lunedì 3 gennaio 2011

Paperino l'omeopata

Anno nuovo diploma nuovo.
Ho sentito sostenere da qualcuno che diventare omeopata richiederebbe anni di studi, esperienza, serietà, conoscenze e pure un po' di apertura mentale. Non ho il tempo per frequentare scuole di omeopatia, ma ho conseguito lo stesso il diploma di omeopata certificato Boiron (la multinazionale omeopatica più nota al mondo) e quindi da ora in poi non mi si dica che non ho titoli per parlare di omeopatia, sono un omeopata e pure certificato e conservo il mio diplomino nuovo di zecca (anzi di stampante) così da mostrarlo a chi dice che non capisco nulla della fantascientifica teoria dell'ultradiluizione. D'altronde gli omeopati insistono sul fatto che bisogna affidarsi a professionisti seri e qualificati, sono solo loro che conoscono quei fatti che la scienza ignora ed il buon senso non comprende ma l'omeopatia propina, un titolo ufficiale (rilasciato da un'azienda leader del settore) dunque dovrebbe essere tra le migliori garanzie di serietà che si possano pretendere.

A questo punto, visto che non voglio tenere tutto per me, ho inserito anche un mio amico nel mondo delle "diluizioni, energizzate, vibrazionali, informate".
Dopo anni di studio ed esperienze cliniche effettuate in importanti centri medici (come il Paperopoli duck Hospital), sacrifici personali fisici e psicologici a dispetto della sua proverbiale sfortuna, sono lieto di comunicare che il mio amico Paolino Paperino ha raggiunto l'agognata meta di diventare uno specialista omeopata certificato da Boiron.

Il diploma di omeopata certificato Boiron di Paperino, è scansione dell'originale, nessun particolare dell'immagine è stato modificato.

Il corso di training on line della benemerita industria francese, famosa per produrre i rimedi ultradiluiti di acqua informata, succussa ed energizzata (e chi più ne ha più ne metta), ha ottenuto i risultati sperati. Paolino ha così fatto fruttare le sue approfondite conoscenze sull'argomento.
Concetti come la "memoria dell'acqua", "la teoria dei simili" e "l'invasione degli ultraquanti" sono stati illustrati durante il training ed hanno permesso all'amico Paolino di diventare un esperto certificato.

In questo momento Paolino Paperino non effettua consulenze nè visite perchè ancora sotto contratto Disney, ma si ripromette, appena trovato uno studio professionale fuori Paperopoli, sua città di residenza, di iniziare l'attività che sarà sovvenzionata dal suo non meno noto zio, Paperon de' Paperoni, sperando non sia un galoppino di Big Pharma. Il simpatico papero dedica questo traguardo agli amati Qui, Quo e Qua.
© Disney inc.

Un augurio a Paperino, che l'acqua informata lo accompagni in questa avventura.
Unico contrattempo, le sue apparizioni fumettistiche saranno diluite per il sopravvenuto impegno, non per questo comunque risulteranno meno efficaci, anzi...
;)
Alla prossima.

PS: Visto che gli omeopati sono conosciuti per la loro mancanza di ironia e di autocritica, li tranquillizzo avvertendoli che Paperino non può gestire un ambulatorio di omeopatia, non è un medico.


Aggiornamento: Una collega blogger, ha scritto alla Boiron per avere delucidazioni sul training on line omeopatico offerto a chiunque. Ricevuta la richiesta l'azienda ha oscurato la pagina per gli utenti italiani, pagina quindi attualmente irraggiungibile (direttamente). Mi dispiace per Paperoga che era sinceramente intenzionato ad ottenere l'importante certificazione.

172 commenti:

  1. STUPENDO!!!
    Lo voglio anch'io, ma c'è tanto da studiare?
    Senza nulla togliere a Paolino Paperino, me se ci è riuscito lui, credo di avere buone prossibilità anch'io.

    RispondiElimina
  2. ROTFL!!! :D

    Chapeau per il colpo da maestro :P

    Saluti
    Michele

    RispondiElimina
  3. Questo post capita 'a fagiolo'. Siccome ho quattro gatti e tutti hanno un raffreddore terribile (giuro...è la pura verità), cosa faccio?

    A. chiamo il veterinario

    B. mi faccio il corso online "Homeopathic Medicines for Cold & Flu" e poi li curo io

    C. faccio fare il suddetto corso direttamente ai gatti e poi li mando a comprarsi i prodotti Boiron da soli

    Si accettano suggerimenti.

    PS: posso avere il recapito del Dr. Paolino Paperino?

    RispondiElimina
  4. Secondo me hai sbagliato mestiere. Dovevi fare il giornalista e altro che diplomino omeopatico. Avresti avuto la casa tappezzata di Pulitzer.

    Sarebbe da segnalare all'ansa questo tuo colpaccio. ANche perchè a lavoro (abbiamo la radio accesa di sottofondo) c'è sempre quella vocina da imbecille francese che pubblicizza ritrovati omeopatcci (due c per accentro francese) per i mali di stagione...
    "sono naturali e privi di effetti collaterali"...

    RispondiElimina
  5. Meraviglioso! Geniale! BRAVISSIMOOOOOOOO

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. L'HO FATTO IO SUBITO: redazione.internet@ansa.it: Vi segnalo questo divertente post: http://medbunker.blogspot.com/
    In pratica un valente Medico Ginecologo il cui pseudonimo è WeeWee oltre a conseguire lui stesso il diploma di omeopata presso la società BOIRON lo ha fatto conseguire al suo amico Paolino Paperino. Il tutto CERTIFICATO ed inoppugnabile. Complimenti a WeeWee per lo SCOOP. Maverik

    RispondiElimina
  8. @Maverick
    Nota di servizio.
    Sul sito dell'ANSA c'è scritto che all'indirizzo a cui hai inviato la notizia non accettano segnalazioni. Forse l'indirizzo giusto è comunicazione@ansa.it. Riprova su questo. Ciao :-)

    RispondiElimina
  9. BASTAAAA!!! Non ce la faccio più. Qualcuno mi aiuti a smettere di ridere, per pietà :D :D :D

    WeWee sei il migliore!

    RispondiElimina
  10. Scusa ma in quel foglio NON c è scritto medico omeopata, ecco il solito sola materialista, è un corso on line di omeopatia di base, niente altro, non c è scritto alla fine "the basics"!?
    non mi dirai che ci sono medici chirurghi che lo espongono nel loro studio dicendo che sono omeopati!?
    certo potrebbe capitare, quindi è utile la segnalazione ma si tratta di granchio gigantesco! non è un diploma di omeopata!

    RispondiElimina
  11. Ciao spoonriver, benvenuto su blogger. :P

    RispondiElimina
  12. Scusa ma in quel foglio NON c è scritto medico omeopata, ecco il solito sola materialista, è un corso on line di omeopatia di base, niente altro, non c è scritto alla fine "the basics"!?

    Già, ma c'è scritto che il Sig. Paolino Paperino ha completato CON SUCCESSO un corso, il che vuol dire che non solo lo ha FREQUENTATO, ma ha anche evidentemente superato UN ESAME finale.

    A totale conferma della cialtroneria di questi truffatori.

    RispondiElimina
  13. @Spoonriver
    Come l'Araba Fenice (Che ci sia ciascun lo dice, dove sia nessun lo sa) risorgi dalle ceneri e ti iscrivi a Blogger il 3 Gennaio de 2011.
    A proposito, quale lapide hai scelto nel vasto catalogo di Lee Master? Ottorone? |:_)(

    RispondiElimina
  14. Hai tutta la mia stima per l'idea, apprezzo sempre le trovate del genere.

    RispondiElimina
  15. Complimenti a WeeWee per il post! Anche se pensare che il povero Paperino si unisca alla combriccola dei CHaCHaCHa mi ha un po' intristito.

    Ciao ivabellini, ti avevo fatto una domanda nei commenti all'articolo "Omeopatia: pubblicità regresso". Mi rispondi qui o di là?

    RispondiElimina
  16. lo voglio anche io il diploma!!

    RispondiElimina
  17. Tra l'altro il bollo è chiarissimo:
    Boiron Certified Homeopathy Specialist.

    RispondiElimina
  18. Perdonate l'OT.
    Nel post di WeeWee "Quello che i ciarlatani non dicono...(1)" e' comparso un commento a firma di "frankbat" che ha suscitato, in piu' di uno dei lettori, dei commenti decisamente scandalizzati.
    E a ragione.
    Bene: QUEL FRANKBAT NON SONO IO!
    Verificate il suo profilo con il mio, sono entrambi pubblici (OK, io ho cambiato foto, ma il profilo e' rimasto).
    A parte qualche indicazione copiata, il suo profilo e' circa 1 anno piu' recente del mio, cita un "mio blog" vuoto (che NON e' mio) e mancano le informazioni personali.
    MI DISSOCIO TOTALMENTE dalle vaccate scritte da tale impostore. Devo capire coma abbia fatto a creare un profilo con lo stesso nome (magari blogger lo permette? boh!)

    Chi ha pensato che fossi impazzito, si tranquillizzi, NON LA PENSO COME HA SCRITTO QUEL ..... (inserite qualsiasi commento).

    Scusate l'OT, ma ho ritenuto giusto chiarire la situazione.
    Se WeeWee riterra' di cancellare il mio commento, mi inchino alla volonta' del padrone di casa.
    Buona serata a tutti. Franco.

    RispondiElimina
  19. Ah, spettacolare, il diploma!
    MEGASTRAROTFL!!!!!

    RispondiElimina
  20. Ehm, WeWee, ho sbagliato sistematicamente a scrivere il tuo nick... sorry!

    RispondiElimina
  21. @ Tubercolo

    se mi suggerisci il punto esatto dove si trova la tua domanda cercherò di risponderti.

    RispondiElimina
  22. Lo voglio anch'io, ma c'è tanto da studiare?

    Cinque minuti di test on line. Al limite si prova cento volte ma prima o poi lo prendi.

    :)

    Scusa ma in quel foglio NON c è scritto medico omeopata

    Non è una laurea, è una certificazione di omeopata specialista Boiron, c'è scritto nel certificato con tanto di firma del responsabile Boiron e timbro aziendale. Mica bruscolini...

    RispondiElimina
  23. Ho un carico di specchi per il sig. Bellini. Dove posso lasciarli? *si guarda attorno*

    RispondiElimina
  24. Grande. Mi sto ammazzando dalle risate.

    RispondiElimina
  25. WeWee, perdonami l'OT, particolarmente fuori luogo in un post 'scherzoso' che non negli altri.

    sono un fisioterapista e mi è capitato un paziente con mesotelioma pleurico che ha rifiutato le cure mediche per affidarsi a un già noto alle cronache medico alternativo, tale dott. nacci (scusate, il minuscolo è voluto) che gli ha suggerito fisioterapia passiva unita alla sua 'terapia' a base di frullati di verdura. per fortuna dopo aver chiacchierato un po' con me e dopo aver letto un paio di tuoi post e di articoli scientifici che gli ho stampato si è rivolto ad un oncologo di un ospedale qua vicino. il 5% a 5 anni è meglio dello 0%, se la matematica non mi inganna, e quindi la considero una piccola vittoria personale contro la stupidità umana. la sua decisione di mollare il nacci è però anche dovuta ad un comportamento scontroso del medico che, quando il paziente ha iniziato a vomitare tutto quello che ingurgitava, gli ha semplicemente detto (al telefono) che probabilmente 'non era adatto alla sua terapia' (sì, il paziente non era adatto alla terapia, non il contrario).
    finito il preambolo la domanda: so che il nacci è già stato sospeso in passato dall'ordine dei medici, esiste un modo per segnalare l'episodio all'ordine senza citare il nome del paziente che approva ma che 'non vuole grane' o devo passare direttamente dai carabinieri?
    grazie per il tuo lavoro, a te a a tutti quelli che come te impiegano parte del loro tempo per fare vera e gratuita divulgazione, nel mio piccolo faccio lo stesso ma non ho nè le capacità nè la voglia di scrivere tanto, quindi mi fermo alle chiacchierate amichevoli. a volte, alleluja, funzionano!

