giovedì 6 febbraio 2014

Salute e Bugie (il libro).

Che emozione.
Mi viene da iniziare questo articolo così: "con viva e vibrante soddisfazione..." e poi una pausa, schiarisco la voce e mi porto una mano alle palpebre, la abbasso ed inizio di nuovo farfugliando qualcosa e poi continuo: "dopo tanti anni di costante ed incondizionato servizio per la corretta informazione..." ma no, no...meglio tornare al mio stile.

Per una curiosa coincidenza esattamente dopo 5 anni dalla fondazione di questo blog, tutto il lavoro, le "indagini", gli studi e le ricerche nel campo delle truffe in campo medico finiscono su carta. Si chiama "Salute e Bugie" ed è edito da Chiarelettere, il mio primo libro, il libro del blog, che da domani potete trovare in tutte le librerie.
Chi l'avrebbe mai detto?
Il sito che state leggendo è nato per un puro caso (che qualcuno ricorderà, sì, il primo lettore del blog è ancora qui che legge ed è ringraziato pure nel libro) che credo in molti non conoscano.
Mi trovavo in ospedale in attesa del collega del turno successivo. La giornata era stata tranquilla e dopo aver discusso dei casi in reparto e sistemate alcune cose, ci sedemmo un po' a discutere.
Si parlava anche del caso di una signora che, dopo essersi "curata" (a modo suo) con l'omeopatia (ma la sua malattia era seria, infatti non aveva avuto alcun beneficio ed era arrivata anche in condizioni piuttosto gravi), era stata operata e stava bene.
Da quello la discussione toccò temi come le "medicine alternative", quelle più strane, ricordi di persone che erano convinte di sconfiggere i malanni con una dieta o con una pozione trovata su internet, ero assolutamente impreparato sull'argomento, lo liquidavo, come succede a tanti, semplicemente come sciocchezze un po' da creduloni. I tanti "guariti" dalle medicine alternative? Guarigioni spontanee. L'omeopatia? Mah, medicinali con dosi piccolissime che male non facevano.
Ma c'era pure chi diceva di guarire il cancro e proprio a proposito di questo il collega mi disse di aver visto un video nel quale una donna con un tumore alla vescica raccontava di essere guarita dopo aver seguito i consigli (via mail) di uno dei tanti guaritori del web. Era Tullio Simoncini.
La donna si era curata con il bicarbonato di sodio, in poco tempo era guarita e c'era anche la sua testimonianza su internet. Incredulo (quanta strada dovevo fare...) chiedo al collega di mostrarmi il video, ma era tardi e non ricordava dove l'avesse visto.
Il giorno dopo, a casa, cercai di rintracciare quel video (la mia curiosità da bambino non mi ha mai abbandonato) e lo trovai in un sito pieno di altri articoli su vari argomenti. Eccolo il video, in effetti la donna raccontava di essere guarita da un tumore vescicale facendo dei lavaggi con acqua e bicarbonato, c'erano anche i referti che, evidenziati nel video in una veloce zoomata, mostravano "assenza di cellule neoplastiche". Incredibile, una cosa del genere poteva avere solo due spiegazioni: una rivoluzione medica, una truffa.
Nonostante la stanchezza riguardo quelle immagini diverse volte. La storia "quadra" ed è lineare:

Tumore-Bicarbonato-Guarigione.

Ci sono i referti, magari si potessero leggere bene, la risposta può essere lì, ma non è facile, il video "sgrana" la scrittura, l'inquadratura è veloce e dura pochissimo, la lettura non è agevole. Allora mi servo del "fermo immagine", lo faccio e lo rifaccio, finché riesco a "bloccare" l'immagine su una frase che spiega il mistero: la signora si era operata. L'assenza di cellule neoplastiche evidenziata nel video del guaritore, era un commento al controllo eseguito nella visita "post operatoria", era scritto, nessun segreto, solo un "effetto speciale", una bufala. Un effetto della medicina spacciato per miracolo della ciarlataneria.

Ingenuamente pensai che fosse il caso di farlo presente. Mi iscrivo al sito (con il nick "WeWee", vi spiegherò anche questo) e chiedo lumi. Se la signora è stata operata ed il tumore asportato con un intervento, perché dire che è stato il bicarbonato a guarirla?
Dopo un po' di smarrimento interviene il proprietario di quel sito che insiste diverse volte: "la signora non ha fatto altra cura oltre al bicarbonato". Ma non è vero, lo notano anche altri partecipanti alla discussione e d'altronde è tutto lì, nero su bianco, proprio nei referti mostrati (di sfuggita) nel video, ironicamente tutto questo sembra rispecchiare il detto "se vuoi nascondere una cosa mettila bene in mostra". Succede di tutto e nel sito è il caos, persino dei lettori "fedeli" si rendono conto (fortunatamente, significa che qualcuno usa ancora il proprio cervello per ragionare) della manipolazione della storia, qualcuno abbandona il sito, altri si arrabbiano, altri ancora se la prendono con chi fa finta di non capire, qualcuno si indigna con il proprietario del sito che sembra cadere dalle nuvole. Volano parole forti, il proprietario del sito si arrabbia, poi ironizza, e si arrabbia di nuovo, si agita, il suo nervosismo era chiaro. Non ne era chiaro il motivo (almeno per me), cosa ci sarebbe di strano in un medico che ti spiega un trucco da baraccone che può essere pericoloso?
Vado a cercare qualche notizia su questo "guaritore", ha un suo sito e trovo altri casi di "guarigione miracolosa", sono diversi, una ventina forse, così inizio a "studiarne" due, poi un altro ed anche lì il solito trucco. Lastre taroccate, referti che dicono una cosa diversa da quella dichiarata, guarigioni che non ci sono state. Miracoli raccontati ma mai avvenuti, guarigioni ostentate ma dovute alla medicina.

Torno sul sito, annuncio la "scoperta": "guardate che quello lì ha realizzato altri falsi, se volete ve li racconto". Non li racconterò mai, con una prontezza di riflessi eccezionale, il proprietario del sito (che poi si scoprirà gestiva, neanche a farlo apposta, anche il sito del guaritore e faceva da contatto) mi espelle, mi butta fuori accusandomi di "diffamare" il guaritore del bicarbonato con le mie accuse di falso, ma questo gesto diventa un motivo ulteriore di scontro all'interno del sito che è addirittura costretto a chiudere per qualche ora per calmare l'atmosfera ormai bollente.

