martedì 31 luglio 2012

Statistiche e curiosità

Eccoci al consueto post estivo, leggero ma tutto da leggere e che mi consente di prendermi una pausa di ozio marino, solare e sabbioso, ricaricando un po' le batterie.

E' un riepilogo molto "soft" che ho già realizzato qualche tempo fa perchè è davvero curioso scoprire con quali chiavi di ricerca (sono i termini che si inseriscono in un motore di ricerca, ad esempio Google) qualcuno arriva in questo blog.
Prima però qualche statistica sul blog.
Il blog ha ricevuto dalla sua creazione più di 700.000 visite con una media di 927 visite al giorno. Il picco è stato di il 19 maggio 2010 con 5114 visite (giorno di pubblicazione dell'articolo dedicato alla triste vicenda di Clara Palomba). La metà delle visite provengono da lettori "abituali", il resto da nuovi visitatori. Dopo quelli italiani, il maggior numero di visitatori provengono dalla Svizzera e dalla Germania.
Il 43% di loro usa Firefox come browser. Oltre 30.000 visite provenienti da Facebook e più di 1.000.000 di pagine lette da quando esiste MedBunker.
Chi l'avrebbe mai detto? Chi mi segue dall'inizio (ormai più di tre anni fa) sa benissimo come tutto sia iniziato per caso e quindi un ringraziamento va a tutti quelli che mi seguono e sostengono (dai primi lettori all'ultimo).



Ora basta con i numeri, molto più interessante ed esilarante controllare le chiavi di ricerca con le quali alcuni visitatori arrivano al blog. Oltre alle "normali" chiavi (chi ricerca informazioni su una cura alternativa, chi su termini medici, chi cerca statistiche), rovistando tra i termini che hanno portato qui i visitatori c'è da restare stupiti.
Il resoconto è indispensabile.

Qualcuno è arrivato cercando: "come si fa i ragi is con gli occhi" (presumo volesse conoscere il metodo per avere la vista a raggi X), un altro cercava i  "9 orifizi umani" (non mettetevi a contare quanti ne avete voi eh?) e c'è di peggio:
autoerotismo deodorante
assorbente interno arresto cardiaco
film ornografici (sic)
metodi magici per elminare le verruche
tagli per capelli che si gonfiano
terapie antitumorali alternative punture a base di letame
come si capisce se si è planoterapeuti
vagina zucchina
come si fà la supercazzola
Consigli su sesso strano
paranormali mosche in casa
come smettere di mangiarsi le caccole

C'è lo speranzoso:  ho un problema che non riesco a risolvere conoscete una preghiera miracolosa
...ed il deciso: i radioterapisti non sanno niente
I dubbi della vita: paperino perchè non sa parlare?
Ognuno ha i suoi guru:  Pippo franco usa un metodo per curarsi qualsiasi cosa come si chiama?
Insomma...una buona parte di visitatori del blog cerca l'impossibile e finisce qui. Spero per loro che qualcosa di interessante abbiano trovato.
Non meno curiose sono le chiavi di ricerca a sfondo sessuale, spesso esilaranti e davvero ci si chiede: ma la gente per cosa utilizza internet?

cerco uomo per semeterapia

Congresso di ginecologi


Oppure (chiedo perdono per i termini volgari):

Il più curioso: Vorrei guardare dentro una f*ga
Il metodico: schema vagina
Ho perso i riferimenti: la f*ga e la coscia
Sesso estremo:  Farsi aspirare il pisello dall'aspirapolvere
L'invidioso:  Il pene del mio amico
I rischi di vivere da solo: Incidenti domestici con bambole gonfiabili
I rischi di vivere da sola: Mi è scoppiata la penna dentro la vagina

...ed evito le più pesanti...

C'è quella che vuole andare a colpo sicuro: dimensioni del pene come indovinare prima ed il pedofilo estremo: erezione feto.
Ed infine mi chiedo: capisco che il mio blog possa avere una valenza di utilità sociale e spesso si cercano informazioni affidabili, ma...:
  •  Ipnotizzare la moglie
  •  E vero che con l'occhio di granchio cade la verruca
  •  Gli oggetti più strani che vi siete infilate
  •  I rettiliani sono velenosi?
  • Come aiutare amico complottista
  • Come far riprendere un pesce rosso ha gli ultimi respiri
...non pensavo fino a questo punto.

