mercoledì 10 giugno 2009

Video: Il cancro al microscopio

La comunicazione tra medico e paziente è spesso un ostacolo insormontabile.
Quasi sempre difficile da comprendere da parte del medico, è vissuto con difficoltà anche dal paziente che evita di chiedere chiarimenti o per timidezza o per una sorta di "timore reverenziale" nei confronti del camice bianco che ha di fronte. A volte, è anche vero, i mezzi di comunicazione (soprattutto internet) offrono una buona fonte di informazioni e quindi il livello culturale medio, anche in medicina, si è evoluto, quindi se esistono ancora difficoltà di comprensione tra medico e paziente, queste sono sicuramente molto meno importanti che nel passato.
Eppure, non tutti i meccanismi alla base delle malattie, sono chiari a tutti.
Mi sono reso conto anche grazie a questo blog, che termini o espressioni che per i medici sono elementari e semplici, per chi legge sono di difficile comprensione.

Mi servirò quindi di video o immagini interessanti, che aiutino meglio a capire i meccanismi alla base della medicina e quindi a smascherare chi dice bugie.
Avete mai visto ad esempio come avviene l'eliminazione di una cellula normale tramite i meccanismi del nostro organismo?

La morte di una cellula si chiama apoptosi, una cellula, finito il suo ciclo, geneticamente determinato, non ha più ragione di esistere. Viene così distrutta ed eliminata da altre cellule del nostro organismo, i macrofagi, che letteralmente la "mangiano".




Figura A: La cellula inizia il suo processo di apoptosi

Figura B: La membrana cellulare si disgrega

Figura C: La cellula è ormai distrutta

Figura D: Un macrofago (freccia) si avvicina per inglobarla


Aggiornamento: In realtà quel corpuscolo dell'immagine D indicato dalla freccia, è un "corpo apoptotico", risultato della disgregazione cellulare (errore mio, mi sono basato su traduzioni sbagliate di altri siti, grazie G.), praticamente un detrito della cellula morente, ne approfitto quindi per inserire una bellissima immagine di un macrofago che ingloba un batterio (in azzurro il batterio, filiforme, in giallo il macrofago, immagine da microscopia elettronica):


Esistono altre immagini al microscopio davvero spettacolari.
Avete mai visto un vaso sanguigno con il suo contenuto di globuli rossi?

Questa è la sezione di un vaso sanguigno che irrora un melanoma. La zona marrone punteggiata è il melanoma, la "depressione" centrale piena di "sfere" rosse è il vaso sanguigno. Le sfere rosse sono i globuli rossi, le due piccole sfere giallastre sono due globuli bianchi. Questo vaso sanguigno "nutre" il tumore e le cellule cancerose, penetrando al suo interno, si spostano nel corpo umano, potendo causare metastasi.


Quando per esempio Tullio Simoncini (l'ex medico che sostiene che il cancro è causato dalla candida) dice che la "massa tumorale" è una reazione del corpo all'aggressione del fungo, per un medico è automatico filtrare questa notizia come inconsistente e questo deriva dai suoi studi, dall'osservazione e dall'evidenza. Una massa che cresce come reazione ad un "corpo estraneo" (nel caso di Simoncini, la candida), dovrebbe circondare questo corpo estraneo che sarebbe quindi rinvenibile al suo interno o in ogni caso dovrebbe essere presente nella maggioranza dei tumori. Questo non accade, la candida non viene rinvenuta, non si vede, non è presente. Non solo, ma "reazione" alla candida, mostrerebbe cellule "normali" non dalla fisiologia totalmente sovvertita.

Nelle cellule del cancro invece, non solo è sovvertito l'aspetto, le caratteristiche, ma sono completamente diversi anche i comportamenti, le regole, i normali meccanismi di riproduzione e morte.

