venerdì 27 marzo 2015

Il "piccolo batte le mani", io le batto al Corriere della Sera

Articolo aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Che incredibile filmato.
Un video nel quale [16,30 del 28/03/15, la pagina è stata rimossa] mamma e papà cantano ed il loro bambino, ripreso con un'ecografia, batte le mani, ripetutamente ed a tempo, con i genitori che continuano a cantare felici. Non è fantastico?
Non è ancora più fantastico che a pubblicare un video del genere sia stato il Corriere della Sera, una delle testate italiane più "prestigiose" ed attendibili?
Non è fantasticissimo che il video sia apparso nella pagina "Corriere TV Scienze"?
Scienze, capito?

Il Corriere Scienze. Scienze!
Scrive il Corriere:
Proprio mentre il medico stava controllando con l’ecografia la crescita di un bimbo alla 14esima settima di gestazione, il piccolo si è messo a battere le mani e il papà ha ripreso tutta la scena con la sua videocamera. In sottofondo le voci del medico e della futura mamma che canta una canzoncina, sembra quasi che il bimbo si muova al tempo della canzone. Il video è stato caricato dalla futura mamma Jen Cardinal sul suo canale Youtube.

Solo che chi ha pubblicato quel video non si è nemmeno reso conto di aver pubblicato un gioco, uno scherzo, un...falso.
Ok, mettiamo pure che qualcuno creda che davvero un feto di 3 mesi possa sentire la musica ed accompagnarla battendo le mani, il problema è che quel video è costruito, è una serie di fotogrammi gestita da chi usa il macchinario, non è un'immagine vera.
Il video riprende semplicemente un frammento (brevissimo) di un'ecografia, ad inizio gravidanza, nel quale il feto è stato ripreso per un attimo (ho calcolato circa 3 secondi) a "mani giunte". Quel frammento video, portato ripetutamente "avanti e indietro" con il cursore dell'ecografo, crea il simpatico effetto del "battito di mani" (che naturalmente non esiste).
La possibilità di portare i fotogrammi di un'ecografia in un senso o nell'altro è un modo per studiare piccolissimi particolari o immagini che sono apparse per pochissimo tempo (utile ad esempio per lo studio del cuore fetale). D'altronde, chi ha un occhio esperto per questo tipo di esame, noterà come le immagini sono "rigide" e ripetono meccanicamente (bloccandosi, "congelandosi", quando il feto ha le braccia distanti ed un'immagine ecografica "dal vivo" non è mai "statica"). È un po' la stessa tecnica che usa la "moviola" che "studia" i movimenti delle partite di calcio, pochi fotogrammi possono essere portati in un senso o nell'altro per studiare ogni piccolo particolare.

Per chi volesse capirlo meglio, basta guardare in basso a destra, punto nel quale appare il "cursore" del video che, appunto, va in un senso e nell'altro.
La mamma che ha pubblicato il video su You Tube, ai commenti che facevano notare questo "piccolo" particolare, ha risposto che il bambino ha battuto le mani tre volte e quindi il medico ha usato la funzione "moviola" dell'ecografo mentre i genitori cantavano, hanno giocato insomma, uno scherzo che per alcuni giornali diventa "scienza".

Se si guarda inoltre tutto il filmato dell'"applauso" e si blocca il video all'ultimo secondo (il 15°), si vedrà come, all'improvviso (il "loop" a quel punto è stato cancellato) appare l'immagine reale, "in diretta" e, per magia, le mani che applaudono si trasformano in "testa e corpo" del feto, come si vede qui:


Il feto che batte le mani è uno scherzo, romantico ma che non ha nulla di vero né di scientifico (e ci mancherebbe!), ma le mani al Corriere della Sera...Scienze (!) gliele batto volentieri. Lentamente e per fare notare che ormai siamo a livello di Scherzi a Parte. Applausi!

Alla prossima.

Grazie a Rosa Contino per la segnalazione.

Aggiornamento (28/03/15): Anche "La Stampa" pubblica la notizia, scrivendo che "probabilmente il video è ritoccato" (ma allora perché lo pubblicano?).