    RispondiElimina
  26. quando il paziente ha iniziato a vomitare tutto quello che ingurgitava, gli ha semplicemente detto (al telefono) che probabilmente 'non era adatto alla sua terapia' (sì, il paziente non era adatto alla terapia, non il contrario).

    Tipico.
    Tutti i ciarlatani incolpano il paziente dei propri fallimenti, infatti è sempre colpa del paziente se l'intruglio non ha funzionato, la possibilità di confessare il proprio stato di imbonitore non esiste. Hai mai visto un guaritore pubblicizzare i suoi "risultati negativi"?

    esiste un modo per segnalare l'episodio all'ordine senza citare il nome del paziente che approva ma che 'non vuole grane' o devo passare direttamente dai carabinieri?

    Essendo un fatto relativo ad un radiato l'ordine non può fare nulla (non è più medico quindi non appartiene più all'ordine) ed anche segnalarlo ai carabinieri serve a poco, dovrebbe essere il truffato a farlo, sono reati che si perseguono su denuncia di parte.

    nel mio piccolo faccio lo stesso

    Beh, non è poco, se tutti fossimo un po' più critici e meno egoisti i ciarlatani avrebbero vita difficile.

    RispondiElimina
  27. @Areis
    la considero una piccola vittoria personale contro la stupidità umana.

    Lotta dura, senza paura....

    http://www.giovis.com/cipolla.htm

    RispondiElimina
  28. Mi sono appena diplomato anche io!!! :D

    Grazie per avermi aperto le porte su questa strada!
    Avevo messo un indirizzo postale fasullo, ma dicono che se completo tutte le str... ehm, gli esami mi spediscono il diploma cartaceo!

    Ora mi re-iscrivo coll'indirizzo vero, così me lo appendo in camera.

    Non sono medico, ma chemmefrega? Mi è arrivata giovedì una mail da una università americana che mi proponeva l'acquisto di un diploma in any field of knowledge... so' a cavallo, e so' pure M.D. U_U

    RispondiElimina
  29. Mi sa che ivabellini e spoonriver non hanno capito il senso del post... poveri noi, quanta beata ignoranza

    RispondiElimina
  30. Grande Grezzo!

    La legge di Cipolla è l'unica costante universale invariante nel tempo e nello spazio.

    E scorrelata da qualsiasi altra variabile.

    RispondiElimina
  31. Mi è arrivata giovedì una mail da una università americana che mi proponeva l'acquisto di un diploma in any field of knowledge...

    C'è un famoso "naturopata" che si firma "dr." perchè ha preso una laurea farlocca negli USA.
    Sei sulla buona strada!
    :D

    RispondiElimina
  32. @ivabellini
    non c è scritto alla fine "the basics"!?

    Sì, ma è perché Paperino fa il modesto. I due training successivi, che sicuramente avrà passato dopo lunghi e faticosi studi, sono
    Homeopathic Medicines for Cold & Flu
    e
    Homeopathic Medicines for Women’s Conditions

    Puoi controllare sul sito della Boiron...
    In costruzione compare anche
    Homeopathic Medicines for Allergy Symptoms
    ...e addirittura...
    Homeopathic Medicines for First Aid

    Altro da aggiungere? Direi di no...

    RispondiElimina
  33. @WeWee

    ho scritto male, nacci era stato SOSPESO dall'ordine dei medici, ora, dal sito dell'ordine, risulta come iscritto.

    in questo caso, quindi, posso fare qualcosa?

    grazie

    RispondiElimina
  34. @ Areis:
    in questo caso, quindi, posso fare qualcosa?

    Sì, puoi segnalare il fatto al suo ordine di appartenenza (controlla nella pagina web dell'ordine, se esiste, spesso vi è un modulo per segnalazioni di questo tipo).
    Grazie a te.

    RispondiElimina
  35. @ Wewee

    Non è una laurea, è una certificazione di omeopata specialista Boiron, c'è scritto nel certificato con tanto di firma del responsabile Boiron e timbro aziendale. Mica bruscolini...

    La certificazione ce l hai nella testa solo tu, quel foglio è solo un attestato di partecipazione come tanti a un corso informativo come tanti, è inutile che metti insieme le parole scritte in piccolo che trovi in un angolo a destra di quel fogliaccio per farci quello che ti piace far credere.

    RispondiElimina
  36. Iva, sicura che non esista un rimedio omeopatico per il mal di pancia causato dalle rosicate?

    :)

    RispondiElimina
  37. @ Ivabellini

    E va bene, farò il capitan ovvio della situazione, visto che non ci arrivi da solo.

    L'intento di questo post era mettere in evidenza la strategia di questa multinazionale dell'acqua zuccherata: creare un esercito di persone con certificato spazzatura che promuovono e consigliano (gratis) i loro inutili prodotti che non fanno una cippa. Sulle persone avezze all'alternativo fa molta presa anche un foglio di carta spazzatura come quello, e non può essere altrimenti vista la schiera di ignoranti che si rivolge a idraulici e muratori per la cura della propria salute. Insomma, qui siamo a livelli di marketing terra a terra, e mostra chiaramente quale sia la reale intenzione di Boiron, molto lontana dalla cura della gente, ma il piazzare i propri inutili prodotti a quante più persone possibile. Continuando di questo passo a difendere nonostante le evidenze questi cialtroni, non faranno altro che aumentare le notizie di persone danneggiate (anche seriamente) da finti medici.

    Vuoi anche un disegno?

    RispondiElimina
  38. @ivabellini
    Ma ti leggi quando scrivi?

    Non è una laurea, è una certificazione di omeopata specialista Boiron
    e due righe sotto
    La certificazione ce l'hai nella testa solo tu, quel foglio è solo un attestato

    E comunque nella sostanza ti ha già risposto Grezzo.
    Ah, che non fosse una laurea l'avevamo acutamente intuito anche noi... a proposito: non esisterà mica per davvero una laurea in omeopatia?

    RispondiElimina
  39. @ivabellini:
    Non è una laurea
    Ci mancherebbe...

    è una certificazione di omeopata specialista Boiron, c'è scritto nel certificato con tanto di firma del responsabile Boiron e timbro aziendale.

    C'e' scritto anche "Paolino Paperino" nel ceritificato. Ad ogni modo pettinati le idee: o e' un attestato di partecipazione ad un corso che non certifica nulla salvo il fatto che hai partecipato o e' un certificato che ti qualifica come omeopata specialista

    Mica bruscolini...

    Ma scriviamo pure "mica pizzi & fichi...."

    RispondiElimina
  40. ad areis. non mi risulta in letteratura nessun caso di soprovvivenza del 5% a cinque anni nei mesoteliomi. controlla prima di dire castronerie

    RispondiElimina
  41. in ogni caso se il paziente presta il suo pieno consenso alla terapia e questo consenso lo firma come atto di sua volonta e determinazione e il medico ha illustrato i limiti della terapia che propone lasciando libero il paz poi di scegliere lui quale terapia effttuare , il medico non e censurabile dall'ordine ne persefuibile. leggi un po di codice penale

    RispondiElimina
  42. allo stesso modo un trattamento omeopatico presentato come terapia complementare in una neoplasia, e non come terapia risolutiva,non espone nessun medico omeopata alla censura ne alla denuncia penale.continua a leggere il codice penale ti chiarisce le idde

    RispondiElimina
  43. ho capito benissimo il senso del post. io conosco solo omeopati seri laureati in medicina che non si sognerebbero mai di curare un diabete insulino dipendente senza ricorrere alla insulina. non è con queste idiozie che potete contestare l'omeopatia. vi consiglio oltre che di studiarla seriamente di testarla sugli ammalati per es. allergie dove la med uff fallisce. assisterete a cose interessanti

    RispondiElimina
  44. ivabellini,
    aggiungo ancora una cosa. Pare, ma forse WeWee può essere più dettagliato, che esista una sentenza del Tribunale di Bolzano in cui si asserisce che chiunque può "prescrivere" medicinali omeopatici; a patto di non fare diagnosi che è competenza di un medico.
    ieso.it/Assoluzione_Tribunale_BZ.pdf
    Discutibile che questa materia debba essere discussa in tribunale... ma tant'è.
    E infatti si trovano in giro un mucchio di corsi di omeopatia, con tanto di DIPLOMA finale, che non sono diretti a soli medici ma a generici "operatori bio-eco-energy-qualsiasi-cosa". In altre parole, se frequento questi corsi, a prescindere dal mio background, poi posso fregiarmi del titolo di omeopata; e se non faccio diagnosi ma mi limito a consigliare "acqua sbattuta" o "zucchero concentrato" sono a posto anche formalmente!

    Divagazioni a parte, WeWee, tu sapevi qualcosa di questa sentenza? (l'ho trovata citata in molti siti proprio con lo scopo di mostrare che ai suddetti corsi può partecipare CHIUNQUE).
    E cosa ne pensi? A me lascia un po' perplesso - come scrivevo sopra - che si debba arrivare al tribunale su questa materia. D'altra parte, nella sostanza la sentenza dice una cosa ovvia, e cioè che non trattandosi di medicina non serve un medico...

    RispondiElimina
  45. @spoonriver
    dove la med uff fallisce
    Definizione di "medicina ufficiale"? Se intendi quella per la quale sono stati fatti studi clinici dell'efficacia (poca o tanta che sia), allora effettivamente l'omeopatia non è ufficiale. A meno che tu non abbia documentazione in merito, leggasi studi clinici referati e specialmente ripetibili, così come si fa per ogni medicina commercializzata.
    Ma che lo chiedo a fare? WeWee sta chiedendo la stessa cosa da mesi e non s'è visto uno straccio di risposta che non sia del tenore (non mi riferisco a te ma in generale) "BigPharma è cattiva e non lo consente, i poveri omeopati devono combattere contro le multinazionali... volentieri vincerebbero il Nobel per la medicina dimostrando l'efficacia dell'omeopatia ma proprio i brutti cattivi glielo impediscono".

    RispondiElimina
  46. @ Spoonriver

    Mi sa che non hai capito lo stesso, qui non si contesta l'omeopatia (fatto abbondantemente e in maniera molto esauriente in altri post), ma l'atteggiamento molto poco serio di Boiron, intenta a vendere sempre più prodotti creando finti esperti di omeopatia. Ma ci vuole davvero tanto per capirlo?

    dove la medicina ufficiale fallisce

    Fallirà molto bene anche il non far nulla. Che è esattamente quello che fa l'omeopatia. Ma come già detto è argomento già esaurito in altri post: l'omeopatia non funziona. E' solo un placebo.

