giovedì 12 aprile 2012

Ci vediamo a Padova?

Il 19 aprile, alle ore 18,00, terrò una conferenza a Padova dal titolo "Pseudoscienze in medicina" ovvero "Esiste una medicina alternativa?". L'incontro si svolgerà presso la sala ai caduti di Nassiriya del CdQ1 Centro di Padova. Ingresso da sotto la Torre dell'Orologio
Il convegno, aperto al pubblico e ad ingresso gratuito (ma i posti sono limitati...), è organizzato dal Cicap Veneto nel contesto di una serie di conferenze che spiegano gli inganni della mente, la scienza e le pseudoscienze.
Nel mio caso l'argomento è quello che tratto nel blog, cosa vuol dire scienza e ricerca, la differenza tra la scienza medica e la spazzatura venduta per scientifica, i trucchi dei ciarlatani ed un esempio di come il "complotto" invocato da tanti di loro per giustificare il disinteresse per le loro truffe sia solo un pretesto per giustificare il loro fallimento. Persino un meccanico è riuscito a fare studiare dall'OMS uno strumento medico di sua invenzione già sperimentato in diversi ospedali del mondo.


Insomma, esiste una medicina alternativa? Una medicina per definizione serve a migliorare la salute, quali sono i risultati di quelle che qualcuno chiama "pratiche alternative"? A cosa servono e su cosa si basano? Questi presunti risultati sono attendibili?
Chi segue regolarmente il blog forse risentirà argomenti già trattati ma ribadire certi concetti non fa mai male.
In ogni caso sarà una buona occasione anche per conoscerci di persona, stringerci la mano e fare due chiacchiere. Se riuscirò ad organizzarmi porterò con me qualche strumento ostetrico da collezione, alcuni "da brivido", giusto per vedere con i propri occhi cosa trovavano in ospedale i nostri antenati.
Naturalmente sono invitati anche gli "alternativi" che se civili ed educati non possono che stimolare la discussione.

A presto!

39 commenti:

  1. Io purtroppo no :-(

    Ma ci sarà moralmente ;)

    RispondiElimina
  2. Spero che sia un'incontro democratico, si dovrà dare voce anche a chi cura con metodi alternativi e ascoltare anche chi non vuol sentir parlare di medicina ufficiale !

    RispondiElimina
  3. Spero che sia un'incontro democratico, si dovrà dare voce anche a chi cura con metodi alternativi e ascoltare anche chi non vuol sentir parlare di medicina ufficiale !

    Interessante.
    C'è qualcuno che non vuol sentir parlare gli altri, ma pretende che gli altri lo ascoltino.
    Complimenti per la coerenza e l'alto livello di democrazia.

    RispondiElimina
  4. Troppo lontano :-(
    Facci sapere :-)

    RispondiElimina
  5. Caro Costanzo,
    Perchè non fai le stesse obiezioni a chi propugna le idee di Hammer?
    Poi scusa la Scienza, con la S maiuscola, non è democratica perché non si basa su votazioni o discussioni ma bensì su esperimenti che confutano o meno una tesi.
    Il problema delle "medicine" alternative è proprio questo, pretende di essere scientifica ma rifiuta le regole della scienza.
    Poi scusa perchè devo sentir parlare chi non vuol sentire me? Scusa ma, come dice il proverbio: Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.

    RispondiElimina
  6. magari quando scenderai più a sud! :)

    RispondiElimina
  7. Chi è il meccanico? Purtroppo non potrò esserci a Padova ma mi incuriosisce tantissimo!

    RispondiElimina
  8. MA PERCHÉ DI GIOVEDÌ CRIBBIO che sto a Milano fino alle sei di sera!

    RispondiElimina
  9. Gentile Costanzo;

    Nessuno credo voglia togliere la parola a chi ha argomenti seri da presentare, ma questi devono essere:
    1) Seri, ovvero rispettosi del tema trattato.
    2) Validi, ovvero portare a sostegno studi e verifiche ufficiali.
    3) Corretti, aspettando il proprio turno.