E poi colui che ha trovato la giusta via:  "Come si chiama il sito che dice la verità" ...ed è arrivato qui.


Buone vacanze a tutti!

Alla prossima.

36 commenti:

  1. Lo ammetto, non ridevo così tanto dai tempi in cui Prefe ogni mese stilava una lista delle chiavi di ricerca di chi gli entrava nel blog!

    Ottima idea!!

    RispondiElimina
  2. WeWee, vorrei chiederti un parere personale, ma meglio se ti scrivo una mail.

    RispondiElimina
  3. Lo ho sempre pensato che tu sei un pornografo e non un medico ;)

    Saluti,

    Mauro.

    RispondiElimina
  4. Dottore, rasserenati: primo o poi farò un post di servizio sul mio blog con le chiavi di accesso più curiose, e ti assicuro che ci sarà da sbellicarsi. Tre a caso: "traforare il compensato" (che non so da dove venga); "cicatrice vaccino vaiolo" (capita più volte al mese: devono essere degli ipocondriaci cronici); infine il mitico "le donne con le tette da fuori" (sic). Un vecchio bavoso, non c'è che dire :D

    RispondiElimina
  5. "terapie antitumorali alternative punture a base di letame"

    E io che pensavo fosse pessimo usare la ricotta o il bicarbonato.

    RispondiElimina
  6. "Come aiutare amico complottista"

    Dobbiamo scrivere un libro con questo titolo

    RispondiElimina
  7. uh.. "l'amico invidioso" e' inteso generico o e' un tuo amico ?

    RispondiElimina
  8. Sesso estremo: Farsi aspirare il pisello dall'aspirapolvere
    come smettere di mangiarsi le caccole
    come si fà la supercazzola
    Non riesco a smettere di ridere :-)
    ...ed evito le più pesanti...
    Nooo, dai, ti prego, continua... :-)

    RispondiElimina
  9. Giuliano Parpaglioni ha commentato...
    "Come aiutare amico complottista"

    Dobbiamo scrivere un libro con questo titolo

    Io suggerirei anche uno "stupidario" medico/farmaceutico... rido ancora da quando, anni fa, sentii dire "vagina pectoris" :-)

    RispondiElimina
  10. OT ma non del tutto.

    Però anche i motori di ricerca hanno una fantasia... L'altro giorno, preso da un fuoco di curiosità olimpionica, ho chiesto a Google "come funziona il fioretto elettrico", e la prima risposta è stata questa!

    RispondiElimina
  11. Ciao doc grazie per le risate, buone ferie al mare!

    RispondiElimina
  12. Riccardo, dai, non diamo colpe a Google se c'è più gente che fa fioretti che gente che usa fioretti :)

    RispondiElimina
  13. A proposito di cicatrice da vaccino...
    Sono del '78, il mio compagno ('76) e i miei coscritti hanno una cicatrice rotonda sul braccio. Era un vaccino fatto alle elementari, io non l'ho fatto e infatti non ho il "bollino".
    Qualcuno sa che vaccino sia?
    TBC forse?

    RispondiElimina
  14. @Giuliano Parpaglioni: mi era venuto il dubbio ma l'avevo escluso perché ho letto che in Italia non lo fanno più dal 1981. Io a quei tempi andavo all'asilo, non alle elementari.

    Dovrò chiedere alla mamma :-D

    RispondiElimina
  15. La mamma dice TBC ma non è sicura...
    (il bello di facebook: trovi la mamma in chat a tutte le ore :-D)

    Se qualcuno si ricorda lo scriva. Grazie.

    RispondiElimina
  16. Se qualcuno si ricorda lo scriva

    O vaiolo o TBC, il "classico" segno nel braccio è frequentemente dovuto al vaccino antivaiolo ma se questo non fosse il tuo caso non rimane che la TBC.

    RispondiElimina
  17. Salve,
    per caso ho trovato in rete la seguente notizia.
    Sarebbe così gentile da esprimere una sua valutazione a riguardo?
    Grazie in anticipo.

    http://www.agi.it/cronaca/notizie/201208051857-cro-rt10094-cancro_nature_chemioterapia_ne_rafforza_crescita_e_resistenza

    RispondiElimina
  18. Sarebbe così gentile da esprimere una sua valutazione a riguardo?

