie al blog di Paolo Attivissimo ed essendo una quasi-collega (sono una studentessa di medicina al 6 anno) mi sono subito fiondata! Volevo farti i complimenti per l'incarico che ti sei preso(e per il metodo ovviamente!), il debunking medico passa sempre in secondo piano rispetto a quello delle Scie chimiche o dell'11 settembre, ma probabilmente è molto più importante, vista la tendenza sempre crescente dei pazienti a fare autodiagnosi tramite internet!!!

    Detto questo volevo segnalarti un piccolo errore che hai commesso: hai scritto Helicobacter Pilory anzichè Pylori ;) Spero non me ne vorrai per questa correzione.

    A presto, continuerò a leggerti sicuramente!

    RispondiElimina
  29. @kataclisma:

    io da Luogocomune sono rimasto disgustato. Finchè gli insulti sono partiti da loro verso di me (e proprio dal padrone di casa, che mi ha trattato da subito con una sufficienza irritante, dimostrandosi senza argomenti) tutto bene.
    Appena ho scritto le parole FALSO e MANIPOLAZIONE è partito il ban. A me sembra censura, non ban. Non ho insultato nessuno, eppure in quel sito dicono di si.
    Però dimenticano quando lo fanno loro o dimenticano che alla mia dimostrazione di falso da parte di Simoncini/redazione, nessuno ha saputo controbattere.
    Nessun problema, non vogliono che a casa loro si chiarisca chi è questa persona, lo faccio a casa mia, come voglio io.
    Nessuno però potrà togliermi il pensiero di considerare Mazzucco come COMPLICE CONSAPEVOLE (perchè un'opinione è un conto, negare l'evidenza un altro) di questa truffa e se ne assume tutte le responsabilità. Non è un bambino e nemmeno un sottosviluppato.

    @ AlessiaD.
    Grazie Alessia, l'errore lo correggo subito, hai ragione, ma in questi giorni ho scritto tanto e questo non è l'unico "refuso", tra una guardia ed un'altra a volte il cervello non resta lucido.
    :)
    Grazie del tuo appoggio, continua nella tua carriera ad usare le basi teoriche e pratiche per poi sviluppare un tuo modo di operare e soprattutto ricordati di una parola: ONESTA'.
    ;)
    A presto e tanti in bocca al lupo per la carriera...

    RispondiElimina
  30. @wewee e tutti

    Non so perchè, ma personalmente non credo che Simoncini faccia ciò che fa per una cinica voglia di fare soldi, voglia che arriva a fargli calpestare persone malate. Mi sembra più uno preso da un "sacro fuoco".
    Sarà forse che anche io sono ingannato dalla sua affabilità e non riesco a dargli delle colpe che invece magari merita? Essere affetto da qualche turba psichiatrica significherebbe per Simoncini una riduzione di responsabilità, pensare che esso sia del tutto capace di intendere e di volere durante le sue attività criminali significa attribuirgli un comportamento terribile, estremamente antisociale e delinquenziale.
    Ovviamente la mia è una ipotesi del tutto aleatoria, visto che il mio unico contatto con Simoncini ce l'ho attravero ciò che è pubblicato su internet.
    Ma non posso fare a meno di interrogarmi su perché Simoncini arrivi a fare certe cose.. spero che mi perdoniate di aver postato queste mie riflessioni così delicate.

    Saluti.

    RispondiElimina
  31. Dargli il beneficio dell'infermità mentale sarebbe una mezza giustificazione, ma ad un infermo di mente non può essere permesso di curare la gente.
    Io mi fermo all'aspetto tecnico delle sue affermazioni, su quello morale e psicologico, ognuno si faccia la sua idea.

    Detto questo, ripeto che non è questo l'oggetto del blog e della discussione.
    Un tribunale, un ordine professionale, hanno già emesso il loro verdetto. Altri stanno per emetterlo.
    Non ci resta che aspettare che anche gli uomini emettano il loro.
    Io li sto solo aiutando a capire meglio.

    RispondiElimina
  32. @kataclisma:

    le trappole verbali dei post sono veramente fastidiose; io non sono Medico, non sono competente, ma una cosa l'ho capita:

    Simoncini afferma che la candida causa i tumori- Simoncini DEVE mostrare la candida nei tumori.

    se non la cerca o è pazzo (e concordo con alcuni) o è incompetente ( e concordo con talaltri). Di fatto sospendo i giudizi finchè non sarà fatta da lui o da chi per lui una SPERIMENTAZIONE col bicarbonata che abbia ahimè come vittima qualche sorcetto, per limitare i danni, con tutta la mia solidarietà per quei poveri animaletti. Fino a quel momento chiunque sostenga che Simoncini cura il cancro col bicarbonato dice una cosa NON VERA non per la comunità scientifica, ma per chiunque abbia buon senso. E spero di essere nel numero.