Ma La Stampa va oltre. Non basta il feto che batte le mani, ora si scopre che siamo al 14mo mese di gravidanza. A questo punto il sospetto è che la povera donna partorirà un bambino pronto per l'università.


Alle  ore 16,35 di oggi 28 marzo 2015, la pagina del Corriere con il video è stata eliminata.
Chiedere scusa ai lettori? No eh?

19 commenti:

  1. Dottore volevo farle una domanda, come si pone lei rispetto all'aborto?

    RispondiElimina
  2. come si pone lei rispetto all'aborto?

    Lo considero un diritto, una libera scelta e deve essere regolato da leggi e norme precise (com'è in Italia). Io sono un obiettore e non lo pratico per motivi etici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioè, scusi, è un diritto ma se qualcuno glielo chiede lei non lo pratica? Lo manda da qualcun altro?

      Elimina
    2. Io non pratico l'intervento per interrompere la gravidanza ma seguo tutto l'iter e l'intervento lo farà un collega.

      Elimina
    3. Scusi la franchezza, ma a me sembra un po' ipocrita. Dov'è che sbaglio (data anche la mia ignoranza in materia)? Io sono contrario eticamente (ad esempio) ai furti, quindi preparo tutto prima e dopo, ma faccio sfondare la finestra a un mio collega, così moralmente sono a posto. O mi sono perso qualcosa? Immagino di sì, perché questo paragone deve fare acqua da qualche parte...

      Elimina
    4. a me sembra un po' ipocrita

      Libero di pensarlo.

      questo paragone deve fare acqua da qualche parte...

      Credo proprio di sì. Io non ritengo l'interruzione di gravidanza immorale o "ingiusta" (il furto sì ed è pure un reato), la ritengo, come ho detto, un diritto (sempre con le sue regole, non "a caso") e di libera scelta personale. Io mi astengo dal praticare l'intervento in senso stretto (la parte chirurgica) perché si tratta di un intervento particolarmente cruento e non mi sento di farlo. La legge lo permette, il reparto in cui lavoro non ha particolari esigenze (potrei ripensarci se la mia scelta influenzasse quella delle donne che desiderano l'intervento) quindi la mia decisione non influenza nessuno e ripara la mia coscienza.

      Questo non mi impedisce di informare senza condizionare chi lo desidera, di assistere e curare chi vi sottopone e di intervenire in caso di bisogno (anche questo è previsto dalla legge).

      Però, visto che non voglio che si discuta di questo argomento (che porta a discussioni infinite e questo non è il post per farlo) prefeirei chiudere qui il discorso. Penso da tempo di scrivere un articolo che spieghi (tecnicamente) come si fa l'interruzione di gravidanza (ma anche lì mi limiterò a considerazioni tecniche, non morali), perché credo che sapere aiuti chi non ha le conoscenze su un tema così delicato.
      Grazie.

      Elimina
    5. Ok, capito, chiudo qui le domande :-) Leggerò sicuramente l'articolo in questione, comunque la sua risposta mi sembra decisamente ragionevole. Grazie mille della disponibilità. [shidzu]

      Elimina
  3. Incredibile come un giornale tipo "Corriere della Sera" incappi così facilmente in un video tranello o video scherzo e lo pubblichi. Ma non hanno esperti che prima visionano quello che viene pubblicato?? Mah...
    Buona serata. Patrizia

    RispondiElimina
  4. come si dice le mani andrebbero battute ma in faccia a chi fa informazione a questa maniera... :)

    RispondiElimina
  5. la pagina del Corriere con il video è stata eliminata.
    Chiedere scusa ai lettori? No eh?


    Eh no caro dottore non funziona così! In Italia si pubblica qualcosa (non importa che sia vero o che sia falso) l'importante è che attiri visite, quando poi si viene ricoperti dai commenti di gente che dice che la tal cosa è una bufala o che il video è tarocco si fa sparire il video in modo da non lasciare tracce (tipo 1984)... Cosa che col cartaceo non potevano fare, quello di cui paiono non rendersi conto è che con la rete è pure peggio perché ogni cosa è archiviata e indicizzata...