    RispondiElimina
  47. Gian, secondo me il problema non è che a quei corsi possa partecipare chiunque, ma il fatto che lì ci sia scritto che vi ha partecipato Paolino Paperino, ovvero che nessuno si è preoccupato di verificare se la partecipazione ci sia stata oppure no. Quel certificato, diploma o come lo vogliamo chiamare, è un falso a tutti gli effetti, e sta lì a testimoniare la serietà di chi lo ha rilasciato.
    Questo al di là della rilevanza dell'argomento insegnato, che va valutata secondo altri criteri, anche se poi il risultato non cambia.

    RispondiElimina
  48. @spoonriver:
    non è con queste idiozie che potete contestare l'omeopatia. vi consiglio oltre che di studiarla seriamente

    Magari seguendo lo stesso corso di Paolino Paperino.

    allo stesso modo un trattamento omeopatico presentato come terapia complementare in una neoplasia, e non come terapia risolutiva,non espone nessun medico omeopata alla censura ne alla denuncia penale.continua a leggere il codice penale ti chiarisce le idde

    Quanto a questo non sarei cosi' sicuro che le cose siano sempre cosi' chiare e cristalline e che il consenso informato possa sempre essere impugnato per legittimare qualunque vaccata.
    Copio da "Il medico nella giurisprudenza" a cura dello Studio Legale Avv. Paola Ferrari, un pdf liberamente scaricabile di cui non metto il link solo per evitare il check antispam:

    pag.15:
    NATUROPATA - CURA DI UN MALATO DI CARCINOMA - OMICIDIO VOLONTARIO CONCORSO DI CAUSE E DOLO

    Una paziente malata di carcinoma viene indotta da un naturopata a non seguire le cure tradizionali ed a sottoporsi a cure vegetariane e naturopate. La malattia si era nel frattempo aggravata e le cure tradizionali cui, infine, la donna si era sottoposta non avevano impedito l'evento fatale. Al naturopata viene contestato di avere cagionato volontariamente la morte della donna. La corte ha ritenuto la responsabilita' dell'imputato sul riconoscimento dell' apporto causale del suo comportamento nel verificarsi dell'evento o, meglio, nell'anticipazione dell'evento fatale. Hanno inoltre qualificato come dolo diretto l'elemento psicologico che ha sorretto l'azione del naturopata. Dalla ricognizione della diversa e graduale intensita' dell'elemento volontario, hanno individuato il dolo diretto come quella volonta' che si rappresenta l'evento e la sua alta capacita' di verificarsi e con cio'
    stesso accetta il verificasri dell'evento.

    Corte di Cassazione sezione prima penale n.2112/2007

    RispondiElimina
  49. Aggiungo che se per caso non sai le risposte ai 'quizzz' e non hai voglia di vederti la presentazione, puoi dare le risposte 'a tentativi'. Alla lunga, magari dopo aver provato tutte e 4 le opzioni (mi è successo per il certificato per i disturbi femminili - tra l'altro tu lo hai quello, vero WeWee?), imbrocchi quella giusta e la risposta E' VALIDA!!!!
    Vi sembra un test serio? No, come è stato giustamente detto è solo uno strumento di marketting.

    Tuttavia vorrei andare a vedere se non ci sono omeopati in giro per il mondo che svoggiano in studio codesti 'diplomi'...

    RispondiElimina
  50. a grezzo: mi spiace deluderti ,ma tutti gli studi eseguiti dalla medicina enantiopatica sono falsi come metodologia ed eseguiti proprio per screditare l'omeopatia. ti spiego perchè forse le cose che conosci dell'omeopatia sono solo quelle dette da wewe e dai frequentatori del blog. supponi una febbre. in medicina enantiopatica si stabilisce una probabile causa e si prescrive nella maggioranza antibiotici e antipiretici e si valuta il risultato terapeutico. lo stesso avviene nelle malattie croniche ; nell'allergia somministri diluizioni a scalere dell'allergene e nelle fasi acute cortisonici,antistaminici ecc. fatto 100 tale comportamento terapeutico viene utilizzato in circa il 90-95 % dei soggetti. la risoluzione del simtomo momentaneamente e in quell'hic et nunc viene considerato guarigione , ma l'allergia ritorna quasi sempre l'anno dopo se stagionale o permane per sempre se di origine intrinseca o idiopatica(sic). In tale metodologia non si tiene conto di nessuno dei segni individuali del paz. in omeopatia fatti 100 casi di qualsiasi patologia la terapia sarà diversa per ognuno dei soggetti perche diverse sono le modalità del paz. es: febbre, a tutti i soggetti non somministerò belladona ,rimedio per certi tipi di febbre ,e non per tutte le febbri. potrei prescrivere ferrum, aconitum,apis, arsenicum, ovvero circa duecento rimedi in relazione alle modalità stesse della febbre.lo stesso vale per le malattie croniche intese nel senso omeopatico.quindi come vedi la procedura prescrittiva e molto lunga e complessa. ora cosa fanno i sig medici enantipoatici che fanno ricerca. prendono un rimedio,per es histaminum a una certa dil e lo somministrano a 100 paz allergici e valutano i risultati. ovvero a questo punto un fallimento. non si puo confrontare una prescrizione con una
    metodologia. sarebbe corretto prendere un campione di 10 soggetti placebo, 10 soggetti da affidare a un medico omeopata che presciverà secondo il principio di
    similitudine,e quindi 10 rimedi diversi, rimedi unitari e non complessi, e dieci paz da affidare alle cure di un medico enantiopatico. alla fine dello studio si valutano i risultati in stazionari, migliorati, guariti, per singola metodologia.
    tutti i lavori effettuati per la valutazione dell'omeoptia sono dei falsi metodologici proprio per la mancaza di tale criterio di indagine. studia ,studia e poi critica.

    RispondiElimina
  51. sarebbe corretto prendere un campione di 10 soggetti placebo, 10 soggetti da affidare a un medico omeopata che presciverà secondo il principio di similitudine...
    Concordo! Potresti indicarmi/ci qualche studio fatto in questa maniera? Sarei davvero interessato a leggerlo.
    Grazie, gian

    RispondiElimina
  52. Io l'ho fatto prendere al capitano Kirk!
    http://i17.photobucket.com/albums/b61/saavikandtasha/Kirkomeopata-1.jpg

    RispondiElimina
  53. @ Spoonriver

    A parte le cose trite e ritrite che continui a propinare, e che non trova d'accordo nessuno oltre a te (tantomeno trova accordo nei risultati scientifici) nelle tue ipotesi di cura omeopatica stai tralasciando un importante elemento: in tutti i casi tu non stai dando nulla.

    Ma a parte questo, di tutto quello che dici sull'efficacia dell'omeopatia non c'è una sola prova scientifica. Come la mettiamo?

    RispondiElimina
  54. Riccardo, secondo me quello del "falso" è solo mezzo problema. L'altra metà è relativa a chi certifica cosa, anche nel caso che si accerti l'identità del partecipante al corso.
    Perché se Paolino Paperino davvero esistesse e, dopo aver ricevuto da questo altro corso un attestato / diploma / certificazione, esercitasse da omeopata a Paperopoli, beh io in qualità di paziente vorrei sapere CHI ha certificato e COSA.
    È ovvio che la partecipazione al corso non è di per sé un problema, anzi può essere comunque un'occasione per imparare qualcosa (fosse anche solo il concetto del numero di Avogadro), ma qui siamo di fronte a due opzioni:
    1) l'omeopatia è a qualsiasi titolo assimilabile alla medicina ed in quanto tale
    deve sottostare ad obblighi analoghi, e quindi:
    - medici certificati per quel settore da un ente terzo, superiore e indipendente
    - medici abilitati e capaci di eseguire diagnosi e prescrivere un rimedio
    - rimedi di cui, in qualche maniera (sarebbe bello se ripetibile), sia stata provata l'efficacia
    2) l'omeopatia non è una medicina e allora io certifico te e tu certifichi me, il produttore di farmaci certifica se stesso, e nessuno è responsabile di nulla.

    RispondiElimina
  55. @ Spoonriver 2

    Oltre alle idee confuse su come funziona la medicina (quella vera), hai le idee molto confuse su come debba funzionare uno studio per essere ritenuto affidabile. Uno studio scientifico è affidabile solo se rileva risultati certi e ripetibili. Ovvero se ripeti un metodo e quello non funziona, e lo ripeti ancora e ottieni gli stessi risultati, vuol dire che hai dimostrato che non funziona.

    Il metodo omeopatico come lo intendi tu è esattamente questo: fai qualcosa e vedi come evolve, se non funziona cambi metodologia, infine aspetti che la patologia passi da sola ed ecco che gridi evviva ha funzionato. Se invece non passa mai dai la colpa al paziente.

    RispondiElimina
  56. @munk
    ROTFL!
    Io invece l'ho fatto a nome mio, ma quello relativo ai disturbi femminili. Così adesso lo farò vedere ad una mia amica fissata con l'omeopatia la quale sostiene che per acquisire conoscenza sull'omeopatia bisogna studiare a lungo, che io sono un "miscredente" e quindi non ci riuscirò mai...

    RispondiElimina
  57. a grezzo: mi dispiace,ma noto che non vuoi capire. non puoi confrontare una metodologia utilizzandone un altra. se ti basi sulla medicina basata sui risultati quello che resta alla fine e che i pazienti curati con l'omeopatia guariscono. tali studi effettuati con la metodologia omeopatica non sono accettati dalla metodologia enantiopatioca . si tratta di due lingue diverse ove non è possibile la traduzione. il fatto poi che al di la di una certa diluizione sia assente il medicamento, è una falsità ideologica della enantiopatia. hanneman non ha mai sostenuto il principio della diluizione infenitesimale che non ha effetti terapeutici ma solo il compito di ridurre gli effetti tossici e di manifestare l'effetto bifasico della sostanza ma ha sempre sostenuto il principio della similitudine.il principio della terapia si basa sulla legge di similitudine. sarebbe piu corretto dire che con le attuali conoscenze non si spiega l'effetto terapeutico delle altissime diluizioni. la valutazione chimica della sostanza somministrata si basa su conoscenze di chimica molecolare, ma purtroppo per la tua comprensione e per quella di tanti altri i principi della similitudine e delle alte diluizioni nulla hanno a che vedere con tali principi. studia,studia e poi critica.

    RispondiElimina
  58. Grezzo
    Il metodo omeopatico come lo intendi tu è esattamente questo: fai qualcosa e vedi come evolve, se non funziona cambi metodologia,[...]
    Descrizione illuminante.
    Leggerei comunque con interesse uno studio clinico fatto in questa maniera, che è quello che in buona sostanza indicava spoonriver. Non tanto ritenendolo scientificamente corretto (quantomeno manca il requisito della ripetibilità), ma perché mi interesserebbe capire la metodologia applicata per la verifica. E vi spiego il motivo. Siccome i sostenitori dell'omeopatia spostano la questione dall'efficacia del rimedio in sé alla reazione del singolo individuo, l'analisi si fa evidentemente più complessa. Non abbiamo quindi da rispondere ad un'unica domanda (funziona - non funziona), ma a molteplici. E mi sfugge cosa rimanga oggettivo e cosa sconfini nel soggettivo. O, in altre parole, quanto dell'eventuale guarigione dipende dal paziente, quanto dal medico e quanto dal rimedio.