    RispondiElimina
  33. @ tiburon

    Infatti io mi sto basando tutto su considerazioni che può fare chiunque, per il semplice motivo che spiegare che il bicarbonato non cura il cancro, così come frase non vuol dire nulla.
    E' Simoncini che sostiene possa farlo, ha detto che lo ha fatto ed ha pubblicato le "prove" su internet (e perchè se sono prove reali non in una rivista?) ed io sto smontando le sue prove.

    Vogliamo pure dirla tutta?
    Simoncini sta sperimentando su esseri umani, in un'epoca nella quale ci si chiede se sia etico già sperimentare sulle cavie.

    RispondiElimina
  34. @wewee

    Un tribunale, un ordine professionale, hanno già emesso il loro verdetto. Altri stanno per emetterlo.

    altri tribunali?

    RispondiElimina
  35. Ci sono delle indagini in corso in un paese europeo dove Simoncini è accusato della morte di due donne, pubblicherò anche questo.

    RispondiElimina
  36. Nel valutare la teoria "ufficiale" sul cancro e quelle "alternative", credo sia di fondamentale importanza analizzare il meccanismo dele metastasi.
    Finora ho ricevuto una risposta solo dal gentilissimo Thhh, che per sua stessa ammissione non era così sicuro della sua tesi.
    C'è qualcuno, WeWee o chiunque con una certa competenza, che può spiegare ad un profano, in termini comprensibili qundi, SE e COME è stato provato che il tessuto metastatico derivi NECESSARIAMENTE da una zona del corpo diversa da quella in cui invece si manifesta?
    Grazie anticipatamente a chiunque voglia rispondermi.

    RispondiElimina
  37. Per me Simoncini ha "rovinato", con le sue idee assolutistiche, i suoi atteggiamenti e comportamenti, una teoria eziopatogenetica per alcuni tipi di tumori che poteva essere valida.
    Mi sembra molto grave che esista una generazione di medici (oltre i 45 anni) che non ha studiato in maniera approfondita l'oncologia sperimentale.
    Come facciamo a escludere a priori, che in zone come il collo dell'utero, in pazienti affetti da candidiasi, la candida o eventuali sue tossine non agisca in qualche modo deleterio o immunosopressivo. A parte il bicarbonato, qualcuno ha mai pensato di associare una potente terapia anti-fungina a quei tipi di tumore? Mia madre è morta per un cisto-adenoma al pancreas nel 2007, che metastatizzò verso il fegato (Tumore con una mortalità del 97% per la
    medicina tradizionale)... come mai non sono ancora disponibili terapie biologiche per qualche cancro ?

    RispondiElimina
  38. Per me Simoncini ha "rovinato", con le sue idee assolutistiche, i suoi atteggiamenti e comportamenti, una teoria eziopatogenetica per alcuni tipi di tumori che poteva essere valida.

    L'atteggiamento può contribuire a renderlo "antipatico" ma se un'idea non funziona puoi essere pure un comico nato con il dono della simpatia, la cura non funziona lo stesso...

    Come facciamo a escludere a priori, che in zone come il collo dell'utero, in pazienti affetti da candidiasi, la candida o eventuali sue tossine non agisca in qualche modo deleterio o immunosopressivo.

    E chi lo esclude a priori? Però per rendere valida una teoria devi avere qualcosa su cui basarti, un indizio, una base di partenza. Invece nel caso della candida (fino ad oggi) non ci sono evidenze (mentre ci sono per altri funghi, per batteri, per virus) che possa causare un tumore. Pensa anche al fatto che la candida (nella donna) è quasi sempre presente a livello genitale e mentre chi ha la candida non sviluppa in maniera significativa il tumore del collo uterino, chi ha il virus HPV sì. Cosa concluderesti tu con questa coincidenza?

    A parte il bicarbonato, qualcuno ha mai pensato di associare una potente terapia anti-fungina a quei tipi di tumore?

    Per il tumore del collo dell'utero no (almeno non mi risulta), vista la considerazione di prima, perchè dovrebbe?

