martedì 5 gennaio 2010

Agopuntura: una moderna pratica antica (I parte)

Facciamo un esperimento.

AGOPUNTURA

Chiudete gli occhi. Liberate la mente. Il silenzio vi circondi.

Pensate all'agopuntura.


Pensate ai primi che utilizzarono l'agopuntura, agli effetti di questa pratica. All'aria che si respirava mentre un medico cinese utilizzava questa medicina tradizionale.


Pensate ai suoni, ai colori, all'ambiente, alle persone, al loro abbigliamento.

Cosa vi viene in mente?

Provo ad indovinare: avete pensato a dei saggi medici cinesi in kimono (magari rosso con bordi dorati), a profumi di fiori ed incenso, a lontane musiche tintinnanti. A pazienti sdraiati che si lasciavano infilzare da aghi in varie parti del corpo. Rilassamento, pace, tranquillità. Disturbi passati...


SVEGLIA!

Non sono diventato un telepatico, non sono un paragnosta nè un mago. Non uso trucchi nè il condizionamento mentale. Tutto molto più semplice, come sempre.

Quello che avete immaginato è quello che la maggioranza delle persone immaginano sull'agopuntura. Le medicine alternative, si basano sull'ignoranza, sulla mancata conoscenza delle loro basi, dei loro concetti. Per la maggioranza delle persone, l'omeopatia è una cura a base di "erbe o composti naturali" e non è vero. Per la maggioranza delle persone, l'agopuntura è "un'antica tecnica orientale per la cura di svariate malattie" e non è vero.

L'agopuntura è una pratica alternativa, che afferma di poter curare diverse malattie infliggendo dei sottili aghi in diversi punti del corpo, i cosiddetti "punti di agopuntura", invisibili ed anatomicamente inesistenti ma conosciuti per "tradizione"; esistono dodici canali chiamati "meridiani" ed ognuno dei quali corrisponde, connettendosi ad esso, ad uno zang fu più o meno un "organo" condizionandone le funzioni; in questi meridiani, scorre un flusso energetico che normalmente è in equilibrio, quando l'equilibrio si perde, per qualsiasi motivo, insorge una patologia.

Secondo la teoria della tradizione medica cinese l'agopuntura funziona normalizzando il "flusso" del Qi (si pronuncia "chi"), cioè l'energia vitale del corpo.

Esistono tecniche complementari che utilizzano le teorie dell'agopuntura ma al posto degli aghi agiscono sui punti con il calore, con la pressione o con piccole scariche elettriche.
Un riassunto su Wikipedia, lo trovate qui.

Chi racconta che l'agopuntura ha origini antichissime, non si basa su elementi certi ma su supposizioni. In antichi testi cinesi si faceva riferimento a trattamento con aghi oppure ci si basa sul fatto che sono stati ritrovati aghi in scavi archeologici in Cina e così via. Nessuno però si è mai soffermato sul punto che gli aghi descritti negli antichi testi erano grossi utensili più utili ad incidere ascessi e ferite che ad essere infissi nella cute. Nessuno ha sospettato che le tecniche dell'epoca non permettevano di costruire aghi tanto sottili da essere usati come per l'agopuntura e nessuno fa caso al fatto che se ritrovassimo un ago di legno preistorico in Italia, penseremmo ad un utensile (magari per cucire) e non per praticare medicina.

In effetti, i più antichi testi cinesi che parlano di infissione di aghi, sono nati in un'era che non conosceva la cellula o il sangue o gli organi. Non era mai stata fatta nemmeno una dissezione anatomica e le tecniche parlavano di infliggere aghi per restituire equilibrio ed armonia al corpo, non per guarire malattie.

La diagnosi nell'antica medicina cinese si basava essenzialmente su due cose: le pulsazioni del cuore (che erano considerate di sei tipi) e l'aspetto della lingua. E le malattie erano considerate causate dalla contrapposizione di yin e yiang, due forze naturali che rappresentavano rispettivamente il femminile e passivo ed il maschile ed aggressivo.

Gli antichi testi medici cinesi oltretutto, assegnavano agli organi non la loro funzione reale, ma un collegamento a stati emozionali, sensazioni, a colori ed elementi naturali, ad animali e piante. Nessun collegamento quindi tra la reale anatomia umana e la diagnosi e la terapia di una malattia.
Ancora: i meridiani, che sono la base dell'agopuntura, sono punti totalmente immaginari, che non hanno corrispondenza con nulla che sia di biologicamente o anatomicamente definito. Un meridiano non corrisponde ad un organo o al decorso di un'arteria o di un nervo, è un punto totalmente immaginato.
Su che base quindi dovrebbe essere influenzato dall'agopuntura?
Se vi dicessi che l'agopuntura auricolare è nata in Francia nel dopoguerra e che il termine "meridiani" è stato inventato sempre da un francese pochi decenni fa?

Vi ho demolito un mito?
Beh, ho fatto bene, proprio perchè l'agopuntura E' un mito. Esattamente come l'omeopatia.

Una "cura" che non ha basi logiche nè scientifiche, che non ha mai guarito nessuno e che non ha dimostrato più effetto di un placebo, come la vogliamo chiamare? Nessuno studio scientifico (nemmeno "di parte") ha mai dimostrato l'esistenza dei "meridiani", dei "flussi energetici" o dei "punti di agopuntura", ci si basa, come spesso accade, su ipotesi (mai dimostrate).

Cosa riesce a fare l'agopuntura? E' stato dimostrato che un trattamento con agopuntura, aumenta il livello di endorfine (sono ormoni che vengono rilasciati in seguito ad uno stimolo, perlopiù sensoriale) nel nostro organismo ed uno studio recente avrebbe dimostrato che l'introduzione degli aghi riesce anche a stimolare la produzione di adenosina, un mediatore chimico che entra in gioco nel controllo del sonno, del dolore e di alcuni meccanismi infiammatori. Ma anche cadere battendo la testa a terra aumenta le endorfine e pure una pugno in faccia stimola il rilascio di adenosina. Ma allora, a che serve? Cosa guarisce, perchè si usa?! Soprattutto, come funziona o funzionerebbe? Ecco delle teorie:

  • Rilascio di endorfine (sostanze simil-anestetiche rilasciate dall'organismo). Il Naloxone, che è un antidoto agli oppiacei ha dimostrato di ridurre l'analgesia prodotta dall'agopuntura. In ogni caso esistono metodi molto più semplici e non invasivi per causare rilascio di endorfine (per esempio i massaggi).
  • Rilascio di adenosina: un "trauma" cutaneo (come l'infissione di aghi) stimolerebbe il rilascio di adenosina, una molecola che controlla il dolore a livello cerebrale. In questo modo l'agopuntura diventerebbe blandamente efficace per migliorare alcune patologie dolorose.
  • La "gate theory." Suggerisce che se le fibre del dolore trasportano impulsi da un punto di agopuntura, gli impulsi di un organo dolorante non riescono a raggiungere il cervello e quindi non provocherebbero percezione del dolore. Non esistono spiegazioni anatomiche o fisiologiche che dimostrino questo fenomeno.
  • Distrazione. L'attenzione può essere spostata da un sintomo, stimolando o irritando un altro punto del corpo.
  • Meccanismi psicologici. Includono suggestione, condizionamento dell'operatore ed altri meccanismi psicologici, ognuno dei quali può essere coinvolto nell'effetto placebo.
Sono riportate testimonianze (anche molto attendibili) su effetti straordinari dell'agopuntura, interventi chirurgici a cuore aperto ed a cranio aperto con il paziente sveglio o che addirittura beveva o mangiava qualcosa.
Non sono stati mai effettuati controlli però, in quanto si tratta di casi singoli e racconti aneddotici.
La possibilità che l'agopuntura agisca su qualcosa che ancora non conosciamo o che la scienza non possa misurare o comprendere esiste sempre, ma allo stato attuale non vi sono prove di efficacia o evidenze che possano fornire spiegazioni sul meccanismo d'azione o effetti evidenti di guarigione. Gli agopunturisti reclamano non solo degli effetti "soggettivi" (il paziente sta meglio) ma anche effetti rilevabili con esami del sangue, produzione di sostanze, vere e proprie modifiche della condizione fisiologica della persona. Tutto vero. Dimenticano però di dire che lo stesso placebo (anche una pillola di zucchero) è capace di evocare le stesse modifiche. Per capirci: se nel sangue di chi ha praticato agopuntura si assiste alla formazione ed all'aumento di particolari cellule presenti nel sangue (e quindi questa sarebbe una dimostrazione di effetto), le stesse modifiche sono riproducibili con un placebo.
Non è questa quindi la prova che l'agopuntura funzioni. Gli studi analizzati nel corso degli anni oltretutto, hanno dimostrato una mancanza di attendibilità, ricchezza di errori e metodi poco corretti nello studio dell'agopuntura e questo per due motivi: moltissimi studi sono effettuati da centri "alternativi" che non brillano per correttezza scientifica e molti altri non sono di alta qualità, non è semplice infatti ideare e produrre un "placebo" da paragonare all'agopuntura (aghi finti? Pizzicotti?). Per questo  motivo uno scienziato ideò la "sham acupuncture" che utilizza degli aghi del tutto simili agli aghi da agopuntura ma che hanno la punta retraibile, pungono ma non infilzano. Sono questi gli aghi utilizzati negli studi più accurati. E' anche vero che lo stesso "pizzicotto" della falsa agopuntura, per qualcuno è "terapeutico" e quindi il metodo non sarebbe attendibile.

L'agopuntura quindi cura o no?
A quanto pare cura quanto un placebo. E' bene utilizzarla? Se fa stare meglio sì. Non c'è motivo per evitare una pratica inoffensiva (se fatta con procedimenti sicuri) che dona un certo benessere. Sono il primo a sostenere che se un placebo ci procura un beneficio, va utilizzato. Non bisogna dimenticare però che l'agopuntura non è totalmente inoffensiva: infezioni, terapia inutile per molte patologie, morti (è conosciuto un caso di pneumotorace, l'ago era stato inserito troppo profondamente fino a raggiungere la periferia dei polmoni), mai prendere qualsiasi trattamento alla leggera.
Se l'agopuntura ha mostrato di funzionare in qualche modo, si guarda soprattutto alle terapie del dolore, delle patologie di tipo ortopedico-muscolare ed a quelle di tipo psicologico (ansia, depressione).
Alcuni stati prevedono l'agopuntura negli ospedali pubblici. Personalmente ho lavorato fianco a fianco con un'ostetrica che in Francia praticava la "moxibustione", una variante dell'agopuntura che sfrutta il calore prodotto da un cono di materiale vegetale a cui viene dato fuoco. Questo cono veniva applicato su un dito di un piede ad una donna in gravidanza per curare vari disturbi, dalla nausea alla cefalea ma soprattutto per far girare con la testa in basso, un feto podalico (cioè con la testa in alto ed il sedere verso il basso): si chiama rivolgimento.
La pratica era svolta in un ambulatorio pubblico di uno dei più grandi e conosciuti ospedali del nord della Francia, offerto dal servizio sanitario pubblico.
Non ho mai visto un caso di rivolgimento in sei mesi di attività.
I disturbi più lievi (nausea, vomito, cefalea, ansia) ricevevano spesso conforto.