Una divisione cellulare di una normale cellula, in una delle sue fasi, chiamata ANAFASE:

Come si vede, la cellula si divide "nella sua parte centrale", dividendo non solo le strutture che la formano ma anche (soprattutto!) i cromosomi che contengono il DNA. Se fate caso, la divisione del DNA (che è contenuto in quei "bastoncini" centrali più scuri) è perfettamente simmetrica, divisa esattamente a metà, come succede in tutti gli esseri viventi. E' proprio il DNA che regola tutte le nostre funzioni, si può immaginare quindi che un solo, banale errore nella divisione del DNA potrebbe essere fatale o, ben che vada, portare a gravi malattie.
La cellula del cancro, è diversa, mutata, presenta cioè delle caratteristiche diverse rispetto alla cellula normale ed ecco come si presenta una divisione di una cellula neoplastica, proprio nella stessa identica fase della cellula normale di prima, l'anafase:


Non notate nulla di diverso? Il DNA (la zona verde, è un immagine a fluorescenza) questa volta non è simmetrico, non si divide bene, questa è una divisione aberrante, sbagliata, tipica della cellula del cancro. Il risultato di questa divisione, saranno due cellule "aberranti", che a loro volta daranno origine ad altre cellule anormali.

Intendiamoci, questi "errori" avvengono continuamente nel nostro corpo, per motivi endogeni (veri e propri errori della "macchina" biologica) o esterni, dovuti ad esempio ad un trauma fisico, un agente "mutageno"...cancerogeno...ma il nostro organismo li corregge, eliminando ad esempio la cellula anormale ed impedendone la replicazione. Quando questa correzione non avviene...inizia il cancro.


Queste sono evidenze banali, in medicina le evidenze sono quotidiane. Per questo ad un medico servono poche informazioni per filtrare certe teorie come non reali. Un pilota d'aereo che studiasse la teoria che immagina le nuvole come composte da cotone, dovrebbe perdere anni a "smentire" o provare questa ipotesi? E se dicessero ad un astronauta che ha posato il proprio piede sulla luna, che questa è fatta di formaggio emmenthal?
Per chi non è medico invece, è la fiducia in quello che dice la scienza, a filtrare nello stesso modo questa informazione. Anche perchè la scienza è frutto di secoli di osservazione e studio (e genio umano...) da parte di migliaia di persone, la ciarlataneria è frutto del pensiero non dimostrato e mai verificato di una persona.

Per questo chi con questi argomenti convive per lavoro, DEVE conoscerli.

Ed il pubblico? Sa cos'è una cellula cancerosa? Sa come si riproduce? Sa come si diffonde?
Ma la cellula maligna, perchè è diversa da quella normale?
Come si comporta?
Come facciamo a dire che "impazzisce"? In base a quali evidenze l'anatomopatologo afferma che una cellula è cancerosa ed un'altra no?

Cosa succede in pratica? Gli scienziati, cosa vedono al microscopio per trarre certe conclusioni?

Secondo me questo video lo spiega meglio di tante parole.
E' il primo di una serie che intendo pubblicare.

Il video è in inglese, ma ho messo alcuni sottotitoli che spiegano meglio cosa osserviamo.
Non ho tradotto letteralmente e non ho nemmeno "realizzato" un video, non sono bravo a farlo e non ho nemmeno i programmi adatti (mi piacerebbe però, se qualcuno avesse consigli...), ho voluto solo condividerlo visto che l'ho trovato molto interessante proprio perchè "fa vedere" invece di limitarsi a "spiegare", cosa che, ho provato in prima persona, non è sempre facile nè comodo.

Il cancro al microscopio:


I sottotitoli non sono una traduzione letterale ripeto, ma una spiegazione.
Il video è tratto da: http://www.exploratorium.edu/imaging_station/research/cancer/story_cancer1.php

Il commento originale è della dottoressa Thea Tlsty.

Spero di essere stato chiaro e soprattutto interessante, se argomenti del genere interessano, sarà mia cura prepararne altri.