    ... come mai non sono ancora disponibili terapie biologiche per qualche cancro ?

    Esiste la vaccinazione anti HPV e ne stanno sviluppando altre ed altre forme sono in studio.

    RispondiElimina
  39. non so cosa intenda red turtle per "terapie biologiche", ma come definizione questi sono farmaci che utilizzano gli anticorpi monoclonali per attaccare il tumore.
    Come il trastuzumab per il cancro al seno, o il bevacizumab.

    illuminaci, perchè immagino tu intendessi altro :)

    RispondiElimina
  40. Salve,

    ho appena letto questo articolo su Repubblica che sembra riaprire uno spiraglio (o per lo meno lo si sta sperimentando) ad un uso del bicarbonato nella cura di alcuni tipi di tumore (non si capisce bene se come sostituto o coadiuvante della chemioterapia).
    Questi studi alla fine non arriveranno a dare un po' ragione a Simoncini o quanto meno gli forniranno un argomento utile alle sue tesi?

    Qual e' la tua opinione in merito?

    RispondiElimina
  41. Qual e' la tua opinione in merito?

    La notizia di Repubblica è stata fraintesa da chi non l'ha letta (o capita) bene.
    Si riferisce ad un congresso che si tiene in questi giorni a Roma (organizzato dall'Istituto superiore di sanità) che tratta delle terapie sperimentali per la cura dei tumori. Prima parla di una terapia genetica, poi di quella con gli inibitori di pompa protronica (comunemente detti "antiacido", sono i farmaci che si usano per la gastrite). Stesso obiettivo (molto meno potente) con il bicarbonato (è sempre un "blando", rispetto agli inibitori protronici, antiacido)

    L'obiettivo di queste terapie è quello di alcalinizzare l'ambiente nel quale prolifera il tumore (acido), in maniera da renderlo inadatto alla sua crescita. In pratica si abbassa il pH attorno al tumore o con gli "antiacidi" si blocca la produzione di acidi attorno al tumore. E' un concetto in sperimentazione da decenni (se fai una ricerca su MedLine troverai centinaia di studi in proposito).

    Si apriranno due trial clinici in Italia per gli inibitori ed uno in Giappone. Buona notizia.
    Per quanto riguarda il bicarbonato l'articolo si riferisce ad uno studio di due anni fa del quale ho parlato in questo articolo (e che accenno anche nella pagina dedicata a Simoncini): una dieta liquida a base di bicarbonato in cavie, sembra diminuire la vita delle metastasi agendo proprio sul pH (quindi sull'acidità dei tumori). Sul tumore principale invece, in tutti i tumori, non ha avuto nessun effetto.

    Lo studio che è uscito a marzo 2009 è questo ed è sovvenzionato dal NCI (National Cancer Institute, corrispondente statunitense del nostro ministero della sanità ed organo importantissimo nello studio dell'oncologia). Le ricerche continuano ancora oggi.
    Qui la pagina del NCI che descrive il progetto.

    La notizia è interessante perchè dimostra come la scienza (qui con i suoi componenti più importanti, quelli accusati di fare ostruzionismo e complotti) studia qualsiasi strada per combattere la malattia, ma basta un po' di buon senso e di approfondimento per capire come non c'entri nulla con la candida nè con il bicarbonato di Simoncini. Anzi, tutto dimostra come il bicarbonato venga studiato e sperimentato e come la candida nei tumori continuano a non trovarla da nessuna parte.

    Naturalmente qualcuno strumentalizzerà ogni parola per i suoi interessi, ma questo è un altro discorso.
    :)

    Scriverò comunque qualcosa in proposito per chiarire i dubbi di chi, come te, è rimasto perplesso leggendo l'articolo.
    Ciao!

    RispondiElimina
  42. Grazie per la pronta replica, chiara ed esauriente.

    Ci tengo a precisare che io sono un convinto sostenitore della scienza e quindi del metodo scientifico ed ho anche capito i concetti di base dell'articolo di repubblica.

    Il mio intento era di stimolare un intervento autorevole ben scritto da una persona competente per dare maggiori spiegazioni ed evitare facili strumentalizzazioni.

    Saluti

    RispondiElimina
  43. Come volevasi dimostrare, sul blog di Paolo Attivissimo (dove avevo gia' posto la stessa domanda poi fatta qui) c'e' gia' qualcuno che ha fatto la sparata "SIMONCINI AVEVA RAGIONE" con riferimento a questo articolo di repubblica.
    Quindi mi sa che un tuo post chiarificatore dedicato sia quasi d'obbligo per smentire sul nascere queste strumentalizzazioni.