Passiamo agli eccessi: in Gran Bretagna, sta dilagando l'agopuntura per gli animali. Sostengono certi veterinari che la usano, che i cuccioli, tornano felici nei loro studi per sottoporsi ai trattamenti con agopuntura. Chissà come misurano la felicità di un animale, dallo scodinzolamento del cane o dalle bollicine che fa il pesce nella boccia?
E' anche vero che esistono decine di varianti dell'agopuntura, creati a volte da operatori "improvvisati" tanto per offrire qualcosa di più esotico, di più invitante, solo a scopo commerciale dunque.
Una di queste pratiche, la si ritrova anche in certi centri estetici. La "COPPETTAZIONE", pretende di sfruttare gli stessi principi dell'agopuntura, utilizzando però delle piccole coppe di vetro nelle quali è stato realizzato il vuoto con una fiamma. Le coppette sono fissate alla cute (quasi sempre della schiena) ed agiscono esattamente come delle ventose.


Quando questa "tecnica" è utilizzata in maniera "artigianale", in centri estetici, in centri massaggi, facendo scorrere velocemente le coppette sulla cute oleosa, si ottiene un effetto minore dei massaggi manuali classici ma che sfrutta l'esotismo, la particolarità della tecnica per renderla più attraente.
Quando invece questa tecnica è applicata come spesso accade nei paesi orientali (e sempre più negli Stati Uniti quando invece non ho notizia di simili usi in Italia), si tratta di una vera e propria "tortura" inutile ed anche pericolosa. Sono conosciuti diversi casi di gravi lesioni cutanee, un caso letale di embolia da grasso, diversi casi di ustioni gravi ed anche recentemente è stato pubblicato in diversi giornali il caso di un bambino morto dopo "coppettazione". Il minimo che ci si aspetta comunque, dopo essersi sottoposti ad una tortura del genere, è ritrovarsi la schiena piena di ematomi, a volte molto dolorosi senza averne tratto nessun beneficio (ammettendo che il masochismo non sia considerato benefico). Pubblico un link ad un video con una seduta di coppettazione (cupping in inglese), avvertendo che non si tratta di uno spettacolo gradevolissimo. Ho scelto comunque uno dei meno "impressionanti" perchè esistono video e foto di sedute di coppettazione davvero sconcertanti.
La seconda parte tra qualche giorno con un "pungente" (è proprio il caso di dirlo) articolo che demolisce ferocemente il mito dell'agopuntura.
Alla prossima.

Bibliografia e riferimenti:

- Dr. Robert Imrie
- http://www.ncahf.org/pp/acu.html
- G. Dobrilla: Le alternative.
- Unschuld P. Medicine in China: A History of Ideas (Comparative Studies of Health Systems and Medical Care). University of California Press, 1988.
- http://www.sram.org/0302/bias.html

La seconda parte degli articoli dedicati all'argomento è qui.

77 commenti:

  1. Aspettiamo con ansia la seconda parte!
    Ciao e grazie.

    RispondiElimina
  2. Ho visto il filmato e a me sembra che la COPPETTAZIONE sia solo puro masochismo !!!!

    RispondiElimina
  3. Riguardo gli interventi chirurgici con anestesia da agopuntura, ne esistono diversi. Ne ho visto uno in cui si praticava un cesareo, e letto un resoconto di un intervento a torace aperto.

    Gli eventi sarebbero accaduti durante la "rivoluzione culturale" cinese, in cui l'agopuntura ed in generale la medicina tradizionale cinese veniva vista come una proletaria alternativa alla borghese medicina occidentale. Possiamo immaginare le pressioni per produrre quei video, in un modo o nell'altro. Ad esempio somministrando ANCHE un'epidurale, o operando una persona (a viso coperto) con a fianco un attore che impersonava l'anestetizzato.

    Anche perché riuscire a sorridere e respirare normalmente con la cassa toracica aperta è veramente un fenomeno paranormale....

    Sull'argomento è interessante un rapporto del CSI che ha visitato un po' di centri di medicina tradizionale in Cina nel 1996

    RispondiElimina
  4. Ahhh, che brutto spettacolo la coppettazione... L'effetto collaterale minimo che una persona può avere è che nessuno/a lo/la trovi sessualmente attraente nelle 2 settimane successive alla tortura. Non mi sembra un problema da sottovalutare!

    Tornando seri: penso che molto dell'effetto sia dato dal contesto. Nella città dove abitavo c'erano 2 agopunturisti: uno, medico, praticava l'agopuntura sul lettino del suo studio (classico ambulatorio con tanto di neon e pareti bianche), l'altro invece si era creato una stanza alla moda orientale, con tatami, luce soffusa, decorazioni in carta di riso. Insomma, metteva i pazienti a loro agio, dando al contempo l'impressione di essere depositario di un'arte millenaria. Inutile dire che il secondo riscosse un discreto successo e so di pazienti (prevalentemente con dolori muscolari) che ne hanno tratto beneficio, ma si tratta di riscontri molto soggettivi. Difficile determinare se una sciatalgia sia passata in 5-10 giorni per l'agopuntura o semplicemente perché era un dolore non grave che sarebbe passato comunque. Inoltre molti la affiancano alle terapie tradizionali e alla fisioterapia, a quel punto come si può discernere? Sto meglio per l'agopuntura cinese o per l'iniezione di cortisone? Mistero!

    RispondiElimina
  5. err.. interventi a cranio aperto con paziente solo sotto anestesia locale (e quindi svegli) non si fanno già?

    RispondiElimina
  6. WeWee, ma non è che stiamo toccando troppi argomenti?

    A volte, usando aghi si usa per operare le donne incinte. Semplicemente che infili gli aghi lungo la pancia e dai una scarica elettrica, addormentando i nervi.
    Vidi il video secoli fa.

    Usa gli aghi come elettrodi per addormentare i nervi. Ottima cosa.

    Il discorso sul Chi è leggermente diverso però. E potrei parlarvi di tantissime cose che conosco ed ho fatto, ma non è il caso di parlarne. Né sarà mai il caso di VENDERLE!
    E sono vicino all'intepretazione psicologica di WeWee.

    Ma penso anche che c'è ancora tanto da scoprire sulle potenzialità NATURALI e NORMALI del nostro corpo e del nostro cervello (ovvero noi).

    RispondiElimina
  7. @Thhh
    Sì, ma non come pensi tu, e non in tutte le operazioni craniche, ma solo in quelle nelle quali si cerca di limitare il danno operatorio, inteso come quantità di materia asportata. Intanto il paziente viene addormentato per eseguire la craniotomia, in quanto la cute e il sottocute sono sensibili al dolore, e poi una volta aperta la scatola cranica il paziente viene risvegliato, e tenuto sotto blanda sedazione in maniera che possa rispondere a tono ed eseguire semplici comandi. Cio viene unicamente fatto per far capire all'operatore che sta intervenendo sul cervello se la zona sulla quale sta lavorando è quella corretta oppure no. Infine, a intervento concluso, il paziente viene nuovamente addormentato per permettere la rchiusura della scatola cranica.

    RispondiElimina
  8. WeWee, ma non è che stiamo toccando troppi argomenti?

    Non credo saresti felice di leggere per un anno articoli sullo stesso argomento. A me almeno annoierebbe.

    A volte, usando aghi si usa per operare le donne incinte. Semplicemente che infili gli aghi lungo la pancia e dai una scarica elettrica, addormentando i nervi.

    Considerato che io "opero donne incinte", se hai fonti per una rivelazione del genere mi faresti cosa gradita in quanto le donne incinte che opero potrebbero avere da ridire se cominciassi ad infilare degli aghi lungo la pancia per "addormentare i nervi", poi che dico, che l'ho letto su internet?
    ;)

    cranio aperto con paziente solo sotto anestesia locale

    Come ha descritto Vittorio, l'anestesia generale la usi quando serve e la interrompi quando ti serve un paziente vigile.

    RispondiElimina
  9. Grazie mille per l'articolo, aspetto con ansia la seconda parte. Considerando che la digitopressione si basa sugli stessi "fondamenti" dell'agopuntura, possiamo usare le stesse conclusioni anche per questa?

    RispondiElimina
  10. E' sempre un piacere leggerti, attendo con ansia la seconda parte.

    RispondiElimina
  11. Come scrissi in Chiodo scaccia chiodo:

    "Ad inizio anni '90 avevamo come vicini di casa una coppia di simpatici ottantenni provenienti da Madeira (isola portoghese al largo del Marocco, sopra le Canarie) di cui ricordo ancora il cognome.
    Mio padre ha due protesi alle anche e per alcuni motivi ha sempre avuto mal di schiena, claudicando spesso. Saputo che il nonnetto aveva una "cura" per i mal di schiena e dato che i miei improvvisati massaggi (avevo tra i 10 e i 14 anni) non servivano a nulla ovviamente, si rivolse a loro ed iniziarono la "terapia". Essa consisteva nel tenerlo seduto retto su una sedia, a torso scoperto ed applicargli una ventosa (cotone imbevuto d'alcool con fiamma accesa dentro un bicchiere di vetro per creare l'effetto sotto vuoto) facendola scorrere lungo la spina dorsale su e giù. Dopo questo trattamento mio padre si sentiva meglio, ma dopo poche ore ricominciavano i dolori...
    "

    RispondiElimina
  12. Ciao WeeWee, ieri leggevo un articolo su uno studio dal quale risultava che il famigerato punto G nella donna non esistesse, scatenando polemiche tra i sessuologi sulla sua attendibilità. Tu ne sai qualcosa o hai qualche idea in proposito? Visto che è sempre stato oggetto di dibattito, penso che possa rientrare anche negli argomenti di questo blog.

    RispondiElimina
  13. WeWee il "parto elettrico" lo vidi in tv anni fa, prima di internet e di cazzate simili.

    Ho cercato un attimo.

    http://www.menichelli.eu/e-book_000093.htm

    In TV gli aghi erano a destra e sinistra dell'ombelico, non uno accanto all'altro come in questa foto.