    Poiché come spesso accade chi parla di "Alternative" lo fa ignorando educazione e correttezza, volendo imporre a priori il proprio punto di vista.

    E' palesemente inutile che qualcuno si presenti ad un convegno dove si parla delle falsità di certi "Guaritori", dicendo che il bicarbonato cura il cancro, o che l'ossicillocoso cura questa o quella malattia, dicendo che le prove ci sono ma la medicina ufficiale le nasconde, perché:
    1) non porta nulla di utile alla discussione.
    2) fa solo la figura dell'invasato
    3) nel caso vi siano "veramente" cure alternative a quelle ufficiali che funzionino, rischiano di diventare barzellette proprio per il cattivo comportamento di alcuni.

    Spero di aver fugato ogni dubbio.

    Comunque, spiacente, anche volendo non posso essere presente per motivi di lavoro, anche se mi piacerebbe molto, Bonne chance.

    RispondiElimina
  10. Vorrei avvisare i patiti del Grande Complotto (aka NWO) che cercheranno di farvi credere che il dott. Salvo Di Grazia e WeWee sono la stessa persona quando in realta' noi sappiamo benissimo che si tratta di gemelli monozigoti, entrambi ginecologi e che spesso si scambiano di posto alle conferenze all'insaputa degli astanti.

    Ho capito tutto quando ho letto porterò con me qualche strumento ostetrico da collezione, alcuni "da brivido"

    Ma noi sapevamo gia' da tempo come stavano le cose:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Inseparabili_(film)

    RispondiElimina
  11. Salvo, se arrivano i contestatori, ti prego mettiti il cappellino nero del NWO! :)

    RispondiElimina
  12. Meraviglioso!

    Sto cercando di convincere un po' di persona a venire perchè ne hanno proprio bisogno

    RispondiElimina
  13. A quando una conferenza in Sardegna? :-)

    RispondiElimina
  14. oooh là, finalmente vedo una tua conferenza!
    diffondo il Verbo :)

    RispondiElimina
  15. Io non potrò esserci, nelle prossime due settimane ho impegni improrogabili. Accidenti! :(

    Intanto, ecco una notizia che capita (purtroppo) a fagiolo...il Tribunale di Rimini ha condannato il Ministero della Salute a pagare un indennizzo alla famiglia di un bambino...diventato autistico per colpa del vaccino, sulla base della famigerata teoria che evidentemente, nonostante le smentite, continua a circolare.

    http://www.quotidianosanita.it/regioni-e-asl/articolo.php?articolo_id=8363

    RispondiElimina
  16. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  17. porterò con me qualche strumento ostetrico da collezione, alcuni "da brivido"

    Ehm... io volevo venire, ma se la metti in questi termini, resto a casa! :-)

    RispondiElimina
  18. @Brother Fang
    @Luca Favro

    Non sono d'accordo con le tue opinioni, ma difenderò sempre il tuo diritto ad esprimerle.

    Voltaire (François Marie Arouet)

    RispondiElimina
  19. http://it.wikipedia.org/wiki/Inseparabili_(film)
    Sapessi quanto mi ha impressionato quel film... Brrrrrr...

    Non sono d'accordo con le tue opinioni, ma difenderò sempre il tuo diritto ad esprimerle.

    Voltaire (François Marie Arouet)


    Evvai coi luoghi comuni e con le bufale :-/

    RispondiElimina
  20. e ascoltare anche chi non vuol sentir parlare di medicina ufficiale !

    Spero che siano gli stessi che dicono:


    Non sono d'accordo con le tue opinioni, ma difenderò sempre il tuo diritto ad esprimerle.