    Il fenomeno della "chemioresistenza" è conosciuto da anni (decenni). In parole povere, le cellule tumorali si "difendono" (esattamente come le cellule normali) dall'attacco della chemioterapia mutando e producendo varie sostanze (proteine, soprattutto) e con vari meccanismi. Queste sostanze "proteggono" il tumore rendendolo insensibile alla chemioterapia. Questo vale per alcuni tumori (solidi) nella loro forma avanzata (e questo spiegherebbe perché le forme avanzate siano difficilmente curabili).

    La scoperta di questi meccanismi (quindi di quali sono le mutazioni o le proteine che causano questa resistenza) è fondamentale per trovare combinazioni di farmaci che rendano meno resistente la cellula tumorale.
    Ne sono stati scoperti tanti (anche in Italia) in questi anni e questo è un ulteriore passo avanti. Nel caso specifico è stato notato come le cellule (normali), che si chiamano fibroblasti, attorno al tumore, producono una proteina (la WNT16B) che "protegge" il tumore stesso dalla terapia.

    RispondiElimina
  19. Grazie.
    Quindi per lei nessuna sorpresa da questo studio.
    Bene, meglio così.

    Buone vacanze.

    RispondiElimina
  20. Mi scuso per la ulteriore intrusione.
    Curiosando sul suo sito ho trovato e letto un interessante dossier sulla terapia Di Bella.
    Devo dire che, come lei, nutrivo un certo interesse per la faccenda da molti anni, ma non avrei avuto le conoscenze e il tempo per effettuare una tale investigazione a riguardo.
    In particolare, la spiegazione della non veridicità e della strumentalità delle critiche alla sperimentazione ufficiale, mi ha molto colpito.
    Il suo dossier mi costringe a rivedere in gran parte le mie idee a riguardo. Cercherò di continuare ad informarmi anche da altre fonti.

    A tal riguardo ho trovato invece un articolo interessante ed abbastanza recente.
    http://gazzettadimodena.gelocal.it/cronaca/2012/07/29/news/l-istituto-di-veronesi-promuove-di-bella-1.5473803

    Ne era a conoscenza? Mi darebbe una sua opinione? Grazie ancora.

    RispondiElimina
  21. Quindi per lei nessuna sorpresa da questo studio.

    La "sorpresa" potrebbe essere quella relativa all'identificazione di un determinato tipo di cellule (i fibroblasti) nella produzione di quella proteina.

    Cercherò di continuare ad informarmi anche da altre fonti.

    Fai benissimo.

    http://gazzettadimodena.gelocal.it/cronaca/2012/07/29/news/l-istituto-di-veronesi-promuove-di-bella-1.5473803

    Sì, ho letto questo articolo, scritto male (dal giornalista, che è un sostenitore di Di Bella "storico").
    1) La ricerca di Firenze citata è "in vitro" e quindi c'è poco da esultare, tra la provetta e l'essere vivente c'è un abisso (in vitro sostanze come l'alcol, il limone, la benzina o il fuoco, possono uccidere le cellule tumorali). Uno degli autori è un ex collaboratore di Di Bella. Diciamo che non si tratta certo di uno studio che possa cambiare granché.

    2) L'IEO non ha "promosso" niente. L'articolo si riferisce ad un certificato di un medico che lavora nell'istituto che (senza immagini di confronto) rilascia un documento che parla di una riduzione di dimensioni del tumore. Il documento serviva per un ricorso alla ASL ed in genere sono certificati fatti "su richiesta", proprio perché servono per ricorsi o documentazioni. Credo non servano spiegazioni per sottolineare la differenza tra un certificato (fatto oltretutto senza esame a disposizione) di un medico ed il "riconoscimento" di un istituto scientifico.

    Anche qui, il solo fatto di intitolare in quel modo un articolo quando la realtà è ben differente, lascia pochi dubbi sull'attendibilità delle teorie "dibelliane", ormai le loro "prove scientifiche" sono articoli di giornali e Facebook che come spesso capita sono ulteriori batoste su queste inutili pratiche.
    Deprimente.

    PS: La gazzetta di Modena è lo stesso giornale che parlava di "riconoscimento mondiale del metodo Di Bella", relativamente a due congressi orientali, gli stessi che hanno accettato un abstract del prof. Massimo Della Serietà sull'efficacia del cetriolo endovaginale nella risoluzione di svariate malattie.

    Io non curerei le mie malattie in base ad un articolo ambiguo su internet.