    RispondiElimina
  59. Scusate e per diventare infermiere omeopata cosa bisogna fare? :-P

    RispondiElimina
  60. a grezzo. mi spiace, ma non è come sostieni. la metodologia è ripetibile nella misura in cui siamo certi che il medico omeopata prescriva sempre il giusto rimedio per quel paz. affetto da quella patologia e solo per quel paz. se la cura no funziona non è l'omeopatia che non funziona ,ma il medico che ha prescritto un rimedio non specifico per quel paz e per la sua malattia che e unica cosi come è unico il rimedio che deve essere somministrato. a quel punto rivedi il soggetto e riformuli la diagnosi di rimedio e non la diagnosi di malattia che in omeopatia non viene utilizzata ai fini della prescrizione. in certe malattie,credimi, il paz non guarisce da solo. conosco persone guarite da lupus, sclerosi multipla, artrite reumatoide, psoriasi e da varie allergie che ancora oggi benedicono il medico che li ha curati. a causa di questi fatti ho cominciato a studiare per diletto tale pratica medica convincendomi della sua validità

    RispondiElimina
  61. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  62. @ ivabellini
    Non volendo scatenarti un attacco di sindrome del tunnel carpale nello scorrere col mouse i commenti del già citato post, copio&incollo la domanda che ti avevo fatto un tot fa. Anche perchè mi sembra ancora attuale alla luce della tua sovrastante dichiarazione che quel certificato non fa testo perchè bisogna essere medici per somministrare l'omeopatia

    "Ciao iva bellini, avrei un paio di domande per te scaturitemi dalla lettura di un tuo illuminante post:

    http://ivabellini.blogspot.com/2010/10/antinfiammatori-co-del-vostro-dentista.html

    - Come ci si sente ad invitare le persone a mentire al proprio medico e a non seguirne le prescrizioni?
    - Come ci si sente a non capire assolutamente che l’antibiotico prescritto non ha assolutamente la stessa funzione dell’antiinfiammatorio?
    - Se seguo il tuo consiglio e mi viene un bell’ascesso apicale o, meglio, un’endocardite che si dissemina, che faccio? Denuncio te oltre al dentista allopata che sicuramente avrà fatto male il suo lavoro? O mi curi tu a botte di 5cha-cha-cha?
    - È stato emotivamente pesante non riuscire a laurearsi in Medicina?"

    @ spoonriver
    Grazie della lezione, veramente utile perchè ho scoperto che:
    - La Medicina ed in Metodo Scientifico tutto sono sbagliati, viva Galileo;
    - per la febbre si somministrano antibiotici (?);
    - che l'allergia stagionale torna ogni anno, la maledetta. Potevano chiamarla allergia bisestile cosi rompeva solo ogni 4 anni;
    - che, fatto 100, esistono infiniti modi per bloccare la febbre o, meglio, il sistema immunitario. IgE, non avrete scampo!
    - "lupus, sclerosi multipla, artrite reumatoide, psoriasi e da varie allergie"; altro?
    - che studiare per diletto è una figata: quasi quasi ora studio per diletto un po' di Fisica e vado da quei cialtroni allofisici che lavorano sotto il Gran Sasso a cantargliene quattro.

    grazie mille, rilasci anche ECM?

    RispondiElimina
  63. Volendo spezzare una lancia a favore di sponriver posso dire che il foglio in questione rappresenta solo una sorta di attestazione alla partecipazione di un corso online, non rappresenta nessuna certificazione in base a nessuna normativa dato che non vi fa riferimento. Difficilmente una normativa americana o una attestazione americana viene riconosciuta in italia come valida (almeno nel mio campo) certo la scritta "certificate of completion" è al quanto forviante come forviante è il timbro che si capisce bene essere riferito all' azienda ed ha validità praticamente nulla. Personalmente trovo la cosa una pagliacciata pubblicitaria dell' azienda. poi.....

    RispondiElimina
  64. @ Spoonriver

    a grezzo. mi spiace, ma non è come sostieni. la metodologia è ripetibile nella misura in cui siamo certi che il medico omeopata prescriva sempre il giusto rimedio per quel paz. affetto da quella patologia

    Ovvero, MAI. L'omeopatia è solo questo: chiacchere. Se una cosa sparisce per l'omeopata non è mai perchè sarebbe passato ugualmente, ma sempre per merito suo. Se invece non guarisce evidentemente quel paziente non reagisce a quel trattamento. Ti rendi conto dell'assurdità della cosa? Quindi per uno studio "affidabile" su che cosa vorresti basarti? Sul fatto che se uno su cento guarisce dall'orticaria allora quel farmaco è efficace per quel particolare tipo di paziente? E' una conclusione assurda, converrai con me.

    @ Longaclimb, qui nessuno sta sostenendo che quel pezzo di cartastraccia abbia qualche valore, il senso è la poca serietà di chi vende l'omeopatia.

    RispondiElimina
  65. ..... è come altri hanno fatto notare è da cogliere lo spirito con cui è stata fatta la cosa e non mi meraviglierei che qualche improvvisato l'appenda al muro.

    per quanto riguarda l'omeopatia pensavo a questa frase "vi consiglio oltre che di studiarla seriamente di testarla sugli ammalati per es. allergie dove la med uff fallisce. sarei curioso come mai io che soffro di allergia cronica ai pollini dopo essere passato per ben 4 medici omeopati aver speso un culo di soldi e ottenuto ZERO risultati ho risolto il mio problema con un semplice generico da 5,50 € citirizina di cui mi bastano 3 scatole l'anno

    RispondiElimina
  66. a longa climb. sono d'accordo i lestofanti esistono da tutte le parti. il dio denaro impera. esistono imbroglioni in medicina cosi come in omeopatia. sono professionisti che lavorano con pressa pochismo senza preoccuparsi dei paz.

    RispondiElimina
  67. in certe malattie, credimi....

    Siamo ancora nel campo religioso. Non devo crederti, sei tu che devi dimostrare una cosa che non ha nessuna prova scientifica. L'omeopatia non funziona, non ha mai funzionato e molto probabilmente non funzionerà mai. Come ho detto a un tizio sull'agopuntura, se davvero ci fosse un meccanismo per il quale delle misteriose forze energetiche donano a sostanze senza principio attivo capacità curative, evidentemente lo stanno ancora facendo nel modo sbagliato, visto che NON FUNZIONA.

    RispondiElimina
  68. esistono imbroglioni in medicina

    Sbagliato, in medicina gli imbroglioni non esistono. Nonappena diventano imbroglioni fuoriescono dal campo scientifico e ne vengono allontanati, vedi Simoncini. Nell'alternativo sono TUTTI imbroglioni, compresi gli omeopati e i medici che vendono l'omeopatia, perchè sanno benissimo che possono ottenere gli stessi risultati con un qualsiasi lacebo senza per questo far ingrassare Boiron

    RispondiElimina
  69. a longa climb. per la tua allergia non so che medici omeopati hai consultato con quale formazione e come hanno interpretato i tuoi sintomi. mi sorprende che tu abbia speso una barca di soldi. premetto che un omeopata unicista prescrive un rimedio massimo due con una spesa che varia da tre a sette euro ,costo di uno o due tubi omeopatici. probabilmente avrai consultato un complessista ovvero un medico che ha allopatizzato la malattia, che lavora interpretando i tuoi sintomi e non la totaliatà dei sintomi. vuoi un consiglio . cerca nella tua citta un omeopata unicista guarirai e spenderai in farmaci pochi euro

    RispondiElimina
  70. a grezzo. non devo dimostrare nulla perchè non sono uno scienziato. certo puoi non credermi sta di fatto che quelle persone sono guarite e non si tratta di miracoli

    RispondiElimina
  71. non devo dimostrare nulla

    Curioso, è la stessa cosa che dicono gli omeopati, e non sto parlando di Paolino Paperino, ma di Boiron in persona.

    RispondiElimina
  72. Solo un'osservazione. Sul mio certificato (anzi, su quello rilasciato al capitano Kirk), c'è un bel bollo in basso a destra dove si legge BOIRON CERTIFIED HOMEOPATHY SPECIALIST. Ora, visto che il 90% degli italiani ritiene che le parole inglesi siano semplicemente come quelle italiane senza la lettera finale, se io l'appendo nel mio studio (comunque sono un medico, anche se veterinario), la stragrande maggioranza di chi entra lo legge e pensa "specialista in omeopatia". Non è scorretto secondo voi, per un test svolto in 5 minuti 5, indipendentemente dal fatto che l'omeopatia funzioni o meno?

    RispondiElimina
  73. conosco persone guarite da lupus, sclerosi multipla, artrite reumatoide, psoriasi e da varie allergie

    Ma l'omeopatia non si occupa solo di piccoli malanni o di essere complementare alle terapie "ufficiali"?? O__O

    RispondiElimina
  74. ovvero un medico che ha allopatizzato la malattia, che lavora interpretando i tuoi sintomi e non la totaliatà dei sintomi

    Eh? In che senso "lavora interpretando i tuoi sintomi e non la totalità dei sintomi"? Vuoi dire che se ho febbre, diarrea e vomito l'unicista considera anche l'unghia nera data da una martellata un mese prima e con un unico rimedio fa sparire quella e la gastroenterite?
    Fortissimo!

    RispondiElimina
  75. i rimedi che mi diedero avevano un costo compreso tra i 3 € e i 18 € più circa 100 € a visita questo tra il 2002 e il 2005

    RispondiElimina
  76. conosco persone guarite da lupus, sclerosi multipla, artrite reumatoide, psoriasi e da varie allergie che ancora oggi benedicono il medico che li ha curati

    E

    non devo dimostrare nulla

    Non devi dimostrare nulla ma devi rispettare le regole di questo blog. L'ultimo che ha scritto di aver guarito la sclerosi multipla con l'omeopatia e che doveva mandarmi tutti i documenti (perchè naturalmente era tutto vero e documentato...) è scomparso definitivamente da più di un anno e dei documenti nemmeno l'ombra.

    Se vuoi discutere fallo ma rispetta l'intelligenza delle persone evitando di scrivere baggianate se pretendi rispetto per te.

    Chi fa affermazioni non accettate dalla medicina DEVE fornire i riferimenti o è un cazzaro (e mi scuso per il francesismo).

    Ora, o fornisci le PROVE che qualcuno è GUARITO dalla sclerosi multipla con l'omeopatia o sei pregato vivamente di evitare di scrivere questo genere di sciocchezze.

    Naturalmente vale come avvertimento ufficiale.

    Grazie.

    PS: scommetterei il mio stipendio che gli stessi omeopati farebbero a gara per fischiarti.

    RispondiElimina
  77. a biolca. no documentati

    Ecco, appunto: ora inserisci un riferimento (puoi inviarmelo anche privatamente) alla guarigione da sclerosi multipla tramite l'omeopatia o hai dimostrato pubblicamente di dire sciocchezze.
    Non deve essere Biolca a documentarsi MA TU a fornire documentazione, qui funziona così.

    Ora che conosci meglio le regole del blog (che avresti comunque dovuto leggere prima di scrivere), sai come comportarti.
    Tienine conto.
    Grazie.

    RispondiElimina
  78. @Spoonriver

    E come mai gli omeopati non fanno un test come quello che proponi in modo da mettere a tacere una volta per tutte le malelingue?

    Non renderti ridicolo tirando in ballo la mancanza di fondi o l'astio della comunità scientifica perché con tutti i soldi che ha la Boiron può pagare tranquillamente per un milione di studi e non accorgersene nemmeno, e la cosa le farebbe anche avere un ottimo ritorno in termini monetari che sono poi lo scopo principale di una multinazionale.