Ci rimasi pure male, non capivo infatti perché si dovesse zittire o "censurare" una persona che alla fine spiegava che c'era qualcosa che non andava in quel "miracolo", spiegando cosa e che metteva in guardia dai pericoli della rete in tema di salute, avevo ancora tante cose da dire, qualsiasi persona di buon senso sarebbe rimasta ad ascoltare, a restare stupita per la furbizia del guaritore, a scoprire quel sottile trucco per convincere gli sprovveduti del miracolo impossibile e "non volere ascoltare" forse nascondeva qualcosa (che poi con il tempo ho capito).
Non mi persi d'animo. Cercai come si potesse realizzare un sito personale per raccontare quello che avevo scoperto ma non avevo potuto dire e mi accorsi che il modo più immediato era quello di aprire un "blog", ovvero un diario personale, un luogo nel quale dire e scrivere quello che volevo.
Due click, la ricerca di un nome ed ecco nato MedBunker. Un gioco di parole "bunker della medicina", a protezione dell'informazione corretta e nello stesso tempo "debunker medico" (il "debunker" è colui che svela le bufale).

Raccontai di quella storia, poi di altre. I lettori si mostrarono interessati, arrivavano anche gli incoraggiamenti, il sostegno di chi voleva sapere e così iniziai ad interessarmi anche di altre "medicine alternative", di truffe mediche, di pozioni curative, di false informazioni mediche. Leggere i primi post di questo blog per me è emozionante. Traspare un po' di ingenuità, lo stile è ancora immaturo, forse si legge anche la mia inesperienza, ma è tutto normale, con il tempo si impara, però traspare quello che poi sarebbe diventato lo scopo di MedBunker.
Con il tempo mi accorgo che ciò che per me era scontato non lo era per chi leggeva e quindi iniziai anche a parlare di scienza, medicina, salute, progresso, qualche storia personale ed i lettori apprezzano. Mi hanno impegnato moltissimo in termini di ricerca e lavoro, i miei approfondimenti sui vaccini e sulla "cura Di Bella", ho scoperto cose che non conoscevo, sono cresciuto (anche professionalmente, non l'avrei mai detto!) ed ho percorso vie mai viste.
Da piccolo diario personale il blog iniziava ad essere un punto di riferimento ma la cosa più importante è che stavo appassionandomi ad un campo che non avevo mai approfondito, che sembrava secondario durante il mio percorso professionale, cosa vuoi che importi ad un medico di quella "gente strana" che si cura con l'ozono o di chi usa l'omeopatia, ma mi accorsi che importava a tanta gente e stava iniziando ad appassionare anche me.
Mi incuriosivano i meccanismi che spingevano le persone ad abbandonare la via della ragione per abbracciare quella dell'irrazionalità, il fascino delle "bufale", i trucchi dei guaritori ed i loro comportamenti, quello che era iniziato per caso stava diventando una passione, profonda. Questi argomenti interessavano, c'è tanta gente che ha sete di conoscenza ed io potevo mettere a disposizione le mie, di conoscenze, per trasferirle agli altri e nello stesso tempo crescere conoscendo i dubbi, le paure, le domande dei lettori, dei pazienti e di chi mi seguiva. Tutto questo costa tanto. Studiare, tradurre, capire, cercare, quando hai già un lavoro che ti impegna profondamente, impiegare il tempo libero per...continuare a lavorare può sembrare assurdo, ma quando ti spinge la passione sarebbe assurdo non farlo e soprattutto diventa tutto più piacevole. Curiosa anche la reazione di qualche collega: "ma chi te lo fa fare?", "quanto guadagni?", "perché lo fai?" e queste domande dimostrano come sia ancora per alcuni incredibile che si possa fare qualcosa con passione; gratis poi, neanche a parlarne. :)

Il resto è "storia".
Dopo cinque anni quindi, tutto il lavoro di MedBunker diventa un libro. Di cosa parla? Di quello che trovate qui e di altro, di falsa medicina, truffe, ciarlatani, pseudoscienza, false (e scomode) verità.
Ecco un'anticipazione:
Cure vegetali anticancro

Che la maggioranza dei farmaci si ricavi totalmente o in parte da piante e vegetali non credo sia un mistero. Dalla notissima Aspirina a potenti chemioterapici, il regno vegetale è stato da sempre l’officina farmaceutica dell’uomo che, un tempo in maniera artigianale, oggi industrialmente, estrae, purifica, concentra e confeziona ciò che la natura ci dona. La percezione che ogni cosa derivi dalla natura sia «benefica » o salutare non è del tutto corretta: in natura esistono potentissimi veleni o sostanze capaci di uccidere un uomo all’istante; siamo noi che riusciamo a modificarne le proprietà per rendere una molecola benefica o utile alla salute umana. Nel mondo della medicina alternativa, proprio per sfruttare la moda del «naturale a tutti i costi», vendere come efficaci prodotti che invece non lo sono è una pratica molto diffusa. Frutti che guarirebbero tutte le malattie, estratti e frullati anticancro, mandorle, noci, fiori anticancro: c’è di tutto. Ma spesso, dietro all’innocente maschera del «naturale», si nascondono vere e proprie illusioni, anche pericolose.

L’erba che brucia il tumore

Lo abbiamo già detto: quando la medicina era ancora agli albori, l’uomo aveva pochissime armi contro le malattie; sappiamo tutti che si moriva d’infezione, di bronchite o per i postumi di una semplice ferita. Nel caso dei tumori non vi era altra alternativa se non rimuovere, qualora possibile, un’escrescenza. I nostri avi non si facevano tante illusioni e non avevano uno stomaco debole: non esistevano gli antibiotici, l’anestesia o i bisturi e bastava un coltello arroventato e lo stordimento del malcapitato paziente con un po’ di alcol per procedere con l’intervento. Il tumore veniva letteralmente bruciato, cauterizzato, estirpato...
Non è piacevole anche solo immaginare le atroci sofferenze di chi subiva questi interventi. Quegli uomini non meritano la nostra ammirazione perché conoscessero chissà quale rimedio misterioso per le malattie ma perché, nonostante non avessero alcuna arma per curarle, a volte riuscivano a guarire. Fortunatamente gli anni ci hanno regalato magnifiche scoperte e almeno la sofferenza è quasi sempre evitata. Non per i naturalisti a ogni costo che, pur di non adottare le soluzioni della medicina standard, tornano indietro nel tempo sottoponendosi a vere e proprie torture, crudeli oltre che inefficaci. Negli Stati Uniti esiste la Black Salve, una pasta corrosiva estratta da alcune piante spontanee. Le proprietà della pianta sono conosciute da secoli e l’abitudine di «bruciare il male», arcaica e primitiva, in certe zone dell’America del Nord sopravvive indisturbata. Negli Usa la chiamano «unguento nero...
Naturalmente parlo anche delle stranezze dell'omeopatia e delle follie delle cure anticancro, c'è tutto, da Simoncini con il quale ho iniziato a Vannoni che avviene ai nostri giorni.
A questa nuova avventura del libro ci hanno creduto in tanti ed in tanti lo avevano anche chiesto, ora c'è.
Inutile fingere indifferenza. Sono contento ed anche un po' fiero.