    Mi sono permesso di dirti che forse troppi argomenti non sono la via giusta, sia per la conoscenza propria che assoluta.

    Poi, se vuoi, taccio e non ti disturbo.

    RispondiElimina
  14. @ vittorio

    thx per la delucidazione :)

    RispondiElimina
  15. @yari.davoglio

    vuoi forse dire che male maggiole distlugge male minole ?

    :D

    RispondiElimina
  16. The Foe-Hammer,

    eheh...;)

    Forse ci sta anche il fatto che psicologicamente mio padre volesse superare la perenne condizione di dolore...

    RispondiElimina
  17. Se proprio occorresse, aggiungo un altro caso con esito negativo per la moxibustione: nonostante il mio scetticismo, mia moglie ha tentato la pratica per ottenere il cosiddetto rivolgimento senza naturalmente avere alcun risultato.
    O meglio, l'unico risultato ottenuto è stato quello di avere la casa impregnata di puzzo di sigaro: bleah!

    RispondiElimina
  18. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  19. Nel documentario della BBC del 2006, "Alternative medicine: The evidence" ( http://www.bbc.co.uk/pressoffice/pressreleases/stories/2006/01_january/21/medicine.shtml ), nella puntata dedicata all'agopuntura, la troupe riprende l'intervento al cuore in un ospedale cinese mentre la paziente è sottoposta ad anestesia tramite agopuntura anziché anestetici di medicina allopatica. Vantaggi: 1) costi molto inferiori dell'intervento 2) recupero del paziente molto rapido 3) sicuro effetto scenico

    PS: ho cancellato il post che avevo appena pubblicato perché avevo commesso errori di battitura...

    RispondiElimina
  20. Apprezzo sempre il tuo spirito critico pur non allineandomi appieno con le tue conclusioni: le capacità di elaborazione sono purtroppo limitate, e le mancate corrispondenze con la conoscenza medica o scientifica attuale possono derivare da un limite attuale del metodo scientifico...

    Nikolai Tesla è stato vittima di un gioco molto simile...

    Ad ogni modo: 'se funziona va bene' è un approccio assolutamente costruttivo per mantenere aperta la finestra alle correnti innovative. In mia modesta opinione non credo nella possibilità di aprire a cuore aperto senza ventilazione...ma vassapè...

    Un ultima ghiottissima esca. Pare che Mazzucco ti legga ed abbia da ridire: che dici? Lucifero sfida suo padre?

    ;D

    RispondiElimina
  21. Buon Anno Weewee.
    I tuoi post sono sempre interessantissimi e, per quel che mi riguarda esaurienti, quindi commento raramente. Sull'agopuntura mi ero fatto l'idea che si trattasse di effetto placebo secoli fa (1991) quando una coppia di miei amici danesi si sottoposero insieme a delle sedute per dimagrire; lui aveva perso 5 Kg lei (che ne avrebbe avuto più bisogno) ne prese 1. Tuttavia non sapevo tutta la storia dell'agopuntura ed ora aspetto con impazienza la seconda parte!
    @Grezzo
    Anch'io gradirei delucidazioni da WeeWee sul punto G. Comunque, esista o meno, il divertimento sta nel cercarlo !!

    RispondiElimina
  22. Ciao Wewee noto che c'è un po' di confusione per quel che riguarda l' MTC (medicina tradizionale cinese)
    Porto alcuni esempi e considerazioni sperando di fare cosa gradita.

    "La possibilità che l'agopuntura agisca su qualcosa che ancora non conosciamo o che la scienza non possa misurare o comprendere esiste sempre..."

    L'agopuntura agisce sul qi che è l'energia vitale del corpo o per dirla con parole più scientifiche è L'ENERGIA ELETTRICA DEL CORPO.
    Tale energia è misurabile con gli appositi srumenti, per esempio , quando ti fanno un elettrocardiogramma, misurano gli impulsi elettrici del cuore (non il battito cardiaco) lo stesso vale per l'elettoencefalogramma e per tutti gli altri esami che misurano li impulsi elettrici del corpo.
    Il corpo umano vivo generera energia elettrica che è misurabile ed è un indicatore della salute.Tale energia elettrica in MTC viene chiama Qi (soffio vitale)


    "il termine "meridiani" è stato inventato sempre da un francese pochi decenni fa?"

    Vero, infatti il termine originale è "canale energetico", ma è estato adottato universalmente il termine meridiano perchè tali canali percorrono lungitudinalmente (e non solo) il corpo come i meridiani percorrono la terra.
    il termine meridiano è solo una convenzione.


    "Ancora: i meridiani, che sono la base dell'agopuntura, sono punti totalmente immaginari, che non hanno corrispondenza con nulla che sia di biologicamente o anatomicamente definito. Un meridiano non corrisponde ad un organo o al decorso di un'arteria o di un nervo, è un punto totalmente immaginato"

    I meridiani non sono punti, ma sono percorsi energetici nei quali scorre il Qi.
    (è dire che sono dei punti come confondere una strada con una piazza)


    "Questo cono veniva applicato sull'alluce di una donna in gravidanza per curare vari disturbi, dalla nausea alla cefalea ma soprattutto per far girare con la testa in basso, un feto podalico (cioè con la testa in alto ed il sedere verso il basso): si chiama rivolgimento....Non ho mai visto un caso di rivolgimento in sei mesi di attività."

    Bene, il punto che stimola il capovolgimento del feto (punto 67 del meridiano di vescica urinaria) NON è sull'alluce,ma sul minnolo e la moxibustione su qul punto va fatta nell'ultimo mese di gravidanza con cadenza giornaliera per almeno una settimana (poi dipende dai casi)
    Quindi non mi meravigio che nessun feto si sia girato moxando il punto sbagliato :-)


    Per quanto riguarda la coppettazione, il video che hai linkato è si un po' intenso, ma si dovrebbe chiedere a chi è stato coppettato come s'è sentito dopo.
    Dal rossore il tipo che aveva sulla schiena al posso dirti che gli ha fatto solo che bene.


    come dici tu è vero che esistono operatori improvvisati, ma finchè non ci sarà un regolamentazione da parte del legislatore il terreno sarà fertile per i truffatori.
    D'altro canto ci saranno pure degli interessi per far si che le truffe continuino no?
    " Visto antichi testi medici cinesi oltretutto, assegnavano agli organi "NON SOLO" (aggiungo io per correttezza) la loro funzione reale, ma un collegamento a stati emozionali, sensazioni, ..."
    che dici meglio vendere psicofarmaci (droghe al limite della tossicità) a vita o aiutare un individuo a riequilibrarsi psicologicamente con l'aiuto di tecnice non dannose?
    bel dilemma per le case farmaceutiche no?

    un caro saluto
    Adanos

    RispondiElimina
  23. Adanos ha detto :

    I meridiani non sono punti, ma sono percorsi energetici nei quali scorre il Qi

    Hai prove scientifiche che esistano questi percorsi energetici ?
    E poi cosa intendi esattamente per percorsi energetici ?
    Di per se il termine vuol dire tutto e nulla

    RispondiElimina
  24. """Chiudete gli occhi. Liberate la mente. Il silenzio vi circondi. Pensate ai primi che utilizzarono l'agopuntura, agli effetti di questa pratica. All'aria che si respirava mentre un medico cinese utilizzava questa medicina tradizionale.
    Pensate ai suoni, ai colori, all'ambiente, alle persone, al loro abbigliamento.
    Cosa vi viene in mente?"""

    Devo essere sincero? Un corso di Yoga, di quelli di stampo marcatamente New Age, occidentalissimi, stupidissimi e onerosissimi.

    """Provo ad indovinare: avete pensato a dei saggi medici cinesi in kimono (magari rosso con bordi dorati), a profumi di fiori ed incenso, a lontane musiche tintinnanti. A pazienti sdraiati che si lasciavano infilzare da aghi in varie parti del corpo. Rilassamento, pace, tranquillità. Disturbi passati..."""

    Sbagliato, vedere sopra. Mi sa, WeWee che lei ha preso una CANTON... ata, questa volta, mettendo in serio dubbio anche le minime basilari nozioni di cultura generale del pubblico che La segue. Beh, parlo almeno per me stesso: nel mio caso le Sue doti di "telepate" (mi pare si dica così, non "telepatico") hanno fatto un buco nell'acqua.

    """Non sono diventato un telepatico, non sono un paragnosta nè un mago. Non uso trucchi nè il condizionamento mentale. Tutto molto più semplice, come sempre."""

    Infatti, Lei è un "debunker", no?

    """Quello che avete immaginato è quello che la maggioranza delle persone immaginano sull'agopuntura. Le medicine alternative, si basano sull'ignoranza, sulla mancata conoscenza delle loro basi, dei loro concetti. Per la maggioranza delle persone, l'omeopatia è una cura a base di "erbe o composti naturali" e non è vero. Per la maggioranza delle persone, l'agopuntura è "un'antica tecnica orientale per la cura di svariate malattie" e non è vero."""

    Questo non è il WeWee che ho letto in passato. Questo paragrafetto è ricco di presunzioni (cit. Quello che avete immaginato è quello che la maggioranza delle persone immaginano sull'agopuntura.) e contraddizioni (cit. Le medicine alternative, si basano sull'ignoranza, sulla mancata conoscenza delle loro basi, dei loro concetti.) Infatti non capisco bene CHI "si basa", se le medicine alternative, ovvero la gente che vi ricorre.

    """Un riassunto su Wikipedia, lo trovate qui."""

    Un ottimo riferimento culturale...

    Ma continuiamo: """Chi racconta che l'agopuntura ha origini antichissime, non si basa su elementi certi ma su supposizioni."""

    Sbagliato, WeWee. Cominciamo dal 770 - 476 A. C., periodo delle "Primavere ed Autunni"; la storia cinese registra, in questo arco temporale, che la scienza medica si è distaccata dalla stregoneria. Quest'ultima, in passato, era depositaria di qualsiasi pratica potesse influire sullo status fisico dell'uomo, ivi comprese le pratiche curative destinate in futuro a divenire "medicina".
    Dal 476 A. C. al 25 D. C., sotto la dinastia degli Han Occidentali, viene registrato l'utilizzo di aghi di ferro. Non ami o aghi per cucire. Semplici aghi di ferro. E' in questa epoca che operano in campo medico medici pratici di agopuntura. Risale invece a Huang Pumi la compilazione del "Dizionario dell'agopuntura".
    Sotto i Jin dal 256 al 589 D.C. fioriscono numerosi testi di agopuntura ma solo dal 581 D.C. l'agopuntura diviene disciplina specifica.