    Se ci fosse un qualunque test che potesse dimostrare la validità dell'omeopatia la Boiron ne farebbe 4 alla settimana e ci tappezzerebbe le strade...

    RispondiElimina
  79. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  80. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  81. @spoonriver: dicci un solo rimedio omeopatico ad alta diluizione che agisca contro lo shock anafilattico

    RispondiElimina
  82. non contro lo schock anafilattico, ma contro l'isorgenza di esso a seguito di puntura di imenotteri,ape vespe calabroni ecc

    RispondiElimina
  83. PURROPPO NON HO LA DOCUMENTAZIONE SANITARIA PERCHE NON SONO UN MEDICO E QUINDI NON NE SONO IN POSSESSO. MA SE RIESCO A CONTATTARE LA PERSONA CHE GIA DOVREBBE ESSERE SULLA SEDIA A ROTELLE DA 20 ANNI E CORTESEMNTE SI METTE IN CONTATTO CON TE SPERO LA INVIERA CI PROVO.

    Dannate repliche. Quante volte l'abbiamo già visto questo film?

    E comunque, dici a noi di documentarci, dicci almeno da dove ti sei documentato tu per queste mirabolanti guarigioni. Se fossero vere (e purtroppo temo proprio che non lo siano) si salverebbero milioni di vite e milioni di persone a venire migliorerebbero la propria qualità di vita.

    Ma stranamente, di questi mirabolanti casi si viene a sapere solo tramite i "mio cuggino".
    E questa, in definitiva, è tutta la scientificità dell'omeopatia.

    RispondiElimina
  84. non contro lo schock anafilattico, ma contro l'isorgenza di esso

    Bene, dicci quale farmaco omeopatico è e quali studi ci sono a supporto.

    RispondiElimina
  85. ah scusa . in questi casi il rimedio è apis 30 ch, non piu basso pena l'inefficacia . come vedi la diluizione è oltre il numero di avogadro, ma funziona, e funziona anche nel l'eliminare in tempo reale la sintomatologia locale. circa i casi citati non ne sono in possesso perche non sono medico. ma se riesco a contattare qualcuno di questi li pregherò di inviare la documentazione se lo vorranno a wewe

    RispondiElimina
  86. allora guarda, spoonriver, già che ci sei. La mia figliastra ha l'artite reumatoide, mettimi per favore in contatto con la persona (o le persone, visto che parli al plurale) che è guarita con l'omeopatia e con il relativo medico. Se funziona le prove le fornisco io al blog.

    RispondiElimina
  87. Ok, spoonriver, quindi non hai nessuna prova di quello che dici.
    Come immaginavo.

    Allora finchè non fornisci documenti (ma di quelli seri) sulla guarigione di un caso di sclerosi multipla con l'uso dell'omeopatia evita assolutamente di fare affermazioni deliranti di questa portata. Discuti di omeopatia per la rinite, per la forfora o per il prurito al naso che sono un ottimo esempio di funzionamento dell'effetto placebo ma non esagerare.
    Hai decine di siti e forum pieni di creduloni che sono disposti ad ascoltarti ma qui non è permesso.

    ...e prego tutti di non dare da mangiare ai troll.

    RispondiElimina
  88. a wewe e increduli. a volte nella vita si fa centro e qualcuno deve cospargersi il capo di cenere , ma non sarò io. la paz della sclerosi multipla mi ha faxto i referti delle risonanze effettuate nell'agosto del 1993 e a distanza di un anno nell'agosto del 1994. ora wewe non so il tuo anno di laurea, ma nel 1993 la terapia della malattia demielinizzante si avvaleva di cortisonici somministrati nelle pousses , perche tu sai che la sclerosi procede per tappe di aggravamento. la sintomatologia si spegne ,ma le lesioni demilinizzanti a carico della sostanza bianca cerebrale rimangono e non guariscono,. se sei fortunato la malattia si arresta ma non vi è restitutio ad integrum delle demielinizzazioni. la malattia procede e nel giro di venti venticinque anni se va bene il paz decede. il soggetto in questione a distanza di un anno come si evince dalla rmn presenta un notevole miglioramento del quadro con riduzione di intensità di segnale e di estensione dei focolai rispetto al 93. tale soggetto ancora oggi esercita la professione di infermiere, cammina non usa tutori sta bene e poiche da allora non ha avuto piu segni di malattia non le hanno piu fatto la rmn presso l'universita ne era facile a pagamento poche costava circa un milione e mezzo delle vecchie lire. ora dimmi dove inviare copie dei referti, ma tu dirai che un caso non è significativo, e che forse è un miracolo o una guarigione spontanea. a te la sentenza, comunque hai l'obbligo morale di pubblicarle su tuo blog. per inciso il sogg. non pratica terapia da diversi anni, non cito il rimedio omeopatico che assumeva per evitare false speranze. sappi che spendeva sette mila lire al mese.

    RispondiElimina
  89. a munk cercati un bravo omeopata nella tua citta.

    RispondiElimina
  90. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  91. ora dimmi dove inviare copie dei referti, ma tu dirai che un caso non è significativo, e che forse è un miracolo o una guarigione spontanea. a te la sentenza, comunque hai l'obbligo morale di pubblicarle su tuo blog.

    Ok, quindi prima non avevi i referti, ora ce l'hai.
    Inviali pure al mio indirizzo mail, anche subito.
    Completi di tutta la storia clinica del paziente.
    Finchè non lo fai non proseguire con questa discussione, ne riparliamo con le carte in mano.

    RispondiElimina
  92. ok ti invio i fax o le email. non ti posso raccontare la storia clica poiche non sono medico ne curante del sog lo conosco e raccontando qusti fatti si e premurato di inviare i fax delle rmn. apresto

    RispondiElimina
  93. @ Spoonriver

    in questi casi il rimedio è apis 30 ch, non piu basso pena l'inefficacia . come vedi la diluizione è oltre il numero di avogadro, ma funziona, e funziona anche nel l'eliminare in tempo reale la sintomatologia locale.

    Come vedi? Vedi dove? Le tue sono solo parole su una presunta efficacia di qualcosa che TU dici che funziona. Paole pericolose, stai consigliando a qualcuno allergico alle punture degli imenotteri di prendere nulla in caso di puntura? Questa è pura follia, e chi lo consiglia gioca con la vita delle persone. Quale è lo studio che ha dimostrato questa cosa?

    RispondiElimina
  94. Quando la smetterai di strumentalizzare te ed i tuoi galoppini, argomenti che non hanno assolutamente il significato ai quali tu attribuisci?

    Ti stai rendendo sempre piu' ridicolo.

    Quesllo che tu definisci attestato,non ha nessun valore.
    E' solo un contentono per chi segue i manuali della Boiron senza nessun valore.

    Vergognati.

    RispondiElimina
  95. E' solo un contentono

    E quale sarebbe il significato di "contentino" ??
    Quale professionista serio accetta un "contentino" e per quale motivo ??
    I cazzari come te, forse, e come i tuoi padroni (a più riprese Simoncini, Pantellini, e compagnia cantante).

    per chi segue i manuali della Boiron senza nessun valore.

    Perchè, ci sono manuali di omeopatia con qualche valore ???

    @ spoonriver

    non sei medico, non ti intendi di medicina, a quale titolo ti hanno faxato referti medici ???
    Per quale motivo ne sei in possesso ??

    RispondiElimina
  96. Sapete che a me non piace il caos che regna in altri luoghi di discussione. Chi mi vuole dare una mano è pregato di non rispondere e di non dare spago ai disturbatori.
    Altrimenti mi viene il sospetto che anche voi vi divertite a rendere tutto più caotico...

    Lasciateli soli.

    Grazie (ma avrò ringraziato cento volte...).

    RispondiElimina
  97. ..nel frattempo ho notato con piacere che moltissimi di voi sono diventati omeopati certificati Boiron, benvenuti nel mondo delle diluizioni, colleghi.
    :D

    Sudati eh?

    RispondiElimina
  98. @WeWee Altrimenti mi viene il sospetto che anche voi vi divertite a rendere tutto più caotico...

    Sai, a volte quando i troll sono buffi nel cibarsi, dar loro da mangiare e vedere come ci si soffocano può essere sadico ma assai divertente... :)

    RispondiElimina
  99. ma io sto davvero cercando notizie su come guarire l'artrite reumatoide con l'omeopatia. Quindi basta un omeopata qualsiasi nella mia città? Figo. Mi rivolgerò a James T. Kirk, lo conosco bene e so che è certificato...E abita pure qui dietro!

    RispondiElimina
  100. "PURROPPO NON HO LA DOCUMENTAZIONE SANITARIA PERCHE NON SONO UN MEDICO E QUINDI NON NE SONO IN POSSESSO"
    Sono io che sono sbagliato, o la frase "non ho la documentazione sanitaria, ecc....." l'ho gia vista centinaia di volte, e sempre e solo su siti di fuffari?
    Non e' che, per caso, la documentazione medica non e' stata vista semplicemente PERCHE' NON ESISTE?
    O sono io che sono troppo maligno?

    RispondiElimina
  101. @ Munk

    Guarda, ce n'è un altro che si è diplomato da poco, ma non so se c'è da fidarsi visto come si chiama XD

    RispondiElimina
  102. Comunque la cosa più divertente è che puoi "dipomarti" rispondendo a casaccio sui BEN 4 quiz senza per questo doverti sorbire tutta la noiosa "lezione".

    RispondiElimina
  103. Non e' che, per caso, la documentazione medica non e' stata vista semplicemente PERCHE' NON ESISTE?

    Spoonriver ha cambiato versione, ora la documentazione esiste.
    Me la invierà via mail, così potrò scoprire come l'omeopatia ha curato un caso di sclerosi multipla (potrei vincere il Nobel, se chiuderò il blog mi ritroverete su un palco svedese). Ma visto che finchè non mi invia questi documenti non accetterò ulteriori suoi commenti, è bene evitare di replicargli in quanto non è proprio corretto.

    Tanto i documenti arriveranno prestissimo (sarebbe stato stupido da parte sua fare affermazioni talmente altisonanti senza avere uno straccio di prova, mica è un millantatore), basta avere pazienza. Tanta.

    RispondiElimina
  104. Sinceramente a parte l'ironia che si può fare sul "certificato di partecipazione" non condivido questo modo di farsi pubblicità come non condivido la massiva vendita di integratori di tutti i tipi e i mezzi di diffusione che utilizzano.

    riporto di seguito il link dello boiron
    dove spiega il motivo della loro "campagna"
    http://www.boironusa.com/newsroom/press-release-7.php

    come si può leggere è per "facilitare" l'acquirente che trova in ciò un sistema coinvolgente per diventare tuttologo del sistema omeopatico ed appassionarsi alla metodologia.

    e questo è scritto da loro nero su bianco

    RispondiElimina
  105. Mangiate la polvere, il mio Light Yagami ha già 3 diplomi, è qualificatissimo.

    RispondiElimina
  106. Sinceramente a parte l'ironia che si può fare sul "certificato di partecipazione" non condivido questo modo di farsi pubblicità

    Ma è proprio questo che è ironico nel "mondo" dell'omeopatia (e che ho voluto esaltare con l'esempio di Paperino): l'omeopatia vuole darsi a tutti i costi un'aria da "medicina" quando non solo a livello teorico non ha alcuna valenza scientifica, ma anche a livello formale è un vero disastro.
    Gli omeopati sono l'unica categoria al mondo che vive di un prodotto che nemmeno loro sanno come funziona.
    In fondo è una magia.