Ah!
Il nick "WeWee".
Ho lavorato per un periodo della mia vita in Francia, esperienza per me fondamentale professionalmente ed umanamente. La lingua non era un problema...pensavo (ah! quanto mi sbagliavo...), avevo studiato francese a scuola, alle medie ed alle superiori, me la caverò. Ma pensavo male, malissimo!
Arrivato in Francia mi resi conto che tra "studiare" e "conoscere" una lingua c'è un abisso.
Letteralmente non capivo nulla e non mi facevo capire.
L'inizio fu quindi scioccante: ad ogni domanda dei francesi rispondevo "oui, oui" (ovvero sì, sì), un modo sbrigativo per fare l'indifferente liquidando il cugino d'oltralpe che cercava una discussione con il sottoscritto che aveva grosse difficoltà linguistiche. Con i mesi la situazione migliorò fino a diventare accettabile, ma ormai era fatta, per il personale dell'ospedale francese, ormai, ero il "docteur ouì ouì". Per scegliere il nick ho semplicemente "inglesizzato" il mio "nick" in Francia e "ouì ouì" diventò "WeWee".

Concludo: ringrazio di cuore e sinceramente tutti coloro che si sono fermati almeno una volta in questo blog, dal primo all'ultimo. Sono loro che mi hanno permesso di trasformare un "diario privato" in un "posto pubblico". Grazie. Anche a chi mi ha scritto, a chi commenta, a chi mi incoraggia e mi spinge a continuare, grazie, grazie, grazie.
Poi un ringraziamento atipico. A quella persona che cinque anni fa mi mandò via dal suo sito perché osai rivelare le falsificazioni nel video del guaritore che pubblicizzava. Se non fosse stato per lui e per quell'espulsione ora tutto questo (ed altro) non sarebbe possibile. Non sono una persona rancorosa e per questo un grazie va anche a lui, però basta, non esageriamo, ora che l'ho ringraziato si ritenga soddisfatto.

Il resto dei ringraziamenti li ho scritti nel libro.
Questo potrebbe essere solo il primo passo di un nuovo capitolo nella mia "nuova vita", quella della divulgazione scientifica, il mio lavoro sarà sempre quello che ho scelto, in ospedale, in corsia, in sala operatoria, ma ormai non torno indietro, questa nuova passione è parte integrante della mia professione. Una sorta di banco di prova che servirà a capire quanta sete c'è di sapere e conoscere, da parte mia solo l'augurio che tutto quello che ho fatto possa servire a qualcuno.
Per un po' di tempo mi vedrete impegnato nella promozione del libro, non vi annoiate e sopportatemi, per favore, è semplicemente il piacevole coronamento di tanti anni di passione.
:)

Alla prossima.

SALUTE E BUGIE 
COME DIFENDERSI DA FARMACI INUTILI, CURE FASULLE E CIARLATANI
di Salvo Di Grazia
Chiarelettere, Milano 2014
In uscita il 7 febbraio pagine 256 prezzo 13,60
ean 9788861903968 formato brossura 12,8 x 19,8

108 commenti:

  1. Congratulazioni!
    Ti leggo da tempo, ma è la prima volta che commento :)
    Benissimo, ora finalmente, oltre a lanciare link ai tuoi articoli a chiunque mi spammi la vita con "il bicarbonato cura il cancro vogliono nasconderci la verità" e altre baggianate simili - e purtroppo non sono pochi, a partire da un'adorabile madre convinta per anni che i vaccini causassero l'autismo - potrò regalare il tuo libro alle persone a cui voglio bene ^_^

    RispondiElimina
  2. Bellissimo, finalmente un libro che potrò regalare al medico che cerca di propormi l' omeopatia. Ora lo inizio a cercare in due copie perchè dopo anni che leggo qua uno lo voglio anche nella mia libreria. Roberto.

    RispondiElimina
  3. Ci hai fatto aspettare, però... ;)

    RispondiElimina
  4. Complimenti vivissimi ... in fondo in fondo me l'aspettavo che saresti arrivato al libro.
    Bravo, sono curioso di leggerlo, semmai mi fossi perso qualcosa del tuo blog in questi anni.

    RispondiElimina
  5. Grande Salvo, ti seguo da allora e sono felicissimo che tu abbia coronato la tua opera divulgativa con questo libro. Forse sto "spoilerando", ma wewee è una onomatopea?

    RispondiElimina
  6. Congratulazioni! Con la giungla di libri inutili, o peggio nocivi, che ci sono in giro (interi reparti omeo-new-age-di-bella nelle librerie...) un libro quanto mai necessario.

    RispondiElimina
  7. Stefano, l'origine del nick "WeWee" (per chi non lo sapesse inizialmente mi firmavo così) l'ho spiegata nell'articolo. :)

    PS: Non scherzo quando ringrazio tutti i lettori, ho iniziato tutto per caso e senza alcuna pretesa ed ora sono qui a parlare di un libro.

    RispondiElimina
  8. Non posso che farti i complimenti di cuore per una pubblicazione che ti meriti in pieno per il lavoro fatto in questi anni. Per curiosità sono andato a pescare quale era stato il mio primo commento e risale al Luglio 2009 nel post "L'alleanza dell'ignoranza", e da quel giorno controllo ogni volta se ci sono nuovi post.

    P.S., ricordo che qualche anno fa avevi già spiegato il motivo per cui avevi usato quel nick, ancor prima di presentarti con il tuo vero nome ;)

    RispondiElimina
  9. Complimenti vivissimi, quando ho dei dubbi quasi sempre qui trovo la "luce della ragione". Tra te e Attivissimo mi sento in una botte di ferro. Ovviamente non omoepatico :D

    RispondiElimina
  10. sono andato a pescare quale era stato il mio primo commento e risale al Luglio 2009

    Quanto tempo. Ma infatti mi ricordavo benissimo che sei un commentatore di lunga data.
    I miei primi lettori furono proprio quelli "fuggiti" dal forum di Mazzucco. Una combinazione stranissima, grazie a Mazzucco la mia vita è praticamente cambiata (non pensavo certo di fare un blog ed occuparmi di medicine alternative...).
    Infatti l'ho ringraziato (l'avevo fatto anche in privato ma non mi è sembrato contento :( , invece è bello gioire dei traguardi positivi degli altri).
    :)

    RispondiElimina
  11. Gentile Salvo,
    vorrei ringraziarti a titolo personale per il tempo, la cura e la precisione che dedichi al blog.
    È veramente difficile, per i non addetti ai lavori, districarsi nella giungla del mondo medico-scientifico.
    Da quando ho scoperto questo blog mi sento più tutelato e più sicuro.
    Grazie mille, continua così!