Si ringrazia per le immagini Wellcome images e per il video Exploratorium.edu


Alla prossima.


==

PS: Ho creato un gruppo MedBunker su Facebook, ho visto che Tullio Simoncini ne ha creato uno anche lui e mi sembra il minimo esserci, senza tante pretese ma con tantissima determinazione.
Rinnovo inoltre i ringraziamenti a chi mi sostiene (siete tantissimi, incredibile!) e posso assicurare e tranquillizzare tutti, i risultati si vedono, i messaggi li ricevo, le informazioni arrivano e la gente comincia a capire, sono estremamente contento dell'iniziativa di questo blog, il suo scopo è pienamente soddisfatto...

...e siamo solo all'inizio ragazzi...

;)

31 commenti:

  1. Wewee, una spiegazione chiara ed adatta ad un profano.

    Certo, approfondire e' necessario se si vogliono conoscere appieno i meccanismi di questa terribile malattia, ma e' un importante primo passo per aiutare chi vuole capire, anche se purtroppo sara' inutile per chi vuole credere

    RispondiElimina
  2. credo che quello che indichi come "macrofago" in realtà sia un bleb della cellula morente (impressione mia confermata anche da un link che ho trovato qui e che riporta la tua stessa immagine. In pratica (spiego per chi commenterà dopo) durante il processo di apoptosi la cellula si frantuma in questi blebs per evitare un processo infiammatorio, essi contengono tutte le parti della cellula morente senza rilasciare nulla all'esterno e infine vengono fagocitate. Ah, per amor di verità e precisione, il processo infiammatorio non avviene se a morire è UNA cellula o poco più, ovvio che l'apoptosi massiva porta a infiammazione.

    In ogni caso questo è il miglior testo che tu abbia scritto in questo blog, grazie per tutto questo tuo lavoro

    RispondiElimina
  3. @ Giuliano:

    credo che il bleb sia il corpuscolo più in basso, anche nel link che hai segnalato dicono che quello indicato con la freccia è un macrofago (...macrophages (the body’s cleanup crew, indicated by the black arrow). Boh...

    Grazie a te per i contributi nei commenti...sì ma...sto aspettando un tuo articolo sull'AIDS...
    ;)

    RispondiElimina
  4. anche io leggendo avevo fatto la stessa osservazione di Giuliano.. anche perchè delle due l'una: o la cellula apoptotica è enorme (solo il nucleo pare avere un diametro di 5-6 volte il supposto macrofago.. che non è propriamento piccolo!), o quello è un corpo apoptotico ;)

    ottimo idea per l'articolo cmq, su LC -per esempio- si vede che la maggior parte (mazzucco in testa) non ha la minima idea di cosa sia un tumore e quanto se ne sappia.
    Se posso suggerire, qualche schermata di istologica, il semplice ottico, già da sè darebbe un'idea del perchè non lo si possa confondere con un fungo.


    un paio di cose liberamente ispirate dal testo :D
    -leggo sempre i simonciniani sostenere la tesi che ritrovare funghi nei tumori è normale. Chiedo conferma ai presenti, a me pare che ciò sia "normale" solo per tumori in contatto con l'esterno, e solo sulla loro superficie. Anche perchè la micosi la segnaleresti, da trattare!

    -altro cavallo di battaglia è il "le cellule formano un involucro per difendersi contro il corpo estraneo, formando il tumore".
    Descrivono un granuloma (che però non è composto da cellule epiteliali), dove i macrofagi fanno barriera contro un batterio (vedi TBC) o un corpo estraneo (vedi.. garza).
    E non è un tumore.


    articolo sull'HIV, sù sù!

    RispondiElimina
  5. Complimenti per tutto doc Wee Wee!

    RispondiElimina
  6. ottimo anche per chi, come me, non ha studiato questi argomenti.