    RispondiElimina
  25. """e vi dicessi che l'agopuntura auricolare è nata in Francia nel dopoguerra e che il termine "meridiani" è stato inventato sempre da un francese pochi decenni fa?
    Vi ho demolito un mito?
    Beh, ho fatto bene, proprio perchè l'agopuntura E' un mito. Esattamente come l'omeopatia."""

    Intanto l'agopuntura auricolare non c'entra nulla, proprio perché nato in Francia.
    Poi, quale sarebbe questo mito da demolire? Lei si sbaglia di grosso a definire l'agopuntura un "mito". Lei stesso parla di "antichi testi" che trattano di agopuntura e non di "dei"; piuttosto l'agopuntura è un aspetto della cultura cinese, ben lungi quindi dall'essere un mito, cioè qualcosa di indimostrabile. L'accostamento con l'omeopatia è non solo disonesto, da parte sua, ma anche inesatto, perché non c'è nessuna relazione tecnica tra le due pratiche.

    Incomprensibile anche l'accostamento con la "coppettazione" che non c'entra nulla con l'agopuntura.

    Come sempre accade, WeWee, ciò che l'occidente pensa, sviluppa, contesta della cultura orientale è il risultato di una superficiale stima dei materiali a disposizione. Tanto per intenderci, quanti di noi accostano il Karate al film "Karate Kid" e al maestro Miagi? Oppure, che differenza c'è tra un dojo giapponese ed una palestra di karate italiana?

    La sua dequalificante introduzione (dequalificante per la sua intelligenza) sulla questione dell'agopuntura è quantomeno un indizio che lei stesso non abbia scavato più di tanto nel comprendere il "quando" "dove" e "come" dell'agopuntura.

    Se questo doveva essere un articolo di informazione sull'agopuntura, a mio parere ha proprio fatto una brutta figura, cercando di smascherare genericamente l'agopuntura che, in Cina, è una cosa, senza considerare che l'Occidente ha spesso sporcato con la sua ignoranza fatta di speculazione delle pratiche che meritano molto più rispetto, almeno dal punto di vista culturale e storico.

    Ah, un'ultima cosa. Il Kimono è un indumento giapponese, l'agopuntura è nato in Cina.

    Saluti.

    RispondiElimina
  26. "Tanto per intenderci, quanti di noi accostano il Karate al film "Karate Kid" e al maestro Miagi?"

    Io no. Il mio, di riferimento, resta sempre e comunque il capolavoro "Il mio nome è Remo Williams". Miagi non potrebbe mai camminare sull'acqua come il maestro Chiung!

    ***

    WeWee, che è scienziato & debunker, non può capire che la sola qualità rilevante dell'agopuntura è il potersi divertire a piantare ferri nella schiena di suocere e consorti, pretendendo di far loro del bene. Ma quando mai ti ricapita?!?

    RispondiElimina
  27. Quando il dottore non c'è, gli alternativi ciarlano...

    RispondiElimina
  28. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  29. Quale dottore?

    @ Norremark

    Remo Williams, un'altra americanata, ma che americanata mitica!

    RispondiElimina
  30. @ Morfeo:
    In TV gli aghi erano a destra e sinistra dell'ombelico, non uno accanto all'altro come in questa foto.

    Quella tecnica (e in ogni caso la neurostimolazione elettrica) è la TENS che non ha nulla a che vedere con l'agopuntura (anche se viene spesso confusa o presentata come tale) tecnica attualmente utilizzata (con scarsissimi effetti) in alcuni ospedali. Personalmente l'ho utilizzata una decina di volte, senza effetto e la macchina per farla è praticamente inutilizzata ormai. Non si “addormenta” nessun nervo con l’agopuntura.
    Per quanto riguarda il "cesareo" con anestesia esclusivamente con agopuntura non esiste. Se hai documentazioni che lo dimostrano fammele avere perchè potrebbe interessarmi, grazie.

    Poi, se vuoi, taccio e non ti disturbo.

    Come vuoi, non ti ho certo detto di non scrivere quello che pensi.

    @moro
    la troupe riprende l'intervento al cuore in un ospedale cinese mentre la paziente è sottoposta ad anestesia tramite agopuntura anziché anestetici

    Nel link che ha postato all'inizio Gianni Comoretto c'è la discussione relativa a quel caso. Sembra si trattasse semplicemente di un "trucco": quello che si vedeva non era il cuore realmente operato ma si trovava all'altezza del fianco della paziente.
    Non so altro su questo caso.

    @tiburon:
    le mancate corrispondenze con la conoscenza medica o scientifica attuale possono derivare da un limite attuale del metodo scientifico

    Sono daccordo. Ma è anche vero che nel campo della medicina devo basarmi sulle conoscenze attuali e non sulle ipotesi non dimostrate o sarebbero guai per chi ricorre alla medicina. Per fare questo, qualsiasi "nuova ipotesi" deve prima di tutto essere dimostrata. Anche non comprendendo i meccanismi insomma, almeno l'evidenza deve suggerire un effetto positivo.

    per esempio , quando ti fanno un elettrocardiogramma, misurano gli impulsi elettrici del cuore (non il battito cardiaco) lo stesso vale per l'elettoencefalogramma e per tutti gli altri esami che misurano li impulsi elettrici del corpo.
    Il corpo umano vivo generera energia elettrica che è misurabile ed è un indicatore della salute.Tale energia elettrica in MTC viene chiama Qi (soffio vitale)


    Mentre gli impulsi elettrici del cuore e del cervello sono dimostrati e misurabili, quelli del "soffio vitale" e del "Qi" non sono mai stati dimostrati nè misurati (nè misurabili).
    Vi è quindi un'enorme differenza.

    @ Adanos:

    il punto che stimola il capovolgimento del feto (punto 67 del meridiano di vescica urinaria) NON è sull'alluce,ma sul minnolo e la moxibustione su qul punto va fatta nell'ultimo mese di gravidanza con cadenza giornaliera per almeno una settimana (poi dipende dai casi)
    Quindi non mi meravigio che nessun feto si sia girato moxando il punto sbagliato


    Sul "mignolo".
    In questo caso evidentemente l'operatrice diplomata in medicine alternative era un'incompetente.

    un caro saluto

    Un caro saluto anche a te, gentilissimo. Pensa: mi hanno detto che un tuo omonimo al contrario tuo ha scritto su di me cose degne di un incivile, ha scritto che questo mio post: "è un intruglio di inesattezze,fesserie,pressapochismo e malafede. Ho lasciato un post nel quale glielo faccio notare, omettendo, a malincuore gli insulti che si sarebbe meritato". Che gentaglia eh?
    ;)

    RispondiElimina
  31. @ Kempeitai:

    nel mio caso le Sue doti di "telepate" (mi pare si dica così, non "telepatico") hanno fatto un buco nell'acqua.

    Evidentemente la telepatia non esiste.

    Infatti, Lei è un "debunker", no?

    No, sono un medico.

    non capisco bene CHI "si basa", se le medicine alternative, ovvero la gente che vi ricorre.

    Sono le medicine alternative che sfruttano l'ignoranza della gente a proposito della medicina in generale e dei concetti espressi dagli alternativi.

    Dal 476 A. C. al 25 D. C., sotto la dinastia degli Han Occidentali, viene registrato l'utilizzo di aghi di ferro. Non ami o aghi per cucire. Semplici aghi di ferro.

    Esattamente: semplici aghi di ferro (spessi 1 cm.) che venivano descritti per le incisioni di ascessi e nella trapanazione. Con l'agopuntura non c'entravano nulla.

    Risale invece a Huang Pumi la compilazione del "Dizionario dell'agopuntura"

    Che non ha nulla a che vedere con l'attuale agopuntura. Inoltre Huang Pumi, considerato il "fondatore dell'agopuntura" è nato nel 282 dopo Cristo mentre all'agopuntura si assegnano almeno 3000 anni di tradizione.

    l'agopuntura è un aspetto della cultura cinese, ben lungi quindi dall'essere un mito

    L'agopuntura in Cina è praticamente senza seguito e non ne ha mai avuto più di tanto, siamo noi occidentali che (per motivi commerciali, è esotica di sicuro) la chiamiamo pratica "orientale". E' un mito perchè quello che si ritiene "accertato" sull'agopuntura in realtà non lo è, prima tra tutte la sua efficacia.
    Più mito di così...

    Se questo doveva essere un articolo di informazione sull'agopuntura, a mio parere ha proprio fatto una brutta figura, cercando di smascherare genericamente l'agopuntura che, in Cina, è una cosa

    Informati bene e chiedi che medicine si utilizzano negli ospedali cinesi e poi scoprirai che la Cina è molto meno "arretrata" di quello che si vuole far credere. Gli aghi per guarire ce li infilziamo noi poveri occidentali stressati e capricciosi alla ricerca del sovrumano impossibile, non loro.

    pratiche che meritano molto più rispetto, almeno dal punto di vista culturale e storico.

    La settimana scorsa ho chiesto ad un'infermiera cinese che lavora nel mio ospedale cosa ne pensasse dell'agopuntura. Mi ha risposto che uno dei tanti segni di razzismo verso i cinesi è credere che loro si curino ancora con queste "stupide pratiche da stregoni" (ha usato questa espressione) e mi ha fatto il paragone con racconta dice che i cinesi quando muoiono si scambiano i documenti. Una bufala in pratica, almeno a detta di una ragazza cinese oltre che da me e da qualche altro scienziato e dalla letteratura scientifica.

    In ogni caso, ringraziandoti per l'apprensione che dimostri per la mia immagine, non preoccuparti della mia brutta figura, questo è quello che penso io e che ho trovato studiando, tu puoi benissimo pensarla all'opposto e trarre le tue conclusioni.


    A tutti: posso scrivere qualcosa sulla storia del punto G se interessa, ma vi avverto che ha poco di erotico...
    :)

    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  32. Sul punto G volevo un parere scientifico, non certo un racconto erotico ;-)

    Insomma, da anni si dibatte se esista o meno questo famoso punto G, e uno studio recente sembra dimostrare che questo non esista. E poichè hai detto che la tua specializzazione riguarda anche la ginecologia, un parere scientifico mi sembra più che valido. A prescindere, ovvio, di come sia la vita sessuale di ognuno.

    RispondiElimina
  33. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  34. Dopo aver letto la risposta data ad Adanos da parte di WeWee ho l'impressione che il signor Adanos non rispondera' alle mie domande.
    Attendo fiducioso :)

    RispondiElimina
  35. @Kempeitai

    La Kempeitai non e' stata la polizia militare dell'esercito imperiale giapponese fino alla fine della seconda guerra mondiale ?