    RispondiElimina
  12. 42 minuti di applausi!

    Grande "WeWee", sono contento per te e orgoglioso di aver preso parte (nel mio piccolo) a questo esperimento, negli anni.

    RispondiElimina
  13. Complimenti per questo importante risultato. Grazie a te ho imparato moltissime cose in questi anni (sopratutto sui vaccini) e per avermi fatto conoscere la ricerca scientifica medica di cui non conoscevo praticamente nulla.

    E ti ringrazio anche per essere stato disponibilissimo in privato nonostante i tuoi impegni.

    RispondiElimina
  14. Riporto qui il commento che ti lasciai il 22 febbraio 2009 sotto il tuo primo post, rimaneggiandolo leggermente:

    "Wewee grazie. C'era bisogno di un libro come questo."

    RispondiElimina
  15. Continua così. Io ti leggo in silenzio da poco dopo che hai postato l'articolo dell'oscillococcinum. Ogni volta che pubblichi un post nuovo lo leggo con avidità. Se presenti il libro in qualche libreria postalo sul sito che vengo a stringerti la mano e farmelo autografare.

    RispondiElimina
  16. Grazie a tutti davvero.
    Ora basta che non so cosa dire...
    Distraggo l'attenzione. :)
    Ho inviato delle domande a Vannoni da una settimana e per ora non ho ricevuto risposta, se non dovessi riceverla pubblicherò le domande così vedremo...a cosa non ha risposto.

    RispondiElimina
  17. I miei complimenti Salvo!
    Ho commentato poco, pochissimo, ma non mi perdo un articolo da quando ho scoperto il suo Blog.
    Continui così, con passione ed estrema professionalità. Il nostro paese soprattutto ha bisogno di chi fa vera informazione come lei. Un sincero plauso! :)

    RispondiElimina
  18. uff... ma invece di pensare a Vannoni, pensiamo ad una PIZZA tutti insieme?

    RispondiElimina
  19. Splendida notizia. Oltre al piacere di leggerti su carta e di tenere il libro tra le mani, finalmente acquistandolo potrò ripagarti in qualche modo per tutto quello che ho imparato leggendoti in rete. Spero di avere presto notizie di una presentazione a Roma.

    RispondiElimina
  20. Anche per me è il primo commento, ho scoperto il blog relativamente da poco, ma devo dire che è stata fin da subito una lettura decisamente appassionante! Sono approdata qui cercando chiarimenti sui vaccini, dato che una mia "conoscente" aveva avviato un'accesa propaganda denigratoria sulla loro somministrazione. Essendo io una studentessa di medicina ho deciso di approfondire la questione, e girando qui e lì sulla rete mi si è aperto un mondo! Mi sono accorta che ci sono persone disposte a credere a qualunque cosa meno che alla medicina ufficiale! Fortunatamente, dopo tante ricerche, ho trovato Medbunker. Da allora ti leggo ogni giorno, attendendo con ansia un nuovo articolo. Grazie per tutto ciò che fai, un contributo davvero sostanziale per cercare di dipanare le nebbie dell'ignoranza e della creduloneria. Buon lavoro!
    PS: ovviamente, acquisterò il libro ;

    RispondiElimina
  21. E bravo uì uì! Congratulazioni e ti vogliamo vedere tra i bestsellers!

    RispondiElimina
  22. Scusate, mi sono fatta trasportare dall'entusiasmo. Sembra un de-lurking day questo: anche io non commento mai ma visito questo blog praticamente un giorno sì e uno no, per controllare gli aggiornamenti sempre interessanti. Congratulazioni ancora!

    RispondiElimina
  23. Devo dirti che ho scoperto l'esistenza di questo blog leggendo la pubblicità al tuo libro: Salute e Bugie. Grazie per tutte le info che fornisci su questa materia come la salute. Delicatissima. Ora leggerò il libro. In Italia a differenza dei paesi anglosassoni manca la divulgazione scientifica. Spero che tu riesca ad incidere nei costumi italici, dove i Padri Pio, i Vannoni, e molti altri fantaguaritori inquinano la scienza.

    RispondiElimina
  24. è la prima volta che leggo questo blog, e penso che ci resterò. Non conoscendoti vorrei chiederti: c'è almeno un articolo dove una cura, incredibilmente, si è DAVVERO riscontrata valida?

    RispondiElimina
  25. c'è almeno un articolo dove una cura, incredibilmente, si è DAVVERO riscontrata valida?

    Domanda interessante (meriterebbe un articolo).
    Di "medicine alternative" ne esistono letteralmente centinaia, ne ho studiate decine (molte sono varianti di altre), alcune (le più note) molto profondamente.
    Non ho mai assistito ad una guarigione o ad un miglioramento che mi abbia fatto dire "però...". Questo non significa che nessuna medicina alternativa funzioni, ma che il mio giudizio personale fino ad oggi coincide con il giudizio della comunità scientifica e quindi con il concetto che se una medicina è "alternativa" evidentemente non funziona (altrimenti i medici farebbero la fila per usarla).

    La cosa che più mi ha colpito (e lo dico nel libro) è che prima di avventurarmi in questo campo ero convinto che le guarigioni che si raccontano in rete ed in giro fossero dei puri colpi di fortuna, delle guarigioni spontanee, dei casi, poi utilizzati come "esempi universali". Studiando questo argomento invece, ho scoperto (devo dire con stupore) che la maggioranza delle guarigioni "miracolose" sono semplici trucchi, alcuni fatti davvero bene, ma sono manipolazioni vere e proprie.
    Spesso penso che se la gente (anche i seguaci più incalliti dei guaritori) sapesse com'è presa in giro da questi "guru", li rincorrerebbe con i forconi.

    Ad oggi quindi devo dire che non ho mai incontrato un caso migliorato o guarito senza dubbio ed in maniera incontrovertibile ad una medicina non scientifica.
    Se spero di potermi ricredere?
    Mica sono autolesionista...se un giorno si scoprisse che esiste la cura per tutte le malattie più gravi, andrei in piazza a ballare sotto la pioggia.

    PS: Ma dov'eravate infilati tutti?
    :)

    RispondiElimina
  26. Aggiungo anche i miei complimenti a quelli degli altri. Poi una domandina (non l'ho vista, ma se qualcuno l'avesse già posta mi scuso per il doppione): è prevista anche una versione per e-reader?

    RispondiElimina
  27. è prevista anche una versione per e-reader?

    Sì, la trovi facilmente nei "negozi" abituali.