    RispondiElimina
  44. Quindi mi sa che un tuo post chiarificatore dedicato sia quasi d'obbligo per smentire sul nascere queste strumentalizzazioni.

    Infatti lo sto preparando.
    :)

    RispondiElimina
  45. C.V.D.

    WeWee mi sai che avrai un bel po' da scrivere, con una bella "fonte".

    Ed è sempre assurdo leggere l'ignoranza di chi non sa leggere la lingua italiana.

    Povero, povero, povero mondo...

    RispondiElimina
  46. So che non e' esattamente a tema ma, leggendo la tua (misera) lista di regali ricevuti dalle case farmaceutiche e poi vedendo in contrasto quanto succede tra alcuni (pseudo) medici si capisce da dove puo' nascere talvolta l'astio nei confronti della medicina ufficiale.

    RispondiElimina
  47. si capisce da dove puo' nascere talvolta l'astio nei confronti della medicina ufficiale.

    Mah, io veramente non lo trovo così immediato. O dovrei pensare che la magistratura è corrotta, avere astio nei confronti degli avvocati, degli ingegneri o delle forze dell'ordine. Ma anche del mondo in generale.

    RispondiElimina
  48. e riguardo a questi studi che nulla hano a che fare con simoncini che ne pensi ?

    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19276390

    http://it.ibtimes.com/articles/29464/20120513/cancro-cura-bicarbonato-di-sodio.htm


    Grazie

    RispondiElimina
  49. Ho letto solo ora che l'articolo è stato discusso negli ultimi post, ma hanno una data di 2 anni fa, ci sono news a riguardo ?
    Grazie

    RispondiElimina
  50. e riguardo a questi studi che nulla hano a che fare con simoncini che ne pensi ?

    La capacità di "disturbare" la crescita tumorale agendo sul pH è nota da decenni (Warburg vinse il Nobel nel 1931 per questo), il problema è trovare la sostanza adatta allo scopo, farla arrivare dove serve, evitare gli effetti collaterali (il bicarbonato alle dosi che riuscirebbero a "neutralizzare" una cellula tumorale sarebbe letale per una persona sana) e renderla sufficientemente potente. Gli studi proseguono (nonostante quelli che parlano di complotti) ed i risultati sono incoraggianti anche se contrastanti ed ancora insufficienti (qualche effetto sulle cavie ma solo sulle metastasi).

    Lo stesso gruppo che ha realizzato il primo studio ne ha scritto un altro che nota come le dosi utili di bicarbonato sull'uomo sono molto pericolose ed un altro ancora che nota come sul tumore primario non vi è alcun effetto. Ciò di cui parla (male) il secondo articolo invece è un finanziamento ammesso dal governo americano al dott. Marc Pagel per realizzare una macchina (un tipo di risonanza magnetica) per studiare meglio il pH delle cellule tumorali migliorando così gli studi sul bicarbonato che si realizzano nel suo gruppo di ricerca (che è lo stesso degli altri studi citati). Purtroppo il cancro NON si cura con il bicarbonato (sarebbe pure troppo bello per essere vero).

    ci sono news a riguardo ?

    Proprio per riassumere tutto quello che ho scritto su Simoncini, esiste un (lungo) post qui, che aggiorno ogni volta che ci sono (piccole) novità (ed accenno anche agli studi di prima).

    RispondiElimina
  51. Leggere questo articolo prima di dire che la cura con Bicarbonato è strampalata (La teoria del fungo è strampalata ma non l'uso del bicarbonato in alcuni tumori).
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19276390

    RispondiElimina
  52. Buongiorno, io studio la Nuova Medicina e la utilizzo su di me. Funziona. Inoltre preciso, per i superficiali ottusi che basano le loro opinioni solo conoscendo le argomentazioni di una delle parti, che Hamer non si è mai fatto pagare, e il suo desiderio è che la Nuova Medicina sia gratis. Mi dispiace leggere di pagine come questa, fatta di superficialità ed ovvietà facilmente reperibili in rete in maniera non più difficile di quanto si possibile, per esempio, trovare in rete che dell'Utri non è un mafioso, e vedere quante persone, che purtroppo rispecchiano la media, e anche più della media, abbocchino come se fossero più incapaci di ragionare di un lobotomizzato. Inoltre, la cosa che mi infastidisce maggiormente, è che nessuno impedisce a qualcuno di curarsi con la medicina tradizionale.