    RispondiElimina
  36. Non era un omonimo... l'adanos che scrive su LC sono proprio io.
    Non te la prendere, ma visto che il tuo post è improntato per deridere di una disciplina che merita rispetto, mi sono un pochetto incazzato :-)

    x il sig foe-hammer :
    fa finta che i meridiani siano come la materia oscura dell'universo, tutti gli scienziati ne parlano e ne danno per certa l'esistenza, ma nessuno sa cosa sia e di che cosa sia composta.
    ti basta come risposta furbone?
    Ti ricordo inoltre che i tuoi antenati respiravano l'aria anche quando nessuno sapeva che l'aria esisteva.
    Vuoi che continui con esempi del genere per farti capire che certe cose esiestono a prescindere che le si possa certificare con la scienza.
    a volte basta misurare gli effetti.
    baci baci baci

    RispondiElimina
  37. @ adanos

    fa finta che i meridiani siano come la materia oscura dell'universo

    Tipica risposta di chi non sa rispondere seriamente alle domande. Non mi stupisce da parte di un seguace di Mazzucco.
    Non sto a spiegarti cosa sia la materia oscura perche' con te sarebbe tempo sprecato.

    certe cose esistono a prescindere che le si possa certificare con la scienza

    Ah si, e allora coma fai a sapere che esistono, perche te lo dice babbo natale ? :D

    RispondiElimina
  38. adanos,
    ma se sono correnti elettriche come tu stesso affermi, gli strumenti per misurarle li abbiamo.
    e invece.. nisba, abbiamo ecg, eeg, attività elettriche dei muscoli e dei nervi periferici,
    ma niente, per i "meridiani" non ci sono correnti.

    se vuoi, chiamala energia oscura. se la chiami elettricità, allora non ci sono.
    se vuoi fare il salto e dirmi che il Qi non è altro che un altro modo di chiamare le correnti elettriche che attraversano il nostro corpo e di cui siamo già a conoscenza, chiamamoli pure Qi.
    Però poi mi devi far vedere che in seguito all'agopuntura li modifichi ;)
    e che li modifichi in modo significativo rispetto a un controllo con aghi attaccati a casaccio, e con la sham.
    e, più avanti, cercare anche di capirne il perchè ;) ;) ;)

    RispondiElimina
  39. @Adanos:
    Adanos o ti sei spiegato male e stai facendo un gran minestrone o hai le idee confuse.
    Qui scrivi:
    certe cose esiestono a prescindere che le si possa certificare con la scienza. a volte basta misurare gli effetti
    che farebbe supporre che non si sappia bene cosa sia l'equivalente della materia oscura quando si parla di agopuntura, ma si suppone che questo qualcosa esista perche' se ne vedono gli effetti.

    Eppure nel post precedente a questo misterioso equivalente della materia oscura hai dato un nome, anzi due: Qi ed ENERGIA ELETTRICA (per inciso immagino che l'aver scritto tutto maiuscolo volesse dimostrare che oltre ad essere cosa misurabile direttamente e' nota ed e' banale)
    cfr:
    L'agopuntura agisce sul qi che è l'energia vitale del corpo o per dirla con parole più scientifiche è L'ENERGIA ELETTRICA DEL CORPO

    A questo punto se il Qi od "energia elettrica del corpo" come la chiami esiste ed e' direttamente misurabile non si capisce per quale motivo tu abbia sentito la necessita' di tirare in ballo la materia oscura quando sarebbe bastato portare l'esempio di una lampadina: corrente misurabile, effetto visibile.
    Forse hai fatto confusione e quello che in realta' volevi dire e' la causa e' nota e misurabile e si chiama Qi. Quello che invece non e' noto e' se questo Qi e' causa degli effetti che vediamo, quando li vediamo e perche' il piu' delle volte questi effetti di fatto o non li vediamo o sono dubbi.

    In ultimo spero non ti dispiaccia se ti faccio notare che forse hai le idee confuse anche per quanto riguarda il famoso Qi: secondo te sarebbe ENERGIA ELETTRICA DEL CORPO, secondo altri sarebbe una radiazione nel vicino infrarosso con lunghezza d'onda tra 0.8 e 2.7 micrometri, secondo alcuni scienziati cinesi sarebbe una sostanza dotata di massa, secondo alcuni scienziati giapponesi sarebbe pura informazione e secondo altri ancora altro non sarebbe che entropia [1].
    Tu da che parte stai ?

    [1]
    S. Tsuyoshi Ohnishi, Tomoko Ohnishi
    The Nishino Breathing Method and Ki-energy (Life-energy): A Challenge to Traditional Scientific Thinking
    Evid Based Complement Alternat Med. 2006 June; 3(2): 191–200

    RispondiElimina
  40. Ehm WeWee... ti ho detto che lo vidi in tv anni ed anni fa, e quel link che ti ho copiato, trovato in un attimo in rete, del cesareo parla...

    E, ti prego, non confondermi con chi viene di nascosto per parlar male di te.

    Anche io ero dove eri tu, anche io mi sono fatto bannare.

    Ti parlo con il cuore in mano, perchè sto notando un tuo comportamento che inizia ad essere diverso da come sei sempre stato.

    RispondiElimina
  41. P.S.
    Il fatto di usare aghi PIU' elettricità è la prima ed unica cosa che ho detto. Ma tu hai risposto che non era possibile.
    Forse credevi che parlassi solo di aghi...

    Credo sia stato questo il "problema".

    :)

    RispondiElimina
  42. WeeWee, volevo solo segnalarti che da un paio di giorni ho notato una certa fatica del mio browser (Firefox aggiornato all'ultima versione) ad aprire il blog.

    RispondiElimina
  43. Thhh, in realta' in astrofisica si parla anche di energia oscura che alcuni chiamano quintessenza ed introdotta per spiegare le recenti osservazioni astronomiche che mostrano un universo in accelerazione.
    Qui pero' deviamo dall'argomento del post

    RispondiElimina
  44. si hai ragione, verrebbe un problema di omonimia..
    energia criptica, questa dovrebbe avere ancora lo slot libero :D

    RispondiElimina
  45. Posso parlare da preparato in quel che sto per dire? Per Adanos & C:

    Una cosa di base è che il corpo umano non ha corrente elettrica/elettricità che viaggia.
    Non ci sono elettroni che si muovono, come in un cavo elettrico.
    C'è la differenza di potenziale dipendente dalla concentrazione degli ioni (Sodio, Potassio, Cloro...).

    E non ci sono segnali che arrivano dal cervello per fare battere il cuore. Quello batte da solo per alcune zone che gli "sparano" lo stimolo (nodo seno-atriale, atrio ventricolare, etc...).

    Questo non è internet, è fisiologia, basta aprire un libro e leggere. A me è toccato prendermi l'esame all'Uni.

    Il Chi...
    Certo, è sbagliato legarlo alla corrente, a cose che si muovono ma non si vedono né si sentono.

    Ma sicuro è legato alla funzionalità corporea.
    La cosa standard è la temperatura.
    Aumenti il Chi e si riscalda la parte, lo togli e si raffredda.
    L'ho fatto, con tanto di termometri.
    A cosa è legato? Nulla di "esoterico", alla circolazione del sangue sicuro.

    Ti "concentri" ed arriva più o meno sangue.
    Cutaneo, ci sono le valvoline alle arteriole, non volontarie naturalmente.
    Ma, forse, "concentrandosi", qualcosa si riesce a controllare, per vie traverse.

    Così come farsi passare il mal di testa od i dolori da impatto.

    Magia? No.
    Forse endorfine grazie alla "concentrazione"?

    Credo sia ridicolo ritenere che la Medicina conosca TUTTE le potenzialità cerebrali.

    Naturalmente, come dice WeWee, DEVE esssere dimostrato TUTTO.
    Perché da secoli i ladri vendono bugie agli ignoranti.

    Onestà e cuore pulito, questa è la base.

    Scusate le tante parole.

    RispondiElimina
  46. @ foe hammer
    Tipica risposta di chi non sa rispondere seriamente alle domande. Non mi stupisce da parte di un seguace di Mazzucco.
    Non sto a spiegarti cosa sia la materia oscura perche' con te sarebbe tempo sprecato.

    ohohohoh un seguace di Mazzucco ohohohoh al rogo! al rogo! al rogo!
    Il fatto che bazzichi su LC non significa che sono seguace di qualcuno.
    Io non ho bisogno di guru per vivere.
    Non sai neppure cosa ci stai a fare sulla terra, fuguriamoci se sai cos'è la materia oscura dell'universo.

    "Ah si, e allora coma fai a sapere che esistono, perche te lo dice babbo natale ? "

    è chi sarebbe? il tuo babbo? mi spiace non lo conosco.

    @Thhh

    Però poi mi devi far vedere che in seguito all'agopuntura li modifichi
    e che li modifichi in modo significativo rispetto a un controllo con aghi attaccati a casaccio, e con la sham.
    e, più avanti, cercare anche di capirne il perchè?

    Preciso che non sono agopuntore, ma pratico lo shiatsu (che utilizza le stesse nozioni di MTC) e quindi agisco sui punti e sui meridiani usando le mani al posto degli aghi.
    Per quanto mi riguarda posso assicurati che i punti si modificano, cambiano consistenza, resilienza, a volte temperatura, la pelle in corrispondenza del punto cambia tono e colore.
    Naturalmente i cambiamneti sono tanto più percettibili tanto più il punto o il canale è in uno stato di disarmonia (ostruzione/blocco energetico).
    Tengo a precisare che il Qi non è una cosa assestante dal resto del corpo, ma è in relazione con cose tangibili come muscoli,ossa,sangue ed organi, basta studiare MTC per capire.
    il perchè di questo cambiamento non è un mistero, quando si tolgono dei tronchi che bloccano il decorso dell'acqua di un fiume, non ci si stupisce che il flusso del fiume torna armonioso no?
    Mica chiamiamo attivissimo o piero angela per farci spiegare come mai l'acqua riprende a scorrere ... ci arriviamo da soli no?
    spero.


    @max(L) l'esempio di materia materia oscura l'ho portato in relazione ai punti e ai meridiani che qualcuno contesta essere inesistenti in quanto non segnati come autostrade sulla pelle a mo di mappa stradale.
    non sono io quello confuso:-)

    per quanto riguarda la reale natura del qi, quanto da te riportato sono solamente diversi punti vista, ti ricordo che l'energia 'elettrica' ha massa , trasporta o può trasportare informazioni ed emette radiazioni.
    Poi possiamo discutere all'infinito su ciò che è finito e ciò che è infinito ma fancamente non è mio compito.
    sono intervenuto sul blog per caso giusto perchè, a differenza di altri, ho una minima conoscenza di MTC.