    RispondiElimina
  28. Sono entrata nel tuo blog per caso a natale, e sono andata a ritroso dall'ultimo al primo articolo passando decine di notti alla luce del cellulare, tanto che mio marito iniziava a pensare che fossi caduta in non so quale strana dipendenza virtuale 😃. Grazie, sono una scettica per natura, ma prima il mio scetticismo era soltanto "a pelle", grazie per avermi fornito qualche strumento in più.
    Non vedo l'ora, da mamma e da insegnante, di fare mio il tuo libro, sperando di riuscire a trasmettere un po' di amore per il sano buonsenso a qualcuno.

    RispondiElimina
  29. Io per festeggiare e ringraziare (ormai a chi mi cita l'ennesima dieta alcanina rispondo semplicemente rimandando al tuo blog...) ne ho presi due. Uno per me e uno per il mio babbo che alla veneranda età di 82 anni è sempre stato ed è ancora un feroce soldato che battaglia per il primato della ragione sull'ignoranza (ed io e mio fratello degni figli di questa stirpe...). Sono certo che apprezzerà.

    RispondiElimina
  30. io sono capitata qui per la prima volta navigando nel grande mare del webb in cerca di informazioni e delucidazioni sui vaccini.
    ero diventata mamma da poco, e io mio marito stavamo cercando di compiere una scelta consapevole, informata, esente da influenze "naturalistiche", cosa non facile visto che proprio il web stesso offre grandi e ampi spazi a divulgatori di sciocchezze e cavolate.
    qui ho trovato argomentazioni lucide, un linguaggio chiaro e comprensibile, quel pizzico di brillante ironia che non guasta e soprattutto gli strumenti per imparare ad interrogarmi sulle cose con spirito critico.
    grazie.
    e complimenti, ti meriti tutto, davvero.

    RispondiElimina
  31. Mi unisco al coro dei complimenti (e ho "spammato" anche sul blog dei Caproni, http://movimentocaproni.altervista.org/ , dove gli estimatori di Medbunker sono parecchi).

    Non scrivo quasi mai, ma seguo il blog da un tre anni circa, e lo consiglio sempre a chi cerca informazioni su omeopatia, medicine alternative, ecc. Spesso fornendo direttamente l'URL degli articoli sull'argomento in questione, e senza dire in anticipo che è un sito di debunking, così magari le difese "anti verità" (quelle per cui "è vero perché lo desidero tanto", e "non è vero perché non è bello") non entrano in funzione prima di qualche paragrafo, e magari il virus del dubbio si insinua da qualche parte...

    Intanto il libro è già in lista desideri per il prossimo giro di ordini.

    RispondiElimina
  32. In risposta a Giuliano per la pizza: io ci sto! Se non è troppo lontano da casa mia, contatemi pure! :P

    RispondiElimina
  33. Preso immediatamente tramite Amazon... non potevo certo lasciarmelo sfuggire! Grazie infinite per il lavoro che fai in corsia e sul web :)

    RispondiElimina
  34. Splendido! Sono ancora in ospedale e ho ancora lavoro da fare, ma se riesco vado subito a comprarne un po' di copie (una per me, le altre per vari colleghi). Intanto sto girando i meravigliosi abstract del dott. Della Serietà. Tra l'altro, io ho schivato di poco una fregatura: mi avevavno mandato un invito a parlare alla Lung Cancer Conference a Roma in dicembre e quasi quasi ci andavo, visto che in realtà ho pubblicato alcune cose sull'argomento, e che Roma non era lontana. Ho mandato il mio abstract (serio), ma quando mi hanno chiesto di iscrivermi a pagamento ho risposto che se vengo invitata a parlare di solito mi pagano tutte le spese, o almeno l'albergo (l' ANMCO) o come minimo non devo pagare l'iscrizione (Società Europea di Cardiologia), Così alla fine li ho salutati. Non immaginavo che la situazione fosse COSI' grave! Adesso so che devo mettere l'indirizzo tra i mittenti bloccati, così sono a posto.

    Chiara Lestuzzi

    RispondiElimina
  35. Così alla fine li ho salutati. Non immaginavo che la situazione fosse COSI' grave!

    Pensa che io sono stato invitato ad un congresso di ecologia (in Tunisia) e ad uno di astronautica. Mentre il prof. Della Serietà è ancora oggi invitato al congresso di oncologia cinese.
    :)

    RispondiElimina
  36. Ma sbaglio ma in questo post, manca il commento del primo commentatore???

    PS E per avere una copia autografata? Roma non è esattamente dietro l'angolo !

    RispondiElimina
  37. PS Logicamente ci sono anche io tra tutte le persone che si congratulano con te e che non vedevano l'ora di leggere il libro.

    RispondiElimina
  38. Ma complimenti :-D
    Leggo il tuo blog da qualche anno e, di solito, lurko senza commentare, ma questa notizia va festeggiata stappando una virtuale bottiglia di spumante :-)
    Se passi anche in Sardegna a presentare il libro scrivilo sul blog, ok? Cosi' mi faccio autografare una copia, e poi ti offro un caffe' :-D

    RispondiElimina
  39. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  40. Ciao Salvo (un tempo weWee),

    Solo tanti complimenti.

    TI seguo da parecchi anni. Posto poco ma una volta ti avevo scritto per parlarti della storia che avrebbe poi ispirato la "supercazzola".

    In bocca a lupo per la vita da divulgatore, una bella scelta...

    Per il francese, vivo da un anno in francia dopo nove in svizzera. Ancora mi ricordo tutti che mi dicevano "tranquillo il francese e' come l'italiano"... Una bufala peggio del bicarbonato!

    Continua cosi'!

    RispondiElimina
  41. Ci voleva proprio un libro così!

    RispondiElimina
  42. Ci voleva proprio un libro così!

    RispondiElimina
  43. Grazie alla prontezza di mia moglie, che mi ha regalato prontamente l'epub, siamo stato verosimilmente tra i primi clienti :-)
    Per i francesi, non ti preoccupare, loro avrebebro fatto assai peggio. In un incontro che ebbi di lavoro con un gruppo di nostri corrispettivi tecnici, non parlava l'italiano nemmeno la signora che aveva il marito italiano, ma nemmeno una parola. E anche con l'inglese ....
    Lo leggerò con gusto.
    Ho letto di questi giorni anche il libro del CICAP sui cosmonauti perduti, e mi sono reso conto che noi italiani sappiamo sempre essere in pole position in quanto a millantatori. Anche li fummo capaci di metterci in mostra di fronte al resto del mondo, come oggi con Vannoni.

    RispondiElimina
  44. "Inutile fingere indifferenza. Sono contento ed anche un po' fiero." E ci mancherebbe!
    Hai fatto, fai, e spero continuerai a fare una cosa fantastica: INFORMARE.
    Bene, chiaramente, in modo comprensibile anche a chi, come me, con la medicina ha poco a che fare.
    Senza peli sulla lingua, senza ipocrisie. Solo chiaramente. E' di cose cosi' che abbiamo bisogno.
    GRAZIE Salvo.