    In un certo senso la loro ingenuità fa tenerezza (per questo verso gli omeopati sono sempre più ironico che "arrabbiato") sembrano bambini che giocano a fare lo scienziato pazzo.

    Se buttassero una volta per tutte la maschera di scienziati per rivelare la loro vera natura (venditori di sogni) io li sosterrei pure, perchè pure di sogni l'uomo ha bisogno.

    (si vede che oggi ho fatto un turno di 12 ore che non passava più eh?)
    ;)

    RispondiElimina
  107. Verissimo. Si vive pure di sogni... però se uno ha un tumore e perde tempo a bere intrugli omeopatici... non saranno certo i sogni a fermare la metatstasi.
    Perdona wewee ma mia zia è morta di cancro e per due anni ha curato una tosse con l'omeopatia.
    Sarebbe morta comunque. Ma se avesse avuto una forma operabile? Due anni sono tanti. E il tempo in certe patologie gioca un ruolo importante.

    Apprezzo di più la mia amica catechista. Sostiene che con la preghiera si guarisce. Almeno nei pubblici ospedali non troveremo mai medici esperti di orazioni e avemaria :)

    RispondiElimina
  108. Perdonatemi, non ho intenzione di riaprire un flame, ma visto che come immunoallergologo mi occupo di tutte le patologie citate (artrite reumatode, lupus, allergie, e indirettamente di MS) sono *disgustato* da quello che leggo nei commenti. Conosco la sofferenza di quei pazienti. E non posso sopportare di leggere certe cose. Quelle citate, guarda caso, sono tutte patologie remittenti, con fasi di "guarigione" spontanea impevedibili. Sostenere che con l'omeopatia si possa curare queste malattie mi rafforza nel pensare che certe pseudoscienze smettono di essere innocue e accettabili nel momento in cui mettono a rischio la salute di una persona, come in questo caso.
    WeWee, per favore, c'é un modo per rendere chiaro al lettore occasionale che quelle affermazioni vanno, per usare un eufemismo, prese con le molle?

    Comunque: ero venuto qui per segnalare un articolo apparso su Repubblica su Montagnier finanziato dai cinesi per le sue ultime ricerche http://www.repubblica.it/scienze/2011/01/05/news/la_cina_ingaggia_montagnier_troppo_avanti_per_l_europa-10863206/

    Leggetelo, è spassoso. Servirà a rilassarvi. Anche se al pensiero di un intero laboratorio (e quindi di fondi) che poteva essere dedicato a ricerche serie mi torna il malumore...

    RispondiElimina
  109. a ottomassimo. sono degli amici e sanno che io credo nell'omeopatia. pertanto ritengono utile far saper ad altri dei risultati ottenuti

    RispondiElimina
  110. e sanno che io credo nell'omeopatia

    Ecco, così mi piace.
    Anche io credo a Babbo Natale, però non esiste lo stesso, e la notte del 24 Dicembre non scende dal camino col sacco dei regali in spalla.
    E' bello pensarlo, ma non è così.

    E poi, a parte il fatto che queste persone siano tuoi amici, è curioso come prima tu dica di non essere medico e di non possedere alcuna documentazione, poi cambi idea e dici che la possiedi.
    Già questo, se permetti, fa dubitare, e molto.

    Pur non essendo problema, siamo curiosi di capire ugualmente il perchè tu debba disporre della documentazione sanitaria dei tuoi "amici" (io sono un sanitario, ma non ho alcun referto dei miei amici malati, nemmeno di mio padre che è cardiopatico), e quanto tu ne abbia capito "non essendo io medico".
    Spiegaci.

    Ed anche come, da profano, tu possa sostenere cose che la scienza e soprattutto la ragione ed il buonsenso (senza scomodare il pensiero cartesiano) abbiano dmostrato essere niente altro che vaccate.

    Se tutti i soldi che buttate inutilmente in rimedi omeopatici, integratori e visite da cialtroni alternativi li donaste alla ricerca o ad un Hospice fareste un opera meritoria, per voi e per gli altri.

    RispondiElimina
  111. Anche io ho conseguito il diploma, attestato o quello che è (una buffonata) ma ho usato per la Boiron uno pseudonimo natalizio: Ebenizer Scrooge (personaggio Dikensiano che ha regalato il suo cognome a Zio Paperone). Essendo più vecchio di WeeWee ho preso il diploma per aiutare Paolino Paperino a compiere i primi passi nell'affascinante mondo delle "energie sottili". Vi segnalo intanto una interessante iniziativa dei NAS Padovani: http://mattinopadova.gelocal.it/cronaca/2011/01/04/news/diete-abusive-nel-mirino-del-nas-3101084. A Padova agisce anche un perito elettronico esperto nel digiuno (effettivamente ha fatto la fame per diversi anni) che insegna come mangiare e consiglia diete. Non è il solo. Tutte le mattine si alzano un furbo ed un ingenuo, se si incontrano l'affare è fatto. Prosit.

    RispondiElimina
  112. Leggo spesso la definizione "Sanitari" a proposito di medici o di operatori anche non medici nel settore della sanità. Io sono Medico, specialista in Ginecologia; tempo addietro (tanti, tanti anni fa) un politico di IV livello bussò alla porta del mio studio mentre ero intento a scrivere la relazione di un intervento (una miomectomia) appena eseguito. Mi salutò e poi mi pose un quesito "tecnico" sull'orario delle visite al reparto Maternità. Era il tempo della "poppata" ed era la terza volta che si presentava in quell'orario. Mi disse che l'argomento ci interessava entrambi in quanto "sanitari". Io gli feci cortesemente notare che per me la parola "sanitario" si riferiva alla tazza del cesso, al bidet, al lavandino etc e che se lui preferiva continuare ad identificarsi con questi oggetti facesse pure mentre io mi accontentavo del titolo di Dottore. Aggiunsi poi che se si fosse presentato in reparto all'ora della poppata avrei notificato ai mariti delle puerpere che un "sanitario" NON MEDICO si aggirava per le corsie osservando LE TETTE DELLE LORO MOGLI. Ebbi il piacere di non vederlo più. Buon Anno a tutti (SANITARI compresi)

    RispondiElimina
  113. a ottomassimo. il problema di come io abbia i rfert e un problema che non riguarda te ma solo chi me li ha foriti. sappi che subito dopo il panzo il sig wewe ha ricevuto le e mail delle rmn del soggetto affetto da malattia demielinizzante. io aspetto

    RispondiElimina
  114. Anch'io ora sono omeopata diplomato :-)
    Visto che ne so già molto di più di quel corso (ci vuol poco), la cosa non è stata difficile.
    Ovviamente si tratta di un'iniziativa pubblicitaria, nessuno lo mette in dubbio, neppure la Boiron.

    Ma mi piacerebbe sapere cosa direbbero molti critici di Big Pharma (incluso me, sottolineo) se una ditta farmaceutica, specializzata in farmaci da banco, avesse fatto qualcosa del genere per insegnare che i farmaci da banco sono assolutamente sicuri, che imbottirsi di pillole ad ogni minimo disturbo è cosa buona e giusta, e quali pillole usare per i disturbi più comuni (incentivo all'automedicazione). Con diploma di "esperto di farmacia" alla fine.

    Il fatto che la Boiron possa fare questo mi sembra già un buon motivo per ritenere i rimedi omeopatici un "non farmaco". In fondo la pubblicità delle caramelline di zucchero non è regolamentata no?

    RispondiElimina
  115. il problema di come io abbia i rfert e un problema che non riguarda te ma solo chi me li ha foriti

    Infatti, l'avevo già detto io.
    Era solo una curiosità.
    La curiosità sul perchè prima tu abbia detto che non essendo medico non disponevi di referti e poi invece salta fuori che li hai resta un mistero che riguarda anche noi visto che lo hai affermato in pubblico.

    sappi che subito dopo il panzo il sig wewe ha ricevuto le e mail delle rmn del soggetto affetto da malattia demielinizzante. io aspetto

    Anche io/noi.
    Non hai idea quanto.
    Almeno finiamo le feste in bellezza con quattro risate.

    Leggo spesso la definizione "Sanitari" a proposito di medici o di operatori anche non medici nel settore della sanità.

    Sono professioni sanitarie quelle che lo Stato italiano riconosce e che, in forza di un titolo abilitante, svolgono attività di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione. Alcune professioni sanitarie sono costituite in Ordini e Collegi, con sede in ciascuna delle province del territorio nazionale.

    Poi che il termine "sanitario" possa far pensare ad un water o ad un lavandino (sempre sanitari sono) non lo impedisce nessuno :-)

    RispondiElimina
  116. ottomassimo un vecchio adagio recita ride bene chi ride ultimo. in ogni caso ho dubbi che il sig wewe pubblicherà i referti.

    RispondiElimina
  117. il sig wewe ha ricevuto le e mail delle rmn del soggetto affetto da malattia demielinizzante. io aspetto

    Anche io aspetto perchè come ti ho risposto in mail, nel tuo messaggio non vi era alcun allegato nè referti o altro, ricontrolla e riprovaci se vuoi.

    RispondiElimina
  118. un vecchio adagio recita ride bene chi ride ultimo.

    Guarda che dinanzi a queste vaccate c'è solo da piangere, e da rattristarsi per la pochezza morale di chi imbroglia la gente.
    E quella di chi li sostiene.

    in ogni caso ho dubbi che il sig wewe pubblicherà i referti.

    Perchè non dovrebbe pubblicarli?
    Diciamo piuttosto che, come al solito, non proveranno un ciufolo di nulla.
    Io attendo.
    Attendiamo.

    P.S.
    e continui a glissare sul perchè prima hai detto di non possedere nessun referto, poi hai cambiato idea e improvvisamente i referti saltano fuori.
    E hai anche il coraggio di fare l'ironico.
    Geniale.

    RispondiElimina
  119. Anche io aspetto perchè come ti ho risposto in mail, nel tuo messaggio non vi era alcun allegato nè referti o altro, ricontrolla e riprovaci se vuoi.

    Bugiardo!
    I referti c'erano eccome, sei tu che non vuoi pubblicarli e diffondere nel mondo questa scoperta rivoluzionaria e destabilizzante per la MU (le mucche fanno MU, ma una fa MU-MU... budino al latte con le macchie, supergoloso supercremoso...)
    Adesso è tutto andato perso perchè spoonriver ti aveva mandato gli originali e non c'è più alcun modo di recuperarli.
    Che disdetta!!!

    RispondiElimina
  120. a ottomassimo. io non posseggo i referti eil soggetto che li detiene e sarà sua cura spedirli al sig wewe, ma in ogni caso tutto questo rispetto al caso in esame credo che non abbia nessuna importanza. circa la mancata ricezione ho fatto presente il disguido e mi è stato assicurato che stanno riprovvedendo ad inviare le rmn nell'eventualita posso farle inviare a un fax.