    Con questo chiudo i miei interventi, chi ha voglia di capire si studi e pratichi quello che insegna la Medicina Tradizionale Cinese (MTC).

    Chi si sollazza a sfottere e denigrare determinati argomenti dal basso della sua ignoranza e pochezza mentale, è libero di farlo qui e in tutto l'universo conosciuto.

    inoltre quoto Grezzo che dice
    "WeeWee, volevo solo segnalarti che da un paio di giorni ho notato una certa fatica del mio browser (Firefox aggiornato all'ultima versione) ad aprire il blog."
    ed aggiungo a postare commenti.


    auguri sinceri (veramente) di buon anno
    adanos

    RispondiElimina
  47. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  48. Preciso che non sono agopuntore, ma pratico lo shiatsu [...]
    Per quanto mi riguarda posso assicurati che i punti si modificano, cambiano consistenza, resilienza, a volte temperatura, la pelle in corrispondenza del punto cambia tono e colore.
    Naturalmente i cambiamneti sono tanto più percettibili tanto più il punto o il canale è in uno stato di disarmonia (ostruzione/blocco energetico


    allora, tu con le mani modifichi il Qi, che a tuo dire è flusso di energia elettrica, e quel che vedi è un cambiamento nell'elasticità, di colore e di temperatura.
    tutte caratteristiche attribuibili al drenaggio linfatico e alla vasodilatazione in seguito allo stress meccanico dato dalle tue (sante -adoro i massaggi!) mani.
    In che punto hai modificato le correnti elettriche?
    perchè non applichi un galvanometro per verificare se quelle correnti elettriche le hai modificate o meno? è certamente alla portata di ttui, mica uber-tech.

    Con questo chiudo i miei interventi, chi ha voglia di capire si studi e pratichi quello che insegna la Medicina Tradizionale Cinese (MTC).

    saluti. chi discute è sempre il benvuto :)

    RispondiElimina
  49. """@Kempeitai

    La Kempeitai non e' stata la polizia militare dell'esercito imperiale giapponese fino alla fine della seconda guerra mondiale ?"""

    @ The Foe-Hammer

    Sì. Qualla attuale, di polizia militare giapponese, non so come si chiami. Credo comunque che sia un organismo ministeriale civile a causa della smilitarizzazione amministrativa imposta dall'America.

    RispondiElimina
  50. Non sai neppure cosa ci stai a fare sulla terra, fuguriamoci se sai cos'è la materia oscura dell'universo.

    Ecco il tipico frequentatore di siti come LC, prima un post apparentemente educato, poi se non sa cosa rispondere, da risposte che non c'entrano una beata fava, infine non sapendo piu' cosa dire passa agli insulti. Bravo complimenti, non c'e' che dire.
    Poi io di materia oscura ne so senz'altro piu di te dato che sono un fisico.

    "Ah si, e allora coma fai a sapere che esistono, perche te lo dice babbo natale ? "

    è chi sarebbe? il tuo babbo? mi spiace non lo conosco.

    No e' quell'omino vestito di rosso con barba bianca che va in giro su un slitta volante trainata da renne

    @Thhh

    Si energia criptica mi sembra vada bene, dato che la sua natura e' particolarmente oscura
    :-)

    RispondiElimina
  51. l'energia 'elettrica' ha massa , trasporta o può trasportare informazioni ed emette radiazioni

    La massa ce l'hanno i portatori di carica elettrica (come gli elettroni), non certo l'energia elettrica in se stessa.
    Le informazioni vengono portate tramite segnali elettrici o radiazioni elettromagnetiche, non dall'energia elettrica in se stessa.
    Basta leggere un testo base di fisica.

    RispondiElimina
  52. @Adanos:
    l'esempio di materia materia oscura l'ho portato in relazione ai punti e ai meridiani che qualcuno contesta essere inesistenti in quanto non segnati come autostrade sulla pelle a mo di mappa stradale.
    Mappe dei meridiani se ne trovano ovunque in gran quantita' e con facilita' ; contestarne l'inesistenza perche' non si trovano tatuate sulla pelle e' sicuramente un falso problema.
    Quello che ha motivo d'essere contestato invece e' semmai l'esistenza di flussi specifici di qualsivoglia natura corrispondenti agli specifici percorsi nelle suddette mappe.
    Se dunque questi misteriosi flussi esistono ma non sono misurabili se non attraverso i loro effetti allora e' evidente che questi effetti devono essere misurabili,ripetbili e specifici.

    per quanto riguarda la reale natura del qi, quanto da te riportato sono solamente diversi punti vista, ti ricordo che l'energia 'elettrica' ha massa , trasporta o può trasportare informazioni ed emette radiazioni.
    Ma neanche per idea: che l'energia meccanica ad es. possa essere trasformata in calore non implica un'equivalenza tra le due.

    Poi possiamo discutere all'infinito su ciò che è finito e ciò che è infinito ma fancamente non è mio compito.

    E che c'entra adesso l'infinito ?

    RispondiElimina
  53. @ Morfeo:

    sto notando un tuo comportamento che inizia ad essere diverso da come sei sempre stato.

    Se mi spieghi quale sarebbe questo comportamento potrebbe essere costruttivo.

    @ Adanos:

    Per quanto mi riguarda posso assicurati che i punti si modificano, cambiano consistenza, resilienza, a volte temperatura, la pelle in corrispondenza del punto cambia tono e colore.

    E ci credo. Sarebbe spiegabilissimo con la semplice pressione delle mani (anche di un dito), non è certo questo che dimostra l'eventuale esistenza di "flussi", Qi o altre energie.
    Che poi come si sa in medicina più che le parole contano i fatti: tu questi "flussi" li vedi, li misuri? Li tocchi con mano? Dimostra la loro esistenza in qualsiasi modo (controllato, naturalmente) tu preferisci. Faresti tre servizi: due a te (faresti una scoperta eccezionale e passeresti alla storia) ed uno all'umanità (offriresti una prova di funzionamento dell'agopuntura e simili).
    Mi pare che il gioco valga la candela, anzi l'ago.

    il Qi non è una cosa assestante dal resto del corpo, ma è in relazione con cose tangibili come muscoli,ossa,sangue ed organi

    Questo infatti è quello che afferma chi pratica agopuntura. Ma tra un'affermazione e la prova dell'esistenza di questa affermazione c'è un vuoto enorme. Per esempio sai benissimo che c'è gente che sostiene l'interferenza degli astri nel nostro destino e porta a sostegno non solo la tradizione di questa arte millenaria ma anche libri, testi pseudoscientifici e "prove" non controllate.
    Ci sono anche milioni di persone che seguono questa pratica nel mondo (più di quelle che praticano l'agopuntura), ti bastano queste cose per definire "attendibile" un'affermazione?
    A me no.



    Per tutti: anche io ho problemi (importanti) a visualizzare bene il blog per questo mi sto limitando nelle risposte (pubblicare un commento mi è quasi impossibile) e sto cercando di rimediare.
    Non capisco intanto se è un problema della piattaforma Blogger visto che in altri blog hanno lo stesso problema.
    Mi scuso ma ci sto lavorando.

    A presto.

    RispondiElimina
  54. WeWee...
    ho scritto tanto, rispondendo varie volte a quello che mi avevi chiesti, e tu mi hai chiesto una sola cosa legata ad una sola frase. Senza parlare di altro che avevo scritto né di quello che ti avevo risposto.

    Questo è quello che NON facevi, ma fa SEMPRE qualcun altro.

    E questo è quello che avevo notato e mi ero permesso di dirti.

    Spero ti ricordi chi sono, da dove arrivo e perché (se chiedi ti dico che è già scritto nell'altro commento).

    RispondiElimina
  55. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  56. """No, sono un medico."""

    @ WeWee

    Ho cercato nell'albo indicato nel link ma non esiste nessun dottr WeWee! : )

    RispondiElimina
  57. Ho cercato nell'albo indicato nel link ma non esiste nessun dottr WeWee! : )

    E' un complotto dell'ordine dei medici.
    Apro un blog per denunciarlo...
    ;)

    RispondiElimina
  58. Ho trovato l'unico motivo plausibile e finora scientificamente valido per fare l'agopuntura! :D

    RispondiElimina
  59. molto interessante, tanto l'articolo quanto le considerazioni. mi intrigava Morfeo quando parla di "concentrazione", ricordandomi un articolo che mi pare di aver letto su Le scienze qualche anno fa, riguardo ad un tizio che vinse il record di nuoto in acque ghiacciate essendo capace di farsi venire la febbre con la meditazione (!!!)

    RispondiElimina
  60. Ciao, sono da poco venuto a conoscenza del tuo interessantissimo blog.
    A poco a poco conto di "recuperare" gran parte degli articoli pubblicati, ma per il momento mi sono concentrato su quelli dedicati alle cosiddette "medicine alternative". Vorrei esprimerti tutta la mia approvazione per quello che hai scritto, forma e contenuti sono estremamente chiari, precisi e convincenti. In particolare, quello che scrivi sull'agopuntura mi pare particolarmente ben riuscito e in grado di spazzare via ogni possibile residuo di credito sui miti che circolano tra gli entusiasti di questo genere di pratiche. Ma proprio a tal proposito, sarei molto interessato a sapere qualcosa di più riguardo a come la legge italiana si pone nei confronti dell'agopuntura (e di tutte le pratiche alternative, in generale). Mi pare di aver letto che è necessario che chi le somministri sia un medico e che l'utilizzo sia limitato ad un numero ben circoscritto di patologie. Ma potrei anche sbagliarmi, anche perchè mi sembra che un atteggiamento del genere sia un po' in contrasto con la premessa di fondo che si tratta comunque di una pratica la cui efficacia è prevalentemente legata ad effetto placebo.
    Ti sarei grato se volessi darmi qualche delucidazione in merito, magari potrebbe essere un argomento per un nuovo articolo.
    Grazie

    RispondiElimina
  61. Ciao, sono da poco venuto a conoscenza del tuo interessantissimo blog.

    Benvenuto.

    Mi pare di aver letto che è necessario che chi le somministri sia un medico e che l'utilizzo sia limitato ad un numero ben circoscritto di patologie.

    Per legge (in Italia) l'agopuntura deve essere praticata SOLO da medici abilitati alla professione ed iscritti in un apposito albo.
    Per quanto riguarda il tipo di malattie trattabili non esiste né un elenco né un limite ufficiale. In teoria si può trattare qualsiasi malattia.