    RispondiElimina
  45. Complimenti!
    Viene voglia di regalarne una copia a chi crede a certe cose alternative, solo che si rischia per l'ennesima volta di essere presi o a male parole o, proprio noi, per gente strana e non aperta alle teorie alternative.
    Accidenti.
    In ogni caso, ottima cosa, un libro puo' raggiungere gente che magari non frequenta blog o anche se trova il tuo magari legge un post e non esplora tutti gli articoli. Ovvero, potenziali vittime.
    Roberto.

    RispondiElimina
  46. Faccio semplicemente eco: bravo! Ci voleva! Ora devo solo decidere quante copie ne comprerò...

    RispondiElimina
  47. Ottima notizia, bravo e congratulazioni!

    RispondiElimina
  48. Oddio, Simoncini. Ne è passato di tempo, da quando i suoi accoliti si presentarono da noi su HWUpgrade, sperando di fare propaganda, e ne uscirono alquanto delusi! :D In quell'occasione, io e tanti altri diventammo lettori abituali del blog, ma ricordo bene anche la perplessità e l'incredulità degli utenti medici e studenti di medicina di fronte al fenomeno, una reazione molto simile a quella che racconti a proposito del tuo esordio. Nessuno credeva che i ciarlatani fossero così privi di scrupoli, tanto da sfruttare sistematicamente la disperazione dei malati. Così...organizzati. Oggi, con la vicenda di Stamina, ne vediamo una prova ulteriore e, oggi più che mai, un libro come questo è necessario e rappresenta una vittoria della buona divulgazione scientifica in Italia. Grazie! :)

    RispondiElimina
  49. Ne è passato di tempo, da quando i suoi accoliti si presentarono da noi su HWUpgrade, sperando di fare propaganda, e ne uscirono alquanto delusi!

    Sai che quella discussione la ricordo? Non so perché ma l'ho letta, forse cercavo informazioni su, dottor bicarbonato...

    RispondiElimina
  50. "Sì, la trovi facilmente nei "negozi" abituali."
    Fatto. Pochi € spesi bene. E mi ha colpito, nelle primissime pagine, questa frase
    "Non ci resta che una sola possibilità per farci strada in questa selva e comprendere cosa è meglio per la nostra salute e cosa sia da evitare: la conoscenza."
    Ecco, la conoscenza. Quella che tu provi a diffondere. Cosa di cui ti ringraziero' fino alla fine dei miei giorni.

    RispondiElimina
  51. Leggo questo blog dal primo articolo e mi accodo ai complimenti per il libro.
    Riguardo alla domanda di Realtebo, credo che la cosa che ci si avvicina di più sia la vicenda del dottor Barry Marshall e l'ulcera gastrica.
    Ne ha parlato lo stesso WeWee in questo post.

    RispondiElimina
  52. Grazie per tutti gli articoli che ha scritto.

    RispondiElimina
  53. avendoti seguito sin dall'inizio sul sito innominabile, non posso che essere estremamente felice dei risultati ottenuti!
    Complimenti Salvo, e speriamo che di persone come te -con voglia di fare divulgazione e spendersi in prima persona- ce ne siano sempre di più!

    RispondiElimina
  54. Salvo, sono mesi che ti seguo da anonimo lettore ed ho quasi finito di leggere tutto l'archivio, ma...come faccio a non crearmi un account apposta per commentare oggi?! Un altro libro da comprare, uffa! :-) Grazie per il faro nel buio che ci offri con i tuoi sforzi!

    RispondiElimina
  55. Grande ! Ottimo (anche io non ho mai commentato, e leggo il tuo blog da solo tre o quattro mesi.... mi sono letto quasi tutto. Leggo spesso Goldacre e tanti altri simili in inglese, sul tuo sito sono cascato per caso) e' prevista anche una versione e=book ?

    RispondiElimina
  56. Grazie, per il blog, le conoscenze e il tempo.
    E grazie anche per il libro, ho idea che appena passo in Italia ne prendo un po' di copie regalo... :D

    RispondiElimina
  57. ho letto ogni singolo articolo del blog, pur commentando davvero pochissime volte.
    i complimenti te li ho già fatti in altre occasioni, ma se passassi per milano a presentare il libro non mancherò sicuramente.
    davvero, grazie di tutto, wewee :)

    RispondiElimina
  58. Cogratulazioni! e grazie per il tuo lavoro!

    RispondiElimina
  59. :) Ottimo! questi sono libri sempre necessari.

    RispondiElimina
  60. Non era facile, dire tutto questo in 200 pagine.
    Bravo, anche per questo.
    Adesso devo solo fare l'elenco delle copie da regalare!

    RispondiElimina
  61. Eccolo il primo commentatore del blog. ;)

    RispondiElimina
  62. Ero troppo impegnato a leggere... ;-)

    RispondiElimina
  63. "Sai che quella discussione la ricordo? Non so perché ma l'ho letta, forse cercavo informazioni su, dottor bicarbonato..."

    E' possibile, perché ai tempi i nostri beniamini erano ancora ingenui e lasciavano online la documentazione relativa ai loro "miracoli", confidando di attirare l'attenzione dei malati con "prove" che nessun medico sarebbe andato a controllare. Credevano male, perché a poco tempo dall'inizio della discussione i forumisti medici avevano già controllato tutto e stavano informando la platea che si trattava di mistificazioni (ancora ricordo un utente radiologo che non voleva crederci e ripeteva "ma non è possibile dire che questa radiografia rappresenta un cancro al polmone, è una banale polmonite, anzi la più evidente delle polmoniti, da manuale per gli studenti!")
    Il resto lo puoi immaginare...molti si sono iscritti al loro forum (era quello gestito dall'amico del "dottore", il signor M., insieme a una signora molto agguerrita che consigliava vitamine in dosi - letteralmente - da cavallo a tutti, per qualsiasi problema) e poco dopo sono stati bannati per ovvie ragioni. Alla fine avevano addirittura chiuso temporaneamente il forum e raccontato agli accoliti che "la casta" li aveva attaccati (le solite storie insomma).
    Tra l'altro, la discussione da noi iniziò perché un utente stava leggendo in diretta il caso di quella ragazza che fu convinta a curarsi con il bicarbonato per una recidiva di cancro al seno. Una brutta storia, finita in modo drammatico.

    RispondiElimina
  64. Accidenti doc. Questo post mi ha fatto venire i brividi parola dopo parola. Ti aspetto sempre a Pisa, e hai anche un invito a cena da queste parti. :)

    RispondiElimina
  65. Grandi complimenti per il tuo libro.
    Leggo da molto tempo il tuo blog e leggere negli RSS "salute e bugie (il libro)" mi ha fatto dire: finalmente.