    :)

    RispondiElimina
  21. La scienza non è un'opinione. Ognuno è libero di (non) curarsi come meglio crede, ma la medicina "ufficiale" basata sulle evidenze scientifiche e la medicina alternativa basata sul niente non può essere messa sullo stesso piano. Spetro che presto venga organizzato un incontro del genere anche in Liguria. Le medicine alternative prosperano grazie all'ignoranza spaventosa che c'è in giro.

    RispondiElimina
  22. maverick, estendi l'invito a qualche nostra conoscenza di radiogammafive :)

    RispondiElimina
  23. Purtroppo non ci sarò. Troppo lontano e il giorno dopo devo fare 500km :)

    RispondiElimina
  24. Io ci provo, tiro un paio di pacchi e spero di riuscire ad esserci!

    RispondiElimina
  25. E allora vediamola questa medicina ufficiale basata su conoscenze scientifiche. Sentite cosa dice il Dott. Prof. Lup. Man. G.B. Cassano sugli psicofarmaci (http://qn.quotidiano.net/2008/02/24/66940-cassano_antico_pregiudizio.shtml): "La farmacoterapia sta vivendo un momento di stallo, con fallimenti di farmaci nuovi e un discusso, ma inevitabile, ritorno ai vecchi. Tanto che negli ultimi dieci, quindivi anni non si può parlare di innovazione. Qualcosa deve assolutamente cambiare". Questo personaggio vent'anni fa sosteneva che questi stessi psicofarmaci fossero sicurissimi e tollerabilissimi, e li ha prescritti a tappeto come la maggior parte dei suoi colleghi (di solito dopo visite molto sbrigative).

    Ottimo, ci hanno messo vent'anni a capire che gli SSRI (prozac, maveral, effexor per citarne alcuni) sono devastanti, dopo una colossale sperimentazione effettuata sulla popolazione tutta (me compreso). Se questa è la medicina ufficiale, io preferisco curarmi da un cartomente, che al massimo mi porta via i soldi ma non mi mette dei veleni in corpo.

    RispondiElimina
  26. Quindi l'unica reazione qua dentro è stata la segnalazione di un refuso? Interessante...

    RispondiElimina
  27. Evidentemente non ha suscitato nessun interesse in nessuno.

    RispondiElimina
  28. @Paolo:Quindi l'unica reazione qua dentro è stata la segnalazione di un refuso?

    A dirla tutta da E allora.... a ma non mi mette dei veleni in corpo sembra un unico refuso.
    Anzi, se mi passi il termine oserei il neologismo polirefuso.

    RispondiElimina
  29. Io direi invece che ha suscitato parecchio imbarazzo...

    RispondiElimina
  30. @max(L)

    Puoi gentilmente essere più preciso? Anche il virgolettato di Cassano fa parte del polirefuso?

    RispondiElimina
  31. Io direi invece che ha suscitato parecchio imbarazzo...
    Chi sarebbe imbarazzato?

    RispondiElimina
  32. @Paolo:Io direi invece che ha suscitato parecchio imbarazzo...

    Io dico che questa e' un'opinione che ti sei formato vedendo che nessuno rispondeva e vedendo che nessuno rispondeva era meno imbarazzante (per te si intende) pensare di avre creato dell'imbarazzo piuttosto che pensare di non avere scritto nulla di interessante.

    Puoi gentilmente essere più preciso?

    Ti faccio un esempio.. tu scrivi ci hanno messo vent'anni a capire che gli SSRI sono devastanti, dopo una colossale sperimentazione effettuata sulla popolazione
    Quella che chiami "sperimentazione sulla popolazione" non e' opera del maligno che istiga i ricercatori e gli scienziati ad operare il male quando si potrebbe fare il bene e non e' neppure frutto della sete di profitto di bigpharma ...e' solo la natura delle cose: per vedere la differenza tra i risultati "puliti" di uno studio clinico e quello che succede nella vita reale (dove il medico prescrive e il paziente ogni tanto fa di testa sua perche' convinto che cosi' sia meglio) servono anni e anni di osservazione passiva sulla popolazione, la vita reale insomma.