    RispondiElimina
  53. @Raffaello Spiti: ma almeno leggere le prime righe del link che posti?

    "Acid pH has been shown to stimulate tumor cell invasion and metastasis IN VITRO and in cells before tail vein injection in vivo"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non capisco la tua obiezione.....spiegati.

      Elimina
  54. facile buttare fango sugli altri . dire non è Medico vuol solo dire che è molto molto piu affidabile .
    Simoncini è solo un grande e come il dt: Hamer paga di persona.
    complimenti perchè chi lo sta screditando è molto astuto e fa bene il suo lavoro ma non propone niente , solo distrugge -Ignoranza? no troppa conoscenza al servizio di Ba-al e alle case farmaceutiche e al D-O denaro. che D-o ti benedica fratello.

    RispondiElimina
  55. facile buttare fango sugli altri . dire non è Medico vuol solo dire che è molto molto piu affidabile .
    Simoncini è solo un grande e come il dt: Hamer paga di persona.
    complimenti perchè chi lo sta screditando è molto astuto e fa bene il suo lavoro ma non propone niente , solo distrugge -Ignoranza? no troppa conoscenza al servizio di Ba-al e alle case farmaceutiche e al D-O denaro. che D-o ti benedica fratello.

    RispondiElimina
  56. Tenuto conto che la 1° causa di morte in assoluto al mondo sono "i sistemi sanitari" che funzionano con la medicina allopatica convenzionale e la chirurgia, tenuto conto che scandali dovuti a medici vigliacchi che se ne sono approfittati molto più di Simoncini e Clark, tenuto conto che la Lobbie Farmaceutica è stata ed è la causa di centinaia di migliaia di morti all'anno, anche nascondendo effetti collaterali gravi rilevati negli studi clinici (vedi Viox Pfizer, effetto collaterale: infarto del miocardio), ritengo che sia assolutamente legittimo che ci si possa rivolgere a chi di medicina allopatica convenzionale se ne faccia un baffo e tuttavia crede in quello che la medicina Allopatica rifiuta a priori solo perchè non porta nè business nè lauti guadagni (non ricavi ma utili a 2 cifre in % all'anno, in incremento sull'anno precedente) come il bicarbonato. Se queste ipotesi da "stregoneria" non fossero da accettare occorrerebbe a mio parere studiarle prima di dire che sono cialtronerie: qualcuno l'ha fatto? Perchè si continuano a vendere a fior di euro antidepressivi che funzionano all'80% solo per effetto Placebo? Solo perchè la persona che li prende è stata convinta che può guarire con quel farmaco? Perchè si vendono farmaci che superano studi clinici dove il Placebo (pillole di zucchero o acqua pura, senza effetto) fanno guarire il 30-40% dei pazienti trattati contro un solo 50% o meno dei risultati positivi con il farmaco attivo? E si registra il farmaco convinti chee abbia effetto? La medicina allopatica crea malati cronici per sostenere un business da più di 600 miliardi di euro all'anno, qui si scrive che un Simoncini o una Clark (che purtroppo ci ha lasciati) sarebbero da carcere? Siete ridicoli e poco credibili, considerato quanto i medici si mettono in tasca per favorire un farmaco piuttosto che un'altro. Potrei scrivere un trattato di 6-700 pagine sui danni che fannp la medicina allopatica e la Lobbie Farmaceutica ma è meglio finirla qui. Buona salute, un'augurio per non finire in mano a medici e chirurghi omicidi.

    RispondiElimina
  57. Ma magari di finire in mano ad un fuffaro naturopata che non è un medico ma crede di poter curare la gente ...

    RispondiElimina
  58. non sono un medico ma vivo e lavoro nel modo medico, una cosa vorrei farvi notare che la storia insegna a non fare errori e a comprendere meglio quelli che abbiamo fatto.
    Cosa voglio dire, fin dal 19850 in poi ci sono stati medici che con rimendi naturali o alternativi hanno curato migliaia di persone nel mondo ricordo il dott. gerson, oppure Hoxsey che aveva 17 cliniche per la cura del tumore ma poi....... come per tutti le istituzioni di controllo hanno fatto delle campagne denigratorie senza cercare in nessun caso di capire come potevano esserci migliaia di persone guarite e cercare di capire come e per quale motivo fossero guarite.
    Il mondo ruota solo ed esclusivamente per un interesse economico e il mondo è governato dalle società farmacologiche e petrolifiche che non hanno nessun interesse economico in merito a queste cure.
    Non so se e come creare dei protocolli scientifici ma una cosa la so ed è sconcertante quando migliaia di persone dichiarano di essere guariti e a nessuno interessa o cerca di capire perchè.
    In merito dal dott. Simoncini penso che sia una vittima del sistema corrotto e colluso, e magari fra qualche hanno si riconosceranno i suoi studi ma nel frattempo tanta gente nuore per la medicina ufficiale…
    salve