    Ovviamente già ordinato!

    RispondiElimina
  66. Che bello dottore! Sono previste delle presentazioni per il libro?

    RispondiElimina
  67. Sono previste delle presentazioni per il libro?

    Sì, la prima a Catania il 24 febbraio, successivamente aggiornerò, ma ne farò in diverse zone d'Italia. :)

    RispondiElimina
  68. "loro forum (era quello gestito dall'amico del "dottore", il signor M."

    Tra l'altro ho molto apprezzato che Salvo non abbia minimamente citato il "signor M" nel libro, anche se ringrazia qui "quella persona che cinque anni fa mi mandò via dal suo sito".
    Quel "signore" non merita nessuna forma di pubblicità. Nè lui nè la gabbia di matti che chiama "forum".

    RispondiElimina
  69. Ho letto in più occasini le sue opinioni documentate sulle cure alternative e la ringrazio... perchè mi ha aiutato nel prendere una strada giusta.... due anni fà mi hanno diagnostinìcato un lifoma maligno al terzo stadio ora in remissione completa curato presso il C.R.O. di Aviano PN.... all'inizio avevo molta paura e dubbi sull'efficacia dei metudi scientifici e non starò qui a dirle le pressioni ricevute per intraprendere un cammino alternativo poi casualmente mi sono imbattuto sul suo blog ho letto attentamente le sue inchieste e ora mi sento di ringraziarla..... continui nella sua missione .... lo faccia per noi malati.
    GRAZIE ancora Emanuele

    RispondiElimina
  70. Da neo-laureato in medicina che si sta affacciando ora alla vita lavorativa non posso che dire solo una cosa: GRAZIE! Questo blog è diventato un compagno fedele di vita e di lavoro.

    RispondiElimina
  71. Complimenti, auguri e un grazie da uno studente di medicina che ti ha iniziato a leggere qualche anno fa e che si trova a dover lottare spesso con conoscenti ma anche "luminari" (riferito dai pazienti) della medicina per spiegare la vera non-essenza dell'omeopatia.
    Continuerò a seguirti con interesse, Wewee!

    RispondiElimina
  72. ho letto attentamente le sue inchieste e ora mi sento di ringraziarla..... continui nella sua missione .... lo faccia per noi malati.

    Lo farò, tranquillo.
    ...e non sai come mi renda felice la tua testimonianza.
    :)

    RispondiElimina
  73. Le segnalo questo commento (ma chiamarlo attacco sarebbe più esatto) di Stefano Montanari, comparso fresco fresco (1 ora fa) sul blog di Gianni Lannes:

    http://www.freezepage.com/1392049038XMJVNVYVCL

    Ad ogni buon conto l'ho freezato, per il caso scompaia.

    RispondiElimina
  74. Le segnalo questo commento

    Grazie per la segnalazione, ma ai "commenti" isterici ci sono abituato. Mi dispiace solo che vivere di invidia verso il prossimo sia dannoso per la salute (gastrite, ipertensione, malattie cardiovascolari), molto più sano (e bello) godersi la vita e non rodersi il fegato.

    PS: Grazie anche per il freeze.
    :)

    Ciao!

    RispondiElimina
  75. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  76. Chiarelettere?

    Non è una casa editrice filocomplottista la cui comunicazione online fino all' estate scorsa era gestita dalla Casaleggio Associati?

    RispondiElimina
  77. Non so se Casaleggio c'entri, ma "fino all' estate scorsa" vuol dire che non è più così, giusto? Inoltre con Chiarelettere ha pubblicato Travaglio (filo-grillo, probabilmente) e Grillo, ma anche Bressanini (filo... cosa?), ma anche Biacchessi, Bisignani, Camilleri, De Magistris, Ingroia, Vauro... insomma, mi pare abbastanza vario

    RispondiElimina
  78. Carissimo Salvo, ti seguo sul blog dal 2010, più o meno, ti ho trovato grazie ad Attivissimo, e ti ringrazio per tutto il tuo impegno in favore della conoscenza e della verità, ti ringrazio inoltre perchè mi hai sempre risposto, sul blog ed anche in privato, nonostante chissà quante mail riceverai ogni giorno...
    Continua così, io non mi perdo un post!
    E mi raccomando, passa dalle parti di Modena/Bologna, non mancare!!

    RispondiElimina
  79. E mi raccomando, passa dalle parti di Modena/Bologna, non mancare!!

    Bologna è quasi sicura.
    :)

    A presto!

    RispondiElimina
  80. Bellissima iniziativa!
    Ma da un blogger ci aspettiamo anche il .mobi!

    RispondiElimina
  81. Alè! A Bologna non mancherò!

    Io qui ci sono finita ai tempi della notizia sulla giovanissima morta a seguito di un coma diabetico dopo che i genitori le avevano fatto sospendere l'insulina per della vitamina C.
    Allucinante.
    Fino a quel giorno non avevo mai pensato che si potesse essere tanto ignoranti su una cosa così banale.
    Poi anche la santona morì perché credeva nelle sue teorie.. Vabè.

    Il massimo dell'indignazione l'ho raggiunto apprendendo che esistono veramente persone che ti lasciano morire per avere i tuoi soldi.

    Questa cosa per me è completamente fuori di testa, assurda, perché un medico - o ex tale - che sostiene queste truffe secondo me è un assassino e questo blog grazie al cielo che esiste: una fonte di esempi, notizie e spiegazioni grazie alle quali si può almeno tentare di proteggere chi si trova in un momento di debolezza o disperazione.

    Gran bel lavoro, ma davvero, molte grazie di questi anni.

    RispondiElimina
  82. Giuliano Parpaglioni:
    "Non so se Casaleggio c'entri, ma "fino all' estate scorsa" vuol dire che non è più così, giusto? "

    Evidentemente è cambiato tutto.

    RispondiElimina
  83. @Nicholas: http://www.amazon.it/Salute-bugie-difendersi-farmaci-ciarlatani-ebook/dp/B00HQLNBW0/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1392189579&sr=1-1&keywords=salute+e+bugie

    RispondiElimina
  84. Comprato! E quasi finito. Complimenti, è un libro importante, ben scritto e molto attuale. Dovrebbero farlo leggere nelle scuole. Trovo geniale anche la citazione di Bertrand Russell nella controcopertina, su cui mi è caduto l'occhio poco fa: "Il problema dell'umanità è che gli stupidi sono strasicuri e gli intelligenti sono pieni di dubbi". Ecco, dopo aver letto questo libro ho parecchi dubbi in meno. Però me ne viene uno nuovo: che stia diventando stupido?