    RispondiElimina
  121. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  122. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  123. otto massimo stai tranquillo e non scalcitare. possiamo inviare mille copie

    Uhm questo plurale... siamo, facciamo, abbiamo, forniamo, disponiamo...
    Mai stato su usenet no eh?
    Insomma, questi referti li hai tu o i diretti interessati o entrambi?
    Ci fai capire?

    e se ti garbasse segna la tua e mail che le inviamo pure a te. cosi finirai di ridere

    No grazie, guarda, di minkiate me ne arrivano quotidinamente a frotte, non sento proprio la mancanza delle tue.

    Fai il serio, pensa a inviare i referti o a farli inviare a chi di dovere senza perderti in chiacchiere inutili e contraddittorie, poi vediamo chi ride.

    RispondiElimina
  124. il sig wewe ha ricevuto le copie delle rmn ma nonostante il notevole migliaramento delle lesioni demielinizzanti, che no avvengono spontaneamente e lui losa altrimenti la gente non morrebbe , in una e mail inviatami ha deciso che non sono degne di pubbilcazione. alla faccia dell'onesta intelletuale. lascio questo blog. amai piu risentirci

    RispondiElimina
  125. @ wewee

    ma i litoterapici sono prodotti omeopatici?
    Ho visto che possono essere venduti anche nelle erboristerie e nei negozi di alimentazione naturale, quindi penso di no.

    RispondiElimina
  126. lascio questo blog. amai piu risentirci
    05 gennaio 2011 18:53


    Sono le 19:02... si accettano scommesse... io voto per non più tardi delle 19:15...

    @ ottimomassimo: etimologicamente, io credevo che una cura LITOterapica consistesse nel picchiare un pietrone sulla cucuzza dell'ammalato...

    RispondiElimina
  127. alla faccia dell'onesta intelletuale. lascio questo blog. amai piu risentirci

    Come immaginavo spoonriver.
    I famosi referti che avrebbero provato la guarigione da sclerosi multipla con l'omeopatia sono due:
    Il primo: Risonanza magnetica nucleare di un paziente con lesioni da verosimile sclerosi a placche.
    Il secondo: Risonanza magnetica nucleare che descrive un notevole miglioramento di quelle lesioni.

    Di omeopatia, guarigioni e balle spaziali nemmeno l'ombra.
    Come immaginavo.
    Come sempre.

    A Roma quelli come te si chiamano cazzari.

    Addio.

    RispondiElimina
  128. Ma perchè, ne dubitavi?
    E faceva pure lo sborone :-)
    Piccolo!!!!

    P.S.
    ohè ma tu puoi dire cazzari e io no???:-o

    RispondiElimina
  129. Si vive pure di sogni... però se uno ha un tumore e perde tempo a bere intrugli omeopatici... non saranno certo i sogni a fermare la metatstasi.

    Con me sfondi una porta aperta, lo sai, ma sono convinto che il potenziale paziente dell'omeopatia non ha la minima idea di ciò che gli viene venduto come "curativo" e spesso ci crede in buona fede, è davvero convinto di assumere una medicina.
    L'omeopata "professionista" invece è naturalmente interessato a propinare i suoi intrugli diluiti perchè è il suo lavoro.
    Potrei rivelare un "si dice" che circola negli ambienti medici, politicamente scorretto, me ne rendo conto, ma rispecchia le realtà: si sussurra che i medici omeopati siano medici che non avendo trovato sbocchi professionali nella medicina si riciclano in una specialità magica. Una versione pseudoscientifica del "che si deve fare per campare...".

    @Blepiro:

    WeWee, per favore, c'é un modo per rendere chiaro al lettore occasionale che quelle affermazioni vanno, per usare un eufemismo, prese con le molle?

    Io di eufemismi non ne uso: sono veri e propri deliri. La libertà di espressione del pensiero è sacrosanta ma se affermi di aver assistito ad un miracolo e lo vieni a raccontare qui, devi dimostrarlo. Sapessi quanti mi scrivono di aver risolto le più gravi malattie con le più improbabili pozioni. Solita solfa, chiedo le prove e scappano.

    Però come dice qualcuno la selezione naturale ci ha permessi di sopravvivere come specie dominante, se qualcuno casca nelle grinfie di questi ciarlatani probabilmente era destinato a farlo e si sacrifica per il bene della specie.

    RispondiElimina
  130. ma i litoterapici sono prodotti omeopatici?
    Ho visto che possono essere venduti anche nelle erboristerie e nei negozi di alimentazione naturale, quindi penso di no.


    Prendono spunto dalle teorie omeopatiche ma non superano la 12CH, diluizione che fa sparire ogni traccia del principio attivo dalla preparazione. Restano comunque sostanze assolutamente inattive alle dosi in commercio, ma non possono essere chiamati prodotti omeopatici.
    Da notare il linguaggio "supercazzola" di quel sito che hai linkato ed a questo punto un articolo sull'abbondante uso di parole insignificanti, tipicamente dal suono scientifico ma dalla sostanza nulla, è d'obbligo.
    :)

    RispondiElimina
  131. Cioè, alla fine di tutta questa cagnara la prova che l'omeopatia guarisce la sclerosi multipla sono solo le parole di spoonriver? Come sempre negli alternativi, solo un blabla e basta. Mi piacerebbe vedere in faccia chi è tanto idiota da dire cose assurde tipo che l'omeopatia guarisce malattie gravi, davvero. Finchè si scherza con raffreddori e mal di pancia è un conto, prendere in giro i malati di sclerosi è un altro. Spoonriver, evitando di commentare di nuovo fai solo un piacere a te stesso.

    RispondiElimina
  132. @spoonriver
    ...non le hanno piu fatto la rmn presso l'universita ne era facile a pagamento poche costava circa un milione e mezzo delle vecchie lire.
    Stai dicendo che un paziente con una diagnosi di sclerosi multipla non ha l'esenzione per patologia? O_O
    E che il medico di base dal 1994 non ha più prescritto nemmeno una RMN di controllo (36 euro di ticket, in assenza di esenzione) per un paziente con sclerosi multipla?
    Spero tu capisca perché questo mi rende alquanto scettica in merito alla "diagnosi"...

    RispondiElimina
  133. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  134. @Grezzo

    Ho letto il tuo blog, sei un grande! Nel mio piccolo ho una storia simile: ho quasi 34 anni e vengo da più di 10 anni di fumo, vita sedentaria e nessuna pratica sportiva. Da un paio d'anni ho ripreso piano piano a fare sport e ho smesso di fumare. Non ho la grinta che hai tu però che gusto quando ho (ri)cominciato a macinare chilometri in mbt :)

    Parliamone! :) Se vuoi scrivermi mi farebbe molto piacere :)

    E comunque, questo lo dico a tutti, visto che siamo cmq in un blog medico, "togliere" il fumo e "mettere" l'attività sportiva mi ha fatto sentire più giovane di 10 anni :) Provare per credere :)

    RispondiElimina
  135. Volentieri theDrakkar, d'altronde sfido chiunque a dimostrare che smettere di fumare e fare attività sportiva non abbia effetti benefici.

    A differenza di tutta l'omeopatia e i ciarlatani dell'alternativo.

    RispondiElimina
  136. Soffro di psoriasi moderata da quindici anni e ammetto di aver fatto ricorso all'omeopatia senza avere mai avuto un risultato " vero" e duraturo (solo qualche fase di lieve remissione nei periodi estivi) , mi vergogno di ammettere di essermi lasciata turlupinare e derubare( 100 e a visita in piu' i " rimedi") se andavo dal dermatologo della mutua spendevo poco e sicuramente non ero costretta a fare diete strane ( come parte della cura) facendomi venire una depressione tremenda rifiutando inviti di amici a mangiare fuori. Tutta fuffa.

    RispondiElimina
  137. si è certificato anche il ragionier ugo fantozzi
    http://talligalli.blogspot.com/2011/01/anche-fantozzi-si-certifica-sulle-basi.html

    RispondiElimina
  138. Completamente OT:

    And the Winner is
    Roberto Morini!!!!

    Un grande applauso !!!!

    RispondiElimina
  139. Lupus in fabula, oggi sul "Giornale" c'è un lungo articolo che espone (acriticamente) la protesta degli omeopatici contro il Ministero della Salute perché sconsiglia l'uso dei preparati omeopatici contro l'influenza.
    (Frase notevole:"vanno bene se la febbre non supera 38,5-39, oltre vanno usati belladonna[?] e paracetamolo")

    RispondiElimina
  140. mi vergogno di ammettere di essermi lasciata turlupinare e derubare

    Diciamo che sei stata fortunata a non avere un probema più grave dove il ricorso al nulla può essere molto più pericoloso ed andare oltre l'aspetto economico, prendila così.

    Tutta fuffa

    Eh sì...

    RispondiElimina
  141. oggi sul "Giornale" c'è un lungo articolo che espone (acriticamente) la protesta degli omeopatici

    Per questo dico che gli omeopati sono insopportabili, pretendono più credito di quello che possono chiedere. In ogni caso "Il Giornale" e "La Stampa" sono due testate giornalistiche che di pubblicità di omeopatia ci vivono, do ut des.

    RispondiElimina
  142. @Aleida

    Io ho fatto il tuo stesso errore e siamo stati "fortunati" a rimetterci poco

    Una cara amica per via dell hpv ha rischiato grosso, colpa dei forum promettevano come unica cura definitiva i rimedi omeopatici a questa patologia

    RispondiElimina
  143. @ We wee,
    "si sussurra che i medici omeopati siano medici che non avendo trovato sbocchi professionali nella medicina si riciclano in una specialità magica. Una versione pseudoscientifica del "che si deve fare per campare...".

    L'avevo sentita pure io.
    C'è da dire che se questi dottori si riciclano così è perchè la domanda di medicina "dei desideri" è altissima.

    Io non perdono alla tua categoria l'incapacità di uscire dai circuiti chiusi e ostici dei convegni e delle pubblicazioni per parlare alla gente.
    Oltre a un atteggiamento di difesa e sfiducia nei confronti del paziente che spesso lo lasciano solo e in balia dei venditori di salute.

    Mi rendo conto che la questione non è semplice ma forse un piccolo sforzo da parte vostra per tentare di trovare un canale di comunicazione diretto e serio sarebbe già qualcosa...

    RispondiElimina
  144. @gekina73
    Perfettamente d'accordo! Le sette regole d'Oro (Prof. Curzio Massart Università di Pisa 1960): Ascoltare. capire, consigliare, condividere, seguire, ricordare, IMPARARE.

    RispondiElimina
  145. Ho ottenuto tutti e 3 i certificati,e con grande soddisfazione "for women conditions" l'ho passato con 105 punti...oltre a me anche Bilbo Baggins ha superato egregiamente il primo corso.

    RispondiElimina
  146. semplicemente geniale.
    visto che sono un fisico: cosa sono gli "ultraquanti"?

    RispondiElimina
  147. @CosmicMummy e l'invasione degli ULTRAQUANTI
    Mi meraviglio che tu non lo sappia (la frase più frequentemente usata è: "Mi meraviglio di te che hai studiato...), gli ultraquanti sono le particelle vibrazionali che, sussuzionate dalle energie sottili, si coagulano e si giroscopano compenetrandosi e quindi collassando negli spazi intrasubatomici della supercazzola. Vergognati! Pentiti! Ravvediti! Giacòbbati! |:-)

    RispondiElimina
  148. visto che sono un fisico: cosa sono gli "ultraquanti"?

    E' in pratica quello che ha suggerito Maverick, un bel termine dal suono scientifico molto usato da chi vuole darsi un'aria colta. Pseudoscienza.
    Anche se ultraquantico ha un significato ben preciso "più piccolo del quanto", in astrofisica ad esempio si parla di ultraquanti a proposito della misurazione di certi processi fotonici.