    RispondiElimina
  7. ah sì! Vero! L'articolo sull'HIV! Devo revisionarlo un po', è stato scritto amatorialmente e vorrei farne uno un po' più serioso

    Continuo a dissentire sul macrofago, anche se in effetti per come è messa la parentesi sembra dare ragione a te, anche se solo spostando la parentesi al posto della virgola... Sospetto che sia un bleb perché non assomiglia proprio ad un macrofago (che normlamente è anche un po' più grande delle altre cellule), qui e qui qualche figura. Oltretutto guarda la figura C: la parte indicata in D con un a freccia, per come sono messe le immagini, sembra indicare qualcosa che deriva dalla cellula (in C si allunga e in D si separa). Dubbi, tanti dubbi.

    HIV arriverà, promesso :-)

    RispondiElimina
  8. scusate, il secondo link è errato, ecco quello giusto

    RispondiElimina
  9. Ho avuto anche io gli stessi dubbi sul macrofago (soprattutto guardando le dimensioni) ma su tre siti con la stessa immagine, tutti parlavano di macrofago...che posso dirti...
    :(

    RispondiElimina
  10. qui

    Mi sono dovuto ingegnare e diventare un piccolo hacker per trovare quella maledetta pagina. Ecco quello che ho fatto: sono andato sul mio link di yale e ho preso il nome di chi ha pubblicato, cercandolo su internet. Trovato ho subito visto la figura di mio interesse, così ho cercato tra i link i lavori originali o almeno dei riassunti delle loro ricerche. Ebbene, ogni link mandava ad una pagina bianca. Il webmaster del sito ha toppato tutti i link e invece di mandare a www.pcdq.org/qualcosa mandavano tutti a www.sgul.ac.uk/qualcosa (sito di una università inglese, credo, ma che comunque non c'entra nulla). Ho guardato la faccenda per mezz'ora prima di provare a cambiare l'indirizzo iniziale del sito (mettendo invece che quello dell'uni, quello che mi dava l'homepage trovata con google). E finalmente ecco la soluzione: è un bleb

    Typically, the cell begins to shrink following the cleavage of lamins and actin filaments in the cytoskeleton (A). The breakdown of chromatin in the nucleus often leads to nuclear condensation and in many cases the nuclei of apoptotic cells take on a "horse-shoe" like appearance (B). Cells continue to shrink (C), packaging themselves into a form that allows for their removal by macrophages. These phagocytic cells are responsible for clearing the apoptotic cells from tissues in a clean and tidy fashion that avoids many of the problems associated with necrotic cell death. In order to promote their phagocytosis by macrophages, apoptotic cells often ungergo plasma membrane changes that trigger the macrophage response. One such change is the translocation of phosphatidylserine from the inside of the cell to the outer surface. The end stages of apoptosis are often characterised by the appearance of membrane blebs (D) or blisters process. Small vesicles called apoptotic bodies are also sometimes observed (D, arrow).



    Poi sotto dice che c'è un video, ma anche quello manda al link dell'uni e quindi va cambiato anche quello

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. (per amor di precisione, è un corpo apoptotico, i blebs sono i prolungamenti che si formano prima, quando i corpi apoptotici stanno per staccarsi. Prima ho toppato :-))

    RispondiElimina
  13. eheh, quanto sbattimento per il povero macrofago...
    :)

    Comunque ottimo lavoro...ora cerco qualche immagine "corretta" di macrofagi e correggo l'articolo. Così abbiamo visto anche com'è fatto un corpo apoptopico...
    Grazie mille!

    RispondiElimina
  14. prego!

    scusa se stavolta faccio il rompiscatole ma vorrei segnalarti un errore: sempre nella famigerata figura, al punto b meglio mettere "membrana" piuttosto che "parete": le pareti ce le hanno le cellule vegetali e i batteri.

    Perdonami, ti prego, è che normalmente scrivi di medicina e io ne so poco, ma quando parti con roba che ho approfondito, beh... insomma, non te la prendere...