    Anche il virgolettato di Cassano fa parte del polirefuso?

    Mi sembra che tu abbia interpretato il virgolettato a modo tuo contraddicendoti: quello che sostiene Cassano e' un ritorno ai farmaci delle generazioni precedenti per via dei risultati ottenuti dalla medicina ufficiale basata su conoscenze scientifiche

    RispondiElimina
  33. Ciao, sono un medico specialista in farmacologia nonché in medicina dello sport e nella pratica quotidiana sono costretto a battibeccare con molti pazienti che ottenebrati da qualche collega praticante omeopata, iridologo, Hameriano etc., non riescono a cogliere la differenza tra la medicina e queste discipline costruite col "sonno della ragione", e le mettono sullo stesso piano, come soluzioni diverse alle patologie. Leggo con estremo piacere e soddisfazione i tuoi interventi, e sono veramente lieto di non essere solo in questa "battaglia", che poi consiste nell'affermare che così come non esistono discipline quali la chimica alternativa, la fisica alternativa, la geologia alternativa, allo stesso modo parlare di medicina alternativa è un ossimoro ingannevole. Mi sono perso l'iniziativa del CICAP del 19 aprile, ma alla prossima occasione vorrei partecipare. E' possibile essere inseriti in una newsletter?

    RispondiElimina
  34. sono veramente lieto di non essere solo in questa "battaglia"

    Beh, può sembrare ci sia una sorta di "invasione" di "alternativi" ma fortunatamente la gente si cura e guarisce grazie alla medicina. C'è molta confusione, questo sì, per questo è bene separare nettamente la medicina dalla pseudomedicina...

    E' possibile essere inseriti in una newsletter?

    Non è prevista una newsletter del blog, ma puoi abbonarti ai post (per riceverli nel newsreader, colonna a destra del blog, alla voce "abbonati a MedBunker") o consultare quando puoi il blog, in caso di conferenze apparirà con largo anticipo l'annuncio nell'area NEWS, in alto sulla colonna di destra del blog.

    Benvenuto!

    RispondiElimina
  35. Rientro per caso in questa pagina e vedo che qualcuno poi mi ha risposto. Tu dici che la scienza prima di poter dire definitivamente che una cura sia valida deve sperimentarla sul campo. Ma allora sarebbe bene che prima di aver effettuato tale sperimentazione (che, ripeto, nel caso degli SSRI va avanti da più di vent'anni) si evitasse di far suonare la grancassa del farmaco della felicità talmente sicuro e tollerato che quasi quasi lo diamo a tutti.

    Io a casa ho ancora il libro di Cassano "E liberaci dal male oscuro" in cui tale grancassa venne fatta suonare con un clamore che neppure la marcia trionfale dell'Aida. E' abbstanza evidente come tutta l'operazione SSRI sia stata condotta con una leggerezza e una superficialità che definire criminali è far loro un complimento. I signori che tanto decantavano queste cure dovrebbero svegliarsi di notte in preda agli incubi per il numero delle vite che hanno rovinato, e invece possono venire qua a trovare qualcuno che li difende, e sono sicuro che continuano a dormire benissimo.

    RispondiElimina

I tuoi commenti sono benvenuti, ricorda però che discutere significa evitare le polemiche, usare toni civili ed educati, rispettare gli altri commentatori ed il proprietario del blog. Ti invito, prima di commentare, a leggere le regole del blog (qui) in modo da partecipare in maniera costruttiva ed utile. Ricorda inoltre che è proibito inserire link o indicare siti che non hanno base scientifica o consigliare cure mediche. Chi non rispetta queste semplici regole non potrà commentare.
I commenti che non rispettano le regole potranno essere cancellati, anche senza preavviso. Gli utenti che violassero ripetutamente le regole potranno essere esclusi definitivamente dal blog.

Grazie per la comprensione e...buona lettura!