    @ gekina:

    se questi dottori si riciclano così è perchè la domanda di medicina "dei desideri" è altissima.

    Vero.

    Io non perdono alla tua categoria l'incapacità di uscire dai circuiti chiusi e ostici dei convegni e delle pubblicazioni per parlare alla gente.

    Vero anche questo, ma certi scogli culturali sono difficili da erodere ma è anche vero che oggi viene ascoltato chi fa audience (anche in senso sociale), ciò vuol dire che vanno più persone al convegno sugli UFO piuttosto che in quello sulla prevenzione delle malattie oncologiche.
    Io sono un pesce fuor d'acqua in questo senso.

    Quando racconto a qualche collega che "ho un blog che parla di medicine alternative" e li vedo un po' stupìti, chiedo "ma tu sai cos'è un blog?" mi rispondono "BLOB? Certo che so cos'è un bloB".
    -__-

    RispondiElimina
  149. ho un blog che parla di medicine alternative

    Figo! E ce lo dici solo adesso?
    Dai: posta il link, che voglio leggere!

    RispondiElimina
  150. @ We wee,
    ti faccio un esempio sul silenzio colpevole dei medici onesti.
    Nel mio blog ho affrontato due volte la questione lotus birth, una nuova "modalità" di parto. Ovverosia lasciare la placenta attaccata al pupo fino a naturale distacco.

    I sostenitori di questa pratica dicono che al pupo passerebbero - PER GIORNI - sostanze nutritive utili al suo sistema immunitario.

    Su internet è tutto un fiorire di siti di lotus birth. Trovi una caterva di pseudoinformazioni pseudoscientifiche. A fornirle ostetriche, "esperti" non ben titolati di nascita e spiritualità e cose accussì.

    Per trovare uno straccio di info autorevole (Royal College of Obstetricians and Gynaecologists) ho dovuto sudare sette canotte.

    Ora mi rendo conto che questa pratica probabilmente non sarà poi così pericolosa, che al Sant'Anna di Torino sono stati felici di accontentare una coppia di genitori che voleva la lotus per mantenere intatat l'aura e il chakra del pupo...
    Però se nessuno dei tuoi colleghi puntualizza che lasciare la placenta attaccata ha solo uno scopo rituale e che di benefico c'è poco o nulla (la RCOG paventa rischi di infezione)... si veicolano e si lasciano circolare pseudo informazioni pseudoscientifiche.

    "Quando racconto a qualche collega che "ho un blog che parla di medicine alternative" e li vedo un po' stupìti, chiedo "ma tu sai cos'è un blog?" mi rispondono "BLOB? Certo che so cos'è un bloB"."

    Eh, eh! Vero, io ne ho beccati solo due o tre di blog di medici (compreso il tuo). Eppure quello che fai è veramente lodevole. L'Ordine dei medici dovrebbe pagarti un tanto a post.
    Il tuo blog è una di quelle cose che accorciano le distanze tra medici, pazienti e partorienti.

    RispondiElimina
  151. Concordo con geckina73 . Ma l'Ordine dei medici credo che preferirebbe non prendere posizione, pena le proteste dei suoi iscritti omeopati (a proposito di conflitti di interessi) :)

    RispondiElimina
  152. Il tuo blog è una di quelle cose che accorciano le distanze tra medici, pazienti e partorienti.

    Non avrei trovato parole migliori!

    RispondiElimina
  153. anch'io ,anch'io c'ho il diploma e che cacchio a che serve famiglia,lavoro,ore di turni,scuole serali ad oltranza,quando il diploma me lo faccio alla,Paperopoli duck Hospita ,certificato da Boiron. Sono una caprona,già,caprona,vado persino agli esami serali -

    RispondiElimina
  154. In questi giorni l'esercito di omeopati specialisti Boiron si è ingrossato a dismisura, c'è di tutto, dai personaggi dei fumetti a Fantozzi, animali vari e miti del cinema.
    Siamo tutti un po' omeopati, ora.
    :)

    RispondiElimina
  155. Eccone un'altra:
    http://www.facebook.com/topic.php?uid=61617679984&topic=8232#!/group.php?gid=61617679984&v=wall

    RispondiElimina
  156. Mancava giusto lui all'appello:

    http://img694.imageshack.us/img694/9074/basicshfs1108.png

    RispondiElimina
  157. Ciao WeWee, purtroppo devo comunicarti una nota dolosa e NON voluta (ma c'era da aspettarselo..).
    Avevo postato su un NG un post che rimandava al tuo sito, con l'intenzione di fare informazione.
    Oggi ricevo un mms di un amico che mi porta a conoscenza del fatto che una sua amica (legge le carte, pratica ciarlatanerie varie ecc ecc) mostra orgogliosa quel farlocco di diploma/attestato/chedirsivoglia...
    Dall'immagine si vede Strabenissimo che il font è diverso (credo sia il Comic).
    Il problema però rimane e come canta Vasco Rossi..."Magari tu volevi fare del bene, e hai fatto male!" (da "la fine del millennio")
    Ma se una qualsiasi persona NON dovesse leggere questo tuo post...ci crederebbe e gli darebbe un valore a questo pezzo di carta..
    Cosa si può fare per rimediare?

    Ciauz e buon prosieguo
    Teodoro

    RispondiElimina
  158. @Teodoro Di Stasi
    Gli amici degli amici dovrebbero avvisare la signora Cartomante che esiste un lemma che fa rima (Visto che parliamo di canzonette) con Cartomante. Il lemma è: LESTOFANTE. Se poi avvisa anche la Guardia di Finanza, i Carabinieri, le Jene e Striscia la Notizia è ancora meglio. Che ci dà, che ci dà......

    RispondiElimina
  159. Cosa si può fare per rimediare?

    Nulla. Non è la prima omeopata che si "fregia" di questo "titolo", l'ho scoperto proprio leggendo il curriculum di un medico omeopata.
    Esiste la libera scelta se qualcuno si vuole rivolgere alla cartomante omeopataccare buon per lui (si fa per dire).
    :)

    RispondiElimina
  160. @Spoonriver: io ho la sclerosi multipla. Guariscimi con settemilalire al mese.
    Arrivo anche a quattordicieuro, pure quindici, toh!... che c'è crisi.
    Son seria, spiegami come posso fare.
    Anche in pvt, se preferisci, ma dimmelo.

    @WeeWee: scusa l'irruenza con cui mi presento nel tuo ottimo blog ma a me 'ste cose...

    RispondiElimina

  161. Spesso con l'associazione cinofila dove collabora facciamo dei corsi con i bimbi dove insegnamo l'approccio con i cani...fatto questo mini corsi diamo un attesta di frequentazione...
    questo non significa che ora i bimbi sono "addestratori" ma significa solo che hanno frequentato il corso..tutto qua
    nulla di più
    idem per questo attestato...questo foglietto di carta non è altro che un attestato che "tal dei tali" ha frequentato il corso, non scrivono che "tal dei tali" ora è un medico specialista o qualcosa di simile...ma solo che ha frequentato il corso online fatto dall'azienda....

    RispondiElimina
  162. Titolo: Paperino l'omeopata
    testo:

    "Ho sentito sostenere da qualcuno che diventare omeopata richiederebbe anni di studi...
    Non ho il tempo per frequentare scuole di omeopatia, ma ho conseguito lo stesso il diploma di omeopata certificato Boiron (multinazionale omeopatica più nota al mondo) e quindi da ora in poi non mi si dica che non ho titoli per parlare di omeopatia, sono un omeopata e pure certificato...
    un titolo ufficiale (rilasciato da un'azienda leader del settore) dunque dovrebbe essere tra le migliori garanzie di serietà che si possano pretendere..."

    @ Grezzo e simili
    qui non si contesta l'omeopatia - a no?:

    "...i loro inutili prodotti che non fanno una cippa;
    ...piazzare i propri inutili prodotti;
    ...dove la medicina ufficiale fallisce, fallirà molto bene anche il non far nulla;
    l'omeopatia non funziona. E' solo un placebo;
    sembrano bambini che giocano a fare lo scienziato pazzo.
    Gli omeopati sono l'unica categoria al mondo che vive di un prodotto che nemmeno loro sanno come funziona.
    In fondo è una magia."

    Scendi piano dallo specchio che tanto vi piace citare, placca momentaneamente il tuo entusiasmo per il comunque divertente lavoro del proprietario del blog e ragiona senza troppi coinvolgimenti emotivi (se ti è possibile);
    puoi interpretare come vuoi la sostanza del post, tanto WeeWee non te lo contesterà mai, ma con quel titolo e contenuto, a meno di non voler leggere poliedricamente il suo reale significato, il lavoro svolto dimostra quanto sia facile,a differenza di quanto affermano i sostenitori dell'omeopatia, conseguire un titolo (ho conseguito lo stesso il diploma di omeopata certificato Boiron) valido e ufficiale senza affrontare gli anni di studio necessari per il conseguimento di un equivalente titolo di laurea regolare, e senza nemmeno un minimo controllo sull'identità dei partecipanti, causando ridicole conseguenze;
    Il vero fatto sconvolgente è che un'azienda produttrice offra la possibilità di conseguire tale diploma, come se la Pfizer o la Roche fossero in grado di dispensare titoli di laurea a domicilio; è in ogni caso un post interessante per le evidenze di discutibili dinamiche che si nascondono dietro il mercato omeopatico, ma utilizzare questo post con l'intento di dare un ulteriore colpo (ce n'è bisogno?) all'omeopatia e alla sua attendibilità citando il comportamento scorretto di un azienda farmaceutica e di chi usufruisce di certi "titoli" è quanto meno folcloristico.
    Non sono un omeopata, non mi sono mai curato con l'omeopatia, non credo nell'efficacia di tale presunta terapia, se ci volete credere bene sennò, mai in sa vida!
    Feffo

    RispondiElimina
  163. Complimentoni per il sito! Poi, questo articolo mi ha divertita troppo. Inoltre, non sapevo assolutamente su cosa si basasse la medicina omeopatica e non sapendolo, ogni volta che qualcuno me ne parlava o mi chiedeva di cosa si trattasse e se avesse una qualche utilità, non sapevo cosa rispondere. Adesso grazie a questo blog, ho un minimo di informazione. Il resto lo fanno gli studi scientifici! Grazie!

    RispondiElimina
  164. Peccato... ho effettuato un training online sul sito della boiron ma non mi hanno rilasciato un bel niente...sigh...come si fa???

    RispondiElimina
  165. L'ho (sic) voglio anche io! Vi è ancora qualche link?

    RispondiElimina

I tuoi commenti sono benvenuti, ricorda però che discutere significa evitare le polemiche, usare toni civili ed educati, rispettare gli altri commentatori ed il proprietario del blog. Ti invito, prima di commentare, a leggere le regole del blog (qui) in modo da partecipare in maniera costruttiva ed utile. Ricorda inoltre che è proibito inserire link o indicare siti che non hanno base scientifica o consigliare cure mediche. Chi non rispetta queste semplici regole non potrà commentare.
I commenti che non rispettano le regole potranno essere cancellati, anche senza preavviso. Gli utenti che violassero ripetutamente le regole potranno essere esclusi definitivamente dal blog.

Grazie per la comprensione e...buona lettura!