    RispondiElimina
  6. buongiorno, mi permetto,
    ma sopratutto: ma a chi interessa di un feto che batte le mani (fosse anche stato vero)..
    cordialmente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me.
      O meglio a me interessa quale esempio di affidabilita' e veridicita'.
      Senza volerlo negare o dimenticare certi terribili fatti di cronaca come quelli del Santa Rita, credo che una gran parte della sfiducia nella classe medica sia imputabile alla disinformazione e alla superficialita' di molti giornalisti.
      Cosi' come esistono medici condannabili e medici encomiabili e competenti cosi' esistono giornalisti esecrabili e giornalisti intellettualmente onesti.
      Il dott. Di Grazia ha tutta la mia ammirazione anche per articoli minori come questo.
      Scrive giusto Pisano: prima di tutto contano il numero di visite.

      Elimina
  7. So di essere insensibilmente OT, ma il mio plauso va al cambiamento del template che, oltre a essere più leggibile del vecchio, mi risulta molto più veloce nel caricamente delle pagine, pure quelle con un numero elevato di commenti.

    Buona serata
    Marcoz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti piace?
      Diciamo che è in fase beta, se funziona ed è gradevole resterà così. Quello originale era un po' sorpassato, "pesante" ed ormai antiquato, prima o poi avrei dovuto cambiare.

      Elimina
    2. "Ti piace"

      Ignorando scientemente la componente retorica della domanda, dico che "piacere" è una parola grossa*.
      Tuttavia, come ho già detto, il miglioramento è sensibile sul piano della lettura, dell'affaticamento visivo, caratteristica importante per un media di contenuti, di sostanza, che spesso presenta articoli non propriamente brevi. Sullo stile, l'estetica - anche se hanno il loro peso in termini di "messaggistica laterale" - si può più facilmente scendere a compromessi.

      Saluti
      Marcoz

      *frase dettata da deformazione professionale, dato che lavoro anche nell'àmbito della progettazione grafica (pure se non specializzato in area web), e quindi da una fisiologica tendenza all'ipercritica.
      A questo punto approfitto per segnalarmi come potenziale strumento per la realizzazione di elementi visivi complementari (immagini di testata e non, icone, simboli, ecc.), qualora sorgesse la necessità di spingere di più sulla comunicazione visiva**.

      **postilla per l'occasionale funzionario dell'Agenzia dell'Entrate (e non solo): a titolo gratuito, s'intende. Sarebbe il mio infinitesimale contributo alla diffusione del pensiero, del metodo scientifico.

      Elimina
  8. @max(L)
    ehm, il mio chiedere a chi interessasse un fatto del genere non è rispetto quanto ha scritto il dott. di grazia, quanto al fatto che il corriere possa pubblicare una notizia (?) del genere pensando che possa interessare effettivamente a qualcuno..
    cordialmente

    RispondiElimina
  9. ps.
    non perdo un solo articolo di quelli che scrive il dott. di grazia (da quando ho avuto il piacere di scoprirlo)

    RispondiElimina
  10. Concordo con ilfinegiustificailme, questo template è molto più gradevole e leggibile.

    RispondiElimina
  11. @max
    Guido va benissimo :P
    ps mi aggrego sul fatto che questo template è più leggero... So di essere "antiquato" ma per me il top della leggibilità sarebbe testo nero in campo bianco

    RispondiElimina

I tuoi commenti sono benvenuti, ricorda però che discutere significa evitare le polemiche, usare toni civili ed educati, rispettare gli altri commentatori ed il proprietario del blog. Ti invito, prima di commentare, a leggere le regole del blog (qui) in modo da partecipare in maniera costruttiva ed utile. Ricorda inoltre che è proibito inserire link o indicare siti che non hanno base scientifica o consigliare cure mediche. Chi non rispetta queste semplici regole non potrà commentare.
I commenti che non rispettano le regole potranno essere cancellati, anche senza preavviso. Gli utenti che violassero ripetutamente le regole potranno essere esclusi definitivamente dal blog.

Grazie per la comprensione e...buona lettura!