    RispondiElimina
  22. Capisco...
    Di certo l'articolo non dimostra che il MDB sia una cura per il cancro, di contro le sue obiezioni non mi sembrano completamente imparziali e "scientifiche".

    Quello che mi spiazza, come spesso accade informandosi su questioni di "confine", è che leggendo le motivazione dei "contrari" sembra tutto chiaro e dimostrato allo stesso modo di come spesso appare anche leggendo i "sostenitori".

    Per me che sono realmente imparziale ed interessato a vederci chiaro, potersi creare una idea completa è sempre molto difficile. Io comunque continuerò a provarci.

    Ad ogni modo la ringrazio nuovamente per la risposta, è comunque una fonte di informazioni utili.

    Saluti e Buone vacanze.

    RispondiElimina
  23. @Francesco Catapano:di contro le sue obiezioni non mi sembrano completamente imparziali e "scientifiche".

    Probabilmente ti e' sfuggito questo:
    Dossier Di Bella scritto dallo stesso Salvo Di Grazia su questo blog.

    RispondiElimina
  24. di contro le sue obiezioni non mi sembrano completamente imparziali e "scientifiche"

    Le obiezioni "scientifiche" si fanno ai congressi, non su internet e le mie parole sono per forza "di parte", esattamente come chiunque abbia una sua opinione su un argomento. Molto più comodo parlare a metà e restare nell'ambiguità. Io parlo chiaro.

    leggendo le motivazione dei "contrari" sembra tutto chiaro e dimostrato allo stesso modo di come spesso appare anche leggendo i "sostenitori"

    Mah, in realtà non siamo ad una partita di calcio ma parliamo di cura per il cancro (anche se c'è gente che confonde le due cose) quindi non vedo due schieramenti, qualcuno invece confonde i vaneggiamenti trovati in rete con le prove e le conclusioni della scienza, questo è il rischio di internet.

    In ogni caso, come dico sempre, ognuno prenda le informazioni da dove preferisce, la salute (ed i soldi) è un bene personale e di certo io, più che informare non faccio (e non faccio nemmeno il salvatore dell'umanità) e soprattutto mentre chi VENDE queste pseudocure ci guadagna, io non guadagno nulla a riportare ciò che dice la scienza, quindi liberi di curarsi con le pozioni, le code di serpente o l'acqua fresca solo perché "lo hanno scritto sul giornale".

    Saluti.

    RispondiElimina
  25. @Max(l)
    "Probabilmente ti e' sfuggito questo:
    Dossier Di Bella scritto dallo stesso Salvo Di Grazia su questo blog."

    Più probabilmente a te è sfuggito il mio precedente commento:
    "Curiosando sul suo sito ho trovato e letto un interessante dossier sulla terapia Di Bella.
    Devo dire che, come lei, nutrivo un certo interesse per la faccenda da molti anni, ma non avrei avuto le conoscenze e il tempo per effettuare una tale investigazione a riguardo.
    In particolare, la spiegazione della non veridicità e della strumentalità delle critiche alla sperimentazione ufficiale, mi ha molto colpito.
    Il suo dossier mi costringe a rivedere in gran parte le mie idee a riguardo."

    Il mio rammarico per non aver ricevuto delle valutazioni imparziali e "scientifiche" si riferiva all'articolo linkato e al fatto che a questo punto è inutile cercare di ottenerle anche su altre notizie.

    E' stato proprio l'autore a sottolineare più volte, proprio nel dossier, che era stato da sempre interessato ed incuriosito dal MDB e che ne aveva analizzato la eventuale validità senza preconcetti.
    Credevo che si potesse intavolare una discussione in cui analizzare oltre gli elementi (che avevo trovato molto interessanti) del suo dossier, anche altri elementi che potrebbero essere venuti o venir fuori successivamente.

    Evidentemente mi sbagliavo, considerando il tuo commento e specialmente quello dell'autore.

    Senza polemica.

    Saluti.

    RispondiElimina
  26. Che tono avrebbe avuto il mio commento? Se sei troppo suscettibile non posso farci nulla, come ho detto amo poco i formalismi. Sul'articolo di giornale linkato, più che dirti che si tratta di sciocchezze non posso, non merita nemmeno commenti figurati valutazioni "scientifiche", si tratta di spazzatura. In ogni caso questo non è un post dedicato al "metodo Di Bella" quindi siamo fuori argomento, puoi parlarne nei vari post dedicati (ma non lo consiglio perché ormai li leggerebbero in pochi, sono datati) oppure attendere che se ne riparli (e non dovrai aspettare troppo). Saluti.