    RispondiElimina
  85. dopo aver letto questo libro ho parecchi dubbi in meno. Però me ne viene uno nuovo: che stia diventando stupido?

    Ottimo! Se hai il dubbio vuol dire che non lo sei.
    ;)

    RispondiElimina
  86. Ciao Salvo, volevo segnalarti questo articolo sulle politiche di tagli al sanitario imposte "per necessità", quando esse sono collegate alla diminuzione dell'aspettativa di vita: http://goofynomics.blogspot.it/2014/02/la-salute-e-la-crisi.html

    RispondiElimina
  87. Se una delle presentazioni sara' in zona Milano spero di riuscire a esserci!
    Pero' mi raccomando le date annunciale in nuovi post o via twitter, non metterle solo nei commenti di questo post.

    RispondiElimina
  88. Pero' mi raccomando le date annunciale in nuovi post

    Sì, le segnalerò in fondo ai post come nota (e nella colonna di destra del blog sotto la voce "News").

    RispondiElimina
  89. Ciao Salvo! Complimenti per il libro! L'ho comprato ieri e sono già a metà, molto interessante! Scusa se sono indiscreta, ma nel libro ho letto che lavori in provincia di Treviso: posso sapere dove, con precisione? Sai, mi piacerebbe venire a farti un saluto e stringerti la mano :)

    RispondiElimina
  90. A Vittorio Veneto. Ma in orario di lavoro è molto difficile trovarmi, c'è tanto da fare in reparto. :)

    RispondiElimina
  91. Lavori a Vittorio Veneto??? Non ci credo! Io ci abito! Pazzesco!
    (scusa l'emozione ma non sono proprio riuscita a trattenermi :D)

    RispondiElimina
  92. Carpe diem, dottore, carpe diem.

    Buona settimana

    RispondiElimina
  93. Ho comprato il libro sabato e l'ho finito ieri sera; veramente ben fatto, sintetico ma sufficientemente esaustivo, facile da leggere senza diventare banale, appassionante. Quando ho girato l'ultima pagina mi sono chiesto: "Ma come? Già finito?"
    Complimenti e grazie mille!

    RispondiElimina
  94. Complimenti e grazie mille!

    Contento ti sia piaciuto...
    Grazie a te!
    :)

    RispondiElimina
  95. Preso su Amazon http://goo.gl/8s82lq
    Letto quasi tutto.
    Complimenti, a parte per i temi trattati, anche per come è scritto!

    RispondiElimina
  96. Gentile Salvo, ti seguo da anni e apprezzo sempre il tuo lavoro! Sicuramente comprerò il tuo libro che, a dir la verità, attendevo da tempo!...Ma, permettimi un appunto, quando scrivi "naturalisti a tutti i costi" (riferendoti ai fan delle "terapie naturali"), beh... io avrei usato un'altra parola :) Io sono un naturalista a tutti i costi, nel senso di laureato in Scienze Naturali e mi occupo tra l'altro di divulgazione naturalistica. Lotto quotidianamente, nel mio piccolo, contro la disinformazione scientifica, il pregiudizio e la superstizione. So bene cosa volevi intendere e ormai il libro è stampato, ma sai, già ci confondono talvolta coi naturisti (categoria rispettabilissima peraltro), altre volte con gli animalisti...ora non vorrei che nascessero altri malintesi ...eh eh. So che non accadrà,ma in ogni caso sentivo il dovere di fartelo notare, visto anche il ruolo di secondo piano che il naturalista svolge nella società italiana :) Grazie mille e buon lavoro!

    RispondiElimina
  97. io avrei usato un'altra parola

    Quale?
    Perché in tutti i casi si potrebbe creare confusione ma visto che il contesto (e poi quello che scrivo) chiarisce a cosa mi riferisco, ho usato un termine "generico" e di facile comprensione. Chiaramente per "naturalista" non mi riferisco a chi fa della natura il suo lavoro o la sua passione.
    :)

    Grazie a te, ciao!

    RispondiElimina
  98. Doc, ho finito ieri sera di leggere il libro. Fra impegni vari avevo stoppato la lettura per parecchio, quindi contando il tempo totale di lettura, ci ho messo una mezza giornata. Però, devo sottolineare un difetto del libro, che voglio dire, è fatto benissimo, e si legge anche meglio. Però ha questo difetto grosso, che guarda, mi da' fastidio solo a pensarci: è troppo corto :D

    Davvero, scherzi a parte, avrei continuato a leggerlo ad oltranza. E che un libro, specialmente divulgativo, mi faccia un effetto del genere, almeno per me, è indice di un libro scritto veramente bene, e che rimane. Addirittura mi sono riletto volentieri anche alcuni passaggi che avevo già letto sul blog, e non ho fatto fatica a rileggerli. Insomma, Doc, un applauso gigantesco :)

    RispondiElimina
  99. è troppo corto

    Per un attimo ho pensato..."ma che ho combinato"...
    Meno male...
    :P
    Grazie!

    RispondiElimina
  100. E' stata una lettura davvero interessante, credo che lo consiglierò a molti conoscenti!

    Ieri in libreria mi è cascato l'occhio sullo scaffale dedicato alla nutrizione e, dopo una sfilza di libri su dieta dei gruppi sanguigni, omeopatia, agopuntura e naturopatia, tra il manuale della cristalloterapia e uno sui fiori di Bach, ho trovato il suo libro... non sapevo se ridere o piangere!
    Che amarezza vedere quanti libri sono dedicati a queste credenze (non so bene come altro definirle) e quanti pochi a medicina e salute in termini scientifici, come il suo. O forse se ne trovano pochi in libreria perché vendono di meno?
    Comunque, sono contenta che ci siano persone come lei che continuano a fare divulgazione scientifica e a smascherare le bufale. Buon lavoro :)

    RispondiElimina
  101. Comprato, e in lettura. Ho dovuto aspettare che mio figlio (10 anni) lo finisse...
    Complimenti!

    RispondiElimina
  102. Ho comprato il suo libro ed ho iniziato a leggerlo. Complimenti, è molto intrigante e utile

    RispondiElimina

I tuoi commenti sono benvenuti, ricorda però che discutere significa evitare le polemiche, usare toni civili ed educati, rispettare gli altri commentatori ed il proprietario del blog. Ti invito, prima di commentare, a leggere le regole del blog (qui) in modo da partecipare in maniera costruttiva ed utile. Ricorda inoltre che è proibito inserire link o indicare siti che non hanno base scientifica o consigliare cure mediche. Chi non rispetta queste semplici regole non potrà commentare.
I commenti che non rispettano le regole potranno essere cancellati, anche senza preavviso. Gli utenti che violassero ripetutamente le regole potranno essere esclusi definitivamente dal blog.

Grazie per la comprensione e...buona lettura!