    In linea di massima l'atteggiamento degli ordini dei medici è più o meno quello di preferire che alcune medicine alternative considerate meno "pericolose" siano praticate dai medici così da avere una sorta di "controllo" e di conoscenza dei limiti dell'effetto placebo di queste medicine. Un medico sa quando può proporre una medicina che si basa sull'effetto psicologico (ad esempio nei casi di ansia, malattie psicosomatiche, panico, cefalee, stress, eccetera) e quando invece servono medicine reali.
    Che poi questo atteggiamento sia perlomeno discutibile, credo sia abbastanza palese.

    Prima o poi ne riparleremo...
    Ciao!

    RispondiElimina
  62. Ciao WeWee e grazie per la risposta.
    In effetti quello su cui mi premeva di più approfondire era proprio la pratica discutibile di consentire ad un medico di intervenire con pratiche del genere laddove la prassi comune richiederebbe che determinate patologie vengano trattate in altro modo e seguendo protocolli ritenuti efficaci ben oltre il semplice effetto placebo. Mi sembra che in questo caso si introduca un ulteriore elemento di arbitrio che potenzialmente potrebbe causare più problemi che altro, ed è qui il motivo della mia perplessità a riguardo e del mio interesse e comprendere come si sia arrivati a consentire per legge il ricorso a questo genere di pratiche.
    Spero davvero che in futuro riuscirai a trovare il tempo per scriverci un articolo dei tuoi.
    Per il momento ti rinnovo i complimenti (con una menzione speciale sull'ottimo dossier sulla cura Di Bella) e ti saluto.

    RispondiElimina
  63. E intanto, a un TG nazionale, venerdì scorso hanno dato la notizia che uno studio (se non ricordo male inglese) ha dimostrato che l'agopuntura stimola reazioni nel cevello che vanno al di là dell'effetto placebo. :-/
    Ma chi ci crede?

    RispondiElimina
  64. "Alcuni stati prevedono l'agopuntura negli ospedali pubblici. Personalmente ho lavorato fianco a fianco con un'ostetrica che in Francia praticava la "moxibustione", una variante dell'agopuntura che sfrutta il calore prodotto da un cono di materiale vegetale a cui viene dato fuoco. Questo cono veniva applicato sull'alluce di una donna in gravidanza per curare vari disturbi, dalla nausea alla cefalea ma soprattutto per far girare con la testa in basso, un feto podalico (cioè con la testa in alto ed il sedere verso il basso): si chiama rivolgimento.

    La pratica era svolta in un ambulatorio pubblico di uno dei più grandi e conosciuti ospedali del nord della Francia, offerto dal servizio sanitario pubblico.

    Non ho mai visto un caso di rivolgimento in sei mesi di attività.

    I disturbi più lievi (nausea, vomito, cefalea, ansia) ricevevano spesso conforto."

    ...scusa se mi permetto ma, forse l'ostetrica non era preparata perchè la moxa per capovolgere il feto va posta sul mellino (5°dito), per la precisione in corrizpondenza dell'attaccatura dell'unghia esterna, più volte al giorno e ad intervalli piuttosto regolari.... forse non funziona sempre ma è un tentativo innoquo che, a parer mio, potrebbe essere fatto prima di arrivare alla molto piu rischiosa manovra di capovolgimento manuale del feto... :-)

    RispondiElimina
  65. ...scusa se mi permetto ma, forse l'ostetrica non era preparata

    Giustificazione poco valida.
    Se funziona è perché è efficace, se non funziona (come dicono tutte le ricerche sull'argomento, la mia è solo un'esperienza empirica) è colpa della poca preparazione (in ogni caso l'ostetrica era più che preparata, era il suo lavoro da anni, era addirittura "sofrologa", pratica che sconoscevo ed aveva pure una certa età).

    forse non funziona sempre ma è un tentativo innoquo che, a parer mio, potrebbe essere fatto prima di arrivare alla molto piu rischiosa manovra di capovolgimento manuale del feto...

    Sarà "innocua" ma costa e non funziona, quindi non serve farla.
    In ogni caso il rivolgimento manuale è una manovra molto delicata che si esegue raramente, solo in certe condizioni e con determinati accorgimenti. La presentazione podalica è oggi una delle rarissime indicazioni assolute per il taglio cesareo. Perché spendere soldi per qualcosa di inutile non lo capisco, tanto vale tentare una danza propiziatoria al chiar di Luna, gratuita.

    RispondiElimina
  66. Salvo, scusa, non travisare quello che scrivo, ho detto che non era preparata sulla moxa non nel suo lavoro!! Ovunque tu vada a cercare troverai che va posta sul 5° dito non sull'alluce quindi non mi stupisce che tu possa non aver mai visto un feto girarsi!
    qui c'è lo studio clinico http://www.saperidoc.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/511
    effettuato da MEDICI su 6rct che dichiarano che la moxibustione presenta effetti positivi sul capovolgimento fetale... se praticata sul dito giusto ovviamente!!

    RispondiElimina
  67. Non sono io l'esperto di moxibustione, era lei e non è riuscita a fare girare un solo feto, almeno in quei sei mesi che ho seguito.

    Esperienza analoga qui in Italia (sono ginecologo e feti podalici ne vedo un bel po', l'ultimo oggi e farà moxibustione, abbiamo già organizzato il TC, visti i risultati che si ottengono, qualcuno si gira, la maggioranza no, proprio quello che succede senza fare nulla).

    La metanalisi che riporti è, basta leggerne le caratteristiche, debolissima, comprende pochi studi, più della metà cinesi (che non riportano MAI i risultati negativi, quando li ottengono) e di scarsa qualità, è chiaro che se cerchi gli studi che danno ragione alla tua ipotesi puoi dimostrare quello che vuoi, si chiama "cherry picking", non per niente hanno escluso le review Cochrane, le più precise.
    Lo sottolineano anche gli autori d'altronde:

    "although these results should be viewed with caution, given the considerable heterogeneity found among studies"

    Andiamo a vedere proprio queste, le Cochrane, che invece selezionano solo i numeri più corretti, se esistono. Ti riporto solo l'ultimo (tutti concludono allo stesso modo) in ordine di tempo, quello del 2012:

    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22592693

    Nessuna differenza tra un gruppo e l'altro, la moxa funziona come il non fare nulla.
    Tanto per curiosità, anche il nostro ISS ha realizzato uno studio (poi interrotto) che ha dato gli stessi risultati: nessuna differenza.
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15924530

    In base a questo ed alla implausibilità dell'ipotesi del suo funzionamento (al solito, inventato), non si tratta di pratica scientifica né efficace.

    RispondiElimina
  68. Non ho cercato lo studio ad hoc, giuro, ho digitato in italiano e quello è il primo che mi è uscito, non discuto sul fatto che ce ne siano di discordanti... però mi raccomando, a questa gestante, praticatela sul 5° dito e con metodo non sull'alluce! :-D

    RispondiElimina
  69. ma la parte 2 non è più uscita?

    RispondiElimina
  70. Sì, trovi il link nell'ultima riga dell'articolo, comunque è qui:

    http://medbunker.blogspot.com/2010/01/agopuntura-pungere-il-mito-ii-parte.html

    RispondiElimina
  71. Grazie,la cercavo con la ricerca all'interno del blog ma mi trovava solo la prte 1 e non potevo proprio perdermi la parte 2 ora che una mia amica laureata in scienze motorie vuole fare un corso di moxibustione, che disdetta :(

    RispondiElimina
  72. Caro Dr. Di Grazia ciao, sono un collega di 55 anni, laureato a 24 con 110 e lode e una tesi in genetica. Per moltissime ragioni ho scelto di curare solo in regime di libera professione. Al mio armamentario terapeutico non faccio mancare niente dal farmaco alla psicoterapia passando per le vitamine e l'agopuntura. Si affezionano a me i pazienti che sono stati trattati male dagli altri medici, sia per fretta, sia per sovravvarico di lavoro, sia per superficialità, sia per stress, e molto spesso per effetti collaterali anche gravi ai farmaci (d'altronde i foglietti illustrativi parlano chiaro). Nessun informatore farmaceutico è mai venuto a trovarmi nel mio ufficio perché non ho il ricettario regionale per dispensare farmaci e visite specialistiche gratis (o quasi), e non posso agevolare nessuno facendolo passare avanti agli altri per un intervento, una visita o simili raccomandazioni. Quando ho avuto bisogno di informarmi su qualche farmaco, l'ho fatto in modo indipendente, e mai tramite qualcuno con funzioni espressamente create per vendere farmaci ai medici. Lo stesso vale per fitoterapici (la fitoterapia è una branca della farmacologia, lo sanno quasi tutti), vitamine, minerali e altro. Non mi sento migliore di nessun altro medico, ognuno fa quel che può in base al suo carattere e alle sue esigenze, alla sua storia personale, ma credo che se noi italiani prendiamo linee guida dagli americani è perché la medicina lì è libera, e se una "terapia" non è pericolosa la delegano senza troppe storie ai non medici. In Gran Bretagna l'agopuntura non è affatto regolamentata, e quando l'ho letto non credevo ai miei occhi. Ma hanno ragione, perché la considerano meno pericolosa di un tatuaggio. Un pneumotorace con ago non cavo e non tagliente è davvero improbabile... Le varie associazioni e lobby di agopuntori britannici (quasi tutti non medici) hanno chiesto ripetutamente al governo una regolamentazione, ma la risposta è stata sempre negativa, l'ultima nel 2012 credo.
    Il tuo ragionamento sull'agopuntura mi fondamentalmente piaciuto, aggiungo di mio che i medici che la praticano la usano come una rito religioso non diversamente dai medici che credono nel Dio dei cattolici e vanno a messe e comunioni (che per alcuni studiosi sono completamente inutili, senza bisogno di fare ricerche doppio cieco e con placebo). Sei stato molto equilibrato nel giudizio e hai dimostrato di conoscere piuttosto bene l'argomento, anche se non so se hai mai provato di persona l'agopuntura per un dolore. Forse non ne hai mai avuti oppure non hai mai avuto effetti collaterali da farmaci. In sintesi, hai la mia approvazione, per quel che conta. L'unica cosa che non mi piace è che tu accetti - e immagino usi - regali dalle aziende farmaceutiche, e qui mi ricordi uno dei più grandi detrattori italiani dell'agopuntura, il Professor Garattini, che parla da un pulpito di ricerca prevalentemente farmaceutica. Accettare i regali anche piccoli, insignificanti, espone il tuo fianco alla non parzialità di giudizio. Personalmente ti suggerisco di rinunciare a questa pratica "convenzionale". Forse tu porti dei regalini al tuo commercialista? Al tuo idraulico? Al tuo panettiere? Finisco con questo: confermo che la pratica dell'agopuntura è per molti aspetti ciarlataneria, ma il male che perpetrano le multinazionali farmaceutiche e vaccinali è un male straordinariamente maggiore, e non è diverso da quello che perpetrano tutte le altre multinazionali (petrolio, cibi colla, e amianto e diossine varie). Questi associazioni di umani nemici dell'umanità semplicemente considerano gli utilizzatori finali dei loro prodotti come consumatori e raramente come persone. Cari saluti. A breve ti manderò un'email con la sintesi delle mie presunte "scoperte" nel campo dell'anatomia macroscopica applicata all'agopuntura. Sei bravo, ma non c'è bisogno che te lo dica io. Continua così.