    RispondiElimina
  27. @Francesco Catapano:Più probabilmente a te è sfuggito il mio precedente commento:
    "Curiosando sul suo sito ho trovato e letto un interessante dossier sulla terapia Di Bella.


    E' possibile, non ho nessuna difficolta' ad ammetterlo, ci mancherebbe. Ma adesso che me lo fai notare, se dopo aver letto l'esaustivo dossier Di Bella di Di Grazia ti rammarichi di non aver ricevuto valutazioni imparziali e "scientifiche" (l'abuso del virgolettato e' tuo) sull'articolo di Brancatisano mi correggo e dico:
    probabilmente ti e' sfuggito il contenuto del dossier.
    Sulla falsa riga del tuo ultimo post, senza polemica.

    RispondiElimina
  28. Chiedo venia per essere andato fuori tema e per aver creduto che in un blog dove si cerca la verità si sia interessati ed aperti a notizie che potrebbero aiutare a comprenderla meglio.

    Forse il vero errore è cercare di discutere con chi ha già una opinione ben formata e non ha alcuna intenzione di metterla in discussione. Alla fin fine però, per chi come me è ancora interessato a formarsi una convinzione personale, anche le sue risposte possono essere utili.

    Quindi probabilmente tornerò a leggere quando riparlerete del MDB.

    Saluti e grazie comunque per le risposte.

    RispondiElimina
  29. @Max(L)
    Solo per amore della precisione mi costringi a ricitare per la seconda volta il mio commento, in particolare la parte successiva a quella da te ripresa:
    "In particolare, la spiegazione della non veridicità e della strumentalità delle critiche alla sperimentazione ufficiale, mi ha molto colpito.
    Il suo dossier mi costringe a rivedere in gran parte le mie idee a riguardo."

    Penso non si possa in alcun modo non capire che io abbia molto apprezzato il dossier e proprio per questo sono stato spinto a scrivere. In particolare mi ero convinto che l'autore avesse veramente maturato una sua convinzione partendo da una posizione non preconcetta e questo aveva rafforzato di molto le sue parole, per quanto mi riguardava.
    Altre impressioni sono purtroppo andate nel verso opposto ma non per questo sono portato ad ignorare quello che c'è di interessante e ben fatto nel dossier.

    Quindi continuerò a cercare di capire qualcosa in più, come ho detto, e probabilmente mi "servirò" anche di questo blog e perciò ringrazio in anticipo.

    P.s.:
    Come vedi non sono un "fanatico sostenitore" del MDB.
    Quello che mi sorprende sempre, nonostante mi capiti da un decennio, è che ogni qual volta un qualsiasi utente di un blog o forum scriva qualcosa che non sia completamente a favore della tesi in quella sede prevalentemente accettata, egli viene sistematicamente ritenuto un cieco sostenitore della tesi opposta (a seconda dei casi genericamente "complottista" o "debunker").

    Mah...

    RispondiElimina
  30. A France', ma su cosa la gente si dovrebbe confrontare? forse se avessi delle obiezioni precise, qualcuno potrebbe risponderti. Per adesso hai soltanto farfugliato...

    RispondiElimina
  31. @ Francesco Capatano

    A me sembra che le risposte ti siano state date. CHe risposta volevi per un articolo di giornale come quello? Salvo di Grazia ha scritto quel dossier, doveva riscriverlo nei commenti per risponderti? Quell'articolo non aggiunge nulla a quanto già detto in precedenza, di che cosa vuoi discutere? Vuoi risposte diverse? Il problema è proprio questo, non è l'autore di questo blog ad avere dei preconcetti, sei tu che pretendi che ti siano date delle risposte che soddisfino le tue aspettative. Hai chiesto il parere su un articolo di giornale a uno che in base a quello che ha studiato ha ampiamente scritto ciò che pensa e tu lo accusi di rispondere con superficialità. Tu vuoi continuare a cercare perché vuoi delle risposte che ti vanno bene, per queste cose ci sono molti siti internet che ti potranno accontentare, mi spiace essere così schietto.