    RispondiElimina
  15. Non me la prendo assolutamente, anzi, le correzioni contribuiscono a rendere migliori e più accurati gli articoli.
    Questo errore che segnali è dovuto probabilmente alla mia "forma mentis": sono molto più abituato a parlare di pareti che di membrane...in chirurgia quando descrivi un pezzo operatorio o devi indicare una posizione in un organo, il termine "parete" è praticamente costante...e così, parlando della membrana cellulare, mi è venuto spontaneo definirla...parete...
    ;)
    Grazie di nuovo.

    RispondiElimina
  16. ADORO il microscopio elettronico a scansione :D
    ok, forse gli altri son ausilii più utili in ricerca.. ma le immagini che da' sono qualcosa di stupendo!

    RispondiElimina
  17. Si, spettacolari.
    Purtroppo io ho avuto poche occasioni di vedere le immagini "dal vivo" ma sono miracoli davvero...
    :)

    RispondiElimina
  18. C'e' un errore nella spiegazione in sovraimpressione (2'45"). In inglese dice che le cellule HeLa e le cellule cancerose in generale hanno una incredibile capacità di adattamento.

    In italiano dice che le cellule HeLa hanno difficoltà di adattamento, e questa difficoltà è tipica delle cellule cancerose.

    RispondiElimina
  19. :)
    Thhh...ma che domande fai? ;)
    Non hai visto lo studio postato da Simoncini che dimostra che il 91 % dei malati di tumore ha sempre la candida?
    E che, in realtà, leggendolo, si capisce che dice tutt'altro?
    ihihih
    :P

    RispondiElimina
  20. Confermo cmq la chiara esposizione anche per noi "non addetti ai lavori" in campo medicina :)

    RispondiElimina
  21. Ottimo lavoro. Bravi WeWee e tutti quanti.
    E' importante in effetti piano piano far capire anche ai profani concetti fondamentali.
    La conoscenza è il miglior antidoto alla ciarlataneria.

    RispondiElimina
  22. p.s.
    WeWee, premesso che ringrazio che un blogghetto "da bar" come il mio sia elencato tra gli amici, ti devo rettificare: brrrainblog, non bbrainblog.
    Con 3 "r", come dissi agli amici di crono911, un po' in omaggio ai vari cuGGini, un po' per dare un tono più roboante al suono, un po' per i brrrividoni che mi fanno venire i complottisti... e un po' perchè "brainblog" già ce stava! ;)

    RispondiElimina
  23. Ops, hai ragione...
    Ti considero amico perchè all'inizio hai contribuito tantissimo alla diffusione di questo blog, cosa che credo sia fondamentale per il suo scopo...chi mi aiuta è mio amico no?
    ;)

    RispondiElimina
  24. complimenti Wee Wee, la tua attitudine alla coretta informazione merita una menzione speciale...

    RispondiElimina
  25. corretta informazione...non in romanaccio... ;P

    RispondiElimina
  26. E' un po' OT, ma quando hai un attimo mi piacerebbe sentire un parere professionale su questo.

    RispondiElimina
  27. non ti mollo mai my friend. ;)

    RispondiElimina
  28. bellissima immagine quella del macrofago attivato. Per questo ho scelto biologia.

    RispondiElimina

I tuoi commenti sono benvenuti, ricorda però che discutere significa evitare le polemiche, usare toni civili ed educati, rispettare gli altri commentatori ed il proprietario del blog. Ti invito, prima di commentare, a leggere le regole del blog (qui) in modo da partecipare in maniera costruttiva ed utile. Ricorda inoltre che è proibito inserire link o indicare siti che non hanno base scientifica o consigliare cure mediche. Chi non rispetta queste semplici regole non potrà commentare.
I commenti che non rispettano le regole potranno essere cancellati, anche senza preavviso. Gli utenti che violassero ripetutamente le regole potranno essere esclusi definitivamente dal blog.

Grazie per la comprensione e...buona lettura!