    RispondiElimina
  73. se noi italiani prendiamo linee guida dagli americani è perché la medicina lì è libera, e se una "terapia" non è pericolosa la delegano senza troppe storie ai non medici.

    In realtà noi le linee guida ormai le abbiamo quasi tutte nostrane e spesso ci rifacciamo agli organismi (società scientifiche, studi, centri di ricerca) europei, la realtà statunitense è molto diversa dalla nostra, anche dal punto di vista medico.

    Un pneumotorace con ago non cavo e non tagliente è davvero improbabile...

    Improbabile non significa impossibile e il pneumotorace è la complicanza grave più frequente dell'agopuntura (sono descritti anche diversi decessi), quindi dire "l'agopuntura non è pericolosa è sbagliato". Qui un lavoro che ne parla (ma ce ne sono altri) con molti numeri: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3755677/

    non so se hai mai provato di persona l'agopuntura per un dolore.

    Sì, da un amico agopuntore che mi ha "sfidato" per risolvere un mal di denti. Mi è finita con anestesia e devitalizzazione. :)

    L'unica cosa che non mi piace è che tu accetti - e immagino usi - regali dalle aziende farmaceutiche

    I regali delle aziende che accetto sono elencati a fondo pagina del blog, sono chiamati comunemente gadget e ci sono leggi precise che ne regolamentano l'entità ed il valore. Sì, uso le penne e la carta che mi regalano e no, non prescrivo farmaci in cambio di penne, carta e spillette.

    Accettare i regali anche piccoli, insignificanti, espone il tuo fianco alla non parzialità di giudizio.

    Se pensi che la mia parzialità di giudizio si faccia condizionare da una penna di plastica non mi conosci bene, quindi evita per favore illazioni sul mio conto, altrimenti potrei sentirmi libero di dire quello che voglio sul tuo conto senza conoscerti, usare dei luoghi comuni o fare le solite illazioni sulle fatture dei colleghi libero professionisti.
    ;)

    Forse tu porti dei regalini al tuo commercialista? Al tuo idraulico? Al tuo panettiere?

    Perché no?
    Sai, oltre al "dovere professionale", possono esserci rapporti umani e personali che rompono le consuetudini ed io di "regalini" (non in cambio di qualcosa ma per affetto) ne ho fatti, pensa, persino all'operaio che mi ha installato delle cose a casa. Un medico (ma anche qualsiasi dipendente pubblico) non deve accettare "regali" non consentiti o non opportuni, ma pensi che se una donna che ho aiutato durante il parto mi porta una bottiglia di vino dovrei sentirmi in colpa o rifiutare perché "condizionante"?
    Per quanto riguarda invece i regali delle aziende farmaceutiche, come detto, esistono leggi molto restrittive, precise e chiare ed io le leggi le rispetto.

    ma il male che perpetrano le multinazionali farmaceutiche e vaccinali è un male straordinariamente maggiore

    Presumo quindi tu ricavi i tuoi farmaci e vitamine da produttori locali o li estrai personalmente, altrimenti sei complice di questi (da te definiti) criminali dell'umanità. Perché è bello accusare gli altri di crimini e poi fare parte della banda, oltre ad essere criminali si rischia di essere ipocriti.

    Saluti!

    RispondiElimina
  74. Caro Salvo Di Grazia,



    Permettimi di replicare al collega, dr.Stefano Marcelli.

    Premetto che il sottoscritto lavora in una industria farmaceutica con il conseguente evidente conflitto di interessi. In altre parole, il sottoscritto è, agli occhi del collega, un rappresentante dei “nemici dell'umanità”, mentre personalmente sono fiero e orgoglioso di lavorare per una industria farmaceutica.

    Ci tengo comunque a precisare che condivido al 100% le sagge parole del collega quando scrive “Non mi sento migliore di nessun altro medico, ognuno fa quel che può in base al suo carattere e alle sue esigenze, alla sua storia personale“.

    Su quest’ultimo concetto si concorda pienamente.



    Marcelli scrive:” la pratica dell'agopuntura è per molti aspetti ciarlataneria, ma il male che perpetrano le multinazionali farmaceutiche e vaccinali è un male straordinariamente maggiore, […]”.

    Non voglio ovviamente convincere nessuno, ma – se mi è concesso – vorrei solo esprimere tutto il mio totale dissenso nei confronti di ciò che dice Stefano Marcelli.



    Ciò premesso, metto in evidenza il fatto che il collega mette sul piatto della bilancia la ciarlataneria di molti aspetti dell’ agopuntura (che Lui stesso dichiara però di praticare!!!!) e, infine, sostanzialmente l’ assolve (!), all’ insegna del “benaltrismo” con riferimento a quanto ha fatto big-medium-small Pharma, cioè l’ industria farmaceutica in generale (o Pharma).



    La mia opinione è invece che l’ agopuntura non debba essere assolta per nulla e debba invece essere stigmatizzata come bene ha fatto il collega Di Grazia.

    RispondiElimina
  75. Personalmente ritengo che oggigiorno la Scienza Medica in particolare e la Scienza in generale sia sotto attacco da più fronti.
    Non vi sono solo agopuntori, pranoterapeuti, omeopati, seguaci del dottor Mozzi, affiliati della Nuova Medicina Germanica del dr. Hamer, demonizzatori dei vaccini, paladini del bicarbonato di Simoncini, alfieri del siero di Bonifacio ecc. ecc. ecc.

    Oltre a costoro, vi è anche una infinità di vocine isteriche che urlano i propri auto-convincimenti anti-scientifici: creazionisti, negazionisti del riscaldamento globale, predittori di terremoti, lettori di oroscopi, araldi della fusione fredda, anti-OGM, paladini delle scie chimiche, sostenitori del complotto basato sull’impianto sottocutaneo di microchip, apologeti della realtà “oltre-cerebrale” dei NDEs (Near Death Experiences), frequentatori di chiromanti e chiropratici, paladini dei cerchi nel grano, cartomanti e fattucchiere, animalisti anti-sperimentazione animale, ecc. ecc. ecc.

    In altre parole, si constata una marea di analfabetismo di massa che rappresenta un fatto gravissimo e politicamente non irrilevante.

    E ciò è straordinariamente aggravato proprio dal comportamento di alcune persone, come il collega Stefano Marcelli, che nonostante il proprio backgroud, avallano, nei fatti, tali irrazionalità.

    RispondiElimina
  76. Poi non ci si deve stupire - ad esempio - di casi come quello del Metodo Stamina di Vannoni. Come giudica quei colleghi medici che hanno somministrato il Metodo Stamina a quei poveri bambini??

    Personalmente sono nettamente più benevolo nei confronti di Davide Vannoni, per il quale in fondo non posso escludere una buona fede, rispetto ai colleghi che avevano, hanno o comunque avrebbero dovuto avere quelle competenze medico-scientifiche per “fermare” fin dall’ inizio il Metodo Stamina.



    Per quanto riguarda le indubbie malefatte di Pharma, queste vanno severamente condannate senza “se” e senza “ma”.

    E condivido assolutamente l’ idea che vi siano ancora tante cosa da migliorare nel Mondo del Farmaco. Però non si è generosi se non si riconosce che tantissimi passi in avanti, anche proprio sul piano della eticità e della trasparenza, sono stati fatti da Pharma.

    A questo riguardo ricordo un aneddoto che mi raccontava mio zio, che - tanti anni or sono - lavorava in una piccola industria farmaceutica in una città del Nord. Mi ricordo che mi raccontava di un cliente che veniva dal Sud a comprare un vagone di bottiglie di acqua colorata. Il compratore si raccomandava che il contenuto fosse non tossico o velenoso. In un secondo tempo avrebbe personalmente pensato Lui stesso ad appiccicargli imprecisate - agli occhi di mio zio - etichette. Questa storia, oltre a essere vera in sè, potrebbe anche essere considerata una storia archetipica dei fabbricanti di medicine, che affonda nella notte di tempi. Bè, oggi non è più così. Oggigiorno, non vi è più spazio per stregoni e ciarlatani nel Mondo del Farmaco, almeno quello etico. Vi possono essere altre ribalderie (che devono essere combattute), ma almeno la stregoneria e ciarlataneria non c’è più.



    Cordialità



    Disclaimer: Quelle riportate sono solo ed esclusivamente opinioni del sottoscritto e non devono in alcun modo essere collegate all’ Istituzione in cui lavora.

    RispondiElimina
  77. Caro Di Grazia, la tua risposta cordiale ed equilibrata mi lusinga. A corollario, se mi chiedessero: "Cosa ti porteresti della medicina moderna sull’unica isola rimasta intatta e selvaggia, e in cui c'è tutto per sopravvivere e ricominciare dopo l’olocausto chimico-nucleare?", risponderei: “Non mi alcun libro di agopuntura né di altra religione, ma l'enciclopedia più completa di botanica che includa fitognosia e fitoterapia, per riconoscere i cibi commestibili e le erbe terapeutiche.
    Se può interessare sia a te che ai lettori di questo blog sullo status quo dell'agopuntura, su www.agopunturagenetica.it ho raccolto tutte le osservazioni in agopuntura, che ho fatto applicando il “metodo scientifico”, per cui ogni critica sulle modalità di applicazione sarà benvenuta.
    Cordialissimi saluti,
    Stefano Marcelli

    RispondiElimina

I tuoi commenti sono benvenuti, ricorda però che discutere significa evitare le polemiche, usare toni civili ed educati, rispettare gli altri commentatori ed il proprietario del blog. Ti invito, prima di commentare, a leggere le regole del blog (qui) in modo da partecipare in maniera costruttiva ed utile. Ricorda inoltre che è proibito inserire link o indicare siti che non hanno base scientifica o consigliare cure mediche. Chi non rispetta queste semplici regole non potrà commentare.
I commenti che non rispettano le regole potranno essere cancellati, anche senza preavviso. Gli utenti che violassero ripetutamente le regole potranno essere esclusi definitivamente dal blog.

Grazie per la comprensione e...buona lettura!