    RispondiElimina
  59. non sono un medico ma vivo e lavoro nel modo medico

    Io non sono un informatico ma vivo e lavoro nel mondo informatico, eppure chi si rivolgesse a me per riparare un guasto del suo PC sarebbe quanto meno folle.
    :)

    fin dal 19850 in poi ci sono stati medici che con rimendi naturali o alternativi hanno curato migliaia di persone nel mondo

    Nel 19850 forse la Terra non esisterà più. In ogni caso non esiste una sola persona guarita da malattie gravi da cure non scientifiche. Curioso, ma bisogna farsene una ragione.

    senza cercare in nessun caso di capire come potevano esserci migliaia di persone guarite e cercare di capire come e per quale motivo fossero guarite.

    Sbagliato. Nei casi che citi (ma anche in altri) queste pseudocure furono anche sperimentate e, ai controlli, i "migliaia di guariti" scomparvero nel nulla e si dimostrò che non si trattava di cure ma di truffe.

    Il mondo ruota solo ed esclusivamente per un interesse economico

    Infatti i vari alternativi regalano le loro cure. Vedi Simoncini che vuole 20.000 euro per spararti del bicarbonato in vena o Hamer, Di Bella, Vannoni, fanno tutto gratis, per amore dell'umanita e vivono d'aria.
    :)

    è sconcertante quando migliaia di persone dichiarano di essere guariti e a nessuno interessa o cerca di capire perchè.

    Perché non sono guariti (quando guariscono) grazie a queste truffe. I truffatori cercano proprio gente ingenua e sognatrice come te, non aspettano altro. Occhi aperti, mi raccomando.

    magari fra qualche hanno si riconosceranno i suoi studi ma nel frattempo tanta gente nuore per la medicina ufficiale…

    Magari, forse, nel frattempo ti chiede sempre 20.000 euro per ammazzarti di bicarbonato.
    Il benefattore.
    Salve.

    RispondiElimina
  60. A scanso possibili futuri inconvenienti, mi sarebbe molto utile sapere dove e come esattamente il Sig. Tulino vivi e lavori nel mondo medico. Sebbene io viva in Germania, vengo spesso in Italia e non si può quindi escludere a priori che problemi di saluti possano portarmi a contatto con lui - cosa che ci terrei invece ad evitare. Grazie
    (Dato che il Sig. Tulino usa il suo nome, mi firmo col mio: Ezio Bonsignore)

    RispondiElimina
  61. sta girando molto questo video, che ne pensa? https://www.youtube.com/watch?v=kTU0843pXJU

    RispondiElimina
  62. che ne pensa?

    Non è questo il post giusto, nel video parlano di vaccini, nell'ordine, uno dei più noti antivaccinisti italiani, omeopata. Un omeopata, antivaccinista. Un laureato in farmacia che trova nanoparticelle dovunque (merendine, vaccini) e gestisce un laboratorio analisi privato. Notizie inventate, altre esasperate, altre false e solite affermazioni senza base scientifica.
    Il termine corretto per definire il filmato è: spazzatura. Quello "scorretto": fuffa.

    Da notare che nessuna di quelle persone ha pubblicato un solo studio scientifico su ciò che sostengono.

    RispondiElimina

I tuoi commenti sono benvenuti, ricorda però che discutere significa evitare le polemiche, usare toni civili ed educati, rispettare gli altri commentatori ed il proprietario del blog. Ti invito, prima di commentare, a leggere le regole del blog (qui) in modo da partecipare in maniera costruttiva ed utile. Ricorda inoltre che è proibito inserire link o indicare siti che non hanno base scientifica o consigliare cure mediche. Chi non rispetta queste semplici regole non potrà commentare.
I commenti che non rispettano le regole potranno essere cancellati, anche senza preavviso. Gli utenti che violassero ripetutamente le regole potranno essere esclusi definitivamente dal blog.

Grazie per la comprensione e...buona lettura!