    RispondiElimina
  32. @Francesco Catapano:Solo per amore della precisione mi costringi (...) in particolare (...)Il suo dossier mi costringe (...)Penso non si possa in alcun modo non capire che io (...)

    Etc etc...mi sa che stai facendo un gran chiasso tutto da solo.
    Saluti.

    RispondiElimina
  33. @Francesco Catapano: E' il mio primo commento qui, ma seguo il blog da un po'.

    Ho visto una situazione simile a questa varie volte e mi sembra qualcosa di surreale.

    Se veramente sei venuto qui senza preconcetti ma con la voglia di saperne di più, prenditi qualche minuto per leggere il mio commento.

    Quasi ad ogni post, c'è qualcuno che commenta con il tuo stesso stile: molto educato, posta un articolo chiedendo un'opinione dell'autore del blog. Lui la dà sempre, diretto ma educato anche lui, nonostante sia un ripetizione di qualcosa che accade da anni sempre nello stesso modo.

    Nell'arco dei 2-3 commenti successivi, leggendo tra le righe la "durezza" di Salvo nel rispondere, il commentatore di turno comincia ad inalberarsi perché sente di aver colpito un "muro". Talvolta sembra chiaro che il commentatore ha scritto all'inizio solo per scatenare polemica, e se ne va sbattendo la porta quando ridicolizzato da tutti i lettori del blog. Altre volte è qualcuno che (come credo tu sia) era in buona fede ma crede di esser preso in giro, quindi se ne va anche lui più o meno sbattendo la porta.

    Cerca di vedere il tuo commento in un punto di vista più grande: ogni volta che succede, noi non sappiamo se si tratta di un finto provocatore o di una persona veramente curiosa. Si tratta inoltre dell'ennesimo commento, dopo anni di discussioni, essendo l'argomento "vecchio". E' normale che la risposta di Salvo sia un po' asettica o talvolta sbrigativa (che, in quest'ottica, ha molta più pazienza di molti dei suoi lettori :).

    Se quindi sei veramente intenzionato a capirci di più, dicci cosa ti sembra poco comprensibili dell'articolo di Salvo, su quali punti ti sembra ci siano "buchi", e non riportare interi articoli esterni che l'autore ha probabilmente già letto o che può decidere di non voler leggere (immagina quante volte succede ogni giorno per ogni suo articolo, per ogni cura alternativa..).

    Il mio consiglio è di identificare le parti che ti sembrano oscure del dossier di Salvo, cercare su internet o in te stesso le controargomentazioni che ti sembrano più sensate, e proporle qui. Potrebbe derivarne una buona discussione che magari si ripercuoterebbe in una modifica del dossier, o nel tuo chiarimento completo dell'argomento.

    Quello che non puoi aspettarti è che si intavoli da sola una discussione su qualcosa che l'autore e i lettori ritengono concluso: se noi non abbiamo chiesto ulteriori chiarimenti a Salvo è perché siamo convinti, abbiamo già vagliato le probabilità dentro di noi. Per te non è così, quindi devi mettere in conto un po' di rigidità iniziale e devi essere il primo a chiedere attivamente, mostrando i tuoi dubbi con precisione.

    Spero che vorrai rispondere, e che tu sia come io immagino, cioè una persona veramente curiosa come il 90% di chi è arrivato qui e ha passato giorni e giorni a leggere gli articoli di salvo.

    Con simpatia,
    Fabio

    RispondiElimina
  34. mi hai fatto morire dalle risate!! :)

    RispondiElimina
  35. Sono d'accordo con il commento di Fabio T. sul "modello" degli interventi del Sig F. Catapano: mi si accende sempre l'allarme anti-troll ...

    RispondiElimina

I tuoi commenti sono benvenuti, ricorda però che discutere significa evitare le polemiche, usare toni civili ed educati, rispettare gli altri commentatori ed il proprietario del blog. Ti invito, prima di commentare, a leggere le regole del blog (qui) in modo da partecipare in maniera costruttiva ed utile. Ricorda inoltre che è proibito inserire link o indicare siti che non hanno base scientifica o consigliare cure mediche. Chi non rispetta queste semplici regole non potrà commentare.
I commenti che non rispettano le regole potranno essere cancellati, anche senza preavviso. Gli utenti che violassero ripetutamente le regole potranno essere esclusi definitivamente dal blog.

Grazie per la comprensione e...buona lettura!